Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Ricevimento genitori, un caso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Galatea



Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 25.11.11

MessaggioOggetto: Ricevimento genitori, un caso   Gio Apr 05, 2012 4:16 pm

Se ai colloqui si presenta il compagno della madre dell’alunno si possono dare informazioni sull’alunno? Ha questa persona titolo per presentarsi ai colloqui con i docenti? Non è una polemica, si tratta di una bravissima persona che è come un padre per l’alunno ma, appunto, non lo è. Inoltre cambia qualcosa se i due sono sposati? Io vorrei convocarli entrambi per parlare del figlio. Ho bisogno che qualcuno mi rinfreschi la normativa in merito.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Gio Apr 05, 2012 7:01 pm

Solo ai tutori del minore, quindi genitori!
Non è una scortesia, è questione di privacy!
Tornare in alto Andare in basso
Galatea



Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 25.11.11

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Gio Apr 05, 2012 8:41 pm

OK solo genitori o tutori, ti ringrazio per la risposta!
Tornare in alto Andare in basso
tata matilda



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 25.10.11

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Gio Apr 05, 2012 9:22 pm

Non ha nessun titolo...tu devi parlare coi genitori del bambino, non coi loro compagni.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47821
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Ven Apr 06, 2012 1:47 am

E quando vengono i fratelli o i nonni? Non saranno i genitori, ma come si fa a mandarli via?
Tornare in alto Andare in basso
Online
gugu



Messaggi : 25632
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Ven Apr 06, 2012 8:33 am

Dec ha scritto:
E quando vengono i fratelli o i nonni? Non saranno i genitori, ma come si fa a mandarli via?

A me è capitato ai colloqui generali che mamma e nonna si dividessero i docenti per parlare con tutti. :-)
Tornare in alto Andare in basso
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 6573
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Ven Apr 06, 2012 9:23 am

Ferma restando la potestà parentale in capo ai genitori (anche separati), e quindi il loro dovere (e non solo diritto) di informarsi sull'andamento dei figli, vi possono essere delle situazioni che il ds può autorizzare, come quella di permettere di acquisire e di essere destinatario delle informazioni previste nel contesto scolastico (colloquiscuola-famiglia, consegna delle pagelle, ecc.) anche ad altri soggetti del nucleo familiare e non. In alcuni casi anche ai conviventi, se delegati dal genitore.

Ovviamente il tutto va concordato, e sia ds che insegnanti ne devono essere a conoscenza. E il ds deve autorizzare.
Tornare in alto Andare in basso
Galatea



Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 25.11.11

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Ven Apr 06, 2012 10:07 am

Grazie Paolo. E' la risposta che aspettavo. Se ho capito bene, se il ds autorizza, posso convocare anche il convivente insieme al genitore.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47821
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Ven Apr 06, 2012 10:41 am

Io invece non sono del tutto soddisfatto. Recentemente mi è capitato che un ragazzo avesse prenotato un colloquio nell'ora di ricevimento (nella mia scuola abbiamo dei registri e possono prenotare sia i genitori sia direttamente gli studenti); al colloquio si è presentata la sorella (tra l'altro mi è capitato anche in passato in altre scuole): cosa avrei dovuto dire? Aspetta qui che vado a vedere se il ds mi autorizza a parlarti? O magari il ds adesso non c'è; ripassa un'altra volta? Del resto se una persona si presenta come il padre come possiamo sapere se è il padre vero e proprio o il compagno della madre che però si considera tale? Io credo che, a meno che non ci siano situazioni particolari di cui siamo già informati, non possiamo essere ritenuti responsabili se ci fidiamo di quello che ci viene detto e non possiamo intrometterci nelle vicende familiari degli studenti.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Ven Apr 06, 2012 11:08 am

Io stessa andavo a parlare con i prof di inglese di mio fratello, perché mia mamma non ci capiva nulla di quello che le dicevano. In quel caso la mia presenta poteva essere più utile della sua.
In alcuni casi si presentano cugini e amici vari perché i genitori non parlano l'italiano.
Mi sembra che la cosa più importante sia che passi il messaggio. Insomma, che si abbiano notizie dell'alunno. Se poi a recuperarle è la zia o la vicina di casa, poco importa, se il messaggio arriva.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 6573
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Ven Apr 06, 2012 12:26 pm

Valerie ha scritto:
Io stessa andavo a parlare con i prof di inglese di mio fratello, perché mia mamma non ci capiva nulla di quello che le dicevano. In quel caso la mia presenta poteva essere più utile della sua.
In alcuni casi si presentano cugini e amici vari perché i genitori non parlano l'italiano.
Mi sembra che la cosa più importante sia che passi il messaggio. Insomma, che si abbiano notizie dell'alunno. Se poi a recuperarle è la zia o la vicina di casa, poco importa, se il messaggio arriva.

Non puoi però sapere se sono autorizzati, e cioè se poi il messaggio arrivi veramente ai genitori.

Quindi dev'essere una qualcosa autorizzato dall'inizio dell'anno, in modo che sai che i genitori ne siano a conoscenza.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 6573
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Ven Apr 06, 2012 12:29 pm

Dec ha scritto:
Io invece non sono del tutto soddisfatto. Recentemente mi è capitato che un ragazzo avesse prenotato un colloquio nell'ora di ricevimento (nella mia scuola abbiamo dei registri e possono prenotare sia i genitori sia direttamente gli studenti); al colloquio si è presentata la sorella (tra l'altro mi è capitato anche in passato in altre scuole): cosa avrei dovuto dire? Aspetta qui che vado a vedere se il ds mi autorizza a parlarti? O magari il ds adesso non c'è; ripassa un'altra volta? Del resto se una persona si presenta come il padre come possiamo sapere se è il padre vero e proprio o il compagno della madre che però si considera tale? Io credo che, a meno che non ci siano situazioni particolari di cui siamo già informati, non possiamo essere ritenuti responsabili se ci fidiamo di quello che ci viene detto e non possiamo intrometterci nelle vicende familiari degli studenti.

Se ne può benissimo parlare ad inizio anno o ad un qualsiasi collegio docenti. In molte scuole in cui sono stato c'era un elenco delle persone della famiglia che erano autorizzate a colloqui o al ritiro della pagella, nonché al ritiro dell'allievo da scuola nel caso di malore o di uscita anticipata.

Le informazione di certo non si negano a nessuno, basta evitare che poi il genitore arrivi dicendo che lui non ne sapeva nulla...
Tornare in alto Andare in basso
ML



Messaggi : 531
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Ven Apr 06, 2012 12:54 pm

Io agli ultimi colloqui ho parlato con una sorella maggiorenne. Ero stata preavvertita ed ho chiesto la carta di identità per controllo. Mi è capitato una volta di parlare col compagno della madre di un'alunna, ma anche la madre era presente.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47821
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Ven Apr 06, 2012 1:13 pm

Paolo1974 ha scritto:
Dec ha scritto:
Io invece non sono del tutto soddisfatto. Recentemente mi è capitato che un ragazzo avesse prenotato un colloquio nell'ora di ricevimento (nella mia scuola abbiamo dei registri e possono prenotare sia i genitori sia direttamente gli studenti); al colloquio si è presentata la sorella (tra l'altro mi è capitato anche in passato in altre scuole): cosa avrei dovuto dire? Aspetta qui che vado a vedere se il ds mi autorizza a parlarti? O magari il ds adesso non c'è; ripassa un'altra volta? Del resto se una persona si presenta come il padre come possiamo sapere se è il padre vero e proprio o il compagno della madre che però si considera tale? Io credo che, a meno che non ci siano situazioni particolari di cui siamo già informati, non possiamo essere ritenuti responsabili se ci fidiamo di quello che ci viene detto e non possiamo intrometterci nelle vicende familiari degli studenti.

Se ne può benissimo parlare ad inizio anno o ad un qualsiasi collegio docenti. In molte scuole in cui sono stato c'era un elenco delle persone della famiglia che erano autorizzate a colloqui o al ritiro della pagella, nonché al ritiro dell'allievo da scuola nel caso di malore o di uscita anticipata.

Le informazione di certo non si negano a nessuno, basta evitare che poi il genitore arrivi dicendo che lui non ne sapeva nulla...
Capisco, ma io ragiono in base alla mia esperienza: arrivando da supplente, non partecipo alle riunioni di inizio anno e per farti un esempio nella scuola di quest'anno da quando sono arrivato non c'è ancora stato un collegio docenti (e comunque non mi sognerei di alzare la mano per chiedere una cosa del genere che ovviamente non è all'ordine del giorno). In teoria, se si è avvisati prima e se ci sono dei dubbi, si può parlarne in privato con il Ds, ma molti di quelli che ho conosciuto penso che di fronte ad una domanda di questo tipo si metterebbero a ridere (si rischia di passare per paranoico, insicuro...). Per il ritiro della pagella e l'uscita anticipata credo che la questione sia più delicata e comunque in questo caso la decisione passa al ds o al vicepreside. Nei colloqui di solito si parla dei voti e del comportamento in classe, cose che non mi sembrano coperte da privacy. Se ci sono questioni più delicate, magari starei più attento a parlarne con un fratello ventenne.
ML, ecco chiedere la carta d'identità è una cosa che non farei mai. Non siamo agenti di polizia e sinceramente non vedo a che titolo possiamo farlo.
Tornare in alto Andare in basso
Online
bgiordy



Messaggi : 185
Data d'iscrizione : 17.02.12

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Ven Apr 06, 2012 2:31 pm

Dec ha scritto:
chiedere la carta d'identità è una cosa che non farei mai. Non siamo agenti di polizia e sinceramente non vedo a che titolo possiamo farlo.

Per i colloqui basta avere un po' di cautela, ma per la consegna delle pagelle da quest'anno si dà solo ai genitori o a parenti stretti muniti di delega e documento.

Purtroppo abbiamo avuto un episodio di un estraneo che si è spacciato per il fratello maggiore di una studentessa. La scuola è finita sui giornali e ci sono stati anche risvolti penali.

Meglio non rischiare!!

ciao
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47821
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Ven Apr 06, 2012 3:17 pm

Nella mia scuola la pagellina infraquadrimestrale è stata consegnata direttamente agli studenti (non ricordo come si sia fatto per la pagella del primo quadrimestre). In altre scuole in cui sono stato in passato si fa firmare il genitore che la ritira. Il mio discorso comunque era riferito solo ai colloqui. Niente da dire se per un atto più ufficiale come la consegna delle pagelle si adottano misure di cautela.
Tornare in alto Andare in basso
Online
ML



Messaggi : 531
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Ven Apr 06, 2012 7:23 pm

Dec ha scritto:

ML, ecco chiedere la carta d'identità è una cosa che non farei mai. Non siamo agenti di polizia e sinceramente non vedo a che titolo possiamo farlo.
Beh, io la sorella non l'avevo mai vista. Poteva venire anche un amica e non sarebbe stato bello. Cmq la scuola chiede sempre ad inizio anno la fotocopia della carta di identità di chi è autorizzato a prenderli in caso di uscita anticipata.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Ven Apr 06, 2012 7:40 pm

Nei colloqui di solito si parla dei voti e del comportamento in classe, cose che non mi sembrano coperte da privacy. Se ci sono questioni più delicate, magari starei più attento a parlarne con un fratello ventenne.


DEC
diciamo che il rendimento scolastico dipende anche dalla situazione che si vive in famiglia e non credo sia giusto che l'insegnante, se ci dovessero essere problemi, ne parli con il compagno del genitore. Sono cose molto delicate che vanno chiarite e discusse solo con i genitori. La privacy comprende anche la sfera emotiva di un individuo e non penso sia corretto, soprattutto se si tratta di minore, parlarne con altri.
Meglio parlare con un fratello che con un compagno che domani potrebbe non esserlo più!
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47821
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Sab Apr 07, 2012 12:10 am

Ho capito, ma se la mamma manda il compagno perchè lei non ha tempo o perchè si fida ciecamente di lui può essere l'insegnante a mettersi in mezzo e a dire che non va bene? Giuro che vorrei vedere come fate voi. Controllo dei documenti prima di sedersi, consultazione con il preside per vedere se è il caso di parlare con quella persona, giudizio sulla situazione sentimentale dei genitori, previsione se la coppia durerà oppure no... A me tutto questo sembra irreale: se mi comportassi così credo che mi farebbero ricoverare subito. A meno che - ripeto - non si sia già a conoscenza che in quella famiglia ci sono dei problemi e non siano venute indicazioni ad usare una particolare cautela. Non dubito che il rendimento possa essere influenzato dalle vicende familiari, ma a meno che non ne parlino loro io non mi spingo mai a dare pareri sul loro privato: magari un'idea me la faccio, ma non mi permetterei mai di esprimerla apertamente.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47821
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Sab Apr 07, 2012 12:16 am

ML ha scritto:
Dec ha scritto:

ML, ecco chiedere la carta d'identità è una cosa che non farei mai. Non siamo agenti di polizia e sinceramente non vedo a che titolo possiamo farlo.
Beh, io la sorella non l'avevo mai vista. Neanch'io. Poteva venire anche un amica e non sarebbe stato bello. Allora diciamo che quello che dico ai genitori in genere non è troppo diverso da quello che dico ai ragazzi. Perciò anche se mandano l'amica (la sorella poi non potrebbe essere in combutta con la studentessa esattamente come un'amica?) non scoprono nulla di sconvolgente. Semmai è grave che i genitori non siano informati, ma se loro non vengono a parlare sono loro ad essere in torto. Cmq la scuola chiede sempre ad inizio anno la fotocopia della carta di identità di chi è autorizzato a prenderli in caso di uscita anticipata.
Ribadisco che è una situazione completamente diversa perchè ci sono delle responsabilità nel far uscire un minore all'insaputa della famiglia. E poi un conto è se il documento lo chiede la scuola appellandosi ad un preciso regolamento, un altro se lo chiedo pincopallo, ultimo dei supplenti appena arrivato nella scuola. Non credo che molti sarebbero disposti ad esibirlo e dubito che il Ds sarebbe felice di questa trovata.
Tornare in alto Andare in basso
Online
giulia boffa
Admin


Messaggi : 36316
Data d'iscrizione : 28.09.09
Età : 52
Località : milano

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Sab Apr 07, 2012 5:15 am

la legge sulla privacy ti obbliga a parlare solo con i genitori, nè fratelli nè conviventi neanche i nonni; se lo studente è maggiorenne e dichiara formalmente alla scuola di non dare nessuna comunicazione sul rendimento od altro alla famiglia, la scuola non deve comunicare nulla

http://www.itasmatteoricci.it/files/Privacy/guida_regolamento_MPI.pdf
Tornare in alto Andare in basso
Galatea



Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 25.11.11

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Sab Apr 07, 2012 8:49 am

Grazie anche a Giulia. Distinguerei però la mia situazione: stavolta sono io docente che convoco anche il convivente della madre. Per questo chiederò autorizzazione al ds per andare sul sicuro e poi anche alla madre, proprio per rispettare il regolamento sulla privacy.
Tornare in alto Andare in basso
Disillusa



Messaggi : 7470
Data d'iscrizione : 01.05.11

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Sab Apr 07, 2012 9:13 am

giulia boffa ha scritto:
la legge sulla privacy ti obbliga a parlare solo con i genitori, nè fratelli nè conviventi neanche i nonni; se lo studente è maggiorenne e dichiara formalmente alla scuola di non dare nessuna comunicazione sul rendimento od altro alla famiglia, la scuola non deve comunicare nulla

http://www.itasmatteoricci.it/files/Privacy/guida_regolamento_MPI.pdf

Giulia, ricordo di aver letto qualche mese fa di una sentenza della Cassazione che dichiara che i genitori di uno studente maggiorenne mantengono il diritto a conoscere la situazione scolastica del figlio. Non ricordo però se l'ho letto in una rivista o in un sito web. Se la trovo la posto
Tornare in alto Andare in basso
LaVale



Messaggi : 203
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Sab Apr 07, 2012 9:23 am

Ad inizio anno, nella mia scuola abbiamo fatto un corso di aggiornamento su privacy e trattamento dei dati; in quella sede ci è stato chiaramente detto che potevamo comunicare solamente con i genitori, con deroghe per i tutori legali, qualora non fossero i genitori.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 6573
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Sab Apr 07, 2012 9:58 am

LaVale ha scritto:
Ad inizio anno, nella mia scuola abbiamo fatto un corso di aggiornamento su privacy e trattamento dei dati; in quella sede ci è stato chiaramente detto che potevamo comunicare solamente con i genitori, con deroghe per i tutori legali, qualora non fossero i genitori.

Quello che ho detto. C'è sempre la possibilità della volontà del genitore di delegare, e poi ovviamente l'autorzzazione del ds che mette a conoscenza della cosa i docenti.


@disilllusa


La giurisprudenza con numerose sentenze tende ad assimilare la posizione del figlio divenuto maggiorenne a quella di minore se ancora dipendente dai genitori.

Da qui ne discende che almeno da parte della scuola non avviene mai in modo automatico la "non comunicazione con la famiglia" al compimento della maggiore età dell'allievo. Anche perché in capo al genitore rimane l'obbligo al mantenimento del figlio, e in via più in generale il dovere di dargli un'istruzione e di preoccuparsi dell'andamento.

Le questioni comunque possono essere diverse, e sono anche delicate, ma la scuola di propria iniziativa non deve mai porre un muro di silenzio con la famiglia solo perché l'allievo è diventato maggiorenne. Infatti solo l'allievo potrebbe decidere in tal senso (anche se per esempio rimane il diritto di acceso agli atti del genitore in quanto sempre interessato diretto, quindi potrebbe avere accesso ai compiti).

Non a caso lo Statuto dello studente e della studentessa, adottato dalla Provincia Autonoma di Bolzano, prevede che “i genitori degli studenti/delle studentesse maggiorenni continuano a ricevere le comunicazioni della scuola, a meno che non rinuncino espressamente o a meno che lo studente/la studentessa non si opponga per iscritto”.
Tornare in alto Andare in basso
 
Ricevimento genitori, un caso
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Avete visto il servizio delle Iene di ieri dei bambini tolti ai genitori?
» vacanze per genitori single
» Mantenere i proprio genitori
» Genitori Cattolici - Tsunami spirituale
» [FORUM] genitori soli

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: