Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 diventare idr?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 13 ... 22  Seguente
AutoreMessaggio
fufa78



Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 26.01.12

MessaggioOggetto: diventare idr?   Gio Gen 26, 2012 4:46 pm

Promemoria primo messaggio :

Parla un'Idr di scuola materna ,ancora per poco:

sono nuova del forum ma, in cerca su internet di qualcuno che condividesse il mio stesso stato d'animo, mi sono imbattuta in questo spazio, dove ho trovato, in una precedemte discussione, alcuni idr (non ricordo bene i loro nomi) che grazie al cielo hanno espresso chiaramente un pensiero che ha creato dentro di me un conflitto tale negli ultimi tempi, da portarmi alla decisione di finire questo anno scolastico e passare definitivamente nelle graduatorie di terza fascia dove, per altro, sono già iscritta. Sono felice di aver letto che altre persone siano arrivate a pensarla come me, perchè sono entrata in una profonda prostrazione emotiva e cominciavo a credere di avere io qualcosa che non va.
Non posso pretendere di parlare a nome di tutti gli Idr d'Italia e non voglio assolutamente svilire l'operato o le convinzioni di quanti svolgono questo lavoro con passione e determinazione, ma dal momento che leggo di persone che, prese dal bisogno di lavorare in tempi brevi ( com'è successo a me 7 anni fa), stanno pensando di scegliere questo canale "preferenziale", ci tengo a dire che devono essere pronte a mettere da parte molta, molta dignità.
Io personalmente, oggi come oggi, non consiglierei mai a nessuno di intraprendere questa strada e se fossi stata meno ingenua, anni fa, e magari meno inguaiata economicamente, mi sarei risparmiata tante frustrazioni e tante mortificazioni, oltre che tante crisi esistenziali, della serie " sono io o sono loro?"
Io ritengo che l'ora di religione , nel caso di specie alla materna, così come viene fatta oggi, ovvero 1 ora e mezza alla settimana su 16 sezioni, sia totalmente priva di dignità.
A parte il fatto che in un momento in cui si sta tagliando anche sulla carta igienica( mancherà poco che ci chiederanno di portarcela da casa)e l'ora di religione può benissimo essere considerata superflua, se proprio si vuole che ci sia, per mantenere viva una tradizione che comunque appartiene al nostro paese, allora dovrebbe essere riorganizzata TOTALMENTE, perchè così com'è, secondo me, è solo una presa di giro per tutti: per i bambini, per le loro famiglie ( alcune delle quali ci tengono veramente che si faccia religione), per le colleghe che a volte fanno orari ad hoc apposta per noi ( almeno questo è il mio caso in certi plessi) e soprattutto...per NOI che dobbiamo sforzarci di insegnarla!
Io in certe classi non riesco a fare un bel nulla, perchè è obbiettivamente impossibile riuscirci, in altre far colorare qualche disegno e far cantare qualce canzone non mi sembra un contributo così speciale, da giustificare il fatto che lo Stato versi uno stipendio apposta per qualcuno che si limiti a fare ciò.
Ho tentato più e più volte di riadattare la mia programmazione, il mio metodo, i miei strumenti didattici, ma la conclusione è sempre la stessa...ed io non sono una pelandrona! Ho preso molto seriamente il mio lavoro, finchè non mi sono resa conto che era un non senso. Da allora ho perso slancio e motivazione e ho cominciato a starci davvero molto male.
Sono stanca dei soprusi, delle guerre che mi tocca fare a settembre per la formulazione dell'orario, che comprende sempre i bisogni di tutti tranne i miei; e io devo abbozzare ogni volta, perchè altrimenti quelle colleghe, se vogliono, durante l'anno mi rendono la vita impossibile.
Sono stanca degli sguardi perplessi dei genitori, quando mi affidano i loro figli la mattina all'arrivo (come biasimarli, visto che non mi conoscono? E come potrebbero visto che ci sono solo un'ora alla settimana?!); stanca di avere le stesse precise responsabilità delle altre, quando è evidente a tutti che conto meno di una moneta falsa.
Sono anche stanca che il mio stile di vita si possa riflettere sul lavoro ( se volessi separarmi da mio marito? E' un puro esempio!).
Sono anche stanca della tracotanza del nostro nuovo direttore dell'ufficio scuola, che ci tratta come pezze per piedi da quando è arrivato e pensa che si sia tutte di sua proprietà.
La lista potrebbe diventare infinita, ma la sostanza è che se fossi in chi ci tiene a diventare Idr, pensando così di semplificarsi la vita, ci penserei due volte.
Vorrà pur dire qualcosa se da uno stipendio praticamente sicuro che posso continuare a prendere finchè durerà la "manna", preferisco buttarmi nell'incerto mare delle supplenze, io che ho solo 56 punti e che ho delle spese fisse mensili come chiunque abbia una famiglia ( mio marito è un operaio!)?!

Torno a dire che con questo intervento non voglio sminuire il lavoro di nessuno e che questo mio è da prendere alla stregua di uno sfogo, nella speranza di creare un dibattivo civile e costruttivo e niente di più e magari di trovare un po' di solidarietà.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Ven Feb 03, 2012 10:16 pm

Mel Gibson è stato troppo sanguinario. Ma il testo della Emmerick, da cui Gibson ha tratto il film, è molto bello. La Emmerick è una grande mistica tedesca e gode della considerazione della Chiesa. Le sue visioni sono molto realistiche e sono molto credibili. Diciamo che Gibson (cattolico) ha aggiunto molto sangue al racconto. Ma il libro della Emmerick (le sue consorelle hanno trascritto le sue visioni) è intriso di amore per Cristo.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Ven Feb 03, 2012 11:58 pm

Non conoscevo; ho letto qsa su wikipedia ora; non sapevo che fosse stata beatificata da GPII nell'ottobre 2004; su wikipedia si dice che la ricorrenza è il 9 febbraio, quindi giovedi prossimo.

Dice che ebbe delle visioni anche dell'angelo custode e, per rimanere in tema, posto un bel audiotesto sull'angelo custode di padre Pio...
http://www.reginamundi.info/preghiere-mp3/angelocustode.asp


Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Sab Feb 04, 2012 1:04 pm

LucaPS ha scritto:
Non conoscevo; ho letto qsa su wikipedia ora; non sapevo che fosse stata beatificata da GPII nell'ottobre 2004; su wikipedia si dice che la ricorrenza è il 9 febbraio, quindi giovedi prossimo.

Dice che ebbe delle visioni anche dell'angelo custode e, per rimanere in tema, posto un bel audiotesto sull'angelo custode di padre Pio...
http://www.reginamundi.info/preghiere-mp3/angelocustode.asp


Grazie, è molto bello l'audiotesto.
Anna Katharina Emmerick è stata dichiarata beata dalla Chiesa cattolica. E' morta nel 1824.
La Passione di Cristo è uscita nel febbraio 2004 negli USA, vietato ai minori. Due mesi dopo è uscito in Italia senza censura. Come giustamente hai detto, la Emmerick è stata beatificata in ottobre, il 3 ottobre, da Giovanni Paolo II.
Molti idr, tra cui io, pur avendo visto il film hanno preferito non farlo vedere agli alunni. C'è troppo sangue.
Tornare in alto Andare in basso
insegnare1974



Messaggi : 657
Data d'iscrizione : 29.09.10

MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Sab Feb 04, 2012 5:29 pm

giulia franchi 2010 ha scritto:

Bene! Ho scritto all'ISSR di Ancona per sapere se accettano iscrizioni in corso d'anno.
Ma questa signora è la direttrice dell'ufficio scuola?
Comunque, se adesso non stai lavorando ti conviene tentarle tutte: studiare scienze religiose, fare supplenze di IRC e di posto comune (se capitano). Mi sembra che tu abbia già una laurea, quindi ti sconteranno degli esami a scienze religiose.

Ciao Giulia. Non saprei: la signora suddetta si è presentata come la segretaria-responsabile dell'uff scuola...
A me, all'issr hanno detto che ad oggi ci si può iscrivere come uditore, dare gli esami e che comunque si ha l'obbligo di frequenza ugualmente.
Gli esami che mi accrediterebbero all'issr sarebbero 6 o 7, mentre nelle graduatoria curiale avrei diritto da subito a 25 punti per laurea pregressa.
Enrico: molto interessante l'articolo che hai postato. Dunque nelle Marche c'è penuria di idr, specie alle scuole d'infanzia e alla primaria...e quindi ci dovrebbero essere possibilità reali e da subito di avere una cattedra....buono a sapersi.
ciao e buona neve a tutti! ::))
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Sab Feb 04, 2012 8:05 pm

insegnare1974 ha scritto:
giulia franchi 2010 ha scritto:

Bene! Ho scritto all'ISSR di Ancona per sapere se accettano iscrizioni in corso d'anno.
Ma questa signora è la direttrice dell'ufficio scuola?
Comunque, se adesso non stai lavorando ti conviene tentarle tutte: studiare scienze religiose, fare supplenze di IRC e di posto comune (se capitano). Mi sembra che tu abbia già una laurea, quindi ti sconteranno degli esami a scienze religiose.

Ciao Giulia. Non saprei: la signora suddetta si è presentata come la segretaria-responsabile dell'uff scuola...
A me, all'issr hanno detto che ad oggi ci si può iscrivere come uditore, dare gli esami e che comunque si ha l'obbligo di frequenza ugualmente.
Gli esami che mi accrediterebbero all'issr sarebbero 6 o 7, mentre nelle graduatoria curiale avrei diritto da subito a 25 punti per laurea pregressa.
Enrico: molto interessante l'articolo che hai postato. Dunque nelle Marche c'è penuria di idr, specie alle scuole d'infanzia e alla primaria...e quindi ci dovrebbero essere possibilità reali e da subito di avere una cattedra....buono a sapersi.

Bene. Spero che tu riesca ad insegnare. Ti faccio tanti auguri! Tienici informata. Facciamo il tifo e preghiamo per te!
ciao e buona neve a tutti! ::))
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Sab Feb 04, 2012 8:19 pm

insegnare1974 ha scritto:
giulia franchi 2010 ha scritto:

Bene! Ho scritto all'ISSR di Ancona per sapere se accettano iscrizioni in corso d'anno.
Ma questa signora è la direttrice dell'ufficio scuola?
Comunque, se adesso non stai lavorando ti conviene tentarle tutte: studiare scienze religiose, fare supplenze di IRC e di posto comune (se capitano). Mi sembra che tu abbia già una laurea, quindi ti sconteranno degli esami a scienze religiose.

Ciao Giulia. Non saprei: la signora suddetta si è presentata come la segretaria-responsabile dell'uff scuola...
A me, all'issr hanno detto che ad oggi ci si può iscrivere come uditore, dare gli esami e che comunque si ha l'obbligo di frequenza ugualmente.
Gli esami che mi accrediterebbero all'issr sarebbero 6 o 7, mentre nelle graduatoria curiale avrei diritto da subito a 25 punti per laurea pregressa.
Enrico: molto interessante l'articolo che hai postato. Dunque nelle Marche c'è penuria di idr, specie alle scuole d'infanzia e alla primaria...e quindi ci dovrebbero essere possibilità reali e da subito di avere una cattedra....buono a sapersi.

Ciao! Di solito ci sono più posti alla materna e alla primaria. Da noi non si parla di punti. Credo che comunque 25 punti siano molti. Spesso i titoli di studio hanno molta importanza quando la curia deve scegliere gli idr.
Tienici informati!
ciao e buona neve a tutti! ::))
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Sab Feb 04, 2012 8:21 pm

A proposito di neve, qui hanno chiuso le scuole e il sistema ferroviario ha dei problemi.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Dom Feb 05, 2012 5:18 pm

Esco un attimo dal thread per confrontarmi con vuoi su una passo del Vangelo che non conoscevo e che mi invita - di fronte al dubbio - a pregare perchè intervenga la fede.

E' il vangelo di oggi: il miracolo della guarigione dall'influenza della suocera di Simone (Mc, 1 : 30). Fonti wikipedia (che prendiamo con le molle) affermano che accade questo episodio nel periodo in cui Simone viene accolto fra i suoi apostoli (quando Gesù visita la casa di Simone e Andrea in compagnia di Giacomo e di Giovanni a Cafarnao).

Ora, che Pietro abbia iniziato a frequentare Gesù e i discepoli dopo questo miracolo, che in pratica la fede di Pietro abbia avuto bisogno o comunque sia stata influenzata da questo miracolo, che essa sia in qualche modo una fede ex-post (il miracolo) e non ex-ante. Beh, insomma, sarei stato più contento se la fede di Pietro non avesse avuto bisogno di miracoli sensibili per credere, se non quello della fede; o comunque che i miracoli fossero venuti solo "dopo la chiamata" - magari per aumentare la fede - e non "ad usum vocationis".

Sarebbe per questo utile stabilire il periodo di questo episodio, proprio collocarlo temporalmente rispetto al cammino di fede di Simone e per dedurre quale influenza potrebbe avere avuto nella sua scelta. Pensavo infatti che solo Tommaso fosse stato l'incredulo della congrega ma, con questo episodio, anche Pietro ha dovuto essere destinatario di un miracolo (fatto sensibile) per credere.

Eh, speravo e desideravo tanto che le cose fossero diverse per Pietro : (



Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Dom Feb 05, 2012 10:25 pm

LucaPS ha scritto:
Esco un attimo dal thread per confrontarmi con vuoi su una passo del Vangelo che non conoscevo e che mi invita - di fronte al dubbio - a pregare perchè intervenga la fede.

E' il vangelo di oggi: il miracolo della guarigione dall'influenza della suocera di Simone (Mc, 1 : 30). Fonti wikipedia (che prendiamo con le molle) affermano che accade questo episodio nel periodo in cui Simone viene accolto fra i suoi apostoli (quando Gesù visita la casa di Simone e Andrea in compagnia di Giacomo e di Giovanni a Cafarnao).

Ora, che Pietro abbia iniziato a frequentare Gesù e i discepoli dopo questo miracolo, che in pratica la fede di Pietro abbia avuto bisogno o comunque sia stata influenzata da questo miracolo, che essa sia in qualche modo una fede ex-post (il miracolo) e non ex-ante. Beh, insomma, sarei stato più contento se la fede di Pietro non avesse avuto bisogno di miracoli sensibili per credere, se non quello della fede; o comunque che i miracoli fossero venuti solo "dopo la chiamata" - magari per aumentare la fede - e non "ad usum vocationis".

Sarebbe per questo utile stabilire il periodo di questo episodio, proprio collocarlo temporalmente rispetto al cammino di fede di Simone e per dedurre quale influenza potrebbe avere avuto nella sua scelta. Pensavo infatti che solo Tommaso fosse stato l'incredulo della congrega ma, con questo episodio, anche Pietro ha dovuto essere destinatario di un miracolo (fatto sensibile) per credere.

Eh, speravo e desideravo tanto che le cose fossero diverse per Pietro : (



Il brano a cui fai riferimento è MC 1,21-39. Confronta LC 5,38-43 e MT 8,14-18.
E' molto interessante il libro "La grande storia di Gesù" di Sandro Mayer e Osvaldo Orlandini.
Hai detto, giustamente, che sarebbe utile collocare questo momento temporalmente.
Già confrontando i tre Vangeli (MC, MT e LC) notiamo delle differenze nella collocazione temporale. Ormai credo che molti teologi siano dell'idea che sia importante soprattutto capire il punto di vista dello scrittore per poter capire perché ha inserito un brano ad un certo punto del suo scritto.
Effettivamente, leggendo il brano, la fede di Pietro è successiva al miracolo. Se leggi "La grande storia di Gesù", che comunque è una ricostruzione e non è né un documento storico né un documento di fede, Pietro viene scelto da Gesù come apostolo, ma in realtà non lo segue subito.
Nei corsi di Esegesi (interpretazione della Bibbia) ci veniva spiegato che proprio gli episodi diciamo meno positivi erano probabilmente quelli più realistici. Quindi, se Marco (che tra l'altro aveva scritto il suo Vangelo proprio basandosi sui racconti di Pietro) riporta questo episodio non positivo (il capo degli apostoli si converte dopo il miracolo del Signore, e non prima) probabilmente c'è qualcosa di vero. Come pure il fatto che Pietro avesse una suocera. Tra l'altro, il Vangelo di Marco non è neppure finito tra i Vangeli apocrifi, nonostante questi episodi.
Wikipedia dice:
"Due temi importanti del Vangelo secondo Marco sono il segreto messianico e l'ottusità dei discepoli. In questo vangelo Gesù ordina frequentemente di mantenere il segreto riguardo aspetti della sua identità e di particolari azioni.[7] Gesù utilizza parabole per spiegare il suo messaggio e realizzare profezie (4,10-12). Alle volte i discepoli hanno problemi a comprendere le parabole, ma Gesù ne spiega il significato, in segreto (4,13-20, 4,33-34). Non riescono neanche a comprendere le conseguenze dei miracoli che egli compie dinanzi a loro."
Quindi, usando le parole di Wikipedia, gli apostoli erano ottusi. Non capiscono le parabole e hanno bisogno di continue conferme da parte di Gesù. Non a caso, Gesù li critica e arriva a dire a Pietro di andarsene quando lui gli dice che non permetterà che venga messo in croce.
Secondo me, dal punto di vista teologico, la fragilità di Pietro e degli apostoli indica il bisogno dell'aiuto di Dio. Infatti Gesù aveva promesso l'invio dello Spirito Santo. Questo vuol dire che la fede è un dono di Dio.
Poi penso che il normale peccatore, leggendo la vicenda di Pietro, si senta incoraggiato a proseguire nel suo cammino di fede. Proprio perché se Gesù ha scelto Pietro come capo degli apostoli (lui che ha creduto dopo il miracolo fatto a sua suocera, lui che lo ha rinnegato) allora vuol dire che Gesù è disposto ad accogliere tutti nel suo regno.
Tra l'altro, Gesù ha scelto come apostoli anche Tommaso e Giuda Iscariota. Anche il "Vangelo di Giuda Iscariota", un'altra ricostruzione, è un libro interessante, perché si immagina come si giustificherebbe Giuda Iscariota.
Io a scuola parlo di persone emblematiche (ai bambini dico: persone difficili da capire): perché Giuda Iscariota ha tradito Gesù? Ricordiamo che poi si è impiccato. E Ponzio Pilato? Non sembra che abbia voluto liberare Gesù? Perché non lo ha liberato? Che cosa vuol dire: "Il suo sangue ricada su di voi". Profezia tristemente avverata: guarda che cosa è successo agli Ebrei nel corso dei secoli fino ad arrivare al periodo nazista.
Ed è sempre Pietro che combatteva contro Paolo sulla questione della circoncisione dei nuovi cristiani.
Secondo me tutto questo indica che solo lo Spirito Santo può indicarci la strada giusta. Altrimenti non basta assistere a dei miracoli. Pietro ne aveva visti di miracoli. Eppure ha rinnegato Gesù. Quello che serve è la fede. E la fede è un dono di Dio.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Dom Feb 05, 2012 11:02 pm

Grazie Enrico dello scritto; già, son d'accordo con quello che scrivi. E per essere d'accordo al 100% con quello che scrivi ho già stralciato - dopo aver chiesto parere a papa Gv XXIII - la faccenda del "sangue ricada su di voi" : )

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Dom Feb 05, 2012 11:12 pm

LucaPS ha scritto:
Grazie Enrico dello scritto; già, son d'accordo con quello che scrivi. E per essere d'accordo al 100% con quello che scrivi ho già stralciato - dopo aver chiesto parere a papa Gv XXIII - la faccenda del "sangue ricada su di voi" : )

Si, è lui che ha tolto il termine "perfidi Giudei" dalla liturgia. Gv XXIII è stato un grande papa. E' lui che con il concilio vaticano II ha reso la Chiesa migliore cercando, come diceva lui, parole nuove per comunicare il Vangelo.
Purtroppo direi che nel corso dei secoli, guardando la storia dei nostri fratelli maggiori (gli Ebrei), le parole di Pilato si sono avverate.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Dom Feb 05, 2012 11:13 pm

Se ci pensi, riguardo a questa figura così grande, dobbiamo aggiungere (oltre alla fede-ex post delll'episodio della suocera, all'entusiasmo dell' "io mai ti abbandonerò" al famoso gallo, passando per la spada del'orecchio del soldato) anche l'episodio apocrifo del "Domine, quo vadis?" degli Atti di Pietro di Leucio Carino, discepolo dell’apostolo Giovanni. Che riporto, perchè è troppo "raggelante".

“Santippe si accorse del consiglio del marito [Albino] ad Agrippa [Prefetto di Roma]
e mandò ad avvisare Pietro di uscire da Roma.

Anche gli altri fratelli, insieme a Marcello, lo scongiuravano di andarsene.

Ma Pietro rispose loro: ‘Dobbiamo dunque fuggire, o fratelli?’.

Quelli dicevano: ‘No, ma è perché tu puoi ancora servire il Signore’.

Pietro, dunque, ubbidendo ai fratelli, partì solo, dicendo: ‘Nessuno di voi esca con me;
mi travesto e me ne esco solo’.

Mentre però attraversava la porta, vide entrare in Roma il Signore.

Vedendolo gli disse: ‘Signore, come mai ti trovi qui?’.

Il Signore gli rispose: ‘Vado a Roma per essere crocifisso’.

Pietro gli chiese: ‘Signore, tu sei crocifisso di nuovo?’.

Gli disse: ‘Sì, Pietro, io sono crocifisso di nuovo’.

Allora Pietro rientrò in se stesso e vide il Signore salire al cielo.
Tornò pertanto a Roma lieto e glorificando il Signore,
perché lui stesso gli aveva detto: ‘lo sono crocifisso’, come doveva accadere a Pietro”.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Dom Feb 05, 2012 11:23 pm

Giusto!
San Pietro venne crocifisso a testa in giù. Nel luogo della sua crocifissione c'è il Vaticano.
Su quello che hai scritto c'è il film "Quo vadis", dove Pietro torna a Roma per essere crocifisso.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Dom Feb 05, 2012 11:39 pm

Già.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Dom Feb 05, 2012 11:42 pm

Ho sotto al mio poggiamano una bella immagine del Domine quo vadis di Carracci
http://it.wikipedia.org/wiki/Domine,_quo_vadis%3F

perchè quante volte mi si deve dire - io fuggitivo - "Ritorna sui tuoi passi, su", "Non svicolare", "Non devi evitare".

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Lun Feb 06, 2012 9:41 pm

LucaPS ha scritto:
Ho sotto al mio poggiamano una bella immagine del Domine quo vadis di Carracci
http://it.wikipedia.org/wiki/Domine,_quo_vadis%3F

perchè quante volte mi si deve dire - io fuggitivo - "Ritorna sui tuoi passi, su", "Non svicolare", "Non devi evitare".

Bella l'immagine!
Bravo: "Non svicolare"!
Ciao.
Tornare in alto Andare in basso
Mary M



Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 31.10.11

MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Dom Feb 12, 2012 10:06 pm

Nuuuuuu.... cosa mi sono persa!!!
Ma che tread lunghissimo senza di me! :-)

Innanzi tutto saluti tutti e poi vi dico... soprattutto a Fufa78... io ho lasciato RC e non me ne pento!
Stanca di tutto quello che hai descritto tu, perchè è la vera verità, ho lasciato l'icarico annuale di religione per le supplenze di terza fascia!
Ora ho una maternità su lettere e lavoro di più, guadagno di meno, il mio futuro è più incerto MA mi sento rispettata dai colleghi e dal DS, vado a scuola volentieri e sono felice!
Tornare in alto Andare in basso
insegnare1974



Messaggi : 657
Data d'iscrizione : 29.09.10

MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Lun Feb 13, 2012 10:47 am

Cara Mary M, ciò che dici fa riflettere. E' molto interessante e da "insegnamento" per quanti volessero intraprendere la strada dell'idr. Parli per esperienza diretta e per di piu' personale per cui non si può fare a meno che prestarti attenzione cercando di trarre, appunto, degli spunti per sé. Il fatto che tu abbia lasciato un posto "sicuro" da idr per lavorare da III fascia, beh è senz'altro una scelta coraggiosa e mi sa pure molto molto ragionata. Prima di fare un passo simile, visti i tempi che corrono dal punto di vista lavorativo, avrai senz'altro valutato bene antecedentemente i pro e i contri. E la conclusione finale è stata lasciare l'idr. E' ciò che mi sono sentita ripetere io da varie parti, non tutte, ma molte.
Ciao Mary M. Felice di aver letto un tuo intervento in questo topic.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Lun Feb 13, 2012 8:07 pm

Mary M ha scritto:
Nuuuuuu.... cosa mi sono persa!!!
Ma che tread lunghissimo senza di me! :-)

Innanzi tutto saluti tutti e poi vi dico... soprattutto a Fufa78... io ho lasciato RC e non me ne pento!
Stanca di tutto quello che hai descritto tu, perchè è la vera verità, ho lasciato l'icarico annuale di religione per le supplenze di terza fascia!
Ora ho una maternità su lettere e lavoro di più, guadagno di meno, il mio futuro è più incerto MA mi sento rispettata dai colleghi e dal DS, vado a scuola volentieri e sono felice!
Ciaooo! Sei tornata. Che bello. Attenta, magari torni anche a fare l'idr. Faccio una telefonata all'arcivescovo di Ferrara.
Comunque, se anche ti trovi bene dopo essere uscita dagli idr, sono contento che tu abbia trovato la tua strada.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Lun Feb 13, 2012 8:15 pm

Mary M ha scritto:
Nuuuuuu.... cosa mi sono persa!!!
Ma che tread lunghissimo senza di me! :-)

Innanzi tutto saluti tutti e poi vi dico... soprattutto a Fufa78... io ho lasciato RC e non me ne pento!
Stanca di tutto quello che hai descritto tu, perchè è la vera verità, ho lasciato l'icarico annuale di religione per le supplenze di terza fascia!
Ora ho una maternità su lettere e lavoro di più, guadagno di meno, il mio futuro è più incerto MA mi sento rispettata dai colleghi e dal DS, vado a scuola volentieri e sono felice!
Carissima! Finalmente sei tornata.
Ti sei persa una lunga discussione.
Intanto Enrico starà telefonando a Monsignor Paolo Rabitti, arcivescovo di Ferrara. Praticamente, la cattedra di religione al liceo classico di Ferrara è già tua.
Aiutaci a convincere Fufa a non lasciare la retta via e insegnare1974 a convertirsi alla cattedra di religione.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Lun Feb 13, 2012 8:23 pm

Non esageriamo, forse il liceo classico è troppo.
Poi non bisogna "convincere" Fufa e insegnare1974 ad insegnare religione.
Però credo che confrontare le varie esperienze sia molto interessante. Abbiamo un'ex idr (Mary M), un' idr in servizio che vuole uscire (Fufa) e una possibile idr (insegnare1974). Poi ci siamo io e Giulia, attuali idr.
C'è Luca PS, non idr ma molto interessati agli idr e alle relative questioni economiche.
Insomma, un gruppo estremamente interessante di insegnanti che possono confrontarsi e dire la loro opinione sull'irc.
A proposito, Mary M, c'è anche un forum sulla didattica della religione.
Se hai piacere, vai a controllarlo. Puoi dire la tua opinione. Sarebbe molto interessante, vista la tua lucidità nell'esprimere le tue opinioni.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Mer Feb 22, 2012 11:31 pm

A Enrico, Giulia, Mary, Insegnare74 e a quanti sono intervenuti in questo thread - e a me stesso - faccio gli auguri per utile tempo di Quaresima. Per chi volesse, ci sono meditazioni quotidiane della RV - che accompagnano il tempo di quest'anno - i cui titoli sembrano interessanti. Se non sono interessanti, non ho colpa : )

http://www.radiovaticana.org/orc/indiceCat.asp?RedaSel=40&CategSel=21

Mer 22.2 n. 1 Cambiare perché? Ritrovare il cuore e guarire dalla filautìa
Gio 23.2 n. 2 Il deserto, l’ascolto e la “radiosa tristezza” della Quaresima
Ven 24.2 n. 3 L’uomo vecchio e il vento dello Spirito. La forza della Resurrezione
Sab 25.2 n. 4 Tiepidezza / Amore
Dom 26.2 n. 5 Ingordigia / Essenzialità
Lun 27.2 n. 6 Lussuria / Dominio di sè
Mar 28.2 n. 7 Avarizia / Generosità
Mer 29.2 n. 8 Tristezza / Gioia
Gio 1.3 n. 9 Malizia / Benignità, purezza di cuore
Ven 2.3 n. 10 Cupidigia / Magnanimità
Sab 3.3 n. 11 Gola / Temperanza
Dom 4.3 n. 12 Ira / Sdegno
Lun 5.3 n. 13 Accidia / Passione
Mar 6.3 n. 14 Vanagloria / Umiltà
Mer 7.3 n. 15 Consumismo / Gratuità e solidarietà
Gio 8.3 n. 16 Arroganza / Mitezza
Ven 9.3 n. 17 Superbia / Umiltà
Sab 10.3 n. 18 Rassegnazione / Speranza
Dom 11.3 n. 19 Gelosia / Unione
Lun 12.3 n. 20 Rancore / Perdono e memoria
Mar 13.3 n. 21 Protagonismo / Fraternità
Mer 14.3 n. 22 Diffidenza / Fiducia
Gio 15.3 n. 23 Indifferenza / Compassione
Ven 16.3 n. 24 Lusso / Sobrietà
Sab 17.3 n. 25 Invidia / Condivisione
Dom 18.3 n. 26 Cinismo / Ingenuità e attesa
Lun 19.3 n. 27 Ricchezza / Povertà
Mar 20.3 n. 28 Istinto / Moderazione e prudenza
Mer 21.3 n. 29 Chiusura / Accoglienza
Gio 22.3 n. 30 Giudizio /Misericordia
Ven 23.3 n. 31 Furbizia / Semplicità di cuore
Sab 24.3 n. 32 Violenza / Pace
Dom 25.3 n. 33 Grandezza / Servizio
Lun 26.3 n. 34 Autosufficienza / Preghiera
Mar 27.3 n. 35 Ostilità / Compassione
Mer 28.3 n. 36 Pigrizia / Partecipazione e vigilanza
Gio 29.3 n. 37 Paura / Bontà e fortezza
Ven 30.3 n. 38 Individualismo / Comunione
Sab 31.3 n. 39 Ipocrisia / Apertura di cuore
Dom 1.4 n. 40 Orgoglio / Amor proprio e amore del prossimo. Amore
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Mer Feb 22, 2012 11:37 pm

LucaPS ha scritto:
A Enrico, Giulia, Mary, Insegnare74 e a quanti sono intervenuti in questo thread - e a me stesso - faccio gli auguri per utile tempo di Quaresima. Per chi volesse, ci sono meditazioni quotidiane della RV - che accompagnano il tempo di quest'anno - i cui titoli sembrano interessanti. Se non sono interessanti, non ho colpa : )

http://www.radiovaticana.org/orc/indiceCat.asp?RedaSel=40&CategSel=21

Mer 22.2 n. 1 Cambiare perché? Ritrovare il cuore e guarire dalla filautìa
Gio 23.2 n. 2 Il deserto, l’ascolto e la “radiosa tristezza” della Quaresima
Ven 24.2 n. 3 L’uomo vecchio e il vento dello Spirito. La forza della Resurrezione
Sab 25.2 n. 4 Tiepidezza / Amore
Dom 26.2 n. 5 Ingordigia / Essenzialità
Lun 27.2 n. 6 Lussuria / Dominio di sè
Mar 28.2 n. 7 Avarizia / Generosità
Mer 29.2 n. 8 Tristezza / Gioia
Gio 1.3 n. 9 Malizia / Benignità, purezza di cuore
Ven 2.3 n. 10 Cupidigia / Magnanimità
Sab 3.3 n. 11 Gola / Temperanza
Dom 4.3 n. 12 Ira / Sdegno
Lun 5.3 n. 13 Accidia / Passione
Mar 6.3 n. 14 Vanagloria / Umiltà
Mer 7.3 n. 15 Consumismo / Gratuità e solidarietà
Gio 8.3 n. 16 Arroganza / Mitezza
Ven 9.3 n. 17 Superbia / Umiltà
Sab 10.3 n. 18 Rassegnazione / Speranza
Dom 11.3 n. 19 Gelosia / Unione
Lun 12.3 n. 20 Rancore / Perdono e memoria
Mar 13.3 n. 21 Protagonismo / Fraternità
Mer 14.3 n. 22 Diffidenza / Fiducia
Gio 15.3 n. 23 Indifferenza / Compassione
Ven 16.3 n. 24 Lusso / Sobrietà
Sab 17.3 n. 25 Invidia / Condivisione
Dom 18.3 n. 26 Cinismo / Ingenuità e attesa
Lun 19.3 n. 27 Ricchezza / Povertà
Mar 20.3 n. 28 Istinto / Moderazione e prudenza
Mer 21.3 n. 29 Chiusura / Accoglienza
Gio 22.3 n. 30 Giudizio /Misericordia
Ven 23.3 n. 31 Furbizia / Semplicità di cuore
Sab 24.3 n. 32 Violenza / Pace
Dom 25.3 n. 33 Grandezza / Servizio
Lun 26.3 n. 34 Autosufficienza / Preghiera
Mar 27.3 n. 35 Ostilità / Compassione
Mer 28.3 n. 36 Pigrizia / Partecipazione e vigilanza
Gio 29.3 n. 37 Paura / Bontà e fortezza
Ven 30.3 n. 38 Individualismo / Comunione
Sab 31.3 n. 39 Ipocrisia / Apertura di cuore
Dom 1.4 n. 40 Orgoglio / Amor proprio e amore del prossimo. Amore

Grazie! E' come fare un ritiro spirituale. Se vuoi puoi guardare il topic sulla "didattica della religione" e dirci il tuo punto di vista. Ho messo delle schede sulla storia della Chiesa, sugli evangelisti e sulle case al tempo di Gesù. Ci sono titoli di CD e vari siti citati. Io ho citato religiocando come sito per i disegni.
Così, se hai aggiunte o considerazioni da fare ci dai delle idee.
Con la meditazione che ci hai proposto ci hai dato degli spunti di riflessione cristiana molto importanti. Grazie!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Mer Feb 22, 2012 11:43 pm

Grazie Luca PS!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: diventare idr?   Mer Feb 22, 2012 11:44 pm

Grazie Luca PS. Saresti stato un ottimo insegnante di religione.
Tornare in alto Andare in basso
 
diventare idr?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 22Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 13 ... 22  Seguente
 Argomenti simili
-
» Diventare rivenditori Crystal nails
» Come diventare Master o Trainer, quali corsi fare e con quali aziende?
» diventare rivenditore di zona
» Paleoantropologia - novità
» Le persone ciniche sbagliano poi di tanto ?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: