Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA   Gio Giu 28, 2012 1:02 pm

Cari colleghi ho letto oggi (OS.it) questo intervento che ho trovato molto interessante:

Paolo Latella - Segretario Unicobas Scuola Lombardia

……… alcune priorità della scuola pubblica che andrebbero ripristinate e cambiate
Area didattica
• Ridefinizione del piano di studi della scuola primaria, ripristinando la storia contemporanea all'ultimo anno (attualmente in quinta elementare si studia ancora l'impero romano... è inconcepibile!).
• Inserimento - potenziamento docenti madre lingua inglese alla scuola primaria. docenti specializzati nella primaria per aree di indirizzo.
• Doppia lingua straniera con compresenza di docenti madrelingua.
• Cancellazione delle prove Invalsi agli esami di terza media (fine ciclo) scuola secondaria di primo grado.
• Ripristino e potenziamento delle ore di laboratorio (ITP) cancellate dalla riforma Gelmini.
• Insegnamento esclusivo dell'educazione civica da parte dei docenti di diritto.
• Corsi di recupero estivi obbligatori per tutti gli alunni con debiti scolastici.
• In ogni consiglio di classe per tutti gli ordini e grado della scuola la presenza di un psicologo ed un insegnante di sostegno anche per gli alunni con DSA (Disturbi Specifici dell'Apprendimento).
• Partecipazione attiva ed obbligatoria dei genitori nei consigli di classe aperti.
• Ripristino e potenziamento delle materie d indirizzo nei licei scientifici (informatica, matematica, latino, ecc.)
• Esame di stato con la presenza obbligatoria dell'intero consiglio di classe e il presidente esterno.
• Classi max 25 alunni.
• Classi max 20 alunni con uno studente disabile.


Cosa ne pensate?
Tornare in alto Andare in basso
grifis78



Messaggi : 765
Data d'iscrizione : 28.03.11

MessaggioOggetto: Re: PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA   Gio Giu 28, 2012 2:29 pm

Permettimi di aggiungere il resto dell'articolo:

Citazione :
Area Personale

Pensionamento di tutto il personale scolastico che ha raggiunto l'età anagrafica pensionabile con l'80% della retribuzione.

Ripristino degli scatti d'anzianità.

Riconoscimento di tutti gli anni di servizio per il personale Ata ex Enti Locali

Stabilizzazione di 150.000 precari abilitati.

Corsi TFA solo per coloro che hanno il servizio prestato negli ultimi 36 mesi (pari al 50% dei posti rimanenti dopo aver stabilizzato i precari abilitati.

Concorsi ordinari (pari al 50% dei posti disponibili)solo per coloro che hanno il titolo di studio ma che non hanno mai insegnato.

Laurea quinquennale obbligatoria per l'accesso all'insegnamento per ogni ordine di scuola, dalla scuola d'infanzia alla scuola secondaria di secondo grado

Ridefinizione dell'orario scolastico per gli istituti tecnici e professionali fino alle 16,00 con ripristino o creazione spazi per la mensa scolastica per studenti e per tutto il personale della scuola.

Riconoscimento economico o compensativo per le attività pomeridiane di correzioni compiti e verifiche.

Dispositivi elettronici in comodato d'uso gratuiti (Tablet, I-pad, Netbook) per tutti i docenti in servizio compreso i software utilizzati nella didattica.

Dispositivi elettronici in comodato d'uso gratuiti (Tablet, I-pad, Netbook) per tutti gli alunni con difficoltà economiche compreso i libri elettronici ed il software utilizzati nella didattica.

Stage obbligatorio per tutti gli alunni del secondo biennio e quinto anno della scuola secondaria secondo grado di 30 giorni c/o le aziende del territorio.

Corsi di aggiornamento obbligatori ai docenti e personale Ata nel periodo in cui gli alunni sono impegnati in stage.

Controlli psicologici ogni cinque anni per tutti i docenti e i dirigenti scolastici.

Queste sono alcune priorità della scuola pubblica che andrebbero ripristinate e cambiate

Eppure, qualunque ministro arrivi pensa solo ad incasinare il reclutamente peggio di come lo è adesso.


Ultima modifica di grifis78 il Gio Giu 28, 2012 2:34 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47757
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA   Gio Giu 28, 2012 2:32 pm

1) Non insegno alla primaria, ma non credo che ristudiare tre volte gli stessi avvenimenti in modo superficiale sia più utile che studiarli due volte in modo leggermente più approfondito. Quindi sono tendenzialmente contrario.
2) Chi non sarebbe d'accordo? Ma ce lo possiamo permettere?
3) Idem e poi la seconda lingua a scapito di quali materie?
4) Magari l'invalsi così com'è non va bene, ma non sono contrario ad una prova uguale per tutti che riduca l'arbitrio delle commissioni troppo buoniste.
5) Vedi risposta 2 e 3.
6) Dove sono queste ore di educazione civica? Io credo che anche gli insegnanti di lettere siano in grado di insegnarla altrettanto bene; il problema è che si discute su una cosa che non esiste.
7) Contrarissimo. Obbligatori perchè? Perchè vengano a scaldare il banco e a dare fastidio a chi vuole recuperare davvero. Se ritengono di poter recuperare studiando da soli, ben venga. Piuttosto rendiamo l'esame di settembre una cosa più seria di quella che è, dove la percentuale dei promossi sia tendenzialmente intorno al 50% e non intorno al 95%. Altrimenti perchè dovrebbero studiare?
Dove troviamo i soldi?
9) E se non vengono mandiamo i carabinieri? Oppure gli bocciamo i figli per vendetta?
10) Non mi risulta che matematica sia stata ridotta, anzi. Latino ed informatica sono di fatto in alternativa. Sarebbe meglio ci fossero entrambi, ma come fare senza aumentare il monte ore? E se aumentiamo il monte ore (cosa didatticamente discutibile) con che soldi lo facciamo?
11) Contrarissimo. Anzi io vorrei tutta una commissione di esterni perchè ci sia un minimo di controllo.
12 e 13) Come non essere d'accordo? Ma con che soldi vista la situazione attuale dell'Italia? Certo questa è un'emergenza e dovrebbe prevalere su tutto, ma scommetto che Monti non la pensa così.
Insomma una bella serie di proposte demagogiche ed irrealizzabili, unite ad alcune a mio avviso sbagliate.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47757
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA   Gio Giu 28, 2012 2:35 pm

No, anche quelle di grifis78, no:-)
Lasciamo stare il libro dei sogni.
Tornare in alto Andare in basso
grifis78



Messaggi : 765
Data d'iscrizione : 28.03.11

MessaggioOggetto: Re: PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA   Gio Giu 28, 2012 2:41 pm

Dec ha scritto:
No, anche quelle di grifis78, no:-)
Lasciamo stare il libro dei sogni.


Eheheheheh! Beh, in effetti, tutto ciò fa parte del libro dei sogni, ma un giorno, almeno qualcuna di quelle proposte dovrà pure realizzarsi, perchè in molti Paesi sono regole da decenni. Mi riferisco al tempo prolungato, allo psicologo a scuola, ecc.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47757
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA   Gio Giu 28, 2012 3:05 pm

Lo psicologo a volte viene a parlare con i ragazzi, ma uno per consiglio di classe mi sembra un po' costoso e francamente anche un po' eccessivo. L'importante è che possano contattarlo se ne sentono il bisogno (e questo in genere si fa) senza imporre la sua presenza costante.
Alcune forse sì, quando ci saranno i fondi, altre spero proprio di no; ma proporre adesso questo elenco è solo un modo per farsi pubblicità.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA   Gio Giu 28, 2012 5:45 pm

Ho inserito questo nuovo argomento perché dopo la sua lettura, ho sgranato gli occhi e ho riletto per essere certa di averlo fatto bene la prima volta. L’ho trovato interessante proprio perché dava a noi docenti la possibilità di dire la nostra, considerando le priorità indicate dall’autore dell’intervento, senza che, però, abbia preso in considerazione le reali possibilità di attuazione di alcune di queste e “cause e conseguenze” di altre.
Mi associo pienamente ai tuoi interventi Dec, trovo che un intervento di questo tipo sia puramente demagogico e ancora di più se fatto da un sindacalista che porta avanti proposte irrealizzabili considerando la realtà della scuola italiana e, purtroppo, la situazione economica del nostro Paese. E’ molto facile fare bei discorsi, tutti siamo in grado di farli, ma poi……..Considerando che sono letteralmente stufa di sentire esponenti politici e sindacalisti che si riempiono la bocca di belle parole che sono soltanto “fumo negli occhi” per chi ci crede, ma che non rappresentano niente di concretamente realizzabile, spero di poter leggere, prima o poi, interventi più concreti e realistici, magari con un programma e modalità di realizzazione. Trovo, come affermi tu Dec, alcune di queste “priorità” discutibili e la maggior parte campate per aria e “utopistiche” (…mi piace la tua definizione…”libro dei sogni”). Mi sono posta anche io la stessa domanda : “perché proporre adesso questo elenco di priorità”????? Forse è proprio la tua la risposta corretta: bisogna aumentare gli iscritti al partito o al sindacato e quindi come hai scritto “…è solo un modo di farsi pubblicità”
La mia perplessità alla lettura dell’intervento di Latella e la necessità di una mia 2° lettura ( perché ritenevo di non aver capito bene quanto viene sostenuto), mi aveva fatto pensare ad un crollo del mio QI e che ero messa veramente male.
Grazie per i tuoi i interventi Dec, perché mi hai fatto capire che la mia reazione ha una sua motivazione e che altri colleghi la pensano come me.
Secondo te ci sarà, prima o poi “qualcuno” (…nei “piani alti”) che decida di affrontare concretamente il problema, o meglio i problemi, della scuola e di chi ci lavora tutti i giorni o di chi ci vorrebbe lavorare??????
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47757
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA   Ven Giu 29, 2012 12:47 am

giovanna onnis ha scritto:
Secondo te ci sarà, prima o poi “qualcuno” (…nei “piani alti”) che decida di affrontare concretamente il problema, o meglio i problemi, della scuola e di chi ci lavora tutti i giorni o di chi ci vorrebbe lavorare??????
Dobbiamo essere ottimisti. La scuola è una priorità anche per l'economia del nostro paese, a parole lo dicono tutti, e prima o poi si dovrà tornare ad investire, come accade in altri paesi europei. Certo ci vorranno anni prima che passi questa crisi e che possiamo avere un governo un po' più libero dai vincoli di bilancio e sufficientemente stabile per programmare il futuro. Ma succederà. Personalmente credo che un intervento sulle cosiddette classi pollaio sia la priorità per garantire una didattica un po' più efficace e personalizzata. Per quanto riguarda la riduzione delle ore e di alcune materie, è chiaro che per molti di noi è stato un dramma perchè si sono perse molte cattedre e perchè ci dispiace che le materie che amiamo (e che hanno tutte una loro utilità) siano state sacrificate, ma si era arrivati ad un numero di ore francamente insostenibile soprattutto in certi indirizzi delle superiori: tenere i ragazzi incollati ai banchi tutti i giorni per sei ore di fila e magari con qualche rientro pomeridiano era improponibile e fondamentalmente inutile perchè è chiaro che poi diventano ingestibili e, quando tornano a casa, non hanno certo voglia di prendere in mano i libri e rimettersi a studiare. Si può dire tutto il male che si vuole della riforma Gelmini (io stesso non mi sono risparmiato in passato), ma questo intervento era inevitabile e dobbiamo essere consapevoli che su questo nessun ministro tornerà indietro.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA   Ven Giu 29, 2012 12:18 pm

Dec ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Secondo te ci sarà, prima o poi “qualcuno” (…nei “piani alti”) che decida di affrontare concretamente il problema, o meglio i problemi, della scuola e di chi ci lavora tutti i giorni o di chi ci vorrebbe lavorare??????
Dobbiamo essere ottimisti. La scuola è una priorità anche per l'economia del nostro paese, a parole lo dicono tutti, e prima o poi si dovrà tornare ad investire, come accade in altri paesi europei. Certo ci vorranno anni prima che passi questa crisi e che possiamo avere un governo un po' più libero dai vincoli di bilancio e sufficientemente stabile per programmare il futuro. Ma succederà. Personalmente credo che un intervento sulle cosiddette classi pollaio sia la priorità per garantire una didattica un po' più efficace e personalizzata. Per quanto riguarda la riduzione delle ore e di alcune materie, è chiaro che per molti di noi è stato un dramma perchè si sono perse molte cattedre e perchè ci dispiace che le materie che amiamo (e che hanno tutte una loro utilità) siano state sacrificate, ma si era arrivati ad un numero di ore francamente insostenibile soprattutto in certi indirizzi delle superiori: tenere i ragazzi incollati ai banchi tutti i giorni per sei ore di fila e magari con qualche rientro pomeridiano era improponibile e fondamentalmente inutile perchè è chiaro che poi diventano ingestibili e, quando tornano a casa, non hanno certo voglia di prendere in mano i libri e rimettersi a studiare. Si può dire tutto il male che si vuole della riforma Gelmini (io stesso non mi sono risparmiato in passato), ma questo intervento era inevitabile e dobbiamo essere consapevoli che su questo nessun ministro tornerà indietro.

Non sono proprio d'accordo sul fatto che "questo intervento era inevitabile".
Se il ministero dell'istruzione non avesse lavorato quasi in simbiosi con il ministero economia e finanza, forse la normativa entrata in vigore non avrebbe portato avanti solo la politica del risparmio e dei tagli a tutti i costi. Sicuramente non era possibile prevedere spese e finanziamenti enormi, ma questo non giustifica le "stragi" fatte sia nella didattica, sia nei posti di lavoro, a danno della scuola e degli studenti.
Perchè è stata l'istruzione uno dei settori maggiormente penalizzati??? Perchè non si sono fatte manovre di risparmio "nella camera dei bottoni", dove gli sprechi sono decisamente più consistenti??? La casta degli "intoccabili", che è molto numerosa, non si è voluta toccare........e questo, secondo te, era inevitabile???
Poi , per quanto riguarda il tempo scuola, esistono scuole in Europa dove si fa il tempo pieno, gli studenti stanno a scuola quasi tutto il giorno, con servizio mensa, laboratori efficienti, doposcuola per svolgimento dei compiti.....e funziona, senza penalizzare la didattica o il rendimento degli studenti....anzi. Certo la nostra realtà scolastica è diversa, ma perchè non proporre una modifica del sistema in questo senso?
Hai ragione, quando sostieni che nelle nostre scuole tenere i ragazzi fino alla 7° ora, diventa quasi improponibile (..ho lavorato anche io in istituti professionali con 6° e 7° ora e ho "inventato" di tutto per poter lavorare, visto che la soglia di attenzione dei ragazzi era ormai azzerata), ma questo è vero se resta tale l'organizzazione che nessuno, dall'alto, ha mai proposto di cambiare in meglio. Quando mai, noi docenti, siamo stati consultati in merito?
Mi fa piacere il tuo ottimismo e la tua fiducia per il futuro, DEC, e spero che possa essere contagiosa.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47757
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA   Ven Giu 29, 2012 12:55 pm

giovanna onnis ha scritto:
Non sono proprio d'accordo sul fatto che "questo intervento era inevitabile".
Se il ministero dell'istruzione non avesse lavorato quasi in simbiosi con il ministero economia e finanza, forse la normativa entrata in vigore non avrebbe portato avanti solo la politica del risparmio e dei tagli a tutti i costi. Sicuramente non era possibile prevedere spese e finanziamenti enormi, ma questo non giustifica le "stragi" fatte sia nella didattica, sia nei posti di lavoro, a danno della scuola e degli studenti.
Perchè è stata l'istruzione uno dei settori maggiormente penalizzati??? Perchè non si sono fatte manovre di risparmio "nella camera dei bottoni", dove gli sprechi sono decisamente più consistenti??? La casta degli "intoccabili", che è molto numerosa, non si è voluta toccare........e questo, secondo te, era inevitabile???
Il mio discorso era solo sul piano didattico, non su quello macroeconomico.
Poi , per quanto riguarda il tempo scuola, esistono scuole in Europa dove si fa il tempo pieno, gli studenti stanno a scuola quasi tutto il giorno, con servizio mensa, laboratori efficienti, doposcuola per svolgimento dei compiti.....e funziona, senza penalizzare la didattica o il rendimento degli studenti....anzi. Certo la nostra realtà scolastica è diversa, ma perchè non proporre una modifica del sistema in questo senso?
Non conosco queste realtà e quindi non posso giudicarle. Nella mia idea di scuola lo studio individuale è un momento importante per sviluppare l'autonomia e al tempo stesso credo che i ragazzi abbiano diritto anche ad avere del tempo libero per fare altre cose.
Hai ragione, quando sostieni che nelle nostre scuole tenere i ragazzi fino alla 7° ora, diventa quasi improponibile (..ho lavorato anche io in istituti professionali con 6° e 7° ora e ho "inventato" di tutto per poter lavorare, visto che la soglia di attenzione dei ragazzi era ormai azzerata Ecco, io è proprio sull'inventarmi che non sono d'accordo. Ne abbiamo già parlato in altri topic, ma credo che siamo insegnanti e siamo pagati per fare quello, non per intrattenerli in attesa della campanella liberatrice), ma questo è vero se resta tale l'organizzazione che nessuno, dall'alto, ha mai proposto di cambiare in meglio. Quando mai, noi docenti, siamo stati consultati in merito?
Questo è sicuramente vero.
Mi fa piacere il tuo ottimismo e la tua fiducia per il futuro, DEC, e spero che possa essere contagiosa. Ottimismo e fiducia sono un po' troppo, ma un po' di speranza deve rimanerci, altrimenti perchè continuare a lavorare e ad impegnarci?
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA   Ven Giu 29, 2012 3:07 pm

giovanna onnis ha scritto:


Hai ragione, quando sostieni che nelle nostre scuole tenere i ragazzi fino alla 7° ora, diventa quasi improponibile (..ho lavorato anche io in istituti professionali con 6° e 7° ora e ho "inventato" di tutto per poter lavorare, visto che la soglia di attenzione dei ragazzi era ormai azzerata

Dec ha scritto:

Ecco, io è proprio sull'inventarmi che non sono d'accordo. Ne abbiamo già parlato in altri topic, ma credo che siamo insegnanti e siamo pagati per fare quello, non per intrattenerli in attesa della campanella liberatrice

Una piccola precisazione DEC, con il termine "inventarmi", non intendevo creare attività di "ricreazione prolungata" in attesa del suono della campanella, ma, chiaramente, mettere a punto strategie didattiche tali da portare avanti la mia attività.....in caso contrario in quella classe non avrei potuto lavorare perchè avevo solo 3 ore settimanali e due di queste la 6° e 7° ora.



Ultima modifica di giovanna onnis il Ven Giu 29, 2012 3:11 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47757
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA   Ven Giu 29, 2012 3:10 pm

Certo, non voleva essere una critica a te, ma alle condizioni in cui ci fanno lavorare. Io in queste situazioni faccio molta molta fatica e non mi sembra giusto nè per me nè per loro.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA   Ven Giu 29, 2012 3:12 pm

Dec ha scritto:
Certo, non voleva essere una critica a te, ma alle condizioni in cui ci fanno lavorare. Io in queste situazioni faccio molta molta fatica e non mi sembra giusto nè per me nè per loro.

Sottoscrivo pienamente
Tornare in alto Andare in basso
carletto



Messaggi : 1971
Data d'iscrizione : 27.07.11

MessaggioOggetto: Re: PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA   Ven Giu 29, 2012 7:49 pm

si può discutere sulla 7a ora tutti i giorni, ma almeno arrivare a 30 ore al biennio del liceo sarebbe quasi doveroso (io ho fatto il brocca a 33 "ore" settimanali (religione esclusa) e sono sopravvissuto).
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA   Ven Giu 29, 2012 11:25 pm

carletto ha scritto:
si può discutere sulla 7a ora tutti i giorni, ma almeno arrivare a 30 ore al biennio del liceo sarebbe quasi doveroso (io ho fatto il brocca a 33 "ore" settimanali (religione esclusa) e sono sopravvissuto).

Condivido pienamente. La contrazione oraria che ha colpito i diversi indirizzi della scuola italiana , è veramente vergognosa. Fra le tante:
1- al Liceo scietifico, nel biennio, Storia e Geografia sono diventate "materia unica" con 3 ore settimanali e voto unico.....inconcepibile per due materie che meriterebbero maggiore spazio e autonomia
2- al Tecnico IGEA sparisce la Geografia Economica nel triennio.....sicuramente negativo dal punto di vista didattico per gli intrecci e le fondamentali correlazioni che questra disciplina ha con altre materie di indirizzo, come Diritto ed Economia Aziendale
3- in tutti gli Istituti Professionali sparisce la Geografia con grave danno soprattutto per il Professionale Turistico.....ma è pensabile che un futuro Operatore e Tecnico dei servizi turistici non sappia niente di Geografia Turistica?
Questi sono pochi esempi, forse tu potrai aggiungerne sicuramente altri, ma anche se pochi, sono più che sufficienti per dimostrare che le scelte didatticamente doverose non vengono mai prese dall'alto, anzi ciò che viene considerato doveroso non concorda mai con i reali interessi della scuola.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47757
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA   Sab Giu 30, 2012 12:56 am

carletto ha scritto:
si può discutere sulla 7a ora tutti i giorni, ma almeno arrivare a 30 ore al biennio del liceo sarebbe quasi doveroso (io ho fatto il brocca a 33 "ore" settimanali (religione esclusa) e sono sopravvissuto).
Ma certo che sei sopravvissuto. Ma quante volte tu o i tuoi compagni non siete stati attenti perchè eravate stanchi? Quante volte l'insegnante delle ultime ore non è riuscito a fare lezione o ha dovuto inventarsi qualcosa? Considera poi che le classi di oggi non sono esattamente come eravate voi qualche anno fa. Io quest'anno ho insegnato con un quadro orario del genere e, secondo me, non è il modo migliore per lavorare: se dobbiamo stare in classe per perdere tempo, tanto vale non starci. Poi certo che sono sopravvissuti tutti e probabilmente si sono anche divertiti a farmi arrabbiare, ma non è un modo produttivo di fare scuola. Io invece da studente ho fatto lo scientifico tradizionale con 25 ore in prima e via via a crescere fino a 30 ore in quinta e ricordo che anche noi a volte eravamo stanchi e al pomeriggio avevamo il nostro carico di compiti e di cose da studiare; certamente abbiamo fatto meno materie, ma non penso che alla fin fine abbiamo imparato meno.
Tornare in alto Andare in basso
carletto



Messaggi : 1971
Data d'iscrizione : 27.07.11

MessaggioOggetto: Re: PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA   Sab Giu 30, 2012 7:54 am

giovanna onnis ha scritto:
carletto ha scritto:
si può discutere sulla 7a ora tutti i giorni, ma almeno arrivare a 30 ore al biennio del liceo sarebbe quasi doveroso (io ho fatto il brocca a 33 "ore" settimanali (religione esclusa) e sono sopravvissuto).

Condivido pienamente. La contrazione oraria che ha colpito i diversi indirizzi della scuola italiana , è veramente vergognosa. Fra le tante:
1- al Liceo scietifico, nel biennio, Storia e Geografia sono diventate "materia unica" con 3 ore settimanali e voto unico.....inconcepibile per due materie che meriterebbero maggiore spazio e autonomia

in tutti i licei, carissima. in tutti... :-(
Tornare in alto Andare in basso
 
PER UN MIGLIORE "FUNZIONAMENTO" DIDATTICO DELLA SCUOLA
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Contratti sul sito della scuola
» richiesta 3 giorni di vacanza a discrezione della scuola
» colloqui individuali con i genitori
» nomina coatta alla gestione del sitoweb della scuola
» LA BCE ORDINA LA PRIVATIZZAZIONE DELLA SCUOLA

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: