Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Verifica in classe copiata da Wikipedia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
AutoreMessaggio
mipiacelavorare



Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 07.09.10

MessaggioOggetto: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Mer Gen 05, 2011 3:40 pm

Promemoria primo messaggio :

Correggendo le verifiche di storia svolte in classe mi sono accorta che un allievo aveva copiato letteralmente una risposta breve da wikipedia, come devo comportarmi secondo voi?
Durante la prova ho anche sequestrato ad altri delle fotocopie del libro, ma non avendo avuto riscontri nella correzione pensavo di non far influire l'accaduto sulla valutazione.
Quale potrebbe essere la mia responsabilità per non aver sorvegliato bene durante lo svolgimento della prova?
Vorrei comunque evitare di sollevare un polverone anche perchè sono ragazzi di quinta che devono fare la maturità.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ire



Messaggi : 8321
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 1:50 pm

avido ha scritto:
Poveri ragazzi, che quando sono nati erano persone normali, dalle buone potenzialità, ed in mano ai genitori che hanno avuto (non tutti ovviamente) sono diventati così

Credo che tu abbia capito il senso di quel poveri e colgo il tuo consiglio ad avvallare il significato che ne hai dato.

No, davvero, non tutti ne hanno le capacità purtroppo. Ma, richiamando il tuo intervento sul so di non sapere: non tutti sanno di non sapere e i guai nascono lì
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5364
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 2:24 pm

Ire ha scritto:
avido ha scritto:
Poveri ragazzi, che quando sono nati erano persone normali, dalle buone potenzialità, ed in mano ai genitori che hanno avuto (non tutti ovviamente) sono diventati così

Credo che tu abbia capito il senso di quel poveri e colgo il tuo  consiglio ad avvallare il significato che ne hai dato.

No, davvero, non tutti ne hanno le capacità purtroppo. Ma, richiamando il tuo intervento sul so di non sapere:  non tutti sanno di non sapere e i guai nascono lì


quanto è vero! Anzi, chi meno sa tanto più pretende di informare gli altri!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8321
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 5:26 pm

lucetta10 ha scritto:
Ire ha scritto:
avido ha scritto:
Poveri ragazzi, che quando sono nati erano persone normali, dalle buone potenzialità, ed in mano ai genitori che hanno avuto (non tutti ovviamente) sono diventati così

Credo che tu abbia capito il senso di quel poveri e colgo il tuo  consiglio ad avvallare il significato che ne hai dato.

No, davvero, non tutti ne hanno le capacità purtroppo. Ma, richiamando il tuo intervento sul so di non sapere:  non tutti sanno di non sapere e i guai nascono lì


quanto è vero! Anzi, chi meno sa tanto più pretende di informare gli altri!

ci sono anche quelli che dicono "non ascolto, tanto non ne ho bisogno"

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5364
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 5:38 pm

Ire ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Ire ha scritto:
avido ha scritto:
Poveri ragazzi, che quando sono nati erano persone normali, dalle buone potenzialità, ed in mano ai genitori che hanno avuto (non tutti ovviamente) sono diventati così

Credo che tu abbia capito il senso di quel poveri e colgo il tuo  consiglio ad avvallare il significato che ne hai dato.

No, davvero, non tutti ne hanno le capacità purtroppo. Ma, richiamando il tuo intervento sul so di non sapere:  non tutti sanno di non sapere e i guai nascono lì


quanto è vero! Anzi, chi meno sa tanto più pretende di informare gli altri!

ci sono anche quelli che dicono  "non ascolto, tanto non ne ho bisogno"



e quelli che credono di possedere la verità rivelata e sostengono che ascoltarli sia sempre indispensabile...
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 5:51 pm

...e si da per scontato che noi insegnanti non parliamo con i nostri studenti e che i pericoli della rete vengono a saperli grazie agli "esperti" esterni che tengono i laboratori!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8321
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 5:54 pm

e quelli che di tutto ciò se ne strafregano e con simpatica allegria nonchè curiosità vanno avanti nella loro vita e nel loro lavoro sapendo che se uno solo rizza le orecchie ma altri 100 rimangono invischiati se non ci fosse stato quel preciso intervento ad essere invischiati sarebbero stati 101.

E sono contenti di aver fatto qualcosa per quell'uno, di concreto.

Ah, già, ma questi sono quelli che sanno di non sapere. Agli altri questa soddisfazione è negata.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8321
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 5:58 pm

.
giovanna onnis ha scritto:
.e si da per scontato che noi insegnanti non parliamo con i nostri studenti e che i pericoli della rete vengono a saperli grazie agli "esperti" esterni che tengono i laboratori!

stavo chiudendo ma ti ho vista e ne approfitto per salutarti.

Così, nel periodo trascorso da quando sono qui ho sentito cose piuttosto inquietanti sulla sicurezza in rete a dire la verità solo da parte di alcuni di voi. Ma le cose che ho sentito bastano e avanzano per sostenere che non tutti gli insegnanti siano poi molto ferrati.

sicurezza
diritti e doveri

beh, del lavoro ce n'è per gli esperti dei laboratori. Ma come si diceva: sono tanti quelli che non sanno di non sapere.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 6:17 pm

Su questo sono d'accordo Ire, sono tanti quelli che non sanno di non sapere, ma non solo fra gli insegnanti.
Io non ho timore nel dichiarare le mie "ignoranze" e nel chiedere chiarimenti a chi ne sa pù di me. Sono del parere che nessuno è onnisciente e tutti abbiano una buona dose di ignoranza in ambiti differenti e il confronto fra individui e professionisti serve anche a colmare qualche lacuna.
Io, però, Ire che mi interesso molto di normativa scolastica, non mi permetto di fare lezione su questo ad uno specialista in giurisprudenza scolastica, mentre spesso tu che non sei insegnante ti permetti, invece, di fare lezione a noi professionisti della scuola su come e cosa insegnare.....è questo che irrita cara Ire ...e lo sai molto bene, ma ti diverti a farlo.........tanti topic anche molto interessanti sono stati chiusi per questi motivi, proprio perchè il confronto è alla fine degenerato o rischiava di degenerare!
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 6:35 pm

Ire ha scritto:
Ma le cose che ho sentito bastano e avanzano per sostenere che non tutti gli insegnanti siano (si dice SONO, perché affermativo) poi molto ferrati.

Ma come si diceva:  sono tanti quelli che non sanno di non sapere.
Per l'appunto! Proprio come diceva Giovanna Onnis...
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5364
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 6:48 pm

Ire ha scritto:
e quelli che di tutto ciò se ne strafregano e con simpatica allegria nonchè curiosità vanno avanti nella loro vita e nel loro lavoro sapendo che  se uno solo rizza le orecchie ma altri 100 rimangono invischiati  se non ci fosse stato quel preciso intervento ad essere invischiati sarebbero stati 101.

E sono contenti di aver fatto qualcosa per quell'uno, di concreto.

Ah, già, ma questi sono quelli che sanno di non sapere. Agli altri questa soddisfazione è negata.


e non sono mai assaliti dal dubbio che un intervento di un'ora non possa realisticamente risolvere la vita di un adolescente, nemmeno dell'uno su cento, nonostante quello "tiri fuori" tormenti interiori e grandi denunce , contritio cordis e lacrimucce che fanno intravedere scenari raccapriccianti, come non sono riusciti a fare chi con loro passa molto più tempo, perchè il rimedio che si tenta è estemporaneo e lo si vuole efficace a prescindere da un intervento su ciò che la situazione l'ha creata, senza attribuire colpe e sanare dalle radici, forte solo dei suoi buoni propositi.

E guai a negare la soddisfazione dell'infallibilità o dell'attenzione del sodale a tali benefattori, la cui buona volontà è da sola garanzia di successo.

Si tratta della soddisfazione di chi crede di poter imporre le mani e sanare problemi enormi senza nemmeno fare in tempo a imparare i nomi dei miracolati, e lo fa proprio per quello che dici: soddisfazione personale...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8321
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 7:25 pm

giovanna ha scritto:
..tanti topic anche molto interessanti sono stati chiusi per questi motivi, proprio perchè il confronto è alla fine degenerato o rischiava di degenerare!

sai benissimo giovanna che difficilmente rischia di degenerare con me.

anche se certo non porgo l'altra guancia, ma questo lo fa chi impone le mani, non io di sicuro.

provo a metterti una pulcettina e spero ti faccia un po' di solletico.

gli amministratori di questo forum, (anche se insegnanti ;-)) sanno perfettamente quali siano i diritti e i doveri di un utente, quali le responsabilità personali dell'utente e quali quelle dei proprietari, o assegnatari o gestori dello spazio web che ospita eventuali flames.

Magari chiudono prima proprio per tutelare l'utente diffamato e se stessi, o per evitare, quando colgono, la possibile diffamazione e chiamata in giudizio.

Fino ad ora io non ho mai superato il confine che esiste tra il non porgere l'altra guancia e il diffamare palesemente, senza ritegno ed in modo grossolano un interlocutore.

Gli admin ci guardano e ci/si tutelano per quanto possono ed è estremamente giusto che lo facciano
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6149
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 8:47 pm

Ire ha scritto:
giovanna ha scritto:
..tanti topic anche molto interessanti sono stati chiusi per questi motivi, proprio perchè il confronto è alla fine degenerato o rischiava di degenerare!

sai benissimo giovanna che difficilmente rischia di degenerare con me.

In quasi tutti i thread che sono stati chiusi c'è sempre stata una tua presenza massiccia e fittissima, e le discussioni incriminate avevano quasi sempre a che fare proprio con gli argomenti tipici di cui ti occupi sempre tu.

Per cui, i casi sono due: o c'è un complotto collettivo di tutti i brutti e cattivi del forum che si mettono sistematicamente d'accordo per prendere di mira te e per sabotare di proposito solo i thread "tuoi", senza che tu ne abbia mai nessuna responsabilità... oppure, esiste la possibilità che il tuo robusto contributo alla provocazione e all'offesa ce lo metta anche tu.

L.

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 9:45 pm

Rientro nel seminato inserendomi sul discorso sicurezza dei minori in rete. A mio parere:
1) E' vero che nella stragrande maggioranza, dai ragazzini agli adolescenti, i pargoli sono navigati nell'uso degli strumenti della rete. Preferisco usare il termine "navigati" e non quello di "esperti" perché IMHO essere esperti della rete è una proprietà molto più complessa e che non si identifica nel saper usare con familiarità uno strumento. La prova è la leggerezza e l'inconsapevolezza con cui molti giovani usano la rete, senza saper discernere fra ciò che è lecito o legale e ciò che non lo è, senza saper selezionare le proprie "amicizie", senza saper prevedere le possibili conseguenze di un'azione in rete, anche piccola, come l'upload di una foto o l'inserimento di un commento in un forum o in un blog. L'uso consapevole configura un esperto, l'uso spensierato no. Un neopatentato messo alla guida di un SUV sarà anche un bravo guidatore perché ha imparato ad usare quel mezzo ma non è per niente esperto. Lo stesso concetto credo si possa estendere facilmente alla cosiddetta rete.
2) E' vero che c'è inconsapevolezza di molti genitori. Un errore di fondo commesso nella diffusione massiva dell'accesso ad Internet è stato quello di non aver previsto un sistema di educazione alla rete. Dopo una certa età si è esposti al rischio di interpretare il Web alla stregua di un televisore. In passato si usava mettere i bambini di fronte alla televisione e usare i cartoni animati e i filmini di Walt Disney come baby sitter. I più responsabili usavano la chiavetta del televisore per evitare che ne abusassero. Oggi il televisore-babysitter è stato sostituito dallo smartphone e dal computer connesso senza avere la minima consapevolezza di ciò che il pargolo fa o subisce quando "smanetta". Quante volte vi è capitato di sentire un genitore che dice "non ho idea di quanto studi, so che mio figlio esce pochissimo, passa ore e ore al computer nella sua cameretta e... boh?". Il problema di fondo è che per controllare un figlio che scorrazza in rete bisogna essere esperti. Non solo esperti della rete, ma anche esperti d'informatica: saper gestire una connessione, configurare un proxy e un content filtering, configurare una policy e gli account di una rete domestica. Sono veramente pochi i genitori in grado di blindare una rete domestica e, paradossalmente, non sono pochi i genitori che devono addirittura dipendere dal proprio pargolo per accedere alla rete!
3) La Scuola, spesso, non è all'altezza per affrontare questo problema. Manca a tutti gli effetti un rapporto di collaborazione tra scuola e famiglia nell'educazione alla rete. Spesso e volentieri manca anche una policy di accesso alla rete dalle utenze scolastiche, vuoi per carenza di mezzi, vuoi per carenza di competenze e/o risorse umane. C'è sicuramente una maggiore consapevolezza diffusa, fra gli insegnanti, delle problematiche relative all'accesso dei minori in rete, ma spesso questa consapevolezza si accompagna ad una difficoltà operativa o, peggio, ad una carenza di competenza o, peggio ancora, ad una negligenza.

In definitiva c'è una situazione di stallo da cui è impossibile uscirne fuori perché credo che ci siamo introdotti in un vicolo cieco. L'umanità si è prodigata per diffondere massivamente Internet e connettere selvaggiamente gli host senza preoccuparsi di connettere i cervelli. Fino a quando i tentativi già in atto di blindare la rete non inizieranno a dare qualche frutto rompendo questo potente giocattolo. Per tutti.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8321
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 10:05 pm

come era?

la mia banda suona il rock?

........... ma lui ce l'avrà fatta la musica è passata.

non riusciremo mai a blindare la rete.

Più semplice insegnare che il primo strumento da connettere quando si naviga è il cervello
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5364
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 10:26 pm

Su alcune cose che dice gian mi sento però di puntualizzare per chiarire il mio punto di vista, diciamo colpevolista, nei confronti delle famiglie.
1-2. Se può essere vero che alcuni genitori non sono in grado di controllare l'uso di Inernet da parte dei figli, è anche vero che questo ha bisogno di essere differenziato a seconda della fascia di età. Ormai parliamo di ragazzini di 10-11 anni con libero e disinvolto accesso alla rete. I loro genitori avranno verosimilmente 35-40-45 anni, un'età in cui Internet è ampiamente noto e usato.
Il problema non è poi nemmeno tanto questo. Se consegno a mio figlio preadolescente uno strumento, è mia precisa responsabilità come lo gestisce, proprio come nell'esempio del SUV. Se non so educarlo a farlo in modo corretto e sicuro, metterò l'unica postazione in sala da pranzo, dove posso occhieggiare ogni tanto. Proprio come non gli do le chiavi di casa se so che non è in grado di chiudere la porta o non lo faccio uscire solo se non sa attraversare sulle strisce. Come era assurdo lasciare soli i ragazzini davanti alla Tv senza controllo dei contenuti, ora lo è ancora di più lasciarli soli al computer, dove i contenuti sono moltissimi e le occasioni di adescamento infinite. Trovo molto inquietante che si riesca ad adescare dei ragazzini mentre si trovano in casa loro, la ritengo una negligenza che andrebbe punita a norma di legge (se parliamo di regolamentazione della rete dovremmo considerare anche questo aspetto e far cacare sotto per le possibili conseguenze del loro mancato controllo i tutori legali di questi minori).
3. La scuola. Nelle scuole ormai ci si occupa molto spesso della sicurezza in Rete, vuoi appoggiandosi a esperti, poco alla polizia postale, che dovrebbe essere privilegiata in un'ottica legalista; molto/troppo a laboratori tenui da psicologi, assistenti sociali et sim., che perseguono scopi diversi da quelli che secondo me andrebbero privilegiati e contribuiscono a diffondere un senso di deresponsabilizzazione rispetto all'uso del mezzo, diffondendo, per capirci, il concetto del "povero ragazzo", cui andrebbe invece inoculato, una volta almeno, una sacro terrore per le conseguenze possibili dei propri atteggiamenti in Rete, come sa farlo un signore in divisa.
Non credo che la scuola debba occuparsi di educare le famiglie all'uso di Internet, e non ha gli strumenti per verificare quante ore i pargoli stiano davanti al computer e cosa facciano.
Come per ogni altro aspetto dell'educazione dei figli, devono essere libere di gestirsi come meglio credono (nei limiti ovviamente), senza interferenze. Non siamo uno sportello di ascolto alla genitorialità, e anche in questo caso non siamo tenuti, ma nemmeno dovremmo, orientare le scelte educative di una famiglia mediamente sana, intanto perchè ognuno di noi ha una diversa cognizione di sanità.
Nelle scuole è vietato l'uso dei telefoni cellulari e si punisce regolamento alla mano chi acceda a Internet durante le lezioni. Mi pare una indicazione molto chiara ai ragazzi, come al solito supportata da scarsi, scarsissimi strumenti di controllo... Poi per carità, parliamone quanto vogliamo, ma usando un linguaggio comune. Come posso spiegare a un ragazzino che quello che mamma gli concede non dovrebbe farlo? Avrei qualche possibilità di sfondare solo se avesse già subito abusi (e infatti Ire ci racconta di confessioni accorate), per gli altri 100 che faccio? Aspetto che la paura per un adescamento possa competere con il fascino del libero accesso alla rete? Non si possono attivare laboratori accontentandosi di risultati così modesti! 1 su 100 può anche gratificare qualcuno, ma non basta e anzi è una perdita di tempo nella ricerca di metodi più efficaci.

Un ragazzino di 10, 11 anni non risponde né penalmente né moralmente delle proprie azioni e nessuno si può aspettare che agisca connettendo il cervello. Anche se glielo spiego, dovrò poi comunque controllare e vigilare. I divieti devono dunque essere chiari e impartiti da chi risponde di loro eventuali comportamenti illegali e violenti (vedi cyber bullismo e simili), e che dovrebbe rispondere anche del fatto di non averli protetti da adescamenti in casa: i genitori. Forse questo aiuterebbe più di tante chiacchiere
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 10:26 pm

Ire ha scritto:
non riusciremo mai a blindare la rete.
Noi no. E molto probabilmente neppure i singoli governi. Ma è indubbio che negli ultimi anni si stanno mettendo paletti che se non blindano la rete, di fatto stanno offrendo strumenti normativi che rendono meno libera la rete, senza tuttavia risolverne i problemi di fondo. Norme restrittive sul copyright e, soprattutto, sulla libera diffusione del sapere, norme restrittive sull'informazione, norme restrittive sulle relazioni pubbliche. Norme che spesso hanno la finalità di tutelare gli interessi di gruppi di potere, economici, politici, ideologici e che poco hanno a che fare con finalità educative o sociali. A farne le spese sono o saranno i più deboli e i più incauti.

Citazione :
Più semplice insegnare che il primo strumento da connettere quando si naviga è il  cervello
Altrettanto difficile se non impossibile. Chi insegna a chi? Nel secolo scorso si entrava in Internet con competenza, consapevolezza e autoresponsabilità. I "maldestri" (coscienti o non) avevano vita corta sia sul Web sia su Internet in generale. Poi si è deciso di dare facilità di accesso a cani & porci. Forse bisognava pensarci prima, ad insegnare, purtroppo si è scelta la strada più semplice per far entrare laggente in rete: sfruttare le connessioni sinaptiche neuromuscolari a prescindere da quelle neuroassociative. In fondo è più facile far usare il dito per cliccare o trascinare un'icona piuttosto che far usare il cervello.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 10:56 pm

lucetta10 ha scritto:

1-2. Se può essere vero che alcuni genitori non sono in grado di ...
[...]
... se parliamo di regolamentazione della rete dovremmo considerare anche questo aspetto e far cacare sotto per le possibili conseguenze del loro mancato controllo i tutori legali di questi minori).
Tutto questo si integra nella carenza educativa di fondo della società-famiglia. Io sono tra quelli che - idealmente - sarebbe favorevole non solo alla "patente per navigare nel Web" ma anche alla "patente di genitore". Scherzo, ma mica tanto... C'è un fondo di serietà e di desiderio recondito in questo mio delirio utopistico.

Citazione :
3. La scuola. Nelle scuole ormai ci si occupa molto spesso della sicurezza in Rete...
Purtroppo c'è molto da fare in questa direzione e, purtroppo, c'è molta ignoranza, soprattutto a livello dirigenziale. Proprio alcuni anni fa mi sono scontrato con un imbecille vestito da DS che riteneva inopportuno che io filtrassi gli accessi agli strumenti informatici sia bloccando l'accesso all'account di amministratore in tutti i computer della scuola sia interponendo un server con Squid e Dansguardian che filtravano l'accesso dalla rete locale a Internet. E nelle scuole che ho visitato ho sempre visto una gestione allegra e spensierata della policy.

Citazione :
Non credo che la scuola debba occuparsi di educare le famiglie ...
Soprattutto non ha gli strumenti efficaci. Il problema è troppo grande perché possa essere affrontato in modo efficace da una Scuola che non riesce neppure ad affrontare problemi più abbordabili.

Citazione :
Nelle scuole è vietato l'uso dei telefoni cellulari e si punisce regolamento alla mano ...
Sulla carta, ma nei fatti è impossibile. Salvo finire sui giornali perché sospendi 13 ragazzi di una classe e salta fuori il solito imbecille che chiede platealmente "ma era proprio necessario?"
Tornare in alto Andare in basso
mark12



Messaggi : 137
Data d'iscrizione : 20.12.13

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 11:13 pm

La rete deve essere libera e deve rientrare come diritto fondamentale dell uomo (tra pochi anni lo diventerà)

No a mettere i paletti alla unica cosa libera che ci rimane e poi se mettono i paletti sarà solo per impedire la libera comunicazione delle idee e del principio di liberta col quale e' nata e non certo per finalità educative
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Gio Apr 03, 2014 11:51 pm

mark12 ha scritto:
La rete deve essere libera e deve rientrare come diritto fondamentale dell uomo (tra pochi anni lo diventerà)
Sulla carta. Esattamente come l'aria che respiri, il sole che ti irradia, l'acqua che bevi e in cui ti bagni, il suolo che calpesti, l'idea che scambi.

Ma se sono veicolabili le risorse naturali, lo sono ancora di più le risorse tecnologiche. I paletti ci sono già e in futuro se ne aggiungeranno altri. Certo, non sarà possibile recintare tutta la rete ed esisterà sempre un margine di zona grigia. Esattamente come esiste tutt'ora per l'aria che respiri, il sole che ti irradia, l'acqua che bevi e in cui ti bagni, il suolo che calpesti, l'idea che scambi. Il resto è pia illusione ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8321
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Ven Apr 04, 2014 9:17 am

bah, sì, tutti discorsi che ci stanno.

Ma,a mio parere, il libero arbitrio e l'assunzione di responsabilità personali, fondati su una conoscenza quanto meno dei concetti di base di qualsiasi cosa sono, in ogni settore, l'unico vero sistema di controllo auspicabile ed efficace.

(se ne era già dscusso anche nel thread sull'eliminazione delle macchine che distribuiscono merendine)


Ora perdonatemi ma ho bisogno di finire questo discorso con giovanna, e lo faccio perchè credo che ci si possa trovare su un terreno comune in merito all'argomento, so che con giovanna è possibile (con lei non tutto è perduto e credo che prima di essere una professionista della scuola sia una donna intelligente )

giovanna onnis ha scritto:
ti permetti, invece, di fare lezione a noi professionisti della scuola su come e cosa insegnare.....è questo che irrita cara Ire ...e lo sai molto bene, ma

ho bisogno di capire, giovanna: se all'inizio, invece di dichiarare chi sono, avessi detto di essere un operatore scolastico di qualsiasi genere, magari un insegnante, ma perchè no un ds? quello che dico nelle varie situazioni ti sembra tanto diverso da quello che dice un qualsiasi altro utente.

Pensaci bene, per cortesia, lascia stare che NON sono un professionista della scuola e pensa che io invece sia Irotta che la scuola la vive tutti i giorni come voi e che percepisce lo stipendio su autorizzazione del MIUR.

Davvero dico cose che non hanno senso? davvero non conosco le leggi che normano il lavoro  nella scuola?  davvero non ho mai intuizioni corrette sulle situazioni che presentate? davvero non suggerisco mai idee di soluzioni applicabili? davvero non ho mai preso in castagna nessun ds che voleva farvi credere cose che facevano comodo alla sua gestione ma che sicuramente erano lesive dei vostri diritti? davvero nn ho mai fatto niente di tutto questo quindi il mio contributo alla scuola, qui su questo forum è costituito solo di aria fritta?

Non sono mai andata oltre questo, giovanna, mai mi sono permessa di intervenire su questioni di mera appartenenza all''ambito disciplinare perchè non ne so mezza di nulla.

Cavolate ne posso aver dette, ma non più di tanti altri, e qualche volta, ammettilo, ci sono stati professionisti della scuola, qui, che ne hanno dette di davvero clamorose.  Molti per inesperienza, tanti per stanchezza, qualcuno per vera e propria inadeguatezza personale. Ma visto che comunque sono professionisti della scuola i loro interventi sono accettati. I mei irritano.

Spiegami, giovanna.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5364
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Ven Apr 04, 2014 10:52 am

mark12 ha scritto:
La rete deve essere libera e deve rientrare come diritto fondamentale dell uomo (tra pochi anni lo diventerà)

No a mettere i paletti alla unica cosa libera che ci rimane e poi se mettono i paletti sarà solo per impedire la libera comunicazione delle idee e del principio di liberta col quale e' nata e non certo per finalità educative



Veramente pensi che la rete sia libera?
La rete è il più importante e efficace strumento di manipolazione e omologazione di massa mai esistito, perchè in più dà l'illusione totalmente fallace di uno strumento non autoritario e perfino gestito dal basso: sarebbe piaciuta tanto a Goebbels!
Forse non te lo ricordi, ma qualche decennio fa, durante la prima repubblica che tanti rimpiangono, di fronte alla minaccia di chiusura delle tv berlusconiane, la gente (anzi... "laggente") scese in piazza stracciandosi le vesti al grido di "vietato vietare"!
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5364
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Ven Apr 04, 2014 11:08 am

gian ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

Citazione :
3. La scuola. Nelle scuole ormai ci si occupa molto spesso della sicurezza in Rete...
Purtroppo c'è molto da fare in questa direzione e, purtroppo, c'è molta ignoranza, soprattutto a livello dirigenziale. Proprio alcuni anni fa mi sono scontrato con un imbecille vestito da DS che riteneva inopportuno che io filtrassi gli accessi agli strumenti informatici sia bloccando l'accesso all'account di amministratore in tutti i computer della scuola sia interponendo un server con Squid e Dansguardian che filtravano l'accesso dalla rete locale a Internet. E nelle scuole che ho visitato ho sempre visto una gestione allegra e spensierata della policy.

Citazione :
Non credo che la scuola debba occuparsi di educare le famiglie ...
Soprattutto non ha gli strumenti efficaci. Il problema è troppo grande perché possa essere affrontato in modo efficace da una Scuola che non riesce neppure ad affrontare problemi più abbordabili.



quoto tutto, e aggiungo che forse non hanno tutti i torti quelli che sostengono che per salvare la scuola nell'era digitale bisognerebbe dedigitalizzarla del tutto, liberarla dalla nuove tecnologie... per quanto io ne sia invece una sostenitrice e so che le resistenze, nella scuola, ci sono e come: difendo perfino il registro elettronico!

Sull'ignoranza di insegnanti e dirigenti riguardo alle nuove tecnologie, non so... forse il ricambio generazionale sanerà naturalmente questo gap, che probabilmente è stato un po' accentuato dalla riforma delle pensioni e dalla lentezza con cui si reclutano i nuovi insegnanti, non lo vedo comunque come un grosso problema, non tanto quanto l'urgenza sociale di rendere le famiglie direttamente responsabili e legalmente imputabili dei comportamenti da internauti dei figli minori.

per tornare invece al tema principale, direi che dovrebbe essere un obiettivo della scuola quello di insegnare ai ragazzi come si fa ricerca su Internet, come si gerarchizzano e selezionano le informazioni, come si rielaborano: obiettivo che non ha nulla a che fare con l'informatica e la sicurezza in rete, ma semmai con la comprensione dei testi, la capacità di stabilirne la rilevanza, di avere una propria organizzazione dei contenuti al di là della rilevanza stabilita da Google (non ricordo chi, tempo fa, fece notare come "Google ci rende stupidi"), di sviluppare il senso critico rispetto a uno strumento che non favorisce la rielaborazione personale ma si impone come definitivo, sicuro, perfino libero...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Ven Apr 04, 2014 11:44 am

lucetta10 ha scritto:
forse il ricambio generazionale sanerà naturalmente questo gap, che probabilmente è stato un po' accentuato dalla riforma delle pensioni e dalla lentezza con cui si reclutano i nuovi insegnanti,

Potremmo anche assistere ad una nuova generazione d'insegnanti che sentendo un bip dal proprio telefonino ferma la lezione e va a guardarsi il nuovo messaggio di whatsApp .... magari rispondendo anche ..... magari l'interlocutore potrebbe essere in classe.

Se succedesse godrei come un mandrillo.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8321
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Verifica in classe copiata da Wikipedia   Ven Apr 04, 2014 12:08 pm

avido ha scritto:
Se succedesse godrei come un mandrillo.


!!!! :-DDDDD
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
Verifica in classe copiata da Wikipedia
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
 Argomenti simili
-
» Embrioni classe b
» Classe A40
» Su facebook foto scattate in classe
» Elezione rappresentante di classe
» Non ci spero ma voglio capire

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: