Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 IL Francese muore

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4
AutoreMessaggio
marika26



Messaggi : 240
Data d'iscrizione : 22.12.10

MessaggioOggetto: IL Francese muore   Mer Giu 27, 2012 10:03 pm

Promemoria primo messaggio :

Gentili colleghi, leggete questo articolo sulla attuale situazione della lingua Francese. Cosa ne pensate? Quanti di voi si trovano nella medesima situazione?

http://www.orizzontescuola.it/node/24487
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: IL Francese muore   Sab Dic 14, 2013 2:42 pm

Non ho detto nulla prima, ma anche io ho una visione distorta a causa del mio lavoro. Voglio dire che, più che la lingua in sé, mi interessa com'è l'insegnante. In una scuola qui della zona c'è un insegnante di spagnolo che usa il metodo grammaticale esplicito e fa fare molti lavori di tipo traduttivo: lunghi brani di civiltà da tradurre per iscritto in italiano. Molti alunni si sono pentiti di aver scelto spagnolo. E anche a me non piace questo metodo. Eppure, come dici tu, data la somiglianza con l'italiano, in due ore se ne potrebbero fare di attività coinvolgenti!
D'altra parte vedo che i miei alunni sono contenti di studiare il francese. Quando facciamo i sondaggi, il francese risulta quasi sempre la materia che preferiscono. Per il livello, l'anno sorso ho portato 28 ragazzi a fare il DELF A2 e tutti lo hanno passato con ottimi punteggi, senza aver fatto corsi aggiuntivi.
Io credo che lo spagnolo sia più facile a livello ortografico, ma un po' più complicato a livello grammaticale rispetto al francese (nel senso che la struttura della frase francese somiglia di più a quella italiana). Lo spagnolo sicuramente è più semplice a livello fonetico, ma come lessico non è poi così scontato come si crede. Nel complesso sono comunque due lingue che permettono ad un italofono di raggiungere un buon livello in poco tempo. Il tedesco qui in zona alle medie non c'è.
Ah, qui in zona mentre lo spagnolo spopola a livello di scuola media, le scuole superiori hanno più richieste per il francese. Anche questo sarebbe un fenomeno interessante da analizzare.
Personalmente ho consigliato alle mie ex alunne che si sono iscritte al linguistico di scegliere il russo. Quelle che mi hanno dato retta ne sono strafelici. Eppure non è una lingua semplice. Misteri.
Oggi arrivano alcuni miei ex alunni e mi dicono che hanno scelto spagnolo. Uno dice che lo ha fatto per conoscere una nuova lingua, visto che ha già il DELF A2 per francese. Mi è piaciuto questo ragionamento. Un altro mi ha detto: 'prof, ho preso 4 in spagnolo, pensavo fosse più semplice!'
Per quanto mi riguarda, tornassi indietro ai tempi dell'università, lascerei perdere del tutto l'inglese che avevo già studiato benissimo al liceo e a cui gli anni di università non hanno agiunto nulla e sceglierei, oltre a francese e spagnolo, l'arabo.
Insomma, le ragioni sono le più svariate.  ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: IL Francese muore   Dom Dic 15, 2013 12:03 pm

il russo l'ho studiato, privatamente, durante gli ultimi tre anni del liceo. Anche a me piaceva moltissimo, per quanto non sia in effetti una lingua semplice da studiare. Da noi a scuola non si studia -né si studiava- da nessuna parte, ed è un peccato- ma all'epoca c'era l'Associazione Italia_URSS che organizzava corsi con un buon seguito, e a prezzi modic, ei io ne avevo approfittato. In compenso all'ITC in alcuni indirizzi si studia il cinese, che dal prossimo anno verrà offerto come extra-curricolare anche dal mio istituto, alle medie... Per dire, appunto, di quanto siano mutevoli le sorti delle lingue... Ora,fortuna che alle medie esista il vincolo di studiare una lingua comunitaria, se no tutte le nostre diatribe in merito a francese/spagnolo/tedesco andrebbero a farsi friggere, come il gelato cinese :-D
Quanto alle lingue richieste alle superiori, non mi pare che qua esistano molte discrepanze con quelle scelte alle Medie. Al Linguistico, il francese prevale sul tedesco, come è sempre stato, ma non conosco personalmente nessun caso di studenti che abbiano abbandonato lo spagnolo in favore di un'altra lingua. Conosco invece alcuni che, sempre al linguistico 8unico istituto dove è rimasto), hanno lasciato il tedesco perchè la scelta delle medie era stata pilotata dai genitori e loro non avevano gradito. Magari, se così non fosse stato, e alle medie avessero potuto scegliere francese o spagnolo, a seconda delle preferenze, al liceo si sarebbero avvicinati al tedesco, chissà... Mia nipote, che ha iniziato le medie in preda all'entusiasmo all'idea di fare spagnolo, che le piaceva sin da piccolina, si è scontrata con la realtà di una di quelle insegnanti cui facevo riferimento prima ed è rimasta delusa. Al liceo, pur mantenendo spagnolo L2, ha scelto, andando controtendenza, tedesco terza lingua ed ora è una germanista convinta, :-)
Tornare in alto Andare in basso
laclefdesonges



Messaggi : 952
Data d'iscrizione : 18.05.12

MessaggioOggetto: Re: IL Francese muore   Lun Gen 06, 2014 12:26 pm

Un passo potrebbe essere intervenire anche noi in questo sondaggio online che la Carrozza vuole lanciare.

Non penso sia una sfida fra lingue però, ognuno ha le sue preferenze è normale - bisogna fare magari dei distinguo e vedere a cosa si mira.
Io ad esempio ho accantonato lo spagnolo - che ho poi ripreso nel dottorato di ricerca di letterature comparate - ma nel passaggio dal liceo all'università.

Conosco difatti bene lo spagnolo sia come lingua che come letteratura ed è una lingua simpatica e utile (si pensi a quanto lavoro può dare con il turismo), e mi piace anche - ma a livello di letteratura, salvo Cervantes e non troppi altri (penso soprattutto ai generi come la novela picaresca, o alcuni esponenti del '900) è sotto il fortissimo infusso di quella francese, che non a caso è continuamente rievocata nei manuali spagnoli (mentre non lo è l'inverso). Basti pensare all'influsso di un Flaubert, o del simbolismo.

Allora, se dobbiamo parlare di letteratura, è normale che il francese, in quanto e risonanza sulla cultura europea prevalga sullo spagnolo, e che sia su larga scala "più importante" - e mi preme sottolineare che questo non vuol affatto dire che lo spagnolo sia da buttare, e che è più che lecito preferire la letteratura spagnola a quella francese - sono gusti.

Andrebbe anche detto che la letteratura tedesca è fondante per la cutura europea, e sarebbe l'ideale per una base letteraria davvero solida. Non conoscendo la lingua, in questo caso, penso sempre a che esperienza sarebbe stata leggere Goethe, ma anche un Fontane in originale.
Ma qui c'è il problema che non è una lingua romanza, e che insorgono ovvie difficoltà - il che ne ha frenato la diffusione. Alla mia epoca, non ho potuto fare tedesco proprio perché nel mio liceo linguistico (fra l'altro uno sperimentale) c'era solo da prendere spagnolo come terza lingua...

In conclusione, la "facilità" e la somiglianza con l'italiano, oltre che la diffusione della cultura pop (si pensi all'ondata di canzoni estive in spagnolo) gioca un ruolo fondamentale nella scelta della lingua da parte dei ragazzi - è inutile negarlo.

Così come non si può negare che i ragazzi - guarda caso - nel passare alle superiori abbandonino magari il tedesco e non lo spagnolo perché il primo è molto difficile, il secondo non lo è. Se "non gradiscono" è di certo più per questo motivo che non per l'influsso dei genitori.

Lo spagnolo è la lingua più vicina all'italiano fra tutte quelle romanze, è anche normale che i ragazzi si sentano a loro agio - mentre il francese, per la sua storia (lo stesso nome viene da invasori di origine germanica, come sappiamo) se ne è allontanato maggiormente, soprattutto a livello fonetico, ma anche di lessico. D'altronde, dare una linea di continuità allo studio di una lingua è anche giusto - cosa si vuole imparare, con tre anni delle medie....
Tornare in alto Andare in basso
laclefdesonges



Messaggi : 952
Data d'iscrizione : 18.05.12

MessaggioOggetto: Re: IL Francese muore   Lun Gen 06, 2014 12:32 pm

sono infine d'accordissimo con Valérie circa il metodo. C'è da dire che i manuali francesi però sono purtroppo spesso i primi ad essere antichi.

Questo lo subiamo ovviamente noi precari, nella scuola di quest'anno ne ho ritrovato uno SENZA nessuno spazio dedicato alle funzioni e alle espressioni utili per le competenze/abilità - farò tutto io, insomma, creerò dei materiali, ma senza poter fare fotocopie (nella mia scuola è vietato) e con le ragazze che stanno a zero (un secondo liceo linguistico che sta messo peggio di una seconda media,proprio per l'uso da parte della collega dello scorso anno del metodo "io detto le regole voi scrivete") vi assicuro è una faticata ingente !....
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: IL Francese muore   Mar Gen 07, 2014 8:18 pm

Carissima laclefdessonges, non ti invidio! Non ti invidio affatto! ;-)
Continuo a sperare che i manuali francesi si "svecchino" un po', magari proponendo l'approche actionnelle raccomandata dal QCER. Chissà, magari finalmente i manuali per la scuola media saranno davvero tarati sul livello A1 richiesto dalle nuove indicazioni. Aspetterò un anno, poi mi metterò a scrivere un manuale se ancora non ne avrò trovato uno decente. ;-)
Tornare in alto Andare in basso
laclefdesonges



Messaggi : 952
Data d'iscrizione : 18.05.12

MessaggioOggetto: Re: IL Francese muore   Gio Gen 09, 2014 1:36 pm

Lo comprerei senz'altro, e se hai bisogno di una mano mi propongo !

Io ho scritto per la Loescher, in un manuale di italiano però - e mi sono accorta si può davvero fare tanto per dare ai ragazzi degli strumenti migliori.

Il problema è anche l'ostracismo di alcuni colleghi di ruolo - i miei, ad esempio, hanno adottato loro questi testi orribili di cui ho scritto sopra e non contenti ci hanno aggiunto un manuale di letteratura che compendia, in sole 500 pagine (e calcola pure lo spazio occupato dalle immagini e dal paratesto), TUTTA la letteratura francese.... perché è "sintetico", dicono e perché il rappresentante è gentile e disponibile (leggasi rimedia libri gratis magari per i loro figli)... E siamo in un liceo linguistico, santo cielo !!

Il peggio è che "sintetico" non vuol dire migliore - e se ne accorgono anche i ragazzi, che ovviamente, faticano a seguire i discorsi sul testo. Certo, non dico devono avere il Lagarde Michard, ma insomma qualcosa di più ampio respiro, che abbia una struttura, e non sia un accumulo di nozioni e paroloni buttati là ("estetica classica", "fronda", "cogito") senza una parola in più ...
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: IL Francese muore   Ven Gen 10, 2014 11:48 am

laclefdesonges ha scritto:
Lo comprerei senz'altro, e se hai bisogno di una mano mi propongo !
Ok, ci conto.

laclefdesonges ha scritto:
... mi sono accorta si può davvero fare tanto per dare ai ragazzi degli strumenti migliori.
Già!
Pensa che quando ho scelto il libro di testo, ne ho esaminati, posso dire 'vivisezionati', una ventina. Ho perfino svolto gli esercizi e soprattutto ho ascoltato i cd. Ne ho salvato uno che uso, in ogni caso, a 'puzzle'.

laclefdesonges ha scritto:
Il peggio è che "sintetico" non vuol dire migliore
Dura da far capire ai colleghi! Soprattutto quando si tratta di insegnare ai ragazzi stranieri che non sanno (bene) l'italiano.
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: IL Francese muore   Ven Gen 10, 2014 2:28 pm

Mi dispiace che il francese non piaccia più alle famiglie, ma è anche vero che effettivamente lo spagnolo è la lingua maggiormente parlata in giro per il mondo dopo l'inglese.
Non lasciare alla famiglia o allo studente la scelta della seconda lingua straniera non mi sembra opportuno.
Ognuno dovrebbe essere libero di poter scegliere cosa sia meglio per lui studiare, almeno in campo linguistico, in base alle esigenze che ritiene più probabili per il proprio futuro.
Per citare un caso personale, mia figlia ha avuto di recente l'opportunità di andare a studiare gratuitamente in un paese estero: avrebbe potuto andare a Parigi e invece ha scelto una città dove si parla il tedesco. Ha valutato che conoscere bene il tedesco le servirà di più a livello lavorativo: come darle torto?
Allo stesso modo si potrebbe dire che se invece una persona sceglie di intraprendere lo studio di una seconda lingua straniera perché potrebbe tornargli utile come turista, dopo l'inglese, anche qui, mi sembra che lo spagnolo trovi una sua giustificazione.
Senza contare che anche tra i nostri immigrati in Italia diversi parlano lo spagnolo, ma praticamente pochissimi il francese, almeno tra le persone con cui si ha più contatti amicali...
La moda in questi casi non è una motivazione così balzana...
Si potrebbe dire che magari la letteratura francese è più nutrita di altre e che sarebbe bello saper leggere i classici in originale, ma non mi sembra che la lettura dei libri sia una motivazione così valida, per i giovani di oggi, ai fini  dello sforzo ad intraprendere la conoscenza di una lingua che è comunque piuttosto difficile a livello fonetico e grammaticale.
Blindare lo studio del francese all'interno di una scuola potrebbe essere controproducente: qualcuno potrebbe scegliere di andare a studiare in una scuola più lontana, ma dove c'è più possibilità di scelta... Blindare lo studio del francese su tutte le scuole sarebbe ancor più controproducente e passibile di critiche: la motivazione dei posti di lavoro che potrebbero andar persi può avere un senso per noi insegnanti, ma non credo che ce l'abbia per gli utenti.
Forse le scuole potrebbero cercare di indurre gli studenti allo studio del francese, allettandoli in qualche modo: ad es. con la proposta di viaggi studio, certificazioni, visione di film in lingua originale, una biblioteca ben fornita...
A parer mio è comunque inevitabile che vi sia una flessione dei posti a disposizione.
Tornare in alto Andare in basso
laclefdesonges



Messaggi : 952
Data d'iscrizione : 18.05.12

MessaggioOggetto: Re: IL Francese muore   Ven Gen 10, 2014 7:12 pm

Trovo l'analisi di dami molto lucida e fondata - e fra l'altro, la flessione è ovviamente mondiale e segue il riflusso dello stesso francese. Non a caso, io limitavo il mio discorso proprio al liceo, ossia dove le danze coinvolgono - per eccellenza - la letteratura, mentre per il turismo è indubbiamente più vantaggioso lo spagnolo.

C'è anche da dire, però, che al giorno d'oggi, quanto ci si lavora poi, effettivamente, con il turismo ?

Le agenzie turistiche sono in crisi, visto lo sviluppo di viaggi preparati su Internet, pacchetti tipo Smartbox, insomma il turismo "no Alpitour" ; chi poi vorrà magari prendere il patentino da guida dovrà confrontarsi con concorsi che a Roma, per dire, sono mostruosi ed estremamente selettivi (e ne fanno uno ogni 5 anni). Circa il concorso da accompagnatore turistico, non so da quanto non esce qui.

Non parliamo poi della fine che fanno i traduttori e interpreti, ne conosco a bizzeffe bravissimi e disoccupati....

Diciamocelo "tout net" : gli studi ad indirizzo lingue IN GENERALE non danno più tutti questi sbocchi lavorativi che davano una volta. Anzitutto, perché c'è poco lavoro IN GENERALE ; in secondo luogo perché, poniamo per andare in azienda serve l'inglese si, ma per una eventuale seconda lingua, non si può sapere a priori quale servirà ...

Rinnovare l'approccio e il metodo di insegnamento e intervenire nei campi di cui parlano Valérie e dami mi sembra in effetti l'unica via per far sbocciare l'amore per la lingua di Molière !

Tornare in alto Andare in basso
 
IL Francese muore
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4
 Argomenti simili
-
» Prete tenta di camminare sulle acque e muore
» « Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma. »
» una preghiera per questa mamma che è morta
» Toxoplasmosi
» Ragazzina Muore per Esorcismo Buddista

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: