Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 24 ore di lezione: alcune riflessioni

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
vale123



Messaggi : 281
Data d'iscrizione : 14.09.10

MessaggioOggetto: 24 ore di lezione: alcune riflessioni   Dom Ott 14, 2012 8:49 am

Ieri un collega ha chiesto la mia opinione in merito alla proposta di passare a 24 ore di lezione e sulla quantificazione di un equo adeguamento stipendiale.
Personalmente ritengo che l’attenzione non dovrebbe concentrarsi su richieste di natura economica, ma alla tutela del diritto al lavoro. Decine di migliaia di docenti abilitati che svolgono questo lavoro da anni verranno spazzati via senza ammortizzatori. E non stiamo parlando di persone poco meritevoli o che hanno cercato scorciatoie. Io stesso sono stato recentemente assunto a TI, pur non avendo maggiori meriti di chi ha qualche punto in meno di me nelle graduatorie ad esaurimento.

Ritengo però che fare scioperi su scioperi non sia efficace perché quella parte di opinione pubblica che ha una bassa stima degli insegnanti non farà altro che rafforzare tale opinione.

Purtroppo le organizzazioni sindacali non sono di alcun aiuto; se alcune sigle si sono dimostrate in certe situazioni troppo accondiscendenti, altre organizzazioni più “dure e pure” non fanno altro che tutelare gli interessi dei piazzati, degli anziani, delle persone già protette da contratti a TI.

Un’azione sindacale intelligente, moderna, a tutela del LAVORATORE e non dell’imboscato, sposterebbe l’attenzione sulla qualità del servizio e non solo sui diritti acquisiti. Si vogliono salvare i posti dei precari? Bene, allora anziché rifiutarsi di passare a 24 ore chiediamo una proporzionale riduzione di studenti per classe, così si migliorerebbe la qualità didattica a spesa e posti di lavoro invariati. In questo modo il governo, la cui principale preoccupazione è risparmiare denari, non potrebbe trincerarsi dietro la scusa che gli insegnanti devono lavorare di più. Il focus si sposterebbe sulla qualità del servizio

Un sindacato veramente dalla parte dei lavoratori si batterebbe affinché gli inetti, gli imboscati, coloro che leggono il giornale in classe, che non conoscono la materia che insegnano da trent’anni, che non sanno gestire le dinamiche in classe venissero licenziati! Non fraintendetemi, ho stima nella classe insegnante, e persone di quel tipo sono percentualmente una minoranza, ma abbastanza da cambiare significativamente la situazione lavorativa di giovani precari preparati e motivati. Inoltre una politica sindacale di questo tipo non farebbe che migliorare l’immagine della classe docente e del pubblico impiego in generale e sposterebbe i voti degli indecisi verso il centrosinistra.

Una volta ottenuto un maggior riconoscimento sociale si potrebbe pretendere un trattamento economico adeguato alla professionalità della classe docente.
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: 24 ore di lezione: alcune riflessioni   Dom Ott 14, 2012 9:17 am

ci sono molti topic già aperti sull'argomento, quasi in ogni sezione

ad es. in riforme

http://www.orizzontescuolaforum.net/t45601-ancora-tagli-per-la-scuola-ma-anche-qualcosa-di-peggio
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
24 ore di lezione: alcune riflessioni
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» [articolo] Lezione di sesso troppo esplicita
» Riflessioni Esistenzialiste
» Oggi prima lezione del corso pre-parto al S.Raffaele
» oggi prima lezione di power yoga
» prima lezione di acquagym

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: