Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
» Bonus 500 euro
Oggi a 12:55 am Da avidodinformazioni

» "Le bambine si tappino le orecchie !"
Oggi a 12:53 am Da rita

» Obbligo recupero ore
Oggi a 12:23 am Da iaiataf

» Equiparazione dottorato di ricerca e abilitazione
Ieri a 11:57 pm Da Ciope1981

» Congedo pare tale e malattia
Ieri a 11:55 pm Da Giorgia11

» detrazioni figli a carico
Ieri a 11:33 pm Da CUBA71

» Gestione della rabbia
Ieri a 11:21 pm Da Masaniello

» Urgente congedo
Ieri a 11:07 pm Da Mlc

» Gestione della rabbia
Ieri a 11:02 pm Da alice74

Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Valutazione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1 ... 9 ... 15, 16, 17  Seguente
AutoreMessaggio
stellina1228



Messaggi : 89
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: Valutazione   Dom Ott 03, 2010 6:45 pm

Promemoria primo messaggio :

Qualcuno sa se la normativa più recente prevede per le verifiche orali e scritte solo voti interi o se è possibile utilizzare anche i mezzi voti? Grazie!!!!
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
mac67



Messaggi : 4691
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Mag 09, 2015 10:57 pm

giudel ha scritto:
Buonasera a tutti, di solito concedete una giustifica a quadrimestre per le interrogazioni orali, firmata dal genitore dell'alunno, il quale va presentata dall'alunno prima dell'interrogazione? Come vi regolate?

Io sì, non metto un numero limite, ma faccio presente che se me ne arrivano diverse chiamo i genitori per chiedere che succede. Lo uso da 3-4 anni, ne ricevo non più di 10 per classe in 1 anno, quindi finora funziona.
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3220
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Mag 10, 2015 11:21 am

Valerie ha scritto:
Niente giustifiche, devono imparare a organizzarsi e ad affrontare le conseguenze dei propri errori.

se ti mostrano la giustificazione scritta e firmata dal genitori in cui si dice il motivo per cui non hanno fatto i compiti non l'accetti?
Tornare in alto Andare in basso
disorientata71



Messaggi : 253
Data d'iscrizione : 14.01.14

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Mer Mag 13, 2015 8:33 am

Buongiorno, vorrei chiedervi alcuni pareri su un argomento da sempre spinoso che nella mia scuola (istituto tecnico) in particolare negli ultimi anni ci sta dividendo,
So che è un argomento molto complesso e so che non può essere esaurito in un topic, ovviamente; quello che chiederei è un confronto sereno tra colleghi, nella speranza che qualcuno mi porti esperienze concrete che possano essere per me consigli incoraggianti.
Nella mia scuola si sta consumando un dibattito un po' aspro sulla valutazione, e in particolare sulla valutazione delle materie letterarie. Come credo tutti abbiate ben chiaro, le competenze nella produzione della lingua scritta, così come nella comprensione sono in discesa libera: il patrimonio lessicale dei ragazzi di 14 anni è imbarazzante, la conoscenza delle norme ortografiche è molto lacunosa, e non sto a dilungarmi oltre... Il risultato è che obiettivamente le prestazioni degli alunni lasciano a desiderare: si leggono temi disorganizzati e confusi oltre che scorretti, e si ascoltano interrogazioni spesso incomprensibili. Si organizzano dunque moduli di recupero ortografico o sintattico, per una riflessione sul metodo di studio, si rallenta l'attività, ma i risultati non sono esaltanti. Eppure questi alunni (non tutti ovviamente) riescono in un modo o nell'altro ad andare avanti. Il livello si è così naturalmente abbassato che quelli che risultano essere dei 6, se osservati con i parametri con cui siamo sempre stati valutati noi, sarebbero almeno dei 5, se non dei 4.
Anzitutto perchè in un qualche modo si "accetta" con rassegnazione un livello sempre più basso delle prestazioni, causato anche dal fatto che molto automatismi (vedi il rispetto di norme ortografiche di base) non vengono più acquisiti; secondariamente perchè, sempre più inclini a somministrare verifiche oggettive (per la comprensione del testo ad esempio), comprendiamo nella media finale anche risultati certamente più positivi di quelli raggiunti nelle verifiche di produzione vera e propria. Il risultato spesso è una media che si attesta sulla sufficienza scarsa e che va a mitigare il disastro nella competenza della produzione, orale e scritta.

Quello che chiedevo a voi è la vostra impressione su quello che succede a scuola da voi su questo problema; se da voi c'è lo stesso problema, se somministrate per italiano verifiche strutturate o no, se avete il problema della non corrispondenza tra valutazioni e prestazioni; se nelle vostre scuole c'è questo dibattito...

Mi scuso per la lunghezza...
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47778
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Mag 16, 2015 8:00 pm

Il problema c'è. Io vedo differenze enormi tra uno studente e l'altro e non posso non pensare che dipenda dalla scuole elementari e medie che hanno frequentato e dagli insegnanti che hanno avuto. Per questo tendo ad essere indulgente. Del resto penso che, anche se dessi loro la sospensione del giudizio o perfino contribuissi alla bocciatura, l'anno successivo sarebbe lo stesso. Penso che certi automatismi o si acquisiscono da piccoli o migliorino con molta difficoltà e che a poco servano i moduli di recupero di cui parli (anche se non dico che non vadano fatti); normalmente finché si fanno esercizi la regola la conoscono, ma poi quando devono scrivere loro la dimenticano, probabilmente perché sono concentrati sul contenuto e non lo considerano un aspetto importante. Del resto è anche vero che non c'è solo l'ortografia: imparare doppie, accenti e apostrofi per poi non essere in grado di strutturare una frase o sbagliare i tempi verbali mi sembra abbastanza assurdo. In fondo con un buon vocabolario l'ortografia si sistema; la sintassi no.
Personalmente non somministro verifiche strutturate, se non per grammatica.
Tornare in alto Andare in basso
Online
ghirettina



Messaggi : 602
Data d'iscrizione : 21.03.15

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Mag 16, 2015 8:09 pm

Dec ha scritto:
Il problema c'è. Io vedo differenze enormi tra uno studente e l'altro e non posso non pensare che dipenda dalla scuole elementari e medie che hanno frequentato e dagli insegnanti che hanno avuto. Per questo tendo ad essere indulgente. Del resto penso che, anche se dessi loro la sospensione del giudizio o perfino contribuissi alla bocciatura, l'anno successivo sarebbe lo stesso. Penso che certi automatismi o si acquisiscono da piccoli o migliorino con molta difficoltà e che a poco servano i moduli di recupero di cui parli (anche se non dico che non vadano fatti); normalmente finché si fanno esercizi la regola la conoscono, ma poi quando devono scrivere loro la dimenticano, probabilmente perché sono concentrati sul contenuto e non lo considerano un aspetto importante. Del resto è anche vero che non c'è solo l'ortografia: imparare doppie, accenti e apostrofi per poi non essere in grado di strutturare una frase o sbagliare i tempi verbali mi sembra abbastanza assurdo. In fondo con un buon vocabolario l'ortografia si sistema; la sintassi no.
Personalmente non somministro verifiche strutturate, se non per grammatica.

Io insegno in una primaria e le stesse differenze le noto anche io pur essendo al momento solo io la docente che hanno avuto in una determinata materia. Così come se nella consegna il lavoro è quello di applicare una regola, anche i meno brillanti portano risultati decenti, tuttavia se viceversa la consegna è quella di reperire quale regola applicare in quel contesto qui la forbice delle performance si divarica di molto. Probabilmente la mia didattica deve ancora affinarsi per i bambini meno pronti, tuttavia forse va anche ammesso che alcune differenze di dotazione naturale sono quelle che sono e che da ogni motore si può trarre il massimo senza forzarlo ad essere altro, non posso con una punto competere con una diablo.
Tornare in alto Andare in basso
disorientata71



Messaggi : 253
Data d'iscrizione : 14.01.14

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Mag 16, 2015 8:15 pm

Dec mi fa molto piacere che la pensiamo ESATTAMENTE allo stesso modo.
Non so in quale scuola tu insegni, ma sarei curiosa di sapere, se ti va, se con i tuoi colleghi di monodisciplinare condividi più o meno la stessa posizione o se siete divisi anche tra colleghi di lettere, e se da parte dei colleghi delle altre discipline c'è un atteggiamento di critica misto a rimprovero per le scarse competenze "comunicative" degli alunni.

Solo su una cosa vedo che operiamo in modo diverso: le verifiche strutturate, che io somministro per grammatica, per la comprensione di certi testi (non tutti e non sempre) e storia. Molti sostengono che sondare le competenze di storia, per esempio, attraverso verifiche non strutturate, rischi di alterare e falsare i risultati, a causa del problema dello "sforzo" di verbalizzazione delle conoscenze, diciamo così.... Ma anche su questo sono un po' perplessa, perchè io credo anche che il mio compito sia valutare la pura conoscenza ma anche la capacità di comunicazione di tale conoscenza....

Spero che questo confronto continui perchè già la tua risposta mi ha rincuorata... mi sento sempre più impotente su questo versante e sto andando un po' in crisi
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47778
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Mag 16, 2015 8:24 pm

Insegno in vari licei (ogni anno uno diverso, più o meno, perché sono precario). In sostanza ci lamentiamo tutti (di lettere o di altre materie, alcuni dei quali peraltro hanno problemi simili a quelli degli studenti, quindi si lamentano meno:-), ma nessuno ha trovato una soluzione.
Le verifiche di storia le faccio rigorosamente a risposta aperta, sia per rendere più difficili le copiature sia perché devono sforzarsi di spiegare i concetti e gli avvenimenti con parole e non crocette; del resto, se avessi tempo di interrogarli tutti due o più volte, farei loro delle domande a cui dovrebbero rispondere con parole appropriate. Nelle verifiche di storia correggo, ma non valuto gli errori di ortografia e morfosintassi (almeno i più vistosi), nell'illusione che serva a loro per imparare; se il livello di confusione è tale che non si capisce cosa vogliono dire, vengono ovviamente penalizzati, perciò conviene sempre cercare di rispondere in modo chiaro e corretto, se ne sono capaci.
Non ti demoralizzare più di tanto; si fa quello che si può.
Tornare in alto Andare in basso
Online
disorientata71



Messaggi : 253
Data d'iscrizione : 14.01.14

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Mag 16, 2015 8:43 pm

Mi sto demoralizzando perchè non riesco fare capire quello che anche tu scrivi, ai colleghi che non insegnano italiano e che non si capacitano che "sforniamo" alunni che non sanno scrivere in modo corretto.  Così nei consigli di classe si sentono pareri, consigli, richieste, suggerimenti e ricette "miracolose" per risolvere la questione.
Ora, certamente posso e devo migliorare: ogni anno imparo qualcosa, osservo, cerco strategie alternative, ma i risultati non sono mai (e non possono esserlo) miracolosi. Credo fermamente che si faccia il possibile ma che si debba inevitabilmente tenere conto del "materiale umano" con cui lavoriamo. Li vedo quando arrivano in prima: hanno tante e tali lacune che è subito chiaro che potranno solo migliorare ma mai arrivare ad una competenza completa.
Quindi mi dispiace molto che in modo troppo semplicistico i colleghi emettano sentenze sul nostro modo di lavorare, e soprattutto di valutare, a loro dire inadeguato e non rispondente alla realtà delle cose. E ci penso, ci penso, ci penso, e mi arrabbio anche un po'...
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47778
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Mag 16, 2015 9:10 pm

Ignorali. Sono certo che anche loro, nelle loro discipline, hanno le stesse difficoltà, devono abbassare gli obiettivi e tener conto del materiale umano con cui lavorano; solo che magari tu non hai la competenza per renderti conto di quanto siano carenti nelle discipline tecniche, mentre loro italiano alle scuole medie e superiori l'hanno studiato e quindi si considerano degli esperti. Se vuoi essere più polemica (ma non te lo consiglio, tanto non serve a niente), in molte scuole si dice che le competenze linguistiche nella lingua madre sono trasversali, perciò anche loro devono correggere gli errori di italiano e, se gli studenti non imparano, la colpa è loro quanto tua.
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 4691
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Mag 16, 2015 9:13 pm

Proposta rivoluzionaria: a partire da settembre, mettere voti insufficienti a chi scrive male. Magari imparano a usare il dizionario per controllare l'ortografia e si sforzano di scrivere in modo semplice, ma corretto.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47778
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Mag 16, 2015 9:23 pm

Oppure ci ritroviamo con il 75% di studenti insufficienti (a me la cosa non spaventerebbe per niente, sia ben chiaro) e a promuovere solo i Dsa, che fanno gli stessi errori, però sono giustificati dalla certificazione. Così la corsa alla certificazione sarebbe garantita per tutti.
Io avrei appoggiato al 100% la tua proposta prima di iniziare ad insegnare (e tu, in un certo senso, devi ancora iniziare ad insegnare italiano, anche se i meccanismi della scuola dovresti conoscerli anche meglio di me); poi mi sono reso conto che non puoi mettere sullo stesso piano chi si impegna ma ha dei limiti evidenti e chi non fa nulla.
Comunque, se mi dicono di dare il debito (scrivo così per brevità, tanto ci capiamo) a tutti quelli che fanno errori di ortografia, io posso anche farlo, ma se poi hanno solo italiano e a settembre sono uguali dobbiamo bocciarli e non promuoverli per voto di consiglio, anche se in matematica hanno 8 e sono in un liceo scientifico. D'accordo?
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 4691
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Mag 16, 2015 9:28 pm

Dec ha scritto:
Oppure ci ritroviamo con il 75% di studenti insufficienti (a me la cosa non spaventerebbe per niente, sia ben chiaro) e a promuovere solo i Dsa, che fanno gli stessi errori, però sono giustificati dalla certificazione. Così la corsa alla certificazione sarebbe garantita per tutti.
Io avrei appoggiato al 100% la tua proposta prima di iniziare ad insegnare (e tu, in un certo senso, devi ancora iniziare ad insegnare italiano, anche se i meccanismi della scuola dovresti conoscerli anche meglio di me); poi mi sono reso conto che non puoi mettere sullo stesso piano chi si impegna ma ha dei limiti evidenti e chi non fa nulla.
Comunque, se mi dicono di dare il debito (scrivo così per brevità, tanto ci capiamo) a tutti quelli che fanno errori di ortografia, io posso anche farlo, ma se poi hanno solo italiano e a settembre sono uguali dobbiamo bocciarli e non promuoverli per voto di consiglio, anche se in matematica hanno 8 e sono in un liceo scientifico. D'accordo?

Io insegno matematica e fisica. Dico spesso ai miei studenti che la matematica è un linguaggio, con la sua ortografia e la sua sintassi. Segno e penalizzo tutti gli errori formali. Quando vedono che insisto, si sforzano di adeguarsi.

Nel mio liceo vedo la seguente situazione, che credo sia abbastanza diffusa: i docenti di tutte le materie si lamentano di quanto male parlano e scrivono gli alunni. Poi a giugno i rimandati in italiano sono 3 su 1000, contro 200 su 1000 in matematica. E' chiaro che così nessuno si sforzerà mai di scrivere e parlare meglio.
Tornare in alto Andare in basso
disorientata71



Messaggi : 253
Data d'iscrizione : 14.01.14

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Sab Mag 16, 2015 9:30 pm

Dec sempre più uguale a me. Non sto a ripetermi perchè hai già detto tutto tu.

Bene, questa piccola conversazione mi ha fatto capire che siamo tutti messi allo stesso modo: stessi problemi e soprattutto stessi discorsi (anche quello relativo al debito).

Grazie. Mi sento meno ufo
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47778
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Mag 17, 2015 12:55 am

mac67 ha scritto:
Dec ha scritto:
Oppure ci ritroviamo con il 75% di studenti insufficienti (a me la cosa non spaventerebbe per niente, sia ben chiaro) e a promuovere solo i Dsa, che fanno gli stessi errori, però sono giustificati dalla certificazione. Così la corsa alla certificazione sarebbe garantita per tutti.
Io avrei appoggiato al 100% la tua proposta prima di iniziare ad insegnare (e tu, in un certo senso, devi ancora iniziare ad insegnare italiano, anche se i meccanismi della scuola dovresti conoscerli anche meglio di me); poi mi sono reso conto che non puoi mettere sullo stesso piano chi si impegna ma ha dei limiti evidenti e chi non fa nulla.
Comunque, se mi dicono di dare il debito (scrivo così per brevità, tanto ci capiamo) a tutti quelli che fanno errori di ortografia, io posso anche farlo, ma se poi hanno solo italiano e a settembre sono uguali dobbiamo bocciarli e non promuoverli per voto di consiglio, anche se in matematica hanno 8 e sono in un liceo scientifico. D'accordo?

Io insegno matematica e fisica. Dico spesso ai miei studenti che la matematica è un linguaggio, con la sua ortografia e la sua sintassi. Segno e penalizzo tutti gli errori formali. Quando vedono che insisto, si sforzano di adeguarsi.

Nel mio liceo vedo la seguente situazione, che credo sia abbastanza diffusa: i docenti di tutte le materie si lamentano di quanto male parlano e scrivono gli alunni. Poi a giugno i rimandati in italiano sono 3 su 1000, contro 200 su 1000 in matematica. E' chiaro che così nessuno si sforzerà mai di scrivere e parlare meglio.

Nelle scuole in cui sono stato io, la percentuale è un po' diversa (3 su 1000 mi sembrano davvero pochi e mi auguro che la tua sia un'iperbole), anche se è vero che in genere sono di più i sospesi in matematica. Ti ripeto che non sarei contrario ad aumentarne il numero, però ho verificato che, più dei docenti di matematica (ma parlo anche delle mie materie, come latino e storia), incontriamo delle resistenze, da parte dei dirigenti e dei colleghi, a dare il debito in italiano ed è vero che, quando l'ho dato, non ho mai visto un alunno migliorare da giugno ad agosto (mentre in storia, per esempio, se si decidono ad aprire il libro, i risultati si vedono subito, e perfino in latino, anche se con maggiore difficoltà, qualche miglioramento riesci a registrarlo). Il risultato? Tutti invariabilmente promossi per voto di consiglio, perché con solo italiano non si può bocciare, mentre con solo matematica (e perfino con solo storia) mi è capitato. E allora che senso ha, se tanto sappiamo tutti, sia noi sia gli studenti, come va a finire?
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 4691
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Mag 17, 2015 8:51 am

Dec ha scritto:

Nelle scuole in cui sono stato io, la percentuale è un po' diversa (3 su 1000 mi sembrano davvero pochi e mi auguro che la tua sia un'iperbole), anche se è vero che in genere sono di più i sospesi in matematica. Ti ripeto che non sarei contrario ad aumentarne il numero, però ho verificato che, più dei docenti di matematica (ma parlo anche delle mie materie, come latino e storia), incontriamo delle resistenze, da parte dei dirigenti e dei colleghi, a dare il debito in italiano ed è vero che, quando l'ho dato, non ho mai visto un alunno migliorare da giugno ad agosto (mentre in storia, per esempio, se si decidono ad aprire il libro, i risultati si vedono subito, e perfino in latino, anche se con maggiore difficoltà, qualche miglioramento riesci a registrarlo). Il risultato? Tutti invariabilmente promossi per voto di consiglio, perché con solo italiano non si può bocciare, mentre con solo matematica (e perfino con solo storia) mi è capitato. E allora che senso ha, se tanto sappiamo tutti, sia noi sia gli studenti, come va a finire?

Ho un preside che non vuole bocciati a settembre. E anche in passato, pure presentando, ancora a settembre, un alunno con 4, il consiglio l'ha promosso lo stesso. Questo non cambia di una virgola i miei criteri di attribuzione dei voti di fine anno. I risultati si vedono nel medio termine, non sul singolo alunno rimandato, ma sugli altri, che sanno che possono essere rimandati in italiano.

Fino a quando il docente di italiano privilegerà la conoscenza della letteratura alla padronanza della lingua italiana, i risultati saranno quelli che conosciamo.
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3220
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Mag 17, 2015 11:36 am

Dite che forse dovrebbero fare più grammatica italiana alla scuola media?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4691
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Mag 17, 2015 11:38 am

Laura70 ha scritto:
Dite che forse dovrebbero fare più grammatica italiana alla scuola media?

L'obiettivo è avere una sufficiente padronanza della lingua scritta e parlata: quale sia il mezzo più adatto, non saprei.
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3220
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Mag 17, 2015 11:43 am

mac67 ha scritto:
Laura70 ha scritto:
Dite che forse dovrebbero fare più grammatica italiana alla scuola media?

L'obiettivo è avere una sufficiente padronanza della lingua scritta e parlata: quale sia il mezzo più adatto, non saprei.

capisco. e capisco anche il motivo per le molte lacune visto il buonismo che purtroppo vedo alle medie
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Mag 17, 2015 3:23 pm

Vedere studenti delle superiori che confondono ancora la "é" verbo con la "e" congiunzione o scrivono ho verbo e ha verbo senza la h, che non sanno costruire in modo corretto una semplice frase con soggetto , predicato e complemento, che non distinguono un aggettivo da un sostantivo, mi fa cadere le braccia e purtroppo i casi sono tantissimi.

Forse sarà impopolare quanto sto per dire, ma sono estremamente convinta che le basi solide si devono creare alla scuola Primaria. E' alla scuola Primaria che devono essere acquisite le competenze adeguate sui fondamenti della lingua italiana. Gli studenti che fanno male la grammatica alle elementari troveranno molte più difficoltà nel percorso scolastico successivo e se le lacune non vengono colmate neanche alla scuola media il recupero diventa un'impresa difficilissima. 

Conosco adulti laureati e anche colleghi che fanno "orrori" grammaticali e ortografici.
Io ho avuto la fortuna di avere una maestra severissima, ma bravissima e le regole che mi ha fatto studiare da bambina le ricordo ancora tutte.....grazie maestra Stefania!

Bisognerebbe potenziare al massimo lo studio della lingua italiana alla scuola Primaria
Tornare in alto Andare in basso
ghirettina



Messaggi : 602
Data d'iscrizione : 21.03.15

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Mag 17, 2015 3:41 pm

Giovanna

quello che vedi tu lo constatiamo anche noi della primaria. Io non faccio italiano, tuttavia sistematicamente se detto un problema poi correggo anche il testo. Nella mia scuola questo è un problema serissimo, oltre il 50% dei nostri alunni a casa parla un altra lingua, pur essendo nato in Italia. Con altri suoni, altri modi di costruire le frasi, un lessico povero. Le doppie poi sono una tragedia. Non so se questo però sia generalizzabile a italiani autoctoni o meno in questa misura. Infine, ed è la cosa che si riscontra con più preoccupazione anche in chi legge bene e scrive discretamente, c'è una grandissima difficoltà a comprendere un testo. E su questo potremmo aprire anche spazi di condivisione sulle cause (troppa sovraesposizione visiva istantanea, poco stimolo simbolico immaginativo? ) e soprattutto su come porvi rimedio.
Tornare in alto Andare in basso
alege76



Messaggi : 918
Data d'iscrizione : 09.07.12

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Mag 17, 2015 3:42 pm

giovanna onnis ha scritto:
Vedere studenti delle superiori che confondono ancora la "é" verbo con la "e" congiunzione o scrivono ho verbo e ha verbo senza la h, che non sanno costruire in modo corretto una semplice frase con soggetto , predicato e complemento, che non distinguono un aggettivo da un sostantivo, mi fa cadere le braccia e purtroppo i casi sono tantissimi.

Forse sarà impopolare quanto sto per dire, ma sono estremamente convinta che le basi solide si devono creare alla scuola Primaria. E' alla scuola Primaria che devono essere acquisite le competenze adeguate sui fondamenti della lingua italiana. Gli studenti che fanno male la grammatica alle elementari troveranno molte più difficoltà nel percorso scolastico successivo e se le lacune non vengono colmate neanche alla scuola media il recupero diventa un'impresa difficilissima. 

Conosco adulti laureati e anche colleghi che fanno "orrori" grammaticali e ortografici.
Io ho avuto la fortuna di avere una maestra severissima, ma bravissima e le regole che mi ha fatto studiare da bambina le ricordo ancora tutte.....grazie maestra Stefania!

Bisognerebbe potenziare al massimo lo studio della lingua italiana alla scuola Primaria

Se è per questo, continuano a non saper mettere insieme soggetto, verbo e complemento pure all'università..e a livello ancor più basilare, ignorano bellamente l'uso corretto degli articoli determinativi vs indeterminativi ("la soluzione..." vs "una soluzione") e dei quantificatori esistenziali e universali ("qualche", "alcuni", "ogni", "tutti", "nessuno"...).

Non so se il nodo cruciale stia nella primaria (certo un buon percorso nella primaria aiuta), ma sono convinto che una grossa colpa sia da imputare alla retorica del 100% di promossi che vedo ormai dilagare quasi ovunque...

Non sono l'unico a constatare il generale precipitare (non parlerei di calo...) del livello di istruzione medio delle matricole, questo topic ("Cosa succede a scuola?") su matematicamente.it mi sembra emblematico:
http://www.matematicamente.it/forum/viewtopic.php?f=16&t=144938

P.S. Giovanna, ti segnalo un errore di battitura nel tuo post: si scrive "è" (accento grave), non "é", per il verbo essere. Essendo in neretto si nota.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4691
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Mag 17, 2015 4:32 pm

L'ortografia si impara di certo alla primaria. Correggerla dopo è praticamente impossibile.
Tornare in alto Andare in basso
alege76



Messaggi : 918
Data d'iscrizione : 09.07.12

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Mag 17, 2015 4:58 pm

mac67 ha scritto:
L'ortografia si impara di certo alla primaria. Correggerla dopo è praticamente impossibile.

Vero o falso che sia, tanto dopo, con ormai rare eccezioni, non ci si prova neanche...tu stesso lamentavi in un altro post le basse percentuali di "rimandature" in alcune materie (sbaglio?); e la situazione non è ristretta all'ortografia.
Mi sembra una tendenza generale che coinvolge uniformemente tutti gli ordini e i gradi dell'istruzione...

Se da qualche parte iniziassero ad arrivare segnali in senso opposto forse le cose potrebbero cambiare, non lo so.

Allo stato attuale delle cose preferirei smetterla con l'ipocrisia dei voti regalati (questo sono...): nessuna rimandatura, nessuna bocciatura...ogni anno si passa al successivo (salvo esplicita richiesta della famiglia)...ma con i voti veri che si hanno (magari anche quelli ottenuti in un "invalsi di fine anno", tanto...).

Per me potremmo anche farla finita con la pagliacciata dell'esame di stato: terminata la quinta hai i tuoi bravi voti (veri) nelle varie materie, quello è il tuo curriculum e con quello fai domanda per un lavoro o l'iscrizione ad un corso universitario, chi ti vuole ti si piglia, e arrivederci a 'soreta!

Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4691
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Mag 17, 2015 5:11 pm

alege76 ha scritto:
mac67 ha scritto:
L'ortografia si impara di certo alla primaria. Correggerla dopo è praticamente impossibile.

Vero o falso che sia, tanto dopo, con ormai rare eccezioni, non ci si prova neanche...

Gabriel Garcia Marquez commetteva numerosi errori di ortografia e a chi se ne sorprendeva leggendo i suoi manoscritti rispondeva "Ho imparato a scrivere così e non riesco a fare diversamente".
Tornare in alto Andare in basso
alege76



Messaggi : 918
Data d'iscrizione : 09.07.12

MessaggioOggetto: Re: Valutazione   Dom Mag 17, 2015 5:46 pm

mac67 ha scritto:
alege76 ha scritto:
mac67 ha scritto:
L'ortografia si impara di certo alla primaria. Correggerla dopo è praticamente impossibile.

Vero o falso che sia, tanto dopo, con ormai rare eccezioni, non ci si prova neanche...

Gabriel Garcia Marquez commetteva numerosi errori di ortografia e a chi se ne sorprendeva leggendo i suoi manoscritti rispondeva "Ho imparato a scrivere così e non riesco a fare diversamente".

Pensi che avremo un'intera generazione di premi nobel per la letteratura? Che figata.
Spero però che non diventino ingegneri, medici o amministratori pubblici...
Tornare in alto Andare in basso
 
Valutazione
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 16 di 17Andare alla pagina : Precedente  1 ... 9 ... 15, 16, 17  Seguente
 Argomenti simili
-
» Valutazione e selezione degli ovociti per la fecondazione in vitro
» Valutazione spermiogramma di mio marito
» La valutazione della riserva ovarica
» Valutazione dell'embrione prima del transfer
» Sulla meritocrazia nel pubblico impiego...

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: