Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 normativa valutazione alunni certificati

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
hogarth



Messaggi : 180
Data d'iscrizione : 13.11.10

MessaggioOggetto: normativa valutazione alunni certificati   Dom Dic 02, 2012 11:03 am

Come da titolo, avrei bisogno della normativa che regola la valutazione degli alunni certificati. Alcuni docenti sostengono che non si possono dare insufficienze agli alunni certificati (mi riferisco ad alunni delle medie, ma credo valga anche per gli altri), altri mi dicono che bisogna fare riferimento agli obiettivi delle programmazioni e, se non sono raggiunti, l'insufficienza si può dare, pur dimostrando di aver fatto tutto il possibile per permettere all'alunno di raggiungerli.
Qualcuno mi sa dare riferimenti specifici? Grazie mille.
Tornare in alto Andare in basso
hogarth



Messaggi : 180
Data d'iscrizione : 13.11.10

MessaggioOggetto: Re: normativa valutazione alunni certificati   Lun Dic 03, 2012 3:36 pm

Nessuno mi sa aiutare?
Tornare in alto Andare in basso
jazzist



Messaggi : 342
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: normativa valutazione alunni certificati   Lun Dic 03, 2012 6:42 pm

La valutazione degli apprendimenti per i soggetti con disabilità va riferita sempre alle potenzialità della persona e alla situazione di partenza definiti nella individualizzazione dei percorsi formativi e di apprendimento.
Si useranno pertanto delle scale valutative riferite a quanto predisposto nel PEI.
Ovviamente può succedere che il PEI preveda gli stessi obiettivi della classe,
eventualmente raggiunti o valutati in modo diverso.
L’obbligo di riferimento della valutazione al PEI è valido per tutti gli ordini di scuola. Unica eccezione si ha quando nella scuola secondaria di secondo
grado la famiglia rifiuta la programmazione differenziata.
Il PEI è soggetto a verifica periodica e che quindi eventuali gravi problemi di attuazione devono necessariamente essere oggetto di discussione tra i soggetti coinvolti (scuola, servizi ASL e famiglia) e prevedere, se necessario, un adeguamento dei risultati attesi all’effettiva situazione riscontrata e alle potenzialità dell’alunno.
Pertanto, la non ammissione non può mai derivare da una semplice verifica dei risultati raggiunti durante l’anno appena trascorso ma eventualmente da un progetto educativo che, a medio o lungo periodo, valuti la possibilità di allungare il percorso formativo. Occorre tenere ovviamente bene in considerazione le eventuali conseguenze negative che si possono rilevare, anche negli anni successivi: demotivazione, problemi di inserimento in una nuova classe, eccessiva differenza anagrafica con i compagni che può causare pesanti effetti contrari in certi momenti della crescita. La scelta dovrà essere condivisa da tutti i componenti che concorro alla definizione del PEI.
Tornare in alto Andare in basso
 
normativa valutazione alunni certificati
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Presentazione dei Professori e degli alunni.
» Valutazione e selezione degli ovociti per la fecondazione in vitro
» Valutazione spermiogramma di mio marito
» La valutazione della riserva ovarica
» Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Andare verso: