Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Programma semplificato: chiarimenti?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Violaxxx



Messaggi : 664
Data d'iscrizione : 08.09.11

MessaggioOggetto: Programma semplificato: chiarimenti?   Mer Feb 01, 2012 8:32 pm

Promemoria primo messaggio :

Vorrei sapere dove posso trovare la normativa a riguardo dele programmazioni semplificate/individualizzate: se un alunno NON è certificato, in quali casi l'insegnante deve x forza fargli seguie un percorso più semplice e ridotto?
Dove lavoro io vogliono che faccia verifiche facilitate e ridotte a un determinato alunno, perchè prende sempre cinque. Perchè a lui sì e agli altri che prendono sempre 5 - 5 emmezzo no? Mi dicono che i genitori potrebbero contestarmi perchè se lui prende 5 io devo facilitargli le cose e dimostrare di averlo fatto...Ma da quando a scuola chi non studia ha diritto a semplificazioni del programma?
Cioè, bisogna facilitargli le cose, sempre più sempre più finchè non arriva almeno al sei? Ma io quando ho frequentato le scuole non ho mai visto cose simili, le verifiche erano uguali per tutti, giustamente...
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47824
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Programma semplificato: chiarimenti?   Dom Feb 05, 2012 2:05 pm

Valerie ha scritto:
forza ha scritto:
i miie colleghi interpretano ke se le domande sono previste sono poste in modo diverso anke la verifica è diversa... il pep l'abbiamo fatto...
Sì Forza, ho capito. Per questo ti suggerisco di far loro leggere la normativa dove si dice chiaramente che per i dsa si devono usare domande a scelta multipla invece che domande aperte. Vedrai che staranno zitti!
Ho avuto dei dsa che erano perfettamente in grado di rispondere a delle domande aperte; magari facevano errori di ortografia o di punteggiatura, ma erano in grado di centrare il senso della domanda e di rispondere in modo corretto sul piano dei contenuti. Non insegnando alle medie (e non insegnando lingue), non ho certamente la vostra casistica, ma io credo che le misure compensative/dispensative vadano scelte secondo il caso che ci si trova di fronte e che la legge indichi tutte quelle possibili, ma non obblighi ad utilizzarle tutte insieme. "Condannare" il dsa a fare solo domande a scelta multipla mi sembra frustrante e demotivante per lui (sono d'accordo che agli altri non deve interessare se questo è necessario). A me questa normativa così rigida (o alcune interpretazioni) fa più paura che altro.
Tornare in alto Andare in basso
Violaxxx



Messaggi : 664
Data d'iscrizione : 08.09.11

MessaggioOggetto: Re: Programma semplificato: chiarimenti?   Dom Feb 05, 2012 2:19 pm

cmq, scusate, il mio problema non è dsa, è sapere a CHI devo, x legge, applicare programmi semplificati...
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Programma semplificato: chiarimenti?   Dom Feb 05, 2012 2:20 pm

Viola, la situazione in cui ti trovi è assai sgradevole, ti capisco. Ho anche io una classe con un ragazzino che è stato tolto dalla sua famiglia dai servizi sociali, poi è stato dato in affido, ma anche questa soluzione è stata un fallimento e ora è in una casa-famiglia mal gestita con altri ragazzi più grandi e con comportamenti devianti, con pochi educatori forse sottopagati che non riescono a gestire la situazione per il bene dei ragazzi. Ho vissuto un anno terribile l'anno scorso. Non riuscivo a gestirlo, faceva ciò che dici tu, ma con l'aggravante che era di prima media, più alto di me. A volte mi aggrediva a parole e gesti, mi ha anche preso per il bavero della giacca dicendomi che mi avrebbe appeso al lampadario. Quest'anno va meglio e sai perchè? Perché l'ho accettato. Faccio fatica, mi sforzo ogni volta che entro in classe, ma ci provo. Provo a non rifiutarlo, a guardarlo pensando non che vorrei che non ci fosse, ma che vorrei poterlo aiutare in qualche modo. Sono più serena io e le cose vanno meglio. Spesso ho paura di possibili reazioni strane perché è imprevedibile. Lui è sempre il solito, ma sto imparando se non a gestirlo, almeno a contenerlo. Quindi, lascia perdere per il momento normative e piani personalizzati, guarda dentro di te e cerca l'amore per chi non se lo merita. Quando lo troverai e se lo troverai riuscirai a vedere uno spiraglio di luce in questo buio. Sono ancora convinta che certi ragazzi debbano essere seguiti in modo diverso, che ci debbano essere insegnanti specializzati o psicologi che li affiancano in ogni momento della loro vita scolastica, che certi soggetti sono al di là delle possibilità di noi insegnanti, so che la situazione che sto vivendo è più grande di me, ma i miei occhi non esprimono più il rifiuto. Credo se ne sia accorto. In bocca al lupo Viola. Un abbraccio.


Ultima modifica di Valerie il Dom Feb 05, 2012 2:31 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Programma semplificato: chiarimenti?   Dom Feb 05, 2012 2:29 pm

Dec ha scritto:
ma io credo che le misure compensative/dispensative vadano scelte secondo il caso che ci si trova di fronte e che la legge indichi tutte quelle possibili, ma non obblighi ad utilizzarle tutte insieme.
Ma certo Dec, questo è scontato. Però dopo tre anni sappiamo se un dsa all'esame di terza media ne ha bisogno o no, quindi se ne ha bisogno, le dobbiamo proporre visto che la legge lo consente. Se i nostri alunni riescono anche senza, per carità, non tarpiamogli le ali. Ma se fanno fatica, è nostro dovere intervenire utilizzando tutti i mezzi possibili, anche contemporaneamente se necessario (ti assicuro che con la lingua straniera ne fanno tanta, soprattutto se si tratta di inglese e francese, lingue opache e non trasparenti come l'italiano). Chi dice che non si può fare primo non conosce il dsa, poi non conosce la legge, infine non ha voglia di preparare una prova in più. E' soprattutto per quest'ultimo motivo che si è resa necessaria una legge rigida.
@Forza: vedi tu se spostare i post relativi al dsa nell'apposita sezione.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47824
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Programma semplificato: chiarimenti?   Dom Feb 05, 2012 2:35 pm

Ok, siamo d'accordo, ma volevo sottolineare che a volte la paura della legge e del ricorso spinge a soluzioni di comodo che non sempre sono le migliori per il ragazzo. Se voi lo conoscete da tre anni, sicuramente avrete adottato le misure più opportune, ma a volte mi è capitato nei consigli di classe che si discuta in fretta e si scrivano delle cose nel pdp senza pensare troppo alle conseguenze e senza distinguere tra le materie (con il risultato che poi il ragazzo si sente diverso, reagisce male e si creano problemi più gravi di quelli che si vorrebbero risolvere).
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Programma semplificato: chiarimenti?   Dom Feb 05, 2012 2:47 pm

Sì Dec, hai ragione purtroppo è così, è capitato anche a me di vedere certe cose. Al momento mi arrabbio. Poi penso che forse è meglio una personalizzazione fatta di corsa che nessuna personalizzazione. Se poi aggiungiamo che alcuni colleghi si permettono di criticare e mettere in discussione perfino le diagnosi!!!! Boh, non so... La questione è difficile: i più volonterosi procedono per tentativi ed errori, gli altri si dividono in due fazioni: chi se ne frega e mette 5, chi se ne frega e mette 6 politico.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47824
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Programma semplificato: chiarimenti?   Dom Feb 05, 2012 2:49 pm

Ecco, appunto, in questi casi non so davvero chi sbagli di più.
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Programma semplificato: chiarimenti?   Dom Feb 05, 2012 8:29 pm

Valerie ha scritto:
forza ha scritto:
i miie colleghi interpretano ke se le domande sono previste sono poste in modo diverso anke la verifica è diversa... il pep l'abbiamo fatto...
Sì Forza, ho capito. Per questo ti suggerisco di far loro leggere la normativa dove si dice chiaramente che per i dsa si devono usare domande a scelta multipla invece che domande aperte. Vedrai che staranno zitti!

valerie mi dici esattemente dove? mi sono appena riletta 31 pagine delle linee guida, ma non ho trovato esplicitata qs cosa....
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Programma semplificato: chiarimenti?   Dom Feb 05, 2012 9:32 pm

Te lo invio via mail.
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Programma semplificato: chiarimenti?   Dom Feb 05, 2012 10:21 pm

grazie, ricevuto.... cercherò se della Lombardia c'è qcs di simile
Tornare in alto Andare in basso
ori79



Messaggi : 1284
Data d'iscrizione : 14.06.11

MessaggioOggetto: Re: Programma semplificato: chiarimenti?   Dom Feb 05, 2012 10:28 pm

[quote="forza"][quote="Valerie"]
ori79 ha scritto:
Forza per i ragazzi che non studiano più perché il compagno adottato e trasferito in Italia da neanche 2anni ha una verifica individualizzata, io proporrei un bel richiamo ai genitori, che una volta venuti a scuola dovranno giustificare il perché il loro "dolce e maturo" figlio non studia più!
La signora in questione ai colloqui mi ha detto "provi lei a spiegare il senso di giustizia ad un ragazzino di 12 anni"!!! [/quote

Spieghiamo alla signora che la sensibilizzazione verso chi e' in difficoltà non deve passare da me insegnante ma dovrebbe essere una delle prime regole familiari! Se non si accetta e si lavora chi e' in difficoltà be' si e' fallito secondo me!
Tornare in alto Andare in basso
ori79



Messaggi : 1284
Data d'iscrizione : 14.06.11

MessaggioOggetto: Re: Programma semplificato: chiarimenti?   Dom Feb 05, 2012 10:33 pm

Violaxxx ha scritto:
ori79 ha scritto:
Il bambino e' straniero, e' troppo poco che vive in Italia, ha delle problematiche forti (essere adottati non i porta solo felicita', se sei adottato e' perché qualcuno ti ha lasciato per sempre e lo sai!),quindi Viola, come già ti ho consigliato una volta, se non lo fai per lui (e ti capisco perché ad averlo in classe lo sbatteresti ripetutamente contro un muro quando fa l'idiota seguito da mezza classe, ma ricorda lo fa per problemi gravi)fallo per te! Hai delle indicazioni che parlano di programmazioni individualizzate per OGNI alunno, qualora i genitori decidessero di far ricorso e tu non l'hai attuata un ispettore darà torto solamente a te! (e sono i casi complessi che fanno ricorsi...)
In bocca al lupo :-)
Mi dispiace ma il richiamo ai genitori non lo faccio certo x gli altri alunni, perchè devno subire uno che in classe fa il bullo, rovina l'atmosfera e la serenità, li picchia se non fanno ciò che vuol, viene trattato con riguardo da tutti...anzi, poveri loro che devono sopportarlo!!! Ricorderanno questi anni in modo sgradevole. Ricordo che, a parte lui, gli altri alunni alcuni sono adottati pure loro, e in generale, ognuno di loro ha il proprio vissuto e le proprie problematiche famigliari...chi lo dice che gli altri hanno tutti situazioni felici? Non è così purtroppo, e lo so.
L'ho detto ironicamente "quel Fioroni"....come faccio a preparare programmi individualizzati x ogni singolo alunno? E' impossibie scusa! Considerando anche il fatto che non li conosco dalla prima, ma da neanche tre mesi (e sono in quinta)! Prima devo conoscere i loro limiti, le loro capacità, per poter elaborare programmi individualizzati!
Cmq quante storie, io quando ho fatto le scuole il programma era uguale x tutti, c'è chi rende e c'è chi rende meno....allora cosa servono a fare i voti? L'obiettivo è dare a tutti dieci? Anche a chi non fa una mazza?
Capisco gli alunni certificati, ma gli altri...
L'ultima verifica agli altri ho fatto domande aperte, a lui crocette..ma ti sembra la stessa cosa? A uno che ha tutte le capacità e forse più di qualcun'altro?
Tra laltro chi lo dice che li fa fatica? Sai che negli esercizi di comprenine del testo fa tutto giusto? Più di alcuni suoi compagni italiani? Sai che lui ha un anno in più degli altri?

Se le regole sono queste, che siamo obbligati fare verifiche più facili a chi va male, in pratica siamo obbligati a dare a tutti bei voti...meglio saperlo subito che cambio mestiere. Stanno così le cose?


Purtroppo (?) il nostro lavoro consiste proprio in questo. E mi sento di dirti che casi come questo ti capiteranno ancora a lungo nella scuola! Io in 10 anni mi son "salvata" una sola volta e quest'anno che il bimbo "difficile"(e non certificato)e' un bimbo che si butta a terra, piange, non lavora e disturba (ma che non picchia ne me ne gli altri) io mi sento fortunatissima! In 10 anni per 8 ho sempre preso botte, rispostacce e genitori poco inclini al dialogo. Ma il mio compito e' di individualizzare, aiutare, comprendere e amare, fatto ciò non ho nulla da rimproverarmi (e ne faccio milioni di errori,non e' che io sia un genio).
Poi hai davvero tutta la mia comprensione!
Tornare in alto Andare in basso
Violaxxx



Messaggi : 664
Data d'iscrizione : 08.09.11

MessaggioOggetto: Re: Programma semplificato: chiarimenti?   Ven Mar 23, 2012 8:35 pm

Valerie ha scritto:
Certo non si prepara il pep per tutti, ma si deve tener conto di OGNI alunno come persona, con le sue personali e uniche caratteristiche. Io per es. preparo la verifica in due versioni (voto massimo per quella più libera 10, voto massimo per quella guidata 7 o 8). Poi all'interno della stessa versione dico ad alcuni tu non fare questo, fai solo quello. Per es. agli stranieri non faccio fare la parte di grammatica. Oppure li guido nel procedimento. Insomma, ad ognuno ciò di cui ha bisogno.

Valerie, ho bisogno del tuo aiuto: ho somministrato una verifica alla classe, e mentre per tutti gli altri consisteva in una sorta di relazione, seguendo una traccia, sulla regione da studiare, per quell'alunno invece gliel'ho fatta in questo modo:
capoluogo:.........
province: ........... .............. ..............
monti: ........... ............... ............
ecc., più tre domande a risposta multipla sulla parte economica.
Siccome queste domande erano state dette precedentemente all'alunno (gliele ho proprio scritte sul diario, tranne le tre a crocetta), su richiesta della madre, inoltre gli ho ridotto l'argomento riducendoglielo di 1/3 e siccome lui durante la verifica aveva la libertà di alzarsi e consultare la cartina appesa al muro, ho deciso che per la sua verifica il max sarebbe stato 8, mentre x gli altri come al solito 10.
Ebbene la mamma si è lamentata perchè vedendo che lui ha fatto pochi errori, non comprende il 7 emmezzo. Io vorrei motivarglielo dicendole che ho dovuto equilibrare i voti, in modo che il suo 7 emmezzo valesse tanto quanto un 7 emmezzo degli altri compagni. Insomma, considerando che lui non è certificato, non mi sembrava giusto che prendesse come uno che mi ha scritto 4 pagine di relazione! Vorrei anche motivarglielo dicendole che se fosse certificato avrebbe forse diritto ad obiettivi diversi rispetto alla classe, ma siccome non lo è (e neanche ne ha bisogno), gli obiettivi sono gli stessi degli altri, pertanto ho calibrato i voti. Che ne pensi? Spero in un tuo consiglio...
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Programma semplificato: chiarimenti?   Ven Mar 23, 2012 9:50 pm

Il discorso che fai tu è giusto, ma possiamo dircelo tra colleghi, non a un genitore. Un genitore non può capire cosa voglia dire "equilibrare i voti" o "calibrare una verifica".
Secondo me puoi fare così: digli che il voto massimo che dai per ogni verifica dipende dalla natura della stessa. Per la verifica che hai somministrato a lui, il voto massimo previsto è 8. A seconda degli errori diventa 7 e mezzo, o sette, o sei e mezzo e così via. Non fare menzione di chi ha scritto 4 pagine. Non fare confronti con gli altri compagni. Mantieniti sul singolo caso, il suo, e ponigli la cosa dal punto di vista positivo. Spiega che hai somministrato una verifica personalizzata (puoi anche dire guidata, ma ti sconsiglio di definirla facilitata) perché lo vuoi aiutare, vuoi tirar fuori il meglio da lui. Che se gli avessi somministrato una verifica diversa avrebbe potuto prendere un'insufficienza, mentre così ha avuto un bel voto che dovrebbe alzare la sua autostima e incoraggiarlo a fare sempre meglio. Che sei contenta dei pochi errori fatti. Che continuerai a cercare la strada giusta per lui. Che arriverà il giorno in cui passo passo potrà svolgere verifiche più corpose e avere magari anche 10.
Parla con un tono suadente, ma sicuro. Non stai chiedendo la sua opinione, non aspetti una conferma da lei. La stai mettendo al corrente di un dato di fatto. Sai che è giusto così, non hai dubbi. Questo è ciò che deve percepire.
Mi fermerei qui, senza nulla dire della certificazione dei ragazzi H o DSA: dopotutto non sono affari suoi! Se dovesse fare lei dei confronti, allora falle questo esempio: anche per strada gli handicappati hanno un parcheggio riservato, ma lei sarebbe disposta a prendersi un handicap per avere un parcheggio?
Spero di esserti stata utile. ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Violaxxx



Messaggi : 664
Data d'iscrizione : 08.09.11

MessaggioOggetto: Re: Programma semplificato: chiarimenti?   Dom Mar 25, 2012 10:44 pm

Grazie Valerie! Non credo la mamma abbia problemi sul fatto che gli abbia fatto fare una verifica persnalizzata, anzi è stata lei a chiederla, ma pi che altro temo che mi faccia recriminzioni per aver abbassato il voto massimo raggiungibile...cioè 8 anzichè il solito 10...
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Programma semplificato: chiarimenti?   Dom Mar 25, 2012 10:51 pm

Sì, ho capito. ;-)
Ma tu non aver paura. Sei nel giusto. Mostrati decisa e convinta, ma allo stesso tempo gentile e persuasiva. Facci sapere come va.
Tornare in alto Andare in basso
Violaxxx



Messaggi : 664
Data d'iscrizione : 08.09.11

MessaggioOggetto: Re: Programma semplificato: chiarimenti?   Dom Mar 25, 2012 11:00 pm

Ok, intanto grazie!
Tornare in alto Andare in basso
 
Programma semplificato: chiarimenti?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» non è un film ma il programma di fazio e saviano è per me stupendo....
» Prima FIVET in programma..
» Programma di religione...
» programma italiano scuola media
» sto cambiando

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: