Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Ricevimento genitori, un caso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Galatea



Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 25.11.11

MessaggioOggetto: Ricevimento genitori, un caso   Gio Apr 05, 2012 4:16 pm

Promemoria primo messaggio :

Se ai colloqui si presenta il compagno della madre dell’alunno si possono dare informazioni sull’alunno? Ha questa persona titolo per presentarsi ai colloqui con i docenti? Non è una polemica, si tratta di una bravissima persona che è come un padre per l’alunno ma, appunto, non lo è. Inoltre cambia qualcosa se i due sono sposati? Io vorrei convocarli entrambi per parlare del figlio. Ho bisogno che qualcuno mi rinfreschi la normativa in merito.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Disillusa



Messaggi : 7470
Data d'iscrizione : 01.05.11

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Sab Apr 07, 2012 10:13 am

grazie per la spiegazione
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47788
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Sab Apr 07, 2012 11:11 am

giulia boffa ha scritto:
la legge sulla privacy ti obbliga a parlare solo con i genitori, nè fratelli nè conviventi neanche i nonni; se lo studente è maggiorenne e dichiara formalmente alla scuola di non dare nessuna comunicazione sul rendimento od altro alla famiglia, la scuola non deve comunicare nulla

http://www.itasmatteoricci.it/files/Privacy/guida_regolamento_MPI.pdf
Prendo atto della normativa, ma vorrei che mi diceste come funziona nelle vostre scuole perchè non credo di essere capitato solo io in scuole che non danno nessuna disposizione in merito. Non avrei nulla in contrario ad applicarla, ma penso che debba essere la scuola, attraverso una comunicazione alle famiglie che si richiami alla legge sulla privacy, a dare indicazioni precise. Mi sembrerebbe assurdo che un insegnante ricevesse i fratelli e quello dell'altra materia no. La scuola che pubblica questo documento nel suo sito evidentemente si è adeguata, ma quante lo hanno fatto? E per la questione di chiedere i documenti? Davvero è una procedura lecita?
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Mar Apr 10, 2012 9:41 pm

anni fa la madre (divorziata) di una ragazzina ha fatto denuncia perchè il padre si è presentato ai colloqui con la sua compagna
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Mar Apr 10, 2012 9:43 pm

nella scuola di qs anno ho un forte numero di alunni stranieri i cui genitori non spiaccicano una parola di italiano, spesso mi ritrovo fratelli più grandi o addirittura gli stessi alunni che fanno da interprete (chissà cosa traducono!).... io non condivido, ma sono l'unica.... tra qualche giorno ho i colloqui generali, che faccio, mando via gli alunni, mando via i fratelli, i nonni e gli zii?
Tornare in alto Andare in basso
DAIMON



Messaggi : 193
Data d'iscrizione : 16.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Lun Mag 14, 2012 6:16 pm

E' violazione della pricacy!
Tornare in alto Andare in basso
annai



Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 04.08.11

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Dom Giu 10, 2012 2:48 pm

Paolo1974 ha scritto:

La giurisprudenza con numerose sentenze tende ad assimilare la posizione del figlio divenuto maggiorenne a quella di minore se ancora dipendente dai genitori.

[...]
Le questioni comunque possono essere diverse, e sono anche delicate, ma la scuola di propria iniziativa non deve mai porre un muro di silenzio con la famiglia solo perché l'allievo è diventato maggiorenne. Infatti solo l'allievo potrebbe decidere in tal senso (anche se per esempio rimane il diritto di acceso agli atti del genitore in quanto sempre interessato diretto, quindi potrebbe avere accesso ai compiti).

Paolo, sembri saperne tanto allora ti chiedo. Ma come la mettiamo se i genitori di alunno maggiorenne non si fanno mai vedere? Di alcuni dei miei studenti non ho mai incontrato i genitori. Per i maggiorenni, però, ho parlato con loro: è sbagliato?
Ho l'impressione che si scarichi tutto sui docenti ma se ricevo le pagelle di mio figlio e ci sono insufficienze io, genitore, vado ad informami, non aspetto che la scuola mi chiami...
Tornare in alto Andare in basso
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 6573
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Dom Giu 10, 2012 3:18 pm

annai ha scritto:
Paolo1974 ha scritto:

La giurisprudenza con numerose sentenze tende ad assimilare la posizione del figlio divenuto maggiorenne a quella di minore se ancora dipendente dai genitori.

[...]
Le questioni comunque possono essere diverse, e sono anche delicate, ma la scuola di propria iniziativa non deve mai porre un muro di silenzio con la famiglia solo perché l'allievo è diventato maggiorenne. Infatti solo l'allievo potrebbe decidere in tal senso (anche se per esempio rimane il diritto di acceso agli atti del genitore in quanto sempre interessato diretto, quindi potrebbe avere accesso ai compiti).

Paolo, sembri saperne tanto allora ti chiedo. Ma come la mettiamo se i genitori di alunno maggiorenne non si fanno mai vedere? Di alcuni dei miei studenti non ho mai incontrato i genitori. Per i maggiorenni, però, ho parlato con loro: è sbagliato?
Ho l'impressione che si scarichi tutto sui docenti ma se ricevo le pagelle di mio figlio e ci sono insufficienze io, genitore, vado ad informami, non aspetto che la scuola mi chiami...

Non hai sbagliato.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Ricevimento genitori, un caso   Dom Giu 10, 2012 4:12 pm

ML ha scritto:
Dec ha scritto:

ML, ecco chiedere la carta d'identità è una cosa che non farei mai. Non siamo agenti di polizia e sinceramente non vedo a che titolo possiamo farlo.
Beh, io la sorella non l'avevo mai vista. Poteva venire anche un amica e non sarebbe stato bello. Cmq la scuola chiede sempre ad inizio anno la fotocopia della carta di identità di chi è autorizzato a prenderli in caso di uscita anticipata.

Ma perché, normalmente ai genitori la carta di identità la chiedete? Voglio dire, la prima volta in assoluto che si presenta un genitore di un alunno di una classe nuova e mai visto prima, e dice "sono il padre di XY", voi chiedete il documento? Immagino di no... e anche se qualcuno lo chiedesse, a che serve nel caso che si tratti della madre, che di solito ha il cognome diverso?

In ogni caso, mi risulta che il genitore abbia diritto di delegare un'altra persona per scelta propria, se ne ha bisogno: a me è capitato qualche volta che arrivasse una zia, un nonno, o un'altra persona vicina alla famiglia, con una delega scritta da parte del genitore, che dichiarava di essere eccezionalmente impossibilitato a venire per motivi seri. In tal caso, non capisco perché non dovrebbe valere anche per un patrigno...

Peraltro a me è capitato di assistere a un episodio increscioso di segno esattamente contrario: un padre vedovo che si presenta a colloquio insieme alla nuova compagna (ossia, non è che lei fosse venuta da sola al posto suo, ma era lui che l'aveva volutamente portata con sé apposta per presentarla agli insegnanti e chiarire che andava considerata un membro della famiglia a tutti gli effetti), e una mia collega comincia a storcere il naso, a sbraitare che la cosa non è corretta, e ci manca poco che sbatta fuori dal colloquio la povera signora, perché "non è la madre". Posso capire che qualcuno sia ossessionato dalla paura di denunce e contestazioni, in ccaso di guerre cruente tra coniugi separati malissimo... ma qui si trattava di un ragazzo che la madre naturale non ce l'aveva proprio più, e al quale questa donna faceva in effetti da madre, senza alcuna altra figura "antagonista" in giro! Ho trovato la reazione della mia collega di una cafonaggine incredibile, e mi sono vergognata al posto suo...

Lisa
Tornare in alto Andare in basso
 
Ricevimento genitori, un caso
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Avete visto il servizio delle Iene di ieri dei bambini tolti ai genitori?
» vacanze per genitori single
» Mantenere i proprio genitori
» Genitori Cattolici - Tsunami spirituale
» [FORUM] genitori soli

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: