Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
manux2



Messaggi : 723
Data d'iscrizione : 20.08.10

MessaggioOggetto: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Gio Nov 24, 2011 3:00 pm

Promemoria primo messaggio :

.... Che succede se tutti i docenti si rifiutano di fare il coordinatore di classe??
Ho letto che il dirigente non può obbligare nessuno, ma la classe può restare senza coordinatore??
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Dom Mag 11, 2014 5:56 pm

E se anche lo "volessero", tu non ci vai.

Tanto se non sei più dipendente di quella scuola e non hai più alcun legame con loro, cosa possono farti?

Oppure dichiari in anticipo (per iscritto) che ci vai SOLO se ti accordano un prolungamento del contratto e ti pagano anche per quel giorno in più.

Oltretutto, non capisco proprio perché debba spettare a te l'onere (patetico) di telefonare personalmente alle famiglie; in una scuola civile dovrebbe occuparsene la segreteria (e possibilmente nemmeno per telefono, bensì per iscritto), e poi le famiglie, se ritengono di avere dei dubbi da chiarire, saranno loro a richiedere un colloquio con gli insegnanti...
Tornare in alto Andare in basso
ekiv



Messaggi : 412
Data d'iscrizione : 03.03.12

MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Dom Mag 11, 2014 6:09 pm

La DS ritiene che io sia in automatico il coordinatore di classe e che il coordinatore abbia sempre in automatico questo compito...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Dom Mag 11, 2014 7:51 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Scusate il parziale OT... ma questa storia degli scrutini anticipati la sento riferire spesso, e ogni volta mi lascia allibita. In tutte le scuole dove ho lavorato io, sarebbe considerato inimmaginabile, ed evitato come la peste. Ma a quanto pare, ci sono intere province e regioni in cui la prassi è quella, e non viene neanche fatto di nascosto e mascherato da "prescrutinio" informale, ma viene proprio pubblicato in chiaro sui documenti ufficiali e sul sito pubblico della scuola.
L.

Premetto che non sono assolutamente favorevole agli scrutini, io spiego anche negli ultimi giorni dell'anno, anche se l'argomento non sarà oggetto di verifica. O comunque impiego quei giorni per svolgere qualche attività secondaria che durante l'anno per motivi di tempo metti in secondo piano (es. un'esercitazione in laboratorio particolarmente impegnativa e non strettamente attinente al programma svolto). Premetto anche che alla fine dell'anno i giochi sono ormai fatti, tant'è che ogni anno mi riprometto di sospendere le verifiche "di recupero" perché sono patetiche.

Detto questo ci sono dei vincoli che impongono a molte scuole l'anticipo degli scrutini. Ad esempio, qui in Sardegna le lezioni terminano martedì 10. Mercoledì 18 ci sarà il primo scritto dell'esame di stato e, quindi, i lavori delle commissioni inizieranno lunedì 16. Questo implica che gli scrutini si debbano svolgere in un arco temporale di 4 giorni, da mercoledì a sabato (a meno che non si voglia sfruttare anche la domenica). Impensabile se teniamo conto del fatto che molti docenti hanno ormai la doppia sede (qualcuno anche la tripla). E' impossibile coordinare gli orari degli scrutini fra una scuola e un'altra e istituti che hanno un migliaio di iscritti devono articolare questi orari in un arco di almeno una settimana.

A meno che non si facciano scrutini farsa in piena illegalità, con commissioni incomplete e attribuzioni dei voti con criteri automatizzati. Impensabile anche fare delle full immersion, non garantirebbero lo svolgimento di uno scrutinio condotto con la serietà e obiettività che la delicatezza del contesto richiede. Vi immaginate con quale serenità e obiettività un insegnante può svolgere uno scrutinio alle 11 di sera dopo essere rimasto sbattuto a scuola per l'intera giornata con un panino nello stomaco e sapendo che dovrà sfagiolarsi un'ora e mezza di viaggio per tornare a casa e che l'indomani mattina alle 8 dovrà iniziare un'altra giornata campale? Quale accuratezza possiamo aspettarci da una delibera di non ammissione fatta senza discussione perché si è in ritardo di un'ora e si deve chiudere assolutamente perché un collega deve spostarsi in un'altra scuola a 40 km di distanza?

Sotto l'aspetto etico, se queste sono le prospettive, credo che sia più corretto, nei confronti degli studenti, anticipare gli scrutini di qualche giorno rispetto al termine delle lezioni, ma fare in modo che sia garantita la correttezza procedurale.

Sotto l'aspetto legale, non ho riferimenti, ma credo che la normativa non vieti lo svolgimento di uno scrutinio a pochi giorni dalla fine delle lezioni. Se fosse illegittimo farli sarebbe la manna dal cielo per i ricorsisti e non penso che i DS, sempre attenti al protocollo, caschino in un errore così banale.
Tornare in alto Andare in basso
Benny77



Messaggi : 320
Data d'iscrizione : 19.10.10

MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Dom Mag 11, 2014 8:35 pm

gian ha scritto:

Sotto l'aspetto legale, non ho riferimenti, ma credo che la normativa non vieti lo svolgimento di uno scrutinio a pochi giorni dalla fine delle lezioni. Se fosse illegittimo farli sarebbe la manna dal cielo per i ricorsisti e non penso che i DS, sempre attenti al protocollo, caschino in un errore così banale.

L’art. 193/1 del D.Lgs. n. 297/1994 prescrive che “I voti di profitto e di condotta degli alunni, ai fini della promozione alle classi successive alla prima, sono deliberati dal consiglio di classe al termine delle lezioni, con la sola presenza dei docenti”.

Ci sono poi dei DS che addirittura pubblicano online l'anticipo (risale all'anno scorso).

Comunque un po' dappertutto la scuola finisce il 10 e gli esami iniziano il 18. C'è chi decide di anticipare la fine dell'anno scolastico avvalendosi del fatto che il calendario conta spesso dai 205 ai 210 giorni di scuola e quindi anticipando di 3 o 4 giorni non si rischia di invalidare l'anno dato che i 200 minimi sono garantiti.

Ma si potrebbe benissimo scrutinare prima le quinte (dal 10 al 14) e poi le altre. I colleghi impegnati alla maturità, e quindi assenti negli scrutini che inesorabilmente cadrebbero dal 18 in poi, verrebbero sostituiti mediante delle surroghe. Il sostituto proporrà il voto del docente impegnato nella maturità, motivato da un breve giudizio sintetico ed avvalorato da un congruo numero di verifiche desumibili dal giornale del professore. Così il consiglio sarà perfetto e non si commette nessun illecito.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Dom Mag 11, 2014 8:58 pm

Rimane sempre da capire come si possa, dal 10 pomeriggio al 14 mattina, fare con serietà gli scrutini di 40-50 classi (viste le dimensioni attuali delle scuole), per poi fare il 14 stesso il collegio di ratifica e presentarsi in commissione d'esame il 16.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Dom Mag 11, 2014 9:45 pm

Benny77 ha scritto:

L’art. 193/1 del D.Lgs. n. 297/1994 prescrive che “I voti di profitto e di condotta degli alunni, ai fini della promozione alle classi successive alla prima, sono deliberati dal consiglio di classe al termine delle lezioni, con la sola presenza dei docenti”.

Ci sono poi dei DS che addirittura pubblicano online l'anticipo (risale all'anno scorso).

Per carità, nulla da obiettare sui riferimenti normativi.
Il mio dubbio risiede nel fatto che, essendo l'anticipo degli scrutini una prassi molto diffusa, deve esserci probabilmente in qualche ordinanza o circolare ministeriale un escamotage che consente di operare in deroga al T.U. del 94. È un'opinione mia personale scaturita da una constatazione: che un singolo dirigente scolastico operi di sua iniziativa in deroga e in violazione alle norme vigenti è un conto, che a farlo sia invece un elevato numero di dirigenti scolastici mi sembra alquanto strano. E attenzione, non parlo di deroghe informali: le date degli scrutini sono formalizzate a mezzo circolare e, quindi, sono negli atti pubblici. Che siano pubblicate online o no, non fa differenza, sono sempre atti pubblici verso cui si potrebbe fare ricorso.

Nei prossimi giorni chiederò lumi alla mia DS. Anche nel mio istituto ci sono parecchi scrutini anticipati (anche di 5 giorni). Dal momento che la mia DS è piuttosto pignoletta nel rispettare la normativa vigente, presumo che abbia qualche riferimento normativo a cui appellarsi per decidere di anticipare gli scrutini rispetto al termine delle lezioni. E, ripeto, sono in molti a farlo. Troppi per pensare ad una violazione massiva di una norma così delicata.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Dom Mag 11, 2014 9:51 pm

mac67 ha scritto:
Rimane sempre da capire come si possa, dal 10 pomeriggio al 14 mattina, fare con serietà gli scrutini di 40-50 classi (viste le dimensioni attuali delle scuole), per poi fare il 14 stesso il collegio di ratifica e presentarsi in commissione d'esame il 16.
Che io sappia, il collegio di chiusura si può svolgere anche nel corso degli esami. Ho invece dei dubbi sulla possibilità che si possano svolgere scrutini (oltre a quelli delle quinte classi) dopo l'avvio delle operazioni d'esame.

In ogni modo concordo sulla qualità e obiettività di scrutini svolti in modo sommario e frettoloso nell'arco di quattro giorni. Tant'è che ci sono state diverse interpellanze a proposito della scadenza fissata per l'esame di stato nell'OM di agosto malgrado fosse nota la scadenza del 10 giugno per il termine delle lezioni fissata in diverse regioni.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Dom Mag 11, 2014 10:00 pm

gian ha scritto:

Che io sappia, il collegio di chiusura si può svolgere anche nel corso degli esami. Ho invece dei dubbi sulla possibilità che si possano svolgere scrutini (oltre a quelli delle quinte classi) dopo l'avvio delle operazioni d'esame.

Il collegio sarebbe molto zoppo, visto che il dirigente e molti docenti sono in commissioni esterne.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Dom Mag 11, 2014 10:17 pm

E allora il problema si sposta ancora, e la domanda diventa: PERCHE' si è arrivati a fare gli esami finali così presto, anticipandoli sistematicamente ogni anno di qualche giorno in più, da almeno 20 anni a questa parte?

In passato (nemmeno tanto remoto) era normalissimo che ci fosse una pausa di almeno due settimane tra la fine delle lezioni e l'inizio degli esami. Parecchi anni prima ancora, quando la pausa durava addirittura un mese, era un'esagerazione, perché si poteva andare a finire a fare gli ultimi orali in pieno agosto, ma un paio di settimane mi sembrerebbero proprio un compromesso sanissimo.

Per gli studenti era importante perché consentiva loro di avere più tempo per prepararsi... e per le scuole era importante, non solo perché faceva tirare il fiato agli insegnanti, ma soprattutto perché consentiva di concludere correttamente tutti gli adempimenti finali senza il panico di dover improvvisare tutto alla cieca.

PERCHE' c'è stata la volontà politica di anticiparli sempre di più?
Qualcuno ha qualche idea ragionevole?

A parte la spiegazione complottistica delle "pressioni lobbystiche delle categorie del turismo e del commercio", che hanno interesse ad avere i giovani e le relative famiglie liberi di andare in vacanza il prima possibile, che avrà pure qualcosa di vero, ma non credo che sia l'UNICA motivazione reale!

Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Dom Mag 11, 2014 10:32 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
PERCHE' c'è stata la volontà politica di anticiparli sempre di più?
Qualcuno ha qualche idea ragionevole?
Il 20 % dei docenti ha contratto fino al 30/6 e se fa la matura ottiene proroga contrattuale; vorrai mica pagargli (pagarci) due settimane in più perchè la matura finisce il 15 ?
No la matura finisce il 3 o il 4 ed i giorni da pagare in più sono solo quelli.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Dom Mag 11, 2014 10:50 pm

gian ha scritto:
In ogni modo concordo sulla qualità e obiettività di scrutini svolti in modo sommario e frettoloso nell'arco di quattro giorni. Tant'è che ci sono state diverse interpellanze a proposito della scadenza fissata per l'esame di stato nell'OM di agosto malgrado fosse nota la scadenza del 10 giugno per il termine delle lezioni fissata in diverse regioni.

Hai qualche riferimento più preciso? Questa cosa delle interpellanze mi interessa...
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Dom Mag 11, 2014 10:56 pm

paniscus_2.0 ha scritto:

PERCHE' c'è stata la volontà politica di anticiparli sempre di più?
Qualcuno ha qualche idea ragionevole?

Posso farti notare che finire prima è anche desiderio di gran parte dei colleghi?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Dom Mag 11, 2014 11:28 pm

mac67 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:

PERCHE' c'è stata la volontà politica di anticiparli sempre di più?
Qualcuno ha qualche idea ragionevole?

Posso farti notare che finire prima è anche desiderio di gran parte dei colleghi?

Ma ti risulta davvero? A me sembra proprio il contrario, ossia che la maggioranza dei colleghi sia esasperata dall'obbligo di fare tutto con questa fretta ossessiva senza nemmeno un giorno di pausa, e che accetterebbe di gran lunga di fare a cambio, ossia di lavorare qualche giorno di più a luglio, ma avendo un po' tirato il fiato prima.

E comunque, se anche fosse come dici tu, non ritengo assolutamente plausbile che le normative sugli esami anticipati siano state fatte per compiacere gli insegnanti, siamo seri...
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Dom Mag 11, 2014 11:34 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
mac67 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:

PERCHE' c'è stata la volontà politica di anticiparli sempre di più?
Qualcuno ha qualche idea ragionevole?

Posso farti notare che finire prima è anche desiderio di gran parte dei colleghi?

Ma ti risulta davvero? A me sembra proprio il contrario, ossia che la maggioranza dei colleghi sia esasperata dall'obbligo di fare tutto con questa fretta ossessiva senza nemmeno un giorno di pausa, e che accetterebbe di gran lunga di fare a cambio, ossia di lavorare qualche giorno di più a luglio, ma avendo un po' tirato il fiato prima.

E comunque, se anche fosse come dici tu, non ritengo assolutamente plausbile che le normative sugli esami anticipati siano state fatte per compiacere gli insegnanti, siamo seri...

Ho visto musi lunghi e sentito litigi furiosi per un giorno in più, figurati per una settimana.

Intendevo però semplicemente dire che non mi pare il caso di intravedere chissà quale manovra.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Lun Mag 12, 2014 12:23 am

paniscus_2.0 ha scritto:
gian ha scritto:
In ogni modo concordo sulla qualità e obiettività di scrutini svolti in modo sommario e frettoloso nell'arco di quattro giorni. Tant'è che ci sono state diverse interpellanze a proposito della scadenza fissata per l'esame di stato nell'OM di agosto malgrado fosse nota la scadenza del 10 giugno per il termine delle lezioni fissata in diverse regioni.

Hai qualche riferimento più preciso? Questa cosa delle interpellanze mi interessa...

Chiarimento: non parlo di interpellanze parlamentari, non vorrei essere frainteso

Nei mesi scorsi mi è capitato di leggere qualcosa in proposito in merito all'incompatibilità dell'O.M. con alcuni calendari scolastici, ma non ricordo dove e non ricordo neppure se si trattava di istanze ufficiali oppure di note informative pubblicate da sindacati, siti tematici, uffici scolastici, boh!?

Cercando nel Web ho trovato questo, che ovviamente non ha alcun carattere di ufficialità: http://www.dirittoscolastico.it/om-n-696-dell8-agosto-2013-incompatibilita-con-i-calendari-regionali/

Comunque l'articolo dà un'idea di quanto sia grottesco l'intero contesto e di come la deregolamentazione all'italiana porti a situazioni paradossali (per ipocrisia, non uso altri termini): secondo il calendario scolastico della regione Abruzzo le lezioni terminano il 14 giugno (non so se il calendario è stato modificato), le operazioni d'esame iniziano il 16 giugno. E' evidente che se contiamo sul rispetto alla lettera del TU del 1994, gli scrutini finali in abruzzo si svolgeranno tra il pomeriggio di sabato 14 e l'alba di lunedì 16, in modo che tutti gli atti siano pronti, a disposizione delle commissioni, alle 8-8.30 del mattino e che dirigenti scolastici e docenti siano tutti pronti belli e freschi per recarsi alle rispettive riunioni preliminari.

Estiqaatsi... pensa che... Ministra Carrozza conosceva bene contenuto di articolo 193 di D.Lgs. 297 di 1994 quando firmato ordinanza ministeriale che diceva prima prova scritta da svolgere il 18 giugno... Estiqaatsi... pensa che ministri di pubblica distruzione sanno che insegnanti e presidi di scuole italiane veramente bravi perché capaci di fare miracoli e impossibile anche in barba a leggi di fisica su spazio-tempo
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 665
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Lun Mag 12, 2014 3:02 pm

Questa , caro Gian , è la famosa "moral suasion" onde cotanto ragionammo insieme.

i dirigenti "caporali" ce provano.
Con i più inesperti può bastare la "tigre di carta" , o meglio "di ugola", del "provvedimento disciplinare"; con i colleghi navigati è invece necessaria la minaccia di una guerra senza quartiere, ancorché "coperta".
Considerato che gli avvocati, non solo quelli buoni, costano due occhi della testa , molti prof abbozzano per quieto vivere, finché è possibile.
Altrimenti perché gli insegnanti si accollerebbero , quasi sempre docilmente, una scocciatura del genere?
Per "spirito di servizio", come dicono i politici esibendo una bellissima faccia di bronzo, o per l'elemosina del fis (dove è prevista)?
Ma andiamo.......
Alcuni insegnanti precari , soprattutto quelli che hanno supplenze brevi, pensano di essere più vulnerabili rispetto ai colleghi stabilizzati
A me sembra vero il contrario, dato che in realtà hanno meno da perdere.









Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Lun Mag 12, 2014 3:57 pm

gian ha scritto:
Benny77 ha scritto:

L’art. 193/1 del D.Lgs. n. 297/1994 prescrive che “I voti di profitto e di condotta degli alunni, ai fini della promozione alle classi successive alla prima, sono deliberati dal consiglio di classe al termine delle lezioni, con la sola presenza dei docenti”.

Ci sono poi dei DS che addirittura pubblicano online l'anticipo (risale all'anno scorso).

Per carità, nulla da obiettare sui riferimenti normativi.
Il mio dubbio risiede nel fatto che, essendo l'anticipo degli scrutini una prassi molto diffusa, deve esserci probabilmente in qualche ordinanza o circolare ministeriale un escamotage che consente di operare in deroga al T.U. del 94.....

Sull’anticipo degli scrutini finali rispetto al termine delle lezioni non concordano neanche i sindacati!
I Cobas ritengono che gli scrutini prima della conclusione delle lezioni siano illegali, mentre la Cisl argomenta invece a favore degli "scrutini liberi", a discrezione del Dirigente Scolastico, purchè sia stato rispettato il limite dei 200 giorni di lezione.

Lalla in una sua risposta nella rubrica “Chiedilo a Lalla” è stata molto chiara ed esplicita:

“….Al di là della questione sindacale, io ti indico il riferimento normativo che ci porta a dire che gli scrutini vanno svolti dopo il termine delle lezioni, l'art. 192 del Decreto Legislativo n° 297/1994 stabilisce che "al termine di ciascun trimestre o quadrimestre ed al termine delle lezioni il consiglio di classe delibera i voti di profitto e di condotta degli alunni", quindi gli scrutini vanno svolti al termine del trimestre o quadrimestre (o pentamestre). L' OM n. 134 del 2 maggio 2000 stabilisce poi che gli scrutini finali avvengono secondo un calendario fissato dal dirigente. Le due normative vanno lette in sequenza, entrambe, definendo da un lato quando deliberare i voti e dall'altro con quali criteri.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Lun Mag 12, 2014 4:06 pm

balanzoneXXI ha scritto:
Questa , caro Gian , è la famosa "moral suasion"  onde cotanto ragionammo insieme.

i dirigenti "caporali" ce provano.
Con i più inesperti può bastare la "tigre di carta" , o meglio "di ugola", del "provvedimento disciplinare"; con i colleghi navigati  è invece necessaria la minaccia di una guerra senza quartiere, ancorché "coperta".
Considerato che gli avvocati, non solo quelli buoni, costano due occhi della testa , molti prof abbozzano per quieto vivere,  finché è possibile.
Altrimenti perché gli insegnanti  si accollerebbero , quasi sempre docilmente, una scocciatura del genere?
Per "spirito di servizio", come dicono i politici esibendo una bellissima faccia di bronzo, o per l'elemosina del fis (dove è prevista)?
Ma andiamo.......
Alcuni  insegnanti precari , soprattutto quelli che hanno supplenze brevi, pensano di essere più vulnerabili rispetto  ai colleghi stabilizzati  
A me sembra vero il contrario, dato che in realtà hanno meno da perdere.

A balanzo', sarebbe megliio "citare" (o "quotare" utilizzando il neologismo d'importazione anglosassone) quando ti riferisci ad un messaggio vecchio. Immagino che ti riferisca alle mie considerazioni riguardanti l'operato del dirigente scolastico nei confronti del collega (o della collega) che non vuole assumere l'onere di "coordinare".

Sul sentirsi vulnerabili o meno è una questione di personalità e al tempo stesso di onestà intellettuale più che di inquadramento in ruolo. Secondo me non è più vulnerabile il docente di ruolo o il supplente, quanto il docente che ha un conflitto d'interesse e si pone in una posizione ricattabile. Se esci da questa trappola puoi far valere le tue ragioni (almeno in linea di principio). Magari non otterrai nulla, ma almeno hai la magra soddisfazione di palesare la tua coerenza e la tua onestà. Per il resto, siamo un po' tutti nella stessa vulnerabile barca.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Lun Mag 12, 2014 4:22 pm

giovanna onnis ha scritto:
Sull’anticipo degli scrutini finali rispetto al termine delle lezioni non concordano neanche i sindacati!
I Cobas ritengono che gli scrutini prima della conclusione delle lezioni siano illegali, mentre  la Cisl argomenta invece a favore degli "scrutini liberi", a discrezione del Dirigente Scolastico, purchè sia stato rispettato il limite dei 200 giorni di lezione.

Lalla in una sua risposta nella rubrica “Chiedilo a Lalla” è stata molto chiara ed esplicita:

“….Al di là della questione sindacale, io ti indico il riferimento normativo che ci porta a dire che gli scrutini vanno svolti dopo il termine delle lezioni, l'art. 192 del Decreto Legislativo n° 297/1994 stabilisce che "al termine di ciascun trimestre o quadrimestre ed al termine delle lezioni il consiglio di classe delibera i voti di profitto e di condotta degli alunni", quindi gli scrutini vanno svolti al termine del trimestre o quadrimestre (o pentamestre). L' OM n. 134 del 2 maggio 2000 stabilisce poi che gli scrutini finali avvengono secondo un calendario fissato dal dirigente. Le due normative vanno lette in sequenza, entrambe, definendo da un lato quando deliberare i voti e dall'altro con quali criteri.

A mio parere l'OM non rappresenta quell'escamotage che permette di operare in deroga all'articolo 192 del Testo Unico. Almeno, così lo interpreto.
Credo che l'escamotage risieda nell'obbligo implicito di rispettare altri vincoli meno delineati e non facilmente inquadrabili nella citazione di un solo articolo normativo e, quindi, di natura interpretativa:
1) la necessità di concludere tutti gli scrutini prima dell'inizio delle operazioni dell'esame di stato (e non solo gli scrutini delle quinte)
2) la necessità di evitare altri vizi di forma (assenza del DS in sede di scrutinio)
3) la necessità di garantire condizioni operative che permettano lo svolgimento di discussioni ben ponderate e formulazione di giudizi finali non frettolosi e garantisti
4) la necessità di evitare situazioni di stress dovute a orari non sostentibili sul piano logistico e operativo

Lo scenario è tale che per rispettare un vincolo imposto da un articolo di legge esplicito si dovrebbero violare non so quante leggi
Tornare in alto Andare in basso
ekiv



Messaggi : 412
Data d'iscrizione : 03.03.12

MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Mar Mag 13, 2014 9:03 pm

Da coordinatore di classe (obbligato sotto minaccia...) dovrò chiamare le famiglie dei bocciati già il 6?è la data degli scrutini.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Mar Mag 13, 2014 9:43 pm

ekiv ha scritto:
Da coordinatore di classe (obbligato sotto minaccia...) dovrò chiamare le famiglie dei bocciati già il 6?è la data degli scrutini.

Scherzi? passi che si facciano gli scrutini prima del termine delle lezioni, ma addirittura comunicare l'esito in anticipo sulla fine dell'anno è la regina del grottesco e una vera mangiatoia per avvocati.

Ipotesi: il 6 giugno mi comunicano che non sono ammesso alla classe successiva. Il 7-8-9-10 giugno chiedo di essere sottoposto a verifica del recupero dei miei ritardi formativi. Ovviamente non ci sarà alcun riscontro a queste richieste (lo scrutinio è ormai chiuso e non può essere riaperto neppure se casca il cielo dell'Australia passando per il centro della Terra). La scuola sarebbe in torto marcio perché ha opposto un rifiuto categorico alla manifestata volontà dello studente di rimediare i propri debiti prima della fine dell'anno. Esito scontato di un eventuale ricorso al TAR.
Tornare in alto Andare in basso
ekiv



Messaggi : 412
Data d'iscrizione : 03.03.12

MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Mer Mag 14, 2014 7:13 am

La scuola qui finisce il 7.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Mer Mag 14, 2014 4:41 pm

Concluso ufficialmente l'anno scolastico, bisogna comunicare telefonicamente o in forma scritta l'esito negativo dello scrutinio finale (bocciatura) e questo va fatto prima della pubblicazione dei risultati
Tornare in alto Andare in basso
ekiv



Messaggi : 412
Data d'iscrizione : 03.03.12

MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Mer Mag 14, 2014 7:28 pm

Il mio contratto finisce il 7. Devo comunicarlo il 6 o il 7? Devo eventualmente farlo dopo?
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...   Mer Mag 14, 2014 7:57 pm

Dopo non sei tenuta perchè il tuo contratto è scaduto o ti fanno una proroga o se la sbriga la segreteria
Tornare in alto Andare in basso
 
Nessuno vuole fare il coordinatore di classe...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 5 di 6Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» Info retribuzione vice coordinatore di classe
» clexane punture
» non vuole andare a scuola e non vuole fare i compiti
» mio marito non vuole continuare!!!
» mio marito non accetta l'ovodonazione e io non so più che fare!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: