IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  IscrivitiIscriviti  AccediAccedi  

Link sponsorizzati
>
Ultimi argomenti
» La ministra Giannini: "le supplenze non fanno bene né a chi le fa (docenti precari) né a chi le riceve (studenti).
Oggi a 2:35 am Da EtaBeta

» trasferimento GAE a051 per il prossimo aggiornamento?
Oggi a 2:13 am Da ary82

» GI continua a non vedersi la preferenza Q
Oggi a 1:09 am Da tanganika

» lettura graduatoria assegnazione provvisoria...
Oggi a 12:43 am Da Francesco C

» chi ha la precedenza?
Oggi a 12:31 am Da Francesco C

» Utilizzazione bari 2014
Oggi a 12:24 am Da Francesco C

» GI II fascia
Oggi a 12:14 am Da ImparoInsegno

» Utilizzazione bari
Oggi a 12:13 am Da Francesco C

» Calabria immissioni in ruolo da concorso A043-A050
Oggi a 12:09 am Da Eos66

Link sponsorizzati
I postatori più attivi del mese
Dec
 
L'ALTRO POLO
 
Albith
 
avidodinformazioni
 
gugu
 
mara88
 
giovanna onnis
 
royalstefano
 
luce25
 
melanie
 
Condividere | 
 

 obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
spiderman



Messaggi: 414
Punti: 477
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 05.10.10

MessaggioOggetto: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Sab Ott 08, 2011 9:59 am

Promemoria primo messaggio :

Non faccio altro che leggere a destra e a manca per capire qulcosa in più, ma non ho ancora le idee chiare. Colleghi mi potreste gentilmente spiegare bene la differenza tra programmazione semplificata e per obiettivi minimi? E la programmazione differenziata? Mi fareste degli esempi per chiarirmi le idee?
Ad esempio: se la classe in grammatica lavora sull'analisi logica o analisi del periodo, e l'alunno non ritardo mentale lavora su cose semplici come riconoscere articoli, nomi, verbi (al massimo all'indicativo) che programmazione è, semplificata o obiettivi minimi? o addirittura differenziata? non riesco a capire NELLA PRATICA come si va a concretizzare tutto quello che leggo.... mi potete fare degli esempi?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
LaVale



Messaggi: 203
Punti: 142
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 25.10.09

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Mer Nov 02, 2011 6:44 pm

Secondo me sì, sia per la grammatica che per la comprensione, in fondo l'alunno non fa cose completamente diverse, che non hanno nulla a che fare con ciò che fanno gli altri, solo utilizza delle semplificazioni.
Tornare in alto Andare in basso
mary85



Messaggi: 136
Punti: 148
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 12.09.11

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Gio Nov 03, 2011 5:44 pm

ma se un aulunno lo scorso anno seguiva la programmazione di classe e quest'anno si ritiene differenziarla bisogna avere l conferma della neuropsichiatra di riferimento?o è un'iniziativa delle insegnanti?
Tornare in alto Andare in basso
luisac72



Messaggi: 552
Punti: 595
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 15.09.10

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Sab Nov 05, 2011 1:14 pm

mi inserisco nella discussione perchè seguo un ragazzo che a mio parere necessità di programmazione differenziata. ho visionato il PEI dello scorso anno e la docente che mi ha preceduta non ha specificato se gli ha fatto seguire una semplificata o una differenziata, ha semplicemente stilato una serie di obiettivi molto generici. E' il secondo anno che lavoro sul sos e non ho mai avuto alunni con la differenziata percio' ho chiesto al professore che fa da coordinatore per il sostegno se devo fare una comunicazione per iscritto alla famiglia (come leggo qui http://www.sostegno.blogscuola.it/?p=330#comments e come gia sapevo) ma lui ha risposto che non c'è bisogno: è corretto? quali sono le cose da fare quando un alunno non ce la fa a seguire la programmazione per o.m. della classe?
Tornare in alto Andare in basso
spiderman



Messaggi: 414
Punti: 477
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 05.10.10

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Dom Nov 06, 2011 2:20 pm

http://www.orizzontescuolaforum.net/t5985-attenzione-obiettivi-minimi-progr-differenziata

Se puo interessare, cercando tra le vecchie discussioni ho trovato questa. Che effettivamente mi ha confuso ancora di piu le idee.....
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi: 2516
Punti: 2552
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Dom Nov 06, 2011 2:30 pm

luisac72 ha scritto:
mi inserisco nella discussione perchè seguo un ragazzo che a mio parere necessità di programmazione differenziata. ho visionato il PEI dello scorso anno e la docente che mi ha preceduta non ha specificato se gli ha fatto seguire una semplificata o una differenziata, ha semplicemente stilato una serie di obiettivi molto generici. E' il secondo anno che lavoro sul sos e non ho mai avuto alunni con la differenziata percio' ho chiesto al professore che fa da coordinatore per il sostegno se devo fare una comunicazione per iscritto alla famiglia (come leggo qui http://www.sostegno.blogscuola.it/?p=330#comments e come gia sapevo) ma lui ha risposto che non c'è bisogno: è corretto? quali sono le cose da fare quando un alunno non ce la fa a seguire la programmazione per o.m. della classe?
insegni alle superiori?
se si allora occorre l'accettazione scritta da parte della famiglia della programmazione differenziata. in alcune province esiste un modulo specifico nell'accordo di programma da far firmare alla famiglia. in alcune scuole mi hanno fatto firmare solo il pei dove devi specificare il tipo di programmazione seguita dalla ragazza con relativa indicazione normantiva. la normativa di rifferimento va indicata anche nella pagella che viene consegnata alla famiglia. mentre in tutti i documenti di pubblica isione e/o accesso (es. verbali di classi o TAbelloni) nulla va annotato
Tornare in alto Andare in basso
mary85



Messaggi: 136
Punti: 148
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 12.09.11

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Dom Nov 06, 2011 3:33 pm

il problema è anche quello cioè tante volte i genitori non accettano la programmazione differenziata anche a costo di mettere ancor di più in difficoltà i propri figli
Tornare in alto Andare in basso
loisel



Messaggi: 703
Punti: 766
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 29.08.11

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Dom Nov 06, 2011 3:39 pm

sta alle insegnanti di sost e della classe far capire che si porebbero peggiorare le cose nn intervenendo nel modo corretto....
Tornare in alto Andare in basso
mary85



Messaggi: 136
Punti: 148
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 12.09.11

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Dom Nov 06, 2011 3:48 pm

SINCERAMENTE NON SEMPRE è COSì FACILE QUANDO UN GENITORE OSTACOLA LE INSEGNANTI IN QUALSIASI TIPO DI INIZIATIVA
Tornare in alto Andare in basso
luisac72



Messaggi: 552
Punti: 595
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 15.09.10

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Dom Nov 06, 2011 3:53 pm

carla75 ha scritto:
luisac72 ha scritto:
mi inserisco nella discussione perchè seguo un ragazzo che a mio parere necessità di programmazione differenziata. ho visionato il PEI dello scorso anno e la docente che mi ha preceduta non ha specificato se gli ha fatto seguire una semplificata o una differenziata, ha semplicemente stilato una serie di obiettivi molto generici. E' il secondo anno che lavoro sul sos e non ho mai avuto alunni con la differenziata percio' ho chiesto al professore che fa da coordinatore per il sostegno se devo fare una comunicazione per iscritto alla famiglia (come leggo qui http://www.sostegno.blogscuola.it/?p=330#comments e come gia sapevo) ma lui ha risposto che non c'è bisogno: è corretto? quali sono le cose da fare quando un alunno non ce la fa a seguire la programmazione per o.m. della classe?
insegni alle superiori?
se si allora occorre l'accettazione scritta da parte della famiglia della programmazione differenziata. in alcune province esiste un modulo specifico nell'accordo di programma da far firmare alla famiglia. in alcune scuole mi hanno fatto firmare solo il pei dove devi specificare il tipo di programmazione seguita dalla ragazza con relativa indicazione normantiva. la normativa di rifferimento va indicata anche nella pagella che viene consegnata alla famiglia. mentre in tutti i documenti di pubblica isione e/o accesso (es. verbali di classi o TAbelloni) nulla va annotato
No carla, insegno alle scuole medie.... sto leggendo i link che avete postato ed effettivamente leggendo qui http://www.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/115c59e8-3164-409b-972b-8488eec0a77b/prot4274_09_all.pdf
alla voce programmazione leggo che "Si precisa infine che dal punto di vista concettuale e metodologico è opportuno
distinguere fra la programmazione personalizzata che caratterizza il percorso
dell’alunno con disabilità nella scuola dell’obbligo e la programmazione differenziata
che, nel II ciclo di istruzione, può condurre l’alunno al conseguimento dell’attestato di
frequenza." Nei vari esempi di PEI per la scuola media che nho trovato su siti specializzati sul sostegno, trovo sempre specificato se l'alunno segue una programmazione differenziata o per obiettivi minimi, ma da questo articolo invece sembra che non serva.....come regolarsi??
"
Tornare in alto Andare in basso
luisac72



Messaggi: 552
Punti: 595
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 15.09.10

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Dom Nov 06, 2011 3:58 pm

mary85 ha scritto:
il problema è anche quello cioè tante volte i genitori non accettano la programmazione differenziata anche a costo di mettere ancor di più in difficoltà i propri figli
oppure a volte i problemi sorgono dai continui cambiamenti di insegnanti di sostegno..... per esempio io in terza media ho una ragazzina con una disabilita cognitiva lieve che a mio parere potrebbe seguire la programmazione di classe pur sempre ridotta e sempificata. Negli anni scorsi però ha seguito un percorso differenziato e ha tantissimi "buchi" che secondo me si potevano evitare. Ora io non ho grande esperienza per parlare (è solo il 2° anno sul sostegno) però a mio parere negli anni precedenti si poteva lavorare diversamente e cercare un raccordo maggiore con lA programmazione di classe. Ora mi trovo in difficoltà perchè da una parte vorrei farle seguire una programmazione ridotta e semplificata con punti di contatto con quella di classe, dall'altra per alcune materie (per es. inglese!) mi trovo davanti delle lacune tali per cui non è possibile farlo......cosa fareste al mio posto? certo che la continuità didattica va a farsi benedire........ci lamentiamo spesso noi, che siamo precari e ci sbattono ogni anno a destra e a manca, però in primis questo nuoce proprio agli alunni, in particolare quelli con difficoltà....
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi: 2516
Punti: 2552
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Mar Nov 08, 2011 6:23 pm

luisac72 ha scritto:
carla75 ha scritto:
luisac72 ha scritto:
mi inserisco nella discussione perchè seguo un ragazzo che a mio parere necessità di programmazione differenziata. ho visionato il PEI dello scorso anno e la docente che mi ha preceduta non ha specificato se gli ha fatto seguire una semplificata o una differenziata, ha semplicemente stilato una serie di obiettivi molto generici. E' il secondo anno che lavoro sul sos e non ho mai avuto alunni con la differenziata percio' ho chiesto al professore che fa da coordinatore per il sostegno se devo fare una comunicazione per iscritto alla famiglia (come leggo qui http://www.sostegno.blogscuola.it/?p=330#comments e come gia sapevo) ma lui ha risposto che non c'è bisogno: è corretto? quali sono le cose da fare quando un alunno non ce la fa a seguire la programmazione per o.m. della classe?
insegni alle superiori?
se si allora occorre l'accettazione scritta da parte della famiglia della programmazione differenziata. in alcune province esiste un modulo specifico nell'accordo di programma da far firmare alla famiglia. in alcune scuole mi hanno fatto firmare solo il pei dove devi specificare il tipo di programmazione seguita dalla ragazza con relativa indicazione normantiva. la normativa di rifferimento va indicata anche nella pagella che viene consegnata alla famiglia. mentre in tutti i documenti di pubblica isione e/o accesso (es. verbali di classi o TAbelloni) nulla va annotato
No carla, insegno alle scuole medie.... sto leggendo i link che avete postato ed effettivamente leggendo qui http://www.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/115c59e8-3164-409b-972b-8488eec0a77b/prot4274_09_all.pdf
alla voce programmazione leggo che "Si precisa infine che dal punto di vista concettuale e metodologico è opportuno
distinguere fra la programmazione personalizzata che caratterizza il percorso
dell’alunno con disabilità nella scuola dell’obbligo e la programmazione differenziata
che, nel II ciclo di istruzione, può condurre l’alunno al conseguimento dell’attestato di
frequenza." Nei vari esempi di PEI per la scuola media che nho trovato su siti specializzati sul sostegno, trovo sempre specificato se l'alunno segue una programmazione differenziata o per obiettivi minimi, ma da questo articolo invece sembra che non serva.....come regolarsi??
"
allora mi spiace ma non mi sento di darti indicazioni specifiche, non avendo mai insegnato alle medie e non potendoci insegnare!
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi: 2516
Punti: 2552
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Mar Nov 08, 2011 6:28 pm

luisac72 ha scritto:
mary85 ha scritto:
il problema è anche quello cioè tante volte i genitori non accettano la programmazione differenziata anche a costo di mettere ancor di più in difficoltà i propri figli
oppure a volte i problemi sorgono dai continui cambiamenti di insegnanti di sostegno..... per esempio io in terza media ho una ragazzina con una disabilita cognitiva lieve che a mio parere potrebbe seguire la programmazione di classe pur sempre ridotta e sempificata. Negli anni scorsi però ha seguito un percorso differenziato e ha tantissimi "buchi" che secondo me si potevano evitare. Ora io non ho grande esperienza per parlare (è solo il 2° anno sul sostegno) però a mio parere negli anni precedenti si poteva lavorare diversamente e cercare un raccordo maggiore con lA programmazione di classe. Ora mi trovo in difficoltà perchè da una parte vorrei farle seguire una programmazione ridotta e semplificata con punti di contatto con quella di classe, dall'altra per alcune materie (per es. inglese!) mi trovo davanti delle lacune tali per cui non è possibile farlo......cosa fareste al mio posto? certo che la continuità didattica va a farsi benedire........ci lamentiamo spesso noi, che siamo precari e ci sbattono ogni anno a destra e a manca, però in primis questo nuoce proprio agli alunni, in particolare quelli con difficoltà....
condivido in pieno! il problema grosso e' chiedersi come fara' questa ragazza a prendere un diploma se ha seguito una differenziata alle medie. difficilmente fara' un semplificato alle superiori. e spettera' all'ins di sostegno delle superiori comunicarlo alla famiglia! per noi delle superiori e' molto diverso. per noi bocciare e' un obbligo se il ragazzo non raggiunge gli obiettivi minimi. e le famiglie possono solo fare ricorso al Tat
!
Tornare in alto Andare in basso
spiderman



Messaggi: 414
Punti: 477
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 05.10.10

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Ven Nov 11, 2011 2:05 pm

ma gli obiettivi minimi per materia, chi li deve stilare?? I docenti curriculari o il docente di sostegno? Ve lo chiedo perché da quel che so io sono i docenti delle singole materie a farli, ma qualche collega ha chiesto a me di farli... ma come faccio a stilare gli obiettivi minimi di matematica se io non sono un docente di matematica?
Tornare in alto Andare in basso
mary85



Messaggi: 136
Punti: 148
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 12.09.11

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Ven Nov 11, 2011 5:35 pm

gli obiettivi minimi li deve stilare il docente curriculare!!!
poi se invece opti per la differenziata allora li devi fare tu!!!
almeno così penso che sia
Tornare in alto Andare in basso
spiderman



Messaggi: 414
Punti: 477
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 05.10.10

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Ven Nov 11, 2011 5:51 pm

mary, è la stessa cosa che hanno insegnato anche a me! Allora gli ho detto "no, guarda, sei tu che li devi fare" (ti premetto che lui voleva che io li facessi calzati sul mio alunno certificato, insomma, voleva che IO ne stilassi alcuni che lui puo raggiungere con sicurezza) quando invece dovrebbe essere che lui li stila a prescindere dal mio alunno e poi io vedo se lui puo raggiungerli o meno. Gli ho anche risposto un po' male e mi pare che se la sia presa ma..... certe volte gestire il rapporto con i docenti curriculari è veramente complicato!!
Tornare in alto Andare in basso
 

obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 su4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

 Argomenti simili

-
» obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata
» Programmazione di classe e obiettivi minimi
» Attenzione: obiettivi minimi / progr. differenziata
» alunna sordomuta programmazione differenziata
» passare da obiettivi minimi a differenziata in corso d'anno

Permesso del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: -