Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Se gli alunni mi chiedono se credo in Dio posso dirgli la verità?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Mau



Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioOggetto: Se gli alunni mi chiedono se credo in Dio posso dirgli la verità?   Lun Mag 14, 2012 4:12 pm

Insegno matematica e scienze in una scuola media e, come molti miei pari, non credo in Dio e tantomeno nelle religioni. Dal momento che spesso le teorie scientifiche si scontrano con i dogmi religiosi mi chiedevo come dovrei comportarmi di fronte ad una eventuale domanda dei ragazzi su scienza e religione. O meglio: se la domanda è generica gli risponderei in modo diplomatico tirando fuori cose come il cuore e la ragione... bla bla bla, ma se invece la domanda è personale? Si sa che i ragazzi sono curiosi: se mi chiedono se credo in Dio? O se mi chiedono cosa ne penso di una questione legata alla religione cattolica? E' giusto che gli dica cosa penso veramente? In fondo criticare la/le religione/i sarebbe come screditare una delle loro materie di studio.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Se gli alunni mi chiedono se credo in Dio posso dirgli la verità?   Lun Mag 14, 2012 4:28 pm

Ma rispondere semplicemente "le mie convinzioni spirituali sono una cosa personale", è fuori questione? Credo che la cosa più ragionevole sia quella.

In ogni caso, tu ti poni il problema solo perché parti da un punto di vista ateo o agnostico. E questo, francamente, è indicativo di quanto sia pervasivo il condizionamento culturale clericale, anche per chi non ci crede.

In definitiva, un credente si porrebbe mai il problema analogo? Ossia, lo scrupolo di coscienza di non dover dire in pubblico di essere credente, per paura di "influenzare" i ragazzi, o peggio ancora di "metterli in confusione"?

Ma col cavolo!

La "normalità" diffusa è che per il credente (e in particolare il cattolico) debba essere naturale dichiarare e ostentare la propria fede...

...mentre il laico deve sentirsi in imbarazzo a dichiararsi tale, e deve tenerlo nascosto, come se in fondo si sentisse in colpa a non essere credente, e pensasse lui stesso che ci sia qualcosa che non va.

E di questo passo l'Italia sarà mai un paese laico?

Lisa

Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Se gli alunni mi chiedono se credo in Dio posso dirgli la verità?   Lun Mag 14, 2012 4:39 pm

Io rispondo sinceramente, ossia che non credo. Se mi chiedono il perché, cosa che a volta capita, parafrasando Alan Bennet, rispondo: "Dio è un club rispettabilissimo, ma di cui io non faccio parte".

Infatti a mio avviso il pensiero laico è questo: io non ho una Verità, ma neanche una verità, e ancor meno delle verità. Ho solo gli argomenti che maggiormente mi convincono, e che non mettono minimamente in discussione quelli che convincono te, se non desideri tu per primo metterli in discussione e confrontarli con i miei.

In fondo il retropensiero è che se credi, puoi serenamente dire di sì, ma se la risposta è no, allora ci si trincera dietro la diplomatica frase "le convinzioni religiose sono un fatto personale".

La religione non è un fatto personale ma comunitario, quindi ci sono persone che sono dentro, e altre che sono fuori: se la domanda non diventa una domanda neutra, a cui rispondere con uguale serenità sia sì che no, allora non è una domanda ma un'inquisizione, o come tale viene vissuta.

E non sono belle cose, giusto?

Quindi rispetto per chi crede, ma uguale rispetto per chi non crede: chi crede non deve essere chiamato a giustificare le proprie scelte; idem per chi non crede.
Tornare in alto Andare in basso
gis



Messaggi : 123
Data d'iscrizione : 27.10.10

MessaggioOggetto: Re: Se gli alunni mi chiedono se credo in Dio posso dirgli la verità?   Lun Mag 14, 2012 5:24 pm

nella scuola media la faccenda è molto delicata, non solo per le scelte spirituali, ma anche politiche, morali, ecc. perché i ragazzi sono a mio avviso piccoli per avere una buona coscienza critica e possono essere influenzati tantissimo.
Io propendo per la difesa della dimensione privata di alcune scelte.
Alle superiori credo sia più fattibile un discorso come quello di Albith
Tornare in alto Andare in basso
Mau



Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioOggetto: Re: Se gli alunni mi chiedono se credo in Dio posso dirgli la verità?   Lun Mag 14, 2012 5:27 pm

paniscus ha scritto:
per paura di "influenzare" i ragazzi, o peggio ancora di "metterli in confusione"?
Non è solo questo. Religione è anche una materia di studio. Dichiarare di non credere in alcuna religione sarebbe come denigrare o sminuire l'importanza del lavoro di un collega.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Se gli alunni mi chiedono se credo in Dio posso dirgli la verità?   Lun Mag 14, 2012 5:30 pm

Albith... ma se la critica era rivolta a me, c'è un equivoco, guarda che io la penso esattamente come te. La mia era un'osservazione (analoga alla tua) fatta a chi ha scritto il primo messaggio. Ovvero, perché mai un ateo o un agnostico dovrebbe farsi PIU' scrupoli di un credente ad ammettere le cose come stanno?

Quello che volevo dire è che, appunto, la nostra società non sarà mai veramente laica, fino a che i laici si sentiranno in imbarazzo ad ammettere di esserlo, mentre i credenti no. E soprattutto, finché si penserà che dichiararsi non credente possa "turbare" o "impressionare" i ragazzini, mentre dichaiarasi credente dovrebbe essere normale e rassicurante.

Ma scusate, poi... chi l'ha detto che quei ragazzini, in massa, siano rigorosamente tutti credenti, tanto da rimanerci sconvolti se scoprono che qualcuno invece non lo è? Non ci si pensa alla possibilità che ce ne sia anche qualcuno proveniente da un ambiente laico, che non ha mai ricevuto nessuna educazione religiosa, e che non segue le consuetudini sociali legate alla religione?

Che razza di messaggio gli si dà, in quel caso?
Che la normalità è che tutti debbano essere credenti, e che quelli come lui devono nascondersi perché sono "anomali" e potrebbero turbare qualcuno? E questo messaggio deve darglielo pure un altro laico, come se i clericali non ci pensassero già abbastanza?

Lisa

Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Se gli alunni mi chiedono se credo in Dio posso dirgli la verità?   Lun Mag 14, 2012 5:40 pm

Mau ha scritto:
paniscus ha scritto:
per paura di "influenzare" i ragazzi, o peggio ancora di "metterli in confusione"?
Non è solo questo. Religione è anche una materia di studio. Dichiarare di non credere in alcuna religione sarebbe come denigrare o sminuire l'importanza del lavoro di un collega.

Ma perché? Ma dove sta scritto? Tra i compiti specifici dell'insegnante di religione c'è quello di inculcare la necessità della fede e di negare l'esistenza della laicità o dell'ateismo? E allora perché da decenni i sostenitori dell'IRC ci fanno una capa tanta con la storia che "loro non fanno catechismo, non fanno dottrina, ma fanno solo cultura generale sui fondamenti della religione"? Addirittura, in certi contesti c'è una tale corsa ad accaparrarsi gli "indecisi" che la propaganda è tutta giocata su quello: ossia sullo sbracciarsi a sostenere che non è un corso catechistico e che quindi può benissimo essere seguito anche da chi non è cattolico...

E comunque, fatemi capire: in quella classe religione la seguono tutti, in massa, al 100%? Francamente, mi pare strano, io di classi così monolitiche non ne ho mai viste.

Il fatto stesso che i ragazzi sappiano che è facoltativa, e che vedano chiaramente che alcuni compagni la seguono e alcuni no... vuol dire che ci arrivano già benissimo da soli, a capire che non è un punto di vista assoluto, e che esistono persone che non sono d'accordo, e tuttavia sono persone normalissime!

Lisa
Tornare in alto Andare in basso
Mau



Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioOggetto: Re: Se gli alunni mi chiedono se credo in Dio posso dirgli la verità?   Lun Mag 14, 2012 6:42 pm

paniscus, certo, l'insegnante di religione non ha il compito di inculcare la necessità della fede, ma il fatto stesso che sia una materia di studio significa che la si ritiene una disciplina avente delle basi abbastanza solide, abbastanza valide, abbastanza condivisibili. Altrimenti, seguendo il tuo principio, si potrebbe insegnare anche la dottrina nazista, visto che comunque "l'insegnante non ha il compito di inculcarla nelle menti dei ragazzi"!
Nel momento in cui qualcuno dovesse (saggiamente) decidere che la religione, al pari della cartomanzia, è fondata sul nulla e sulla menzogna, la si eliminerebbe dai programmi ministeriali.

Quanti siano quelli che seguono religione non lo so, ma sono tanti.
Tornare in alto Andare in basso
Ale78



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 02.11.10

MessaggioOggetto: Re: Se gli alunni mi chiedono se credo in Dio posso dirgli la verità?   Lun Mag 14, 2012 7:19 pm

Tu dici che le teorie scientifiche si scontrano con i dogmi religiosi, ma non è del tutto vero. Galieleo Galilei ad esempio era cattolico e credeva in Dio, e sosteneva che la contraddizione tra scienza e fede era solo apparente e derivava semmai dal fanatismo e dall'interpretazione letterale delle Scritture. Lo stesso Voltaire, pur criticando le religioni, credeva comunque in Dio,infatti nel suo Dizionario Filosofico affermava che le leggi della natura testimoniavano comunque l'esistenza di un'Intelligenza creatrice, di un Dio orologiaio che ha messo in funzione quell'orologio che è il mondo.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Se gli alunni mi chiedono se credo in Dio posso dirgli la verità?   Lun Mag 14, 2012 7:53 pm

Veramente chi sceglie di seguire religione (o almeno, gli adulti che scelgono di iscrivere i figli a religione) dovrebbe sapere benissimo che è facoltativa proprio perché non è un insegnamento fondato su certezze documentabili e universali per tutti, ma su una visione del mondo che riguarda soltanto una parte della popolazione e che non è affatto condivisa da tutti.

Se dovessimo camminare sulle uova per tenere nascosto ai ragazzi anche questo, si andrebbe platealmente contro il principio di laicità dello stato e della scuola, e soprattutto si attuerebbe una discriminazione intollerabile verso chi non è cattolico.

L'insegnante di religione serio dovrebbe stare attentissimo a tenere ben separati, all'interno del suo insegnamento, i punti che hanno realmente delle basi solide condivisibili da tutti (ossia, le informazioni su eventi storici legati al cristianesimo, vite e opere di santi e di personaggi della chiesa documentati, oppure definizioni esclusivamente informative su cose che la chiesa afferma)... da quelli che fanno appello soltanto alla fede personale.

Ossia, se l'insegnante di religione spiega cosa c'è scritto nei Vangeli, quali siano i comandamenti, quali siano i compiti istituzionali del papa e del vescovo, e cosa abbia fatto san Francesco nel corso della sua vita, mi sembra perfettamente compatibile con il fatto che qualche altro insegnante non sia credente, e non vedo dove starebbe la delegittimazione o la denigrazione in questo.

Se invece l'insegnante di religione spiega che tutti nasciamo col peccato originale e che questo si cancella col battesimo, se è un insegnante onesto deve precisarlo eccome, che quella è un'opinione condivisa solo da chi crede in una determinata religione, e che non tutti ci credono. Quindi, in entrambi i casi, non vedo il problema...

Lisa


Ultima modifica di paniscus il Mar Mag 15, 2012 8:21 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Se gli alunni mi chiedono se credo in Dio posso dirgli la verità?   Lun Mag 14, 2012 8:20 pm

Ale78 ha scritto:
Tu dici che le teorie scientifiche si scontrano con i dogmi religiosi, ma non è del tutto vero. Galieleo Galilei ad esempio era cattolico e credeva in Dio, e sosteneva che la contraddizione tra scienza e fede era solo apparente e derivava semmai dal fanatismo e dall'interpretazione letterale delle Scritture. Lo stesso Voltaire, pur criticando le religioni, credeva comunque in Dio,infatti nel suo Dizionario Filosofico affermava che le leggi della natura testimoniavano comunque l'esistenza di un'Intelligenza creatrice, di un Dio orologiaio che ha messo in funzione quell'orologio che è il mondo.


Faccio presente che esistono anche una marea di scienziati e razionalisti di tutto rispetto che in Dio non ci credono, eh.

Come del resto esistono degli emeriti cialtroni che non capiscono una cippa di cavolo, sia tra quelli che ci credono sia tra quelli che non ci credono.

Lisa
Tornare in alto Andare in basso
ML



Messaggi : 531
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: Se gli alunni mi chiedono se credo in Dio posso dirgli la verità?   Lun Mag 14, 2012 9:00 pm

Io sono cattolica credente...e insegno scienze alle medie. Quando capitano discorsi che potrebbero essere collegati dico sempre che in classe, in quel momento, ci interessa affrontare l'aspetto scientifico e che poi ognuno, nel privato è libero di credere e fare quello che crede più giusto (ad esempio ho parlato di trasfusioni in una classe dove avevo Testimoni di Geova, ma non ho avuto problemi e di evoluzione dai primati in una classe con figli di famiglie con idee religiose "molto convinte"). Da "scienziata", comunque, penso che guardando dall'infinitamente grande del moto planetario all'infinitamente piccolo della sintesi proteica, la meravigliosa complessità di un mondo in parte originato dal caos possa benissimo sposarsi con l'azione di una mente superiore che "dirige" un po' il caos...ma questo ovviamente agli alunni non lo dico!;)
Tornare in alto Andare in basso
 
Se gli alunni mi chiedono se credo in Dio posso dirgli la verità?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Presentazione dei Professori e degli alunni.
» perchè credo a una intelligenza divina
» Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?
» alunni in difficoltà economiche
» Vigilanza alunni uscita scuole medie

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: