IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  IscrivitiIscriviti  AccediAccedi  

Link sponsorizzati
>
Ultimi argomenti
» maternità e assegni familiari
Oggi a 9:34 am Da almavenus

» Convocazioni CSA
Oggi a 9:32 am Da alb79

» Graduatorie di istituto primaria e infanzia
Oggi a 9:32 am Da agata11

» ricorso graduatorie d'istituto I fascia e IV fascia esaurimento
Oggi a 9:30 am Da kirotta

» ANIEF ricorso Pas e TFA in G.E.
Oggi a 9:30 am Da Geko

» La Buona Scuola - Commenti e Confronti tra precari esclusi dalle GAE
Oggi a 9:24 am Da lallaorizzonte

» ricorso contro scuola che non vuole cambiare orario
Oggi a 9:18 am Da Giovanna72

» News a Varese?
Oggi a 9:18 am Da muse3

» CONSEGUENZE PER LA MOBILITà CON LA RIFORMA RENZI
Oggi a 9:11 am Da giugiux

Link sponsorizzati
I postatori più attivi del mese
nesema
 
Dec
 
gian
 
fradacla
 
avidodinformazioni
 
giovanna onnis
 
Ire
 
lallaorizzonte
 
Atene
 
Davide
 
Condividere | 
 

 Scuola media inglese - verifiche per dislessici

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Elbereth



Messaggi: 61
Data d'iscrizione: 04.10.09

MessaggioOggetto: Scuola media inglese - verifiche per dislessici   Gio Ott 04, 2012 3:34 pm

Ho letto diversi siti sulla dislessia e anche l'interessantissimo topic che c'è in questa sezione sulla dislessia ma volevo chiedere alle colleghe di lingue di scuola media come si regolano per la somministrazione delle verifiche agli alunni dislessici. Materialmente, che tipo di esercizi privilegiare. Abbinamenti di immagini a parole e poi? Non ho proprio esperienza in questo campo e sono un po' in crisi dato che ho un alunna dislessica e mi trovo a dover somministrare una verifica di classe a breve. Non conosco ancora bene l'alunna e non ho ancora inquadrato le sue difficoltà per cui non so che tipo di verifica fornirle. So che gli argomenti devono essere assolutamente gli stessi dei compagni ma è accettabile una forma diversa? Vero o falso o risposte a scelta multipla? Secondo voi sono da evitare quegli esercizi in cui deve scrivere negli spazi vuoti le parole giuste copiandole tra le opzioni fornite? Vi ringrazio molto in anticipo! Sono un po' persa!
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi: 3494
Data d'iscrizione: 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Scuola media inglese - verifiche per dislessici   Gio Ott 04, 2012 6:51 pm

Elbereth ha scritto:
So che gli argomenti devono essere assolutamente gli stessi dei compagni ma è accettabile una forma diversa?
E' obbligatoria!
Elbereth ha scritto:
Vero o falso o risposte a scelta multipla?
vanno benissimo entrambe.
Io fornisco anche la registrazione audio del testo, delle domande e delle risposte tra le quali scegliere se l'esercizio è un multiple choice.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi: 10094
Data d'iscrizione: 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Scuola media inglese - verifiche per dislessici   Sab Ott 06, 2012 4:51 pm

Per poter lavorare al meglio con l'alunna DSA è indispensabile organizzare al più presto una riunione del cdc con la presenza della famiglia dell'alunna e degli specialisti di neuropsichiatria che la seguono, in modo tale che si possano mettere a fuoco le debolezze della ragazza e si impostino le basi del PDP che dovrà essere silato entro il mese di Novembre-Dicembre. Il neuropsichiatra è in grado di informare i docenti sulle misure compensative o dispensative che potrebbero essere adottate in modo diversificatio a seconda della disciplina e del livello di DSA della studentessa. All'inizio dell'anno scolastico, lavorare senza queste informazioni è sicuramente difficile.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi: 3494
Data d'iscrizione: 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Scuola media inglese - verifiche per dislessici   Sab Ott 06, 2012 6:44 pm

Il problema, Giovanna, è che il neuropsichiatra non conosce la glottodidattica. Può dare solo indicazioni molto generiche, ma poi noi insegnanti di lingue siamo un po' abbandonate a noi stesse. Andiamo avanti per tentativi. Lo dico perché lo provo quotidianamente con molti miei alunni che hanno un dsa più o meno grave.
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi: 4917
Data d'iscrizione: 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Scuola media inglese - verifiche per dislessici   Sab Ott 06, 2012 10:30 pm

Valerie, ho un dsa abbastanza grave in seconda media, il collega di inglese dice che posso dispensarlo completamente dallo studio della seconda lingua.... mi sono persa qualche passaggio normativo?
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi: 3494
Data d'iscrizione: 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Scuola media inglese - verifiche per dislessici   Sab Ott 06, 2012 10:56 pm

L'esonero si può fare SOLO se specificato sulla diagnosi. In ogni caso esso comporta il mancato ottenimeno del diploma! Quindi in pratica non lo fa nessuno!
Si può invece sostituire senza conseguenze l'esame scritto di terza media con una prova orale.
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi: 2727
Data d'iscrizione: 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Scuola media inglese - verifiche per dislessici   Dom Ott 07, 2012 8:25 am

voi vi riferite solo a quegli studenti certificati DSA o anche a quelli senza certificazione?
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi: 4917
Data d'iscrizione: 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Scuola media inglese - verifiche per dislessici   Dom Ott 07, 2012 10:28 am

Laura70 ha scritto:
voi vi riferite solo a quegli studenti certificati DSA o anche a quelli senza certificazione?
solo ai certificati
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi: 4917
Data d'iscrizione: 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Scuola media inglese - verifiche per dislessici   Dom Ott 07, 2012 10:30 am

Valerie ha scritto:
Si può invece sostituire senza conseguenze l'esame scritto di terza media con una prova orale.

Ok, mettiamo sia così, ma il ragazzino allo scritto deve presenziare e poi la sua prova sarà non considerata?
Perchè qui oltretutto parliamo di un dsa che non vuole che si sappia che lo è, non vuole essere trattato da dsa, non vuole che i compagni sappiano
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi: 2727
Data d'iscrizione: 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Scuola media inglese - verifiche per dislessici   Dom Ott 07, 2012 10:30 am

dunque una verifica facilitata va data solo a quelli certificati?
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi: 4917
Data d'iscrizione: 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Scuola media inglese - verifiche per dislessici   Dom Ott 07, 2012 10:31 am

Io parlavo dell'esonero solo ai certificati, non delle verifiche semplificate
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi: 2727
Data d'iscrizione: 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Scuola media inglese - verifiche per dislessici   Dom Ott 07, 2012 10:40 am

forza ha scritto:
Io parlavo dell'esonero solo ai certificati, non delle verifiche semplificate

ah scusa, è vero poi tu insegni francese...
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi: 3494
Data d'iscrizione: 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Scuola media inglese - verifiche per dislessici   Dom Ott 07, 2012 10:51 am

No, no, si fa proprio una prova orale al posto dello scritto. Non agli orali. Insomma a quanto ho capito, il giorno dello scritto di francese, i dsa fanno una prova alternaiva orale di francese, con voto autonomo, che farà media.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi: 10094
Data d'iscrizione: 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Scuola media inglese - verifiche per dislessici   Dom Ott 07, 2012 1:03 pm

Valerie ha scritto:
L'esonero si può fare SOLO se specificato sulla diagnosi. In ogni caso esso comporta il mancato ottenimeno del diploma! Quindi in pratica non lo fa nessuno!.....
Non mi risulta Valerie, l'adozione di misure dispensative non pregiudica la validità del titolo di studio (diploma) dove sta scritto?
Per quanto so io tutte le strategie adottate (compensative, dispensative o integrative) hanno come finalità il raggiungimento degli obiettivi formativi previsti per l'alunno con DSA ed esplicitati chiaramente nel PDP.
Le Linee Guida sui DSA allegate al DM del 12 luglio 2011 sottolineano quanto dispone la Legge 170/2010 e cioè che le istituzioni scolastiche garantiscano «l’uso di una didattica individualizzata e personalizzata, con forme efficaci e flessibili di lavoro scolastico che tengano conto delle caratteristiche peculiari del soggetto, adottando una metodologia e una strategia educativa adeguate”. Secondo la normativa devono, quindi, essere messe in atto metodologie didattiche tali che, con l’utilizzo di strumenti compensativi e di misure dispensative, si possa ottenere il raggiungimento del successo formativo degli alunni con DSA.
La Legge 170/2010 richiama infatti le istituzioni scolastiche all’obbligo di garantire
«l’introduzione di strumenti compensativi, compresi i mezzi di apprendimento alternativi e le
tecnologie informatiche, nonché misure dispensative da alcune prestazioni non essenziali ai fini
della qualità dei concetti da apprendere".

Le misure dispensative sono interventi che consentono all’alunno o allo studente di non
svolgere alcune prestazioni che, a causa del disturbo, risultano particolarmente difficoltose e che
non migliorano l’apprendimento. Per esempio, non è utile far leggere a un alunno con dislessia un
lungo brano, in quanto l’esercizio, per via del disturbo, non migliora la sua prestazione nella lettura.
D’altra parte, consentire all’alunno o allo studente con DSA di usufruire di maggior tempo per
lo svolgimento di una prova, o di poter svolgere la stessa su un contenuto comunque
disciplinarmente significativo ma ridotto, trova la sua ragion d’essere nel fatto che il disturbo li
impegna per più tempo dei propri compagni nella fase di decodifica degli items della prova. A
questo riguardo, gli studi disponibili in materia consigliano di stimare, tenendo conto degli indici di
prestazione dell’allievo, in che misura la specifica difficoltà lo penalizzi di fronte ai compagni e di
calibrare di conseguenza un tempo aggiuntivo o la riduzione del materiale di lavoro. In assenza di
indici più precisi, una quota del 30% in più appare un ragionevole tempo aggiuntivo.
L’adozione delle misure dispensative, al fine di non creare percorsi immotivatamente
facilitati, che non mirano al successo formativo degli alunni e degli studenti con DSA, dovrà essere sempre valutata sulla base dell’effettiva incidenza del disturbo sulle prestazioni richieste, in modo tale, comunque, da non differenziare, in ordine agli obiettivi, il percorso di apprendimento dell’alunno o dello studente in questione.

Nelle Linee Guida c’è un articolo specifico che riguarda le lingue straniere.

4.4 Didattica per le lingue straniere
Poiché la trasparenza linguistica, ossia la corrispondenza fra come una lingua si scrive e come
si legge, influisce sul livello di difficoltà di apprendimento della lingua da parte degli studenti con
DSA, è opportuno che la scuola, in sede di orientamento o al momento di individuare quale lingua
straniera privilegiare, informi la famiglia sull’opportunità di scegliere - ove possibile - una lingua
che ha una trasparenza linguistica maggiore. Analogamente, i docenti di lingue straniere terranno
conto, nelle prestazioni attese e nelle modalità di insegnamento, del principio sopra indicato.
In sede di programmazione didattica si dovrà generalmente assegnare maggiore importanza
allo sviluppo delle abilità orali rispetto a quelle scritte.
Poiché i tempi di lettura dell’alunno con
DSA sono più lunghi, è altresì possibile consegnare il testo scritto qualche giorno prima della
lezione, in modo che l’allievo possa concentrarsi a casa sulla decodifica superficiale, lavorando
invece in classe insieme ai compagni sulla comprensione dei contenuti.
In merito agli strumenti compensativi, con riguardo alla lettura, gli alunni e gli studenti con
DSA possono usufruire di audio-libri e di sintesi vocale con i programmi associati. La sintesi vocale può essere utilizzata sia in corso d’anno che in sede di esame di Stato.
Relativamente alla scrittura, è possibile l’impiego di strumenti compensativi come il computer
con correttore automatico e con dizionario digitale. Anche tali strumenti compensativi possono
essere impiegati in corso d’anno e in sede di esame di Stato.

Per quanto concerne le misure dispensative, gli alunni e gli studenti con DSA possono
usufruire:
•di tempi aggiuntivi;
•di una adeguata riduzione del carico di lavoro;
in caso di disturbo grave e previa verifica della presenza delle condizioni previste all’Art. 6,
comma 5 del D.M. 12 luglio 2011, è possibile in corso d’anno dispensare l’alunno dalla
valutazione nelle prove scritte e, in sede di esame di Stato, prevedere una prova orale
sostitutiva di quella scritta, i cui contenuti e le cui modalità sono stabiliti dalla
Commissione d’esame sulla base della documentazione fornita dai Consigli di Classe.

Resta fermo che in presenza della dispensa dalla valutazione delle prove scritte, gli studenti
con DSA utilizzeranno comunque il supporto scritto in quanto utile all’apprendimento anche orale
delle lingue straniere, soprattutto in età adolescenziale.
In relazione alle forme di valutazione, per quanto riguarda la comprensione (orale o scritta),
sarà valorizzata la capacità di cogliere il senso generale del messaggio; in fase di produzione sarà
dato più rilievo all’efficacia comunicativa, ossia alla capacità di farsi comprendere in modo chiaro, anche se non del tutto corretto grammaticalmente.
Lo studio delle lingue straniere implica anche l’approfondimento dei caratteri culturali e
sociali del popolo che parla la lingua studiata e, con l’avanzare del percorso scolastico, anche degli aspetti letterari. Poiché l’insegnamento di tali aspetti è condotto in lingua materna, saranno in questa sede applicati gli strumenti compensativi e dispensativi impiegati per le altre materie.
Sulla base della gravità del disturbo, nella scuola secondaria i testi letterari in lingua straniera
assumono importanza minore per l’alunno con DSA: considerate le sue possibili difficoltà di
memorizzazione, risulta conveniente insistere sul potenziamento del lessico ad alta frequenza
piuttosto che focalizzarsi su parole più rare, o di registro colto, come quelle presenti nei testi letterari.
Ai fini della corretta interpretazione delle disposizioni contenute nel decreto attuativo, pare
opportuno precisare che l’ “esonero” riguarda l’insegnamento della lingua straniera nel suo
complesso, mentre la “dispensa” concerne unicamente le prestazioni in forma scritta
.

Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi: 10094
Data d'iscrizione: 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Scuola media inglese - verifiche per dislessici   Dom Ott 07, 2012 1:19 pm

forza ha scritto:
Valerie ha scritto:
Si può invece sostituire senza conseguenze l'esame scritto di terza media con una prova orale.

Ok, mettiamo sia così, ma il ragazzino allo scritto deve presenziare e poi la sua prova sarà non considerata?
Perchè qui oltretutto parliamo di un dsa che non vuole che si sappia che lo è, non vuole essere trattato da dsa, non vuole che i compagni sappiano
Questo, purtroppo, è un problema comune a molti studenti DSA, nella mia carriera ho avuto tanti alunni DSA, quest'anno ne ho 4 e per la prima volta ne ho uno che ha parlato tranquillamente con i suoi compagni del suo disturbo, motivando in tal modo l'uso da parte sua del portatile personale in classe. Certo se il tuo alunno dovrà sostenere l'esame di terza media e vuole tenere nascoste ai compagni le sue problematiche, l'"esonero" dalla prova scritta che verrà sostituita da una specifica prova orale, non l'aiuterà in questo. Penso che la Commissione d'esame potrebbe consentirgli di essere presente alla prova come tutti i suoi compagni (in tal modo lui non si sentirebbe un "diverso"), somministrerebbe anche a lui la prova scritta d'esame, senza, però, che questa assuma una valenza valutativa....una prova non per la sua valutazione, ma per un sostegno psicologico. A parer mio sarebbe, comunque, più utile, per lo strudente, lavorare, nel corso dell'anno, per farlo arrivare, con l'aiuto della famiglia e degli specialisti, neuropsichiatra e psicologo, all'accettazione consapevole del suo disturbo e all'eliminazione del senso di vergogna nei confronti dei compagni. Purtroppo, spesso, in questo versante, un grosso ostacolo è rappresentato dalla famiglia che chiede esplicitamente al cdc che il disturbo del figlio venga tenuto nascosto in classe con i compagni, per tutelare la privacy dello studente...sostengono loro....ma io dico invece perchè anche loro provano un senso di frustrazione e vergogna che trasmettono al figlio!
Tornare in alto Andare in basso
 

Scuola media inglese - verifiche per dislessici

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 su2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente

Permesso del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: -