Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Valutazione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3 ... 9 ... 17  Seguente
AutoreMessaggio
stellina1228



Messaggi : 89
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: Valutazione   Dom Ott 03, 2010 6:45 pm

Qualcuno sa se la normativa più recente prevede per le verifiche orali e scritte solo voti interi o se è possibile utilizzare anche i mezzi voti? Grazie!!!!
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Ott 03, 2010 7:03 pm

credo ke dipenda dalle singole scuole
Tornare in alto Andare in basso
stellina1228



Messaggi : 89
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: Valutazione   Dom Ott 03, 2010 7:15 pm

Grazie 1000!!!
Tornare in alto Andare in basso
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 6573
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Ott 03, 2010 7:17 pm

stellina1228 ha scritto:
Qualcuno sa se la normativa più recente prevede per le verifiche orali e scritte solo voti interi o se è possibile utilizzare anche i mezzi voti? Grazie!!!!

Nessuna normativa, per fortuna, stabilisce e può stabilire ciò. E ritengo che neanche un collegio docenti con un regolamento interno di valutazione (regolamento che in ogni caso dovrebbe essere obbligatorio in ogni scuola) può stabilire che non si possano usare i mezzi voti durante le verifiche. Il collegio sarebbe invece obbligato, sempre con un regolamento, a stabilire il "congruo numero di verifiche" da effettuare ogni anno, diviso a tri/quadrimestre per arrivare poi ad una definitiva valutazione intermedia/finale basata appunto su un certo numero di verifiche.

Per ciò che riguarda ancora i mezzi voti, si possono usare per tre motivi:

1. il mezzo voto in ogni caso non è consentito alla valutazione intermedia e finale, quindi si può utilizzare durante l'anno fermo restando l'obbligo del voto intero in sede di scrutinio

2. il voto in decimi durante le verifiche orali e scritte non è assolutamente obbligatorio, in quanto si può utilizzare il giudizio, il + e-, il bene e il male ecc. Il voto in decimi è obbligatorio in sede di scrutinio entermedio e finale. L'importante che a tale voto corrisponda un criterio.

3. L'utilizzo dei mezzi voti è talmente utilizzato nel tempo che tale utilizzo lo possiamo ormai considerare una consuetudine e quindi una norma.

Chi dice che l'utliizzo del mezzo voto è illegittimo è in errore.

Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4611
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Mar Ott 26, 2010 2:11 pm

Paolo io sono d'accordo con te, ma qualcuno contesta. Dice che siccome per normativa non si possono mettere mezzi voti in pagella, vuol dire che il mezzo voto NON ESISTE proprio. Quindi non si può metterlo sulle verifiche o sul registro del prof. Così come non si possono mettere giudizi (ottimo, buono,etc.) o altri simboli di valutazione (+, -, etc.).
Io ho elaborato per ogni obiettivo una scala di valutazione dal 3 al 10 come deliberato dal collegio. Ad ogni voto corrispondono certi criteri. A volte però l'alunno è a metà strada. Quindi uso i mezzi voti.
Mi dai un riferimento normativo a cui appigliarmi per giustificarmi davanti a chi dice che il mezzo voto è illegittimo? Purtroppo non con tutti si può usare il buon senso!
Tra l'altro, il registro personale del docente non è nemmeno documento legale, o ricordo male? Ciò vuol dire che posso appuntarmi commenti tipo un + per un intervento particolarmente rilevante che però non è talmente corposo da valere quanto un'interrogazione e fruttare quindi un voto?
Insomma Paolo, non è che hai in programma uno speciale sulla valutazione alle medie come hai fatto per l'esame di stato? Grazie per il costante supporto.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 6573
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Mar Ott 26, 2010 3:47 pm

Valerie ha scritto:
Paolo io sono d'accordo con te, ma qualcuno contesta. Dice che siccome per normativa non si possono mettere mezzi voti in pagella, vuol dire che il mezzo voto NON ESISTE proprio. Quindi non si può metterlo sulle verifiche o sul registro del prof. Così come non si possono mettere giudizi (ottimo, buono,etc.) o altri simboli di valutazione (+, -, etc.).
Io ho elaborato per ogni obiettivo una scala di valutazione dal 3 al 10 come deliberato dal collegio. Ad ogni voto corrispondono certi criteri. A volte però l'alunno è a metà strada. Quindi uso i mezzi voti.
Mi dai un riferimento normativo a cui appigliarmi per giustificarmi davanti a chi dice che il mezzo voto è illegittimo? Purtroppo non con tutti si può usare il buon senso!
Tra l'altro, il registro personale del docente non è nemmeno documento legale, o ricordo male? Ciò vuol dire che posso appuntarmi commenti tipo un + per un intervento particolarmente rilevante che però non è talmente corposo da valere quanto un'interrogazione e fruttare quindi un voto?
Insomma Paolo, non è che hai in programma uno speciale sulla valutazione alle medie come hai fatto per l'esame di stato? Grazie per il costante supporto.


Comincerei col girare la domanda a chi ti dice che è illegittimo l'utilizzo dei mezzi voti nella pratica quotidiana: "mi indichi la norma dove è scritto questo divieto?"

Perché l'obbligo del voto intero è senza dubbio nella valutazione periodica e finale, che oltretutto non è in capo al docente ma al Consiglio di classe.

DPR 122/09 Art 2/1: "La valutazione, periodica e finale, degli apprendimenti è effettuata nella scuola primaria dal docente ovvero collegialmente dai docenti contitolari della classe e, nella scuola secondaria di primo grado, dal consiglio di classe presieduto dal dirigente scolastico o da suo delegato, con deliberazione assunta, ove necessario, a maggioranza."

"Periodica e finale", bada bene.

Non esiste norma che disciplini la valutazione e quali strumenti il docente deve utilizzare nelle verifiche, scitte e orali che siano, durante il trimestre per arrivare poi a quella che ritiene la valutazione periodica e finale da sottoporre al consiglio di classe.

Credo che l'unico obbligo che abbia è quello di informare gli allievi con "cosa" verranno valutati, in modo che ci sia chiarezza e trasparenza nell'atto valutativo (sull'utilizzo dei + e - io personalmente ho qualche riserva, ma ciò non vuol dire che non si possono utilizzare se il docente lo ritiene opportuno).

Altra cosa sarebbe se il docente deve attenersi a ciò che il collegio dei docenti o comuqnue un regolamento interno sulla valutazione ha deliberato e stabilito, e quindi se per esempio, per uniformità e omogeneità, si è deciso di non utilizzare i mezzi voti nella pratica quotidiana, in modo che per tutti gli allievi ci sia un "metodo" comune.

Ma dire è "illegittimo" è dire il falso, perché tale affermazione non si evince da nessuna norma.

Infatti, giusto per informazione, tutta la normativa che c'è sulla valutazione in termini di voti (o giudizi o qualsiasi altra forma) riguarda esclusivamente quella periodica e finale, cioè quello che deve comparire sul documento di valutazione e come ci si arriva a questo, senza menzionare cosa e come il docente deve utilizzare per arrivare a questo. E bada bene che su questo non c'è differenza fra scuola di I o di II grado.

R.D. 653/1925 art 79: “i voti si assegnano, su proposta dei professori, in base ad un giudizio brevemente motivato desunto da un congruo numero di interrogazioni e di esercizi scritti, grafici o pratici, fatti in casa o a scuola, corretti e classificati durante il trimestre o durante l’ultimo periodo delle lezioni".

dpr 122/09 art. 1/2: "La valutazione è espressione dell’autonomia professionale propria della funzione docente, nella sua dimensione sia individuale che collegiale, nonché dell’autonomia didattica delle istituzioni scolastiche. Ogni alunno ha diritto ad una valutazione trasparente e tempestiva, secondo quanto previsto dall’articolo 2, comma 4, terzo periodo, del decreto del Presidente della Repubblica 24 giugno 1998, n. 249 e successive modificazioni."

commi 4 e 5: "Le verifiche intermedie e le valutazioni periodiche e finali sul rendimento scolastico devono essere coerenti con gli obiettivi di apprendimento previsti dal piano dell’offerta formativa, definito dalle istituzioni scolastiche ai sensi degli articoli 3 e 8 del decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275.

Il collegio dei docenti definisce modalità e criteri per assicurare omogeneità, equità e trasparenza della valutazione, nel rispetto del principio della libertà di insegnamento. Detti criteri e modalità fanno parte integrante del piano dell’offerta formativa."

Già l'O.M. n. 90/2001 art 13/3: "Il collegio dei docenti determina i criteri da seguire per lo svolgimento degli scrutini al fine di assicurare omogeneità nelle decisioni di competenza dei singoli consigli di classe"

Legge 137/2008: Dall'anno scolastico 2008/2009, nella scuola secondaria di primo grado la valutazione periodica ed annuale degli apprendimenti degli alunni e la certificazione delle competenze da essi acquisite e' espressa in decimi.


Valutazione PERIODICA E ANNUALE. Se i tuoi colleghi (ripeto: a meno che non ti devi uniformare ad un regolamento interno) ti portano il riferimento normativo in cui è espressamente indicato che è illegittimo l'utilizzo dei mezzi voti postalo senza indugi.

Per ciò che riguarda il registro personale è giusto ciò che hai detto. Ricordati che hai l'obbligo in sede di scrutinio di ciò che è indicato nell'art 79 del regio decreto.

In effetti il giudizio motivato sarebbe una buonissima pratica soprattutto nei compiti scritti e quindi anche nella pratica quotidiana, perché se utilizziamo un voto in decimi avremmo l'"obbligo" di motivare quel voto con una "spiegazione", a meno che gli allievi non sono a conoscenza cosa c'è "dietro" quel voto che noi assegniamo alla verifica.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4611
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Mar Ott 26, 2010 5:22 pm

La principale argomentazione di chi è contro i mezzi voti è in sostanza questa: "se la valutazione finale deve essere espressa in voti interi, vuol dire che quello è l'unico modo giusto per valutare e deve essere utilizzato sempre".
Credo che le tue spiegazioni con tanto di riferimenti normativi chiariscano una volta per tutte che in realtà la deduzione qui sopra non è scontata.
Grazie. Copiato, salvato, stampato, incorniciato! ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Online
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 6573
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Mar Ott 26, 2010 5:30 pm

Valerie ha scritto:
La principale argomentazione di chi è contro i mezzi voti è in sostanza questa: "se la valutazione finale deve essere espressa in voti interi, vuol dire che quello è l'unico modo giusto per valutare e deve essere utilizzato sempre".

Potrebbe essere l'espressione di un'idea, di un'opinione o comunque un punto da cui partire per poi discuterne, sicuramente. E' l'opinione di molti soprattutto per una questione di "abituare" gli allievi (alcuni sostengono anche i genitori) ai voti in decimi e quindi a non avere "sorprese" una volta letta la pagella.

Ma dire che è "illegale" credo tolga di mezzo ogni tentativo di confronto, e quindi l'unico modo di smentirli è dire loro di mostrarti da dove si evince tale illegittimità.


Credo che le tue spiegazioni con tanto di riferimenti normativi chiariscano una volta per tutte che in realtà la deduzione qui sopra non è scontata.
Grazie. Copiato, salvato, stampato, incorniciato! ;-)

Correggi eventuali errori gramamticali! Eh eh..alla prossima

Tornare in alto Andare in basso
megamostro



Messaggi : 1088
Data d'iscrizione : 15.09.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Ven Ott 29, 2010 6:55 pm

ma la valutazione è da 0 a 10 o da 1 a 10?
in caso di prova in bianco, che si mette?
e di compito annullato?
grazie...
Tornare in alto Andare in basso
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 6573
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Ven Ott 29, 2010 7:04 pm

megamostro ha scritto:
ma la valutazione è da 0 a 10 o da 1 a 10?
in caso di prova in bianco, che si mette?
e di compito annullato?
grazie...

Ti ho rispo nell'altro topic
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4611
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Ven Ott 29, 2010 7:05 pm

Ho girato tre scuole, tre cose diverse, decise in collegio docenti
1) da 4 a 10
2) da 2 (specificato solo per scena muta o prova in bianco) a 10
3) da 3 a 10
Personalmente il foglio in bianco non mi è mai capitato. La scena muta sì, allora ho messo impreparato e ho interrogato un'altra volta. C'è chi ha avuto un solo impreparato e poi la media dell'8. C'è chi è quasi sempre impreparato!
Tornare in alto Andare in basso
Online
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16463
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Ott 30, 2010 12:19 am

megamostro ha scritto:
ma la valutazione è da 0 a 10 o da 1 a 10?
in caso di prova in bianco, che si mette?
e di compito annullato?
grazie...

Stavo per rispondere nell'altro topic, poi Forza l'ha chiuso d'imperio :-)).
Sono stata colpita dalla tua osservazione circa la differenza tra l'1 di chi l'ha preso di suo e l'1 di chi consegna un compito bianco.
Trovo un po' difficile immaginare un 1 a cui corrisponda qualche conoscenza e/o competenza misurabile, fermo restando che 0 non esiste come voto.
Ha ragione Paolo a ribadire che, comunque, il criterio di attribuzione dei voti deve essere esplicitato con chiarezza. Nella griglia di valutazione per le mie discipline, condivisa dai colleghi del dipartimento, in corrispondenza del voto 1 ci sono questi descrittori, che abbracciano alcune possibili situazioni:
(per lo scritto) Non svolge affatto il compito / ne esegue una minima parte, senza alcuna evidenza di conoscenze.......
(per l'orale) Si rifiuta di sottoporsi all’interrogazione e, interrogato, non risponde ad alcuna delle domande poste. Non esprime alcuna capacità e/o specifica competenza.
Abbiamo ritenuto che, anche di fronte al rifiuto dell'alunno, sia opportuno porre comunque qualche domanda, per motivare la registrazione di un voto così negativo con prove inoppugnabili.
Ovviamente, nessuno usa a cuor leggero il voto 1 per l'orale, anche perché è abbastanza improbabile che sugli argomenti oggetto dell'interrogazione l'alunno ignori tutto; per lo scritto, però, non saprei come classificare diversamente una versione di greco in cui ci sia solo il titolo.
Tornare in alto Andare in basso
giulia boffa
Admin


Messaggi : 36316
Data d'iscrizione : 28.09.09
Età : 52
Località : milano

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Ott 30, 2010 5:25 am

però effettivamente, tra chi consegna il compito in bianco, senza averci neanche provato o come atto di sfida e chi invece almeno fa finta di scrivere qualcosa, una piccola differenza ci deve essere, magari un mezzo punto, anche se la cosa poi è solo un fatto simbolico.Anche per l'orale io diversifico tra chi non vuole neanche avvicinarsi alla cattedra da quello che si avvicina e che ha l'umiliazione di avere la domanda a cui non sa rispondere
Tornare in alto Andare in basso
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 6573
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Ott 30, 2010 9:43 am

fradacla ha scritto:
megamostro ha scritto:
ma la valutazione è da 0 a 10 o da 1 a 10?
in caso di prova in bianco, che si mette?
e di compito annullato?
grazie...

Stavo per rispondere nell'altro topic, poi Forza l'ha chiuso d'imperio :-)).
Sono stata colpita dalla tua osservazione circa la differenza tra l'1 di chi l'ha preso di suo e l'1 di chi consegna un compito bianco.
Trovo un po' difficile immaginare un 1 a cui corrisponda qualche conoscenza e/o competenza misurabile, fermo restando che 0 non esiste come voto.
Ha ragione Paolo a ribadire che, comunque, il criterio di attribuzione dei voti deve essere esplicitato con chiarezza. Nella griglia di valutazione per le mie discipline, condivisa dai colleghi del dipartimento, in corrispondenza del voto 1 ci sono questi descrittori, che abbracciano alcune possibili situazioni:
(per lo scritto) Non svolge affatto il compito / ne esegue una minima parte, senza alcuna evidenza di conoscenze.......
(per l'orale) Si rifiuta di sottoporsi all’interrogazione e, interrogato, non risponde ad alcuna delle domande poste. Non esprime alcuna capacità e/o specifica competenza.
Abbiamo ritenuto che, anche di fronte al rifiuto dell'alunno, sia opportuno porre comunque qualche domanda, per motivare la registrazione di un voto così negativo con prove inoppugnabili.
Ovviamente, nessuno usa a cuor leggero il voto 1 per l'orale, anche perché è abbastanza improbabile che sugli argomenti oggetto dell'interrogazione l'alunno ignori tutto; per lo scritto, però, non saprei come classificare diversamente una versione di greco in cui ci sia solo il titolo.

Concordo e specifico alcune cose.

E' per questo che a mio avviso bisogna (per lo scritto) motivare comunque il voto e differenziarlo: tu stessa (in dipartimento, per fortuna!) nei criteri hai scirtto:
1. Non svolge affatto il compito / ne esegue una minima parte, senza alcuna evidenza di conoscenze.......
2. Si rifiuta di sottoporsi all’interrogazione e, interrogato, non risponde ad alcuna delle domande poste. Non esprime alcuna capacità e/o specifica competenza.[/i]

Ciò vuol dire che chi consegna il foglio in bianco ("non svolge affatto il compito") oppure "ne esegue una minima parte, senza alcuna evidenza di conoscenze" ha lo stesso voto. Io però ritengo che la segnalazione di una consegna del foglio in bianco vada fatta diciamo "diversamente", e il docente deve anche mettersi al "riparo" da eventuali contestazioni, per questo secondo me nonostante si abbia lo stesso voto la consegna del foglio in bianco bisogna "segnalarla" a differenza di un compito svolto ma valutato 1 perché eseguita in minima parte. Ciò potrebbe influire anche in una valutazione complessiva, laddove appunto non si va a fare solo la media aritmetica dei voti, per questo nel caso specifico un giudizio motivato, che pone la differenza tra voto 1 consegna in bianco e voto 1 compito svolto in minima parte, potrebbe dare un senso più "obiettivo" per gli stessi allievi.

Sull'orale mi trovi pienamente d'accordo, in un post infatti ho scritto che non si dovrebbe mai dare un voto ad una "non interrogazione".
Tornare in alto Andare in basso
ML



Messaggi : 531
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Ott 30, 2010 3:12 pm

A proposito di questo, ieri ho avuto riprova del problema,alle medie, della scala di voti 4-10. Una bimba che ha preso 4 e 1/2 (compito zeppo di gravi errori) mi ha detto "perchè la mia compagna che ha fatto solo due esercizi su nove, quindi molto peggio di me, ha preso 4+?
Non aveva tutti i torti, le ho risposto che è perchè meno di 4 non possiamo dare e mi è parsa convinta anche se perplessa.
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Ott 30, 2010 3:26 pm

già, non è giusto dare 4 a chi fa in bianco e a chi ci prova e arriva al 4
x me chi fa in bianco sarebbe da ZERO, oltre al fatto ke la gamma dei voti dovrebbe essere utilizzata tutta, anke in pagella
Tornare in alto Andare in basso
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 6573
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Ott 30, 2010 3:47 pm

ML ha scritto:
A proposito di questo, ieri ho avuto riprova del problema,alle medie, della scala di voti 4-10. Una bimba che ha preso 4 e 1/2 (compito zeppo di gravi errori) mi ha detto "perchè la mia compagna che ha fatto solo due esercizi su nove, quindi molto peggio di me, ha preso 4+?
Non aveva tutti i torti, le ho risposto che è perchè meno di 4 non possiamo dare e mi è parsa convinta anche se perplessa.

Non so di che verifica si trattasse, in ogni caso per ogni verifica è bene che gli allievi abbiano chiara la valutazione in base agli errori che commettono, così sanno benissimo a cosa vanno incontro
Tornare in alto Andare in basso
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 6573
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Ott 30, 2010 3:48 pm

forza ha scritto:
già, non è giusto dare 4 a chi fa in bianco e a chi ci prova e arriva al 4
x me chi fa in bianco sarebbe da ZERO, oltre al fatto ke la gamma dei voti dovrebbe essere utilizzata tutta, anke in pagella

Non è il voto che dai, ma il messaggio che passa. Cioè dare due pesi differenti a quei due 4 alla valutazione complessiva di un allievo.
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16463
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Ott 30, 2010 4:43 pm

Paolo1974 ha scritto:

Ciò vuol dire che chi consegna il foglio in bianco ("non svolge affatto il compito") oppure "ne esegue una minima parte, senza alcuna evidenza di conoscenze" ha lo stesso voto.
Aggiungo solo una precisazione, perché sia più chiaro che cosa abbiamo voluto segnalare con quel descrittore.
Siccome si parla di traduzioni o di prove strutturate o semistrutturate, può capitare che l'alunno scriva poche parole (del tutto sbagliate) della presunta versione oppure, su dieci esercizi proposti, ne esegua solo uno (del tutto sbagliato), cioè "senza alcuna evidenza di conoscenze". Abbiamo ritenuto che in questo caso non ci sia differenza tra chi scrive qualcosa, sperando nella buona sorte, e chi, forse rendendosi conto di non avere la minima speranza, preferisce lasciare il foglio bianco.
Coerentemente, abbiamo al voto 2 un descrittore che ipotizza, in presenza dello svolgimento di una parte minima del compito, almeno qualche traccia di conoscenze
Esegue una minima parte del compito, con errori molto gravi e numerosi relativi a tutti gli ambiti oggetto della verifica
Naturalmente, insieme al voto, sul compito ci dev'essere sempre un giudizio che dia conto analiticamente degli elementi dai quali è stato desunto.
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16463
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Ott 30, 2010 5:04 pm

giulia boffa ha scritto:

Anche per l'orale io diversifico tra chi non vuole neanche avvicinarsi alla cattedra da quello che si avvicina e che ha l'umiliazione di avere la domanda a cui non sa rispondere
Credo che qui non sia difficile diversificare, e con motivazioni valide: l'alunno che accetta di confrontarsi con l'insegnante, anche se non risponde affatto alla prima domanda, potrà essere guidato ad affrontare l'argomento partendo da conoscenze, seppur minime, già in suo possesso; insomma, a meno che non ci si fermi ad una sola domanda secca, per la quale sarebbe poco ragionevole attribuire un voto, anche l'alunno più impreparato riuscirà ad arrivare ad un 3 :-))
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Ott 30, 2010 6:13 pm

Paolo1974 ha scritto:
forza ha scritto:
già, non è giusto dare 4 a chi fa in bianco e a chi ci prova e arriva al 4
x me chi fa in bianco sarebbe da ZERO, oltre al fatto ke la gamma dei voti dovrebbe essere utilizzata tutta, anke in pagella

Non è il voto che dai, ma il messaggio che passa. Cioè dare due pesi differenti a quei due 4 alla valutazione complessiva di un allievo.
sì ma loro sono piccoli e del messaggio non gli interessa più di tanto se mai lo recepiscono, x loro il numero è l'importante... quando dò le verifiche sono lì ke si fanno i conti, che rifanno il calcolo dei punteggi, che si kiedono quanti errorri hanno fatto e come mai uno con 4 errori ha preo 9 e uno con 4 errori ha preso 8 e via dicendo.... non capiscono il messaggio, x loro nn esiste errore grave e meno grave...
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Ott 30, 2010 6:18 pm

Paolo1974 ha scritto:
ML ha scritto:
A proposito di questo, ieri ho avuto riprova del problema,alle medie, della scala di voti 4-10. Una bimba che ha preso 4 e 1/2 (compito zeppo di gravi errori) mi ha detto "perchè la mia compagna che ha fatto solo due esercizi su nove, quindi molto peggio di me, ha preso 4+?
Non aveva tutti i torti, le ho risposto che è perchè meno di 4 non possiamo dare e mi è parsa convinta anche se perplessa.

Non so di che verifica si trattasse, in ogni caso per ogni verifica è bene che gli allievi abbiano chiara la valutazione in base agli errori che commettono, così sanno benissimo a cosa vanno incontro
con tutto il rispetto, ma a me qs storia della trasparenza ha un po' scocciato, nel senso ke è un modo di supertutelare gli alunni ke sono già superultratutelati (come valuto lo spiego quando ridò le verifiche, anke xkè quando correggo poi c'è sempre qualke fattore ke non avevo calcolato xkè riescono smepre a scrivere le cose più assurde ke nn avrei mai immaginato.... di norma sanno ke non perdono sui verbi e sugli accenti, ke c'è errore e errore; sanno ke l'orale è molto più soggettivo, ke diverso è se faccio leggere un brano nuovo da un brano conosciuto, e ke dipende molto anke dal singolo) e ke qs li porta a fare meno bene; mi spiego: anni fa in un cdc le rappresentanti contestarono alla profe di geografia ke non aveva messo in fianco agli esercizi quanti punti valeva ogni esercizio e così alcuni non avevano fatto l'ultimo esercizio ke era qllo più sostanzioso e si erano beccati l'insufficienza; dalla verifica successiva la profe ha messo i punteggi ben visibili, col risultato ke i ragazzi si facevano solo gli esercizi col punteggio più alto ed erano sicuri di beccarsi la sufficienza, qlli col punteggio basso manco li guardavano; a me sta cosa appare assurda, ilc ompito si fa tutto a priori, senza considerare ke gli esercizi col punteggio basso contribuiscono tra l'altro a migliorare il voto
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Ott 30, 2010 6:25 pm

forza ha scritto:
gli esercizi col punteggio più alto ed erano sicuri di beccarsi la sufficienza, qlli col punteggio basso manco li guardavano; a me sta cosa appare assurda, ilc ompito si fa tutto a priori, senza considerare ke gli esercizi col punteggio basso contribuiscono tra l'altro a migliorare il voto



Ma erano così sicuri di fare bene solo gli esercizi col punteggio alto in modo da arrivare alla sufficienza? Mi pare un'autovalutazione un po' azzardata per ragazzi delle medie, o gli esercizi "pesanti" erano comunque molto banali e di facile ipotesi per il punteggio finale ?
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Ott 30, 2010 6:28 pm

la scuola ha le percentuali, e quando vogliono loro sono molto più rapidi di noi nel farsi il calcolo..... se tre esercizi valgono 40 pti e altri tre ne valgono 20, totale 180, sanno bene ke 120/180 la sufficienza c el'hanno
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16463
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Ott 30, 2010 6:37 pm

forza ha scritto:
.. se tre esercizi valgono 40 pti e altri tre ne valgono 20, totale 180, sanno bene ke 120/180 la sufficienza c el'hanno
Sì, ma per prendere i 40 pt di un esercizio devono farlo alla perfezione, o no?
Se sono in grado di fare perfettamente tre esercizi da 40 pt, che sono, presumo, i più difficili, dovrebbero essere in grado di fare anche quelli da 20; se, nonostante questo, scelgono di arrivare solo alla sufficienza, affari loro!
O il mio ragionamento è viziato da qualche presupposto che non conosco?
Tornare in alto Andare in basso
 
Valutazione
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 17Andare alla pagina : 1, 2, 3 ... 9 ... 17  Seguente
 Argomenti simili
-
» Valutazione e selezione degli ovociti per la fecondazione in vitro
» Valutazione spermiogramma di mio marito
» La valutazione della riserva ovarica
» Valutazione dell'embrione prima del transfer
» Sulla meritocrazia nel pubblico impiego...

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: