Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Dare del lei agli studenti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Dare del lei agli studenti   Lun Dic 26, 2011 1:10 am

Promemoria primo messaggio :

A volte ripenso al mio vecchio professore di filosofia, che ci dava del lei.
Oggi mi ritrovo a dare del tu a maggiorenni che mi danno del lei e a volte, soprattutto quando li trovo fuori, mi sembra una cosa strana.
Che avesse ragione il mio vecchio prof.?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Mar Dic 27, 2011 3:46 pm

C'entra, c'entra.
Vedi, io premetto che non sono una femminista, odio la "scrittura femminile" con cui ci massacravano all'università. Ma ecco, io ho lavorato per anni in un ufficio pubblico e mi sono resa conto che il linguaggio è una forma di potere e che esiste una forte dissimetria tra uomini e donne.
Io laureata ero spesso la signorina Roberta a cui chiedere di fare il caffè. E ero responsabile dell'ufficio. Il mio collega con qualifica inferiore, nemmeno laureato, era il dott. Rossi. E il caffè non gli veniva mai richiesto, e nemmeno le fotocopie. E' stato impegnativo ricevere credibilità. Me la sono guadagnata con il mio impegno e presentandomi rigorosamente con il cognome. Ecco, credo che le donne sentano di più la questione. Ma al di là di questo, tu dai del tu al cameriere o al postino? Dai del tu al bidello e ti fai dare del lei? Il dirigente è un dipendente dello stato, proprio come te, che ha incarichi dirigenziali e organizzativi. Non è il tuo padrone e signore. E credo che creare queste anomalie non sia una cosa corretta. Tutto qui.
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Mar Dic 27, 2011 3:47 pm

Paolo1974 ha scritto:
http://www.accademiadellacrusca.it/faq/faq_risp.php?id=5497&ctg_id=93

Per rispondere al titolo del topic:

Oggi la distribuzione degli allocutivi è rigida dal punto di vista sociale: 1) ci si dà del tu o del lei reciprocamente, senza tener conto (per fortuna!) di eventuali differenze di condizione o di cultura; 2) se si decide di comune accordo di variare il sistema allocutivo la variazione può consistere solo nel passaggio dal lei al tu; 3) un rapporto dissimmetrico è ammesso solo tra un adulto e un ragazzo (un quindicenne darà del lei a un adulto sconosciuto, ma si sentirebbe a disagio se questi lo ricambiasse con un altro lei e non col tu; anche in questo caso la variazione potrà consistere solo nell’estensione bidirezionale del tu).
Sono d'accordo.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47875
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Mar Dic 27, 2011 4:03 pm

Tabeta ha scritto:
C'entra, c'entra.
Vedi, io premetto che non sono una femminista, odio la "scrittura femminile" con cui ci massacravano all'università. Ma ecco, io ho lavorato per anni in un ufficio pubblico e mi sono resa conto che il linguaggio è una forma di potere e che esiste una forte dissimetria tra uomini e donne.
Io laureata ero spesso la signorina Roberta a cui chiedere di fare il caffè. E ero responsabile dell'ufficio. Il mio collega con qualifica inferiore, nemmeno laureato, era il dott. Rossi. E il caffè non gli veniva mai richiesto, e nemmeno le fotocopie. E' stato impegnativo ricevere credibilità. Me la sono guadagnata con il mio impegno e presentandomi rigorosamente con il cognome. Ecco, credo che le donne sentano di più la questione.
Su questo sono d'accordo con te. Sono cose gravi. Mi ricordo che quando facevo l'università i segretari chiamavano professore gli uomini e signora o signorina le donne, anche se avevano la stessa qualifica, e questo mi ha sempre dato profondamente fastidio, anche se non ero coinvolto direttamente. Ma nel caso dei presidi a cui mi riferivo io il tu veniva usato indifferentemente con gli uomini o con le donne.
Ma al di là di questo, tu dai del tu al cameriere o al postino? No. Dai del tu al bidello e ti fai dare del lei? No. Il dirigente è un dipendente dello stato, proprio come te, che ha incarichi dirigenziali e organizzativi. Non è il tuo padrone e signore. Assolutamente d'accordo e credi che anch'io mi infastidisco quando qualcuno prova ad esercitare il suo potere in modo arbitrario e dispotico. Ma nei casi a cui pensavo era un modo per avere più confidenza, per creare un clima meno formale e che mi metteva a mio agio e non a disagio. Per questo non l'ho mai avvertito come un problema. Immagino che se avessi risposto con il tu il preside in questione non se ne sarebbe adombrato, ma la mia educazione un po' ottocentesca mi ha sempre impedito di farlo:-) E credo che creare queste anomalie non sia una cosa corretta. Tutto qui.
Tornare in alto Andare in basso
giulia boffa
Admin


Messaggi : 36316
Data d'iscrizione : 28.09.09
Età : 52
Località : milano

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Mar Dic 27, 2011 6:41 pm

comunque dare del Lei ai ragazzi può servire a creare una sorta di muro, che però li prepara alla vita lavorativa fuori e secondo me un po' li responsabilizza e li rende "grandi"; molti professori maschi adottano il Lei con i ragazzi e ne risente anche la disciplina, il rapporto è di certo più formale ma anche formativo ed educativo per certi aspettii; nella vita non troverai tutti carini e familiari con te, ma anche molti distaccati e poco paterni, poco fraterni, o ancor meno amiconi; le professoresse donne sono sempre un po' mamme e non è congeniale molto per loro dare del Lei, ma secondo me in certi casi serve e parecchio
Tornare in alto Andare in basso
Puccina



Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 05.05.11

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Mar Dic 27, 2011 7:49 pm

E noi insegnanti di sostegno? ne vogliamo parlare? Io ho alunni che mi danno del tu e mi chiamano per nome (alle superiori!), anche se io cerco inutilmente di farmi dare del lei... addirittura i genitori talvolta mi danno del tu!

Per non parlare dei compagni, che non mi considerano proprio una prof... ma qui trovo quelli rispettosi che mi danno del tu e quelli cafoni che dandomi del lei mi mandano tranquillamente a quel paese...

Sto meditando anch'io di dare del lei agli alunni, ma appunto per mettere distanza e ribadire i ruoli... ma con i "nostri" ragazzi H può suonare ancora più strano e inverosimile a pensarci, vero o no?

Per gli altri casi, io in genere do anche del tu a camerieri, ecc, se sono miei "coetanei" ed è possibile reciprocità (ormai tanti ragazzi non danno più del lei al cliente se lo vedono giovane). C'è una segretaria che mi dà del tu, anche se io le dò del lei, lo stesso un bidello, perché hanno l'età per essermi genitori.
Tornare in alto Andare in basso
Benny77



Messaggi : 320
Data d'iscrizione : 19.10.10

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Mar Dic 27, 2011 10:48 pm

I ragazzi ti studiano, ti analizzano e sanno come si devono comportare e porsi nei tuoi confronti.
Ecco perchè, spesso, durante l'ora di matematica c'è casino mentre la successiva di disegno (ovviamente sono solo esempi)... silenzio tombale!

Poi Puccina ..... se ti riferisci a ragazzi con DSA magari ci sta la tua "lamentela" ma parli anche di ragazzi H ..... penso che a seconda del grado di disabilità....è illogico pensare o pretendere il lei ......

Infine a mio avviso non c'è una regola d'oro da seguire, un codice deontologico che ti dica come agire e cosa fare.
Come hanno già detto possono darti del tu e rispettarti così come darti del lei e mandarti a quel paese.

Io quasi sempre do del tu ai miei alunni, spesso li chiamo per cognome, a volte anche per nome o col prefisso mister/miss o anche signor/ina; ma il fatto centrale è che li ho sempre rispettati anche quando fanno casino o ne combinano una delle loro, li rispetto anche quando sono impreparati o giustificano l'eventuale impreparato; loro ricambiano il mio rispetto. Quasi sempre mi danno del lei, ogni tanto scappa del tu, ma non mi preoccupo più di tanto, lo fanno loro per me!

Rispettate i vostri alunni e sarete rispettati
Tornare in alto Andare in basso
Puccina



Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 05.05.11

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Mar Dic 27, 2011 11:16 pm

io parlavo di ragazzi delle superiori senza grossi problemi intellettivi che agli altri professori danno del lei e sono perfettamente in grado di usarlo... invece con me usano il tu e mi chiamano Roberta! e tante volte i genitori fanno lo stesso!

con un ragazzo l'ho presa sul ridere, ogni volta che mi dice qualcosa tipo: "robi, mi fai ridere!" rispondo con tono volutamente pomposo: "professoressa ....., Lei mi fa ridere!"... quando mi chiama prof lo sottolineo scherzosamente, magari aggiungendo: "però il lei non me lo dai proprio, eh..."

un altro è iperattivo, e anche lui mi dà del tu... non è sgarbato, per carità, ma non mi sembra educativo. Però non so bene come prenderlo... la mamma mi chiama "signora", invece di prof... boh...

Comunque non è quello il problema, ma che mi diano del tu e mi salutino con "ciao" anche i compagni... (un bidello mi ha chiesto se prendo lo stesso stipendio anche se non insegno!)...

mi è capitato di riprendere alcuni alunni perché disturbavano durante un compito e mi hanno risposto di andare da V., che io non sono la loro prof, chi sono per riprenderli, e di non rompere le p.... non mi è riuscito di convincerli che sono anche la loro insegnante, malgrado lo stesso preside sia andato a sgridarli...

non è sempre vero che basta rispettare per essere rispettati.

per questo mi chiedevo se il sentire che mi viene dato del tu non mi tolga autorità, e pensavo di dare del lei agli alunni come una collega, per mettere un po' di distanza, ma magari non c'entra niente...
Tornare in alto Andare in basso
giulia boffa
Admin


Messaggi : 36316
Data d'iscrizione : 28.09.09
Età : 52
Località : milano

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Mer Dic 28, 2011 4:53 am

Puccina ha scritto:
io parlavo di ragazzi delle superiori senza grossi problemi intellettivi che agli altri professori danno del lei e sono perfettamente in grado di usarlo... invece con me usano il tu e mi chiamano Roberta! e tante volte i genitori fanno lo stesso!

con un ragazzo l'ho presa sul ridere, ogni volta che mi dice qualcosa tipo: "robi, mi fai ridere!" rispondo con tono volutamente pomposo: "professoressa ....., Lei mi fa ridere!"... quando mi chiama prof lo sottolineo scherzosamente, magari aggiungendo: "però il lei non me lo dai proprio, eh..."

un altro è iperattivo, e anche lui mi dà del tu... non è sgarbato, per carità, ma non mi sembra educativo. Però non so bene come prenderlo... la mamma mi chiama "signora", invece di prof... boh...

Comunque non è quello il problema, ma che mi diano del tu e mi salutino con "ciao" anche i compagni... (un bidello mi ha chiesto se prendo lo stesso stipendio anche se non insegno!)...

mi è capitato di riprendere alcuni alunni perché disturbavano durante un compito e mi hanno risposto di andare da V., che io non sono la loro prof, chi sono per riprenderli, e di non rompere le p.... non mi è riuscito di convincerli che sono anche la loro insegnante, malgrado lo stesso preside sia andato a sgridarli...

non è sempre vero che basta rispettare per essere rispettati.

per questo mi chiedevo se il sentire che mi viene dato del tu non mi tolga autorità, e pensavo di dare del lei agli alunni come una collega, per mettere un po' di distanza, ma magari non c'entra niente...

prova ad essere più formale e non ridere quando ti danno del tu: rispondigli dando del Lei alzando un po' il tono, come a ribadirlo, devi essere seria,vedi che succede
Tornare in alto Andare in basso
jasmine



Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 19.07.11

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Mer Dic 28, 2011 9:40 am

Puccina ha scritto:
E noi insegnanti di sostegno? ne vogliamo parlare? Io ho alunni che mi danno del tu e mi chiamano per nome (alle superiori!), anche se io cerco inutilmente di farmi dare del lei... addirittura i genitori talvolta mi danno del tu!

Per non parlare dei compagni, che non mi considerano proprio una prof... ma qui trovo quelli rispettosi che mi danno del tu e quelli cafoni che dandomi del lei mi mandano tranquillamente a quel paese...

Sto meditando anch'io di dare del lei agli alunni, ma appunto per mettere distanza e ribadire i ruoli... ma con i "nostri" ragazzi H può suonare ancora più strano e inverosimile a pensarci, vero o no?

Per gli altri casi, io in genere do anche del tu a camerieri, ecc, se sono miei "coetanei" ed è possibile reciprocità (ormai tanti ragazzi non danno più del lei al cliente se lo vedono giovane). C'è una segretaria che mi dà del tu, anche se io le dò del lei, lo stesso un bidello, perché hanno l'età per essermi genitori.

Anch'io sono insegnante di sostegno di scuola primaria e mi è capitato, data la mia giovane età, di sentirmi chiamare per nome, anzichè "maestra" dagli alunni della mia classe o di altre classi nelle quali sono andata a fare supplenza. Puntualmente ho detto loro di chiamarmi maestra, senza soffermarmi troppo sulla questione. I genitori degli alunni che seguo, a volte, usano darmi del tu e io, solo in questo caso, dò del tu a loro, altrimenti dò del lei; preferisco così perchè non siamo amici nè colleghi.
Tornare in alto Andare in basso
Puccina



Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 05.05.11

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Mer Dic 28, 2011 12:02 pm

grazie dei consigli, proverò... più che altro con gli altri...

in effetti con L. ho già fatto un discorso serio, e lui c'è rimasto male e mi ha risposto che alle medie non era così : )
poi dà del tu e chiama per nome l'assistente... insomma c'è un po' di confusione. Ora ha cominciato a chiamarmi prof, se non altro...

Invece al ragazzo iperattivo non ho parlato perché è un caso un po' delicato e non volevo creare ulteriore tensione. Però gli dirò qualcosa, seriamente.

grazie ancora
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Mer Dic 28, 2011 1:49 pm

anche da noi alle medie vedo che spesso e volentieri gli alunni normodotati chiamano x nome gli insegnanti di sos e tendono a dar loro del tu....
Tornare in alto Andare in basso
Benny77



Messaggi : 320
Data d'iscrizione : 19.10.10

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Mer Dic 28, 2011 8:54 pm

Puccina ha scritto:
io parlavo di ragazzi delle superiori senza grossi problemi intellettivi che agli altri professori danno del lei e sono perfettamente in grado di usarlo... invece con me usano il tu e mi chiamano Roberta! e tante volte i genitori fanno lo stesso!
Ah, ok come giustamente sottolinei tra le righe il prof di sostegno è insegnante della classe. Tienilo sempre a mente
Puccina ha scritto:
con un ragazzo l'ho presa sul ridere, ogni volta che mi dice qualcosa tipo: "robi, mi fai ridere!" rispondo con tono volutamente pomposo: "professoressa ....., Lei mi fa ridere!"... quando mi chiama prof lo sottolineo scherzosamente, magari aggiungendo: "però il lei non me lo dai proprio, eh..."
Sbagliato. Non ha senso che prendi sul ridere qualcosa che invece non ti piace per nulla. Non è educativo anzi fomenti il loro comportamento. Sei tu che gli suggerisci di darti del tu, tanto con te Robi cara si ride.

Puccina ha scritto:
Comunque non è quello il problema, ma che mi diano del tu e mi salutino con "ciao" anche i compagni... (un bidello mi ha chiesto se prendo lo stesso stipendio anche se non insegno!)...

si chiamano collaboratori scolastici (come lui neanche tu sei addentrata in un campo che non è il tuo ... ma lasciamo stare l'OT)
cioè pretendi che parte di classe ti rispetti dandoti il lei mentre altri possono darti del tu? -.-
Puccina ha scritto:
mi è capitato di riprendere alcuni alunni perché disturbavano durante un compito e mi hanno risposto di andare da V., che io non sono la loro prof, chi sono per riprenderli, e di non rompere le p.... non mi è riuscito di convincerli che sono anche la loro insegnante, malgrado lo stesso preside sia andato a sgridarli...
Andare da V. o a V. perchè sai ... assume un senso moolto diverso.
Se poi non romnpere le p. significa proprio palle, beh carissima collega, la prossima volta senza battere ciglio fai una bella nota, porta il registro dal DS (e non andare a dirgli solo ciò che è accaduto, scrivi!) e se è il caso proponi di convocare un consiglio di classe straordinario per dare 3 -5 giorni di sospensione a chi ti ha mandato a fanculo o ti ha "semplicemente detto di non rompere le palle. Ma se te la ridi, ed il DS stesso si limita a due parole che lasciano il tempo che trovano .... la vedo dura XD soprattutto se poi te la ridi quando ti chiamano robi -.-
Puccina ha scritto:
non è sempre vero che basta rispettare per essere rispettati.

Tu così non rispetti nessuno, né te né loro....rispetto non è sinonimo di permissività.Il loro atteggiamento è frutto del tuo comportamento....

Puccina ha scritto:
per questo mi chiedevo se il sentire che mi viene dato del tu non mi tolga autorità, e pensavo di dare del lei agli alunni come una collega, per mettere un po' di distanza, ma magari non c'entra niente...
se ridi quando ti mandano a fanculo hai l'autorità del due di mazze qundo la briscola è a spade (e sei l'ultima a giocare)
Tornare in alto Andare in basso
Puccina



Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 05.05.11

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Gio Dic 29, 2011 12:00 am

Benny77 ha scritto:
Puccina ha scritto:
io parlavo di ragazzi delle superiori senza grossi problemi intellettivi che agli altri professori danno del lei e sono perfettamente in grado di usarlo... invece con me usano il tu e mi chiamano Roberta! e tante volte i genitori fanno lo stesso!
Ah, ok come giustamente sottolinei tra le righe il prof di sostegno è insegnante della classe. Tienilo sempre a mente
Puccina ha scritto:
con un ragazzo l'ho presa sul ridere, ogni volta che mi dice qualcosa tipo: "robi, mi fai ridere!" rispondo con tono volutamente pomposo: "professoressa ....., Lei mi fa ridere!"... quando mi chiama prof lo sottolineo scherzosamente, magari aggiungendo: "però il lei non me lo dai proprio, eh..."
Sbagliato. Non ha senso che prendi sul ridere qualcosa che invece non ti piace per nulla. Non è educativo anzi fomenti il loro comportamento. Sei tu che gli suggerisci di darti del tu, tanto con te Robi cara si ride.

Puccina ha scritto:
Comunque non è quello il problema, ma che mi diano del tu e mi salutino con "ciao" anche i compagni... (un bidello mi ha chiesto se prendo lo stesso stipendio anche se non insegno!)...

si chiamano collaboratori scolastici (come lui neanche tu sei addentrata in un campo che non è il tuo ... ma lasciamo stare l'OT)
cioè pretendi che parte di classe ti rispetti dandoti il lei mentre altri possono darti del tu? -.-
Puccina ha scritto:
mi è capitato di riprendere alcuni alunni perché disturbavano durante un compito e mi hanno risposto di andare da V., che io non sono la loro prof, chi sono per riprenderli, e di non rompere le p.... non mi è riuscito di convincerli che sono anche la loro insegnante, malgrado lo stesso preside sia andato a sgridarli...
Andare da V. o a V. perchè sai ... assume un senso moolto diverso.
Se poi non romnpere le p. significa proprio palle, beh carissima collega, la prossima volta senza battere ciglio fai una bella nota, porta il registro dal DS (e non andare a dirgli solo ciò che è accaduto, scrivi!) e se è il caso proponi di convocare un consiglio di classe straordinario per dare 3 -5 giorni di sospensione a chi ti ha mandato a fanculo o ti ha "semplicemente detto di non rompere le palle. Ma se te la ridi, ed il DS stesso si limita a due parole che lasciano il tempo che trovano .... la vedo dura XD soprattutto se poi te la ridi quando ti chiamano robi -.-
Puccina ha scritto:
non è sempre vero che basta rispettare per essere rispettati.

Tu così non rispetti nessuno, né te né loro....rispetto non è sinonimo di permissività.Il loro atteggiamento è frutto del tuo comportamento....

Puccina ha scritto:
per questo mi chiedevo se il sentire che mi viene dato del tu non mi tolga autorità, e pensavo di dare del lei agli alunni come una collega, per mettere un po' di distanza, ma magari non c'entra niente...
se ridi quando ti mandano a fanculo hai l'autorità del due di mazze qundo la briscola è a spade (e sei l'ultima a giocare)

sono episodi, ragazzi e classi diverse.

quello con cui rido è un ragazzo che comunque con me è gentile. I compagni mi danno del Lei e sanno che sono una prof. Lui è un tipo tutto particolare e per questo in classe la prendiamo un po' sul ridere. Ho raccontato prima che l'assistente si fa dare del tu e chiamare per nome, per cui c'è un po' di confusione. alle medie era abituato così (siamo in I).
Era successo all'inizio che altri, sentendo lui, facessero lo stesso e con loro ho chiarito.

Un altro ragazzo, di un'altra classe, è iperattivo, un caso delicato, l'ho già scritto... ho detto che non so come prenderlo (può arrabbiarsi, diventare violento) per cui per ora ho avuto problemi più gravi con lui del tu. Su questo Giulia mi ha dato dei buoni consigli.

su quelli che mi hanno mandato a... (non ho capito cosa intendi per da V o a V., stava per Vincenzo), l'alunno invece mi dà del Lei e non ho problemi con lui. E' un'altra classe (una V). Sono quelli che, come ho scritto in un altro commento, mi danno del Lei ma mi mandano a quel paese. Sono dei cafoni, non mi sono certo messa a ridere, ho scritto la nota, il preside ha richiamato la classe, ne abbiamo parlato in consiglio ma i colleghi hanno ritenuto di doversi limitare a un richiamo verbale. Non ero d'accordo ma la maggioranza vince, purtroppo.

Ho unito discorsi diversi perché ho pensato che il fatto che l'insegnante di sostegno abbia un rapporto spesso meno formale con gli studenti potesse togliere autorità, ma come ho già detto magari non c'entra niente, chissà.

quindi è evidente che la tua osservazione sul fatto che sarebbe colpa mia se mi mandano a quel paese è fuori luogo e fastidioso. capisco che in quello specifico messaggio mancavano alcune informazioni, presenti in altri commenti, però la tua risposta appare un attacco personale privo di qualsiasi utilità.

sul fatto di chiamare il collaboratore scolastico "bidello" sinceramente non ci vedo nulla di male, ma lasciamo perdere perché mi sembra una discussione sterile.

In conclusione ti ringrazio per l'interessamento ma ho trovato molto più utili le risposte degli altri colleghi, per cui credo che seguirò i loro consigli.

Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Gio Dic 29, 2011 6:05 pm

Benny è stato un po' pesantino, ma credo che sia vero che quando degli alunni si prendono troppe libertà è forse necessario rivedere il modo di rapportarsi. Lo dico anche per me. Un'altra cosa, secondo me non dovrebbero nemmeno chiamarci "prof." che nell'abbreviazione assume un alone un po' troppo confidenziale.
Tornare in alto Andare in basso
Puccina



Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 05.05.11

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Gio Dic 29, 2011 6:29 pm

ma è ovvio, perché secondo te ho chiesto consiglio? Poi, ribadisco, i problemi sono in una classe, il tu in un'altra, per cui magari non c'entra assolutamente nulla.

la questione che ho posto io però è un po' più complessa: per noi insegnanti di sostegno è più difficile non dare confidenza?

prima Benny mi dice che è illogico pretendere il Lei da un disabile, poi che se uno solo mi dà del tu (il disabile) allora poi è ovvio che nessun altro mi rispetti... quindi non c'è soluzione? sinceramente preferisco un consiglio costruttivo.

io ho dei ragazzi cognitivamente in grado di capire l'uso del Lei, ma con problemi relazionali, diciamo una certa immaturità, per cui hanno l'abitudine di dare del tu all'insegnante di sostegno, anche per il rapporto di maggiore confidenza che, lo sappiamo, noi di sostegno abbiamo con gli alunni.

Sappiamo bene che alle medie è prassi diffusa, ma anche alle superiori può capitare, con casi più o meno gravi.

Dunque, se come dice Benny con alcuni alunni è impossibile farsi dare del Lei, e se alcuni alunni ti danno del tu è illogico pretendere il Lei dal resto della classe, e permettere queste confidenze è diseducativo, allora evidentemente per noi di sostegno il problema c'è.

Ma più probabilmente non c'entra il tu o il Lei. Quelli sono dei cafoni convinti che il docente di sostegno non si debba impicciare dei fatti loro e debba fare la balia dell'alunno disabile e basta. Per loro non mi dovevo permettere di riprenderli, dato che non sono "la loro insegnante". Poi comunque molti sono venuti a scusarsi (spaventati dal preside) e il problema è in parte rientrato, ma io mi sono chiesta se non fosse il caso di mettere maggiore distanza tra me e gli alunni. Riflettendo, però, mi sono resa conto che per noi di sostegno è più difficile, per il rapporto di confidenza che abbiamo con gli alunni disabili (non dite di no). E con loro si scherza, si ride anche, ebbene sì... si confidano, piangono, li consoliamo... e voglio sperare che non sia questo il problema.


Ultima modifica di Puccina il Gio Dic 29, 2011 9:55 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25642
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Gio Dic 29, 2011 8:15 pm

Tabeta ha scritto:
Benny è stato un po' pesantino, ma credo che sia vero che quando degli alunni si prendono troppe libertà è forse necessario rivedere il modo di rapportarsi. Lo dico anche per me. Un'altra cosa, secondo me non dovrebbero nemmeno chiamarci "prof." che nell'abbreviazione assume un alone un po' troppo confidenziale.


Attenzione che la rigidità spesso porta a risultati opposti a quelli attesi. Siamo comunque nel 2012 e, volenti o meno, ci si deve adattare alla nuova realtà sociale, cercando ovviamente l'equilibro corretto e non tollerando atteggiamenti maleducati o irriverenti.
Tornare in alto Andare in basso
clarissa



Messaggi : 769
Data d'iscrizione : 23.10.09

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Gio Dic 29, 2011 9:16 pm

gugu ha scritto:

Attenzione che la rigidità spesso porta a risultati opposti a quelli attesi. Siamo comunque nel 2012 e, volenti o meno, ci si deve adattare alla nuova realtà sociale, cercando ovviamente l'equilibro corretto e non tollerando atteggiamenti maleducati o irriverenti.
Quoto pienamente. Ancora oggi sono in contatto con alunne di una quinta avuta qualche anno fa, rapporto meraviglioso, fatto di stima, rispetto e correttezza: tutte le alunne (e dico tutte) mi chiamavano "prof". Non ci vedevo nulla di male e soprattutto non ci vedevo alcun segno di "eccessiva confidenza". Certo, ogni classe è una realtà a sé, perciò potremmo trovare mancanza di rispetto anche in chi ci chiama tranquillamente "professoressa". Siamo adulti e siamo in grado di capire quando un alunno si prende troppe libertà, ma non necessariamente le vedo legate all'uso dell'abbreviazione "prof".
Tornando al topic, mi è capitato tempo fa di avere un collega che ha utilizzato il "lei" con gli studenti di una classe molto particolare, difficile, un po' maleducata in generale. Sarà un caso ma questa "strategia" ha portato frutti: gli alunni si sono sentiti forse più considerati, e durante le sue ore non facevano la confusione che di solito tutti lamentavamo. A parte questo caso, non ho mai visto dare del lei agli studenti e sinceramente non sarebbe nelle mie corde.
OT: posso permettermi di dire una cosa a Benny? Non so qual era lo spirito con cui davi consigli alla collega ma, per quanto quello che hai scritto è condivisibile, qui sul forum non saliamo in cattedra quando ci confrontiamo o ci consigliamo a vicenda... Bye! XD
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Ven Dic 30, 2011 1:23 am

gugu ha scritto:
Tabeta ha scritto:
Benny è stato un po' pesantino, ma credo che sia vero che quando degli alunni si prendono troppe libertà è forse necessario rivedere il modo di rapportarsi. Lo dico anche per me. Un'altra cosa, secondo me non dovrebbero nemmeno chiamarci "prof." che nell'abbreviazione assume un alone un po' troppo confidenziale.


Attenzione che la rigidità spesso porta a risultati opposti a quelli attesi. Siamo comunque nel 2012 e, volenti o meno, ci si deve adattare alla nuova realtà sociale, cercando ovviamente l'equilibro corretto e non tollerando atteggiamenti maleducati o irriverenti.
Non credo di essere rigida. Credo però che alcuni paletti potrebbero aiutare a recuperare un rapporto un po' più gerarchico che, almeno nelle due scuole che ho avuto la ventura di conoscere, manca del tutto. Insomma, non li vedo come prerogative del docente per mandato divino, li vedo come leve strategiche per instaurare un dialogo più proficuo.
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Ven Dic 30, 2011 1:27 am

Comunque a me entrare in una classe di persone maggiorenni, mai incontrate prima, votanti e patentati, e dare loro del tu ricevendone in cambio il lei, mi sembra ancora piuttosto strano...
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25642
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Ven Dic 30, 2011 9:15 am

Tabeta ha scritto:
Comunque a me entrare in una classe di persone maggiorenni, mai incontrate prima, votanti e patentati, e dare loro del tu ricevendone in cambio il lei, mi sembra ancora piuttosto strano...



E' importante capire se ti pare strano perchè prima lavoravi in un settore diverso o se la stranezza è legata al post precedente ovvero credere di avere più attenzione dalla classe solo perchè dai del Lei. Dopotutto uno studente votante e patentato che si permette di disturbare il docente in continuazione mi pare non abbia ancora raggiunto la soglia della corretta convivenza fra adulti, tanto da meritarsi il Lei ("Lei lì in fondo, la smetta di disturbare con i di Lei compagni e di fare alla sottoscritta boccacce e suoni poco gentili appena si gira verso la lavagna").
Tornare in alto Andare in basso
Puccina



Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 05.05.11

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Ven Dic 30, 2011 11:17 am

gugu ha scritto:
Tabeta ha scritto:
Comunque a me entrare in una classe di persone maggiorenni, mai incontrate prima, votanti e patentati, e dare loro del tu ricevendone in cambio il lei, mi sembra ancora piuttosto strano...



E' importante capire se ti pare strano perchè prima lavoravi in un settore diverso o se la stranezza è legata al post precedente ovvero credere di avere più attenzione dalla classe solo perchè dai del Lei. Dopotutto uno studente votante e patentato che si permette di disturbare il docente in continuazione mi pare non abbia ancora raggiunto la soglia della corretta convivenza fra adulti, tanto da meritarsi il Lei ("Lei lì in fondo, la smetta di disturbare con i di Lei compagni e di fare alla sottoscritta boccacce e suoni poco gentili appena si gira verso la lavagna").

: D ah ah ah... credo che proverò!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Ven Dic 30, 2011 12:29 pm

vi racconto il commento di mio figlio quando era in v superiore.

mamma, la prof di biologia ci dà del lei!!

sono contenta tesoro, siete grandi, significa che vi rispetta come persone.

mamma, la prof di biologia ci darà anche del lei, ma è una gran str... meglio ci desse del tu e non facesse preferenze verso quei due o tre perchè sono fighi!!

Non è l'allocuzione che crea il rispetto, secondo me.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Ven Dic 30, 2011 1:41 pm

gugu ha scritto:
Tabeta ha scritto:
Comunque a me entrare in una classe di persone maggiorenni, mai incontrate prima, votanti e patentati, e dare loro del tu ricevendone in cambio il lei, mi sembra ancora piuttosto strano...



E' importante capire se ti pare strano perchè prima lavoravi in un settore diverso o se la stranezza è legata al post precedente ovvero credere di avere più attenzione dalla classe solo perchè dai del Lei. Dopotutto uno studente votante e patentato che si permette di disturbare il docente in continuazione mi pare non abbia ancora raggiunto la soglia della corretta convivenza fra adulti, tanto da meritarsi il Lei ("Lei lì in fondo, la smetta di disturbare con i di Lei compagni e di fare alla sottoscritta boccacce e suoni poco gentili appena si gira verso la lavagna").

Allora, la questione che mi pongo non è principalmente legata alla disciplina. In quinta sono adulti e maggiorenni e alla loro età mi dava particolarmente fastidio chi mi dava del tu (adesso che ne ho 42 e entro in un negozio, se mi danno del tu, son contenta!!!). Secondariamente, mi chiedo che riflessi abbia sulla disciplina. Io ad ogni modo ogni tanto mi sento a disagio a dare del tu a questi adulti che mi danno del lei.
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Ven Dic 30, 2011 1:43 pm

Ire ha scritto:
vi racconto il commento di mio figlio quando era in v superiore.

mamma, la prof di biologia ci dà del lei!!

sono contenta tesoro, siete grandi, significa che vi rispetta come persone.

mamma, la prof di biologia ci darà anche del lei, ma è una gran str... meglio ci desse del tu e non facesse preferenze verso quei due o tre perchè sono fighi!!

Non è l'allocuzione che crea il rispetto, secondo me.
Che discorsi!! Chiaramente, se mi tirano una pistolettata dandomi del lei non è che son più contenta! Ma questo non significa che la forma non conti.... Se ti chiamano "hey, tu" che ne pensi? Se invece di dire "può ripetere?" ti dicono "ehhh?" non cambia?
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Dare del lei agli studenti   Ven Dic 30, 2011 1:44 pm

Ire ha scritto:
vi racconto il commento di mio figlio quando era in v superiore.

mamma, la prof di biologia ci dà del lei!!

sono contenta tesoro, siete grandi, significa che vi rispetta come persone.

mamma, la prof di biologia ci darà anche del lei, ma è una gran str... meglio ci desse del tu e non facesse preferenze verso quei due o tre perchè sono fighi!!

Non è l'allocuzione che crea il rispetto, secondo me.
Comunque non darei nemmeno tanta corda a studenti che dicono che i docenti fanno preferenze.
Tornare in alto Andare in basso
 
Dare del lei agli studenti
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» Dare una speranza agli A036 e A037!!!
» Agli occhi di Dio sono tutti uguali.
» Affidare la Chiesa agli Atei
» la mia strada ......sperando possa dare forza ed aiutare davvero nel suo piccolo.
» Wedding kit-wedding bag

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: