Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Scriviamo compatti a Fazio, Napolitano, Stella e gli altri: VOGLIAMO ANDARE A RAI3 A DISCUTERE, non ci basta quello che ha risposto BERSANI!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
eutelia75



Messaggi : 1105
Data d'iscrizione : 27.04.11

MessaggioOggetto: Scriviamo compatti a Fazio, Napolitano, Stella e gli altri: VOGLIAMO ANDARE A RAI3 A DISCUTERE, non ci basta quello che ha risposto BERSANI!   Mar Nov 27, 2012 9:23 am

Io ho già scritto insieme ai colleghi che si sono firmati alla fine di questo post, facciamolo compatti!

Scriviamo tutti a Fabio Fazio, a Luciana Littizzetto, alla Redazione del Corriere della Sera, di Famiglia Cristiana, di Repubblica e, per ultimo, ma non ultimo, al Presidente della Repubblica, a Massimo Gramellini e a Gian Antonio Stella (Facebook)

http://www.chetempochefa.rai.it/dl/portali/site/articolo/ContentItem-44a7a560-f17f-42f9-a96c-d74b151fc594.html

http://www.corriere.it/scrivi/bit.shtml

http://www.famigliacristiana.it/redazione.aspx

http://www.repubblica.it/static/servizi/scrivi.html

https://servizi.quirinale.it/webmail/
(specificando all’att. dr. Giorgio Napolitano)

stampaweb@lastampa.it stampaweb@lastampa.it
(att. dr. Massimo Gramellini)

http://it-it.facebook.com/pages/Gian-Antonio-Stella/34444198069
(Gian Antonio Stella, giornalista)


Egregi signori, ieri sera, il sig. Fazio, alla trasmissione “Che tempo che fa” ha chiesto delle delucidazioni in merito al mondo della scuola all’on. L. Bersani il quale ha risposto con il linguaggio “politichese” che usano di solito i parlamentari. A noi insegnanti non bastano le parole dell’on. Bersani, chiediamo con forza che un rappresentante di noi docenti venga invitato a parlare durante codesta trasmissione per poter veramente contro ribattere le ragioni.

Non ha senso che il dr. Monti parli di aumento di due ore alla settimana che gli insegnanti si sono rifiutati di regalare: in primo luogo l'aumento era di 6 ore settimanali (su 18) e non di 2, e senza alcun adeguamento di stipendio; inoltre tale aumento orario non era per offrire una didattica migliore, ma per insegnare su più classi, tagliando di fatto i posti di lavoro.
L’effettivo impegno lavorativo per preparare lezioni, correggere compiti, partecipare ai Consigli di classe e i Collegi dei docenti e ai colloqui con i genitori, alla fine fa superare le 38 ore settimanali. L'orario di 18 ore di lezioni frontali è solo la punta di un icerberg.

Lo sa che siamo obbligati ad avere un computer che ci siamo dovuti pagare di tasca nostra unitamente ai programmi, alla carta, alla chiavetta, ecc? In quale azienda privata i corsi di aggiornamento sono a carico dei dipendenti?
Il dr. Monti perché non ha parlato delle ferie che non pagherà più ai precari? Il TFR che verrà pagato dopo almeno nove mesi? L’assunzione a T.I. dei precari in GE da anni e anni, quando l’Europa ci ha già condannati ad assumere al terzo contratto? Inutile farsi belli con il concorso, è solo una bufala!
Potreste contattare il Sindacato ANIEF che sta vincendo ricorsi contro il MIUR a più non posso!

Noi non siamo una "corporazione", ma più individui, più cittadini che hanno capito la posta in gioco: la soppressione della scuola pubblica insieme a quella di altri comparti del welfare come la sanità, le pensioni, il lavoro.
Non ci stiamo! Siamo pronti a protestare e anche a non votare (e a non far votare) i partiti politici e gli uomini e le donne che appoggeranno le persone che hanno dimostrato di sostenere questo progetto di distruzione dei servizi sociali come il Presidente Monti, attraverso l'attuazione del fiscal compact ratificato in tempi brevi, e nel silenzio più assoluto della stampa, il 19 luglio 2012.

Forse il dr. Monti ha capito di trovarsi di fronte un osso duro: dei cittadini responsabili e informati che non si fanno menare per il naso e quindi cerca di monopolizzare con informazioni erronee il resto dell'opinione pubblica. Ma non ci riuscirà. Il nostro "porta a porta" è più potente di ogni suo messaggio pubblico depistante.
Dire che gli studenti proteggono i nostri interessi corporativi significa prenderli per stupidi. Purtroppo per tanti che tutto vogliono tranne che la democrazia, gli studenti sono persone che hanno capito che solo appoggiandoci difendono il loro FUTURO e QUELLO DELLE LORO FAMIGLIE perchè solo nell'istruzione e nella difesa della scuola pubblica vi è un ascensore sociale valido per tutti e non solo per i ricchi e i potenti.
Caro Fazio vada a leggersi o a vedere anche su youtube il discorso di Calamandrei in difesa della scuola pubblica pronunciato da lui nel lontano 1955 e vedrà come è attuale! Massimo Gramellini ne ha declamato le profetiche parole davanti a lei nella puntata "Che tempo che fa" del 05/03/2011.

Le dichiarazioni erronee del presidente Monti, durante un programma in prima serata, gettano un enorme discredito sulla categoria docente e ciò non solo è scorretto ma è deludente. I docenti italiani stanno lottando per mantenere in piedi le scuole massacrate dai tagli dell'ex-ministro Gelmini mascherati in una pseudo-riforma.

In quanto docenti chiediamo più rispetto e più serietà! Inviti uno o più di noi e lo (o li) intervisti. Abbiamo lo stesso diritto di Monti o di altri di esprimerci davanti alla stampa e raccontare la verità! Non ci stiamo più ad essere censurati dalla stampa. Di noi, degli studenti e dei nostri scioperi si parla solo quando vi sono degli incidenti, altrimenti tutto passa sotto silenzio o solo con due righe. Inoltre non si parla mai e proprio mai delle nostre motivazioni. Tutti i talk show di tutti i programmi televisivi si comportano allo stesso modo.

Siamo stanchi di essere presi in giro, siamo pronti a fare lo sciopero bianco che, nella provincia di Brescia, in diverse scuole i docenti stanno già attuando: si fa il proprio dovere, ma non si regala un’ora in più alla scuola, quindi allo Stato (perché nessuno parla delle ore e ore che gli insegnanti regalano affinchè la didattica possa funzionare?)

Da ultimo, ci permettiamo segnalarVi nominativi di persone che potreste invitare per un confronto civile e costruttivo:
dr. Pacifico sindacato ANIEF - segreteria@anief.net
dott.ssa Lalla lallaorizzonte@orizzontescuola.it
Aspettiamo fiduciosi di vedere un nostro rappresentante in trasmissione in orario di pari share come fatto con il dr. Monti.
Buona giornata, Francesca, Carolina, Amelia, Giuseppina, Assunta, Tiziana, Giorgio, Giuseppe, Natale, Agata, Viviana, Letizia, Carmelo, Giovanni, Chiara, Nicola, Monica, Vanda, Roberto, Stefano, Gaia, Immacolata.

Tornare in alto Andare in basso
susanita



Messaggi : 221
Data d'iscrizione : 23.10.12

MessaggioOggetto: Re: Scriviamo compatti a Fazio, Napolitano, Stella e gli altri: VOGLIAMO ANDARE A RAI3 A DISCUTERE, non ci basta quello che ha risposto BERSANI!   Mar Nov 27, 2012 3:25 pm

Anche in Famiglia Cristiana vi è una pagina facebook

https://www.facebook.com/famigliacristiana

http://www.famigliacristiana.it/

Come vi dicevo in un precedente post qui l'editoriale è curato (solo da qualche tempo) dal ministro Andrea Riccardi
(ricordatevi che l'editoriale esprime il cuore, il pensiero politico e di indirizzo di un giornale)

E qui, al solito, c'è il bel commento di un lettore di famiglia cristiana sulla scuola e sui docenti.

http://www.famigliacristiana.it/informazione/news_2/articolo/sciopero-scuola-sabato-24-novembre.aspx?utm_source=fanpage_fc&utm_medium=fanpage_fc&utm_campaign=fanpage_fc

Il titolo dell'articolo è Scuola: in piazza contro i tagli


Alla fine dell'articolo il commento di un lettore:
la manifestazione raccoglie solo una parte degli insegnanti, segno che l'analisi della situazione della scuola italiana ed il giudizio sui tagli non sono affatto condivisi e sono invece espressione, per la maggior parte, dell'estrema sinistra. Nel merito, occorre una comparazione attendibile fra quanto si spende in italia e quanto in francia o germania per studente nella scuola (universita' esclusa) perche' si potrebbe scoprire che la differenza non e' nella quota pro capite per studente ma nel modo in cui i soldi vengono spesi, forse per i troppi insegnanti che poco lavorano in italia.
Tornare in alto Andare in basso
FRANCY2



Messaggi : 2473
Data d'iscrizione : 31.08.10

MessaggioOggetto: Re: Scriviamo compatti a Fazio, Napolitano, Stella e gli altri: VOGLIAMO ANDARE A RAI3 A DISCUTERE, non ci basta quello che ha risposto BERSANI!   Mar Nov 27, 2012 4:41 pm

è PROPRIO VERO che la rivista della Chiesa Cattolica va dove tira il vento... altro che schierarsi con i deboli!
Continuiamo a inondare di mail più gente possibile! Chi conosce altre mail a cui inviare le proteste, le scriva qui!
Tornare in alto Andare in basso
 
Scriviamo compatti a Fazio, Napolitano, Stella e gli altri: VOGLIAMO ANDARE A RAI3 A DISCUTERE, non ci basta quello che ha risposto BERSANI!
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Napolitano omaggia il Papa
» non è un film ma il programma di fazio e saviano è per me stupendo....
» Scoperta stella neutroni piu' grande in Universo
» Vespa contro Santoro e Fabio Fazio
» Fazio Lauria, figurazione e astrazione.

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: