Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 caso complesso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: caso complesso   Lun Ott 10, 2011 3:57 pm

Per la prima volta sto insegnando sul sostegno, in una scuola superiore di I grado.
Mi sto occupando di una ragazza che è tetraplegica, sono compromesse le funzioni motorie, è dislessica, ha leggeri problemi alla vista, ma segue cmq la programmazione di classe.
Scrivo io sul quaderno al suo posto perchè l'alunna non riesce a tenere la penna in mano, si è esprime con grande difficoltà per cui a volte mi è difficile comprenderla, ma ovviamente ci metto tutta me stessa.
Non le sono ancora state somministrate delle verifiche, in tal caso la collega che sostituisco mi ha detto di riportare ciò che la ragazza mi detterà, voi cosa fareste? Ho bisogno di consigli...
Ho chiesto il registro per scrivere le varie attività che svolgo con lei, ma mi è stato detto che non è necessario che io lo faccia visto che non vi sono programmi differenziati.
La cosa mi sembra strana, ho bisogno di lumi, è così che funziona??
Ho letto le info che riguardano il suo stato fisico e la relazione finale dello scorso anno.
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: caso complesso   Lun Ott 10, 2011 4:09 pm

Si, nelle verifiche (test d'ingresso) scrivi quello che ti detta la ragazza, in modo da sapere cosa ha imparato e cosa no, cosa ricorda e cosa no.
Riguardo il registro, non in tutte le scuole gli insegnanti di sostegno ne tengono uno, anche se sarebbe meglio averlo. Appuntati a computer cosa fai, come fosse un sintetico diario di bordo, per tenere sotto controllo la situazione (serve a te per programmare eventuali interventi aggiuntivi e inoltre perché non si sa mai che un giorno qualcuno ti chieda un rendiconto di ciò che hai fatto).
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: caso complesso   Lun Ott 10, 2011 4:14 pm

dami ha scritto:
Si, nelle verifiche (test d'ingresso) scrivi quello che ti detta la ragazza, in modo da sapere cosa ha imparato e cosa no, cosa ricorda e cosa no.
Riguardo il registro, non in tutte le scuole gli insegnanti di sostegno ne tengono uno, anche se sarebbe meglio averlo. Appuntati a computer cosa fai, come fosse un sintetico diario di bordo, per tenere sotto controllo la situazione (serve a te per programmare eventuali interventi aggiuntivi e inoltre perché non si sa mai che un giorno qualcuno ti chieda un rendiconto di ciò che hai fatto).


Mi sto appuntando tutto per mettermi al sicuro, non si sa mai.
Grazie per la tua disponibilità.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: caso complesso   Lun Ott 10, 2011 4:40 pm

Non può neanche usare ll computer usando qualche mezzo particolare? Non sa proprio scrivere? Un ragazzo che ho conosciuto aveva in classe tutta una serie di strumenti didattici (tra cui appunto un computer con tastiera apposita) per rendergli possibile seguire con gli altri. Da come scrivi, mi sembra che i colleghi delle discipline non si aspettino poi molto dalla ragazza, il che è un peccato. Tra l'altro, le verifiche non le puoi improntare mica tu al momento, vanno preparate prima ad hoc, sennò come fate! Inoltre, anche qualora non avesse problemi nel cognitivo, le grandi difficoltà espressive che presenta rendono a mio avviso necessaria una certa pianificazione degli interventi didattici, non è che potete andare a casaccio.... poi magari se non vanno bene cambiate strada facendo. Magari quando fate il GLH senti gli operatori che la seguono cosa ti consigliano.
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: caso complesso   Mar Ott 11, 2011 7:56 am

parvati ha scritto:
Non può neanche usare ll computer usando qualche mezzo particolare? Non sa proprio scrivere? Un ragazzo che ho conosciuto aveva in classe tutta una serie di strumenti didattici (tra cui appunto un computer con tastiera apposita) per rendergli possibile seguire con gli altri. Da come scrivi, mi sembra che i colleghi delle discipline non si aspettino poi molto dalla ragazza, il che è un peccato. Tra l'altro, le verifiche non le puoi improntare mica tu al momento, vanno preparate prima ad hoc, sennò come fate! Inoltre, anche qualora non avesse problemi nel cognitivo, le grandi difficoltà espressive che presenta rendono a mio avviso necessaria una certa pianificazione degli interventi didattici, non è che potete andare a casaccio.... poi magari se non vanno bene cambiate strada facendo. Magari quando fate il GLH senti gli operatori che la seguono cosa ti consigliano.

No, l'alunna non riesce se non con difficoltà e solo con due dita della mano sinistra. Ci vorrebbero degli strumenti didattici che agevolino questi ragazzi in grave difficoltà, ma si sa, spesso, le scuole non sono dotate di questi servizi perchè le finanze scarseggiano, è una grossa mancanza!I colleghi delle alte materie si aspettano che l'insegnante di sostegno faccia miracoli, ma in alcuni casi è davvero difficile per non dire impossibile.Non demordo, certo, mi adopero in ogni modo, ma non posso certo far io le verifiche, i compiti ecc....A che servirrebbero altrimenti frequentare la scuola?
Secondo me ci sarebbe voluta una programmazione differenziata, non so su quali basi ciò non è stato attuato!?
Ho sentito un educatore e mi ha delineato la situazione che ho illustrato.
Tornare in alto Andare in basso
LaVale



Messaggi : 203
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioOggetto: Re: caso complesso   Mer Ott 12, 2011 4:24 pm

Scusa, ma perchè programmazione differenziata? Se l'unico problema a livello cognitivo è la dislessia, non ha senso differenziare.
Potresti cominciare facendole portare a scuola un registratore per registrare le lezioni per poi riascoltarle a casa in modo da facilitare lo studio.
Si potrebbe anche farle fare solo verifiche orali, visto che oltretutto è dislessica e ha un grave problema motorio, in questo modo inoltre il docente curricolare potrebbe diventare autonomo (ihihihih!!!) e fare le verifiche anche in assenza del docente di sostegno!!!
Tornare in alto Andare in basso
 
caso complesso
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» COMPLESSO VIT. B E ACIDO FOLICO
» la complessità del corpo umano prova che dio non esiste
» Il caso Cesare Battisti
» Il caso e la necessità - Jacques Monod
» Il caso non esiste.

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Andare verso: