Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Sostegno o altro?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
sconcertato



Messaggi : 315
Data d'iscrizione : 20.07.11

MessaggioOggetto: Sostegno o altro?   Mar Nov 29, 2011 7:17 pm

Apro il topic perchè vorrei capire qual'e' il metodo di individuazione degli alunni con difficoltà di apprendimento.

Dico questo perchè ci sono casi in cui l'alunno che beneficia del sostegno è piuttosto aggressivo, sia nei confronti di altri alunni e sia nei confornti degli insegnanti. Non sono pochi i casi in cui i alunni e docenti sono colpiti in modo diretto (calci, pugni o insulti) o indiretto da ragazzi aggressivi mentalmente instabili (io ne ho testimonianza diretta).

Allora mi chiedo: E' mai possibile che nelle scuole ci sono soggetti pericolosi e aggressivi che minacciano in modo anche serio il diritto alla salute dei docenti e degli alunni che possono essere colpiti anche senza motivo? Non sarebbe opportuno collocare alcune persone, quando risultano pericolose per se e per gli altri, nelle strutture idonee piuttosto che inserirli in aule scolastiche dove risultano mine pronte a colpire?
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Mar Nov 29, 2011 7:35 pm

Me lo chiedo anche io. E' vero che dobbiamo cercare di integrare, ma a volte non è proprio possibile. Io non mi sento in grado di fronteggiare certe situazioni. Io sono "solo" laureata in lingue. Insomma, siamo insegnanti non psichiatri. A volte sarebbe necessario un vero e proprio contenimento fisico che non siamo in grado nè siamo autorizzati a fare. Se proprio vogliamo che questi ragazzi frequentino una scuola pubblica, dobbiamo affiancarli ad un educatore specializzato, per tutto il tempo di permanenza a scuola.
Tornare in alto Andare in basso
Online
caty



Messaggi : 973
Data d'iscrizione : 26.12.10

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Lun Dic 05, 2011 6:08 pm

per me gli insegnanti di sostegno dovrebbero essere nominati e pagati dalla prov o comune scorporarli dalle g.e evitare che il sos sia un ripiego o una scelta di serie B
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Lun Dic 05, 2011 10:59 pm

Io sono laureata in lingue e insegno lingue. Non farei mai sostegno perché non mi sento in grado. Ma anche i docenti di sostegno che ho conosciuto, tutti bravissimi e motivati, di fronte a certi casi come quello descritto qui sopra sono "disarmati". Il docente di sostegno, per scelta o per ripiego, secondo me è comunque un'insegnante, non uno psichiatra. Non possiamo fargli carico di situazioni impossibili. Questo volevo dire.
Tornare in alto Andare in basso
Online
lola2011



Messaggi : 1880
Data d'iscrizione : 08.10.11

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Mer Dic 21, 2011 10:10 am

A me sembra assurdo che non si facciano ulteriori corsi abilitanti per il sostegno vista la carenza di specializzati. Nelle scuole si ricorre talvolta a insegnanti in III fascia senza abilitazione che, per quanto si occupino degli alunni con dedizione, non hanno la preparazione adatta. Ho vissuto questa esperienza con alcuni alunni autistici che non ero in grado di gestire e ringrazio le colleghe per avermi dato utili consigli. E' difficilissimo gestire bambini/ragazzi violenti, che a volte secondo me, andrebbero sedati. I miei alunni dovevano stare tot. ore in classe per integrarsi e socializzare con i compagni... il problema è che gli altri non riuscivano a seguire ed ero costretta a portarli in un'altra aula. E' vero non si può essere insegnanti/psichiatri/psicologi ecc. ecc.
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Mer Dic 21, 2011 5:00 pm

Il corso SOS in sé può dare delle dritte più o meno utili (meglio se il corso è tenuto per una buona parte da docenti di sostegno con esperienza pluriennale: ne sanno ben di più di tanti psichiatri, psicologi e pedagogisti).

Personalmente ho integrato, oltre che con l'esperienza sul campo, con cospicue letture e approfondimenti (autismo in primis), e adesso sto studiando la LIS. Vado a qualsiasi corso di aggiornamento per DSA e DVA, fosse anche di sabato pomeriggio o domenica.

E' vero, siamo docenti di discipline in genere lontanissime da tematiche psicologiche e psichiatriche, ma con un po' di passione e buona volontà si può, se non diventare esperti, almeno capire come muoversi, ed è già parecchio, fidatevi :-)

P.S. Ciò non toglie che, per alcuni alunni, più che l'insegnante di sostegno, ci sarebbe bisogno del paramedico, ma questa è un'altra storia...
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato



Messaggi : 315
Data d'iscrizione : 20.07.11

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Mer Dic 21, 2011 6:19 pm

La discussione voleva affrontare il criterio di individuazione degli alunni bisognosi di sostegno non il criterio di selezione degli insegnanti di sostegno. E' chiaro che il secondo aspetto meriterebbe maggiore approfondimento. E' noto, infatti, che alcuni insegnanti scelgono il sostegno per convenienza piu' che per competenza o passione.

Tornando al problema: nella mia scuola vi sono ragazzi che, nonostante la presenza dell'insegnante di sostegno, si sono resi protagonisti di atti di violenza verso alcuni insegnanti e studenti ed apparentemente senza motivi o per futuli motivi. Gli insegnanti di sostegno (spesso ragazze) possono ben poco difronte a certi eventi, specie quando l'aggressore è maschio e fisicamente robusto. Se si reagisce, poi, c'e' il rischio di avere guai maggiori.

Non capisco come non sia possibile allontanare questi individui dalla scuola ed inserirli in strutture idonee. La loro presenza nella scuola è una minaccia costante per tutti. Studenti ed insegnanti hanno il diritto a tutelare la propria salute e questa non puo' essere minacciata da persone mentalmente instabili. Cosa dice la legge in questi casi?
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Mer Dic 21, 2011 6:27 pm

> per me gli insegnanti di sostegno dovrebbero essere nominati e pagati dalla prov. o comune
> scorporarli dalle g.e evitare che il sos sia un ripiego o una scelta di serie B

Per me, gli insegnanti di sostegno dovrebbero - ebbene sì! - essere pagati più di quelli di materia.
Non sono insegnante di sostegno ma conosco la fatica e l'impegno degli insegnanti di sostegno.

Albith, bellissima la LIS: io volevo impararla ma... è difficilissima. Della LIS mi piace soprattutto l'idea che si possa comunicare senza parlare (slegare la comunciazione dalla parola per noi parlanti è difficile quanto slegare la fede dalla religione... ma si può : ) e l'espressività di coloro che non hanno - per sfortuna - l'udito-voce.
Tornare in alto Andare in basso
tata matilda



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 25.10.11

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Ven Dic 23, 2011 11:28 am

Il criterio di individuazione degli alunni destinatari de sostegno è l'individuazione di una patologia da 104. Non deve essere necessariamente una difficoltà di apprendimento, esistono anche patologie comportamentali.
Sul fatto che alcuni alunni dovrebbero passare più tempo in strutture specializzate piuttosto che a scuola, lo sostengo anche io da tempo. E' inutile fare i buonisti e parlare di integrazione a tutti i costi, le esigenze di alcuni alunni sono talmente particolari che la scuola può fare ben poco...Senza considerare che alcuni di questi alunni, purtroppo, sono davvero una minaccia per gli altri, e con tutta la buona volontà noi insegnanti di sostegno non siamo materialmente in grado di tenerli a freno...
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Ven Dic 23, 2011 11:57 am

tata matilda ha scritto:
E' inutile fare i buonisti e parlare di integrazione a tutti i costi, le esigenze di alcuni alunni sono talmente particolari che la scuola può fare ben poco...
Sono d'accordo, Tata Matilda. Soprattutto perché oltre agli insegnanti (comuni e di sostegno) servirebbero delle figure che a scuola non sono previste, nonché strutture anch'esse non disponibili: nelle scuole italiane mancano addirittura i gessetti!!!
Tornare in alto Andare in basso
Online
sconcertato



Messaggi : 315
Data d'iscrizione : 20.07.11

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Ven Dic 30, 2011 1:27 pm

LucaPS ha scritto:

Per me, gli insegnanti di sostegno dovrebbero - ebbene sì! - essere pagati più di quelli di materia.
Non sono insegnante di sostegno ma conosco la fatica e l'impegno degli insegnanti di sostegno.

Allora diciamola tutta. C'e' una moltiplicazione incredibile del sostegno. Per me il 50% puo' essere tolto.

1) casi di ragazzi mentalmente instabili che hanno bisogno di psichiatri piu' che del sostegno;
2) il 99%degli insegnati di sostegno sono laureati in materie umanistiche (come la stragrande maggioranza dei precari nella scuola). Negli istituti dove le materie scientifiche la fanno da padrona, abbiamo ragazzi supportati da insegnanti che non capiscono un tubo di quello che dovrebbero spiegare. Risultato: oltre ad insegnare ad una classe intera (con tutti i relativi problemi come matenere alta la concentrazione,l'ordine, stimolare chi non ha voglia e saziare la sete di conoscenze di chi è capace), ci si deve fare comunque carico anche di semplificare gli argomenti per i ragazzi col sostegno, preparare compiti alternativi e verificare il loro grado di preparazione.
3) ho visto persone sfortunate (paralisi completa e intelletto limitatissimo) con uno o addirittura piu' insegnanti di sostegno che non possono fare altro che limitarsi a parlare e sorridere ogni tanto.

Mi domando: in periodo di magra dove non si hanno i soldi nemmeno per finanziare la ricerca (fondamentale per la sopravvivenza di uno stato senza risorse naturali come il nostro), dove le nostri migliori menti fuggono all'estero in cerca di lavoro (fisici, matematici, biologi, ingegneri, etc.. etc..), ha davvero senso spendere tutti questi soldi per insegnanti ad personam per coloro che non possono restituire nulla alla società? Non sarebbe meglio raggruppare piu' disabili (quelli gravi) sotto un unico insegnante invece di moltiplicare gli insegnanti per singolo disabile? Le struttura comunali per ragazzi maggiorenni (post-scuola) sono già organizzati in questo modo. Quando si hanno poche risorse bisogna investirle soprattutto su chi è capace di produrre maggiore ricchezza. In questo modo si avranno piu' risorse per aiutare chi ne ha bisogno. Fare il contrario significa portare alla fame tutti (forti, meno forti e deboli). E' quello che sta accadendo al nostro Paese, ce ne rendiamo conto o no?
Tornare in alto Andare in basso
tata matilda



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 25.10.11

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Dom Gen 01, 2012 9:23 pm

Non sarebbe meglio raggruppare piu' disabili (quelli gravi) sotto un unico insegnante invece di moltiplicare gli insegnanti per singolo disabile?
Ah ah aha...dobbiamo ridere??? Vorrei vedere te alle prese con 5 o 6 ragazzini autistici contemporaneamente...prego riflettere prima di parlare!!
Poi sul fatto che alcuni alunni abbiano più bisogno di psichiatri che di ins di sostegno siamo d'accordo, io lo dico da sempre, ma bisognerebbe inserirli in strutture apposite. Finchè ci si ostina a mantenerli forzatamente a scuola, una figura che si occupa di loro ci deve essere, poi che debba essere un ins di sostegno, un educatore o un'altro tipo di figura specializzata, questo potrebbe (e dovrebbe) essere argomento di discussione...
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Lun Gen 02, 2012 12:42 am

"per coloro che non possono restituire nulla alla società?"... è una frase un po' squalificante, non trovi?

Sicuramente, e sono capitati anche a me, ci sono ragazzi che hanno davanti a sé una vita, anzi spesso una NON-vita, che fa davvero pensare se vale la pena investire tempo ed energie con loro.

E' un problema di ampio respiro (economico sicuramente, ma anche etico e morale: "in che società vogliamo vivere?"), e l'idea di fondo era di non accettare più che ci fossero istituti (spesso veri e propri lager) in cui si veniva rinchiusi anche per tutta la vita, in modo che la società "produttiva" non avesse non solo il peso economico di costoro, ma neanche la pena di vederli "insieme a tutti noi", figuriamoci insieme ai nostri figli nelle aule scolastiche!!

L'idea è quella di una società solidale, una società che offre assistenza ai suoi membri anche quando questi non sono appunto più produttivi, e anche quando non lo sono stati mai né lo saranno. Ha sicuramente un costo, e se non possiamo più pagarlo allora dobbiamo davvero pensare cosa ci aspetta: anche perché se iniziamo a fare la conta "a Tizio sì, ma a Caio no" cosa garantisce a ognuno di noi che faremo parte del gruppo di Tizio e non invece in quello di Caio?

Insomma, quando iniziano a girare simili pensieri, alcuni decenni oscuri del nostro recente passato sembrano tornare prepotentemente all'orizzonte (e forse ci meritiamo anche questo...).
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Lun Gen 02, 2012 1:23 am

> Quando si hanno poche risorse bisogna investirle soprattutto
> su chi è capace di produrre maggiore ricchezza. In questo modo si avranno
> piu' risorse per aiutare chi ne ha bisogno. Fare il contrario significa portare
> alla fame tutti (forti, meno forti e deboli).
Non commento le parole di Anecoico. Ci sono stati precedenti di questo pensiero nella versione del darwinismo sociale all'interno del funzionalismo sociologico dell'Ottocento e poi nel Novecento, come tutti sappiamo.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Lun Gen 02, 2012 1:25 am

> Fare il contrario significa portare
> alla fame tutti (forti, meno forti e deboli).
Mi ero scordato la teoria demografica di Malthus, sempre a cavallo tra Settecento e Ottocento al'interno del Positivismo.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47876
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Lun Gen 02, 2012 1:27 am

Le parole che citi sono di sconcertato, non di Anecoico.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Lun Gen 02, 2012 1:27 am

Chiedo immensamente scusa ad Anecoico
Ho scritto Anecoico e invece dovevo scrivere Sconcertato.
Chiedo di nuovo scusa a Anecoico.
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato



Messaggi : 315
Data d'iscrizione : 20.07.11

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Lun Gen 02, 2012 10:41 am

Le parole di Albith sono lucide come sempre.

Invito sempre a non rispondere solo alle frasi che non condividiamo.

Il mio non è certo cinismo e mai immagino l'apertura di lager per chi non merita di vivere nella società. Addirittura qualcuno ha citato Darwin.

Se si fa una riflessione obiettiva, tuttavia, ci rendiamo conto che stiamo passando da un eccesso all'altro. Vi è stata, negli ultimi anni, una crescita esponenziale del sostegno.

A chi non farebbe piacere avere il proprio figlio supportato da un insegnante ad personam? Ce lo possiamo permettere? La risposta la conosciamo, è sotto gli occhi di tutti, è inutile sottolinearla.

La difesa del debole è una azione nobile che deve essere sempre attuata in un Paese civile. Nella mia riflessione ho immaginato non l'eliminazione del sostegno, ma una sua razionalizzazione. A mio avviso è opportuna e anche realistica. I casi evidenziati lo dimostrano.

Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Lun Gen 02, 2012 11:21 am

Concordo soprattutto con la razionalizzazione di tutte le risorse. Trovo abbastanza indecente che siano aumentate a dismisura le certificazioni di DSA (che comunque non comportano ore di sostegno, badate bene!) quando è chiaro che questi ragazzi DSA non sono.

Anzi, la certificazione farlocca (non ditemi che non ce ne sono perché mentireste sapendo di mentire) è un'offesa gravissima a chi il DSA ce l'ha, eccome!

Al contempo è tragicamente vero che alcuni casi DVA avrebbero bisogno di una figura sì docente ma anche paramedica.

La sensazione nel sostegno è di essere lasciati un po' allo sbando: le risorse comunque ci sono state e, a mio avviso, ci sono ancora per gestire bene e meglio la situazione.

Tuttavia creare gruppi di alunni DVA, come una sottospecie di classe differenziale, non è una strada percorribile all'interno della scuola così com'è strutturata oggi (non fosse altro per carenza cronica di spazi, strumenti e ausili vari). Meglio allora sarebbe tornare agli istituti (lager e non).

Comunque sulla questione che mancano i fondi, e soprattutto che siamo in debito pauroso, viene sempre da chiedersi: "Ma tutto il mondo è in debito con chi?".

Mi viene sempre da pensare che se la risposta è "In debito con un gruppetto sparuto di plutocrati ingordi" forse la soluzione alla crisi, magari un po' cruenta, ma alla fin fine su piccolissimi numeri di vittime sacrificali, non sarebbe così difficile da trovare...

Diciamo che è il mio "pensierino" di Capodanno :-)
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Lun Gen 02, 2012 12:01 pm

> Comunque sulla questione che mancano i fondi, e soprattutto che siamo in debito pauroso
Concordo sulla razionalizzazione del SOS e anche sul controllo dell’aumento dei DSA. Come Albith fa capire, la questione “mancano i soldi!” è solamente una questione di allocazione di risorse. Quindi prima di tagliare sul Sostegno, io taglierei su altre questioni fuori dalla Scuola (e tutti sappiamo quali, sia come spese straordinarie che ordinarie, oltre che la benedetta lotta all'evasione fiscale) e su altre questioni all’interno della Scuola (pagare anche gli insegnanti di religione (IDR) come tutti gli altri insegnanti e assumere – con la quota mensile aggiuntiva di tre IDR (300-400euro di media/mese) un insegnante SOS, accorpare le classi IRC come si fa per “seconda lingua” e “attività alternativa”, non pagare gli IDR medie come gli insegnanti delle superiori, effettuare una sola ora di religione settimanale anche alle elementari come in tutti gli altri gradi di scuola (così come sono stati limitati a un’ora settimanale alcuni laboratori ITC); sono contrario invece che i maestri specialisti di Religione alle elementari vengano cancellati come invece sono stati cancellati dall'anno scorso i maestri specialisti di Inglese e, da molti anni, di Educazione Fisica. Poi, magari, passare eventualmente dalle 18 ore alle 22 come le nostre colleghe alle elementari, che ormai son laureate come tutti gli altri insegnanti, Non mi spingo su altre proposte come quella per esempio di non pagare gli Esami di Stato, che fanno già parte del Servizio). Ma sono solo alcuni esempi. Prima di razionalizzare sul Sostegno e l'Welfare-State!
Tornare in alto Andare in basso
tata matilda



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 25.10.11

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Lun Gen 02, 2012 12:06 pm

Credo che sulla razionalizzazione siamo tutti d'accordo.
E' vero che spesso gli insegnanti di sostegno vengono utilizzati più come badanti che come insegnanti veri e propri, e che sarebbe necessario ampliare la varietà di figure che operano a sostegno dei disabili, con operatori qualificati e specializzati (educatori, operatori sanitari...), per far si che l'insegnante di sostegno possa essere utilizzato effettivamente come insegnante con alunni che necessitano di un insegnante, e non come infermiere per alunni che necessitano di assistenza di base.
Concordo con Albith, le risorse ci sarebbero, basterebbe utilizzarle in maniera intelligente.
Tornare in alto Andare in basso
tata matilda



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 25.10.11

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Lun Gen 02, 2012 12:14 pm

Giusto LucaPS...e che dire dei migliaia di euro stanziati per i laboratori pomeridiani di attività ricreative (prima di natale: imparare le canzoncine di natale, dopo natale:dipingere piatti)?? Sono realmente necessari, o la scuola ha altre priorità???
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato



Messaggi : 315
Data d'iscrizione : 20.07.11

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Lun Gen 02, 2012 12:31 pm

Albith,
evviva la sincerità. Le certificazioni fasulle sono una vergogna e un danno soprattutto per chi ne ha diritto. Senza ipocrisia possiamo dire che molti ne stanno approfittando.

Comunque non capisco perchè dici che il DSA non ha diritto a ore di sostegno. Se è certificato in base alla legge 104/92 credo che ne abbia diritto (art 13 comma 3).

Le risorse ci sono quando tolte da altri capitoli di spesa. Percio' devono essere razionalizzate ed investite con giusto criterio.

Sulla questione del debito, la soluzione è interessante, sarà praticabile? ;-)

LucaPS,
lascia stare i favoritismi per gli insegnanti di religione, argomento già ampiamente trattato altrove.

E' chiaro che andrebbe fatto una razionalizzazione anche su altre spese. Discorso da fare con serenità e senza pregiudizi di sorta.
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato



Messaggi : 315
Data d'iscrizione : 20.07.11

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Lun Gen 02, 2012 1:05 pm

tata matilda ha scritto:
Non sarebbe meglio raggruppare piu' disabili (quelli gravi) sotto un unico insegnante invece di moltiplicare gli insegnanti per singolo disabile?
Ah ah aha...dobbiamo ridere??? Vorrei vedere te alle prese con 5 o 6 ragazzini autistici contemporaneamente...prego riflettere prima di parlare!!
Vorrei invece vedere te con 30 ragazzi scatenati (e sono stato generoso) del professionale in aula e in laboratorio da sola. Eppure la riforma Gelmini prevede questo e noi cerchiamo di adeguarci nostro malgrado e sicuramente non felici. Comunque non mi riferivo a ragazzini autistici, mi riferivo a casi gravi come chi è purtroppo completamente paralizzato e intelletto limitatissimo. Ne ho visti alcuni con piu' di un insegnante di sostegno.


Ultima modifica di sconcertato il Lun Gen 02, 2012 1:12 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Sostegno o altro?   Lun Gen 02, 2012 1:08 pm

Per DSA si intendono i "Disturbi specifici dell'apprendimento", ad esempio la dislessia (quella a cui pensavo quando parlavo di certificazioni farlocche). La dislessia può essere un problema molto grave, ma non rientra fra i casi della L.104 e quindi non beneficia (più) di ore di sostegno dedicate ma solo di un programma didattico personalizzato dove specificare interventi, strumenti compensativi e dispensativi. Infatti è da quest'anno che i DSA non sono più assegnatari di ore di sostegno a meno che non si riescano a far rientrare in qualche caso della L.104 con certificazione alla mano.

In pratica in una classe possono esserci dieci o più dislessici (e disgrafici, disortografici, discalculici e disprassici) e nemmeno sei ore di sostegno!

Invece il DVA, ossia i diversamente abili, rientranti nei casi della L.104, beneficiano di ore di sostegno (secondo criteri che solo alte forme di astrologia e chiaroveggenza mistica sono in grado di informare sulla distribuzione e assegnazione: un autistico di Kanner ha 11 ore mentre un ritardo mentale lieve ne ha 18: ME LO SPIEGASSERO AL MIUR!!!).

Sul mio pensierino di Capodanno, beh, spero che oltre 6 miliardi di persone capiscano presto di essere la maggioranza ultra-assoluta rispetto a non più di due o tremila faccendieri su tutto il globo terraqueo, ma qui andiamo molto off topic (o forse no, chissà...).
Tornare in alto Andare in basso
 
Sostegno o altro?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» ma tra un tentativo e l'altro?
» insegnante di sostegno: è obbligatorio?
» da materia utilizzo sostegno
» Pagamento ore "progetto sostegno"
» sostegno aggiornamento gm

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: