Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Anche la divisione, come operazione, segue una moda...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Vicy



Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Anche la divisione, come operazione, segue una moda...   Mar Ott 11, 2011 7:56 pm

Carissime/i insegnanti e non vi chiedo cortesemente di rispondere a questo mio quesito. Vi è un metodo, che oggi va per la maggiore, per impartire l'insegnamento dell'esecuzione della divisione a bambini di scuola primaria? Ho saputo che vi è quello facilitato e quello abbreviato. Un bambino messo difronte a questi due metodi potrebbe scegliere che considera più adatto a sé o è obbligato a usare quello che il docente impone? Un docente dovrebbe consigliare il metodo, ma il bambino potrebbe usare quello più economico e adatto alle sue capacità. Come si chiamano i diversi metodi, la scelta di uno al posto dell'altro starebbe a dimostrare un patologia? Aiutatemi a venirne a capo, s/fortunatamente le cattedre sono presidiate da psicologi e non da insegnanti -guide amorevoli dei bambini. Grazie a chi mi risponderà.
Tornare in alto Andare in basso
dimberaidiel



Messaggi : 614
Data d'iscrizione : 22.02.11

MessaggioOggetto: Re: Anche la divisione, come operazione, segue una moda...   Mer Ott 12, 2011 7:04 am

Non parlo da docente perchè insegno alla scuola media ma, a memoria, la divisione è sempre quella...
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Anche la divisione, come operazione, segue una moda...   Mer Ott 12, 2011 2:44 pm

Vicy ha scritto:
s/fortunatamente le cattedre sono presidiate da psicologi e non da insegnanti -guide amorevoli dei bambini. Grazie a chi mi risponderà.
... ti sei già risposta da sola... ;-)
Tornare in alto Andare in basso
ori79



Messaggi : 1284
Data d'iscrizione : 14.06.11

MessaggioOggetto: Re: Anche la divisione, come operazione, segue una moda...   Mer Ott 12, 2011 2:55 pm

Ci sono 2 metodi ma io trovo normale che il bambino ad un certo punto passi da quello facilitato a quello un po' più complesso, in quel momento dimostrerà di esser padrone delle divisioni! E' normale che e' un bambino possa usare tutto per arrivare allo scopo ma mio compito primario e' far si che il bambino raggiunga il massimo dell'obiettivo
Tornare in alto Andare in basso
Vicy



Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Anche la divisione, come operazione, segue una moda...   Mer Ott 12, 2011 6:06 pm

Condivido appieno la tua posizione, ma se parto dal metodo facilitato e faccio comprendere come e perché raggiungo quel risultato che è lo stesso che ottengo adoperando il metodo abbreviato, che richiede più prestazioni mentali e sicurezza di calcolo, sicuramente il bambino raggiungerà una consapevolezza di calcolo tanto da non dimenticarla in futuro ( partendo dalla scuola media in poi dove è data la possibilità di usare la calcolatrice) come è successo a tanti della mia generazione (1972)!
Per me la matematica è logica, razionalità, ipotesi e possibilità, ma allo stesso tempo certezza, sistematicità e metodo... non si può giustificare un metodo a discapito di un altro perché questo è adatto a bambini piccoli e quello ai grandi, questo è adoperato da insegnanti di vecchio stampo e quello da quelli all'avanguardia o così si fa e devi farlo come ti sto dicendo.... Ma questi bambini possono chiedersi perché devo e perché va eseguito così? Ecco, a mio avviso, che proprio trai i banchi della scuola primaria che si alimenta l'avversione alla matematica!! Uno degli elementi carburanti è non simpatia o meglio empatia con la impartisce!! Non ci dobbiamo lamentare se ci sono molti insuccessi in questa disciplina e in italiano.... non vogliamo i bambini pensatori e critici, attivi e propositivi, vivaci e partecipi.... Forse molti insegnanti temono che questi piccoli possano sapere qualcosa in più di loro che però esuli dai rigidi, sterili e vasti programmi che vanno finiti in "tempo" ( commento : solo sulla carta, ma non nelle menti dei bambini). Se si vivesse la scuola con più flessibilità per i programmi e molta attenzione alle domande e richieste formative del materiale umano che quotidianamente abbiamo tra le mani e che con molta cura dobbiamo plasmare sotto tutti i profili, non dobbiamo farci catturare da:" ho fatto già quest'argomento, sono già qui, sono indietro!"
Grazie a chi vorrà ancora contribuire a questa discussione.. il mio non è uno sfogo, ma un dato di fatto, ciò che accade in molte scuole... Oggi, lo attestano le prove INVALSI, apprendo che molti docenti del Sud devono fare corsi d'aggiornamento in matematica e italiano!... Questo mi "conferma" che ho visto lungo e bene!! Sicuramente, è un bene che ci siano, ci sono realtà diverse e migliori non tanto lontano da me o nel stesso Sud !
Grazie ancora.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Anche la divisione, come operazione, segue una moda...   Mer Ott 12, 2011 7:46 pm

Mi piacerebbe continuare questa discussione, Vicy. Non sono competente, insegno francese alle medie, ma ho un figlio in terza elementare, quindi l'argomento mi interessa. Tra l'altro quest'anno faranno le divisioni. Se ti va, mi piacerebbe capire quali sono i due metodi e cosa comportano. Te lo chiedo perché mi piacciono molto alcune cose che hai detto sulla scuola elementare. Grazie ;-)
Tornare in alto Andare in basso
coccobello



Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 06.10.10

MessaggioOggetto: Re: Anche la divisione, come operazione, segue una moda...   Mer Ott 12, 2011 9:46 pm

Personalmente, quando insegno la divisione a bambini della primaria, mi preoccupo sempre che ne capiscano prima di tutto la logica e non solo l'algoritmo.

Si inizia in terza, a partire da situazioni concrete, a confrontare e distinguere la divisione come operazione che distribuisce da quella che raggruppa e si prosegue con gli schieramenti. All'inizio ci si sofferma unicamente sulle divisioni esatte, senza il resto, e solo in seguito si procede con le divisioni più complesse. E' solo a questo punto che si introducono gli algoritmi di calcolo. Per comodità è ovvio che ogni insegnante segua quello del libro di testo ma ciò non impedisce di presentarne altri.

Qui alcuni dei più noti:
http://www.maecla.it/bibliotecaMatematica/af_file/DAMORE_OLIVA_numeri/DIVISIO.htm

Personalmente sono fedele al metodo facilitato (a danda lunga) in cui ogni passaggio- calcolo deve essere scritto. E' quello che mi insegnò la mia maestra ed è quello che mi pare lasci meno dubbi.
Solo quando i bambini acquisiscono consapevolezza dei vari passaggi e velocità nel calcolo, si può presentare il metodo abbreviato (a danda corta). Quest'ultimo presuppone una maggiore concentrazione nel calcolo e una discreta abilità, che a mio parere potrebbe esserci solo in quarta o quinta.

Mi permetto una piccola postilla in merito ai test Invalsi: evitiamo di cadere nell'errore di valutare gli insegnanti solo per i risultati dei loro alunni. Ciò non tiene conto delle differenze oggettive tra le classi (non tutti hanno la fortuna di avere alunni brillanti) e non rende merito all'impegno dei docenti e ai sacrifici di ore, compresenze e competenze.
Proprio oggi confrontavo la situazione di due terze della mia scuola, una a tempo pieno e una a 27 ore. Nella prima le due insegnanti hanno 35 ore da dedicare a tutte le materie; nella seconda, per un assurdo gioco di tagli e completamenti in più classi, l'insegnante di italiano avrà solo 6 ore.

Se anche le terze dovessero sostenere il test Invalsi quale sarebbe il risultato in italiano? Sarebbero allo stesso livello?
Sicuramente no.
E siamo sicuri che la colpa sia solo del docente che non sa insegnare?


Altra postilla: mi pare di capire, avendo scorso il sito Indire, che gli aggiornamenti professionali siano tutti indirizzati agli insegnanti delle superiori di primo e secondo grado.

Tornare in alto Andare in basso
Mina



Messaggi : 213
Data d'iscrizione : 05.07.11
Località : Modena

MessaggioOggetto: Re: Anche la divisione, come operazione, segue una moda...   Ven Ott 14, 2011 5:44 pm

Io insegno matematica in terza elementare, ma non ho molta esperienza. Posso dirti quello che ho intenzione di fare, premettendo che ogni insegnante è libero di fare le proprie scelte rispetto al proprio metodo di insegnamento e alla classe in cui lavora (quindi secondo me devi scegliere il metodo che ti pare)!
Io presenterò il metodo facilitato (con la sottrazione esplicitata) perchè è quello che meglio evidenzia la struttura dell'algoritmo. Il metodo abbreviato e la divisione canadese li proporrò come eventuale approfondimento solo a coloro che padroneggiano con sicurezza il metodo facilitato (così come la moltiplicazione araba). Ho dei bambini molto abili nel calcolo, ma altri che ancora confondono il riporto dell'addizione con il cambio della sottrazione, quindi mi sembrerebbe di confonderli presentando più di un algoritmo per la moltiplicazione e la divisione.
Non so te, ma i miei bambini le difficoltà maggiori le hanno nell'associare l'operazione al problema, non tanto nell'algoritmo di calcolo che, alla lunga, in maniera meccanica, prima o poi imparano tutti.
Ps. La divisione con il metodo facilitato si usa anche quando il divisore avrà due cifre; due cifre e metodo abbreviato diventa dura!
Che ne pensi?
Tornare in alto Andare in basso
coccobello



Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 06.10.10

MessaggioOggetto: Re: Anche la divisione, come operazione, segue una moda...   Ven Ott 14, 2011 9:54 pm

Ciao,

anch'io non ho molta esperienza nell'insegnamento e ogni volta che devo proporre qualcosa ai bambini cerco sempre almeno 3 o 4 modi diversi per spiegarlo. Ho scoperto che occorre solo aver pazienza e, con un metodo o con l'altro, vedrò accendersi una lucina di comprensione :-)

Sfrutto molto internet e le risorse messe a disposizione dai colleghi nei loro siti o blog.

Qui è ben spiegato il metodo facilitato per la divisione e due cifre:

http://matematicamedie.blogspot.com/2007/09/tecnica-della-divisione-abbreviata.html

qui un software per esercitarsi al pc (con istruzioni passo per passo ma un pò retrò nelle schermate):

http://www.nativelab.it/software/divisioni.htm

Personalmente però non amo il metodo facilitato, lo presento solo quando sono sicura delle capacità di calcolo dei bambini (in genere in quinta).

Lo scoglio maggiore è proprio, come dici tu, la risoluzione dei problemi. Anche in questo caso tendono a operare meccanicamente, spesso vanno a tentativi. Eppure si inizia dalla prima a focalizzare l'attenzione sulla domanda (cosa ci chiede?), sui dati (utili o inutili), sulla visualizzazione mentale della situazione concreta (quando addirittura non lo si simula in classe)... eppure... che pazienza che ci vuole! :-)

Tornare in alto Andare in basso
ML



Messaggi : 531
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: Anche la divisione, come operazione, segue una moda...   Sab Ott 15, 2011 11:50 am

Mina ha scritto:
Io presenterò il metodo facilitato (con la sottrazione esplicitata)
Ciao! Questa discussione è molto interessante. Io insegno matematica alle medie e anche da noi spesso la divisione è ancora un osso duro per i ragazzi. Non sapevo di tutte queste differenze. Volete ridere? I miei alunni sono abituati a non esplicitare la sottrazione...io, insegnante, invece l'ho sempre fatto e tutt'ora, quando faccio i calcoli a mano, lo faccio sempre!!! ;))
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Anche la divisione, come operazione, segue una moda...   Sab Ott 15, 2011 1:47 pm

Sì, molto interessante. Grazie per tutte le info che avete dato e i collegamenti che avete inserito. Fino ad oggi non sapevo nemmeno cosa fosse una "danda"! Il metodo canadese non l'avevo mai sentito né utilizzato. Ho imparato un sacco di cose, grazie ancora. :-)
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Anche la divisione, come operazione, segue una moda...   Sab Ott 15, 2011 4:09 pm

ML: cosa vuol dire esplicitare la sottrazione?
Tornare in alto Andare in basso
ML



Messaggi : 531
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: Anche la divisione, come operazione, segue una moda...   Sab Ott 15, 2011 6:29 pm

Laura70 ha scritto:
ML: cosa vuol dire esplicitare la sottrazione?
Leggevo in uno dei link sopra. In pratica si esplicita quando per trovare il resto si moltiplica il divisore per l'ultima cifra del quoziente e poi si scrive il risultato sulla sinistra facendo quindi scritta lì la sottrazione per trovare il resto.
Tornare in alto Andare in basso
 
Anche la divisione, come operazione, segue una moda...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» ho comprato il cd dei MODA'
» GENNET E A MILANO CHI VI SEGUE?
» Gli atelier che abbiamo visitato
» Identità: maschile, femminile...
» Il Selfie: moda/mania?!!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: