Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Cura di alunna epilettica

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Carmen80



Messaggi : 345
Data d'iscrizione : 03.11.10

MessaggioTitolo: Cura di alunna epilettica   Mar Set 11, 2012 4:32 pm

Promemoria primo messaggio :

Salve. Ho un'alunna epilettica (classe 3^media) con ritardo cognitivo, seguita da un aec e sostegno.Mi hanno detto che, in caso di attacco epilettico, devo spogliarla,metterla di fianco e fare un clistere rettale. Inoltre , non essendo in grado di pulirsi in caso di defecazione, dovrei rendermi disponibile a pulirla.

Chiedo: 1) sono obbligata a somministrarle il clistere,in caso di crisi? E' una ragazza di 90 kg che solitamente
indossa jeans aderenti (vedo la manovra difficile da farsi, in un momento critico come quello,
soprattutto all'interno di una classe con altri alunni). La famiglia dice che solleva gli insegnanti
in caso di male somministrazione del medicinale...mi sembra 'debole' come tutela legale.

2) Devo realmente essere disponibile in caso di pulizia personale?

Grazie a tutti.
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Stellastella



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 04.11.17

MessaggioTitolo: Re: Cura di alunna epilettica   Dom Lug 22, 2018 12:07 pm

Io lo somministrerei ma questo non toglie il fatto di volersi tutelare a prescindere.. se si può richiedere un documento o qualcosa che abbia valore legale che tuteli il docente non infermiere a somministrare farmaci perché no? Si cerca di migliorare no? Se devo lavare il sedere a un ragazzo non ho problemi a farlo e lo faccio senza autorizzazione anche se il ds non é d'accordo e vuole che siano i cs a farlo (ma se non ci sono?) ma un farmaco se somministrato male può far danni??? Bo non so..
Torna in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 47

MessaggioTitolo: Re: Cura di alunna epilettica   Dom Lug 22, 2018 12:08 pm

Ire ha scritto:
...

Per il resto, ti invito a leggere la discussione "fino a che punto"  in questa stessa sezione.
Grazie, me lo leggo, non ero a conoscenza della precedente discussione.

Comunque è evidente che, se il primo intervento è elaborato, è necessario personale formato e non un docente che semplicemente ha dato la propria disponibilità ad intervenire, per maggiore tutela della ragazza stessa.
Se succedesse? La scuola deve essere in condizione, quando la mattina si entra a scuola, di sapere se le figure professionali sono a disposizione, altrimenti si assume la responsabilità di mancati o sbagliati interventi.
Se manca il tecnico di laboratorio i ragazzi non vanno in laboratorio se ne è prevista l'ora, se la palestra non è funzionante idem e così via. C'è una decisione a monte da prendere.
Torna in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 10268
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Cura di alunna epilettica   Dom Lug 22, 2018 7:22 pm

e questo è fuori discussione. La decisione non può essere "la ragazza non sta a scuola" la questione non è "il dirigente non può farti un ordine di servizio per somministrare il microclisma"

Il protocollo di intervento va preparato bene perchè non si tratta di ragazzi che non vanno in laboratorio un giorno perchè non c'è personale. Naturalmente ne sei consapevole : - ) Tutti quelli che possono essere incaricati in qualsiasi momento di sorvegliare la ragazza devono essere almeno informati su cosa potrebbe succedere e su cosa si debba fare e come.

In ogni caso, dopo le doverose preparazioni teoriche, se il giorno della crisi qualcosa non funziona, l'adulto presente si fa coraggio e interviene. Poi discute. IMHO
Torna in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
sempreconfusa1



Messaggi : 3182
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Cura di alunna epilettica   Dom Lug 22, 2018 7:49 pm

I dirigenti con una coscienza non lasciano simili alunni nelle mani inesperte di chicchessia,  o improvvisate, financo caritatevoli, prima ancora che mani coraggiose (non è questione di coraggio, si tratta pur sempre di minori per i quali rispondono gli adulti); stabiliscono ben chiaro fin dal principio chi deve ricoprire certe resposnabilità perché ha esperienza e preparazione adeguata per farlo.
Di questo si dovrebbe discutere prima, e pretendere che tutto venga messo nero su bianco.
Torna in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 10268
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Cura di alunna epilettica   Lun Lug 23, 2018 12:28 pm

Stellastella ha scritto:
Io lo somministrerei ma questo non toglie il fatto di volersi tutelare a prescindere.. se si può richiedere un documento o qualcosa che abbia valore legale che tuteli il docente non infermiere a somministrare farmaci perché no? Si cerca di migliorare no? Se devo lavare il sedere a un ragazzo non ho problemi a farlo e lo faccio senza autorizzazione anche se il ds non é d'accordo e vuole che siano i cs a farlo (ma se non ci sono?) ma un farmaco se somministrato male può far danni??? Bo non so..

Bella domanda!

Pensandoci credo che l'unico modo di somministrare male questo farmaco sia non riuscire a introdurlo e disperdere il contenuto del flacone, cioè di non somministrarlo.

Direi però che visto come sono fatti i flaconi e la loro facilità di utilizzo bisogna impegnarsi molto per non riuscirci.
Torna in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
seasparrow



Messaggi : 3456
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 59
Località : Venezia

MessaggioTitolo: Re: Cura di alunna epilettica   Gio Lug 26, 2018 10:09 pm

>ho un'alunna epilettica

ci sono due tipi principali di attacco
uno molto grave e uno meno

>mi hanno detto che, in caso di attacco epilettico, devo spogliarla, metterla di fianco e fare (...)

??? le regole di primo soccorso (e' quello piu' semplice e puo'/deve essere fatto da tutti, diversamente dal pronto soccorso dove come minimo serve un corso e si arriva anche alla necessita' di un medico) non prevedono per questa malattia somministrazioni

>inoltre , non essendo in grado di pulirsi in caso di defecazione, dovrei rendermi disponibile a pulirla

no, per me ad ogni attacco si deve chiamare l'ambulanza e nel caso ci pensano questi

>sono obbligata a somministrare (...) in caso di crisi?

no (spiegato sopra) puo' essere anche pericoloso per te se riprendono convulsioni violente

>la famiglia dice che solleva gli insegnanti in caso di male somministrazione sbagliata del medicinale ... mi sembra 'debole' come tutela legale

a parte che non si usa una siringa e non vedo il pericolo vale quanto sopra detto

>devo realmente essere disponibile in caso di pulizia personale?

ho risposto sopra

>Grazie a tutti

come e' andata poi?

https://www.istruzionepadova.it/intedu/Materiali/Progetto-Epilessia_Gestione-della-crisi-epilettica_2apr2014.pdf

http://www.icsfogazzaronoventa.gov.it/files/DIDATTICA/EPILESSIA_A_SCUOLA_COSA_FARE.pdf

http://www.repubblica.it/salute/medicina/2017/06/09/news/scheda_epilessia_primo_soccorso-167673386/

(5177)
Torna in alto Andare in basso
 
Cura di alunna epilettica
Torna in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» CAMPANIA - CAVA DE' TIRRENI (SA) - Artemisia H. S.r.l. - Casa di Cura Ruggiero
» Endometrio sottile che cura vi hanno dato?
» Testosterone basso e FSH alto
» TSH sballato
» ESCHERICHIA COLI LA MIGLIORE TERAPIA PER DEBELLARLA

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Vai verso: