IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  IscrivitiIscriviti  AccediAccedi  

Link sponsorizzati
>
Ultimi argomenti
» TFA A049 e domande dubbie: indirizzo email per segnalazioni
Oggi a 10:07 am Da GNAM

» pubblicazione GAE Roma
Oggi a 10:06 am Da esageranio

» Punteggio utilizzazione
Oggi a 10:03 am Da serena75

» Titoli e servizio pregressi
Oggi a 10:02 am Da Dany7682

» Dec! Lalla! Fatevi sentire vi prego!
Oggi a 10:02 am Da alessandra spalmach

» domanda in archivio: sede di titolarità e servizio coincidono, ma io qst anno ho già usufruito di AP..cm mai?
Oggi a 10:00 am Da docentespecial1

» A024 A025 in quali istituti fare domanda
Oggi a 10:00 am Da fart

» che vergogna!!!disparità nord -sud
Oggi a 9:59 am Da sereno

» Cosa studiare per test preliminare A445/A446?
Oggi a 9:59 am Da verita

Link sponsorizzati
I postatori più attivi del mese
Dec
 
giovanna onnis
 
gugu
 
L'ALTRO POLO
 
avidodinformazioni
 
Massimo Borsero
 
Gianfranco
 
lallaorizzonte
 
fradacla
 
elisaPA
 
Condividere | 
 

 congedo parentale - astensione facoltativa

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
laylac



Messaggi: 680
Punti: 834
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 26.08.10

MessaggioOggetto: congedo parentale - astensione facoltativa   Mar Gen 04, 2011 12:39 pm

salve, come al solito sono alla ricerca di chiarimenti.
Ho un contratto a t.d. del CSA fino al 30 giugno e un bambino di 5 anni e mezzo per il quale finora non ho esaurito i mesi di astensione facoltativa prima del terzo anno di età. Posso prendere alcuni giorni di questa tipologia di congredo parentale adesso che ha 5 anni e mezzo ? se si, sarei pagata ?
Grazie a chi vorrà chiarirmi le idee
Tornare in alto Andare in basso
giulia boffa
Admin


Messaggi: 32841
Punti: 30131
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 28.09.09
Età: 50
Località: milano

MessaggioOggetto: Re: congedo parentale - astensione facoltativa   Mar Gen 04, 2011 12:41 pm

puoi prendere i gg, ma la corresponsione del 30% dipende dal reddito
Tornare in alto Andare in basso
laylac



Messaggi: 680
Punti: 834
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 26.08.10

MessaggioOggetto: Re: congedo parentale - astensione facoltativa   Mar Gen 04, 2011 12:43 pm

grazie della risposta super-veloce. Per prendere i giorni che devo fare ? presentare modulo all'inps o in segreteria a scuola ? e in che senso dipende dal reddito ? devo vedere quanto ho dichiarato nel modello unico a giugno 2010 o quanto guadagnerò quest'anno a scuola ?
Nel 2010 ho dichiarato (e guadagnato) circa 8.000 euro.
Tornare in alto Andare in basso
giulia boffa
Admin


Messaggi: 32841
Punti: 30131
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 28.09.09
Età: 50
Località: milano

MessaggioOggetto: Re: congedo parentale - astensione facoltativa   Mar Gen 04, 2011 12:52 pm

il modello è in segreteria, per il periodo successivi e fino agli 8 anni di vita del bambino spetta l’indennità del 30% della retribuzione SOLO se il reddito del singolo genitore interessato all’astensione, sia inferiore a 2,5 volte il trattamento minimo di pensione ( per il 2006 pari a € 11.117,08)

Tornare in alto Andare in basso
laylac



Messaggi: 680
Punti: 834
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 26.08.10

MessaggioOggetto: Re: congedo parentale - astensione facoltativa   Mar Gen 04, 2011 12:58 pm

Quindi, se ho ben capito, per avere il 30% dovrei aver guadagnato meno di 11mila e rotti euro diviso 2,5 (cioè circa 4400 euro). Giusto ?
Tornare in alto Andare in basso
circo



Messaggi: 1504
Punti: 1520
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 21.09.10

MessaggioOggetto: Re: congedo parentale - astensione facoltativa   Mar Gen 04, 2011 1:09 pm

No se hai guadagnato meno di 11000 euro e rotti, cifra che si ottiene moltiplicando la pensione minima per 2,5.
Tornare in alto Andare in basso
valef



Messaggi: 167
Punti: 123
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 27.08.10

MessaggioOggetto: Guida astensione facoltativa e congedo parentale   Mer Gen 05, 2011 6:22 pm

Giulia...buon anno...
mi potresti indicare il link o la guida sulla fruizione dell'astensione facoltativa dopo la nascita e il congedo parentale, per favore?
Io vorrei sapere, tra l'altro, se l'astensione obbligatoria coincide con i mesi estivi e con i giorni di ferie c'è modo di recuperare i giorni di ferie (sono di ruolo)?
Grazie.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi: 6106
Punti: 4958
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: congedo parentale - astensione facoltativa   Mer Gen 05, 2011 6:45 pm

Questo tutto quello che potrebbe interessarti dopo l'obbligatoria: ("incollalo" in un documento word)

1. ASTENSIONE FACOLTATIVA

La durata massima del congedo della madre è di 6 mesi.

L'utilizzazione del congedo va coordinata con quello cui ha diritto il padre lavoratore subordinato, dato che la coppia può sommare al massimo 10 mesi di assenza, da usufruire anche contemporaneamente.

Il periodo cumulativo diventa di 11 mesi se il congedo è utilizzato dal padre lavoratore subordinato per almeno 3 mesi, anche frazionatamente (ad esempio: 6 mesi per la madre e 5 per il padre, 4 mesi per la madre e 7 per il padre).

Se la madre è - o diventa - una single, le spettano per intero i 10 mesi.

Si rientra in tale condizione in caso di morte del padre, o di abbandono della figlia o del figlio da parte del padre, o di affidamento della figlia o del figlio solo alla madre, risultante da un provvedimento formale.

Il congedo può essere utilizzato per intero o per frazioni di tempo.

Salvo casi di oggettiva impossibilità, deve essere dato preavviso al datore di lavoro di almeno 15 giorni.

Mentre finora il congedo doveva essere utilizzato a partire dal termine dell'astensione obbligatoria e entro il 1° anno di vita della figlia o del figlio, ora la durata è molto più lunga: fino agli 8 anni.

Questo significa che il periodo di astensione facoltativa non goduto con la vecchia disciplina diventa utilizzabile fino alla nuova e più elevata soglia di età. Quindi, se la figlia o il figlio non ha ancora 8 anni e la madre non ha utilizzato parte o tutta l'astensione facoltativa oppure è - o è diventata - una single, la parte residua è da ora in poi fruibile.

L'età di riferimento della figlia o del figlio è diversa nel caso di adozione - affidamento.

Retribuzione: i primi trenta giorni, nell'ambito del periodo complessivo di astensione facoltativa, retribuzione intera (art. 11, CCNL 15/3/2001).
Successivamente, senza condizioni di reddito, retribuzione al 30% per un periodo complessivo tra i genitori di 6 mesi, fruibile per i genitori naturali fino al terzo anno di vita del bambino (e cioè fino al giorno, compreso, del terzo compleanno).

Inoltre, subordinatamente a determinate condizioni di reddito, tale retribuzione al 30% è corrisposta per un periodo massimo fino a 10 o 11 mesi per i genitori naturali fino al compimento dell'ottavo anno di vita del bambino, dopo che i genitori stessi abbiano già fruito di 6 mesi complessivi di astensione entro il terzo anno, per i periodi eventualmente non ancora fruiti.

Ai sensi delle CC.MM del Tesoro n. 49 del 25 ottobre 2000, della Funzione Pubblica n. 14 del 16 novembre 2000 e dell'INPDAP n. 49 del 27 novembre 2000, ai fini della retribuzione intera dei primi 30 giorni, si considera il cumulo dei giorni di ciascuno dei genitori.
Bisogna tuttavia tenere presente la Nota del 20.12.2007, prot. n. 24109 per ciò che riguarda la retribuzione del congedo se usufruito dopo i 3 anni di vita del bambino:

“…il trattamento economico intero deve corrispondersi, in via generale , per i primi 30 giorni se il congedo è fruito prima del compimento del terzo anno di vita del bambino; se, invece è fruito dopo il triennio, il trattamento economico è corrisposto per intero solo in presenza dei requisiti previsti dall'art. 33, ritenendo pertanto che, come sottolineato dal MEF, il comportamento assunto dalle Ragionerie provinciali è, allo stato, conforme al quadro normativo che regola la materia."

Validità: a tutti gli effetti, tranne ferie e 13° mensilità per i periodi oltre i primi 30 giorni.

Ricorda:

I periodi di assenza (astensione facoltativa e /o malattia bambino), nel caso di fruizione continuativa, comprendono anche gli eventuali giorni festivi che ricadano all'interno degli stessi.

Tale modalità di computo trova applicazione anche nel caso di fruizione frazionata, ove i diversi periodi di assenza non siano intervallati dal ritorno al lavoro del lavoratore o della lavoratrice.

PS: Quest’ultimo passaggio vuol dire che se c’è un periodo di interruzione didattica (per es. vacanze di Natale e di Pasqua) devi:

1. rientrare un giorno prima effettivamente in classe, interrompendo così il congedo.

2. Oppure, senza rientrare effettivamente in classe o presentarti fisicamente a scuola, lo devi, per esempio, interrompere con malattia tua personale.

3. Oppure, senza rientrare effettivamente in classe, ti devi presentare di persona a scuola il primo giorno di interruzione di attività didattica in modo che la tua presenza, seppur formale, interrompe il congedo e quindi sei considerata da quel giorno in “serivizio”.

Ai fini della fruizione, anche frazionata, dei periodi di astensione dal lavoro, di cui all'art. 32, comma 1, del D. Lgs. n.151/2001, la lavoratrice madre o il lavoratore padre presentano la relativa domanda, con l’indicazione della durata, all'ufficio di appartenenza di norma quindici giorni prima della data di decorrenza del periodo di astensione. La domanda può essere inviata anche per mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento purché sia assicurato comunque il rispetto del termine minimo di quindici giorni.

Tale disciplina trova applicazione anche nel caso di proroga dell'originario periodo di astensione.

2. RIPOSI PER ALLATTAMENTO

La madre e il padre lavoratori dipendenti, durante il primo anno di vita del bambino (anche in caso di adozione o affidamento), hanno diritto:

a 2 ore al giorno se l'orario di lavoro è pari o superiore alle 6 ore giornaliere;
a 1 ora al giorno se l'orario di lavoro è inferiore a 6 ore.

Spettano solo al padre:

se il figlio è affidato al solo padre;
in alternativa alla madre lavoratrice dipendente che non se ne avvalga;
nel caso in cui la madre non sia lavoratrice dipendente, ma lavoratrice autonoma, libera professionista, etc.;
nel caso di morte o di grave infermità della madre.

Il padre non ha diritto ai riposi quando la madre non svolge attività lavorativa (tranne nel caso di morte o di grave infermità della madre).

Al padre non è consentito fruire di tali riposi orari se la madre è in astensione obbligatoria o facoltativa. E’ possibile, invece, che il padre utilizzi l’astensione facoltativa mentre la madre fruisce dei riposi orari giornalieri.

In caso di parto gemellare o plurimo i riposi orari per allattamento di cui sopra si raddoppiano.

Il padre, nel caso di parto gemellare o plurimo:

ha diritto alle sole ore aggiuntive che possono essere fruite anche durante l'astensione obbligatoria della madre quando sussiste il diritto della madre.

La domanda della madre va presentata al datore di lavoro.


3. ASTENSIONE PER MALATTIA DEL FIGLIO

Se la figlia o il figlio che si ammala ha meno di 3 anni, ciascun genitore ha diritto ad assentarsi dal lavoro, per la durata della malattia, e comunque fino al raggiungimento del terzo anno di vita.

Retribuzione Nei primi tre anni di vita del bambino, la retribuzione è pari al 100% nei primi 30 giorni per ogni anno di età del bambino; successivamente è prevista la contribuzione figurativa (ex art. 2 comma 2 del D.Lgs 546/96).

Se la figlia o il figlio che si ammala ha un'età compresa tra i 3 e gli 8 anni, ciascun genitore ha diritto ad assentarsi dal lavoro, senza retribuzione, per un massimo di 5 giorni lavorativi all'anno.

Successivamente al terzo anno di vita del bambino, non spetta alcuna retribuzione con contribuzione figurativa.

Se entrambi i genitori sono lavoratori subordinati, il congedo deve essere utilizzato alternativamente.

Chi sceglie di astenersi dal lavoro deve presentare al suo datore di lavoro una autocertificazione da cui risulti che l'altro genitore non è in astensione dal lavoro negli stessi giorni per il medesimo motivo.

La malattia della figlia o del figlio deve risultare da certificato rilasciato da un medico specialista del Servizio sanitario nazionale o con esso convenzionato. La legge prevede questa sola condizione. Sono, quindi, da escludere controlli e obbligo di rispetto delle fasce di reperibilità, che sono stabilite solo per la malattia della lavoratrice e del lavoratore. E' quanto esplicitamente affermato nella circolare della Funzione Pubblica n. 14/2000.

Se la malattia della bambina o del bambino, che comporti ricovero ospedaliero, avviene durante le ferie di uno o dei due genitori, le ferie sono interrotte.







Tornare in alto Andare in basso
Paolo1974
Moderatore
Moderatore


Messaggi: 6106
Punti: 4958
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: congedo parentale - astensione facoltativa   Mer Gen 05, 2011 6:47 pm

Per ciò che riguarda le ferie, questa una faq della FGU GILDA del 2006


D. Docente di ruolo in una scuola media, non potrò usufruire delle ferie per l’anno scolastico 2005/2006 a causa della coincidenza tra il periodo di astensione obbligatoria (termine 30 settembre) per maternità e quello delle ferie. Le ferie in tal modo non godute devo considerarle perse? E’ prevista una indennità compensativa?

R. Le ferie del personale della scuola assunto con contratto a T.I. sono regolate dall’art. 13 del CCNL/2003. In particolare, ai commi 9 e 10 si stabilisce che “9. Le ferie devono essere fruite dal personale docente durante i periodi di sospensione delle attività didattiche; durante la rimanente parte dell’anno, la fruizione delle ferie è consentita al personale docente per un periodo non superiore a sei giornate lavorative. [...] 10. In caso di particolari esigenze di servizio ovvero in caso di motivate esigenze di carattere personale e di malattia, che abbiano impedito il godimento in tutto o in parte delle ferie nel corso dell’anno scolastico di riferimento, le ferie stesse saranno fruite dal personale docente, a tempo indeterminato, entro l’anno scolastico successivo nei periodi di sospensione dell’attività didattica”.

Anche se il contratto non contempla espressamente il caso, il congedo per maternità non determina la perdita del diritto alle ferie, ma costituisce un legittimo motivo di rinvio delle stesse al termine del congedo. La docente in astensione obbligatoria ha quindi diritto alle ferie, che andranno godute nell’anno scolastico successivo, nei periodi di sospensione delle attività didattiche.

La retribuzione delle ferie non godute è invece esclusa per il personale con contratto a tempo indeterminato. La convertibilità delle ferie non godute in una indennità sostitutiva, secondo la giurisprudenza, è possibile solo quando sia prevista da apposita norma e sempre che le ferie siano state richieste e non concesse per esigenze di servizio. In questa chiave va letto il comma 15 dell’art. 13 del CCNL/2003: “All’atto della cessazione dal rapporto di lavoro, qualora le ferie spettanti a tale data non siano state fruite, si procede al pagamento sostitutivo delle stesse, sia per il personale a tempo determinato che indeterminato”.

Tornare in alto Andare in basso
valef



Messaggi: 167
Punti: 123
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 27.08.10

MessaggioOggetto: Re: congedo parentale - astensione facoltativa   Ven Gen 07, 2011 2:19 pm

Grazie mille per la normativa.
Sono solo perplessa per quanto riguarda le ferie estive, lavorando nella scuola dell'infanzia il termine delle attività didattiche è il 30 giugno, per fruirne al termine dell'attività didattica dell'anno in corso devo chiederle prima che inizi la frequenza dei bimbi, a settembre...e poi di nuovo in estate a luglio e agosto...io speravo di poter fare diversamente!
Tornare in alto Andare in basso
biancamaria



Messaggi: 217
Punti: 231
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 03.09.10

MessaggioOggetto: Re: congedo parentale - astensione facoltativa   Dom Gen 09, 2011 2:22 pm

Volevo avere se possibile una precisazione.

Dopo il primo mese di astensione facoltativa, pagato al 100% se chiesto prima dei 3 anni del bambino, come funziona con i restanti 5 mesi di astensione facoltativa? Possono essere chiesti dopo i 3 anni del bambino?
il dirigente può rifiutarsi di concederli o chiedere autocertificazioni?
Questi ulteriori 5 mesim se chiesti dopo il terzo anno, non sono retribuiti, giusto?
Grazie
Tornare in alto Andare in basso
tina2005



Messaggi: 347
Punti: 375
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 24.09.10

MessaggioOggetto: Re: congedo parentale - astensione facoltativa   Dom Gen 09, 2011 7:44 pm

buonasera, domani forse prenderò una supplenza di un mese, dunque fino al 9 febbraio.
la scuola è molto lontana, quasi 100 km, e soprattutto ho una bimba di 5 mesi. ho diritto alla facoltativa su una supplenza di un mese? alla presa di servizio devo far presente la mia intenzione?è un mio diritto o potrei anche trovarmi di fronte un dirigente scolastico che non me la conceda?da chi è pagata?
Inoltre vorrei chiedere: dato che la allatto io e vista la lontananza della scuola dovrei portarla con me in questo paese assieme a qualcuno che me la tenga quando sono a lavoro , potrei avere l'allattamento per quei 15 gg fra la presa di servizio e l'eventuale facoltativa?è un diritto?
Tornare in alto Andare in basso
giulia boffa
Admin


Messaggi: 32841
Punti: 30131
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 28.09.09
Età: 50
Località: milano

MessaggioOggetto: Re: congedo parentale - astensione facoltativa   Dom Gen 09, 2011 7:46 pm

biancamaria ha scritto:
Volevo avere se possibile una precisazione.

Dopo il primo mese di astensione facoltativa, pagato al 100% se chiesto prima dei 3 anni del bambino, come funziona con i restanti 5 mesi di astensione facoltativa? Possono essere chiesti dopo i 3 anni del bambino? il dirigente può rifiutarsi di concederli o chiedere autocertificazioni? noQuesti ulteriori 5 mesim se chiesti dopo il terzo anno, non sono retribuiti, giusto? dipende dal redditoGrazie
Tornare in alto Andare in basso
giulia boffa
Admin


Messaggi: 32841
Punti: 30131
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 28.09.09
Età: 50
Località: milano

MessaggioOggetto: Re: congedo parentale - astensione facoltativa   Dom Gen 09, 2011 7:48 pm

tina2005 ha scritto:
buonasera, domani forse prenderò una supplenza di un mese, dunque fino al 9 febbraio.
la scuola è molto lontana, quasi 100 km, e soprattutto ho una bimba di 5 mesi. ho diritto alla facoltativa su una supplenza di un mese? alla presa di servizio devo far presente la mia intenzione?è un mio diritto o potrei anche trovarmi di fronte un dirigente scolastico che non me la conceda?da chi è pagata? hai diritto alla facoltativa , ma prima devi prendere servizio, tra l'altro devi chiedere al Ds che te la faccia partire entro le 48 ore altrimenti devi aspettare 15 ggInoltre vorrei chiedere: dato che la allatto io e vista la lontananza della scuola dovrei portarla con me in questo paese assieme a qualcuno che me la tenga quando sono a lavoro , potrei avere l'allattamento per quei 15 gg fra la presa di servizio e l'eventuale facoltativa?è un diritto? sì, puoi avere allattamento di un'ora al giorno, va comunque concordato l'orario col DS
Tornare in alto Andare in basso
tina2005



Messaggi: 347
Punti: 375
Reputazione: 0
Data d'iscrizione: 24.09.10

MessaggioOggetto: Re: congedo parentale - astensione facoltativa   Dom Gen 09, 2011 8:10 pm

giulia boffa ha scritto:
tina2005 ha scritto:
buonasera, domani forse prenderò una supplenza di un mese, dunque fino al 9 febbraio.
la scuola è molto lontana, quasi 100 km, e soprattutto ho una bimba di 5 mesi. ho diritto alla facoltativa su una supplenza di un mese? alla presa di servizio devo far presente la mia intenzione?è un mio diritto o potrei anche trovarmi di fronte un dirigente scolastico che non me la conceda?da chi è pagata? hai diritto alla facoltativa , ma prima devi prendere servizio, tra l'altro devi chiedere al Ds che te la faccia partire entro le 48 ore altrimenti devi aspettare 15 ggInoltre vorrei chiedere: dato che la allatto io e vista la lontananza della scuola dovrei portarla con me in questo paese assieme a qualcuno che me la tenga quando sono a lavoro , potrei avere l'allattamento per quei 15 gg fra la presa di servizio e l'eventuale facoltativa?è un diritto? sì, puoi avere allattamento di un'ora al giorno, va comunque concordato l'orario col DS
Grazie giulia! ma da chi è pagata la facoltativa? scuola o tesoro?
Dunque non può essermi negata nè la facoltativa nè l'eventuale allattamento?
Tornare in alto Andare in basso
 

congedo parentale - astensione facoltativa

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 su7Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

 Argomenti simili

-
» congedo parentale - astensione facoltativa
» Congedo parentale (ex facoltativa) e contratti a T.D.!
» presa di servizio e richiesta congedo parentale
» Che documenti servono per richiesta congedo parentale?
» disoccupazione dopo congedo parentale

Permesso del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Ferie, assenze, permessi, stipendi, cedolini, disoccupazione-