Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Valutazione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 11 ... 17  Seguente
AutoreMessaggio
stellina1228



Messaggi : 89
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: Valutazione   Dom Ott 03, 2010 6:45 pm

Promemoria primo messaggio :

Qualcuno sa se la normativa più recente prevede per le verifiche orali e scritte solo voti interi o se è possibile utilizzare anche i mezzi voti? Grazie!!!!
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
marika26



Messaggi : 240
Data d'iscrizione : 22.12.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Gen 02, 2011 3:38 pm

lallaorizzonte ha scritto:
marika26 ha scritto:
Dec ha scritto:
In questo caso ti consiglio di tenerti un po' più bassa con i voti delle verifiche in modo da avere un margine di manovra dopo.
Ma come faccio a tenermi più bassa nelle valutazioni delle verifiche se sono verifiche di grammatica e sulle funzioni linguistiche? In questo tipo di verifiche non c'è margine per l'arbitrarietà, o mi sbaglio?
Il problema è un altro:ho interrogato questo alunno e ha fatto un'interrogazione penosa.
Premetto che io insegno in una scuola media dove il voto minimo è 4. Alla fine gli ho fatto un discorso molto chiaro, di fronte a tutta la classe, dicendo che la sua interrogazione valeva 4 1/2, ma che gli avrei messo 5 1/2 come voto di incoraggiamento.
Ora, però, mi pongo il problema che se la sua verifica (ne devo fare ancora un'altra)andasse da 6- 6 1/5, alla fine dovrei mettergli 6 a fine quadrimestre e non lo merita veramente.
Non avrei dovuto mettere il 5 1/2, mi rendo conto che ho sbagliato, ripeto l'ho fatto per incoraggiarlo,ma non mi va di mettere 6 dovendo valutare l'intero quadrimestre perchè non lo merita affatto.
.
non considero però corretto non mettere il 6 se matematicamente risulta
Grazie Lalla,
ma vorrei capire meglio..la valutazione deve essere, quindi, la risultante di una media matematica?Su questo punto ho ancora dei dubbi...
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47788
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Gen 02, 2011 3:41 pm

Ecco, io a dire il vero non metto nè i più e i meno nè un voto, altrimenti starei sempre a scrivere. Te l'ho suggerito solo perchè ho sentito che alcuni colleghi lo fanno. Poi c'è anche da dire che io sono alle superiori e magari alle medie è diverso. Se metto un voto sul registro, lo dico sempre, per trasparenza, e poi lo scrivo anche sul libretto personale perchè i genitori ne siano a conoscenza; ma non so se sia un vero e proprio obbligo, penso che dipenda anche dai regolamenti interni alle scuole. Non sbagli nulla, stai tranquilla, solo che secondo me te la stai prendendo un po' troppo per questo 6 che per te non è meritato. Ripeto, il mio consiglio è lo stesso di Lalla: per questa volta mettigli 6, tanto il voto del primo quadrimestre non conta molto, nel secondo starai più attenta; e poi imparerai/impareremo ad essere meno buoni e a non incoraggiare troppo quando non se lo meritano.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47788
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Gen 02, 2011 3:53 pm

marika26 ha scritto:
lallaorizzonte ha scritto:
marika26 ha scritto:
Dec ha scritto:
In questo caso ti consiglio di tenerti un po' più bassa con i voti delle verifiche in modo da avere un margine di manovra dopo.
Ma come faccio a tenermi più bassa nelle valutazioni delle verifiche se sono verifiche di grammatica e sulle funzioni linguistiche? In questo tipo di verifiche non c'è margine per l'arbitrarietà, o mi sbaglio?
Il problema è un altro:ho interrogato questo alunno e ha fatto un'interrogazione penosa.
Premetto che io insegno in una scuola media dove il voto minimo è 4. Alla fine gli ho fatto un discorso molto chiaro, di fronte a tutta la classe, dicendo che la sua interrogazione valeva 4 1/2, ma che gli avrei messo 5 1/2 come voto di incoraggiamento.
Ora, però, mi pongo il problema che se la sua verifica (ne devo fare ancora un'altra)andasse da 6- 6 1/5, alla fine dovrei mettergli 6 a fine quadrimestre e non lo merita veramente.
Non avrei dovuto mettere il 5 1/2, mi rendo conto che ho sbagliato, ripeto l'ho fatto per incoraggiarlo,ma non mi va di mettere 6 dovendo valutare l'intero quadrimestre perchè non lo merita affatto.
.
non considero però corretto non mettere il 6 se matematicamente risulta
Grazie Lalla,
ma vorrei capire meglio..la valutazione deve essere, quindi, la risultante di una media matematica?Su questo punto ho ancora dei dubbi...
Non necessariamente, ma loro la fanno così, a fine quadrimestre sono sempre con la calcolatrice in mano e facendo come loro sembri più giusta ed eviti discussioni e polemiche. Paolo non sarà d'accordo con me, ma io credo che sia preferibile aggiustare il voto di un'interrogazione piuttosto che la media finale: mi spiego meglio; se sai che un ragazzo è bravo e lo vuoi premiare, puoi dargli mezzo voto in più e difficilmente ti verranno a contestare se lo fai con un po' di astuzia; se sai che un altro è un lazzarone ti tieni un po' più bassa. I criteri non devono essere esplicitati totalmente e poi volendo puoi sempre calibrare la difficoltà delle domande. Non dico che si debba essere disonesti, ma penso da un lato che l'onestà di un insegnante non si misuri con la calcolatrice (tanto lo sanno anche loro chi è che si impegna veramente e chi fa il furbo) e dall'altro che, se si può, sia meglio evitare recriminazioni e discussioni con ragazzi e genitori, che poi rendono difficile lavorare in un clima sereno. In fondo sono solo numeri e un 6 o un 7 non ha mai cambiato la vita a nessuno, ma bisogna sempre ricordare che per loro sono importanti (come lo erano per noi ai nostri tempi), perciò si deve cercare sia di essere giusti sia di apparire tali (e non sempre le due cose coincidono).
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Gen 02, 2011 4:15 pm

marika26 ha scritto:
lallaorizzonte ha scritto:
marika26 ha scritto:
Dec ha scritto:
In questo caso ti consiglio di tenerti un po' più bassa con i voti delle verifiche in modo da avere un margine di manovra dopo.
Ma come faccio a tenermi più bassa nelle valutazioni delle verifiche se sono verifiche di grammatica e sulle funzioni linguistiche? In questo tipo di verifiche non c'è margine per l'arbitrarietà, o mi sbaglio?
Il problema è un altro:ho interrogato questo alunno e ha fatto un'interrogazione penosa.
Premetto che io insegno in una scuola media dove il voto minimo è 4. Alla fine gli ho fatto un discorso molto chiaro, di fronte a tutta la classe, dicendo che la sua interrogazione valeva 4 1/2, ma che gli avrei messo 5 1/2 come voto di incoraggiamento.
Ora, però, mi pongo il problema che se la sua verifica (ne devo fare ancora un'altra)andasse da 6- 6 1/5, alla fine dovrei mettergli 6 a fine quadrimestre e non lo merita veramente.
Non avrei dovuto mettere il 5 1/2, mi rendo conto che ho sbagliato, ripeto l'ho fatto per incoraggiarlo,ma non mi va di mettere 6 dovendo valutare l'intero quadrimestre perchè non lo merita affatto.
.
non considero però corretto non mettere il 6 se matematicamente risulta
Grazie Lalla,
ma vorrei capire meglio..la valutazione deve essere, quindi, la risultante di una media matematica?Su questo punto ho ancora dei dubbi...

sì e no, come spiegato da dec. non dare 6 a un alunno che se lo aspetta perchè calcolatrice alla mano la media quella è, può dare adito a recriminazioni (nel II quadrimestre a veri e propri ricorsi), proprio perchè come ti spiegavo il numero non porta con sè la considerazione teorica (non c'è scritto la media fa 6, ma è la risultante di un voto di incoraggiamento, di una verifica fortunata, di domande troppo facili), c'è scritto solo 6, il resto fa parte del modo in cui tu sai gestire il lavoro.

non dare 6 ad un alunno la cui media è tale significa inoltre compromettere la validità del tuo lavoro, ossia quali saranno i parametri che percepiranno gli alunni? cosa bisognerà fare per avere 6? come possono essere sicuri che hai dato un voto inferiore a 6 per motivi didattici (che non risultano) e non personali?
Tornare in alto Andare in basso
marika26



Messaggi : 240
Data d'iscrizione : 22.12.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Gen 02, 2011 6:46 pm

Grazie, siete state chiarissime!
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47788
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Gen 02, 2011 10:31 pm

Chiarissimi.
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Gen 15, 2011 2:00 pm

scusate, ma i giudizi non erano stati aboliti? o era a discrezione della scuola mantenerli?
xkè vengo da csuole dove non si usano più e oggi mi hanno detto ke ai prescrutini bisogna formulare il giudizio, ke "noi" abbiamo mantenuto
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Gen 15, 2011 2:20 pm

forza ha scritto:
scusate, ma i giudizi non erano stati aboliti? o era a discrezione della scuola mantenerli?
xkè vengo da csuole dove non si usano più e oggi mi hanno detto ke ai prescrutini bisogna formulare il giudizio, ke "noi" abbiamo mantenuto
E' il giudizio globale. Mantenerlo è a discrezione del collegio docenti, ma non obbligatorio. Noi l'anno scorso lo avevamo fatto. Quest'anno invece abbiamo votato per toglierlo tranne che per casi particolari ove è necessario dare ulteriori spiegazioni (tipo alunni da, dsa, stranieri, casi problematici vari).
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Gen 15, 2011 2:44 pm

sì sì, parlavo del giudizio globale.... mi indichi x favore il passo della normativa dove dice ke è a discrezione delle scuole? xkè quando è entrata in vigore qs cosa sono sicura ke non abbiamo votato ma ke è stato tolto d'ufficio
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Lun Gen 17, 2011 5:11 pm

quindi l'anno scorso avete dato e il giudizio e il voto di comportamento???
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Lun Gen 17, 2011 8:59 pm

forza ha scritto:
quindi l'anno scorso avete dato e il giudizio e il voto di comportamento???
Sì. Un voto per ogni materia + un voto di comportamento + un giudizio globale sul rendimento e sul comportamento espresso a parole. Ma solo a fine anno. A fine primo quadrimestre il giudizio a parole non l'abbiamo messo.
Non ho il riferimento normativo. Se lo trovo te lo invio.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 6573
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Lun Gen 17, 2011 9:17 pm


Dalla mia guida dello scorso anno:

Premessa
• La valutazione in sede di scrutinio finale spetta al consiglio di classe presieduto dal dirigente scolastico o da un suo delegato, con deliberazione assunta, ove necessario, a maggioranza. (Legge n. 169/2008, art. 3; D.P.R. n. 122/2009, art. 2/1);

• La valutazione degli apprendimenti e del comportamento in sede di scrutino finale è espressa con voto numerico in decimi. I voti numerici sono riportati anche in lettere nei documenti di valutazione degli allievi. Il voto numerico del comportamento deve essere anche illustrato con specifica nota. (Legge n. 169/2008, artt. 2 e 3; D.P.R. n. 122/2009, art. 2, commi 2 e 8);

• Per l’ammissione alla classe successiva gli allievi devono conseguire la sufficienza in ciascuna disciplina e nel comportamento. (Legge n. 169/2008, artt. 2 e 3).


Poi ho specificato.

È infatti compito del collegio dei docenti, nel rispetto della normativa vigente, stabilire criteri e modalità di valutazione, e nella fattispecie deliberare per tutte le discipline e per il comportamento i criteri per l’attribuzione dei voti in decimi a cui il consiglio di classe dovrà attenersi e fare riferimento in sede di valutazione. (D.P.R. n. 275/1999 art. 4/4; O.M. n. 90/2001).

Dal punto di vista formale non è più obbligatoria la compilazione di un giudizio analitico per ogni singolo allievo (il giudizio complessivo che si riportava nel documento di valutazione), ciò non toglie che il collegio dei docenti a cui spetta stabilire i criteri e le modalità di valutazione non possa deliberarne l’utilizzo e quindi prevedere la stesura di un giudizio complessivo da inserire nel documento di valutazione.


Aggiungo:

Il giudizio analitico è rimasto obbligatorio nella scuola primaria, infatti a differenza della scuola secondaria la norma prescrive ed evidenzia la differenza:

Legge 169/2008

Art. 3.
Valutazione sul rendimento scolastico degli studenti
1. Dall' anno scolastico 2008/2009, nella scuola primaria la valutazione periodica ed annuale degli apprendimenti degli alunni e la certificazione delle competenze da essi acquisite sono effettuati mediante l'attribuzione di voti espressi in decimi e illustrate con giudizio analitico sul livello globale di maturazione raggiunto dall'alunno.

Ciò non è previsto per la secondaria
Tornare in alto Andare in basso
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 6573
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Lun Gen 17, 2011 9:21 pm

Valerie ha scritto:
forza ha scritto:
quindi l'anno scorso avete dato e il giudizio e il voto di comportamento???
Sì. Un voto per ogni materia + un voto di comportamento + un giudizio globale sul rendimento e sul comportamento espresso a parole. Ma solo a fine anno. A fine primo quadrimestre il giudizio a parole non l'abbiamo messo.
Non ho il riferimento normativo. Se lo trovo te lo invio.

Ricordiamo anche il "giudizio di idoneità" espresso in decimi e che deve comparire sul documento di valutazione.

Almeno considerando le disposizioni dello scorso anno.

Quindi:

1. voti in decimi per ogni materia

2. voto in decimi per il comportamento + nota

3. voto in decimi per il "giudizio di idoneità"
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Gio Gen 20, 2011 9:07 pm

x che cosa serve l'unanimità? un mio collega oggi ha dteto ke serve x il voto di comportamento, ma nessuno si ricordava qs cosa.... ank'io ricorso ke servive x qcs, ma non ricordo cosa
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Gio Gen 20, 2011 9:35 pm

forza ha scritto:
x che cosa serve l'unanimità? un mio collega oggi ha dteto ke serve x il voto di comportamento, ma nessuno si ricordava qs cosa.... ank'io ricorso ke servive x qcs, ma non ricordo cosa
Non è per la lode?
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Lun Gen 24, 2011 8:49 pm

Paolo, mi puoi linkare la normativa con i riferimengti esatti di dove c'è scritto ke il globale è a discrezione del cd? i miei colleghi stanno facendo la rivoluzione x abolirlo, ma il ds dice ke c'era la scelta se mantenerlo o meno, ke evidentem deve essere passata in cd
Tornare in alto Andare in basso
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 6573
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Lun Gen 24, 2011 9:04 pm

forza ha scritto:
Paolo, mi puoi linkare la normativa con i riferimengti esatti di dove c'è scritto ke il globale è a discrezione del cd? i miei colleghi stanno facendo la rivoluzione x abolirlo, ma il ds dice ke c'era la scelta se mantenerlo o meno, ke evidentem deve essere passata in cd

Non può esserci una norma che dica che il globale è a discrezione del cd.

Le norme che ti ho linkato sopra non obbligano l'utilizzo del globale per la scuola di I grado, quindi di "partenza" non c'è l'obbligo, come invece è per la scuola primaria.

Ma siccome nell’art. 7 del D.Lgs. n. 297/1994 http://www.edscuola.it/archivio/norme/decreti/tu02.html è indicato che il Collegio ha "potere deliberante in materia di funzionamento didattico", e quindi si occupa di tutto ciò che comporta la didattica tra cui anche le decisioni in ambito valutativo, la decisione può essere deliberata dal collegio. Ma è ovvio che non si puà specificare "giudizio globale".

Quindi al collegio è attribuita la funzione decisionale sull'eventualità di utilizzare il globale che "giustifichi" il voto in decimi, quest'ultimo invece obbligatorio per ogni disciplina. Cioè può "aggiungere" qualcosa che non è previsto ma che è conforme alla norma; non potrebbe invece deliberare per la scuola primaria il non utilizzo del globale, chè è indicato obbligatoriamente dalla norma.
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Lun Gen 24, 2011 9:43 pm

uffina, non ci capisco più nulla.... qs cosa dell'abolizione del globale quando è entrata in vigore? con la valutazione in decimi? cos'era una circolare, un decreto?

allora chi ha deciso di mantenerlo, il ds?
Tornare in alto Andare in basso
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 6573
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Lun Gen 24, 2011 10:08 pm

forza ha scritto:
uffina, non ci capisco più nulla.... qs cosa dell'abolizione del globale quando è entrata in vigore? con la valutazione in decimi? cos'era una circolare, un decreto?

allora chi ha deciso di mantenerlo, il ds?


Questa la sequenza legislativa:

Partiamo dal Decreto Legislativo 16 aprile 1994, n. 297

Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di istruzione

Art. 177 - Valutazione e scheda personale dell'alunno

1. Il consiglio di classe con la sola presenza dei docenti, è tenuto a compilare e a tenere aggiornata una scheda personale dell'alunno, contenente le notizie sul medesimo e sulla sua partecipazione alla vita della scuola, nonché le osservazioni sistematiche sul suo processo di apprendimento e sul livello di maturazione raggiunto sia globalmente sia nelle singole discipline.

2. Al termine di ciascun trimestre o quadrimestre dagli elementi registrati sulla scheda il consiglio di classe desume motivati giudizi analitici per ciascuna disciplina e una valutazione adeguatamente informativa sul livello globale di maturazione.

3. Per la valutazione degli alunni handicappati si applica il disposto dell'articolo 318.

4. I docenti della classe illustrano ai genitori dell'alunno o a chi ne fa le veci i giudizi analitici e la valutazione sul livello globale di maturazione raggiunto dall'alunno, unitamente alle iniziative eventualmente programmate in favore dell'alunno medesimo ai sensi dell'articolo 167.

5. Il consiglio di classe, in sede di valutazione finale, delibera se ammettere o non ammettere alla classe successiva gli alunni della prima e della seconda classe e all'esame di licenza gli alunni della terza classe, formulando un giudizio di idoneità o, in caso negativo, un giudizio di non ammissione alla classe successiva o all'esame di licenza.

6. Il giudizio finale tiene conto dei giudizi analitici per disciplina e delle valutazioni espresse nel corso dell'anno sul livello globale di maturazione, con riguardo anche alle capacità e alle attitudini dimostrate.

7. La valutazione dell'alunno e il giudizio finale sono documentati con apposito attestato.

8. Il Ministro della pubblica istruzione, sentito il Consiglio nazionale della pubblica istruzione, approva con proprio decreto i modelli della scheda personale e degli attestati e di ogni altra documentazione ritenuta necessaria.

9. Il libretto scolastico è abolito. Nulla è innovato per quanto riguarda il libretto scolastico e sanitario per i figli dei lavoratori emigranti scolarizzati all'estero adottato a seguito della risoluzione n. 76/12 del 10 marzo 1976 del Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa. (articolo abrogato dall'art. 19 del D. L.vo 19-2-2004, n. 59)


Poi (OCCHIO AI COMMI ABROGATI: VEDI ART 177)

DECRETO-LEGGE 1 settembre 2008, n. 137

Disposizioni urgenti in materia di istruzione e università
(G.U. n. 204 del 1-9-2008 )

Art. 3.

Valutazione del rendimento scolastico degli studenti

1. Dall’anno scolastico 2008/2009, nella scuola primaria la valutazione periodica ed annuale degli apprendimenti degli alunni e la certificazione delle competenze da essi acquisite è espressa in decimi ed illustrata con giudizio analitico sul livello globale di maturazione raggiunto dall’alunno.

2. Dall’anno scolastico 2008/2009, nella scuola secondaria di primo grado la valutazione periodica ed annuale degli apprendimenti degli alunni e la certificazione delle competenze da essi acquisite è espressa in decimi.

3. Sono ammessi alla classe successiva, ovvero all’esame di Stato a conclusione del ciclo, gli studenti che hanno ottenuto un voto non inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline.

4. L’articolo 13, comma 3, del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226, è abrogato e all’articolo 177 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, sono apportate le seguenti modificazioni:

i commi 2, 5, 6 e 7, sono abrogati;

al comma 3, dopo le parole: «Per la valutazione» sono inserite le seguenti: «, espressa in decimi,»;

al comma 4, le parole: «giudizi analitici e la valutazione sul» sono sostituite dalle seguenti: «voti conseguiti e il»;

l’applicazione dei commi 1 e 8 dello stesso articolo 177 resta sospesa fino alla data di entrata in vigore del regolamento di cui al comma 5;

è altresì abrogata ogni altra disposizione incompatibile con la valutazione del rendimento scolastico mediante l’attribuzione di voto numerico espresso in decimi.

5. Con regolamento emanato ai sensi dell’articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, su proposta del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, si provvede al coordinamento delle norme vigenti per la valutazione degli studenti e sono stabilite eventuali ulteriori modalità applicative del presente articolo.


DEFINITIVO: Legge 30 ottobre 2008, n. 169

Art. 3.
Valutazione del rendimento scolastico degli studenti

1. Dall’anno scolastico 2008/2009, nella scuola primaria la valutazione periodica ed annuale degli apprendimenti degli alunni e la certificazione delle competenze da essi acquisite sono effettuate mediante l’attribuzione di voti numerici espressi in decimi e illustrate con giudizio analitico sul livello globale di maturazione raggiunto dall’alunno.

1-bis. Nella scuola primaria i docenti, con decisione assunta all’unanimità, possono non ammettere l’alunno alla classe successiva solo in casi eccezionali e comprovati da specifica motivazione.

2. Dall’anno scolastico 2008/2009, nella scuola secondaria di primo grado la valutazione periodica ed annuale degli apprendimenti degli alunni e la certificazione delle competenze da essi acquisite nonché la valutazione dell’esame finale del ciclo sono effettuate mediante l’attribuzione di voti numerici espressi in decimi.

3. Nella scuola secondaria di primo grado sono ammessi alla classe successiva, ovvero all’esame di Stato a conclusione del ciclo, gli studenti che hanno ottenuto, con decisione assunta a maggioranza dal consiglio di classe, un voto non inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline.

3-bis. Il comma 4 dell’articolo 185 del testo unico di cui al decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, è sostituito dal seguente:

4. L’esito dell’esame conclusivo del primo ciclo è espresso con valutazione complessiva in decimi e illustrato con una certificazione analitica dei traguardi di competenza e del livello globale di maturazione raggiunti dall’alunno; conseguono il diploma gli studenti che ottengono una valutazione non inferiore a sei decimi.

4. Il comma 3 dell’articolo 13 del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226, è abrogato.

5. Con regolamento emanato ai sensi dell’articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, su proposta del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, si provvede al coordinamento delle norme vigenti per la valutazione degli studenti, tenendo conto anche dei disturbi specifici di apprendimento e della disabilità degli alunni, e sono stabilite eventuali ulteriori modalità applicative del presente articolo.


iL DPR 122/09 SI LIMITA A DIRE:

art 2/6

6. L’ammissione o la non ammissione alla classe successiva, in sede di scrutinio conclusivo
dell’anno scolastico, presieduto dal dirigente scolastico o da un suo delegato, è deliberata secondo
le disposizioni di cui agli articoli 2 e 3 del decreto legge.

Cioè la Legge 30 ottobre 2008, n. 169


Io non leggo più da nessuna parte che per la scuola di I grado è obbligatorio il giudizio analitico alla fine dell'anno
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Lun Gen 24, 2011 10:36 pm

grazie, era proprio la sequenza ke mi interessava

in effetti da anni non li vedo più, ma nella scuola di qs anno ci sono ancora ed i colleghi protestano mentre il ds dice ke ci vogliono, ke è meglio avere anke delle parole oltre ai numeri....
Tornare in alto Andare in basso
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 6573
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Lun Gen 24, 2011 10:51 pm

forza ha scritto:
grazie, era proprio la sequenza ke mi interessava

in effetti da anni non li vedo più, ma nella scuola di qs anno ci sono ancora ed i colleghi protestano mentre il ds dice ke ci vogliono, ke è meglio avere anke delle parole oltre ai numeri....

Il ds può pensarlo, dirlo e proporlo, come può farlo ogni docente di I grado.

Ma non è obbligatorio. Quindi solo il collegio può deliberare in tal senso, e ovviamente ci vuole qualcuno o una commissione che si deve applicare in tal senso.
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Mar Gen 25, 2011 9:25 pm

immagino ke se ci sonoa ncora saranno pur stati approvati in collegio, quel ke ne dicano i colleghi, non credo ke il ds li abbia imposti dall'alto
Tornare in alto Andare in basso
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 6573
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Mar Gen 25, 2011 9:28 pm

forza ha scritto:
immagino ke se ci sonoa ncora saranno pur stati approvati in collegio, quel ke ne dicano i colleghi, non credo ke il ds li abbia imposti dall'alto

Lo credo anch'io. Provate a chiederlo al ds, oppure chiedetelo ai colleghi che c'erano lo scorso anno. E' vero che durante i collegi sono molto di moda sudoku e settimana enigmistica, ma cose del genere si dovrebbero ricordare. Anche perché qualcuno si è dovuto prendere la briga di stilare una sorta di descrittori.
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Mar Gen 25, 2011 9:34 pm

i descrittori sono qlli vecchi di quando c'era il globale, qlli non sono cambiati, sono le solite voci, alcune da eliminare!!! è il solito programma, che gira in tutte le scuole o quasi.... il problema x qualke collega è ke fare i globali è una perdita di ore, voglia di lavorare saltami addosso!!!!
Tornare in alto Andare in basso
precary80



Messaggi : 2011
Data d'iscrizione : 26.08.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Mer Feb 16, 2011 11:29 am

Mi collego al post per una domanda.
Nel secondo quadrimestre volevo sperimentare un modo un po diverso di fare l'orale: invece che tre domande tutte nello stesso giorno e voto sul libretto/registro volevo farne una a settimana, scrivermi l'argomento/il voto parziale e, arrivato alla terza domanda, fare una media dei voti delle tre domande e scrivere il voto finale dell'orale sul libretto/registro.

Così facendo vorrei verificare se:
- lo studio diventa più regolare (invece che studiare tutto il giorno prima);
- più attenzione in classe (c'è tempo di fare una domanda a 6 persone invece che tre a due persone);

Dal punto di vista 'formale' ritenete sia un sistema "regolare"?

grazie!
Ale
Tornare in alto Andare in basso
 
Valutazione
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 5 di 17Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 11 ... 17  Seguente
 Argomenti simili
-
» Valutazione e selezione degli ovociti per la fecondazione in vitro
» Valutazione spermiogramma di mio marito
» La valutazione della riserva ovarica
» Valutazione dell'embrione prima del transfer
» Sulla meritocrazia nel pubblico impiego...

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: