Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Lun Dic 24, 2012 3:03 pm

Promemoria primo messaggio :

Colleghi.... ma avete letto in home la notizia del "nuovo" programma elettorale di Monti per la scuola????????!!!!!!!!!!!!! Ah ah ah!!!!! E dàje col "merito" e gli "incentivi"! Misurare con le invalsi il "merito" dei docenti (e dei dirigenti!!).... O.O
Ma che produciamo panettoni, o automobili, che se ci vengono bene e poi li vendiamo tutti ci danno l'incentivo...!
Ma manco a Natale questi qua hanno di meglio da fare???
Il fatto è che in Italia quando provano la poltrona poi non si schiodano più. Povera scuola - e poveri noi.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Gio Dic 27, 2012 4:38 pm

Concordo Valerie, invitiamoli tutti questi "valutatori" nelle nostre classi, altro che prove Invalsi, sono disponibilissima alla loro presenza durante la mia attività didattica....voglio proprio vedere come dimostrano le loro "alte" competenze di valutatori!!!!!!!!!!! Penso anche io, come te, che "non avranno mai il coraggio di farlo".....è più comodo scegiere la strada dell'Invalsi, del resto qualcuno deve pur "mangiarci".....sai a quanto ammontano i costi per la somministrazione delle prove Invalsi? Leggi questo.
Costo annuo realizzazione rilevazioni censitarie (comprensivo 21% IVA):
a. Servizio nazionale di valutazione:
i. Stampa, consegna, acquisizione elettronica dei dati (come
PN 2012) € 360.000 per livello: COSTO TOTALE € 1.800.000
ii. Osservatori di primo e secondo livello: € 420.000 per
livello - COSTO TOTALE (comprensivo oneri
amministrativi) € 1.700.000
b. Prova nazionale:
i. Stampa, consegna, acquisizione elettronica dei dati:
COSTO TOTALE € 300.000
F. PERSONALE COLLABORATORE ESTERNO (costi già compresi nel
precedente punto E)
a. Esperti disciplinari (20 articolati per ambito)
b. Consulenti tecnico-informatici (2)
c. Somministratori pre-test (10)
COSTO ANNUO COMPLESSIVO (escluso costo personale interno): € 4.200.000
(per il 2013 i costi sono già interamente coperti con fondi esistenti)

...e questo solo per le prove Invalsi per tutti gli altri costi consulta i dati nel sito
http://www.invalsi.it/operazionetrasparenza/documenti/PTA_24_10_2012.pdf
Tornare in alto Andare in basso
Benny77



Messaggi : 320
Data d'iscrizione : 19.10.10

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Gio Dic 27, 2012 7:13 pm

lucetta10 ha scritto:
C'è poi chi non innova la didattica da decenni, non personalizza l'intervento, non sa cosa sia un laboratorio nè una griglia di correzione: l'offerta all'utenza è la stessa? Il merito è lo stesso?

Tu pensi che usare una griglia di valutazione/correzione o un laboratorio (magari di filosofia XD) renda un docente (giovane?) più meritevole di uno che come dici tu non si "rinnova da decenni"?

Io penso che il merito dell'operato di un docente lo si potrà vedere solo nel tempo, e validi indicatori saranno solo i discendi.....un domani.
Come ora lo faccio io con i miei ex professori.

Non siamo come i calciatori, che sono considerati meritevoli dei lauti compensi, se realizzano 30 reti a stagione o come i cantanti se vendono un milione di copie del nuovo singolo.

O medici che dai risultati degli esami diagnosticano e curano adeguatamente le malattie, nè ingegneri che progettano a regola d'arte edifici strade e raccordi.

Sono felice nel vedere come alcuni di voi accoglierebbero una commissione valutatrice in aula. Io sinceramente rabbrividisco al sol pensiero!

L'obiettivo di questa classe politica è quello di screditare ulteriormente la classe docente e la scuola pubblica e l'intervento di Monti non è altro che l'ennesima prova.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Gio Dic 27, 2012 8:20 pm

giovanna onnis ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Per usare la LIM serve veramente un corso?
Non necessariamente, ma per saper usare la LIM serve la LIM, serve poterci lavorare prima di proporre agli studenti attività con il suo utilizzo....è vero che possiamo provarci a casa con il nostro PC ma non è sicuramente la stessa cosa. Te lo dice una che non ha mai fatto "ufficilamente" il corso, ma lo ha seguito come "abusiva" non presente nella lista dei partecipanti e ho imparato ad usare la LIM andando a scuola in orario extracurricolare per poter sperimentare e lavorare direttamente con la LIM in modo da acquisire le competenze necessarie per poter lavorare poi con i ragazzi. Questo è il percorso che ho seguito io, ma se altri colleghi hanno agito in modo diverso e non hanno imparato, non vedo perchè debbano essere penalizzati per il fatto di non saperla usare o di essere considerati restii e contrari all'aggiornamento...non è proprio così!!!
lucetta10 ha scritto:

Dobbiamo rassegnarci al fatto che, con un'utenza di nativi digitali, le slide spesso funzionano meglio della lezione frontale. Gli insegnanti non dovrebbero, certo, pagarsi il proprio aggiornamento e capisco che, per dei cinquantenni non adusi al computer non sia così immediato imparare, ma loro avranno da far valere l'anzianità invece dell'aggiornamento: la valutazione del merito dovrebbe essere invece una opportunità per valorizzare queste competenze, di solito in possesso degli insegnanti più giovani che non hanno la possibilità di essere incentivati con l'anzianità.
C'è poi chi non innova la didattica da decenni, non personalizza l'intervento, non sa cosa sia un laboratorio nè una griglia di correzione: l'offerta all'utenza è la stessa? Il merito è lo stesso?
Discorso un po contorto il tuo Lucetta. Cinquantenni non adusi al computer e alte competenze tecnologiche nelle mani dei più giovani?????? Su quali basi formuli una simile considerazione????? Ti potrei portare tanti esempi che dimostrano esattamente il contrario...ma non è questa la sede giusta.
Valutare il merito degli insegnanti in base ad anzianità per i cinquantenni e alle competenze tecnologiche per i più giovani che non possono essere incentivati con l'anzianità??? ....ma di quale merito stiamo parlando, non si dovrebbero considerare le competenze didattiche in qualsiasi modo esse vengano "messe a frutto"???? cosa c'entra l'anzianità di servizio o l'abilità tecnologica se queste non hanno nessun riscontro con le competenze didattiche??? Essere un bravo insegnante e avere, quindi, in questo senso "merito", non vuol dire solo "conoscere", ma anche essere in grado di trasmettere queste conoscenze....è questo il nostro compito. Un insegnante con tantissimi anni di servizio non necessariamente è un bravo insegnante così come un giovane insegnante con molte competenze tecnologiche può non capire niente di didattica!!!!


Il mio intervento veniva dopo una lunga discussione e teneva conto del pregresso, hai decisamente banalizzato il mio pensiero e me ne dispiaccio, provo comunque a recuperare partendo dalle tue osservazioni.
1. Sui cinquantenni "digitali" non è il caso di soffermarsi: come potrai immaginare anche io avrei molti esempi da produrre, ma non è il punto, sarà vero quello che dici...
2. Sulla "doppia valutazione", merito per i giovani e anzianità per i "non giovani", non mi sembrava di aver detto questo, ma mi scuso per essere stata poco chiara. La critica che muovo all'attuale sistema è quello di incentivare ESCLUSIVAMENTE l'anzianità, senza che questo comporti nemmeno l'obbligo per gli incentivati ad assumersi maggiori responsabilità, oneri o quant'altro, senza, soprattutto, dover dimostrare che gli anni di servizio hanno migliorato la qualità dell'insegnamento (non è così ovvio: altrove, per passare di livello, si deve superare un esame). L'aggiornamento e l'innovazione della didattica non sono invece tenuti in nessuna considerazione: sempre meglio l'usato sicuro, questo incentivato "a prescindere" il secondo non incentivato "a prescindere". Puoi essere il peggiore insegnante anziano d'Italia e avrai l'incentivo, puoi essere il migliore insegnante d'Italia giovane e non avrai l'incentivo.
3. Naturalmente l'insegnante deve saper trasmettere le proprie conoscenze, non solo possederle. Ho fatto la SSIS e ti assicuro che discussioni su conoscenze-competenze-capacità non mi sono mancate. Il problema è che la competenza viene data per scontata con l'anzianità, non misurata: ti incentivo ad un punto x della carriera perchè a questo punto hai l'esperienza che mi garantisce la capacità di tramettere competenze. Le conoscenze invece vengono completamente trascurate, come se vendessimo patate! Non si ritiene significativo che un insegnante abbia esperienza, per esempio, nella ricerca, che abbia pubblicato e tenuto corsi universitari (con un surplus quindi di conoscenze rispetto ai colleghi)
4. Sull'ultimo punto, a parte l'enfasi degli esclamativi, non posso che concordare, mi pare ovvio. Ma una differenza c'è: un insegnante "con tantissimi anni di servizio" non bravo prende COMUNQUE un incentivo, il giovane che non capisce niente di didattica, se non altro, rimane alla paga base.

Comunque, non voglio assolutamente dire che i più giovani siano più preparati dei più anziani, ci mancherebbe! Ci sono anziani e anziani, giovani e giovani. Quello che mi disturba è che, alla fine della fiera, tutti sappiamo chi nella nostra scuola è più bravo, addirittura lo consigliamo a un eventuale amico che voglia iscrivere il figlio, cerchiamo di dargli le classi meno problematiche e di non portarlo in gita, poi però pensiamo che quello che per noi è lampante (l'inadeguatezza, ma anche la marcia in più del collega) non possa essere colto da un eventuale sistema di valutazione esterno


Ultima modifica di lucetta10 il Gio Dic 27, 2012 9:00 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Gio Dic 27, 2012 8:27 pm

Benny77 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
C'è poi chi non innova la didattica da decenni, non personalizza l'intervento, non sa cosa sia un laboratorio nè una griglia di correzione: l'offerta all'utenza è la stessa? Il merito è lo stesso?

Tu pensi che usare una griglia di valutazione/correzione o un laboratorio (magari di filosofia XD) renda un docente (giovane?) più meritevole di uno che come dici tu non si "rinnova da decenni"?

Io penso che il merito dell'operato di un docente lo si potrà vedere solo nel tempo, e validi indicatori saranno solo i discendi.....un domani.
Come ora lo faccio io con i miei ex professori.

Non siamo come i calciatori, che sono considerati meritevoli dei lauti compensi, se realizzano 30 reti a stagione o come i cantanti se vendono un milione di copie del nuovo singolo.

O medici che dai risultati degli esami diagnosticano e curano adeguatamente le malattie, nè ingegneri che progettano a regola d'arte edifici strade e raccordi.

Sono felice nel vedere come alcuni di voi accoglierebbero una commissione valutatrice in aula. Io sinceramente rabbrividisco al sol pensiero!

L'obiettivo di questa classe politica è quello di screditare ulteriormente la classe docente e la scuola pubblica e l'intervento di Monti non è altro che l'ennesima prova.



Non tutte le ciambelle riescono col buco: alcuni miei alunni mi ricorderanno come loro mentore, altri continueranno a odiarmi. Potremmo proporre una valutazione ex post con sottrazione dell'incentivo sulla pensione!
L'insegnamento insomma è come il sesso degli angeli: rassegniamoci e soprattutto costruiamo le barricate se qualcuno osa mettere in dubbio che siamo TUTTI eccellenti educatori. Mi pare una morale molto gattopardesca
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4611
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Gio Dic 27, 2012 8:53 pm

Benny77 ha scritto:
Sono felice nel vedere come alcuni di voi accoglierebbero una commissione valutatrice in aula. Io sinceramente rabbrividisco al sol pensiero!
Perché Benny? Perché valutare gli insegnanti ti sembra un'assurdità di per sè o perché ritieni migliori altri metodi? Saresti per una valutazione del docente tramite invalsi, per esempio?
Comunque guarda che è anche un po' una provocazione: figurati se hanno il coraggio di entrare in classe!!! ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Andy_yes



Messaggi : 503
Data d'iscrizione : 30.11.12

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Gio Dic 27, 2012 9:06 pm

Keynote, ipad, proiettore + ibooks author e avete una multimedialitá 100% compatibile con tutti i browser del mondo.

Ho lasciato giovani e meno giovani senza parole, e non sono questo gran editor io....

Che monti e chi per lui, capiscano che siamo indietro di 10 anni se non di piu tecnologicamente parlando. E si sveglino. SVEGLIA BUROCRATI INUTILI

Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47863
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Gio Dic 27, 2012 9:12 pm

Valerie ha scritto:
Benny77 ha scritto:
Sono felice nel vedere come alcuni di voi accoglierebbero una commissione valutatrice in aula. Io sinceramente rabbrividisco al sol pensiero!
Perché Benny? Perché valutare gli insegnanti ti sembra un'assurdità di per sè o perché ritieni migliori altri metodi? Saresti per una valutazione del docente tramite invalsi, per esempio?
Comunque guarda che è anche un po' una provocazione: figurati se hanno il coraggio di entrare in classe!!! ;-)
Una commissione di valutatori in classe creerebbe una situazione innaturale, un po' come la lezione simulata che vogliono farci fare nella prova orale del concorso. Sarebbe quasi più corretto mettere telecamere nascoste all'insaputa sia del docente sia degli studenti, ma ovviamente nessuno di noi lo accetterebbe. A questo punto - nell'impossibilità di trovare dei criteri condivisi - il meno peggio forse sono davvero le prove invalsi, a patto che siano preparate bene, somministrate e corrette da personale totalmente esterno all'istituto, calibrate in base ai vari parametri (livello della classe, contesto sociale, alunni certificati ecc.).
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47863
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Gio Dic 27, 2012 9:15 pm

Andy_yes ha scritto:
Keynote, ipad, proiettore + ibooks author e avete una multimedialitá 100% compatibile con tutti i browser del mondo.

Ho lasciato giovani e meno giovani senza parole, e non sono questo gran editor io....

Che monti e chi per lui, capiscano che siamo indietro di 10 anni se non di piu tecnologicamente parlando. E si sveglino. SVEGLIA BUROCRATI INUTILI

E tutto questo c'entra qualcosa con la didattica? Guarda, non so se mi hai lasciato senza parole o se me ne sono venute fin troppe, ma mi sa che partiamo da presupposti molto lontani.
Tornare in alto Andare in basso
stefi2010



Messaggi : 640
Data d'iscrizione : 02.12.10

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Gio Dic 27, 2012 9:42 pm

Continuo a non capire la rassegnazione, anzi l'entusiasmo con cui alcuni accetterebbero un controllo sul proprio lavoro, auspicando addirittura la presenza di "ispettori" in classe (capisco che era una provocazione, ma andiamoci piano).
Non voglio tornare a quanto detto nella prima pagina di questo topic, ma ritengo che molti vogliano questo controllo nella certezza di essere un po' più capaci di altri colleghi. Io questa certezza, non ce l'ho, non mi sento superiore, ma tantomeno inferiore ad altri. Sono una onesta lavoratrice della scuola che fa del suo meglio per sopravvivere dopo circa venti anni di precariato in un ambiente che si fa sempre più esasperato e difficile, oltre che lavorare, come ho scritto in altri post in scuole talvolta "impossibili", quanto a platea di riferimento.
Fermo restando che non ho nulla da nascondere, anzi proprio riguardo ad una mia classe "a rischio", ho affermato in un mio post precedente che l'idea di registrare ufficialmente le lezioni (quando si ha a che fare con piccoli teppisti) non mi sembra del tutto peregrina, non accetto l'idea della classe docente come una realtà da mettere sotto controllo.
Ma scusate, quando in ospedale ci rivolgiamo ad un cardiologo o ad un chirurgo pretendiamo la valutazione annuale della loro casistica e dei loro successi sul campo? Non mi risulta, eppure nelle loro mani, mettiamo la nostra salute e qualche volta la nostra vita. I professori della scuola italiana, invece, bisogna valutarli di continuo attraverso i loro risultati.
Accettiamo tutto questo perché in fondo in fondo non stimiamo degna di rispetto la classe docente nel suo insieme. In ogni settore pubblico c'è il buono ed il cattivo (non voglio fare "qualunquismo"), ma si attacca la scuola pubblica per depotenziare il ruolo degli insegnanti e dell'istruzione pubblica.
La penso così, poi possono mettermi pure una telecamera in classe, perché il mio dovere lo faccio fino in fondo e forse quelle registrazioni tutelerebbero più me dei miei alunni. Ma questa soluzione potrebbe aprire la strada a scenari a dir poco inquietanti.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4611
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Gio Dic 27, 2012 9:57 pm

Stefi, sono d'accordo con tutto ciò che hai detto. La valutazione degli insegnanti non sarà un bisogno primario, sarebbe più utile un test della classe dirigente. Ma se proprio devono controllarci, che non sia dai risultati delle invalsi, per favore!
Dec auspica che queste prove siano 'fatte bene'. Ma pensate davvero che sia possibile avere delle prove come dice Dec? Uno stato che mi obbliga a personalizzare la didattica fino al giorno prima degli esami di terza media e che invece, in sede d'esame, mi obbliga a somministrare a tutti la stessa prova vi sembra competente per formulare delle prove invalsi 'fatte bene'?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Gio Dic 27, 2012 10:02 pm

Dec ha scritto:
Valerie ha scritto:
Benny77 ha scritto:
Sono felice nel vedere come alcuni di voi accoglierebbero una commissione valutatrice in aula. Io sinceramente rabbrividisco al sol pensiero!
Perché Benny? Perché valutare gli insegnanti ti sembra un'assurdità di per sè o perché ritieni migliori altri metodi? Saresti per una valutazione del docente tramite invalsi, per esempio?
Comunque guarda che è anche un po' una provocazione: figurati se hanno il coraggio di entrare in classe!!! ;-)
Una commissione di valutatori in classe creerebbe una situazione innaturale, un po' come la lezione simulata che vogliono farci fare nella prova orale del concorso. Sarebbe quasi più corretto mettere telecamere nascoste all'insaputa sia del docente sia degli studenti, ma ovviamente nessuno di noi lo accetterebbe. A questo punto - nell'impossibilità di trovare dei criteri condivisi - il meno peggio forse sono davvero le prove invalsi, a patto che siano preparate bene, somministrate e corrette da personale totalmente esterno all'istituto, calibrate in base ai vari parametri (livello della classe, contesto sociale, alunni certificati ecc.).


E valutare quindi gli insegnanti attraverso gli alunni? Mi lascia un pò perplessa. Ci sono annate buone e altre disgraziate, l'osservazione dovrebbe quindi durare almeno qualche anno! Bisognerebbe predisporre prove invalsi per ogni disciplina, con un carico pesante per gli alunni; gli insegnanti con materie da più ore sarebbero "più valutati" di altri che hanno la possibilità di incidere meno; insegnanti di materie per definizione ostiche in certi contesti (inglese dove si parla solo il dialetto!) avrebbero difficoltà a dimostrare il loro lavoro. Per ora mi viene in mente questo... Se si vogliono coinvolgere gli studenti, non si potrebbe iniziare a leggere le programmazioni, controllare i registri personali, visionare le prove somministrate? Obietterete: che ci vuole a fare una programmazione corretta e tenere in ordine il registro? Mi rendo conto e non ho una risposta... Sono però assolutamente d'accordo sulla necessità di personale esterno, con una componente docente
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Gio Dic 27, 2012 10:06 pm

lucetta10 ha scritto:



E valutare quindi gli insegnanti attraverso gli alunni? Mi lascia un pò perplessa.


E' il metodo di valutazione (di tutto) usato in Inghilterra da sempre. Nessuno si è mai stracciato le vesti, le scuole private fanno a gara per pagare (tanto) gli insegnanti che fanno conseguire valutazioni più alte.
Tornare in alto Andare in basso
ori79



Messaggi : 1284
Data d'iscrizione : 14.06.11

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Gio Dic 27, 2012 10:12 pm

Diciamo che gli insegnanti fanno al posto degli alunni i vari test di valutazione... Son certa che è' ciò che vogliono: tu vieni valutata tramite invalsi, quindi tu li aiuti a fare le prove, tu sei brava ed il sistema scolastico funziona! E quindi loro sono stati bravissimi a fare i tagli perché funziona :-)
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Gio Dic 27, 2012 10:16 pm

Allora ci sarà un modo per migliorare le prove invalsi ed è pur vero che se c'è un ente apposito bisognerà pur utilizzarlo (fermo restando che il sistema scolastico inglese è molto diverso dal nostro): bene! Mi preme molto di più che la discussione in merito alla valutazione non sia un tabù per la categoria
Tornare in alto Andare in basso
Benny77



Messaggi : 320
Data d'iscrizione : 19.10.10

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Gio Dic 27, 2012 10:23 pm

Valerie ha scritto:
Benny77 ha scritto:
Sono felice nel vedere come alcuni di voi accoglierebbero una commissione valutatrice in aula. Io sinceramente rabbrividisco al sol pensiero!
Perché Benny? Perché valutare gli insegnanti ti sembra un'assurdità di per sè o perché ritieni migliori altri metodi? Saresti per una valutazione del docente tramite invalsi, per esempio?
Comunque guarda che è anche un po' una provocazione: figurati se hanno il coraggio di entrare in classe!!! ;-)

Spesso le prove invalsi vengono fatte dai docenti stessi....quindi lasciamole perdere che tutti sappiamo quanto valgono e cosa esprimono.

Non è che valutare gli insegnanti mi sembra una assurdità, è solo che oggi, coi tempi che corrono, con il ruolo che rivestono scuola e docenti nella società mi sembra controproducente permettere, soprattutto a personale esterno, di sindacare sul tuo operato.
E' chiaro che non tutti siamo ottimi educatori, neanche buoni o discreti; è talmente banale che neanche replico più di tanto.
Quello che mi terrorizza è una commissione giudicatrice in un clima in cui chi fa bene il proprio dovere, chi lotta per l'istruzione e non per la promozione a tutti i costi, chi sa che lo studio è tanto un diritto quanto un dovere ecc ecc ecc, verrebbe così di fatto, penalizzato due volte; verrebbe fatto fuori consapevole di far bene il proprio lavoro. E' questo che mi fa paura. Ad oggi ti fanno fuori solo agli scrutini ..... domani si rischierebbe di rimare a casa; è questo che mi aspetto.

Non mi reputo un ottimo docente, ma un docente.
Uno come tanti che segue scrupolosamente le regole del CCNL, che è sempre in classe 5 minuti prima dell'inizio della 1a ora, che non si ferma a parlare nei corridoi con i colleghi, che vigila i corridoi e la classe durante la ricreazione, che non usufruisce di permessi brevi e quant'altro se non per motivata (e reale) esigenza, che non richiede certificati medici falsi e che fa lezione (con i mezzi a disposizione) e pretende che i suoi alunni studino. Un docente che si dispiace quando quotidianamente vede e realizza il fallimento della scuola.
Ai miei tempi si manifestava contro l'idea del preside manager dell'azienda scuola che produce diplomi. Oggi tale realtà la vivo quotidianamente.
Spero sia una casualità ed un mio pensiero sbagliato, ma il livello di conoscenza della matematica nelle scuole in cui sono stato e negli alunni che ho avuto è davvero ridotto ai minimi termini e da ciò ne scaturiscono ridottissime capacità logico-deduttive.
Un popolo ignorante è più facile da governare e da ingannare ... ed è quello che stanno/stiamo creando.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Gio Dic 27, 2012 10:51 pm

Benny77 ha scritto:
Valerie ha scritto:
Benny77 ha scritto:
Sono felice nel vedere come alcuni di voi accoglierebbero una commissione valutatrice in aula. Io sinceramente rabbrividisco al sol pensiero!
Perché Benny? Perché valutare gli insegnanti ti sembra un'assurdità di per sè o perché ritieni migliori altri metodi? Saresti per una valutazione del docente tramite invalsi, per esempio?
Comunque guarda che è anche un po' una provocazione: figurati se hanno il coraggio di entrare in classe!!! ;-)

Spesso le prove invalsi vengono fatte dai docenti stessi....quindi lasciamole perdere che tutti sappiamo quanto valgono e cosa esprimono.

Non è che valutare gli insegnanti mi sembra una assurdità, è solo che oggi, coi tempi che corrono, con il ruolo che rivestono scuola e docenti nella società mi sembra controproducente permettere, soprattutto a personale esterno, di sindacare sul tuo operato.
E' chiaro che non tutti siamo ottimi educatori, neanche buoni o discreti; è talmente banale che neanche replico più di tanto.
Quello che mi terrorizza è una commissione giudicatrice in un clima in cui chi fa bene il proprio dovere, chi lotta per l'istruzione e non per la promozione a tutti i costi, chi sa che lo studio è tanto un diritto quanto un dovere ecc ecc ecc, verrebbe così di fatto, penalizzato due volte; verrebbe fatto fuori consapevole di far bene il proprio lavoro. E' questo che mi fa paura. Ad oggi ti fanno fuori solo agli scrutini ..... domani si rischierebbe di rimare a casa; è questo che mi aspetto.

Non mi reputo un ottimo docente, ma un docente.
Uno come tanti che segue scrupolosamente le regole del CCNL, che è sempre in classe 5 minuti prima dell'inizio della 1a ora, che non si ferma a parlare nei corridoi con i colleghi, che vigila i corridoi e la classe durante la ricreazione, che non usufruisce di permessi brevi e quant'altro se non per motivata (e reale) esigenza, che non richiede certificati medici falsi e che fa lezione (con i mezzi a disposizione) e pretende che i suoi alunni studino. Un docente che si dispiace quando quotidianamente vede e realizza il fallimento della scuola.
Ai miei tempi si manifestava contro l'idea del preside manager dell'azienda scuola che produce diplomi. Oggi tale realtà la vivo quotidianamente.
Spero sia una casualità ed un mio pensiero sbagliato, ma il livello di conoscenza della matematica nelle scuole in cui sono stato e negli alunni che ho avuto è davvero ridotto ai minimi termini e da ciò ne scaturiscono ridottissime capacità logico-deduttive.
Un popolo ignorante è più facile da governare e da ingannare ... ed è quello che stanno/stiamo creando.


la tua analisi mi pare assolutamente condivisibile, non capisco soltanto un punto: perchè la valutazione dovrebbe peggiorare la considerazione degli insegnanti nella società? Su questo siamo già ai minimi termini, non credi che accettare di far valutare il nostro lavoro contribuendo noi per primi a indicare dove andare a guardare, sarebbe un'occasione per mostrare l'alto livello medio della categoria, oltre che di fare un pò di pulizia di quanti (e ce ne sono) questa pessima reputazione continuano ad alimentarla?
Il livello degli alunni è bassissimo (non solo nella matematica, te lo assicuro), e non è stato anche l'invalsi, con i suoi limiti, le sue prove inadeguate a far emergere questo tema nell'opinione pubblica? Come si fa a rilanciare senza una "misurazione" realistica della situazione?
Tornare in alto Andare in basso
ori79



Messaggi : 1284
Data d'iscrizione : 14.06.11

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Gio Dic 27, 2012 11:41 pm

lucetta10 ha scritto:
Allora ci sarà un modo per migliorare le prove invalsi ed è pur vero che se c'è un ente apposito bisognerà pur utilizzarlo (fermo restando che il sistema scolastico inglese è molto diverso dal nostro): bene! Mi preme molto di più che la discussione in merito alla valutazione non sia un tabù per la categoria

Infatti il 'problema' e' il metodo, non la valutazione...
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4611
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Ven Dic 28, 2012 12:01 am

ori79 ha scritto:
Diciamo che gli insegnanti fanno al posto degli alunni i vari test di valutazione... Son certa che è' ciò che vogliono: tu vieni valutata tramite invalsi, quindi tu li aiuti a fare le prove, tu sei brava ed il sistema scolastico funziona! E quindi loro sono stati bravissimi a fare i tagli perché funziona :-)
In effetti ori, la tua interpretazione è realistica...
Tornare in alto Andare in basso
giuliano1970



Messaggi : 116
Data d'iscrizione : 03.09.12

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Ven Dic 28, 2012 12:51 am

Se vogliamo essere seri, posso citare il libro IL PROFESSORE NELLA SCUOLA ITALIANA DALL'OTTOCENTO AD OGGI di Antonio Santoni Rugiu e Saverio Santamaita.

"La scuola non è una fabbrica, lo studente non è un cliente né un utente al quale si erogano servizi (formativi). La customer satisfaction non ha nulla a che vedere con i livelli di performance della scuola. I docenti non sono human resources e la scuola non è un competitor di un'altra e non ha un brand da reclamizzare. Le tecniche di benchmarketing applicate al sistema scolastico, come se fosse una World Class Manufacturing, producono risultati grotteschi. Insegnare ed educare non sono il core business della scuola-azienda, ma comportano finalità, metodologie, servizi di appoggio, reti di relazioni, condivisione e continuità con il tessuto sociale, in altri temini un dentro e un fuori che solo per via metaforica possono essere accostati al mondo dell'impresa.Le analisi di prodotto e di processo, i concetti di efficacia ed efficienza hanno diritto di cittadinanza a scuola, purchè si sappia di cosa si parla."

Se vogliamo ridere invece, potrei citare il film BAD TEACHER, che consiglio a tutti di vedere.
Una esilarante Cameron Diaz interpreta il ruolo di una "cattiva insegnante", una che si mette gli occhiali da sole in classe e dorme mentre proietta dei film invece di fare lezione.
Quando, però, scoprirà che, annualmente, la scuola dà un premio di cinquemila dollari all'insegnante che ottiene maggior punteggio all'esame di stato, lei decide di mettersi a lavorare sul serio. Nonostante questo, però, gli studenti non la soddisfano, così, decide di tentare in un altro modo. Seduce il responsabile statale dei test e lo spinge ad ubriacarsi. Una volta ubriaco, lei fa una copia dei test per sostituire, più avanti, quelli dei suoi studenti. Il suo piano funziona e ottiene il bonus, con il punteggio più alto della contea.
http://www.youtube.com/watch?v=FcwB9-25hRI
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Ven Dic 28, 2012 1:25 am

giuliano1970 ha scritto:
Se vogliamo essere seri, posso citare il libro IL PROFESSORE NELLA SCUOLA ITALIANA DALL'OTTOCENTO AD OGGI di Antonio Santoni Rugiu e Saverio Santamaita.

"La scuola non è una fabbrica, lo studente non è un cliente né un utente al quale si erogano servizi (formativi). La customer satisfaction non ha nulla a che vedere con i livelli di performance della scuola. I docenti non sono human resources e la scuola non è un competitor di un'altra e non ha un brand da reclamizzare. Le tecniche di benchmarketing applicate al sistema scolastico, come se fosse una World Class Manufacturing, producono risultati grotteschi."

(....)


Un grande, di quelli da commozione immediata ogni volta che si prende in mano un suo scritto, anche di 50 anni fa.

Scusate se mi autolinko, ma l'avevo scritta un anno fa, quando è morto...

http://paniscus.org/2011/10/04/antonio-santoni-rugiu-1921-2011/
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Ven Dic 28, 2012 9:34 am

se gli ispettori venissero in qualche classe dei professionali chiederebbero al Ministero della Difesa la scorta per i docenti. prima vediamo di ridimnesionare questi ragazzi con progetti SERI (MA SERI) per farli diventare adulti SERI (magari tornando a formare anche qualche tecnico, qualche elettricista o meccanico bravo, qualche liceale con basi solide ecc....). poi possiamo usare tutte le lim che vogliamo....
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Ven Dic 28, 2012 3:10 pm

lucetta10 ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Per usare la LIM serve veramente un corso?
Non necessariamente, ma per saper usare la LIM serve la LIM, serve poterci lavorare prima di proporre agli studenti attività con il suo utilizzo....è vero che possiamo provarci a casa con il nostro PC ma non è sicuramente la stessa cosa. Te lo dice una che non ha mai fatto "ufficilamente" il corso, ma lo ha seguito come "abusiva" non presente nella lista dei partecipanti e ho imparato ad usare la LIM andando a scuola in orario extracurricolare per poter sperimentare e lavorare direttamente con la LIM in modo da acquisire le competenze necessarie per poter lavorare poi con i ragazzi. Questo è il percorso che ho seguito io, ma se altri colleghi hanno agito in modo diverso e non hanno imparato, non vedo perchè debbano essere penalizzati per il fatto di non saperla usare o di essere considerati restii e contrari all'aggiornamento...non è proprio così!!!
lucetta10 ha scritto:

Dobbiamo rassegnarci al fatto che, con un'utenza di nativi digitali, le slide spesso funzionano meglio della lezione frontale. Gli insegnanti non dovrebbero, certo, pagarsi il proprio aggiornamento e capisco che, per dei cinquantenni non adusi al computer non sia così immediato imparare, ma loro avranno da far valere l'anzianità invece dell'aggiornamento: la valutazione del merito dovrebbe essere invece una opportunità per valorizzare queste competenze, di solito in possesso degli insegnanti più giovani che non hanno la possibilità di essere incentivati con l'anzianità.
C'è poi chi non innova la didattica da decenni, non personalizza l'intervento, non sa cosa sia un laboratorio nè una griglia di correzione: l'offerta all'utenza è la stessa? Il merito è lo stesso?
Discorso un po contorto il tuo Lucetta. Cinquantenni non adusi al computer e alte competenze tecnologiche nelle mani dei più giovani?????? Su quali basi formuli una simile considerazione????? Ti potrei portare tanti esempi che dimostrano esattamente il contrario...ma non è questa la sede giusta.
Valutare il merito degli insegnanti in base ad anzianità per i cinquantenni e alle competenze tecnologiche per i più giovani che non possono essere incentivati con l'anzianità??? ....ma di quale merito stiamo parlando, non si dovrebbero considerare le competenze didattiche in qualsiasi modo esse vengano "messe a frutto"???? cosa c'entra l'anzianità di servizio o l'abilità tecnologica se queste non hanno nessun riscontro con le competenze didattiche??? Essere un bravo insegnante e avere, quindi, in questo senso "merito", non vuol dire solo "conoscere", ma anche essere in grado di trasmettere queste conoscenze....è questo il nostro compito. Un insegnante con tantissimi anni di servizio non necessariamente è un bravo insegnante così come un giovane insegnante con molte competenze tecnologiche può non capire niente di didattica!!!!


Il mio intervento veniva dopo una lunga discussione e teneva conto del pregresso, hai decisamente banalizzato il mio pensiero e me ne dispiaccio, provo comunque a recuperare partendo dalle tue osservazioni.
1. Sui cinquantenni "digitali" non è il caso di soffermarsi: come potrai immaginare anche io avrei molti esempi da produrre, ma non è il punto, sarà vero quello che dici...
2. Sulla "doppia valutazione", merito per i giovani e anzianità per i "non giovani", non mi sembrava di aver detto questo, ma mi scuso per essere stata poco chiara. La critica che muovo all'attuale sistema è quello di incentivare ESCLUSIVAMENTE l'anzianità, senza che questo comporti nemmeno l'obbligo per gli incentivati ad assumersi maggiori responsabilità, oneri o quant'altro, senza, soprattutto, dover dimostrare che gli anni di servizio hanno migliorato la qualità dell'insegnamento (non è così ovvio: altrove, per passare di livello, si deve superare un esame). L'aggiornamento e l'innovazione della didattica non sono invece tenuti in nessuna considerazione: sempre meglio l'usato sicuro, questo incentivato "a prescindere" il secondo non incentivato "a prescindere". Puoi essere il peggiore insegnante anziano d'Italia e avrai l'incentivo, puoi essere il migliore insegnante d'Italia giovane e non avrai l'incentivo.
3. Naturalmente l'insegnante deve saper trasmettere le proprie conoscenze, non solo possederle. Ho fatto la SSIS e ti assicuro che discussioni su conoscenze-competenze-capacità non mi sono mancate. Il problema è che la competenza viene data per scontata con l'anzianità, non misurata: ti incentivo ad un punto x della carriera perchè a questo punto hai l'esperienza che mi garantisce la capacità di tramettere competenze. Le conoscenze invece vengono completamente trascurate, come se vendessimo patate! Non si ritiene significativo che un insegnante abbia esperienza, per esempio, nella ricerca, che abbia pubblicato e tenuto corsi universitari (con un surplus quindi di conoscenze rispetto ai colleghi)
4. Sull'ultimo punto, a parte l'enfasi degli esclamativi, non posso che concordare, mi pare ovvio. Ma una differenza c'è: un insegnante "con tantissimi anni di servizio" non bravo prende COMUNQUE un incentivo, il giovane che non capisce niente di didattica, se non altro, rimane alla paga base.

Comunque, non voglio assolutamente dire che i più giovani siano più preparati dei più anziani, ci mancherebbe! Ci sono anziani e anziani, giovani e giovani. Quello che mi disturba è che, alla fine della fiera, tutti sappiamo chi nella nostra scuola è più bravo, addirittura lo consigliamo a un eventuale amico che voglia iscrivere il figlio, cerchiamo di dargli le classi meno problematiche e di non portarlo in gita, poi però pensiamo che quello che per noi è lampante (l'inadeguatezza, ma anche la marcia in più del collega) non possa essere colto da un eventuale sistema di valutazione esterno

Scusa Lucetta ma l'"incentivo" legato all'anzianità di servizio è un'altra cosa rispetto all'incentivo che si vuole proporre con la valutazione del "merito" degli insegnanti.
Se partiamo da presupposti diversi non riusciamo a comprenderci. Premetto innanzi tutto che gli scatti di anzianità NON SI DEVONO TOCCARE e così le classi stipendiali che sono state fatte slittare illegittimamente di due anni...ogni categoria di lavoratori ha i suoi scatti di anzianità e non vengono messi in discussione...perchè i nostri si ???
Nel contratto metalmeccanici, il lavoratore per ogni biennio di anzianità di servizio maturato presso la stessa azienda o gruppo aziendale (intendendosi per tale il complesso industriale facente capo alla stessa società) ha diritto ad una maggiorazione della retribuzione mensile
Nel contratto commercio, si ha diritto a dieci scatti triennali per l'anzianità di servizio maturata presso la stessa azienda o gruppo aziendale.
Per noi docenti gli scatti dovrebbero essere ogni 6 anni, diventati ora 8....perchè li metti in discussione?...dal tuo intervento mi sembra di capire questo. La valutazione del merito, se ci deve essere, deve essere fatta su altri parametri, senza comunque toccare gli scatti di anzianità ai quali tutti arriveranno (giovani e anziani) dopo aver maturato il servizio.
Se ho frainteso il tuo intervento, scusami e ti prego di chiarire meglio il tuo pensiero

Tornare in alto Andare in basso
miranda



Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 30.08.10

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Ven Dic 28, 2012 6:26 pm

La mia scuola è una delle 300 in Italia che parteciperà al progetto pilota VALES.. E' una cosa molto complessa di autovalutazione e valutazione esterna e se volete avere chiarimenti guardate sul sito Invalsi. Sono stata a Roma al primo incontro e ci hanno spiegato qualcosa. Il progetto è sperimentale e poi dovrebbe essere esteso a tutte le scuole in futuro.
La valutazione viene fatta attraverso una serie di dati incrociati:
questionari docenti, genitori, alunni
esame delle risorse della scuola e rilevazione delle spese docenti e ata FIS e non
Esisti prove Invalsi in 3 anni
Esiti dei ragazzi alla scuola superiore per il primo grado e all'università per il secondo grado
Funzionamento dello staff di presidenza o abilità organizzativa del Ds
Validità dei progetti presentati.
Per il momento non so altro, se non che ho 20 pagine di questionario da riempire in cui mi chiedono persino i metri quadrati di tutto l'istituto e il numero dei volumi delle biblioteche. Vi farò sapere
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Ven Dic 28, 2012 10:51 pm

gugu ha scritto:
lucetta10 ha scritto:



E valutare quindi gli insegnanti attraverso gli alunni? Mi lascia un pò perplessa.


E' il metodo di valutazione (di tutto) usato in Inghilterra da sempre. Nessuno si è mai stracciato le vesti, le scuole private fanno a gara per pagare (tanto) gli insegnanti che fanno conseguire valutazioni più alte.

Però, Gugu, come si fa a paragonare l'Italia all'Inghilterra...
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: "Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!   Sab Dic 29, 2012 11:06 am

Cara giovanna, non metto in discussione gli scatti di anzianità e hai ragione, sono altra cosa rispetto agli incentivi per merito, che potrebbero benissimo riguardare docenti ormai all'ultimo scatto. Il fatto è che nella scuola, più che tra i metalmeccanici o tra altre categorie, esiste la possibilità di incrementare lo stipendio ESCLUSIVAMENTE tramite scatti di anzianità e il criterio dell'anzianità è insuperabile anche per quello che concerne, ad esempio, le graduatorie interne (non ditemi di no, in anni di precariato ne ho spulciate parecchie e alle prime posizioni ci sono sempre zero titoli culturali!). Per dei lavoratori della conoscenza come siamo noi trovo che questo sia inaccettabile e crei disagio tra gli insegnanti più preparati, aggiornati e "attivi" in senso ampio (giovani e vecchi), che dovrebbero potersi costruire una "carriera" non semplicemente legata all'età anagrafica. La scuola così fatta non è in grado di valorizzare la specifica formazione degli insegnanti (con un altissimo tasso di frustrazione), di differenziare il loro apporto e contributo e di potenziare quindi l'offerta
Tornare in alto Andare in basso
 
"Nuovo" programma di Monti per la scuola!!!!!!!!
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 6Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» programma italiano scuola media
» Nuovo sito ufficiale Maurizio Monti
» Nuovo disegno di legge e corsi per onicotecnici
» Di nuovo pioggia di capelli
» non è un film ma il programma di fazio e saviano è per me stupendo....

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: