Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Sono folli questi genitori!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Fedup



Messaggi : 580
Data d'iscrizione : 15.09.10

MessaggioOggetto: Sono folli questi genitori!   Lun Nov 26, 2012 3:55 pm

Salve a tutti!
La scorsa settimana ho partecipato ad un convegno sulla disabilità.
Era organizzato da genitori, membri di una nota associazione che si occupa di disabilità.
Al di là dei contenuti, quello che è emerso e che mi preoccupa non poco, è la pervicace convinzione del bisogno di abolire la figura dell'insegnante di sostegno.
Secondo loro, poichè il bambino, nelle ore in cui non è seguito dal docente di sostegno, è ignorato dai docenti curricolari, per far sì che ci si occupi anche di lui bisogna eliminare il sostegno.
Mi pare una prospettiva aberrante. Voi cosa ne pensate?
Tornare in alto Andare in basso
eragon



Messaggi : 609
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Lun Nov 26, 2012 11:55 pm

Guarda, se sparisse il docente di sostegno e DAVVERO i colleghi curricolari si occupassero del ragazzo disabile, io, in linea di massima sarei pure contento (certo finirei di lavorare ma non voglio guardare il mio interesse).
Ma questa è pura utopia che porta dritto dritto a quello che da un po' di tempo propone la fondazione Agnelli ovvero un docente di sostegno per scuola che coordina i vari PEA (personale educativo assistenziale).
Questo significherebbe che la situazione resterebbe immutata, ed ai loro pargoli verrebbe garantita solo l'assistenza di base (d'altronde il PEA non ha nè titolo nè competenze per muoversi sul versante didattico-educativo).
Poi il discorso è molto molto complesso...bisognerebbe fare dei grossi distinzioni tra le varie disabilità ed il loro grado di gravità.
A questi genitori però bisognerebbe ricordare che fine avrebbero fatto i loro figli 20 anni fa...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mar Nov 27, 2012 10:50 am

Purtroppo per molti genitori il docente Sos "incarna" la disabilità del figlio - è umano, è comprensibile, il nostro è un ruolo molto delicato, di amore-odio, "mi sei necessario ma vorrei che non ci fossi...". Loro vorrebbero i loro figli "uguali" agli altri.
Tuttavia non conoscono affatto le difficoltà che incontra oggi la scuola, le difficoltà che un curriculare ha nel gestire una classe di numerosi cosiddetti normodotati e come la disuguaglianza in classe sia il nostro pane quotidiano - nel senso che di problemi più o meno gravi anche se non "certificati" ora ce l'hanno in tanti.
Più che un docente di Sostegno richiesto per il disabile dovrebbero istituire un "docente di compresenza" per tutte le classi, ripensare a fondo l'impostazione della scuola e della gestione degli alunni adeguandosi alle necessità di oggi. Ma dubito che il governo spenderebbe tutti questi soldi "solo" per l'istruzione. Figuriamoci, soldi buttati, no??
Ma non si può dire qual'è l'associazione?
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mar Nov 27, 2012 1:47 pm

Purtroppo sono convinta che gli insegnanti di sostegno verranno eliminati via via.
Già allo stato attuale le scuole non riescono a coprire tutti i casi segnalati in modo dignitoso, poiché manca il personale di sostegno. Sono inoltre tantissime le persone che operano come insegnanti di sostegno nella scuola senza specializazzione; senza contare che il numero di immissioni in ruolo previsto per il sostegno nei prossimi anni è del tutto insufficiente all'attuale fabbisogno.
Probabilmente la figura dell'insegnante di sostegno rimarrà solo per i dva gravi.
Conseguenze: alcune classi "scoppieranno", poiché non sarà possibile mantenere in classe l'ordine necessario a portare avanti una lezione, nel caso in classe dovessero capitare bambini/ragazzi con disturbi del comportamento; alcune classi rallenteranno il ritmo degli apprendimenti, in quanto non sarà possibile all'insegnante di classe seguire sia i bambini/ragazzi con la "differenziata", sia i bambini/ragazzi "brillanti" in contemporanea...
Soluzioni: offrire più ore di compresenza alle classi difficili, utilizzando il personale facente parte dell'organico funzionale della scuola. Problema: non ci saranno abbastanza soldi per consentire a ogni scuola di usufruire di personale aggiuntivo rispetto a quello necessario per coprire l'orario di tutte le classi.
Risultato: i bambini con difficoltà saranno abbandonati a se stessi e, se va bene, passeranno il loro tempo a copiare dalla lavagna (se ne sono in grado) o dai compagni... Si darà un bel 6 politico a tutti, i bambini risulteranno ben inclusi nel gruppo dei pari, ma quando usciranno dalla scuola non possiederanno le competenze necessarie per trovarsi un lavoro decente o esercitare una riflessione sulle loro condizioni di vita...
E poi un bel giorno... qualcuno riproporrà le vecchie scuole/classi speciali, che almeno permettevano ai bambini normodotati di stare a scuola imparando qualcosa...
Qualcuno vede nel nostro futuro qualcosa di diverso? Non vorrei sembrare catastrofica, ma visto l'utilizzo che viene fatto a scuola degli insegnanti di sostegno e l'alta opinione su questa figura di lavoratore che tutti hanno (colleghi, genitori, studenti...), credo che sia difficile individuare una prospettiva valida per il nostro mestiere... Ormai, mi sento più considerata quando mi mandano in supplenza, almeno in quelle occasioni vengo trattata al pari degli altri e posso mostrare che ho delle idee, so tenere una classe e so farla lavorare in modo consono...
Tornare in alto Andare in basso
Fedup



Messaggi : 580
Data d'iscrizione : 15.09.10

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mar Nov 27, 2012 2:34 pm

L'associazione è la Fish. I genitori hanno parlato a titolo personale, naturalmente.
Il fatto è che sono davvero stanca di prendere legnate da tutti: dai genitori, dai colleghi, dal personale Ata e via così...
Non mi è mai capitato di partecipare ad un convegno, ad un Pei, ad un consiglio di classe e di sentire che il lavoro del docente di sostegno viene apprezzato. Alcuni colleghi, poi, sembra che provino un gusto sadico nel mettere i bastoni fra le ruote e complicare la vita di chi insegna sostegno.
Da questo punto di vista, sarei ben felice di abolire questa figura e lasciare la "gatta da pelare" ai presuntuosi curricolari.
Penso che a quel punto le loro immense aspettative sui ragazzini disabili (nei confronti dei quali alcuni si accaniscono) verrebbero notevolmente ridimensionate!!!
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5360
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mar Nov 27, 2012 2:41 pm

Fedup ha scritto:
L'associazione è la Fish. I genitori hanno parlato a titolo personale, naturalmente.
Il fatto è che sono davvero stanca di prendere legnate da tutti: dai genitori, dai colleghi, dal personale Ata e via così...
Non mi è mai capitato di partecipare ad un convegno, ad un Pei, ad un consiglio di classe e di sentire che il lavoro del docente di sostegno viene apprezzato. Alcuni colleghi, poi, sembra che provino un gusto sadico nel mettere i bastoni fra le ruote e complicare la vita di chi insegna sostegno.
Da questo punto di vista, sarei ben felice di abolire questa figura e lasciare la "gatta da pelare" ai presuntuosi curricolari.
Penso che a quel punto le loro immense aspettative sui ragazzini disabili (nei confronti dei quali alcuni si accaniscono) verrebbero notevolmente ridimensionate!!!


Mi auguro che questi toni, che mi paiono francamente eccessivi siano frutto dell'amarezza e dello sconforto che prende regolarmente tutti noi insegnanti! Le parole che usi mi sembrano francamente un pò eccessive e non vorrei che ne innescassero di altre, che sarebbero altrettanto ingenerose, dei "presuntuosi curricolari" contro gli insegnanti di sostegno
Tornare in alto Andare in basso
Fedup



Messaggi : 580
Data d'iscrizione : 15.09.10

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mar Nov 27, 2012 2:54 pm

lucetta10 ha scritto:
Fedup ha scritto:
L'associazione è la Fish. I genitori hanno parlato a titolo personale, naturalmente.
Il fatto è che sono davvero stanca di prendere legnate da tutti: dai genitori, dai colleghi, dal personale Ata e via così...
Non mi è mai capitato di partecipare ad un convegno, ad un Pei, ad un consiglio di classe e di sentire che il lavoro del docente di sostegno viene apprezzato. Alcuni colleghi, poi, sembra che provino un gusto sadico nel mettere i bastoni fra le ruote e complicare la vita di chi insegna sostegno.
Da questo punto di vista, sarei ben felice di abolire questa figura e lasciare la "gatta da pelare" ai presuntuosi curricolari.
Penso che a quel punto le loro immense aspettative sui ragazzini disabili (nei confronti dei quali alcuni si accaniscono) verrebbero notevolmente ridimensionate!!!


Mi auguro che questi toni, che mi paiono francamente eccessivi siano frutto dell'amarezza e dello sconforto che prende regolarmente tutti noi insegnanti! Le parole che usi mi sembrano francamente un pò eccessive e non vorrei che ne innescassero di altre, che sarebbero altrettanto ingenerose, dei "presuntuosi curricolari" contro gli insegnanti di sostegno

Io ho parlato di ALCUNI docenti curricolari. Ovviamente non di tutti, anche perchè ho provato entrambe le esperienze.
Nel mio caso, una collega in particolare, ex insegnante di sostegno, interroga l'alunno sempre quando io non sono in classe e si lamenta di continuo dei risultati, a suo parere scarsi.
La collega non tiene conto delle peculiarità dell'alunno e dimostra clemenza nei confronti di tutti gli allievi, tranne che del ragazzino certificato. Ho provato a parlarle, chiedendole di aspettare che in classe ci sia anch'io, anche per regolarmi sui contenuti dei riassunti che scrivo per il bambino. Parole al vento.
Quindi, certamente mi scuso per i toni, ma vorrei tanto vedere lei al mio posto alle prese con tutte le sue richieste!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mar Nov 27, 2012 2:59 pm

lucetta10 ha scritto:
Fedup ha scritto:
L'associazione è la Fish. I genitori hanno parlato a titolo personale, naturalmente.
Il fatto è che sono davvero stanca di prendere legnate da tutti: dai genitori, dai colleghi, dal personale Ata e via così...
Non mi è mai capitato di partecipare ad un convegno, ad un Pei, ad un consiglio di classe e di sentire che il lavoro del docente di sostegno viene apprezzato. Alcuni colleghi, poi, sembra che provino un gusto sadico nel mettere i bastoni fra le ruote e complicare la vita di chi insegna sostegno.
Da questo punto di vista, sarei ben felice di abolire questa figura e lasciare la "gatta da pelare" ai presuntuosi curricolari.
Penso che a quel punto le loro immense aspettative sui ragazzini disabili (nei confronti dei quali alcuni si accaniscono) verrebbero notevolmente ridimensionate!!!


Mi auguro che questi toni, che mi paiono francamente eccessivi siano frutto dell'amarezza e dello sconforto che prende regolarmente tutti noi insegnanti! Le parole che usi mi sembrano francamente un pò eccessive e non vorrei che ne innescassero di altre, che sarebbero altrettanto ingenerose, dei "presuntuosi curricolari" contro gli insegnanti di sostegno

Momenti giù capitano a tutti. L'aspetto psicologico del docente di Sost. viene spesso messo a dura prova, e spesso per difficoltà di rapporto con i curriculari con i quali siamo obbligati a confrontarci (ma non il contrario; vero è che molti manco ti salutano quando entri in classe); ma anche quello dei curriculari, pur se in modo diverso, viene messo a dura prova...
Bisogna cmq concentrarsi su quanto di buono uno fa, e cercare di "arginare" il resto. E di buono si fa veramente tanto - è che magari non si vede o non si vede subito.
Ma... se contattassimo pure noi docenti Sos la Fish per dare un apporto costruttivo alla questione?
Tornare in alto Andare in basso
Fedup



Messaggi : 580
Data d'iscrizione : 15.09.10

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mar Nov 27, 2012 3:08 pm

Per Parvati: i genitori che ho ascoltato non mi sono parsi molto propensi al dialogo. Loro sanno di cosa hanno bisogno i loro figli e certamente non degli insegnanti di sostegno. Questo è il "sugo della storia" come io l'ho percepito.

In ogni caso, tentare non costa nulla...
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mar Nov 27, 2012 4:01 pm

Paradossalmente, a me capita spesso di dover aiutare bambini non certificati, che a scuola hanno problemi molto più grossi dei certificati.
Credo francamente che il sistema con cui vengono certificate le difficoltà dei bambini oggi non funzioni più... Da una parte, ci vuole il consenso dei genitori alla trafila burocratica di accertamento ... e non tutti lo danno, poiché l'etichetta di handicap non piace a nessuno. D'altro canto, i test e le valutazioni sui bambini spesso non riescono a cogliere i reali problemi degli alunni a scuola.
Io credo ormai che molte delle difficoltà di tipo scolastico dei bambini non vadano certificate da una commissione medica, bensì che vadano formalizzate, come nel lontano passato, dagli insegnanti della scuola frequentata dal bambino. Sono talmente tanti i motivi per cui alcuni bambini non "funzionano" al meglio, che non si può pensare che persone che non vivono ogni giorno a contatto con questi bambini possano saperne di più di coloro che li frequentano ogni giorno.
Molti dei problemi che compaiono nelle scuole di oggi potrebbero essere risolti con una semplice aggiunta di risorse all'interno delle scuole (più insegnanti in compresenza, equipe di lavoro focalizzate sul successo formativo, psicologo scolastico presente a scuola e che fa osservazioni mirate al contesto scolastico).
Il sistema del sostegno attuale per me non funziona al meglio perché persone estranee alla scuola valutano le capacità scolastiche dei bambini non tenendo conto di come funziona un'aula scolastica... Solo cambiando le premesse della modalità con cui si segnalano i bambini in difficoltà e coinvolgendo maggiormente gli insegnanti si potrà risolvere la questione del sostegno (non mi risulta però che ad oggi alcun insegnante di sostegno sia stato interpellato al fine di esprimere la propria idea su ciò che funziona o meno negli interventi a scuola sui bambini in difficoltà, né che ad alcun insegnante di classe sia stato concesso di poter segnalare le difficoltà reali di un bambino, senza il consenso dei genitori, in modo che al bambino possa essere offerto un aiuto aggiuntivo).
Un sistema di valutazione dei bambini che tenesse conto dei loro bisogni educativi speciali in toto sarebbe per me più efficace e preferibile rispetto alla "valutazione medica" vigente. Inoltre io sostituirei gli insegnanti di sostegno con dei semplici insegnanti "esperti in didattica e formazione", scelti all'interno delle scuole per una loro preparazione più mirata alle problematiche dell'apprendimento. La "medicalizzazione" dei bambini e la proliferazione delle certificazioni di handicap segneranno, secondo me, la fine del "sostegno" come lo intendiamo oggi. Bosogna aprire una nuova fase...
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mar Nov 27, 2012 4:36 pm

Il docente di sostegno fu introdotto come supporto all'integrazione del ragazzo disabile nel tessuto della scuola standard, senza più classi differenziali, istituti specializzati, per non parlare dei manicomi.

Questo ha consentito a una percentuale enorme di ragazzi di poter fare un percorso scolastico regolare.

Non nascondiamoci che ci sono molte situazioni incresciose fra docenti di sostegno e curricolari, ma è chiaro che eliminando la figura del docente di sostegno viene a cadere anche il fondamento della riforma.

Quindi di nuovo classi differenziali, istituti specializzati e dei manicomi si parla sempre più spesso di nuovo...

Anche perché il diritto dell'alunno disabile di essere messo in condizioni di raggiungere i suoi obiettivi si scontrerebbe con quelli degli altri alunni di seguire il loro percorso se le condizioni ambientali fossero tali che o si fa l'una cosa oppure l'altra.

E non ci vuole nulla a far sì che si crei un fuggi fuggi generale dalla scuola "che prende gli handicappati" verso quella "H-free".
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mar Nov 27, 2012 4:58 pm

Negli ultimi anni ho lavorato in classi con almeno un bambino su otto certificato.
Praticamente, quando un bambino ha difficoltà scolastiche, ho riscontrato che viene chiesto quasi sempre alla famiglia di far "valutare" il bambino. Non tutti accettano, ma quando i bambini vanno a farsi valutare, qualcosa con cui diagnosticarli lo si trova sempre.
Credo che francamente molti dei problemi dei bambini possano essere risolti con qualcosa di diverso da una certificazione di handicap: naturalmente non sto parlando qui dei veri casi di handicap grave, per cui è giusto che rimanga una figura di sostegno ad hoc.
Capisco che molto genitori non vogliano un'insegnante di sostegno per i propri figli: avere una insegnante dedicata può essere effettivamente imbarazzante per alcuni...
Sarebbe interessante aprire un dibattito su come si possano risolvere i problemi dei bambini con lievi disturbi cognitivi o altri disturbi psicologici non gravi, senza introdurre necessariamente il sostegno tramite una figura dedicata.
Tornare in alto Andare in basso
giggi



Messaggi : 396
Data d'iscrizione : 30.09.09

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mar Nov 27, 2012 5:05 pm

rimango basita a leggere dei contrasti tra docenti curricolari e docenti di sostegno, giuro... io non ho la specializzazione per il sostegno, e non ho mai considerato l'insegnante di sostegno "di serie b", anzi...spesso ne ammiro molto il lavoro e apprezzo i risultati che ottengono, mentre mi rendo conto che io non sarei assolutamente in grado di lavorare serenamente sul sostegno (motivo per cui finora non ho preso la specializzazione) e più volte esprimo ai colleghi la mia ammirazione; mi son sempre trovata bene a lavorare in classe collaborando col docente di sostegno, anzi a volte se ho le ore "scoperte" sento qualcosa che manca alle lezioni, perchè se in una classe c'è abitualmente un docente che fa sostegno, questi è ormai una figura integrata al gruppo e alle attività, quindi per me è come se fosse assente un membro del gruppo...a volte ho richiesto addirittura se potesse essere presente nelle mie ore il/la collega quando non era previsto e si arrivava a "contenderselo" (è buffo ovviamente da dire) in consiglio di classe... spesso da coordinatrice interpello molto l'insegnante di sostegno che essendo presente nella classe in ore diverse e con differenti discipline, riesce a riferirmi una visione più trasversale delle dinamiche del gruppo...boh, qui invece si parla di poca considerazione, addirittura di mancanza del saluto...resto basita davvero...quale messaggio educativo può mai passare a dei ragazzini da un tale comportamento degli adulti? Sarò stata davvero fortunata nella mia esperienza limitata, ma finora ho conosciuto solo colleghi di sostegno da apprezzare per il lavoro che svolgono continuamente (e da cui ho imparato molto) e realtà scolastiche in cui l'insegnante sos viene giustamente considerato importante.
Tornare in alto Andare in basso
Fedup



Messaggi : 580
Data d'iscrizione : 15.09.10

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mar Nov 27, 2012 6:35 pm

Mala tempora currunt!
Non credo si tornerà più indietro rispetto alle scuole o classi speciali.
Io ravviso solo la volontà di economizzare sulla base delle illusioni dei genitori.
Tanti posti di sostegno aboliti significherebbero risparmi notevoli per le esangui casse dello stato (con la minuscola).
Tornare in alto Andare in basso
lola2011



Messaggi : 1880
Data d'iscrizione : 08.10.11

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mar Nov 27, 2012 7:02 pm

Io non sono specializzata su sostegno ma negli ultimi due anni ho lavorato per mesi su ad oppure ho fatto supplenze su sostegno. Credo che il problema maggiore nasca dal rifiuto di tanti genitori di accettare la disabilità del figlio. Il fatto che non riesca a fare le cose come gli altri senza l'aiuto dell'insegnante crea in loro una enorme e comprensibile sofferenza. Concordo pienamente con Parvati quando dice che l'insegnante di sostegno incarna la disabilità del figlio e di noi pensano "mi sei necessario ma vorrei che non ci fossi...".
Racconto un fatto che mi colpì molto, successo qualche anno fa con un bimbo di seconda elementare. Il bambino aveva evidenti difficoltà nella comprensione/letto-scrittura/calcolo ecc. necessitava insomma del mio aiuto costante in classe, non aveva il sostegno, e i genitori dicevano che il figlio faceva TUTTI i compiti da solo! In effetti nel quaderno c'erano disegni bellissimi, addizioni corrette e numeri perfettamente incolonnati. Il tutto fatto ovviamente dai genitori. Sostenevano che li faceva il bimbo DA SOLO!!!
Trovo utopistico anche dover lavorare sempre in classe quando si seguono alunni che urlano, lanciano oggetti e disturbano i compagni. L'integrazione è importante e anche la socializzazione, ma come far capire ai genitori che il figlio rende difficile, se non impedisce, lo svolgimento della lezione? Le aule di sostegno non sono ghetti secondo me.
Tornare in alto Andare in basso
GiGi79



Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 17.05.12
Località : Milano

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mar Nov 27, 2012 9:45 pm

Salve a tutti,
riprendo la mia partecipazione al forum su questo argomento, che mi ha coinvolto parecchio quest'estate, per condividere alcune riflessioni su questa proposta genitori...
Come eragon, penso che in linea di principio l'abolizione dell'insegnante di sostegno oggi conosciuto sarebbe pure un bene, se davvero i docenti oggi detti curricolari si occupassero anche degli alunni disabili...
In fondo io, da docente sos di ruolo, sarei d'accordo. Quello che penso è, però, che perchè non rimanga pura utopia (come dice eragon) bisogna lavorare tenacemente nelle scuole per cambiare mentalità e operare scelte diverse, che portano tutti i docenti della scuola a una più equa divisione dei compiti e sensibilizzino tutti i docenti a occuparsi di disabilità.
Ho parlato in vari post quest'estate di "docenti bis-abili" come possibile soluzione intermedia e fattibile, con un ovvio impegno riorganizzativo, che andrebbe in questa direzione senza togliere risorse.
Condivido l'idea di parvati e di dami che sarebbe necessario non il binomio sostegno-curricolare, ma comunque un binomio ci deve essere: due docenti in compresenza, sul monte ore più alto che le nostre risorse ci permettono di gestire, in cui non ci sono "ruoli" predefiniti ma entrambi i docenti si debbano COORDINARE per seguire a turno tutti gli alunni.

Umanamente capisco i genitori che "non vogliono l'insegnante di sostegno". Nessuno lo vorrebbe. Se, poi, l'insegnante di sostegno spesso non viene considerato dai colleghi curricolari, dagli altri alunni della classe, dai genitori... beh, perchè non pensare di fare evolvere i ruoli nella scuola? non mi pare un'idea così peregrina, direi piuttosto intelligente... se applicata con criterio ovviamente. L'unico criterio sensato è la non sottrazione di risorse, ma una diversa distribuzione; è far sì che i carichi di lavoro siano più sostenibili per tutti i docenti, stimolando la loro NECESSITA' di formazione sulla disabilità.
Finchè ci sarà l'insegnante di sostegno nel modo in cui è stato concepito quarant'anni fa, ci sarà sempre chi scaricherà su di lui la questione-integrazione. Su questo, purtroppo, la "percezione" dei genitori è in molti casi reale e giustificata e credo che il loro desiderio di integrazione del figlio attraverso tutte le componenti della scuola sia legittimo e necessiti di un nostro ripensamento forte dei ruoli.
Per inciso (ma non troppo...): quanti fenomeni di burn-out di docenti oggi di sos si potrebbero recuperare positivamente con una redistribuzione dei ruoli? perchè non SOTTOLINEARE che i docenti di sostegno sono DOCENTI facendoli lavorare nelle classi anche sulle loro discipline? non mi pare così strano dire che i docenti di sostegno sanno (potenzialmente, se glielo si permette...) insegnare a TUTTI, compresi i disabili... non solo ai disabili...

P.s. Se qualcuno non avesse letto questi articoli e fosse interessato alla questione, linko gli articoli pubblicati su www.superando.it, il sito ufficiale della fish:

http://www.superando.it/2012/08/24/cio-che-non-va-in-quella-proposta-di-legge/

e

http://www.superando.it/2012/08/31/la-bis-abilita-per-rispondere-alla-crisi-dellinclusione/
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5360
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mer Nov 28, 2012 10:21 am

GiGi79 ha scritto:
Salve a tutti,
riprendo la mia partecipazione al forum su questo argomento, che mi ha coinvolto parecchio quest'estate, per condividere alcune riflessioni su questa proposta genitori...
Come eragon, penso che in linea di principio l'abolizione dell'insegnante di sostegno oggi conosciuto sarebbe pure un bene, se davvero i docenti oggi detti curricolari si occupassero anche degli alunni disabili...
In fondo io, da docente sos di ruolo, sarei d'accordo. Quello che penso è, però, che perchè non rimanga pura utopia (come dice eragon) bisogna lavorare tenacemente nelle scuole per cambiare mentalità e operare scelte diverse, che portano tutti i docenti della scuola a una più equa divisione dei compiti e sensibilizzino tutti i docenti a occuparsi di disabilità.
Ho parlato in vari post quest'estate di "docenti bis-abili" come possibile soluzione intermedia e fattibile, con un ovvio impegno riorganizzativo, che andrebbe in questa direzione senza togliere risorse.
Condivido l'idea di parvati e di dami che sarebbe necessario non il binomio sostegno-curricolare, ma comunque un binomio ci deve essere: due docenti in compresenza, sul monte ore più alto che le nostre risorse ci permettono di gestire, in cui non ci sono "ruoli" predefiniti ma entrambi i docenti si debbano COORDINARE per seguire a turno tutti gli alunni.

Umanamente capisco i genitori che "non vogliono l'insegnante di sostegno". Nessuno lo vorrebbe. Se, poi, l'insegnante di sostegno spesso non viene considerato dai colleghi curricolari, dagli altri alunni della classe, dai genitori... beh, perchè non pensare di fare evolvere i ruoli nella scuola? non mi pare un'idea così peregrina, direi piuttosto intelligente... se applicata con criterio ovviamente. L'unico criterio sensato è la non sottrazione di risorse, ma una diversa distribuzione; è far sì che i carichi di lavoro siano più sostenibili per tutti i docenti, stimolando la loro NECESSITA' di formazione sulla disabilità.
Finchè ci sarà l'insegnante di sostegno nel modo in cui è stato concepito quarant'anni fa, ci sarà sempre chi scaricherà su di lui la questione-integrazione. Su questo, purtroppo, la "percezione" dei genitori è in molti casi reale e giustificata e credo che il loro desiderio di integrazione del figlio attraverso tutte le componenti della scuola sia legittimo e necessiti di un nostro ripensamento forte dei ruoli.
Per inciso (ma non troppo...): quanti fenomeni di burn-out di docenti oggi di sos si potrebbero recuperare positivamente con una redistribuzione dei ruoli? perchè non SOTTOLINEARE che i docenti di sostegno sono DOCENTI facendoli lavorare nelle classi anche sulle loro discipline? non mi pare così strano dire che i docenti di sostegno sanno (potenzialmente, se glielo si permette...) insegnare a TUTTI, compresi i disabili... non solo ai disabili...

P.s. Se qualcuno non avesse letto questi articoli e fosse interessato alla questione, linko gli articoli pubblicati su www.superando.it, il sito ufficiale della fish:

http://www.superando.it/2012/08/24/cio-che-non-va-in-quella-proposta-di-legge/

e

http://www.superando.it/2012/08/31/la-bis-abilita-per-rispondere-alla-crisi-dellinclusione/


Miglioramenti sono sempre possibili, per carità, ma a partire da una analisi realistica dei dati, che ci dicono che il numero di precari tra gli insegnanti di sostegno è altissimo a fronte di una domanda in continuo aumento. Il che comporta il fatto che spesso gli alunni debbano cambiare docente di sostegno, e che spesso si ritrovino con docenti non abilitati al sostegno, che vivono quindi le stesse difficoltà che dici hanno i docenti curricolari (spesso anche con maggiore, giustificata, frustrazione).
Riguardo al fatto che gli insegnanti curricolari non si occuperebbero degli alunni h, ci sono docenti che non si occupano nemmeno dei normodotati! E va bene... ma a parte quello, ricordo che la tendenza è quella a ridurre sempre più le ore di sostegno (la spending review sforbicia ancora e mette paletti che non fanno ben sperare per il futuro), e che già ora, di norma, gli alunni della scuola secondaria hanno pochissime ore a disposizione, per il resto del tempo (per alcune materie SEMPRE) sono in classe con il loro insegnante curricolare, che, volente o nolente, dell'alunno disabile e della sua integrazione si occupa! Non è pensabile che un alunno con 8 ore di sostegno stia per le altre 32 a vegetare sul suo banco solo a abbandonato.
Forse alla scuola primaria è più facile ottenere il sostegno e le ore a disposizione sono diverse, ma non capisco come faccia dami a scrivere che "quando i bambini vanno a farsi valutare, qualcosa con cui diagnosticarli lo si trova sempre": la mia esperienza è assolutamente diversa! Ormai ottenere il sostegno è difficilissimo, si sta risparmiando all'osso e pare si arriverà a darlo soltanto in casi di handicap fisico grave! Allora sì che si arriverà alle classi differenziali, che, vi ricordo, sono la norma in Europa! In una situazione del genere, vi pare conveniente prospettare una riduzione delle fattispecie di "disagio" per il sostegno?
Prevedere poi che, con il poco tempo che ha già a disposizione, l'insegnante di sostegno si metta a fare lezione sulla sua materia mi pare veramente uno spreco di risorse, salvo restando il fatto che l'insegnante di sostegno partecipa già alle lezioni! Ricordo che molti sono gli insegnanti di ed. fisica tra i docenti di sostegno: dovremmo dare più ore di sostegno alla materia mentre il ragazzino si frustra da solo con l'aritmetica?
Tornare in alto Andare in basso
muccona



Messaggi : 93
Data d'iscrizione : 05.10.09

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mer Nov 28, 2012 1:06 pm

Ultimamente anche alla scuola primaria il sostegno viene dato solo a casi gravi con i quali ti ritrovi a fare la badante. Mentre tutti gli altri casi vengono solo certificati senza sostegno (i quali si devono integrare trovando da soli la soluzione). Effettivamente l'insegnante di sostegno utilizzata in questo modo è una risorsa sprecata, comunque non toglierei mai i bambini gravi dalle classi normali in quanto penso che siano di aiuto ai compagni i quali avendo interagito con bambini con difficoltà, poi da adulti saranno meno intolleranti verso queste persone.
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mer Nov 28, 2012 1:58 pm

Confermo ciò che ho detto: i bambini vengono diagnosticati a profusione. Che poi ottengano effettivamente le ore di sostegno dovute, questo invece non è scontato.
Vi ricordo infatti che le due procedure di diagnosi e di ottenimento del sostegno sono separate. Inoltre sempre più si hanno genitori che non vogliono ricorrere alla valutazione presso l'UONPIA, perché hanno paura di ricevere per il proprio bambino la certificazione di handicap. Di contro, si stanno certificando un'enormità di bambini stranieri, che in molti casi hanno l'unico handicap di non conoscere adeguatamente la lingua italiana. Insomma, il settore certificazioni è un mondo un po' ambiguo.
Ciò che è certo è che i bambini a scuola hanno sempre più problemi, ma non necessariamente si tratta di problemi di tipo "medico" o comunque certificabile da neuropsichiatri, etc... Ecco perché, secondo me, è necessario distinguere tra disabili veri (e gravi) e bambini in semplice difficoltà, con bisogni educativi speciali. Ciò che deve cambiare a scuola è la strategia con cui affrontare le nuove difficoltà emergenti. Credo che una riforma del sostegno, a questo punto, si renda necessaria. Credo pure che vadano meglio esplicitati i ruoli di coloro che lavorano all'interno della scuola: per es. degli educatori, per evitare dannose e/o inutili sovrapposizioni. Ad es. per alcuni disturbi è più indicata la presenza a scuola degli educatori, ma allo stato attuale si deve chiedere il sostegno per poter usufruire della figura educativa.
Sembra anche a me che in diverse realtà la figura dell'insegnante di sostegno venga ghettizzata (secondo me, nella maggioranza).
I bambini stessi - figuriamoci i ragazzi -, non riescono a comprendere il ruolo esercitato da questa figura all'interno delle classi: spesso si è visti come una figura rifugio, che dà aiuto... e non mancano i bambini che ti chiedono: perché aiuti più lui di me? Ma anche ti chiedono: ma tu, che lavoro fai? La verità è che aiutiamo, appunto, ma insegnare è un'altra cosa...
Da quando ho iniziato a fare il sostegno sono entrata in crisi d'identità. Mi fanno fare di tutto a scuola: supplenze, lingua 2, sostegno ai non certificati, badante... sono diventata il tappabuchi di turno. Francamente mi aspettavo di più da questa professione, che ho intrapreso per mia volontà e non come ripiego, perché potevo pure stare a fare l'insegnante di classe... Non credo si tratti di un problema solo mio, in quanto in quasi tutte le scuole la situazione del sostegno è simile e non vengo trattata diversamente dagli altri colleghi di sostegno. Francamente penso che continuerò a fare questo lavoro solo se in futuro si darà la possibilità sia di insegnare in classe, sia di fare sostegno: nello stesso anno, all'interno della stessa scuola.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mer Nov 28, 2012 2:19 pm

Piacerebbe molto anche a me poter fare ambedue le cose. Aiuterebbe per l'inclusione del disabile, non si sarebbe confinati in questo ruolo visto dai più (colleghi, alunni e genitori) come subalterno e si avrebbe una "marcia in più" sia come docente Sos che come docente della disciplina - anche per il fatto di poter "staccare".
Solo che temo non tutti i colleghi della disciplina sarebbero d'accordo (alcuni dichiarano apertamente di aborrire il sostegno), bisognerebbe lasciare una forma di scelta, anche perchè si dovrebbe prevedere un corso di preparazione adeguato nonchè un continuo aggiornamento.
Quello che mi preoccupa è che visto che le riforme di solito le fanno personaggi che di scuola non capiscono nulla, non vorrei che in qualche modo alla fine si andasse a peggiorare una situazione già difficile, alias finire dalla padella nella brace...
Teniamo conto che la figura del docente Sos è chiaramente delineata nella normativa; il problema è che viene poco o nulla applicata (all'italiana)!!!!
Cmq da noi ci sono bambini con l'educatore che non hanno sostegno, sono due cose indipendenti - dipende da cosa consiglia lo specialista.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5360
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mer Nov 28, 2012 2:47 pm

dami ha scritto:
Confermo ciò che ho detto: i bambini vengono diagnosticati a profusione. Che poi ottengano effettivamente le ore di sostegno dovute, questo invece non è scontato.
Vi ricordo infatti che le due procedure di diagnosi e di ottenimento del sostegno sono separate. Inoltre sempre più si hanno genitori che non vogliono ricorrere alla valutazione presso l'UONPIA, perché hanno paura di ricevere per il proprio bambino la certificazione di handicap. Di contro, si stanno certificando un'enormità di bambini stranieri, che in molti casi hanno l'unico handicap di non conoscere adeguatamente la lingua italiana. Insomma, il settore certificazioni è un mondo un po' ambiguo.
Ciò che è certo è che i bambini a scuola hanno sempre più problemi, ma non necessariamente si tratta di problemi di tipo "medico" o comunque certificabile da neuropsichiatri, etc... Ecco perché, secondo me, è necessario distinguere tra disabili veri (e gravi) e bambini in semplice difficoltà, con bisogni educativi speciali. Ciò che deve cambiare a scuola è la strategia con cui affrontare le nuove difficoltà emergenti. Credo che una riforma del sostegno, a questo punto, si renda necessaria. Credo pure che vadano meglio esplicitati i ruoli di coloro che lavorano all'interno della scuola: per es. degli educatori, per evitare dannose e/o inutili sovrapposizioni. Ad es. per alcuni disturbi è più indicata la presenza a scuola degli educatori, ma allo stato attuale si deve chiedere il sostegno per poter usufruire della figura educativa.
Sembra anche a me che in diverse realtà la figura dell'insegnante di sostegno venga ghettizzata (secondo me, nella maggioranza).
I bambini stessi - figuriamoci i ragazzi -, non riescono a comprendere il ruolo esercitato da questa figura all'interno delle classi: spesso si è visti come una figura rifugio, che dà aiuto... e non mancano i bambini che ti chiedono: perché aiuti più lui di me? Ma anche ti chiedono: ma tu, che lavoro fai? La verità è che aiutiamo, appunto, ma insegnare è un'altra cosa...
Da quando ho iniziato a fare il sostegno sono entrata in crisi d'identità. Mi fanno fare di tutto a scuola: supplenze, lingua 2, sostegno ai non certificati, badante... sono diventata il tappabuchi di turno. Francamente mi aspettavo di più da questa professione, che ho intrapreso per mia volontà e non come ripiego, perché potevo pure stare a fare l'insegnante di classe... Non credo si tratti di un problema solo mio, in quanto in quasi tutte le scuole la situazione del sostegno è simile e non vengo trattata diversamente dagli altri colleghi di sostegno. Francamente penso che continuerò a fare questo lavoro solo se in futuro si darà la possibilità sia di insegnare in classe, sia di fare sostegno: nello stesso anno, all'interno della stessa scuola.



Non voglio sostenere certo che la situazione del sostegno sia ideale nè tantomeno che debba rimanere immutabile, ma credo valga la pena di difenderne il principio e il funzionamento, ancora validissimi e svuotati semmai dalla continua sottrazione di risorse. Tornare allo spirito della legge piuttosto che buttare il bambino con l'acqua sporca. Se il GLH, per esempio, si svolgesse come dovrebbe, senza fuggi fuggi, sarebbe uno strumento fondamentale di raccordo tra tutte le figure coinvolte nella gestione dell'handicap.
Per quanto riguarda quelle che chiami "difficoltà emergenti", ti ricordo che la legge sui DSA è appena del 2010 e che rappresenta un ENORME progresso. Se posso permettermi una critica (che spero venga smentita) visto che non rientra negli ambiti di competenza, non vedo invece molti insegnanti di sostegno interessarsi alla questione, partecipare agli incontri, pianificare il pdp!
Infine, riguardo alla tua crisi di identità, posso soltanto deplorare il fatto che tu debba fare da tappabuchi, cosa che non ti dovrebbe essere chiesta, e esprimerti la mia solidarietà, ma il sostegno non è per tutti (personalmente non ho mai accettato nomine e non ho mai voluto prendere l'abilitazione, perché so che richiede in primo luogo motivazione), "non è insegnamento" in senso classico e capisco che possa essere frustrante. Mi pare anche di capire che la situazione della scuola primaria sia molto diversa da quella della secondaria: non voglio nascondere anche da noi dissapori e problemi (uno l'ho posto proprio io su questo forum http://www.orizzontescuolaforum.net/t49168-insegnante-di-sostegno-troppo-facilitatore), ma almeno i ragazzi sanno che lavoro svolge l'insegnante di sostegno e in genere non se lo contendono.
Sul fatto infine che si stiano certificando tanti stranieri... forse hai ragione e il fenomeno ancora non si percepisce nei cicli superiori. A me è capitato più d'una volta che famiglie irregolari, senza nemmeno un medico di base, si rifiutassero assolutamente di attivarsi per far diagnosticare il proprio figlio, in situazione di palese disagio, non certo linguistico!
Tornare in alto Andare in basso
Fedup



Messaggi : 580
Data d'iscrizione : 15.09.10

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mer Nov 28, 2012 3:14 pm

Davvero interessante la proposta di GiGi79, non so quanto sia fattibile.
I titolari di cattedra sarebbero disposti a questo cambiamento?

Quanto alle certificazioni degli alunni stranieri, non sono imputabili alla mancata conoscenza della lingua, quanto piuttosto al fatto che non vengono fatte le diagnosi prenatali. Non a caso gli alunni più gravi sono tutti stranieri.
Tornare in alto Andare in basso
eragon



Messaggi : 609
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mer Nov 28, 2012 5:01 pm

GiGi79 ha scritto:
Salve a tutti,
riprendo la mia partecipazione al forum su questo argomento, che mi ha coinvolto parecchio quest'estate, per condividere alcune riflessioni su questa proposta genitori...
Come eragon, penso che in linea di principio l'abolizione dell'insegnante di sostegno oggi conosciuto sarebbe pure un bene, se davvero i docenti oggi detti curricolari si occupassero anche degli alunni disabili...
In fondo io, da docente sos di ruolo, sarei d'accordo. Quello che penso è, però, che perchè non rimanga pura utopia (come dice eragon) bisogna lavorare tenacemente nelle scuole per cambiare mentalità e operare scelte diverse, che portano tutti i docenti della scuola a una più equa divisione dei compiti e sensibilizzino tutti i docenti a occuparsi di disabilità.
Ho parlato in vari post quest'estate di "docenti bis-abili" come possibile soluzione intermedia e fattibile, con un ovvio impegno riorganizzativo, che andrebbe in questa direzione senza togliere risorse.
Condivido l'idea di parvati e di dami che sarebbe necessario non il binomio sostegno-curricolare, ma comunque un binomio ci deve essere: due docenti in compresenza, sul monte ore più alto che le nostre risorse ci permettono di gestire, in cui non ci sono "ruoli" predefiniti ma entrambi i docenti si debbano COORDINARE per seguire a turno tutti gli alunni.

Umanamente capisco i genitori che "non vogliono l'insegnante di sostegno". Nessuno lo vorrebbe. Se, poi, l'insegnante di sostegno spesso non viene considerato dai colleghi curricolari, dagli altri alunni della classe, dai genitori... beh, perchè non pensare di fare evolvere i ruoli nella scuola? non mi pare un'idea così peregrina, direi piuttosto intelligente... se applicata con criterio ovviamente. L'unico criterio sensato è la non sottrazione di risorse, ma una diversa distribuzione; è far sì che i carichi di lavoro siano più sostenibili per tutti i docenti, stimolando la loro NECESSITA' di formazione sulla disabilità.
Finchè ci sarà l'insegnante di sostegno nel modo in cui è stato concepito quarant'anni fa, ci sarà sempre chi scaricherà su di lui la questione-integrazione. Su questo, purtroppo, la "percezione" dei genitori è in molti casi reale e giustificata e credo che il loro desiderio di integrazione del figlio attraverso tutte le componenti della scuola sia legittimo e necessiti di un nostro ripensamento forte dei ruoli.
Per inciso (ma non troppo...): quanti fenomeni di burn-out di docenti oggi di sos si potrebbero recuperare positivamente con una redistribuzione dei ruoli? perchè non SOTTOLINEARE che i docenti di sostegno sono DOCENTI facendoli lavorare nelle classi anche sulle loro discipline? non mi pare così strano dire che i docenti di sostegno sanno (potenzialmente, se glielo si permette...) insegnare a TUTTI, compresi i disabili... non solo ai disabili...

P.s. Se qualcuno non avesse letto questi articoli e fosse interessato alla questione, linko gli articoli pubblicati su www.superando.it, il sito ufficiale della fish:

http://www.superando.it/2012/08/24/cio-che-non-va-in-quella-proposta-di-legge/

e

http://www.superando.it/2012/08/31/la-bis-abilita-per-rispondere-alla-crisi-dellinclusione/
Condivido molte delle tue osservazioni, una soluzione potrebbe essere un più forte coinvolgimento del docente di sos verso il resto del gruppo classe, o meglio ancora una vera e propria intercambiabilità dei ruoli (tutti i docenti, a rotazione, svolgono delle ore sul sostegno).
Credo, come te, sia necessario ripensare un pò il tutto ma ammetto candidamente che qualsiasi cambiamento è a rischio strumentalizzazione.
Eliminare il docente di sostegno e darlo "in carico" a tutti i docenti? Magari, mi sta benissimo, ma ho dei serissimi dubbi che questo accadrebbe realmente (in carico a tutti diventerebbe in carico a nessuno, forse metterebbero un coordinatore a sistemare almeno la "forma").
Io penso che se davvero volessimo proporre una soluzione per il domani questa non possa che passare che per l'abilitazione obbligatoria sul sostegno per qualsiasi docente. Dopo aver abilitato (forse meglio dire "formato") tutti i docenti per l'insegnamento sul sostegno si potrebbe proporre una sorta di turnazione obbligatoria (ogni 3 anni sulla materia 1 sul sostegno).
Quello che io credo è che molti colleghi curricolari non abbiano davvero idea di cosa significhi fare sostegno, della difficoltà a volte di ripartire da zero, di trovare materiali, di riadattare tutto, di fissare obiettivi, a volte rischiando, del tempo che a volte si impiega per ottenere un minimo risultato, dello stress nel gestire i genitori, rincorrere colleghi, coordinarsi con figure istituzionali che latitano, confrontarsi a volte con mancanza di strutture adeguate e mezzi adeguati, per dirla in breve, come per molte cose della vita, se "non si ci passa" a volte non si capisce.
Cmq qualcosa di sicuro succederà perchè credo che solo un inguaribile ottimista non abbia capito che la prossima sforbiciata la faranno sul sostegno.
Tornare in alto Andare in basso
Online
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mer Nov 28, 2012 5:39 pm

Sono anche io sicura del fatto che la sforbiciata sul sostegno ci sarà: alla primaria a Milano, per es., meno della metà degli insegnanti di sostegno sono di ruolo (in alcune scuole solo un terzo). Se i numeri dei dva aumentano e il numero degli insegnanti di sostegno continua a rimanere praticamente invariato, è perché non c'è l'intenzione di assumere, e i c'è nell'aria che qualcosa andrà modificato...
Tornare in alto Andare in basso
eragon



Messaggi : 609
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Sono folli questi genitori!   Mer Nov 28, 2012 9:23 pm

Cmq, posto che i casi lievi, parlo almeno per le superiore, oramai hanno solo qualche ora di sostegno, e magari riescano a toglierlo del tutto, resta il problema dei casi gravi che obiettivamente non puoi tenere in classe senza assistenza, in quei casi cosa fai?
Ricorrere ai pea può essere un'idea per risparmiare, ma in quel caso il miur risparmierebbe sulle spalle dei comuni...mi sembra che forse è questo che finora ci ha salvato dallo scempio!!!
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Sono folli questi genitori!
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» cosa sono questi?
» Sono in fibrillazione!!!
» SONO AGITATA!!!!
» sono molto turbata....
» mi sono arrivate..

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Andare verso: