Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Comunicare le proposte di voto?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 4:38 pm

Gli studenti mi stanno assillando con la richiesta di quale proposta di voto farò.
A me non va di dirlo, perchè in sede di consiglio potrebbero essere fatte delle considerazioni che mi spingerebbero a variare la proposta (in senso più favorevole allo studente). Ancora, a medie uguali potrebbero corrispondere voti diversi (tenendo conto dell'andamento generale, del trend in crescita o calo, dell'impegno, delle domande dal posto).
Voi come vi regolate?
Comunicate la proposta di voto prima dello scrutinio?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4691
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 5:32 pm

Tabeta ha scritto:
Gli studenti mi stanno assillando con la richiesta di quale proposta di voto farò.
A me non va di dirlo, perchè in sede di consiglio potrebbero essere fatte delle considerazioni che mi spingerebbero a variare la proposta (in senso più favorevole allo studente). Ancora, a medie uguali potrebbero corrispondere voti diversi (tenendo conto dell'andamento generale, del trend in crescita o calo, dell'impegno, delle domande dal posto).
Voi come vi regolate?
Comunicate la proposta di voto prima dello scrutinio?

A mio parere è sbagliato dire agli alunni quale voto proponi. Di certo non è un loro diritto.

Io comunico loro tutti i voti delle verifiche scritte e orali. Quando mi chiedono del voto quadrimestrale o finale, la risposta è "Il voto lo mette il consiglio di classe, io faccio solo una proposta che valuta il vostro percorso scolastico, che non sono tenuto a comunicarvi in anticipo."

Se poi qualcuno si ritrova col voto più alto e altri no? E se ci vuoi pensare fino all'ultimo per quei casi ambigui? A me pare che a dire loro le proposte ci si complica il lavoro in una fase molto delicata senza motivo.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47782
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 5:38 pm

E' anche vero che, se a medie uguali corrispondono proposte diverse (per le ragioni che hai detto), questo è l'unico momento che hai per spiegargliene la ragione. Io in genere le dico, anche se sono d'accordo con mac67 che non possono pretenderlo come un diritto; se il voto cambia allo scrutinio, già sanno che può succedere. Diciamo che dipende anche dal rapporto che hai con la classe.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25580
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 5:40 pm

Rispondere sempre come mac67.
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 7:31 pm

DEC, io spiego come un ritornello (anche ai genitori e nella programmazione iniziale, ma soprattutto in classe) che parto dalla media ma tengo conto del lavoro quotidiano (ogni volta che aprono o non aprono bocca) e del trend in calo o in crescita, oltre che dei compiti e dello sforzo e che quindi, a medie uguali corrispondono voti diversi.
Risponderò come da voi suggerito.
Tornare in alto Andare in basso
JaneEyre



Messaggi : 1251
Data d'iscrizione : 25.11.11

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 7:49 pm

Il primo anno ho comunicato le proposte, poi ho smesso. La mia risposta ora è sempre quella di mac67. Se uno studente ha frequentato l'anno scolastico con serietà, dovrebbe essere in grado di capire con quale voto si merita di essere presentato, che sia 4 oppure 8.
Tornare in alto Andare in basso
stefi2010



Messaggi : 640
Data d'iscrizione : 02.12.10

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 8:25 pm

Ieri proprio, dopo molte insistenze, ho fatto la sciocchezza di comunicare i voti in una prima media tranquilla e di un livello medio-alto.

Mi sono sentita subito contestare dall'unica alunna a cui avevo di fatto regalato il 6, mentre tutti gli altri avevano 7 e 8:" Prof (ormai appellativo sdoganato) ma perché a Tizia 8 che fa pena e Caia, proprio Caia, 7?"

Dopo averla mortificata per come si era permessa di giudicare Tizia (e me), mi sono sentita in dovere di interrogare di nuovo entrambe facendo le stesse domande, a cui Caia non rispondeva e Tizia lo faceva con disinvoltura.

E' stato comunque molto fastidioso e di sicuro non mi farò mai più convincere.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 8:47 pm

Concordo con le cose dette da tutti voi: diciamo, comunque, che la questione della valutazione è molto complessa non in sè (tutti noi la sappiamo, in qualche modo, fare) ma lo è diventata per le ragioni socio-culturali che tutti sappiamo. E i ragazzi e le famiglie hanno capito il "giochino" e noi - da bravi insegnanti - dovremo fare di necessità virtù (dato che non si può o non si vuole tornare indietro) ed essere sempre più educatori e meno insegnanti (nell'accezione che abbiamo da sempre conosciuto). Questo significa anche sapere che la valutazione scolastica non è più uno strumento capace nè di far studiare e nè utile, com'era una volta. Forse noi della Scuola ne abbiamo qualche responsabilità, ma - meno male - anche la Scuola fa parte della Società e non ne è avulsa: quindi, il trend della Società entra anche nella Scuola. Forse un tempo c'era una maggior resistenza a tener alti i valori e gli obiettivi: oggi, deroghiamo spesso e volentieri.

Speriamo che della valutazione se ne parli sempre di più nelle Scuole: al contrario, nelle scuole non se ne parla, tutti (insegnanti giovani e esperti) sanno che è un problema, i Dirigenti protempore giocano al rialzo dei voti, gli psicopedagogisti e gli psicologi - dopo essere entrati a gamba tesa nella Scuola con docimologie accademiche psico-pedagogiche e sissine - se ne avvantaggiano. Famiglie e ragazzi protestano, pensando che il voto alto sia il loro bene: non lo è, ma forse lo è... dato come va il mondo.

Da parte nostra basta non fingere.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47782
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 9:41 pm

Tabeta ha scritto:
DEC, io spiego come un ritornello (anche ai genitori e nella programmazione iniziale, ma soprattutto in classe) che parto dalla media ma tengo conto del lavoro quotidiano (ogni volta che aprono o non aprono bocca) e del trend in calo o in crescita, oltre che dei compiti e dello sforzo e che quindi, a medie uguali corrispondono voti diversi.
Sì, però non spieghi ad uno ad uno il perchè di quella proposta nel suo caso specifico. Se i ragazzi sono sufficientemente maturi e i rapporti tra loro e con l'insegnante sono civili, penso si possa fare senza problemi (devo dire che a me non è mai successo di avere problemi per questo). Forse alle medie sono troppo piccoli e comunque ognuno può chiedere spiegazioni sulla proposta di voto che riguarda lui e non fare confronti con i compagni; tanto meno si può aprire una trattativa e ancora meno mi sentirei in dovere di reinterrogare qualcuno perchè non condivide la mia proposta; è la mia proposta, non la loro, ma proprio perchè cerco di fare le cose correttamente non ho alcun problema a motivarla anche di fronte a loro.
Tornare in alto Andare in basso
miss sparrow



Messaggi : 1232
Data d'iscrizione : 09.06.11

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 9:46 pm

scusate mi potrei inserire con una domanda in questo discorso (fortuna che ho letto i vostri pareri, perchè io stavo per "accontetare" i ragazzi dicendo loro i voti! ah l'inesperienza!)......come avrete capito, sono al 1 anno d'insegnamento e vorrei chiedervi come funzionano gli scrutini finali: si va già con il voto deciso, oppure si espone ai colleghi tutti i voti e si decide insieme? ve lo chiedo perchè non vorrei andare impreparata....
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47782
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 9:48 pm

Si va con una proposta. Il consiglio può cambiare i voti, ma in genere lo fa solo per portare qualche 5 a 6 se si vuole promuovere comunque. Alcuni presidi chiedono di leggere i voti delle verifiche, altri no. Dipende dalle scuole.
Tornare in alto Andare in basso
miss sparrow



Messaggi : 1232
Data d'iscrizione : 09.06.11

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 9:55 pm

grazie!
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 10:13 pm

Aggiungiamo inoltre che è il Sistema a mettere in difficoltà il processo di valutazione; un conto sono le materie con 4 ore (e magari con due aggiuntive di altra materia) che possono fare molte verifiche e sentire spesso i ragazzi; un altro conto sono le materie con 2 ore (o anche 3); in queste la valutazione - che già di per sè non è oggettive e valuta solo la performance, per quanto poi l'insegnante abbia la pretesa, in buona fede, di valutare in modo più ampio - diventa meramente una certificazione. Inoltre, il Sistema - con l'aumento degli alunni per classe - rende ancora più difficoltosa la valutazione, rendendo impossibile sentire oralmente classi di 29 alunni con 2 o 3 ore a settimana; ciò va a svantaggio degli alunni (che vengono valutati con verifiche scritte - bigliettini e copiature varie - e va a svantaggio anche dell'insegnante che si vede raddoppiare le ore di lavoro a parità di salario (Marx insegna). Inoltre, le Università - quelle dell'ampio spetto umanistico, da Lettere a Filosofia alle facoltà del socio-psico-pedagogismo - premiano i voti eccellenti sia in fase di ammissione e sia in fase di percorso con voti da 27 a 30, che equivale a dire voti dal 9 al 10. Quindi i ragazzi si ritrovano valutazioni stringate alle Superiori (poichè ancora pochi insegnanti seguono i POF che dicono che 8 è buono e 7 è solo discreto) e valutazioni ad libitum all'Università.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4691
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 10:15 pm

miss sparrow ha scritto:
scusate mi potrei inserire con una domanda in questo discorso (fortuna che ho letto i vostri pareri, perchè io stavo per "accontetare" i ragazzi dicendo loro i voti! ah l'inesperienza!)......come avrete capito, sono al 1 anno d'insegnamento e vorrei chiedervi come funzionano gli scrutini finali: si va già con il voto deciso, oppure si espone ai colleghi tutti i voti e si decide insieme? ve lo chiedo perchè non vorrei andare impreparata....

Nella mia scuola ognuno consegna i voti, allo scrutinio viene proiettato sullo schermo l'intero tabellone e a quel punto si scopre la situazione complessiva.

Posso suggerirti una cosa? Chiarisciti prima del consiglio di scrutinio su quali studenti sei disposta a "cedere", cioè ad accettare un aumento di voto, e su quali no, e assicurati che i voti che hai supportino la tua posizione ferma. Nel dubbio tra due voti, io mi tengo in genere sul più basso, tanto poi durante lo scrutinio, aspettando il momento opportuno, puoi proporre di alzarlo se ritieni sia il caso, non credo ti faranno storie, anzi, probabilmente ti verrà chiesto prima ancora che tu lo proponga. Guarda anche il quadro generale della classe e dell'alunno in bilico e valuta il da farsi. Mente lucida, mi raccomando!

Non vorrei che quanto dico sembrasse tattica subdola. Nei primi anni ho visto classi che iniziano lo scrutinio con un profilo e terminano con un altro, e non sempre ho visto movimenti che ho condiviso né mi sono piaciuti, per non dire di peggio. Bisogna quindi avere chiaro quale si ritiene sia la soluzione giusta e come arrivarci. Conoscere da anni i colleghi e il dirigente e un po' di psicologia sono cose che possono essere di aiuto.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4691
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 10:21 pm

Tabeta ha scritto:
DEC, io spiego come un ritornello (anche ai genitori e nella programmazione iniziale, ma soprattutto in classe) che parto dalla media ma tengo conto del lavoro quotidiano (ogni volta che aprono o non aprono bocca) e del trend in calo o in crescita, oltre che dei compiti e dello sforzo e che quindi, a medie uguali corrispondono voti diversi.

Ecco, questo è giustissimo che lo sappiano. I miei sanno a memoria il ritornello "la media dei voti è solo uno degli elementi della valutazione di fine anno", che ripeto ogni volta che qualcuno mi dice "ho 5 di media, mi dà il debito?". E spiego pure che tra chi prende nel corso dell'anno 4, poi 5, poi 6, e chi prende 6, poi 5, poi 4, c'è una bella differenza. In genere capiscono.
Tornare in alto Andare in basso
miss sparrow



Messaggi : 1232
Data d'iscrizione : 09.06.11

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 10:24 pm

grazie mille mac.....ti confesso che in questo primo anno gli alunni con me son stati fortunati perchè ho somministrato prove che non hanno comportato grosse difficoltà, per cui i voti sono soddisfacenti, a sinceramente ora saprei benissimo come strutturare una verifica aumentando la difficoltà su vari livelli.....ma vabbè orami quest'anno è andato.....mi han detto i colleghi che bsogna fare la media matematica.....a me questo metro non piace molto perchè in questo modo, avrei gente che si ritroverà 7, anche se io vorrei mettere un 6, visto che al di là della verifica fatta "bene" non c'è partecipazione e si sfiora la maleducazione.....
Tornare in alto Andare in basso
clarissa



Messaggi : 769
Data d'iscrizione : 23.10.09

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 10:36 pm

miss sparrow ha scritto:
mi han detto i colleghi che bsogna fare la media matematica.....a me questo metro non piace molto perchè in questo modo, avrei gente che si ritroverà 7, anche se io vorrei mettere un 6, visto che al di là della verifica fatta "bene" non c'è partecipazione e si sfiora la maleducazione.....
Anch'io ripeto spesso ai miei alunni che oltre al "voto" cui sono tanto attaccati, e quindi alla media, valuto impegno, motivazione, partecipazione attiva e produttiva, interesse, continuità, e spiego loro a priori di non stupirsi se due alunni entrambi con 6,5 di media avranno uno 6 e l'altro 7. Sono già preparati.
Mi ha fatto pensare però la tua osservazione, perché se di media un allievo arriva di suo al 7 non so se tu lo possa "abbassare", non credo... Tutti gli altri criteri di valutazione oltre al mero voto credo entrino in gioco nel caso di voti in bilico, di situazioni incerte, per cui anche un 6,8 per te può rimanere 6; ma è possibile abbassare la media, di norma? (ovviamente mi riferisco a situazioni normali, senza ad es. sanzioni o note disciplinari che possano giustificare tale provvedimento).
Tornare in alto Andare in basso
stefi2010



Messaggi : 640
Data d'iscrizione : 02.12.10

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 11:05 pm

E' evidente che viviamo in realtà diverse: voi parlate di scrutini in cui è ancora tutto da fare. Da noi sono giorni che le coordinatrici mi inseguono con la cosiddetta "griglia", che non ha nulla a che fare con il barbecue!

Io temporeggio perché vorrei lasciare più tempo possibile ai ragazzi, ma di fatto una volta inseriti i voti sulla griglia il quadro è ormai definito.

Poi, una volta che quella griglia, in sede di scrutini, viene messa davanti al D.S. c'è solo la possibilità di qualche miglioramento: la preside legge i voti uno per uno e c'è poco da discutere, tutt'al più si parla dei casi complessi, diversamente abili e canditati alla ripetenza.

Io di questa proposta di voto di cui scrivete non ho mai visto traccia. E dire che da buona precaria ogni anno giro almeno due scuole.

Soprattuttto guai a chi non ha le idee chiare e fa perdere tempo in sede di consigli.

Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 11:18 pm

mac67 ha scritto:
Chiarisciti prima del consiglio di scrutinio su quali studenti sei disposta a "cedere", cioè ad accettare un aumento di voto, e su quali no, e assicurati che i voti che hai supportino la tua posizione ferma. Nel dubbio tra due voti, io mi tengo in genere sul più basso, tanto poi durante lo scrutinio, aspettando il momento opportuno, puoi proporre di alzarlo se ritieni sia il caso, non credo ti faranno storie, anzi, probabilmente ti verrà chiesto prima ancora che tu lo proponga. Guarda anche il quadro generale della classe e dell'alunno in bilico e valuta il da farsi. Mente lucida, mi raccomando!
Pienamente d'accordo e imparato a mie spese. ;-)
mac67 ha scritto:
Non vorrei che quanto dico sembrasse tattica subdola. Nei primi anni ho visto classi che iniziano lo scrutinio con un profilo e terminano con un altro, e non sempre ho visto movimenti che ho condiviso né mi sono piaciuti, per non dire di peggio. Bisogna quindi avere chiaro quale si ritiene sia la soluzione giusta e come arrivarci. Conoscere da anni i colleghi e il dirigente e un po' di psicologia sono cose che possono essere di aiuto.
Non è una tattica subdola. Hai proprio ragione.
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16413
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Sab Giu 02, 2012 11:39 pm

mac67 ha scritto:


Nella mia scuola ognuno consegna i voti, allo scrutinio viene proiettato sullo schermo l'intero tabellone e a quel punto si scopre la situazione complessiva.

Posso suggerirti una cosa? Chiarisciti prima del consiglio di scrutinio su quali studenti sei disposta a "cedere", cioè ad accettare un aumento di voto, e su quali no, e assicurati che i voti che hai supportino la tua posizione ferma. Nel dubbio tra due voti, io mi tengo in genere sul più basso, tanto poi durante lo scrutinio, aspettando il momento opportuno, puoi proporre di alzarlo se ritieni sia il caso, non credo ti faranno storie, anzi, probabilmente ti verrà chiesto prima ancora che tu lo proponga. Guarda anche il quadro generale della classe e dell'alunno in bilico e valuta il da farsi. Mente lucida, mi raccomando!

Non vorrei che quanto dico sembrasse tattica subdola. Nei primi anni ho visto classi che iniziano lo scrutinio con un profilo e terminano con un altro, e non sempre ho visto movimenti che ho condiviso né mi sono piaciuti, per non dire di peggio. Bisogna quindi avere chiaro quale si ritiene sia la soluzione giusta e come arrivarci. Conoscere da anni i colleghi e il dirigente e un po' di psicologia sono cose che possono essere di aiuto.

Condivido ogni parola, soprattutto riguardo alla necessità di avere il proprio quadro della classe ben chiaro e di studiare la psicologia del consiglio :-))
Insegnando due materie, entrambe con prove scritte e orali, per ogni scrutinio preparavo sempre, come mio brogliaccio personale, un foglio di excel in cui registravo tutti i voti assegnati nel periodo.
Avevo chiare così le medie di partenza, accanto alle quali scrivevo la proposta orientativa e, se c'erano gli elementi, la possibilità di alzare un voto, con due parole per motivarlo rapidamente al momento opportuno; infine, per evitare sconvolgimenti del quadro complessivo dovuti alla fretta, annotavo che, se il 6 di Tizio diventava 7, doveva avere lo stesso esito il 6 di Caio che era sullo stesso piano.
Tra l'altro, con due materie, potevo bilanciare anche meglio: se una sufficienza piena in latino diventava 7 per premiare l'impegno, la sufficienza scarsa di greco restava 6 e, alla classica domanda del DS "in questa pagella è rimasto solo un 6; non si potrebbe ...?" rispondevo senza esitazione, con uno sguardo veloce al brogliaccio, che in greco non c'erano proprio gli elementi, anzi c'erano due verifiche da 5 e, per di più, il 7 in latino non era nemmeno un 7. ;-)

Come dice mac67, non si tratta di tattica subdola, ma dell'esigenza (almeno per me prioritaria) di poter guardare in faccia gli alunni e poter motivare sempre con onestà intellettuale il perché di una scelta piuttosto che un'altra.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47782
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Dom Giu 03, 2012 12:11 am

stefi2010 ha scritto:
E' evidente che viviamo in realtà diverse: voi parlate di scrutini in cui è ancora tutto da fare. Da noi sono giorni che le coordinatrici mi inseguono con la cosiddetta "griglia", che non ha nulla a che fare con il barbecue!

Io temporeggio perché vorrei lasciare più tempo possibile ai ragazzi, ma di fatto una volta inseriti i voti sulla griglia il quadro è ormai definito.

Poi, una volta che quella griglia, in sede di scrutini, viene messa davanti al D.S. c'è solo la possibilità di qualche miglioramento: la preside legge i voti uno per uno e c'è poco da discutere, tutt'al più si parla dei casi complessi, diversamente abili e canditati alla ripetenza.

Io di questa proposta di voto di cui scrivete non ho mai visto traccia. E dire che da buona precaria ogni anno giro almeno due scuole.
La griglia contiene proprio la proposta di voto. Non userete questo termine, ma fate esattamente la stessa cosa.
Soprattuttto guai a chi non ha le idee chiare e fa perdere tempo in sede di consigli.
Anche questo succede. Dipende dalla scuola e principalmente dal preside: alcuni sono più sbrigativi e sembra una gara contro il tempo, altri lasciano qualche minuto alla discussione, ma in genere i voti positivi non vengono toccati, a meno che non manchi qualche voto per raggiungere la fascia successiva nell'assegnazione dei crediti del triennio. Ottimi i consigli di mac67 e fradacla, ma non terrorizziamo troppo miss sparrow: per il primo anno presentati con i voti e preparati una giustificazione se qualcuno ti chiede di motivarli (soprattutto quelli negativi); se sono tutti positivi, non avrai nessun problema e andrà tutto liscio come l'olio.
Tornare in alto Andare in basso
miss sparrow



Messaggi : 1232
Data d'iscrizione : 09.06.11

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Dom Giu 03, 2012 7:30 am

grazie ancora!
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4691
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Comunicare le proposte di voto?   Dom Giu 03, 2012 10:30 am

Valerie ha scritto:
mac67 ha scritto:
Chiarisciti prima del consiglio di scrutinio su quali studenti sei disposta a "cedere", cioè ad accettare un aumento di voto, e su quali no, e assicurati che i voti che hai supportino la tua posizione ferma. Nel dubbio tra due voti, io mi tengo in genere sul più basso, tanto poi durante lo scrutinio, aspettando il momento opportuno, puoi proporre di alzarlo se ritieni sia il caso, non credo ti faranno storie, anzi, probabilmente ti verrà chiesto prima ancora che tu lo proponga. Guarda anche il quadro generale della classe e dell'alunno in bilico e valuta il da farsi. Mente lucida, mi raccomando!
Pienamente d'accordo e imparato a mie spese. ;-)
mac67 ha scritto:
Non vorrei che quanto dico sembrasse tattica subdola. Nei primi anni ho visto classi che iniziano lo scrutinio con un profilo e terminano con un altro, e non sempre ho visto movimenti che ho condiviso né mi sono piaciuti, per non dire di peggio. Bisogna quindi avere chiaro quale si ritiene sia la soluzione giusta e come arrivarci. Conoscere da anni i colleghi e il dirigente e un po' di psicologia sono cose che possono essere di aiuto.
Non è una tattica subdola. Hai proprio ragione.

Con le esperienze fatte nel corso degli anni, qualcuno di noi potrebbe pure fare il mediatore dell'ONU ...
Tornare in alto Andare in basso
 
Comunicare le proposte di voto?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» voto in 100 o 110...per i moderatori
» abolizione voto minimo laurea
» emendamento Cofferati, per spingere voto maggiorato
» Leggi curiose
» Litigare mai ! Per litigare bisogna comunicare lui non riesce ....

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: