Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 alunno o docente difficile?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: alunno o docente difficile?   Mar Ott 02, 2012 4:57 pm

In una delle mie classi è presente un alunno autistico, non grave, all'inizio nei miei confronti era diffidente, ora, anche grazie alla mia sensibilità lo vedo più affettuoso.Il problema è che non c'è feeling tra lui e il docente di sostegno.
L'insegnante spesso lo rimprovera, si inquieta, assume un tono troppo imperioso, è burbero, lo minaccia,insomma non trapela amore; mi sembra che il collega non metta in atto tutti quei meccanismi necessari e idonei per la didattica riservata ai ragazzi più sfortunati.
Anch'io sono specializzata in quest'ambito, anche se in questo caso mi occupo solo delle mie discipline, non propriamente dell'alunno perchè è il docente di sostegno a farlo.
Non so come comportarmi, sono a disagio, non approvo il suo modo di fare, inoltre si crea disturbo in classe e ciò mi impedisce di fare lezione in maniera serena.
Che mi consigliate?
Tornare in alto Andare in basso
tata matilda



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 25.10.11

MessaggioOggetto: Re: alunno o docente difficile?   Mar Ott 02, 2012 5:38 pm

Prova a parlargliene...ovviamente non davanti agli alunni, e coi dovuti modi...Potresti dirgli qualcosa del tipo:"Sai cosa stavo pensando...con Paolino potremmo provare a usare questo metodo...anzichè prenderlo di petto proviamo a prenderlo con le buone...magari ce lo conquistiamo e sta più tranquillo" o qualcosa del genere. Non dargli l'impressione di giudicare il suo operato altrimenti entrate in collisione.
Per quanto riguarda la tua frase "Non trapela amore"...bè, in questo caso forse pretendi troppo...non è che siamo tenuti ad AMARE i nostri alunni. Ma semplicemente ad essere professionali, e forse il tuo collega ha bisogno di una mano per trovare il giusto metodo professionale da usare con l'alunno; poi l'amore ognuno lo riserva a chi vuole...
Tornare in alto Andare in basso
sweetbaby863



Messaggi : 315
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioOggetto: Re: alunno o docente difficile?   Mar Ott 02, 2012 7:20 pm

angie ha scritto:
In una delle mie classi è presente un alunno autistico, non grave, all'inizio nei miei confronti era diffidente, ora, anche grazie alla mia sensibilità lo vedo più affettuoso.Il problema è che non c'è feeling tra lui e il docente di sostegno.
L'insegnante spesso lo rimprovera, si inquieta, assume un tono troppo imperioso, è burbero, lo minaccia,insomma non trapela amore; mi sembra che il collega non metta in atto tutti quei meccanismi necessari e idonei per la didattica riservata ai ragazzi più sfortunati.
Anch'io sono specializzata in quest'ambito, anche se in questo caso mi occupo solo delle mie discipline, non propriamente dell'alunno perchè è il docente di sostegno a farlo.
Non so come comportarmi, sono a disagio, non approvo il suo modo di fare, inoltre si crea disturbo in classe e ciò mi impedisce di fare lezione in maniera serena.
Che mi consigliate?
Un'altra eroina dell'amore....
Ascolta così eviti di rompere le scatole al collega...siamo tutti bravi ad essere "pazienti, dolci e amorevoli" quando con il ragazzo autistico ci stai un paio d'ore o ci interagisci un paio di minuti al cambio dell'ora...diventa molto più difficile mantenere l'atteggiamento della "dolcezza e dell'amore" quando ci stai 18 ore e quando in quelle 18 ore DEVI LAVORARE.
Sai quanti colleghi/e avevo io che mi dicevano "oh che cara la xxxxxxxx" (un ragazza gravemente autistica con tratti schizofrenica) si perchè se ci stavi 5 minuti era davvero dolce e cara, ma se ci stavi per 4 ore filate e dovevi farla lavorare (lei sarebbe stata 4 ore a ciondolarsi immersa nel suo mondo) dovendola tirare dal suo mondo ogni 2 minuti ti posso assicurare che la "pazienza, dolcezza ed amore" scemavano.
Io colleghi che più mi stanno sulle scatole sono quelli come te, gli "specialisti", quelli che "conoscono la tematica e l'hanno pure studiata" e così dispensano questi grandi consigli non avendo esperienza diretta.
Siamo TUTTI bravi a fare i "dolci e amorevoli" con il ragazzo difficile per 5 minuti, il problema è quando devi farne di 18 ore con quel ragazzo.
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: alunno o docente difficile?   Mer Ott 03, 2012 7:30 am

sweetbaby863 ha scritto:
angie ha scritto:
In una delle mie classi è presente un alunno autistico, non grave, all'inizio nei miei confronti era diffidente, ora, anche grazie alla mia sensibilità lo vedo più affettuoso.Il problema è che non c'è feeling tra lui e il docente di sostegno.
L'insegnante spesso lo rimprovera, si inquieta, assume un tono troppo imperioso, è burbero, lo minaccia,insomma non trapela amore; mi sembra che il collega non metta in atto tutti quei meccanismi necessari e idonei per la didattica riservata ai ragazzi più sfortunati.
Anch'io sono specializzata in quest'ambito, anche se in questo caso mi occupo solo delle mie discipline, non propriamente dell'alunno perchè è il docente di sostegno a farlo.
Non so come comportarmi, sono a disagio, non approvo il suo modo di fare, inoltre si crea disturbo in classe e ciò mi impedisce di fare lezione in maniera serena.
Che mi consigliate?
Un'altra eroina dell'amore....
Ascolta così eviti di rompere le scatole al collega...siamo tutti bravi ad essere "pazienti, dolci e amorevoli" quando con il ragazzo autistico ci stai un paio d'ore o ci interagisci un paio di minuti al cambio dell'ora...diventa molto più difficile mantenere l'atteggiamento della "dolcezza e dell'amore" quando ci stai 18 ore e quando in quelle 18 ore DEVI LAVORARE.
Sai quanti colleghi/e avevo io che mi dicevano "oh che cara la xxxxxxxx" (un ragazza gravemente autistica con tratti schizofrenica) si perchè se ci stavi 5 minuti era davvero dolce e cara, ma se ci stavi per 4 ore filate e dovevi farla lavorare (lei sarebbe stata 4 ore a ciondolarsi immersa nel suo mondo) dovendola tirare dal suo mondo ogni 2 minuti ti posso assicurare che la "pazienza, dolcezza ed amore" scemavano.
Io colleghi che più mi stanno sulle scatole sono quelli come te, gli "specialisti", quelli che "conoscono la tematica e l'hanno pure studiata" e così dispensano questi grandi consigli non avendo esperienza diretta.
Siamo TUTTI bravi a fare i "dolci e amorevoli" con il ragazzo difficile per 5 minuti, il problema è quando devi farne di 18 ore con quel ragazzo.

Anch'io ho insegnato sul sostegno e quindi non sono nuova della cosa, ma per me "professionale"significa anche armarsi di tutta la pazienza possibile e cercare di dare il meglio all'alunno del quale ci si occupa, insomma il sostegno non è una scappatoia per lavorare, ma bisogna essere in grado di farlo ed essere consapevoli dei problemi che si possono affrontare.
Lungi da me il criticare la collega,che sta lì da anni e ne sa più di me, comprendo benissimo che starci delle ore a lavorare è gravoso, ma ho trovato l'operato non conforme ai miei parametri e a quelli di tanti colleghi che ho incontrato nel mio cammino.
Sono anch'io lì per aiutarla, cosa che ho fatto subito.
Vi ho scritto non certo per far emergere le critiche, ma per avere dei consigli.
Grazie cmq
Sai, penso, che l'amore, il rispetto, la considerazione siano qualità necessarie in ogni ambiente e specie nei confronti di questi ragazzi, sforziamoci di averne una scorta e di certo lavoreremo meglio.
Tornare in alto Andare in basso
dino80



Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 07.08.12

MessaggioOggetto: Re: alunno o docente difficile?   Mer Ott 03, 2012 1:27 pm

Guarda che il rispetto, la considerazione e l'amore li abbiamo tutti noi insegnanti, altrimenti faremmo un altro lavoro...Il tuo collega di sostegno discute il modo in cui tu ti approcci con la classe? Non penso... hai insegnato sostegno anche tu: quante volte hai pensato che la collega curricolare non mettesse in atto tutti imeccanismi necessari e idonei per la didattica? Quante volte ti sei permessa di dirglielo? Credo nessuna! Se è un collega che ha più esperinza di te, che ne sai che anche quello non sia un meccanismo necessario e idoneo alla crescita dell'alunno? Pensi che con gli alunni con bisogni speciali bisogna sempre essere accondiscendenti, che non si possano rimproverare? Siamo degli educatori prima di tutto! E forse anche il suo essere "burbero" nella vita gli gioverà, daltronde non penso incontrerà sempre e solo persone "sensibili" come te.
Ora scusami se anche la mia sembra più una critica che un consiglio, ma spesso ci fanno crescere più le critiche che i buoni consigli.
Tornare in alto Andare in basso
tata matilda



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 25.10.11

MessaggioOggetto: Re: alunno o docente difficile?   Mer Ott 03, 2012 1:48 pm

angie ha scritto:

Sai, penso, che l'amore, il rispetto, la considerazione siano qualità necessarie in ogni ambiente e specie nei confronti di questi ragazzi, sforziamoci di averne una scorta e di certo lavoreremo meglio.

Ma scusate vogliamo renderci conto che rispetto e considerazione sono cosa diversa dall'amore e dall'affetto??
Perchè il rispetto e la considerazione, da persona civile, sono dovuti a chiunque, anche agli estranei, ma se permetti l'amore una persona magari lo prova per famiglia e amici, e non è tenuta a provare chissà quali sentimenti profondi anche sul luogo di lavoro.
Si è bravi insegnanti essendo prima di tutto professionali e rispettosi. Se poi non ci si lascia andare a chissà quali smancerie con gli alunni, non credo che ciò debba essere necessariamente indice di poca propensione a questo lavoro.
Io personalmente mi sono affezionata, e anche molto, a quasi tutti i miei alunni, ma non critico chi lascia i sentimentalismi fuori dal luogo di lavoro.
Ripeto, rispetto e considerazione per gli alunni (come per il resto delle persone) devono esserci SEMPRE.
Ma l'amore, l'affetto e tutti gli altri sentimenti che un collega può provare o meno, se il suo comportamento resta comunque serio e professionale, nessuno li può contestare.
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: alunno o docente difficile?   Mer Ott 03, 2012 1:54 pm

tata matilda ha scritto:
angie ha scritto:

Sai, penso, che l'amore, il rispetto, la considerazione siano qualità necessarie in ogni ambiente e specie nei confronti di questi ragazzi, sforziamoci di averne una scorta e di certo lavoreremo meglio.

Ma scusate vogliamo renderci conto che rispetto e considerazione sono cosa diversa dall'amore e dall'affetto??
Perchè il rispetto e la considerazione, da persona civile, sono dovuti a chiunque, anche agli estranei, ma se permetti l'amore una persona magari lo prova per famiglia e amici, e non è tenuta a provare chissà quali sentimenti profondi anche sul luogo di lavoro.
Si è bravi insegnanti essendo prima di tutto professionali e rispettosi. Se poi non ci si lascia andare a chissà quali smancerie con gli alunni, non credo che ciò debba essere necessariamente indice di poca propensione a questo lavoro.
Io personalmente mi sono affezionata, e anche molto, a quasi tutti i miei alunni, ma non critico chi lascia i sentimentalismi fuori dal luogo di lavoro.
Ripeto, rispetto e considerazione per gli alunni (come per il resto delle persone) devono esserci SEMPRE.
Ma l'amore, l'affetto e tutti gli altri sentimenti che un collega può provare o meno, se il suo comportamento resta comunque serio e professionale, nessuno li può contestare.

Non volevo che si enfatizasse, l'amore non certo quello che si prova per i propri cari, quello è un'altra cosa, parlavo di maggiore comprensione, disponibilità e sensibilità.
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: alunno o docente difficile?   Mer Ott 03, 2012 1:58 pm

dino80 ha scritto:
Guarda che il rispetto, la considerazione e l'amore li abbiamo tutti noi insegnanti, altrimenti faremmo un altro lavoro...Il tuo collega di sostegno discute il modo in cui tu ti approcci con la classe? Non penso... hai insegnato sostegno anche tu: quante volte hai pensato che la collega curricolare non mettesse in atto tutti imeccanismi necessari e idonei per la didattica? Quante volte ti sei permessa di dirglielo? Credo nessuna! Se è un collega che ha più esperinza di te, che ne sai che anche quello non sia un meccanismo necessario e idoneo alla crescita dell'alunno? Pensi che con gli alunni con bisogni speciali bisogna sempre essere accondiscendenti, che non si possano rimproverare? Siamo degli educatori prima di tutto! E forse anche il suo essere "burbero" nella vita gli gioverà, daltronde non penso incontrerà sempre e solo persone "sensibili" come te.
Ora scusami se anche la mia sembra più una critica che un consiglio, ma spesso ci fanno crescere più le critiche che i buoni consigli.

Non mi sono mai permessa di mettere in discussione nulla,ognuno ha il suo stile, adotta i metodi che ritiene più opportuni, ma stavolta mi è sembrato che si fossero superati i limiti, non mi pare che si sia buoni educatori insultando l'alunno, dandogli dell'imbecille, sostenendo che sia un poco di buono.
Le critiche le accetto ed è giusto che ci siano e spesso sono costruttive...certo!
Tornare in alto Andare in basso
tata matilda



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 25.10.11

MessaggioOggetto: Re: alunno o docente difficile?   Mer Ott 03, 2012 2:04 pm

Però sai, ognuno ha i suoi metodi, e non è detto che solo perchè a noi non piace il metodo di un collega, ciò voglia dire che sia sbagliato per forza...
Come ho scritto prima, visto che in classe ci dovete stare insieme, prova a parlarci coi dovuti modi...scambiarsi opinioni e consultarsi su come gestire determinate situazioni mi sembra anche normale. Ovviamente non importi come se fossi un giudice, digli che hai qualche idea su come, insieme, potreste gestire la situazione.
Io son sempre stata contenta, sia da curricolare che da ins. di sostegno, quando ho potuto condividere con qualche collega idee sulla gestione della classe o dell'alunno a me affidato.
Probabilmente dovete solo trovare un punto d'incontro.
Tornare in alto Andare in basso
tata matilda



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 25.10.11

MessaggioOggetto: Re: alunno o docente difficile?   Mer Ott 03, 2012 2:06 pm

Va bè leggo ora il post in cui riferisci insulti da parte del tuo collega nei confronti dell'alunno...i consigli che ho scritto sopra li ho scritti pensando che fossi in classe con una persona civile con cui potessi trovare un punto d'incontro... :-(
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: alunno o docente difficile?   Mer Ott 03, 2012 2:09 pm

tata matilda ha scritto:
Va bè leggo ora il post in cui riferisci insulti da parte del tuo collega nei confronti dell'alunno...i consigli che ho scritto sopra li ho scritti pensando che fossi in classe con una persona civile con cui potessi trovare un punto d'incontro... :-(


Gli insulti mi hanno raggelata, io cmq ho provato e proverò a dare il mio contributo, ci mancherebbe altro....
Grazie mille a te e a tutti per le vostre opinioni e il vostro contributo.
Tornare in alto Andare in basso
dino80



Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 07.08.12

MessaggioOggetto: Re: alunno o docente difficile?   Mer Ott 03, 2012 3:03 pm

angie ha scritto:
dino80 ha scritto:
Guarda che il rispetto, la considerazione e l'amore li abbiamo tutti noi insegnanti, altrimenti faremmo un altro lavoro...Il tuo collega di sostegno discute il modo in cui tu ti approcci con la classe? Non penso... hai insegnato sostegno anche tu: quante volte hai pensato che la collega curricolare non mettesse in atto tutti imeccanismi necessari e idonei per la didattica? Quante volte ti sei permessa di dirglielo? Credo nessuna! Se è un collega che ha più esperinza di te, che ne sai che anche quello non sia un meccanismo necessario e idoneo alla crescita dell'alunno? Pensi che con gli alunni con bisogni speciali bisogna sempre essere accondiscendenti, che non si possano rimproverare? Siamo degli educatori prima di tutto! E forse anche il suo essere "burbero" nella vita gli gioverà, daltronde non penso incontrerà sempre e solo persone "sensibili" come te.
Ora scusami se anche la mia sembra più una critica che un consiglio, ma spesso ci fanno crescere più le critiche che i buoni consigli.

Non mi sono mai permessa di mettere in discussione nulla,ognuno ha il suo stile, adotta i metodi che ritiene più opportuni, ma stavolta mi è sembrato che si fossero superati i limiti, non mi pare che si sia buoni educatori insultando l'alunno, dandogli dell'imbecille, sostenendo che sia un poco di buono.
Le critiche le accetto ed è giusto che ci siano e spesso sono costruttive...certo!

Stando così le cose non è proprio un burbero, ma un maleducato!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: alunno o docente difficile?   Mer Ott 03, 2012 4:56 pm

Può darsi che il collega di sostegno non trovi un modo di comunicare, o sia in un momento di stanchezza, o proprio alunno e docente non siano compatibili! (Credo possa succedere, siamo esseri umani...) E' vero che il sostegno è un lavoro un po' particolare, e non è che siamo sempre in forma al 100x100... E' vero anche che gli insulti non sono proprio accettabili, scherziamo, con un disabile - che esempio si dà tra l'altro agli altri alunni della classe. Se il collega proprio non riesce a trovare una via, parlasse col DS e chiedesse un altro incarico, ma presto però. Meglio che andare avanti così tutto l'anno... per tutti quanti. Ma con te non si apre un po', questo docente, non parla di difficoltà nella relazione con l'alunno?
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: alunno o docente difficile?   Mer Ott 03, 2012 7:37 pm

parvati ha scritto:
Può darsi che il collega di sostegno non trovi un modo di comunicare, o sia in un momento di stanchezza, o proprio alunno e docente non siano compatibili! (Credo possa succedere, siamo esseri umani...) E' vero che il sostegno è un lavoro un po' particolare, e non è che siamo sempre in forma al 100x100... E' vero anche che gli insulti non sono proprio accettabili, scherziamo, con un disabile - che esempio si dà tra l'altro agli altri alunni della classe. Se il collega proprio non riesce a trovare una via, parlasse col DS e chiedesse un altro incarico, ma presto però. Meglio che andare avanti così tutto l'anno... per tutti quanti. Ma con te non si apre un po', questo docente, non parla di difficoltà nella relazione con l'alunno?

No, il collega ha detto che non ha bisogno d'aiuto, che il ragazzo è impossibile, ormai l'ha dipinto in questo modo.
Io penso che non funzionino i suoi metodi, credo che con l'alunno debba adottare un approccio meno aggressivo, c'ho provato io e con me ha un atteggiamento diverso, mi chiede il permesso se vuol fare qualcosa, è più collaborativo nonostante i suoi handicap, ma io devo occuparmi anche del resto della classe, non posso dedicarmi a lui solamente.....
Tornare in alto Andare in basso
Cinderella



Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 27.10.09

MessaggioOggetto: Re: alunno o docente difficile?   Ven Ott 05, 2012 2:54 pm

sweetbaby863 ha scritto:
angie ha scritto:
In una delle mie classi è presente un alunno autistico, non grave, all'inizio nei miei confronti era diffidente, ora, anche grazie alla mia sensibilità lo vedo più affettuoso.Il problema è che non c'è feeling tra lui e il docente di sostegno.
L'insegnante spesso lo rimprovera, si inquieta, assume un tono troppo imperioso, è burbero, lo minaccia
Un'altra eroina dell'amore....
Ascolta così eviti di rompere le scatole al collega...siamo tutti bravi ad essere "pazienti, dolci e amorevoli"

Non apprezzo questo intervento di sweetbaby....
E' ottimo osservare il feeling (o il "non feeling") tra alunni e insegnante (non importa se di sostegno o no) e cercare di individuare strategie per migliorare il rapporto...
Nessuno deve offendersi se un collega ci segnala che in certe situazioni il ragazzo si comporta meglio...
Bisogna infatti cercare insieme di capire perché il ragazzo si comporta male in certe situazioni e bene in altre...
Nel caso che descrivi, è possibile che sia proprio il comportamento del docente che, a fin di bene, è burbero etc... Faglielo osservare con gentilezza e cercate insieme di trovare una strategia più adeguata...

Nel mio caso: tempo fa ho seguito un ragazzo difficile (non autistico) che mi odiava...
Spesso mi veniva a cercare quando lavoravo in altre classi per... spingermi cercando di farmi cadere oppure per tormentarmi...

Nei confronti degli insegnanti curricolari si comportava invece in modo "sopportabile"...
In realtà non era me quello che lui odiava, ma quello che io rappresentavo: il suo handicap....
Era quindi molto prezioso l'aiuto degli insegnanti curricolari... con i quali mi confrontavo nella ricerca di stategie...

Ciao da Cindy
Tornare in alto Andare in basso
Cinderella



Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 27.10.09

MessaggioOggetto: Re: alunno o docente difficile?   Ven Ott 05, 2012 3:03 pm

angie ha scritto:
parvati ha scritto:
Può darsi che il collega di sostegno non trovi un modo di comunicare,

No, il collega ha detto che non ha bisogno d'aiuto, che il ragazzo è impossibile, ormai l'ha dipinto in questo modo.
Io penso che non funzionino i suoi metodi, credo che con l'alunno debba adottare un approccio meno aggressivo, c'ho provato io e con me ha un atteggiamento diverso, mi chiede il permesso se vuol fare qualcosa, è più collaborativo nonostante i suoi handicap, ma io devo occuparmi anche del resto della classe, non posso dedicarmi a lui solamente.....

Leggo adesso questo tuo intervento...
La risposta del collega alla tua offerta di aiuto NON è adeguata... NON stimola la collaborazione... Insomma è una chiusura...
Ricordiamo che siamo tutti responsabili dell'intervento educativo sull'alunno h... e quindi tu hai il dovere di provare ad intervenire...

Purtroppo molti di noi sono così: ci lamentiamo perché i curricolari sembrano disinteressati ai problemi dell'handicap... e poi quando qualche curricolare dimostra interessamento ci chiudiamo: siamo noi quelli che leggono i documenti di Pierino, siamo noi quelli che parlano con i servizi di Pierino, siamo noi quelli che sappiamo come rapportarci a Pierino... e siamo che siamo gli unici "esperti" su Pierino... Guai a chi "mette il becco" su Pierino...
E quindi molti curricolari volenterosi poi finiscono per disinteressarsi...

Ma spesso la colpa non è dei curricolari... Spesso è colpa di una nostra chiusura, più o meno involontaria...

Non so cosa dirti, salvo che di riproporre le tue idee in modo gentile e collaborativo... Il collega non deve percepire la tua critica costruttiva come una sorta di "competizione" o altro...
Prova prova prova...

Ciao da Cindy
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: alunno o docente difficile?   Ven Ott 05, 2012 3:52 pm

Cinderella ha scritto:
angie ha scritto:
parvati ha scritto:
Può darsi che il collega di sostegno non trovi un modo di comunicare,

No, il collega ha detto che non ha bisogno d'aiuto, che il ragazzo è impossibile, ormai l'ha dipinto in questo modo.
Io penso che non funzionino i suoi metodi, credo che con l'alunno debba adottare un approccio meno aggressivo, c'ho provato io e con me ha un atteggiamento diverso, mi chiede il permesso se vuol fare qualcosa, è più collaborativo nonostante i suoi handicap, ma io devo occuparmi anche del resto della classe, non posso dedicarmi a lui solamente.....

Leggo adesso questo tuo intervento...
La risposta del collega alla tua offerta di aiuto NON è adeguata... NON stimola la collaborazione... Insomma è una chiusura...
Ricordiamo che siamo tutti responsabili dell'intervento educativo sull'alunno h... e quindi tu hai il dovere di provare ad intervenire...

Purtroppo molti di noi sono così: ci lamentiamo perché i curricolari sembrano disinteressati ai problemi dell'handicap... e poi quando qualche curricolare dimostra interessamento ci chiudiamo: siamo noi quelli che leggono i documenti di Pierino, siamo noi quelli che parlano con i servizi di Pierino, siamo noi quelli che sappiamo come rapportarci a Pierino... e siamo che siamo gli unici "esperti" su Pierino... Guai a chi "mette il becco" su Pierino...
E quindi molti curricolari volenterosi poi finiscono per disinteressarsi...

Ma spesso la colpa non è dei curricolari... Spesso è colpa di una nostra chiusura, più o meno involontaria...

Non so cosa dirti, salvo che di riproporre le tue idee in modo gentile e collaborativo... Il collega non deve percepire la tua critica costruttiva come una sorta di "competizione" o altro...
Prova prova prova...

Ciao da Cindy



Ci sto provando e ci riproverò, ma mi sto convincendo che per lui lavorare sul sostegno sia un ripiego.
Oggi l'ho trovato in classe mentre, anzichè pensare all'alunno, interrogava gli altri sugli argomenti assegnati da me.
Tornare in alto Andare in basso
tata matilda



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 25.10.11

MessaggioOggetto: Re: alunno o docente difficile?   Ven Ott 05, 2012 4:05 pm

Lo potrebbe fare, sarebbe utile (soprattutto per l'alunno!) e interessante per entrambi alternarvi... se vi foste messi d'accordo prima, però! Io lo facevo l'anno scorso, con la mia collega curricolare c'era un grande feeling, e spesso ci scambiavamo i ruoli, soprattutto nei giorni in cui il bambino che seguivo ci faceva la grazia di stare tranquillo!
Cindy scusa ma...come fai a sapere che odiava il suo handicap e non proprio te?? Non lo sto chiedendo con vena polemica, badate bene! Solo che a volte anche io non riesco a stabilire un buon feeling con alcuni alunni...e mi chiedo: non sarà perchè semplicemente, siamo incompatibili? Perchè io non piaccio loro? Non sarebbe così strano, capita che tra 2 persone proprio non vada, non ci si piaccia, o non si riesca a stabilire un'intesa che vada al di là della buona educazione formale...
Tornare in alto Andare in basso
Cinderella



Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 27.10.09

MessaggioOggetto: Re: alunno o docente difficile?   Sab Ott 06, 2012 12:06 pm

tata matilda ha scritto:
Cindy scusa ma...come fai a sapere che odiava il suo handicap e non proprio te?? Non lo sto chiedendo con vena polemica, badate bene! Solo che a volte anche io non riesco a stabilire un buon feeling con alcuni alunni...e mi chiedo: non sarà perchè semplicemente, siamo incompatibili? Perchè io non piaccio loro? Non sarebbe così strano, capita che tra 2 persone proprio non vada, non ci si piaccia, o non si riesca a stabilire un'intesa che vada al di là della buona educazione formale...

Diciamo entrambe le cose: ;;;-) Odiava il suo handicap e odiava me perché in qualche modo gli ricordavo qualcuno che odiava...
Quindi di feeling proprio non ce n'era, anzi... Mi perseguitava...
Io facevo di tutto ma non c'era verso...

Purtroppo a volte accade...

Nel caso del ragazzo autistico di cui parla la collega... il mancato feeling potrebbe essere dovuto a vari fattori... potrebbe anche essere dovuto al fatto che il sos è un uomo e che la collega è una donna... Forse il ragazzo preferisce interagiire con figure femminili...
Oppure non gli piace l'odore del prof sos... (magari fuma e al ragazzo non piace la puzza di fumo...) oppure il prof sos ha il maglione di un qualche colore che al ragazzo non piace...
Insomma: i motivi di incompatibilità possono essere infiniti... Non bisogna quindi offendersi se un docente "ci fa notare che"...

Ciao da Cindy
Tornare in alto Andare in basso
 
alunno o docente difficile?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Una decisione davvero difficile.....
» transfert difficile
» Alunno copia versione, ma me ne accorgo solo al momento della correzione
» Perchè è sempre tutto così difficile?
» Alunno introverso

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Andare verso: