Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Didattica della religione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 9:48 pm

Apro un nuovo argomento: la didattica della religione.
L'insegnante di religione fa riferimento agli obiettivi specifici di apprendimento (O.S.A.) quando insegna religione.
La religione è insegnata in quattro gradi di scuola.
Nella scuola materna (scuola d'infanzia) si chiama attività volte all'insegnamento della religione. Un'ora e mezza alla settimana.
Nella scuola primaria ci sono due ore alla settimana di religione.
Nelle scuole secondarie di primo e di secondo grado c'è un'ora di religione.
Io direi di affrontare il programma dal punto di vista del fare. Direi che è meglio segnalare quei siti che, come religiocando, forniscono materiali e consigli per la didattica.
Le riviste più diffuse sono:
- L'Ora di religione, per la scuola d'infanzia e per la scuola primaria.
- Insegnare Religione, per le scuole secondarie di primo e di secondo grado.
Entrambe le riviste sono edite dalla LDC.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 9:57 pm

Parto dalla scuola elementare.
La 5^.

A settembre inizio parlando della comunità cristiana delle origini. Almeno, io faccio così. Poi parlo di San Pietro e di San Paolo.
A ottobre parlo delle persecuzioni dei primi cristiani, dell'editto di tolleranza, del monachesimo e di San Francesco.
A novembre: le crociate, la Riforma protestante, Lutero.
A dicembre: Calvino, Enrico VIII e le conseguenze della Riforma protestante.
A gennaio: il Concilio di Trento, le conseguenze del Concilio di Trento, i missionari, i santi di oggi. In particolare Don Bosco.
Il mese di febbraio: i sette sacramenti.
A marzo: ebraismo e islam.
Ad aprile: le religioni orientali.
A maggio: l'anno liturgico.
A giugno rimane poco. Riflessione sulla struttura della Chiesa: come viene eletto un Papa.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 10:00 pm

Direi che va bene. Grosso modo è lo schema seguito da molti idr.
E' interessante il fatto che approfondisci la liturgia e i sette sacramenti.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 10:02 pm

Grande Enrico! Sono d'accordo sulla scelta della programmazione di giugno (cosa rimangono a giugno, solo due ore?). Muahaha (riso satanico).
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 10:04 pm

Per l'anno liturgico io specifico che gli anni sono di tre tipi:
- A: si legge il Vangelo di Matteo;
- B: si legge il Vangelo di Marco; (adesso)
- C: si legge il Vangelo di Luca.
Il Vangelo di Giovanni viene letto soprattutto durante le feste.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 10:06 pm

LucaPS ha scritto:
Grande Enrico! Sono d'accordo sulla scelta della programmazione di giugno (cosa rimangono a giugno, solo due ore?). Muahaha (riso satanico).
Bene! Ci sei anche tu.
A giugno rimangono due settimane o quasi. Quando finiamo? L'11 giugno?
In alcune classi 2 ore, in altre quattro ore. Per quanto riguarda giugno.
Ti interessa l'elezione del Sommo Pontefice?
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 10:15 pm

Enrico, non si capiva che il mio tono sulla misera programmazione sulla gerarchia della Chiesa a giugno era ironica? E mi chiedi se mi interessa l'elezione del Sommo Pontefice? Io ho subito pensato che manca qualcosa sui Comandamenti e sulla versione evangelica dei Comandamenti, che - secondo me - sono le Beatitutini ma penso tu la faccia negli anni precedenti, che i bambini son piccoli e riescono a capire cosa significa fame, sete, malato, freddo, mantello, etc. etc.

Io do il mio piccolo contributo perchè tempo fa mi ero scaricato un articolo che mi serviva anche per la mia didattica

http://www.elledici.org/periodici/testi/inre/riforma%204.pdf

soprattutto per la distinzione tra alcune strategie didattiche:
a) induzione guidata
b) mappe concettuali
c) in gruppo
d) scrittura creativa
e) produzione di ipertesti
f) la ricerca
g) l'esposizione
h) il dibattito
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 10:17 pm

Ancora sull'anno liturgico.
Con l'Avvento inizia il nuovo anno liturgico.
Ne sto parlando anche in 3^. Molti si preparano alla Prima Comunione. Alcuni fanno i chierichetti o ministranti.
Durante l'Avvento il sacerdote indossa paramenti di colore viola. Segno di attesa. Nell'arcidiocesi di Milano c'è il rito ambrosiano e le domeniche d'avvento sono 6. Nel rito latino le domeniche sono 4.
Natale. Colore Bianco. Dalla mezzanotte di Natale al Battesimo di Gesù, prima domenica dopo l'Epifania.
Tempo ordinario, colore verde, segno di speranza. Dal lunedì dopo il Battesimo di Gesù al martedì che precede il mercoledì delle ceneri.
Quaresima, colore viola, segno di attesa e di penitenza. Dal mercoledì delle Ceneri alla prime ore del Giovedì Santo.
Poi c'è il triduo pasquale. Bianco giovedì e sabato. Rosso il venerdì.
Tempo di Pasqua. Bianco. 50 giorni, nel giorno di Pentecoste viene usato il rosso.
Poi c'è il secondo periodo ordinario. Con la festa di Cristo Re dell'universo termina l'anno liturgico. Con l'Avvento inizia il nuovo anno liturgico.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 10:25 pm

Sì, la faccenda dei colori è bella: non serve neanche "mediarla" ai bambini; è già per i bambini (1). Come pure la faccenda dei "gesti" (2), dei gesti che si fanno segni - mi ha fatto venire in mente quando hai citato i ministranti: se ci pensate sono già "alla portata di bambino". Del resto anche le parabole sono per bambini... Se non diventerete come bambini... La religione è stata fatta sempre di gesti e riti, comprensibili ai più piccoli e che parlano alla nostra parte-bambina, che poi è l'unica a cui Dio parla... anche se quaggiù siamo professoroni, banchieri, capi di Stato o papi. Vedrete come saremo bambini quando ci troveremo soli davanti a Dio: ci faremo la pipì addosso e non potremmo neanche chiedere di andare "in processione" in bagno al maestro : )
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 10:26 pm

LucaPS ha scritto:
Enrico, non si capiva che il mio tono sulla misera programmazione sulla gerarchia della Chiesa a giugno era ironica? E mi chiedi se mi interessa l'elezione del Sommo Pontefice? Io ho subito pensato che manca qualcosa sui Comandamenti e sulla versione evangelica dei Comandamenti, che - secondo me - sono le Beatitutini ma penso tu la faccia negli anni precedenti, che i bambini son piccoli e riescono a capire cosa significa fame, sete, malato, freddo, mantello, etc. etc.

Io do il mio piccolo contributo perchè tempo fa mi ero scaricato un articolo che mi serviva anche per la mia didattica

http://www.elledici.org/periodici/testi/inre/riforma%204.pdf

soprattutto per la distinzione tra alcune strategie didattiche:
a) induzione guidata
b) mappe concettuali
c) in gruppo
d) scrittura creativa
e) produzione di ipertesti
f) la ricerca
g) l'esposizione
h) il dibattito
Ottimo. Il documento è dell'elledici. Bravo, sei proprio sceso nello specifico, non avevo vistoquesto documento.
Si, comunque è vero, i comandamenti si trattano in 3^. Però sono trattati anche a catechismo. Nel nostro caso sono la Legge di Dio a Mosé. Le Beatitudini in 4^, l'anno in cui si parla di più di Gesù e delle parabole. La 3^ è l'anno dell'Antico Testamento. Indirettamente hai sollevato, con i 10 comandamenti, la questione di cosa viene trattato nell'ora di religione e cosa viene trattato a catechismo, dove sdi fa una riflessione specifica e approfondita sui comandamenti.
La produzione di ipertesti è un po' difficile alle elementari. Devo ammettere che quando era nell'istituto tecnico avevo lasciato gli alunni liberi di scegliere se fare una ricerca in internet per poi discuterne.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 10:29 pm

LucaPS ha scritto:
Sì, la faccenda dei colori è bella: non serve neanche "mediarla" ai bambini; è già per i bambini (1). Come pure la faccenda dei "gesti" (2), dei gesti che si fanno segni - mi ha fatto venire in mente quando hai citato i ministranti: se ci pensate sono già "alla portata di bambino". Del resto anche le parabole sono per bambini... Se non diventerete come bambini... La religione è stata fatta sempre di gesti e riti, comprensibili ai più piccoli e che parlano alla nostra parte-bambina, che poi è l'unica a cui Dio parla... anche se quaggiù siamo professoroni, banchieri, capi di Stato o papi. Vedrete come saremo bambini quando ci troveremo soli davanti a Dio: ci faremo la pipì addosso e non potremmo neanche chiedere di andare "in processione" in bagno al maestro : )
Forte! La processione in bagno.
Gesù amava i bambini. E ai bambini piace quando glielo ricordiamo.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 10:37 pm

LucaPS ha scritto:
a) induzione guidata
b) mappe concettuali
c) in gruppo
d) scrittura creativa
e) produzione di ipertesti
f) la ricerca
g) l'esposizione
h) il dibattito
Quindi, vediamo se ho capito bene. Induzione guidata, cioé spingere gli alunni ad entrare nell'argomento, renderlo interessante.
Mappe concettuali: faccio degli schemi alla lavagna.
Lavori di gruppo, se la classe è in grado di organizzarsi. Se cominciano a litigare perché in un gruppo di 4 non c'è il loro migliore amico forse è meglio cercare altre strade.
Scrittura creativa? Che cos'è?
Produzione di ipertesti, hai ragione a farlo alle superiori.
La ricerca: se qualcuno vuole fare qualcosa perché è interessato, va bene. Mi dispiace imporre dei compiti.
L'esposizione si. Funziona abbastanza bene. Nelle elementari deve essere guidata dall'insegnante. Anche la lettura, da parte dei bambini, con le loro riflessioni.
Il dibattito ho visto che funziona abbastanza bene, soprattutto se si lascia ai bambini certi margini di libertà. Si parla di Giovanni il Battista: domande sul Battesimo di allora, com'è il Battesimo oggi, differenza nel Battesimo tra le varie religioni cristiane.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 10:42 pm

Gli interventi più incisivi sono quelli di Luca PS. Ho l'impressione che noi idr abbiamo una specie di forma mentis che ci è stata inculcata.
Lui è stato schematico. Ha messo nell'elenco i vari modi in cui si può realizzare la lezione.
Quindi, nel dibattito è più incisivo, perché noi idr rischiamo di ripetere quello che abbiamo imparato nell'ISSR e nei corsi di aggiornamento.
Soffermiamoci sul materiale per un momento:
- canzoni;
- fotocopie da colorare;
- frasi o brani - come le mappe concettuali - da mettere per iscritto.
E poi: cruciverba su temi religiosi, codici, brani con parole mancanti da aggiungere.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 10:49 pm

Devo ammettere che anch'io vorrei sapere che cos'è la scrittura creativa.
Per quanto riguarda i disegni da colorare, più i bambini sono piccoli, più sono utili.
Riguardo alle canzoni, so che ci sono idr che preferiscono non utilizzarli. a me piacciono. Ci sono quelli delle paoline, che non sono canti di chiesa, ma sono canti didattici per bambini dai 6 ai 10 anni.
Anche cruciverba, codici, ecc. servono per "alleggerire" le lezioni. I bambini devono avere l'impresione che dopo la lezione vera e propria ci sia un gioco, che in realtà è un'attività educativa.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 10:59 pm

Da quel che ne so la scrittura creativa è tutto ciò che riguarda romanzi, racconti, poesie e poemi.
In realtà è il modo di fare scuola che andrebbe pensato radicalmente, con l'introduzione del teatro e del ballo, cioé di attività che interessano l'alunno.
Per quanto riguarda la scrittura creativa mettiamola così: dico ad un bambino di inventare un racconto che abbia a che fare con il perdono. Deve raccontare e scrivere o disegnare una situazione in cui due persone litigano e l'altro lo ha perdonato. Poi Luca PS mi correggerà se mi sbaglio. La grande differenza tra le elementari e le superiori è che nelle prime si cerca di insegnare e di educare stimolando la fantasia e la creatività degli alunni. Nelle superiori si cerca di sviluppare le capacità degli alunni perché possano essere autonomi ed efficaci nella professione che scelgono. Nella scuola primaria non c'è ancora il problema del lavoro. Diciamo che i bambini sono più "manovrabili" degli adolescenti delle superiori. Hanno ancora dei valori: la mamma, il papà e i maestri sono delle autorità. Quando diventano più grandi tutto viene messo in discussione.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 11:03 pm

Allora direi che forse molti idr hanno sperimentato questi metodi.
La religione è molto legata al concetto di valore e credo che il bambino interiorizzi molto quello che ascolta. Immagina che la famiglia di Gesù sia come la sua famiglia. Infatti in molti libri di religione ci sono immagini che riguardano il nostro tempo e il tempo di Gesù: vestiti, alimentazione, ecc.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 11:21 pm

La 4^ elementare è la classe in cui si parla di più del Nuovo Testamento e di Gesù.

Settembre: Le regioni della Palestina al tempo di Gesù. L'alimentazione al tempo di Gesù: specialemente il pane e il vino, importanti per l'Eucarestia. L'olio, importante nei sacramenti (Battesimo, Cresima, Ordine, Unzione degli infermi).
Ottobre: i bambini al tempo di Gesù. Come giocavano, com'era la scuola. I mestieri al tempo di Gesù. I gruppi religiosi al tempo di Gesù (farisei, sadducei, esseni. Poi ci sono gli zeloti, un gruppo politico-religioso).
La struttura della famiglia. Era patriarcale.
Novembre: le fonti su Gesù, cioé dimostrare che Gesù è un personaggio storico (come lo sono Buddha e Maometto) perché ne hanno parlato anche i non cristiani. Gli evangelisti: Matteo, Marco, Luca e Giovanni.
Dicembre è dedicato a Gesù e al Natale. Quindi, l'annuncio dell'arcangelo Gabriele a Maria, Maria che va da Elisabetta, la nascita di Gesù e i Re Magi.
Gennaio: Gesù nel tempio a 13 anni, Giovanni il Battista, il Battesimo di Gesù, le tentazioni nel deserto.
Febbraio: la situazione politica. Ponzio Pilato, Erode.
Gesù sceglie i suoi apostoli. Il primo miracolo: le nozze di Cana.
Marzo: parabole di Gesù. Ce ne sono molte. Figliol prodigo (o Padre misericordioso), il buon samaritano, il seminatore.
Tra l'altro, la parabola del seminatore si presta ad una discussione molto ampia sul modo di accettare o meno la Parola di Dio.
Aprile: passione, morte e resurrezione di Gesù.
Quest'anno la Pasqua cade un po' presto, per cui questi argomenti andranno un po'anticipati.
Maggio e giugno: di nuovo parabole e anche miracoli di Gesù. Ascensione e Pentecoste.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 11:24 pm

Una volta c'è stato un corso di aggiornamento in cui un'insegnante di religione doveva simulare una lezione davanti agli altri idr. E' stato davvero molto interessante. Doveva raccontare una parabola. Gli altri idr dovevano far finta di essere alunni. Uno ha finto di avere il mal di pancia. E questo davanti ad un'educatrice esperta di irc.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 11:28 pm

Enrico, hai fatto un'esposizione molto interessante, direi da manuale.
Questa cosa del simulare una lezione è molto utile. Mi ricordo che Mary si lamentava che quando faceva l'idr i corsi di aggiornamento fossero troppo teologici. Forse adesso le cose stanno cambiando. Penso che un giorno ci saranno anche delle strutture private in cui ci si potrà aggiornare sui metodi educativi. In questo momento, chiedo a chi è esperto più di me, è nella facoltà di scienze dell'educazione che si studiano i metodi educativi?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 11:31 pm

stefania risotti ha scritto:
Enrico, hai fatto un'esposizione molto interessante, direi da manuale.
Questa cosa del simulare una lezione è molto utile. Mi ricordo che Mary si lamentava che quando faceva l'idr i corsi di aggiornamento fossero troppo teologici. Forse adesso le cose stanno cambiando. Penso che un giorno ci saranno anche delle strutture private in cui ci si potrà aggiornare sui metodi educativi. In questo momento, chiedo a chi è esperto più di me, è nella facoltà di scienze dell'educazione che si studiano i metodi educativi?
Grazie!
Credo che sia a Scienze dell'educazione, ma anche a Scienze della formazione primaria che si parli dei metodi educativi. In quest'ultima ci sono anche corsi per diventare insegnanti di sostegno. In questo caso la preparazione dovrà essere più approfondita, visto che si tratta di bambini in situazioni diverse da quelle degli altri.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 11:39 pm

Mi piacerebbe che anche altri intervenissero nel dibattito. Purtroppo finora ci siamo limitati alla scuola elementare. Sarebbe bello se intervenissero non solo insegnanti di religione + Luca PS, ma anche altri. Credo che la didattica sia fondamentale per un insegnante. E' il modo che abbiamo di presentare la materia agli alunni. Poi Luca PS ormai è quasi un idr.
Su, forza, aspettiamo altri interventi. Qualcuno cambierebbe qualcosa nel programma presentato da Enrico? Io direi che grosso modo è il programma presentato da quasi ogni idr. Anche Mary, insegnare1974 e Fufa78 possono dire la loro. Fufa78 può dirci qualcosa della materna. Per noi delle elementari sarebbe molto prezioso, perché ci aiuterebbe a capire meglio la situazione dei bambini che vengono alle elementari. Grazie a chiunque vorrà dire la sua.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 11:41 pm

giulia franchi 2010 ha scritto:
Mi piacerebbe che anche altri intervenissero nel dibattito. Purtroppo finora ci siamo limitati alla scuola elementare. Sarebbe bello se intervenissero non solo insegnanti di religione + Luca PS, ma anche altri. Credo che la didattica sia fondamentale per un insegnante. E' il modo che abbiamo di presentare la materia agli alunni. Poi Luca PS ormai è quasi un idr.
Su, forza, aspettiamo altri interventi. Qualcuno cambierebbe qualcosa nel programma presentato da Enrico? Io direi che grosso modo è il programma presentato da quasi ogni idr. Anche Mary, insegnare1974 e Fufa78 possono dire la loro. Fufa78 può dirci qualcosa della materna. Per noi delle elementari sarebbe molto prezioso, perché ci aiuterebbe a capire meglio la situazione dei bambini che vengono alle elementari. Grazie a chiunque vorrà dire la sua.
Sottoscrivo! Io ho insegnato in tre ordini di scuola. Non conosco la situazione delle scuole materne. Mi interesserebbe molto un confronto.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 11:55 pm

Classe 3^.
settembre: l'origine del mondo, differenza tra scienze e religione. I popoli primitivi e la religione. I miti della creazione.
Ottobre: il racconto biblico della creazione. Adamo ed Eva. Caino e Abele.
Novembre: Noé. Abramo, Isacco e Giacobbe. Giuseppe (non quello di Gesù) viceré d'Egitto.
Dicembre: il Natale. Più breve rispetto alla quarta perché spesso una parte degli argomenti di novembre vengono trattati a dicembre.
Gennaio: la struttura della messa. Come diceva Giulia. Visto che molti bambini fanno la Prima Comunione.
Mosé. La sua storia impegna alcune settimane.
Febbraio: altri racconti dell'Antico Testamento. Sansone, Rut e Noemi. Davide, Salomone.
Marzo: Giona, Ester. In base al tempo a disposizione.
Aprile: come festeggiano la Pasqua gli Ebrei. Differenza tra Pasqua ebraica e Pasqua cristiana. Le feste del poplo ebraico.
Maggio: di solito bisogna terminare le feste del popolo ebraico. Poi si parla della religione in Israele in generale, del sabato ebraico e della Bibbia. Chi l'ha scritta, perché.
A giugno si finisce di parlare della Bibbia.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4613
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 11:58 pm

Belli i vostri interventi, davvero. Sono entrata nel topic perché ho un figlio in terza elementare e volevo capirci qualcosa di più. In particolare mi interessa sapere la differenza tra programma di scuola e programma di catechismo. A maggio/giugno farà la prima confessione, ma come si fa a parlare di "peccato" con un bambino così piccolo?
Per quanto riguarda la didattica, hai ragione Giulia, è fondamentale. Se dovessi scegliere tra un insegnante mediamente preparato e con un'ottima didattica e uno molto ben preparato e con una mediocre didattica, sceglierei il primo.
Raccolgo il tuo invito. Io insegno francese alle medie. Mi sono laureata in lingue ai tempi di Carlo Cudega, come diciamo in Brianza. Allora chi studiava lingue lo faceva o per diventare traduttore o per diventare insegnante. Non c'erano tutti quegli indirizzi che sono nati dopo (turistico, manageriale, economico, etc.). Per chi come me aveva in mente l'insegnamento erano obbligatori esami di fonetica e fonologia, linguistica e glottodidattica. Sono quelli che ti insegnano come insegnare, a seconda del pubblico che hai di fronte. I metodi didattici sono in continua evoluzione, non bisogna mai smettere di "curiosare".
Però devo dire che la didattica è anche un dono di natura. Ci sono persone che riescono a mettersi nei panni dei discenti, che hanno il potere di far apparire semplici le cose difficili: quelli sono gli insegnanti migliori.
A me piace molto lavorare con le mappe. Ho appena chiesto al collegio docenti di acquistare le licenze per un programma da mettere su tutte le lim. Poi ovviamente uso tanto le canzoni con relativi video con esercizi di Total Physical Response, i film, anche gli spezzoni o i trailers dei film. Mi piace farli giocare con la lingua. Ora stiamo facendo una gara tre le seconde per imparare qualcosa di civiltà in modo simpatico. A turno viene estratto un vincitore che indossa la maglia gialla del tour de France e a cui vengono poste 5 domandine scelte tra le 10 che abbiamo preparato insieme in classe. Alla fine dell'anno si sommano i punti ottenuti da tutti gli alunni per eleggere la classe vincitrice. Facciamo anche tanta teatralizzazione (ho un passato da attrice dilettante che si ostina a saltar fuori).
Mi sono dilungata troppo. Non ho il dono della sintesi che ha Luca! ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Sab Gen 28, 2012 12:02 am

Classe 2^.
In questa classe si va più piano che in 3^.
Quindi, per poter trattare un argomento, si impiegano più lezioni. Inoltre ci vuole più tempo per imparare i canti. Iniziano a scrivere e ad usare il corsivo.
Settembre: creazione. Adamo ed Eva. Canzoni e disegni sul tema. Frasi da scrivere.
Ottobre: Abramo. Il sacrificio di Isacco.
Novembre: Maria. L'arcangelo Gabriele. Elisabetta.
Dicembre: il Natale.
Gennaio: Gesù a 13 anni nel tempio di Gerusalemme.
Febbraio: Giovanni il Battista.
Marzo: Gesù sceglie gli apostoli. Il primo miracolo di Gesù: le nozze di Cana.
Aprile: Pasqua.
Maggio e giugno: Gesù manda lo Spirito Santo.
Tornare in alto Andare in basso
 
Didattica della religione
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 5Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» La razionalità della religione
» Origine ed evoluzione della religione
» Atto di fede e amore per dio: l'ennesima crudeltà della religione
» Importanza religiosa
» Ecco la zona del cervello dove nasce la fede in Dio

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: