Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 L'autorevolezza:che cos'è esattamente?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Ale78



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 02.11.10

MessaggioOggetto: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Sab Gen 21, 2012 7:04 pm

Premesso che è impossibile tratteggiare una figura di insegnante perfetto ed ideale, perchè ogni docente ha una sua precisa personalità, vorrei tuttavia riflettere con voi su quali possano essere gli errori da evitare se si vuole instaurare una buona relazione educativa che duri nel tempo.
Ad esempio dare troppa confidenza agli alunni è sicuramente sbagliato e controproducente, però anche un atteggiamento troppo inflessibile ed autoritario può finire per non portare a nulla di buono; noto che i colleghi più apprezzati dagli alunni sono quelli che hanno una certa età ed una notevole esperienza, che appaiono severi, anche se a volte tale rispetto nasconde più che altro un timore verso l'insegnante più che una vera stima.
Premesso che l'autorevolezza scaturisce da un insieme di fattori, secondo voi quale di questi elementi contribuisce di più a creare quel clima di disciplina e rispetto reciproco che tanto giova all'apprendimento e alla maturazione dell'alunno? Conta di più la rigidità sulle regole e la severità oppure sono determinanti altri fattori (creatività, carisma personale)?
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Sab Gen 21, 2012 7:30 pm

Purtroppo le domande - pur giuste - sono frutto, secondo me, della deriva psicopedagogica attuale che è entrata a gamba tesa nella Scuola e che ha complessificato e distorto il rapporto alunno-docente (a cominciare dalla Ssis, totalmente gestita dal mondo accademico); essa è fatta per la maggior parte da personale esterno esterno al mondo della Scuola (psicologi e pedagogisti) oppure da personale interno al mondo della Scuola che conformisticamente si è adeguato, mutandone oggetti, procedure e linguaggi. Come terzo fattore, l'autorevolezza dell'insegnante oggi è solo in parte "controllabile" dall'insegnante stesso o dal Preside (cioè dall'interno della Scuola) ed invece ha come locus of control il mondo sociale esterno alla Scuola che ha una rappresentazione svalutata dei saperi e della funzione della scuola (scollegata dal mondo dell'università e del lavoro) e degli insegnanti (meri dipendenti pubblici, al pari degli impiegati del Pubblico Impiego, e per di più lavoratori part-time di fatto a stipendio pieno).

Nel momento in cui la Scuola ha perso la funzione di ascensore sociale (sia per la democratizzazione dell'accesso universitario, con cui peraltro sono d'accordo e sia per l'imbuto esistente nel mondo del lavoro per i giovani), i saperi delle discipline che essa veicola - attraverso i quali educa - non sono considerati importanti come un tempo, per cui la Scuola era necessaria per "andare avanti nella vita". I mass-media e la Politica degli ultimi 20 anni ci hanno consegnanto questo nuovo modello.

Per concludere, quindi, si potrebbero dire molte belle cose dal punto di vista psicologico e pedagogico sull'autorevolezza (rintracciabili in molti bei manuali, libri o riviste) ma alla fine la questione risente di molte variabili intervenienti esterne alla questione alla Scuola e all'insegnante.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Sab Gen 21, 2012 7:40 pm

RICOPIO IL MIO POST PRECEDENTE: ERA PIENO DI ERRORI.

Purtroppo le domande che poni - pur giuste - sono frutto, secondo me, della deriva psicopedagogica attuale (1) che è entrata a gamba tesa nella Scuola e che ha complessificato e distorto il rapporto alunno-docente; tale atteggiamento "psicopedagogico" è attuato per la maggior parte da personale esterno esterno (2) al mondo della Scuola (psicologi e pedagogisti, docenti universitari, a cominciare dalla Ssis, totalmente gestita dal mondo accademico) oppure da personale interno al mondo della Scuola che conformisticamente si è adeguato a tale prospettiva, mutuandone oggetti, procedure e linguaggi e non rivendicando una propria specificità di azione, che pur si deve appoggiare sulle acquisizioni delle moderne scienze psico-socialli. 3) Come terzo fattore, l'autorevolezza dell'insegnante oggi è solo in parte "controllabile" dall'insegnante stesso o dal Preside (cioè dall'interno della Scuola) ed invece ha come locus of control il mondo dell'extra-scuola che ha una rappresentazione svalutata dei saperi e della funzione della Scuola (scollegata dal mondo dell'università e del lavoro) e degli insegnanti (meri dipendenti pubblici, al pari degli impiegati del Pubblico Impiego - anch'essi svalutati -, e per di più, a differenza degli impiegati pubblici, lavoratori part-time di fatto a stipendio pieno).

Nel momento in cui la Scuola ha perso la funzione di ascensore sociale (sia per l'accesso ai new-media; sia per la democratizzazione dell'accesso universitario, con cui peraltro sono d'accordo; sia per l'imbuto esistente nell'accesso al mondo del lavoro per i giovani), i saperi delle discipline che essa veicola - e attraverso i quali educa - non vengono più considerati importanti come un tempo, quando la Scuola era necessaria per "andare avanti nella vita". A questo riguardo, cioè relativamente a cosa serva per "andare avanti nella vita", i mass-media e la Politica degli ultimi 20 anni ci hanno consegnanto nuovi modelli, opposti ai modelli del sapere.

Per concludere, quindi, si potrebbero dire molte belle cose dal punto di vista psicologico e pedagogico sull'autorevolezza (rintracciabili in molti bei manuali, libri o riviste) ma alla fine la questione risente di molte variabili intervenienti esterne alla Scuola e all'insegnante.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Sab Gen 21, 2012 10:04 pm

Io consiglio ancora, scusate se insisto, il blog e il libro di Isabella Milani: oltre a utili consigli pratici ci sono interessanti riflessioni su ciò che dice Luca.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Sab Gen 21, 2012 10:28 pm

Valerie, hai ragione, su tuo suggerimento sono andata sul blog della professoressa Milani e devo dire che per esempio i suoi consigli su come entrare in classe nel mio caso hanno sortito l'effetto desiderato ;-)
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Dom Gen 22, 2012 11:49 am

Grazie del consiglio, Valerie. Non conoscevo il sito. Forse ordino l'e-book. Spero che non sia come i soliti manualetti Erickson et similia psico-peda-miracolistici, applicabili solo nella classe immaginaria degli autori, psico-pedagogisti mai stati in un'aula scolastica ma poi inapplicabili in una nostra classe reale : )
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Dom Gen 22, 2012 12:05 pm

No Luca, non è uno dei soliti manualetti. Sono consigli veri e soprattutto pratici, con tanto di esempi reali, scritto in una lingua reale. Di chi la scuola la vive sulla sua pelle. Di una prof con le palle (perdonami l'espressione poco ortodossa, ma rende bene l'idea) che ammette le proprie difficoltà, che è riuscita a trovare una soluzione nelle classi reali e che vuole aiutare i suoi colleghi. L'ho letto più volte, ogni volta imparo qualcosa. Ho messo in pratica i suoi consigli e funzionano. Non è che leggendolo si diventa d'un tratto come lei, ma si può cominciare a lavorarci su!
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Dom Gen 22, 2012 6:34 pm

> Di una prof con le palle (perdonami l'espressione poco ortodossa, ma rende bene l'idea)
Allora sei tu, ho potuto leggerti in alcuni interventi su cose spicciole, didattica etc. e mi sembravano buoni i consigli pratici che davi. So poi che insegni francese : )
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Dom Gen 22, 2012 6:49 pm

Sì, uso lo stesso nick (valerie) sia su questo forum che sul blog di Isabella Milani per commentare i suoi post. E lei risponde sempre.
La cosa che mi piace di più di lei è che, diversamente da tanti colleghi esperti che ho incontrato, cerca di mettere la sua esperienza al nostro servizio. Sì, insomma, cerca di insegnare i "trucchetti" per gestire le classi. E sono trucchetti pratici, non teorici. E poi è sincera: ammette di non essere "nata imparata". Tanti altri invece si limitano a guardarti con sufficienza per non dire compiacimento quando ti vedono in difficoltà, come se sapessero insegnare da sempre e non avessero fatto la nostra stessa gavetta... Magari avesse scritto il libro qualche anno fa quando ho iniziato a insegnare! Avrei evitato di fare un sacco di errori ;-)
Tu cosa insegni? Ti ho visto intervenire spesso nei topic riguardanti la religione...
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Dom Gen 22, 2012 9:24 pm

Mi metti proprio curiosità di 'sto libro. Domani ricarico postepay e spendo i 6eurini per la versione e-book.

Non t'ho letto nel blog della Milani, t'ho letto qua.

> Tanti altri invece si limitano a guardarti con sufficienza per
> non dire compiacimento quando ti vedono in difficoltà
Tipiche le frasi: "Ma con me sono agnellini" (e riesce difficile immaginarsi degli agnellini, 'sti ragazzetti) e poi scopri che anche con loro fan quasi le stesse cose. Io pensavo che colleghe 50enni avessero tutto sotto controllo e poi magari scopri che noi 30enni sappiamo tenere meglio la classe. Già... nessuno nasce imparato, soprattutto quando hai a che fare con i ragazzi che cambiano di giorno in giorno e di anno in anno e di ora in ora.

> Ti ho visto intervenire spesso nei topic riguardanti la religione...
Oh no, Valerie. Non sono mai intervenuto (o quasi) sulla religione : )
Sono intervenuto su un argomento ben diverso e molto più semplice: che tutti gli insegnanti devono essere pagati uguale, che non è giusto che alcuni insegnanti abbiano scatti anche da precari, che non è giusto che - una volta di ruolo - abbiano rinnovi di contratto biennali anzichè triennali come gli altri, che non è giusto che i rinnovi dei contratti per alcuni siano solo sullo stipendio-base mentre per altri siano su stipendio-base+IIS, che non è giusto che gli anni di preruolo siano calcolati al 66% per alcuni mentre per altri tutti al 100%, che non è giusto che alcuni vengano stabilizzati autonomamente dopo quattro anni di precariato (anche a cattedra non completa) mentre altri debbano aspettare l'assunzione in ruolo.

Ma soprattutto che abbiano organico sganciato dal numero degli alunni, talchè anche con soli due alunni avvalentisi ci deve essere un insegnante di classe, perchè quei due alunni - A DIFFERENZA DI QUELLO CHE AVVIENE PER SECONDA LINGUA - non possono essere accorpati ad altre classi... perchè ovviamente le competenze religiose sono importanti delle competenze comunicative in una lingua straniera.

E pure che in prima elementare si facciano due ore di religione e un'ora di inglese; che in seconda elementare inglese sia a pari merito orario di religione (2 ore); e che nel triennio inglese abbiamo solo un'ora in più (3 ore) di religione. E che la lingua opzionale in quarta e in quinta elementare abbia un'ora (contro le due di religione). Ma dico, non si potrebbe fare un'ora di religione alle elementari come in tutti gli altri gradi di scuola e soprattutto che non si tolgano ore alle lingue, che son così importanti per il lavoro?

Scusa il trip mentale, come al solito.

Insegno filosofia.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Lun Gen 23, 2012 10:27 pm

Guarda Luca, sulle questioni che hai citato mi trovi d'accordo in linea teorica... in pratica diciamo che non ne capisco molto e nemmeno me ne curo. Sono stata immessa in ruolo da concorso ordinario 4 anni fa, prima facevo l'impiegata. Per 14 anni ho preferito fare un lavoro che mi piacesse meno piuttosto che entrare nel vortice del precariato. Così, quando sono approdata a scuola, mi è sembrato di arrivare in paradiso. Lasciatemi quest'illusione finché dura, poi comincerò a entrare nel merito di certe questioni... Dopo tanti anni a parlare di soldi, a tradurre cataloghi e manuali d'uso e manutenzione, non mi è sembrato vero potermi dedicare alla pura e semplice lingua straniera e aver a che fare con le persone invece che con i numeri.
Insegni al liceo? Filosofia era una delle mie materie preferite, anche se il mio prof era decisamente soporifero. Mi ricordo però un supplente che è stato da noi una settimana. Era giovanissimo, arrivava in jeans, barba incolta e ci faceva intrippare in discussioni lunghissime su cose apparentemente scontate, tipo l'origine della parola "mamma". Penso di aver capito cos'era la filosofia più in quei pochi giorni con lui che in tre anni con il nostro prof... Non posso dire che fosse autorevole, di sicuro non era autoritario. Eppure eravamo tutti attenti e non volava una mosca. Sarà perché ci parlava di cose davvero interessanti?
Comunque i 6 eurini saranno ben spesi, scommettiamo? ;-)
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Lun Gen 23, 2012 11:37 pm

> Mi ricordo però un supplente che è stato da noi una settimana.
> Era giovanissimo, arrivava in jeans, barba incolta e ci faceva intrippare
Se se... Sappiamo perchè vi faceva intrippare...
Sorry, non ero io.

> in pratica diciamo che non ne capisco molto e nemmeno me ne curo
Perfetto, da domani facciamo che gli insegnanti di francese prendono meno di quelli di inglese (perchè sai, l'inglese è importante); e quelli di italiano prendono meno di quelli di matematica (perchè sai, la cultura scientifica è il futuro). E vediamo come ti interessi - di botto - che gli insegnanti di religione prendono di più e gli viene ricostruita la carriera anche da precari.

P.S. 1 - Gli insegnanti di religione delle medie prendono come gli insegnanti di religione delle superiori; mentre tu, se insegni francese alle medie, prendi meno di una tua collega che insegna francese alle superiori.

P.S. 2 - Goditi la Scuola (da quel che racconti, ti piace ed è molto meglio di quel che facevi)... e dagli interventi che fai qui, sembri anche brava : ) E quindi ti devono pagare come la tua collega di religione, cribbio!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Mar Gen 24, 2012 6:16 pm

LucaPS ha scritto:
P.S. 2 - Goditi la Scuola (da quel che racconti, ti piace ed è molto meglio di quel che facevi)... e dagli interventi che fai qui, sembri anche brava : ) E quindi ti devono pagare come la tua collega di religione, cribbio!

:-))))
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Mar Gen 24, 2012 8:56 pm

carigna83 ha scritto:
LucaPS ha scritto:
P.S. 2 - Goditi la Scuola (da quel che racconti, ti piace ed è molto meglio di quel che facevi)... e dagli interventi che fai qui, sembri anche brava : ) E quindi ti devono pagare come la tua collega di religione, cribbio!

:-))))

Ragazzi, siete troppo forti!!! Comunque tra sembrare e essere ce ne passa! Ma sì, lo ammetto, mi piace proprio. Per tutto il primo anno entravo a scuola camminando a due metri da terra. E a volte mi capita ancora oggi.
Comunque sì, un giorno prima o poi mi incxxxxxò anche io!

P.S. Per Carigna, tu l'hai letto il libro di Isabella? Ti è piaciuto?

P.S. Per Luca: ma anche i miei compagni maschi (tra l'altro in maggior numero allo scientifico, almeno ai miei tempi) erano intrippati... e poi non me lo ricordo per quello... davvero!!! Certo che sei proprio forte! Mi sa che anche i tuoi alunni si intrippano ;-)
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Mar Gen 24, 2012 10:50 pm

> ma anche i miei compagni maschi erano intrippati...
Oh povera Valerie! In che classe eri capitata? I compagni maschi che invece di intripparsi e fare la corte alla compagna Valerie (che... se sei tu nella foto ed eri così o simile anche da alunna, altro che intripparsi... Ma di più...) si intrippavano per il giovane prof. di filo con la barba incolta e jeans? Ma eri in una classe normale? Muahhahaha...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Mar Gen 24, 2012 11:06 pm

@LucaPS ha ragione Valerie, sei troppo forte :-)
@Valerie ho intenzione di comprare il libro ma non l'ho ancora comprato anche perché al momento sono sommersa dai vari manuali di lingua, letteratura e linguistica per prepararmi a questo benedetto tfa (che nemmeno si sa se alla fine parte o no). Ho comunque dato un'occhiata al blog e ho trovato utili in particolare i consigli su come entrare in classe, finalmente i miei ragazzi stanno in silenzio quando entro e hanno capito come comportarsi.
Comunque è verissimo che gli stessi ragazzi si permettono di fare delle cose con alcuni professori e con altri no a seconda di chi si trovano di fronte, per esempio dopo una volta in cui ho rimproverato i ragazzi di primo anno perché erano troppo chiacchieroni per i miei gusti (si tratta della classe più vivace della scuola), una ragazza mi ha ingenuamente detto: "Prof ma anzi con lei siamo calmi, dovrebbe vedere le torture che facciamo a quella di arte!"
Ammetto che il sentimento che ho provato è stato un misto di pena per la collega e sollievo per il fatto che con me si comportassero meglio!
Allo stesso tempo, però, sono cosciente del fatto che con il professore di fisica, che ha molti anni di esperienza alle spalle, nessuno si permette nemmeno di fiatare. E' un tipo scherzoso al momento giusto ma anche fermo nelle sue decisioni e si fa rispettare molto dai ragazzi. Lui si che ha autorevolezza!
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Mar Gen 24, 2012 11:58 pm

Valerie e Carigna, mi spiace deludervi: non sono io il prof. di filo in jeans e barba incolta, Quello che sta facendo Valerie si chiama "transfert": lei trasferisce su di me l'intrippamento che aveva per il suo prof. in adolescenza. Ahimè.

Anch'io comprerò il libro consigliato da Valerie, anche se pure o son sommerso di libri e di compiti da correggere e ormai al solo pensiero di leggere qsa svengo. Forse dovrei farmi curare da Valerie, dal suo ottimismo e dai suoi camminamenti a Scuola due metri da terra : )




Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Mer Gen 25, 2012 12:01 am

> il professore di fisica
Carigna, il prof. di fisica insegna fisicaaa... Non so se hai presente cos'è la fisica: io ho ancora gli incubi di quando ero studente...

Io invidio gli insegnanti di matematica, fisica, chimica e di lingue: possono sempre prendere in castagna gli alunni : )
Tornare in alto Andare in basso
Tah-Dah!



Messaggi : 895
Data d'iscrizione : 02.01.12

MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Mer Gen 25, 2012 9:43 am

Per Carigna in questo caso comunque è sempre bene mostrarsi solidali tra prof. Sollievo a parte ricordatevi che le discipline sono molto differenti anche perchè nel caso in questione parliamo di attività di laboratorio
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Mer Gen 25, 2012 4:22 pm

@Tah-Dah sono solidale con la professoressa in questione, forse hai frainteso. Quello che volevo dire era che nella mia mente ho pensato (e stavo condividendo con voi qui nel forum i pensieri che erano emersi nella mia mente) qualcosa del tipo "poverina la collega ma meno male che con me non si permettono". Ovviamente in classe né ho chiesto ulteriori spiegazioni alla ragazza sui dettagli delle "torture" né ho fatto commenti, ho sedato il discorso dicendo che io comunque non ero ancora soddisfatta del loro comportamento in classe e non ho nemmeno parlato con gli altri colleghi né con la collega interessata dell'accaduto. In ogni caso per "arte" la ragazza intendeva storia dell'arte, nessuna attività di laboratorio.



@LucaPS Anche se non sei il prof in jeans e barba incolta (che ha sicuramente il suo fascino) sei ironico e autoironico e questa qualità vale ben più di una barba incolta e di un paio di jeans!
Riguardo al discorso sul prendere i ragazzi in castagna, ho ben presente di che parli visto che insegno lingue ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Mer Gen 25, 2012 4:51 pm

Questione differenze fra le varie materie: sono d'accordo, alcune materie si prestano più di altre a "far casino". Quando fai un'esercitazione orale di lingua straniera in una classe di 28 c'è da uscirne pazzi. Alla faccia dell'autorevolezza. Eppure bisogna farla, altrimenti quando mai impareranno?
Questione misto di compassione e sollievo: ti capisco. Credo di aver suscitato gli stessi sentimenti in alcune colleghe il primo anno di insegnamento. Per fortuna un paio di loro mi hanno anche dato una grossa mano con due classi terribili. Ora non sono il top in quanto a autorevolezza, ma nemmeno così sprovveduta, o forse ho classi migliori, non so, ma a volte mi sento come ti senti tu nei confronti di altre colleghe, come se fossi passata dall'altra parte della barricata. Ovvio che si è solidali. Insomma, non ovvio per tutti, ma per me. Però un sospiro di sollievo per, come si suol dire, "aver già dato" ci scappa.
Questione prendere in castagna gli alunni: non dipende dalla materia che si insegna, ma dalla stronzaggine innata dell'insegnante. Se sei "bastard inside" prendi in castagna anche se insegni ginnastica. Quando ero ragazzina e sognavo di fare l'insegnante ero proprio così. Purtroppo col tempo mi sono addolcita. Ora scommetto che alcuni miei colleghi mi considerano addirittura una rammollita. ;-)
Questione prof di filo: non dico più niente perché... stiamo degenerando!!! :-))))))))) ha ha ha
@Carigna perdonami, non mi ricordo che lingua insegni e dove. Io francese medie.


Ultima modifica di Valerie il Lun Feb 20, 2012 8:45 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Jeeg



Messaggi : 134
Data d'iscrizione : 13.11.10

MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Lun Feb 20, 2012 8:14 pm

Sai l'autorevolezza è una cosa che ti viene riconusciuta dagli altri. Magari un docente è molto competente e sa pure spiegare bene, ma non viene riconusciuto come autorevole dagli studenti. Giustamente parli di carisma, ma essere carismatici non è certo così comune e nessun insegnante in Italia viene selezionato in base a questo o più in generale per le sue qualità relazionali. Per me l'autorevolezza è aver presa in qualche modo sui ragazzi e non ha a che fare con la preparazione dell'insegnante.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Mar Feb 21, 2012 10:22 pm

@Valerie, leggo solo ora! Io ho insegnato l'anno scorso alle medie e quest'anno alle superiori, in entrambe le esperienze la lingua era l'inglese. Poi ho insegnato all'estero italiano in una scuola di lingue per adulti (facevo la lettrice), ma questo è un altro mondo eheh! Preferirei lavorare con lo spagnolo, ma non faccio di certo la schizzinosa, dove mi chiamano, corro! :-)
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Mar Feb 21, 2012 10:38 pm

carigna83 ha scritto:
@Valerie, leggo solo ora! Io ho insegnato l'anno scorso alle medie e quest'anno alle superiori, in entrambe le esperienze la lingua era l'inglese. Poi ho insegnato all'estero italiano in una scuola di lingue per adulti (facevo la lettrice), ma questo è un altro mondo eheh! Preferirei lavorare con lo spagnolo, ma non faccio di certo la schizzinosa, dove mi chiamano, corro! :-)
Allora in bocca al lupo per lo spagnolo (anche se poi però a parità di ore avresti più classi, almeno alle medie...) ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: L'autorevolezza:che cos'è esattamente?   Mar Feb 21, 2012 10:51 pm

Lo so, già 6 classi mi sembrano tantissime! Le prime due settimane servono solo ad apprendere i nomi dei ragazzi... figuriamoci con 9 classi! Però è la mia passione e avendo vissuto in Spagna per due anni e mezzo so di avere molto di più da offrire ai ragazzi rispetto al mio inglese accademico.
Tornare in alto Andare in basso
 
L'autorevolezza:che cos'è esattamente?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Esattamente un anno fà
» Kit acrilico Harmony... Cosa mi serve esattamente per fare il corso??

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: