Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Violaxxx



Messaggi : 664
Data d'iscrizione : 08.09.11

MessaggioOggetto: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Lun Gen 16, 2012 11:56 pm

Sto insegnando storia e geografia in classi 5 di una scuola primaria. In classe ho un bambino che è arrivato in Italia l'anno sorso, quindi ha fatto la classe 4° in Italia, ma ha imparato a parlare nel giro di breve infatti ora parla correttamente l'italiano. Però è un caso difficile perchè non ha regole, non studia, fa ciò che vuole, fa il bullo, risponde male anche alle insegnanti ecc.
Per me è il primo incarico, e una mia collega (più esperta senza dubbio) durante le udienze ha detto alla mamma di questo bambino che si sarebbe potuto ridurre la quantità di cose da studiare per lui e/o preparagli riassunti o schemi semplificati, e verifiche ovviamente anch'esse semplifcate.
Vorrei sapere, è lecito "personalizzare" e facilitare i questo modo il programma per un bambino normodotato (anzi, ha un anno in più dei compagni)?
Inoltre, io non sono molto propensa perchè lui innanzitutto non se lo merita, non si impegna ed è estremamente maleducato, e poi secondo me le capacità le ha. Ci sono altri due bambini in classe normodotati ma con difficoltà a scuola, eppure per loro non hanno proposto facilitzioni...
Cosa ne pensate?
Tornare in alto Andare in basso
Violaxxx



Messaggi : 664
Data d'iscrizione : 08.09.11

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mar Gen 17, 2012 8:53 am

Vi prego, è importante...
Tornare in alto Andare in basso
tata matilda



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 25.10.11

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mar Gen 17, 2012 1:25 pm

Secondo me non è giusto. Ha le capacità? E allora dovete pretendere da lui le stesse cose che pretendete dagli altri.
Quali sono le motivazioni che potreste addurre all'utilizzo di prove semplificate? Che "non studia, non fa i compiti e risponde male alle maestre"??? Ottime motivazioni davvero... :-/ Capisci bene che è ridicolo....
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25630
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mar Gen 17, 2012 1:40 pm

Violaxxx ha scritto:
Vi prego, è importante...


Ovviamente la situazione va valutata in base alla capacità linguistiche dell'allievo e non al fatto che sia antipatico o maleducato.
Se per voi il livello di conoscenza della lingua raggiunto è identico a quello degli altri non è necessaria alcuna azione compensativa, laddove invece le difficoltà linguistiche siano determinanti nell'insuccesso potete intervenire attraverso prove diversificate. In ogni caso alla fine del 5 anno dovrete certificare le capacità totali sugli stessi indicatori utilizzati per gli altri allievi (senza misure compensative).
Tornare in alto Andare in basso
Violaxxx



Messaggi : 664
Data d'iscrizione : 08.09.11

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mar Gen 17, 2012 8:09 pm

Gugu, io non me ne ero neanche accorta che fosse straniero, non l'ho dedotto, perchè lui secondo me parla come un bambino italiano, infatti quando ho saputo che questo è il secondo anno scolastico che affronta in Italia, sono rimasta incredula. Ha avuto un apprendimento precoce della lingua. Consideriamo anche il fatto che ha un anno in più degli altri.
La mia collega sostiene che lui sì parla bene, ma la costruzione complessa delle frasi a livello semantico ecc. lui non l'ha ancora raggiunta del tutto.
Poi non intendevo antipatico, ma indisponente sì...ti fa il verso quando parli, non ti ascolta, si impone facendo il bullo coi compagni, picchiandoli anche. Questo certo non mi invoglia ad avere clemenza con lui..
Tornare in alto Andare in basso
mariac756



Messaggi : 511
Data d'iscrizione : 24.02.11

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mar Gen 17, 2012 8:46 pm

Scusa, hai preso in considerazione le cause di questo comportamento? perchè si è trasferito in Italia? Cosa ha lasciato alle sue spalle? si tratta di adozione internazionale?... Io credo che un docente dovrebbe porsi tante domande... insegnare è qualcosa di più che far apprendere nozioni o raggiungere obiettivi programmat i.... ti consiglio di leggere "diario di scuola" di Pennac... troverai degli spunti di riflessione importanti...
in bocca al lupo
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mar Gen 17, 2012 8:50 pm

Secondo me ha ragione la tua collega. Un conto è sapere l'italiano standard, un altro è studiare le materie scolastiche in italiano. Il linguaggio specifico è difficile anche per gli stessi italiani!
In ogni caso la personalizzazione degli apprendimenti nel primo ciclo è ancora prevista dalla normativa. E non è una cosa che si fa solo per chi se la merita, anzi!
Tornare in alto Andare in basso
zuneta



Messaggi : 256
Data d'iscrizione : 10.10.10

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mar Gen 17, 2012 9:38 pm

Io ho un alunno arrivato in Italia a settembre del 2010, dopo un anno parla molto bene l'italiano, ma non posso dire che nella costruzione delle frasi sia sempre corretto, anzi e allo stesso modo capisco la sua difficoltà nello studio dovuto alla difficoltà nel capire la terminologia specifica. Lo scorso anno abbiamo lasciato che si privilegiasse l'italiano, quest'anno svolge le stesse prove degli altri, però io tengo in cosiderazione il fatto che per lui capire la terminologia è più difficile, mentre non accetto quando non risponde ma perchè non ha provato a studiare.
Tornare in alto Andare in basso
Violaxxx



Messaggi : 664
Data d'iscrizione : 08.09.11

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mar Gen 17, 2012 10:10 pm

MARIAC756: Hai ragione, ma quando pur con tutte le buone intenzione, ti trovi in classe un alunno che ti manda a fanc..lo, fa quello che vuole non studia, non fa i compiti, gioca durante le ore di lezione, non ti dà il diario quando glielo chiedi, semina il terrore tra i compagni facendoli obbedire ai suoi ordini e menandoli...bè, credo che la clemenza ti passi e che una bella raddrizzata ci voglia! Anche nei confronti dei compagni, perchè non è giusto che subiscano le sue angherie e si sorbicano prediche e urla ogni gg x colpa sua. Ritengo che lui debba ridmensionarsi, non sentirsi superiore agli altri e nel diritto di comportarsi da tiranno...in pratica deve abbandonare l'atteggiamento da bullo.

Il discorso è che a me così facendo sembra di premiarlo, mentre lui non ha alcun motivo di essere premiato oggi come oggi! Non vorrei che lo vivesse come un privilegio. Ad ogni modo se dovrò farlo lo farò, semplificherò alcuni concetti, alleggerirò leggermente il programma, ma non di più. Anche perchè in classe ci sono altri bambini che fanno fatica, ma x loro non si interviene. Comunque lui non si impegna, non studia proprio ecco...
Tornare in alto Andare in basso
ori79



Messaggi : 1284
Data d'iscrizione : 14.06.11

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mar Gen 17, 2012 10:34 pm

Il punto e' che dovremmo andare incontro ad una scuola che offre programmi individualizzati e per chi se non per coloro che hanno difficoltà? Parlerà bene ma dopo 2 anni o e' un genio o non può conoscere bene la lingua italiana, che e' complicatissima! Poi lo punirai per il comportamento ma in un altro momento
Tornare in alto Andare in basso
Violaxxx



Messaggi : 664
Data d'iscrizione : 08.09.11

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mar Gen 17, 2012 11:30 pm

Allora mi chiedo: perchè solo per lui e non per gli altri due bambini che hanno evidenti difficoltà a scuola?
Comnque il discorso di punire il comportamento lo dovrò per forza porare avanti parallelamente al discorso "facilitazione"...
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mer Gen 18, 2012 5:18 pm

Violaxxx ha scritto:
Allora mi chiedo: perchè solo per lui e non per gli altri due bambini che hanno evidenti difficoltà a scuola?
Chi ha detto che per gli altri non puoi farlo? Come ti ho già detto è anche previsto dalla normativa, oltre che dettato dal buon senso.

Violaxxx ha scritto:
Comnque il discorso di punire il comportamento lo dovrò per forza porare avanti parallelamente al discorso "facilitazione"...
Sono d'accordo. I due aspetti non vanno confusi. Siate intransigenti dal punto di vista del comportamento, sospendetelo se se lo merita, ma dal punto di vista didattico concedete tutte le personalizzazioni necessarie.
Tornare in alto Andare in basso
tata matilda



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 25.10.11

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mer Gen 18, 2012 6:53 pm

Scusate ma io continuo a pensare che non ci siano gli estremi per concedergli un programma facilitato...Violaxxx dice che il bambino ha una buona padronanza dell'italiano e possiede le capacità...allora in base a cosa fargli seguire una programmazione facilitata, in base al fatto che ha problemi comportamentali?? A me non sembra una buona motivazione..
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mer Gen 18, 2012 6:56 pm

Infatti non è quella la motivazione. Come dice la stessa Viola, la sua collega ha notato difficoltà linguistiche: è questo il motivo per cui è necessaria una personalizzazione.
Tornare in alto Andare in basso
Violaxxx



Messaggi : 664
Data d'iscrizione : 08.09.11

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mer Gen 18, 2012 8:17 pm

Lei le ha notate, io no, ma d'accordo, lo conosce da più tempo di me, quello che mi scoccia è che altri bambini che vanno sempre male in tutte le materie, fino ad ora non abbiano mai fatto differenze...e sono in quinta ormai...per cui mi chiedo, su quale criterio si possono (o devono?) fare programmi e verifiche diverse? Su quale fatto io posso dire ce fa fatica perchè è più indietro di altri o perchè semplicem. non studia? Se non so queste cose, come posso sapere quando è il caso di applicare queste differenziazioni.....
Tornare in alto Andare in basso
mariac756



Messaggi : 511
Data d'iscrizione : 24.02.11

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mer Gen 18, 2012 8:42 pm

Ciao, io sono sempre dell'idea che dovete cercare di capire il perchè di questo atteggiamento di sfida, se si tratta di un adozione intenazionale è perfettamente normale che sia così... cmq per quanto riguarda gli altri bambini tu sei liberissima di fare delle programmazioni diffrenziate, oppure attività semplificate, se le tue colleghe non lo ritengono opportuno vuol dire che per loro il conseguimento di obiettivi minimi basta ed avanza...
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mer Gen 18, 2012 9:59 pm

Guarda Viola, io faccio appello alla normativa che non è mai stata abrogata e che quindi è ancora in vigore. Mi riferisco per es. alle indicazioni di Fioroni. In teoria il percorso va personalizzato per tutti. Se lo faccio io alle medie, a maggior ragione si può fare alle elementari. Ovvio che poi si cerca di raggruppare il più possibile, altrimenti non ce la fai a star dietro a tutto, soprattutto in classi numerose o se hai tante classi. Quindi si possono fare, per es., le verifiche a livelli. Magari la stessa verifica ma graduata, dove sai che i più bravi faranno tutti gli esercizi, mentre quelli in difficoltà ne faranno magari solo metà, ma che per loro è una metà densa di significato e che quindi verrà considerata come sufficienza o anche di più. Non so se rendo l'idea. E' giusto aiutare tutti i bambini in difficoltà, di qualsiasi tipo, non solo DA, DSA o certificati vari, hai proprio ragione su questo.
Tornare in alto Andare in basso
Puccina



Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 05.05.11

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mer Gen 18, 2012 10:57 pm

io ricordo anche delle indicazioni particolari per gli stranieri, con l'invito a semplificare, schematizzare, differenziare le verifiche e a tener conto del contenuto più della forma. ricordo che ce le aveva lette il preside in consiglio, pochi anni fa. non so se era una circolare o cosa.

io sono alle superiori, ma credo che a maggior ragione valga alle elementari. Quindi oltre alla possibilità di fare una didattica personalizzata per tutti i bambini, per uno straniero la cosa è particolarmente opportuna.

Questi non sono favori che noi facciamo agli studenti... è nostro dovere. Se ne ravvisi la necessità per altri alunni, usa lo stesso materiale e le stesse prove anche per loro.

Per la maleducazione, hai tutta la mia solidarietà... capisco che non sia facile. Coraggio!
Tornare in alto Andare in basso
Violaxxx



Messaggi : 664
Data d'iscrizione : 08.09.11

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mer Gen 18, 2012 11:08 pm

mariac756 ha scritto:
Ciao, io sono sempre dell'idea che dovete cercare di capire il perchè di questo atteggiamento di sfida, se si tratta di un adozione intenazionale è perfettamente normale che sia così... cmq per quanto riguarda gli altri bambini tu sei liberissima di fare delle programmazioni diffrenziate, oppure attività semplificate, se le tue colleghe non lo ritengono opportuno vuol dire che per loro il conseguimento di obiettivi minimi basta ed avanza...

MARIAC756: sì, un'adozione, ma ora è in questa famiglia tral'altro benestante, che lo vizia in tutto e per tutto. Lui in classe non ascolta, fa quello che vuole, se lo rimproveri o anche solo se lo esorti a fare il suo dovere, ti risponde con strafottenza, una strafottenza eccessiva per n bambino di quell'età. Se pretendi il diario x dargli una nota, non te lo dà, ti riempie di parolacce, ti ride in faccia ecc. Spesso rend le lezioni impossibili distraedosi x tutto il tempo, rendendo necessari continui richiami che interrompono inevitabilmente la lezioe, distraendo i compagni che in questo modo non riescono ad apprendere nulla. Inoltre abitualmente picchia i compagni, sia con pugni e calci dati con forza, sia con semplici pizzicotti...insomma x lui è normale ogni tanto girarsi picchiare col righello la compagna, o farle cose simili. Fa il bullo persino sul pulmino, impdendo ai compagni di sedersi sui tanti ambiti posti "in fondo", perchè ci và lui e decide lui chi può sedersi accanto a lui (abitudine che voglio fargli perdere ad ogni costo). Credimi, è molto stressante averlo in classe e mi dispiace anche x i compagni, perchè impedisce loro di vivere in un clima sereno di classe...
Una cosa ti chiedo, come faccio a sapere quali sono gli obiettivi minimi?Prendere il 6?
Tornare in alto Andare in basso
Violaxxx



Messaggi : 664
Data d'iscrizione : 08.09.11

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mer Gen 18, 2012 11:13 pm

Valerie ha scritto:
Guarda Viola, io faccio appello alla normativa che non è mai stata abrogata e che quindi è ancora in vigore. Mi riferisco per es. alle indicazioni di Fioroni. In teoria il percorso va personalizzato per tutti. Se lo faccio io alle medie, a maggior ragione si può fare alle elementari.

La questione è capire e stablire in quali casi un bambino deve usufruire di una programmaz. individualizzata e in quali invece non gli spetta, perchè magari è semplice disimpegno....non è facile stabilirlo...si rischia in questo modo di agevolare o penalizzare qualcuno...
Tornare in alto Andare in basso
Puccina



Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 05.05.11

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mer Gen 18, 2012 11:28 pm

se è un'adozione di un bimbo grande, credo che sia assolutamente comprensibile. Con quello che può aver visto in un orfanotrofio per anni, mi sa che si comporta fin troppo bene. Il fatto che ora sia in una famiglia benestante non può certo cancellare anni di abbandono, magari anche di abusi.

Difficile che un ragazzino si comporti in questo modo senza una ragione seria, men che meno per il semplice fatto di essere viziato.

Non è possibile avere l'aiuto di uno psicologo, per lui e per voi, che vi dia qualche indicazione su come prenderlo?
Tornare in alto Andare in basso
Violaxxx



Messaggi : 664
Data d'iscrizione : 08.09.11

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Mer Gen 18, 2012 11:34 pm

Puccina ha scritto:

Non è possibile avere l'aiuto di uno psicologo, per lui e per voi, che vi dia qualche indicazione su come prenderlo?
Abusi nn credo, certo non deve essere stata facil, ma ora la sua via è cambiata, e in meglio, per cui deve cambiare anhe lui...Non possiamo fargli passare il fatto che piccha, fa il bullo, e fa ciò che vuole solo x il suo trascorso...Sennò poi ci ritroviamo in Italia delinquenti e personaggi poco edificanti...Insomma deve "civilizzarsi". Piacebbe anche a me avere l'aiuto di psicologi o neuropsichiatri o figure competenti che possan darci una mano...come si può fare?
Tornare in alto Andare in basso
Puccina



Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 05.05.11

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Gio Gen 19, 2012 12:27 am

se i bambini che vengono grandi con l'adozione al 90% fanno così è perché l'ambiente dell'orfanotrofio è violento e imparano a difendersi in questo modo. io ho sentito cose tremende su quello che i più grandi fanno sui piccoli. Poi i bambinio reagiscono in modo diverso... ci sono quelli che hanno paura di tutto e si fanno la pipì addosso, e quelli che diventano aggressivi e violenti.
Non dico di fargliele passare, però certo bisogna capire che non può cambiare modo di fare di colpo. Sono cose che si superano in anni, e bisogna essere aiutati e seguiti. Non vuol dire molto che ora lo trattano bene... ci metterà tempo. Non è un adulto.

Io ti consiglierei di porti delle priorità e fare un percorso graduale.
Non impuntarti su aspetti secondari, come il fatto che voglia sedersi dove vuole in pulmino, o che senta la musica in classe. Cerca di trovare un compromesso. Parlagli e vieni ad un accordo: ti annoi? stai attento a questo esercizio e poi puoi ascoltare la musica... vuoi sederti dove vuoi? va bene, ma durante il viaggio ti comporti bene... non prenderlo di petto davanti a tutti, perché se no per orgoglio fa il matto...
poi piano piano gli chiederai sempre di più.

io avevo un ragazzo molto difficile in classe... ricordo che gli altri professori li faceva morire... me no. Io non gli rompevo le scatole per cose futili (che so, altri lo sgridavano perché teneva il cappellino in classe... a me non poteva fregare di meno), e lui faceva il bravo. solo qualche volta che si è impuntato l'ho preso da parte, gli ho detto che capivo che si annoiava lì dentro, che gli altri in confronto a lui erano dei bimbi, che non doveva provocarmi perché io non potevo fargliela passare, ma che se lui mi faceva lavorare in pace io non gli avrei rotto le scatole sul cappellino, o la bibita, o la cicca...e altre stupidate di cui non mi fregava niente.
beh, ha funzionato, e piano piano sono anche riuscita a coinvolgerlo in alcune attività. Quando è scappato in Romania, per fuggire dal padre che gli faceva mangiare i mozziconi di sigaretta, mi è dispiaciuto molto.
Tornare in alto Andare in basso
mariac756



Messaggi : 511
Data d'iscrizione : 24.02.11

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Gio Gen 19, 2012 9:42 am

Violaxxx questo atteggiamento è comprensivo, a casà farà lo stesso, mette alla prova tutti quanti... va compreso ed aiutato, non credere che a lui faccia piacere fare così, ha paura di fidarsi di nuovo, ha paura d'essere deluso... è ferito, anche se sta in una famiglia benestante le sue ferite sono ancora lì, ci vorrà tanta pasienza e tanto tempo... tu sei la sua insegnante hai due scelte o cercare di capirlo e avvicinarti a lui con dolcezza, anche quando fa il bullo, prenderlo in disparte e cercare qualcosa che vi accomuni... creare un legame speciale, o lasciar perdere, in questo momento le prove semplificate e tutto il resto per lui non contano nulla... tu che vuoi fare? Per quanto riguarda gli altri... aiutali ad accettarlo, qualche giorno che non è presente parlatene, parlate della sua storia "diversa" e di cosa ognuno di loro possa fare per aiutarlo... fatelo sentire parte della classe e non un elemento di disturbo... dovete mettervi in gioco tutti...dirigente, genitori, insegnanti, bambini.... se vi sta a cuore
è difficile ma si può fare e parlo per esperienza.
Tornare in alto Andare in basso
Violaxxx



Messaggi : 664
Data d'iscrizione : 08.09.11

MessaggioOggetto: Re: E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?   Gio Gen 19, 2012 10:46 pm

Puccina ha scritto:
Io ti consiglierei di porti delle priorità e fare un percorso graduale. Non impuntarti su aspetti secondari, come il fatto che voglia sedersi dove vuole in pulmino, o che senta la musica in classe. Cerca di trovare un compromesso. Parlagli e vieni ad un accordo: ti annoi? stai attento a questo esercizio e poi puoi ascoltare la musica... vuoi sederti dove vuoi? va bene, ma durante il viaggio ti comporti bene... non prenderlo di petto davanti a tutti, perché se no per orgoglio fa il matto...
poi piano piano gli chiederai sempre di più.

Ti ringrazio, proverò a pormi piccoli obiettivi x volta, poi pian piano aumenterò ciò che si pretende da lui...Certo non sarà x niente facile. Solo oggi ha tirato una piedata a una maestra, non credo apposta ma tirando calci è prevedibile che ciò accada, la quale si è messa a piangere dal dolore e speriamo che non gliel'abbia rotta.
Tornare in alto Andare in basso
 
E' giusto faciltare le prove ad un bambino normodotato?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» le prove
» [Articolo] Il bambino "troppo" amato - Processo a mamma e nonni
» Il Giusto rapporto con il Sesso. (funny)
» Mario Balotelli, l'eroe del giorno è stato un bambino abbandonato
» quanto costa adottare un bambino?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: