Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 quinta serale e disciplina-motivazione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
iside



Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: quinta serale e disciplina-motivazione   Ven Nov 19, 2010 1:01 am

Salve!
Sarò breve, dato che è quasi l'una di notte e sono appena tornata da scuola, ma sento il desiderio di condividere con voi una cosa che mi sta facendo davvero male (e innervosire...)
Da quest'anno ho alcune ore in una scuola serale, classi 3° 4° e 5°. Premetto che ho già insegnato in un altro serale ed è andata sempre benissimo. Anche quest'anno va benissimo, in 3° e 4° e al diurno, ma non così in 5°. Ho una classe disastrata. Sono circa in 25. L'età va dai 30 ai 45 anni circa. Io insegno italiano e storia, il programma era stato svolto fino a circa il primo quadrimestre della 4°, il resto zero, nessun accenno. Sono consapevole che non si può fare un "riassuntino" di tutto: ho quindi cercato di stabilire dei moduli introduttivi per avviare il programma di 5°, spiegando ai ragazzi che avrei corso un po', ma che alcuni sforzi erano necessari. Ovviamente sono conscia che hanno poco tempo per studiare. Ho deciso, quindi, di inviare loro degli schemi, fatti da me, su ogni cosa trattata, come se fossero degli appunti del lavoro svolto in classe. Faccio riferimento anche al libro, perché mi pare giusto, per completezza, indicare la fonte e le pagine, per chi vuol seguire. Ho avviato un lavoro sul testo, dicendo ai ragazzi di provare a fare degli elaborati a casa e offrendomi di correggerli in ogni momento sia per loro più adatto: possono anche inviarmi i testi via mail.
Questa la situazione: ho visto un solo testo fatto da un ragazzo "volontario", nella mia ora la maggioranza chiacchiera, fa battute volgari (molto volgari...), sbuffa, dorme, si sdraia sul banco.
Non mi è mai capitata una cosa simile (e giusto, direte... prima o poi c'è sempre la prima volta!), o meglio non mi è mai capitata in una 5° di adulti. Di solito i ragazzi che ho avuto in classe dicono che con me non si annoiano, insomma... sono una che cerca di tener viva l'attenzione.
Stasera i ragazzi si sono lamentati: dicono che corro troppo, che loro vogliono fare meno cose perché non mi stanno dietro, che si stancano, che vogliono fare cose più soft. Ho fatto loro presente che devono fare un esame di stato e che le prove saranno comunque ministeriali, e che dobbiamo lavorare e impegnarci. Ho detto anche che l'italiano li può salvare (è una scuola tecnica, ma non tutti sono "forti" nelle materie tecniche).
Io ho passato tutta la settimana a fare schemi del loro libro... Ora vorrei non averli mai fatti. Credo che non li farò più.
Ho parlato con una sola collega di questo. Anche lei è arrivata quest'anno e si sente a disagio in quella classe. Quando sono arrivata, un collega che era già lì mi ha detto "Io la letteratura la butterei tutta fuori dalla finestra. Meglio leggere dei libri e passare il tempo discutendone insieme...". Ovviamente non insegna lettere. Ma, si sa, tutti possono insegnare lettere, non è una cosa che richiede specializzazione....
Io, però, sono preoccupata per il clima dei prossimi mesi. Per il collega, forse, più che per i ragazzi....
Tornare in alto Andare in basso
fra65



Messaggi : 573
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : senza fissa dimora

MessaggioOggetto: Re: quinta serale e disciplina-motivazione   Sab Gen 08, 2011 8:09 pm

Prova a confrontarti con gli altri insegnanti....a parlarne in consiglio di classe...Sicuramente avranno tutti problemi con la classe...Potresti capire così il livello...cosa si può pretendere...che programma seguire....e, nonostante siano grandetti e dovrebbero sapere come comportarsi correttamente, quali provvedimenti disciplinari adottare in caso di scorrettezze!
Tornare in alto Andare in basso
iside



Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: Re: quinta serale e disciplina-motivazione   Ven Gen 14, 2011 2:40 pm

Grazie della risposta...
Effettivamente ne ho parlato, scoprendo che tutti i colleghi sono un po' disperati..
In compenso, passate tante settimane, sono giunta alla conclusione che nella classe c'è anche chi vuol imparare ed apprezza. Cerco di pensare a loro, ogni volta che entro lì dentro...
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: quinta serale e disciplina-motivazione   Ven Gen 14, 2011 2:48 pm

Dai un'occhiata a quei film sugli insegnanti che lavorano in contesti difficili: è vero, sono film, ma magari qualche idea te la fanno venire! Per esempio: "Entre les murs", "Les choristes". Oppure leggiti "Chagrin d'école" o "Comme un roman" di Pennac. Scusa ma non so i titoli "ufficiali" delle versioni in italiano. Credo che puoi controllare facilmente su internet.
Magari potresti proporne la visione in classe. Anche i cartoni animati sono efficaci a volte, ti prego, non ridere :-)
Ho insegnato in una scuola serale di recupero anni. La situazione era davvero difficile, ti capisco. Forse ha ragione il collega: metti da parte il programma ufficiale e cerca di trattare gli stessi temi per altre vie. Facci sapere. ;-)
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: quinta serale e disciplina-motivazione   Ven Gen 14, 2011 5:49 pm

Valerie ha scritto:
"Entre les murs", "Les choristes". Oppure leggiti "Chagrin d'école" o "Comme un roman" di Pennac. Scusa ma non so i titoli "ufficiali" delle versioni in italiano.
rispettivamente se non erro "la classe", "les choristes: i ragazzi del coro", "diario di scuola", "come un romanzo"
di film sulla scuola ce ne sono svariati anche italiani, tipo "la scuola", "auguri professore", "la classe non è acqua", "io speriamo che me la cavo"
Tornare in alto Andare in basso
iside



Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: Re: quinta serale e disciplina-motivazione   Sab Gen 15, 2011 1:16 pm

Grazie a tutti
Leggo i vari post in giro e scopro che ci sono situazioni veramente difficili, in cui insegnare è una sfida. Anch'io mi sono trovata, quando insegnavo alla primaria, con casi limite.
Ammetto, dunque, che in questa mia ricerca di aiuto (o di complicità?) forse c'è un'implicazione ideologica da parte mia. Io so benissimo che il contesto della mia scuola non è quello di disagi ambientali o sociali vari. E' una scuola statale serale, dove la maggioranza di frequentanti proviene da famiglie con attività in proprio che non hanno scelto con i propri figli di proseguire oltre la terza media, perché il lavoro c'era in casa... Ora gli stessi vogliono un titolo, una formalizzazione. Di fatto criticano gli insegnanti, la scuola, quel mondo che percepiscono come lontano dalla propria visione di vita. Non serve, ad esempio, studiare materie umanistiche, perché basta imparare meglio "quello che già si sa del proprio lavoro". Ecco che fare una lezione di storia diventa un dramma. Leggere una poesia significa suscitare battute dall'ultimo banco, e anche dal penultimo... Un'altra parte dell'utenza proviene dal diurno: son ragazzi bocciati o ritirati in corso d'anno, che ammettono di essere lì "per i genitori". Sono ovviamente più scolarizzati dei precedenti, per cui finiscono per avere voti più alti, anche se a volte non li meritano (ad esempio, magari non studiano, ma si sanno esprimere meglio o scrivono in modo più corretto). Normalmente questi ragazzi ancora non lavorano, ma non dedicano la loro giornata allo studio, si impegnano tanto quanto chi fa un turno di lavoro giornaliero. Ci sono poi quelli che vogliono un secondo diploma, e sono spesso bravi, e quelli che *davvero* non hanno potuto studiare da giovani o sono stati penalizzati per altri motivi: ci mettono l'anima e piano piano riescono a costruire delle competenze sufficienti...
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: quinta serale e disciplina-motivazione   Sab Gen 15, 2011 2:08 pm

@Iside: E' più o meno il quadro che avevo io ai tempi. Ti parlo di circa 20 anni fa. Come vedi cambiano i suonatori, ma la musica è sempre quella. Tu dici che a loro importa solo del proprio lavoro. Come insegnargli la storia? Che lavoro fanno? Agricoltori? Proponigli la storia dell'agricoltura. Parrucchieri? proponigli la storia delle pettinature. Meccanici? Proponigli la storia dell'automobile. Tra biblioteche e internet non ti sarà difficile credo trovare il materiale. Per la letteratura non puoi certo proporre il Petrarca e le donne angelicate. Comincia con qualcosa al loro livello. Non so tipo poesia goliardica. Lo so, non saranno in programma, ma come ti ho già detto, qui i programmi non li si riesce a fare comunque! Allora tanto vale cercare di dare a 'sti studenti un minimo di cultura, qualunque essa sia: sarà sempre meglio del niente. Non ti scoraggiare. Il tuo primo obiettivo per ora è cercare di "tirarli dalla tua parte". Quando te li sarai conquistati, riuscirai a fare anche il resto. Pensa a loro e non alle cartacce. Qualcosa arriverà!
Tornare in alto Andare in basso
iside



Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: Re: quinta serale e disciplina-motivazione   Sab Gen 15, 2011 2:44 pm

Diciamo che grosso modo lavorano nel campo dell'edilizia. E' una 5* Sirio geometri. Son d'accordo nel suscitare l'interesse... In realtà non è questo il discorso. Il mio discorso è diverso... E qui so che si potrebbero scrivere fiumi d'inchiostro pro o contro quel che sostengo, anche perché io stessa in passato sostenevo il contrario di quel che sto dicendo. Ma io sono d'accordo che vadano interessati con quel che piace... Anche i ragazzi di un 4 - 5 anni più giovani di loro vanno interessati con quel che piace: questo è l'inizio, è l'input, è la motivazione, è far leva su qualcosa.... Ma la scuola ci chiede anche di dare conoscenze che vadano oltre una microstoria o una piccola realtà locale. E dice che c'è un programma, con tutte le varianti, ma un programma c'è. Chi ha avuto i genitori condiscendenti allora può iscriversi al serale e uscire col diploma a 23 anni senza aver studiato storia e letteratura, mentre chi fa il percorso regolare esce, magari a 19, dopo essersi sorbito il Paradiso della Divina Commedia che odiava tanto? Certo, ma la differenza d'età non è enorme, e i due sono competititvi nello stesso modo! Io ho già insegnato in un serale in passato, era un professionale, paradossalmente non ho trovato un muro come qui... Forse perché proprio perché era un professionale??? La gente davvero non aveva tempo di studiare e chiedeva di leggere insieme, perché magari riusciva a imparare. Potrebbe essere solo un caso.
"Sa prof, io sono sempre andato alla privata, ma dicono che poi è un suicidio all'esame, quindi faccio la quinta qui allo statale.."
Forse è che nel professionale ce ne sono meno che decidono un percorso di questo tipo?... Non lo so, non mi do risposte, sono solo domande e riflessioni...
L'unica certezza è che io cerco di fare il mio dovere, un successo mi pare riuscire a farlo riuscendo a concentrarmi sui quelli che vogliono seguirmi.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: quinta serale e disciplina-motivazione   Sab Gen 15, 2011 2:58 pm

iside ha scritto:
Ma la scuola ci chiede anche di dare conoscenze che vadano oltre una microstoria o una piccola realtà locale. E dice che c'è un programma, con tutte le varianti, ma un programma c'è.
Certo, dall'alto arrivano gli ordini! Bello dirli! Il difficile è metterli in pratica! Bisogna trovare un modo per fare il programma senza che gli studenti se ne accorgano. Ad es. parlando del Paradiso, puoi proporgli di costruirne uno. Intendo dire di fare un progetto per un edificio stile paradiso, un disegno insomma di come loro lo costruirebbero. In legno? In mattoni? Cosa userebbero per caratterizzare i vari gironi? Con che materiale ricoprirebbero le pareti? Magari di fare un modellino. Iside, magari sto sparando cavolate, ma ci provo: ho un fratello geometra e so che con i suoi compagni si divertiva a fare questi discorsi o a costruire piste per le macchinine formato divina commedia o a inventare rime su modello del "mezzo del cammin di nostra vita" per prendere in giro i prof.

iside ha scritto:
Chi ha avuto i genitori condiscendenti allora può iscriversi al serale e uscire col diploma a 23 anni senza aver studiato storia e letteratura, mentre chi fa il percorso regolare esce, magari a 19, dopo essersi sorbito il Paradiso della Divina Commedia che odiava tanto? Certo, ma la differenza d'età non è enorme, e i due sono competititvi nello stesso modo!
No Iside, ti assicuro che il mondo del lavoro non funziona così. L'ho provato sulla mia pelle prima di diventare insegnante. I due non sono competitivi allo stesso modo, stanne certa! ;-)
Tornare in alto Andare in basso
iside



Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: Re: quinta serale e disciplina-motivazione   Sab Gen 15, 2011 5:54 pm

Invece, Valery, io ti capisco, provo anche a decentrarmi rispetto quello che dico. Non mi viene neppure tanto difficile: ti ripeto, il mio punto di partenza è quello che dici tu.
Invece il fatto è che i titoli contano: vai in qualsiasi officina, piccola ditta: il capofficina non è più il più vecchio o il più abile, è quello che ha il titolo di studi...
Io ho due ore la settimana: tu pensi che possa fare un progetto sul paradiso? Sì... facendo solo quello...
Anch'io ho altre esperienze alle spalle. Credo anche di essermi meritata il mio titolo di studio (ovviamente non stiamo parlando di quello), ma ammetto che il fatto di avere il "pezzo di carta" ha aiutato anche me... Tu hai un fratello geometra... Io in una classe stavo parlando di Galileo (erano interessati, anche...). Abbiamo letto un pezzetto di testo in cui lui citava, ovviamente con parole che io ho "tradotto in lingua corrente" il Teorema di Pitagora. Credi che i ragazzi abbiano saputo dire cosa fosse quella "cosa recitata"???? Noooooo
Tornare in alto Andare in basso
iside



Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: Re: quinta serale e disciplina-motivazione   Sab Gen 15, 2011 5:54 pm

Valerie, scusa...
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: quinta serale e disciplina-motivazione   Sab Gen 15, 2011 7:13 pm

Lo so Iside, anche io ti capisco, il tempo è sempre poco... Farai solo il paradiso, pazienza. Se tu ti comportassi normalmente e andassi avanti col programma, loro non ti seguirebbero lo stesso, alla fine dell'anno non saprebbero comunque nulla, almeno secondo me... Non so cos'altro dirti. Prova magari a differenziare in modo da far fare tutto il programma almeno a quei pochi interessati. Anche io non ho la bacchetta magica. Anche le mie sono solo idee derivate da un paio di anni in una scuola serale, per di più privata. Ti auguro di trovare altre soluzioni! ;-)
Riguardo al titolo di studio, la mia laurea in lingue con lode mi è servita solo ad accedere al concorso. In tutti gli altri lavori che ho fatto (e sono tanti, per tanti anni, in diversi settori), mai nessuno mi ha considerata per il titolo di studi. In ogni colloquio mi hanno sempre sottoposto a dei test e valutata per quelli e soprattutto per come sono.
Io ho sempre visto come capo officina o capo reparto il più anziano o il più bravo, non ho mai avuto capi laureati, eppure io da laureata facevo la segretaria, mio fratello che, oltre a essere geometra, è ingegnere edile, assume come capo cantiere non chi si presenta col diploma, ma chi sa far funzionare un escavatore. Ma anche questo è frutto di un esperienza personale, quindi contestabile. ;-)
In ogni caso io intendevo dire che tra uno che il titolo se l'è guadagnato e uno che l'ha comprato, ci penserà il mondo del lavoro a fare la selezione, a parità di "pezzo di carta"! Continua a fare il tuo lavoro in tutta coscienza come sai fare e come stai facendo, senza darti troppo pensiero di ciò che succederà dopo. Tanto prima o poi i nodi verranno al pettine e solo chi avrà davvero voglia di lavorare otterrà buoni risultati nella vita. :-)
p.s. non preoccuparti per il nicky, in teoria dovrebbe essere Valérie, ma su internet non sempre si possono usare i caratteri accentati, quindi... ;-)
Tornare in alto Andare in basso
iside



Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: Re: quinta serale e disciplina-motivazione   Sab Gen 15, 2011 8:34 pm

Grazie Valerie. In questo momento non sto effettivamente cercando un modo per trovare la soluzione. Da quello che dici, mi pare che comunque i contesti siano molto diversi, rispetto alla situazione che abbiamo vissuto.
Io non farò solo il paradiso - anzi, dovessi scegliere non farei quello - perché c'è comunque chi mi segue: fossero anche due, la scuola statale deve dare la possibilità di fruire quello che è scritto nel programma. Quegli altri non è che non lo facciano perché non lo capiscono (sarebbe un altro discorso): non lo fanno perché non lo vogliono fare... Tant'è vero che il muro era palpabile fin dalla prima ora di lezione...
Io credo che una scuola statale non possa scegliere di fare *solo* il "Paradiso"... Questo è il punto. Non è obbligatorio prendere il diploma.. Lo dici anche tu! E allora, se lo vogliono, devono sapere esattamente le stesse cose che sanno i ragazzi più giovani di 3 o 4 anni.
Tornare in alto Andare in basso
iside



Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: Re: quinta serale e disciplina-motivazione   Mar Gen 18, 2011 12:35 am

Cavolo, cominciano a studiare... e intervengono....
Incrocio le dita, che continui!....
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: quinta serale e disciplina-motivazione   Mar Gen 18, 2011 2:06 pm

Bene Iside!!! Noi incrociamo le dita e tu non demordere!!! ;-)
Tornare in alto Andare in basso
 
quinta serale e disciplina-motivazione
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Stasera su Quinta Colonna..
» Quinta ICSI
» embrioni in terza o quinta giornata e congelamento
» Morula in quinta giornata
» fase B disciplina e sostegno

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: