Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Didattica della religione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Didattica della religione   Ven Gen 27, 2012 9:48 pm

Promemoria primo messaggio :

Apro un nuovo argomento: la didattica della religione.
L'insegnante di religione fa riferimento agli obiettivi specifici di apprendimento (O.S.A.) quando insegna religione.
La religione è insegnata in quattro gradi di scuola.
Nella scuola materna (scuola d'infanzia) si chiama attività volte all'insegnamento della religione. Un'ora e mezza alla settimana.
Nella scuola primaria ci sono due ore alla settimana di religione.
Nelle scuole secondarie di primo e di secondo grado c'è un'ora di religione.
Io direi di affrontare il programma dal punto di vista del fare. Direi che è meglio segnalare quei siti che, come religiocando, forniscono materiali e consigli per la didattica.
Le riviste più diffuse sono:
- L'Ora di religione, per la scuola d'infanzia e per la scuola primaria.
- Insegnare Religione, per le scuole secondarie di primo e di secondo grado.
Entrambe le riviste sono edite dalla LDC.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Feb 24, 2012 6:49 pm

stefania risotti ha scritto:
Caspita Giulia, mi vengono i brividi! Già mi fanno impressione gli alunni che perdono sangue dal naso!
Volevo chiedere una cosa più "terrena". In questi giorni, in molte città ci sono le targhe alterne. Se ci si deve spostare da una scuola all'altra con una targa vietata in un'ora vietata, che cosa si può fare?
Bella domanda! Io devo andare ad un collegio docenti, ma la mia targa non va bene in quel giorno.
Ho chiesto al comune in questione se, essendo insegnante, posso entrare in città prima delle 5, visto che il collegio è alle 5. E che fino alle 5 con la mia targa non posso entrare in città. Mi hanno detto di no.
Vorrà dire che arriverò al collegio docenti in ritardo.
Possono passare solo:
- chi ha a che fare con la sanità e gli ospedali;
- pompe funebri;
- ministri di culto.
Devo chiedere al mio parroco di mettersi all'entrata delle città e di accompagnarmi lui al collegio docenti.
L'alternativa è quella di chiedere alle pompe funebri se mi lasciano noleggiare un carro funebre.
Tornare in alto Andare in basso
Mary M



Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 31.10.11

MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Feb 24, 2012 6:50 pm

Tranquilla, tu C'ERI e non potevi impedire il fatto.
L'unico rischio grosso che corriamo noi insegnanti è l'omessa vigilanza... se succede una cosa piccola piccola e noi NON siamo presenti rischiamo di brutto ma se ci siamo e sappiamo dire la dinamica (e che non potevamo impedirlo) non ci capita nulla.
Tornare in alto Andare in basso
Mary M



Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 31.10.11

MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Feb 24, 2012 6:51 pm

enrico draghi ha scritto:
stefania risotti ha scritto:
Caspita Giulia, mi vengono i brividi! Già mi fanno impressione gli alunni che perdono sangue dal naso!
Volevo chiedere una cosa più "terrena". In questi giorni, in molte città ci sono le targhe alterne. Se ci si deve spostare da una scuola all'altra con una targa vietata in un'ora vietata, che cosa si può fare?
Bella domanda! Io devo andare ad un collegio docenti, ma la mia targa non va bene in quel giorno.
Ho chiesto al comune in questione se, essendo insegnante, posso entrare in città prima delle 5, visto che il collegio è alle 5. E che fino alle 5 con la mia targa non posso entrare in città. Mi hanno detto di no.
Vorrà dire che arriverò al collegio docenti in ritardo.
Possono passare solo:
- chi ha a che fare con la sanità e gli ospedali;
- pompe funebri;
- ministri di culto.
Devo chiedere al mio parroco di mettersi all'entrata delle città e di accompagnarmi lui al collegio docenti.
L'alternativa è quella di chiedere alle pompe funebri se mi lasciano noleggiare un carro funebre.

Anche gli insegnanti in servizio in più scuolein quella giornata possono circolare.
Fatti fare la dichiarazione dal preside e tienila con te
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Ven Feb 24, 2012 6:57 pm

Mary M ha scritto:
Tranquilla, tu C'ERI e non potevi impedire il fatto.
L'unico rischio grosso che corriamo noi insegnanti è l'omessa vigilanza... se succede una cosa piccola piccola e noi NON siamo presenti rischiamo di brutto ma se ci siamo e sappiamo dire la dinamica (e che non potevamo impedirlo) non ci capita nulla.
Molto chiara, come sempre. Grazie!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Sab Feb 25, 2012 12:18 am

Vademecum del Maestro


Autore: Incampo, Nicola
Fonte: CulturaCattolica.it E-mail: nicola.incampo@culturacattolica.it

sabato 25 febbraio 2012


Domanda
Gentile prof. Incampo, insegno religione alla scuola primaria e gli "scrutini quadrimestrali" mi sembrano un grande equivoco rispetto alle scuole secondarie: il calendario predisposto e la presenza di tutti i docenti non sembrano essere requisiti
formali importanti. Personalmente ritengo almeno di dover firmare contestualmente agli scrutini tutte le schede di religione, tutte le pagelle come facente parte dell'equipe pedagogica , i verbali degli scrutini e concordare il voto del comportamento con i miei colleghi.
Gradirei vademecum..
Cordialmente.

Risposta
Ho preparato un vademecum che potrebbe esserti utile.
1. Le maestre di ruolo e di classe indisponibili possono dare la disponibilità all’IRC per l’anno scolastico 20010/11?
• Nulla vieta agli insegnanti di classe, idonei, di ridare la propria disponibilità, ma se quelle ore, cioè quelle della loro classe, sono state già date ad un IdR di ruolo, il Dirigente dovrebbe solo prendere atto della disponibilità e non accettarla.
2. Le ore di IRC non sono come quelle di Inglese?
• No, perchè le due ore di religione saranno comunque assegnate al maestro di ruolo, anche se non disponibile e/o inidoneo, a differenze delle ore di inglese che saranno tolte al maestro di ruolo e date allo specialista.
3. Gli IdR devono votare per attribuire il voto in condotta?
• Sì.
Infatti il comma 1 dell’articolo 3 del Decreto ministeriale numero 5 del 16 gennaio 2009 - Criteri e modalità applicative della valutazione del comportamento - così recita: “Ai fini della valutazione del comportamento dello studente, il consiglio di classe tiene conto dell’insieme dei comportamenti posti in essere dallo stesso durante il corso dell’anno.”
Siccome l’insegnante di religione è componente a tutti gli effetti del Consiglio di classe ha diritto alla partecipare valutazione del comportamento dello studente.
4. Alcuni DS affermano che gli IdR andando in soprannumero possono diventare maestre di classe.
• I Dirigenti sicuramente non presentano bene il problema!
E’ certo: andando in soprannumero non potrai diventare “maestra di classe”.
5. Un maestro che non insegna IRC rischia di perdere il posto o di insegnare in altri plessi?
• No, perché al maestro “unico” vengono assegnate 22 ore settimanali.
• Fra le 22 ore settimanali ci sono anche le due ore di religione cattolica e le ore di inglese.
• Se il maestro è idoneo e disponibile ad insegnare IRC e “abilitato” ad insegnare inglese, in quella classe starà 22 ore alla settimana, perché insegnerà sia religione che inglese;
• Se il maestro non è idoneo e/o disponibile ad insegnare IRC, ma “abilitato” ad insegnare inglese, sarà comunque destinatario di 22 ore settimanali, ma insegnerà per 20 ore e sarà una risorsa per quella classe e/o per quella scuola per eventuali attività di arricchimento per 2 ore settimanali.
• Se il maestro non è idoneo e/o disponibile ad insegnare IRC, e non è neanche “abilitato” ad insegnare inglese, sarà destinatario di 18 ore settimanali; delle quattro ore mancanti: 2, quelle di inglese, verranno traslate allo specialista, che riporterà il monte ore a 20 – dando la possibilità al dirigente di occupare il maestro “unico” per quelle 2 ore (di inglese per capirci) anche in altre classi e/o plessi, mentre per 2 ore di religione verranno comunque spese dal maestro prevalente per solo per un eventuale arricchimento – per capirci facendo lievitare alla scuola il monte ore annuo per ogni classe.
Questo significa che se in una scuola ci sono specialisti di religione questi fanno lievitare ore e risorse umane nella scuola.
Mentre lo specialista di inglese non produce alla scuola né danno e né arricchimento.
6. L’Insegnante di religione partecipa alla valutazione periodica e finale?
• Sì, perché è componente del Consiglio di Classe.
7. IRC deve essere valutata in aggettivi o in voti?
• Nulla vieta che l’IRC possa essere valutato con aggettivi e spiegato l’aggettivo con i voti.
Ad esempio: “SUFFICIENTE – 6”, infatti tale possibilità non è esclusa dalla CM numero 10/09
8. Sì può inserire l’IRC nella scheda di valutazione?
• Sì. Anzi è preferibile farlo, perché è il Collegio dei Docenti che stabilisce anche gli spazi della scheda di valutazione
9. Se si discute di un alunno non avvalentesi l’IdR deve uscire dal Consiglio di Classe?
• No. Perché la norma prevede che “Gli insegnanti incaricati di religione cattolica fanno parte della componente docente negli organi scolastici con gli stessi diritti e doveri degli altri insegnanti ma partecipano alle valutazioni periodiche e finali solo per gli alunni che si sono avvalsi dell’insegnamento della religione cattolica”.
Questo significa che non possono valutare gli altri alunni, ma certamente posso “parlare”.
10. Gli alunni che hanno optato per l’attività Alternativa come vanno valutati?
• Con le stesse modalità adottate per l’IRC
11. Va valutato lo studio individuale assistito o non assistito.
• No.
12. L’IdR può essere sostituito dallo scrutinio perché non dispensabile?
• No. Lo scrutinio viene sicuramente invalidato.
13. Se l’IdR è impegnato alla stessa ora e allo stesso giorno in due scuole per gli scrutini?
• Saranno i due Dirigenti a mettersi d’accordo e cambiare orario per mettere in condizione l’IdR di partecipare ad entrambe le scuole.
14. Quando l’IdR può essere sostituito?
• Solo quando è assente giustificato.
Tornare in alto Andare in basso
Mary M



Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 31.10.11

MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Sab Feb 25, 2012 12:40 am

enrico draghi ha scritto:

• Se il maestro non è idoneo e/o disponibile ad insegnare IRC, le 2 ore di religione verranno comunque spese dal maestro prevalente per solo per un eventuale arricchimento – per capirci facendo lievitare alla scuola il monte ore annuo per ogni classe.
Questo significa che se in una scuola ci sono specialisti di religione questi fanno lievitare ore e risorse umane nella scuola.

quando lo capiranno le maestre di posto comune?????
Se c'è una possibilità di avere più posti di lavoro perchè fare di tutto per negarsela???
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Sab Feb 25, 2012 1:01 pm

Mary M ha scritto:
enrico draghi ha scritto:

• Se il maestro non è idoneo e/o disponibile ad insegnare IRC, le 2 ore di religione verranno comunque spese dal maestro prevalente per solo per un eventuale arricchimento – per capirci facendo lievitare alla scuola il monte ore annuo per ogni classe.
Questo significa che se in una scuola ci sono specialisti di religione questi fanno lievitare ore e risorse umane nella scuola.

quando lo capiranno le maestre di posto comune?????
Se c'è una possibilità di avere più posti di lavoro perchè fare di tutto per negarsela???
Infatti.
Quando andranno in pensione, e questo sta avvenendo un po' alla volta, saranno sostituite da idr specialisti.
Anche perché un conto è rinnovare l'idoneità, parlo delle maestre "normali", un conto è, per le "nuove maestre normali" ottenere l'idoneità". A queste ultime spesso viene chiesto di frequentare dei corsi abbastanza sostanziosi.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Sab Feb 25, 2012 1:04 pm

Scusate se torno all'argomento "targhe alterne".
Ma c'è qualche insegnante che si è fatto fare un certificato del preside per dire che è un insegnante?
Come si procede? Vado dal preside e gli dico: "Scusi, Signor Preside, mi può fare un certificato che attesti che io sono un insegnante e che posso circolare anche con la targa sbagliata"?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Sab Feb 25, 2012 1:19 pm

stefania risotti ha scritto:
Scusate se torno all'argomento "targhe alterne".
Ma c'è qualche insegnante che si è fatto fare un certificato del preside per dire che è un insegnante?
Come si procede? Vado dal preside e gli dico: "Scusi, Signor Preside, mi può fare un certificato che attesti che io sono un insegnante e che posso circolare anche con la targa sbagliata"?
Penso che Mary (e altri) siano più pratici.
Io, sinceramente, me ne frego. Ho già detto ad inizio anno che ogni giorno vado in una scuola. Quindi, se vogliono gli scavalchi nell'arco della giornata, si arrangiano se non faccio in tempo ad arrivare. Ho sempre fatto così anche gli altri anni. Dico questo perché, di solito, il blocco delle targhe è dalle 9 alle 17. Per cui, se rimango nella stessa scuola, non ho bisogno di spostarmi nell'arco della giornata.
Mi ricordo di una collega di posto comune secondo me veramente in gamba come insegnante e come persona. Diceva: "Io nella pausa pranzo (a meno che non sia in mensa con gli alunni) voglio stare un'ora tranquilla". Se finiva all'una e il preside fissava una riunione per le una e un quarto, lei diceva: "Preside, io non mi faccio venire il mal di stomaco. Fino alle due, lei non mi vede. Poi, mi denunci pure. Ho diritto a mangiare in tranquillità".
Era una delle persone più umane che ho conosciuto. Questo per dire che, per me, il problema non dovrebbe neanche porsi.
1°: l'idr deve insegnare in una scuola al giorno, senza dover fare il giro dell'oca per la diocesi;
2°: se l'idr è in una scuola, rimane lì fino alla fine del blocco del traffico;
3°: se non posso andare in giro per colpa della targa sbagliata, rimango dove mi trovo fino alla fine del blocco del traffico.
La multa è di 155 euro.
E' come quando i presidi si lamentano con me che ho gli scrutini nella stessa data. Non me ne frega niente se sono presidi, potrebbero essere anche il papa. Io gli rispondo: "Io non c'entro niente. Vi telefonate e vi mettete d'accordo tra di voi". "Ma noi abbiamo tanti insegnanti a scavalco, come facciamo a fare il calendario degli scrutini". "Non è un mio problema, è un problema vostro".
Sarò un po' scortese, ma a volte danno veramente fastidio.
Ripeto: se non posso andare in giro per colpa della targa sbagliata, rimango dove mi trovo fino alla fine del blocco del traffico.
Infatti mercoledì prossimo ho un collego docenti in una zona a traffico limitato. Quando arrivo, arrivo. Si arrangiano.
Tornare in alto Andare in basso
Mary M



Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 31.10.11

MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Sab Feb 25, 2012 2:24 pm

stefania risotti ha scritto:
Scusate se torno all'argomento "targhe alterne".
Ma c'è qualche insegnante che si è fatto fare un certificato del preside per dire che è un insegnante?
Come si procede? Vado dal preside e gli dico: "Scusi, Signor Preside, mi può fare un certificato che attesti che io sono un insegnante e che posso circolare anche con la targa sbagliata"?

E' proprio previsto come deroga al divieto.
Quindi la segreteria ti rilascia una dichiarazione con il tuo orario di servizio quel giorno e se ti fermano lo mostri ai vigili.
Però vale solo SE nella stessa giornata hai lezione in due scuole diverse.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Sab Feb 25, 2012 8:48 pm

Mary M ha scritto:
stefania risotti ha scritto:
Scusate se torno all'argomento "targhe alterne".
Ma c'è qualche insegnante che si è fatto fare un certificato del preside per dire che è un insegnante?
Come si procede? Vado dal preside e gli dico: "Scusi, Signor Preside, mi può fare un certificato che attesti che io sono un insegnante e che posso circolare anche con la targa sbagliata"?

E' proprio previsto come deroga al divieto.
Quindi la segreteria ti rilascia una dichiarazione con il tuo orario di servizio quel giorno e se ti fermano lo mostri ai vigili.
Però vale solo SE nella stessa giornata hai lezione in due scuole diverse.
Grazie!
Questo vale se devo spostarmi non per insegnare ma per una riunione, tipo collegio docenti?
Tornare in alto Andare in basso
Mary M



Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 31.10.11

MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Sab Feb 25, 2012 9:20 pm

Vale solo per insegnare...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Sab Feb 25, 2012 11:41 pm

Mary M ha scritto:
Vale solo per insegnare...
Meglio. Così non bisogna andare alle riunioni.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Dom Feb 26, 2012 11:11 am

E' uscito oggi il nuovo libro del papa: "Testimoni del messaggio cristiano".
E' un libro in cui vengono trattati i pensatori della Chiesa antica: Origene, Tertulliano, Ambrogio, Agostino, Scoto Eriugena, Anselmo d'Aosta, ecc.
In tutto 30 pensatori. L'ho preso stamattina. Al supermercato costa 13.60 euro (sconto del 15%). Altrimenti sarebbe 16 euro.
Il commento all'interno della copertina dice che le descrizioni di queste trenta personalità della Chiesa "nascono dall'esigenza di educare il popolo di Dio alla conoscenza di molti scrittori che hanno esemplarmente illustrato la fede viva della Chiesa". Mi sembra anche un'interessante riflessione sulla Chiesa come portatrice di cultura. L'ora di religione è cultura religiosa presentata agli alunni. Questa riflessione del papa, secondo me, può essere molto interessante anche per i colleghi di filosofia. Penso che il papa sia un teologo molto preparato e credo che la sua riflessione teologica, anche negli altri testi che ha scritto, abbia saputo portare un notevole rinnovamento nel quadro della teologia cattolica. Diceva Giovanni XXIII che dobbiamo usare parole nuove per presentare il messaggio evangelico.
Io penso che il libro "La mia vita", sempre del papa, mi abbia trasmesso il piacere per la riflessione teologica.
Dato che parlavamo di cd, di schede e di video sulla religione, mi sembra utile anche presentare "Testimoni del messaggio cristiano", scritto dal papa, proprio per riflettere anche sulla necessità di un approfondimento teologico per gli insegnanti, di religione e non. Naturalmente il testo è utile per tutti i cristiani e anche per i non cristiani.
Ricordiamo che la cultura occidentale affonda le sue radici nel cristianesimo.
Tornare in alto Andare in basso
insegnare1974



Messaggi : 657
Data d'iscrizione : 29.09.10

MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Sab Mag 26, 2012 3:29 pm

Ciao a tutti voi.

Faccio copia e incolla in questo topic di un mio intervento scritto tempo fa in un altro topic....magari qualcuno vorrà leggerlo e rispondermi, sarebbe molto utile per me.

- come e quando si ottiene l'idoneità dal Vescovo? è requisito indispensabile aver superato alcuni esami del corso di scienze religiose, oppure basta la sola iscrizione a settembre al suddetto corso?

- è possibile ottenere una cattedra come idr con la sola idoneità? in altre parole, si può ottenere un incario pochi giorni "dopo" l'iscrizione a sc. religiose e alcuni giorni "prima" dell'inizio del nuovo anno scolastico? ve lo chiedo perchè così ho sentito dire all'istituto teologico, e volevo sapere se restano solo voci infondate oppure potrebbe succedere effettivamente....ad es., potrebbe succedere che Tizio, forte del fatto di essere in possesso già di una laurea (filosofia), subito dopo l'iscrizione a scienze religiose avvenuta il 1 settembre, venga contattato dalla Curia per una cattedra annuale da metà settembre a metà giugno?! curiosità e ricerca di chiarezza, la mia.

- quando la Curia ha bisogno di un supplente, di norma, chiama seguendo il criterio della preferenza del Vescovo/direttore? oppure chiede la disponibilità ad alcuni candidati in lizza e chi prima si libera ottiene la cattedra?, oppure "rispettano" ligi la graduatoria curiale e quindi il punteggio di ciascuno?

- come si preparano le lezioni in una classe primaria? E' l'issr che settimanalmente indirizza, che procura programmi e materiale da usare in classe, oppure si organizza tutto autonomamente ovviamente sulla base del testo in ausilio nella classe??

- inoltre, vi chiedo di chiarirmi alcuni passaggi di una risposta che Nicola Incampo su culturacattolica.it ha fornito ad un utente...
Incampo conferma che chiunque stia lavorando con un incarico annuale, anche da un solo anno, può stare tranquillo; chi invece ha fatto supplenze temporanee potrà continuare a fare supplenze temporanee ma non potrà avere incarico fino a che non avrà il titolo magistrale.
Cioé? Questo discorso è valido solo per il passato, cioè per chi ha lavorato con incarico annuale fino all'ultimo anno scolastico 2011-2012, oppure anche per gli il prossimo anno? ad es. per una persona che ottenesse un incarico annuale il prossimo anno scolastico?

E ancora scrive che i supplenti temporanei non sono incaricati annuali.
Per cui, pur avendo Tizio lavorato un anno intero, comunque dovrà conseguire il titolo per essere proposto e nominato come incaricato.

In buona sostanza, per quelli come me che stanno per iscriversi a sc. religiose, per forza di cose vige l'iscrizione al corso quinquennale e non triennale di sc. religiose, giusto? Non bastano piu' 3 anni per insegnare alla primaria, ma ne servono 5, giusto?

Grazie mille per le vostre risposte!
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Sab Mag 26, 2012 3:44 pm

Leggo ora il post di Enrico sul libro del Papa che tratta pensatori del Medioevo. E' sicuramente interessante e sarebbe bello comprarlo e il Papa pro-tempore è sicuramente competente nello spiegare Filosofia, teologia e discipline affini. Tuttavia sono nella fase in cui non riesco a fidarmi di uno docente così - legittimamente - "di parte" per trattare quegli autori. Ma ancora: potrei anche considerare di leggerlo perchè gli "insegnanti di parte" ci hanno sempre trasmesso grandi entusiasmi e, del resto, tutti siamo "di parte" perchè tutti abbiamo una nostra visione del mondo (e allora, meglio il Papa - per un alunno cristiano, qual io sono -, che un insegnante ateo).

Tuttavia vorrei poter leggere dal Papa meno filosofia e cultura e più Parola Viva (l'ha scritto da cardinale o da Papa?): la filosofia (e la teologia) è un sapere inventato dall'uomo e non baserei la mia vita e la mia azione sulla filosofia, neppure su quella cristiana.

Tuttavia, il consiglio di Enrico mi tenta ed è sicuramente da considerare.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Sab Mag 26, 2012 9:23 pm

LucaPS ha scritto:
Leggo ora il post di Enrico sul libro del Papa che tratta pensatori del Medioevo. E' sicuramente interessante e sarebbe bello comprarlo e il Papa pro-tempore è sicuramente competente nello spiegare Filosofia, teologia e discipline affini. Tuttavia sono nella fase in cui non riesco a fidarmi di uno docente così - legittimamente - "di parte" per trattare quegli autori. Ma ancora: potrei anche considerare di leggerlo perchè gli "insegnanti di parte" ci hanno sempre trasmesso grandi entusiasmi e, del resto, tutti siamo "di parte" perchè tutti abbiamo una nostra visione del mondo (e allora, meglio il Papa - per un alunno cristiano, qual io sono -, che un insegnante ateo).

Tuttavia vorrei poter leggere dal Papa meno filosofia e cultura e più Parola Viva (l'ha scritto da cardinale o da Papa?): la filosofia (e la teologia) è un sapere inventato dall'uomo e non baserei la mia vita e la mia azione sulla filosofia, neppure su quella cristiana.

Tuttavia, il consiglio di Enrico mi tenta ed è sicuramente da considerare.
Ogni persona è di parte. Ogni Papa ha il suo carattere e le sue qualità. Questo libro è una raccolta delle riflessioni che il Papa, mentre era già Papa, ha fatto durante le udienze del mercoledì. E' un libro sui pensatori cristiani, sulla filosofia e sulla teologia cristiana.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Dom Mag 27, 2012 4:06 pm

Grazie della risposta, Enrico. L'argomento è interessantissimo, l'autore è molto competente su filosofia e teologia e ha molte cose da insegnarci. Vorrei però che non perdesse tempo con la Cultura - a cui ha dedicato peraltro una vita - e si dedicasse alle cose fondamentali. Speriamo che abbia dedicato poche udienze a parlare di filosofia e teologia cristiana.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Dom Mag 27, 2012 11:30 pm

LucaPS ha scritto:
Grazie della risposta, Enrico. L'argomento è interessantissimo, l'autore è molto competente su filosofia e teologia e ha molte cose da insegnarci. Vorrei però che non perdesse tempo con la Cultura - a cui ha dedicato peraltro una vita - e si dedicasse alle cose fondamentali. Speriamo che abbia dedicato poche udienze a parlare di filosofia e teologia cristiana.
Il Papa fa molte cose: battezza, confessa, distribuisce l'Eucarestia, ordina sacerdoti e vescovi e compie viaggi pastorali. Oltre alla Cultura si dedica a molte altre cose.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Lun Mag 28, 2012 12:15 pm

L'Udienza generale - come l'Angelus e i viaggi pastorali - sono però "occasioni divulgative" che non possono essere paragonate - per sostanza, finalità ed uditorio - alle attività del battesimo, confessione, Eucaristia, ordinazioni. Per sostanza, perchè le seconde appartengono alla religione rivelata, mentre l'Angelus, le Udienze e i viaggi non hanno nulla a che fare con i sacramenti; finalità, tutti sappiamo la diversità di finalità delle due tipologia di azione; uditorio, le prime sono rivolte ai "vicini" mentre Angelus, visite pastorali e udienze sono rivolte anche e soprattutto ai "lontani" o comunque ad un pubblico più esteso (l'Angelus è trasmesso in tv e alcuni Angelus sono "urbi" ma anche "orbi"). Quindi, fare una catechesi sulla filosofia cristiana in una udienza generale è una scelta didatticamente opinabile (ben lo sappiamo noi che andiamo nelle class!i), è argomento da "conferenza". Mi astengo dal dire sugli argomenti trattati negli Angelus, che secondo me sono una periodica occasione "sprecata" per le cose che vengono dette, quando invece l'Angelus - trasmesso per radio e nei media - sarebbe una occasione unica e dall'efficacia inimmaginabile, che secondo me non è utilizzata adeguatamente.
Tornare in alto Andare in basso
insegnare1974



Messaggi : 657
Data d'iscrizione : 29.09.10

MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Mar Mag 29, 2012 3:58 pm

Mi appello a quanti (enricodraghi, lucaPS, meri) in passato con i loro interventi hanno ampiamente contribuito a chiarirmi le dinamiche della figura dell'idr (didattiche, giuridiche, economiche, morali)...ebbene, potreste ogni tanto passare anche nella sezione "Riforme" di OrizzonteScuola, entrare nel topic intitolato "Come diventare idr" e rispondere ad alcune mie domande recenti rimaste in sospeso? Ciò magari anche per dare continuità a un discorso interessante per molti, credo, appunto la figura dell'idr e le opportunità lavorative che oggi essa offre.
Ringrazio vivamente
Tornare in alto Andare in basso
insegnare1974



Messaggi : 657
Data d'iscrizione : 29.09.10

MessaggioOggetto: Re: Didattica della religione   Mer Lug 25, 2012 3:26 pm

Farò copia incolla dei posts ivi contenuti: mi serviranno per future supplenze...spero!
Tornare in alto Andare in basso
 
Didattica della religione
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 5 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5
 Argomenti simili
-
» La razionalità della religione
» Origine ed evoluzione della religione
» Atto di fede e amore per dio: l'ennesima crudeltà della religione
» Importanza religiosa
» Ecco la zona del cervello dove nasce la fede in Dio

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: