Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Perchè molti sono contrari ai compiti a casa?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ale78



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 02.11.10

MessaggioOggetto: Perchè molti sono contrari ai compiti a casa?   Dom Gen 06, 2013 6:48 pm

Perchè nella scuola si sta diffondendo sempre più l'abitudine di ridurre, se non addirittura di annullare, i compiti a casa? Per me assegnare anche i compiti per casa è molto importante, perchè servono per consolidare l'apprendimento e credo che non abbia alcun senso la tendenza attuale ad abolirli.
Si moltiplicano i libri di pseudo-pedagogisti e psicologi che dicono appunto che i compiti sono stressanti, deleteri, rubano spazio alla vita dei ragazzi,e da tutto ciò si vede come la nostra società non dia importanza alla cultura e alla scuola, è molto più importante giocare alla playstation o a pallone, tutto ciò che implica esercizio mentale è da accantonare .
Il peggio è che anche molti miei colleghi sono dell'idea di assegnare meno compiti possibili, anche per evitare problemi con le famiglie:infatti poi mi arrivano le mamme quasi ad ogni colloquio a dirmi:"Eh, ma lei assegna un sacco di compiti, gli altri prof. ne assegnano molto meno...", io persisto nell'assegnarli nonostante queste lagnanze, ma se il consiglio di classe fosse più unito sarebbe meglio, non dovrei sorbirmi le lamentele per i compiti a casa solo io.
Io credo che questi colleghi che non danno compiti siano opportunisti, furbi, ma non agiscano avendo a cuore la preparazione degli alunni;io se fossi un genitore diffiderei di un professore che non assegna compiti. Voi che cosa ne pensate?
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Perchè molti sono contrari ai compiti a casa?   Dom Gen 06, 2013 6:57 pm

Dici che "persisti nell'assegnarli" e fai bene, non farti condizionare dai colleghi e dalle famiglie degli studenti...sono del parere, come te, che il lavoro a casa serva agli studenti e sia indispensabile per ottenere una giusta preparazione e una doverosa autonomia. Ovviamente ci saranno i fannulloni che non li faranno e i "furbi" che li scopiazzeranno dai compagni o se li faranno fare dai genitori "complici", ma ci saranno anche gli studenti che li svolgeranno e potranno in tal modo rendersi conto se "è tutto chiaro" o se hanno necessità di avere dall'insegnante ulteriori chiarimenti
Tornare in alto Andare in basso
Ale78



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 02.11.10

MessaggioOggetto: Re: Perchè molti sono contrari ai compiti a casa?   Dom Gen 06, 2013 7:01 pm

Infatti io li assegnerò sempre con serietà, inoltre ciò è anche un carico di lavoro obiettivo in più per me (me li preparo per bene a casa), ma non mi pesa per nulla, mi piace infatti programmarmi le lezioni nei minimi dettagli;semmai ravviso nei colleghi che non li assegnano un certo lassismo, una volontà sostanziale di lavorar meno, magari non per tutti, ma per alcuni sì.
Inoltre quando i genitori mi dicono di non assegnare i compiti o di ridurli io me la prendo molto, cioè, come si permettono? Nessuno va ad esempio da un medico a dirgli quale deve essere la terapia adatta e così dovrebbe esssere anche per gli insegnanti.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Perchè molti sono contrari ai compiti a casa?   Dom Gen 06, 2013 7:08 pm

Anche io con i genitori che si lamentano dei compiti, metto in chiaro che il mio metodo di lavoro comprende anche l'analisi del lavoro svolto dai ragazzi autonomamente a casa e per il raggiungiomento degli obiettivi da me stabiliti, questa parte di lavoro è importante e che non ritengo corretto che loro possano sindacare sul mio operato. Gli studenti devono dimostrare senso del dovere e responsabilità e questo possono raggiungerlo se c'è la collaborazione anche da parte delle famiglie. Questo discorso di solito fa retrocedere anche i genitori più "polemici"
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Perchè molti sono contrari ai compiti a casa?   Dom Gen 06, 2013 11:38 pm

Ale78 ha scritto:
Perchè nella scuola si sta diffondendo sempre più l'abitudine di ridurre, se non addirittura di annullare, i compiti a casa? Per me assegnare anche i compiti per casa è molto importante, perchè servono per consolidare l'apprendimento e credo che non abbia alcun senso la tendenza attuale ad abolirli.
Si moltiplicano i libri di pseudo-pedagogisti e psicologi che dicono appunto che i compiti sono stressanti, deleteri, rubano spazio alla vita dei ragazzi,e da tutto ciò si vede come la nostra società non dia importanza alla cultura e alla scuola, è molto più importante giocare alla playstation o a pallone, tutto ciò che implica esercizio mentale è da accantonare .
Il peggio è che anche molti miei colleghi sono dell'idea di assegnare meno compiti possibili, anche per evitare problemi con le famiglie:infatti poi mi arrivano le mamme quasi ad ogni colloquio a dirmi:"Eh, ma lei assegna un sacco di compiti, gli altri prof. ne assegnano molto meno...", io persisto nell'assegnarli nonostante queste lagnanze, ma se il consiglio di classe fosse più unito sarebbe meglio, non dovrei sorbirmi le lamentele per i compiti a casa solo io.
Io credo che questi colleghi che non danno compiti siano opportunisti, furbi, ma non agiscano avendo a cuore la preparazione degli alunni;io se fossi un genitore diffiderei di un professore che non assegna compiti. Voi che cosa ne pensate?

Io i compiti a casa li do sempre, però dire che chi la pensa diversamente sia un furbo che non vuol lavorare la trovo un'uscita infelice....
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Perchè molti sono contrari ai compiti a casa?   Lun Gen 07, 2013 2:59 pm

Secondo me alle elementari dove vige il tempo pieno non si devono assegnare compiti. Il tempo pieno è infatti nato nell'intento di seguire nei compiti i bambini con condizioni diciamo 'disagiate'. Poi è diventata una comodità visto che entrambi i genitori lavorano. In ogni caso mi sembra abbia perso il suo spirito iniziale e i bambini delle elementari, dopo essere rimasti a scuola (non al campo giochi, ma a scuola, bloccati su sedie e banchi spesso sgangherati o di misura inadatta) per 8 ore, spesso si ritrovano anche i compiti da fare a casa. E poi manifestiamo contro il lavoro minorile! Certo non è la stessa cosa, ma pensiamoci su!

Alle medie, dove si va a scuola solo di mattina, i compiti devono essere assegnati per forza. Ma anche qui cum grano salis! Secondo me il tempo dedicato ai compiti a casa deve essere proporzionale rispetto alle ore di lezione. Se faccio 5 ore di lezione a scuola ogni giorno, a casa ne devo passare sui libri al massimo 2 o 3. Quindi se un terzo del mio tempo scolastico è dedicato a lettere, un terzo del mio tempostudio a casa andrà per lettere, se a scuola dedico 1/15 del mio tempo a francese, dedicherò a francese anche 1/15 del mio tempostudio a casa. Consapevole di questo, assegno ai miei alunni pochi compiti, corrispondenti, appunto, a quel quindicesimo del loro tempostudio casalingo. E li faccio lavorare in classe, ma bene però!

P.s. Nella mia esperienza, ho trovato che gli insegnanti che sanno far lavorare bene i ragazzi a scuola, danno compiti in giusta misura, mentre quelli che riempiono gli alunni di lavoro a casa, sono coloro che non sanno gestire il lavoro in classe o passano le ore di lezione a cazzeggiare e poi pretendono che i ragazzi recuperino da soli a casa.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Perchè molti sono contrari ai compiti a casa?   Lun Gen 07, 2013 4:58 pm

Hai perfettamente ragione Valerie, mai esagerare e caricarli all'inverosimile...sarebbe sicuramente controproducente.
Se si parla, poi, di scuole con il tempo pieno o prolungato allora concordo con te, dopo 8 ore di scuola non è corretto pretendere che gli studenti, arrivati a casa, debbano svolgere i compiti assegnati la mattina per il giorno successivo.
Il discorso di Ale era molto più generale e ha aperto il dibattito sull'utilità dei compiti a casa e sul fatto che vi sono colleghi che non ne assegnano mai e colleghi che invece li assegnano regolarmente. Dissociandomi dal giudizio espresso da Ale sui colleghi che non ritengono utile assegnare i compiti, ho espresso il mio parere come insegnante favorevole, ma, come giustamente dici tu "cum grano salis!"!!
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Perchè molti sono contrari ai compiti a casa?   Lun Gen 07, 2013 5:44 pm

Concordo con Valerie e bisogna, secondo me, fare un distinguo tra le materie.
Se la prof. di matematica assegna un tot di esercizi, poi non deve fare la correzione di tutti gli esercizi visto che se il risultato corrisponde l'esercizio è esatto.
Se io assegno 20 esercizi di grammatica inglese (esageriamo!) o anche una reading comprehension devo correggerli in classe, ha senso passare l'ora di lezione successiva a correggere solo compiti mentre si potrebbero fare attività più utili e coinvolgenti per l'intera classe?

Ale: mi sembra che tu insegni lettere, ti faccio una domanda: trovi sensato che una prof. di lettere assegni in una seconda media un libro da leggere di più di 200 pag. della Ginzburg con analisi di personaggi e storia per le vacanze di Natale più altri esercizi di grammatica? (riferito da amica con figlia in seconda media).
Tornare in alto Andare in basso
marcella79



Messaggi : 399
Data d'iscrizione : 01.06.11

MessaggioOggetto: Re: Perchè molti sono contrari ai compiti a casa?   Lun Gen 07, 2013 6:45 pm

Io insegno Lettere e assegno compiti quotidianamente, ma in quantità limitata. All'inizio dell'anno spiego ai ragazzi che "ne assegno pochi, ma proprio per questo li pretendo tutti". Scrivo una nota alla famiglia anche se manca solo un esercizio e il resto del compito è stato svolto. Non accetto la scusa del "Non ho capito l'esercizio, quindi non l'ho fatto", perché li spiego nel momento in cui li assegno. Anche io preparo dettagliatamente a casa i compiti, creando apposite schede strutturate o modificando gli esercizi del libro, che spesso non sono perfettamente calibrati. Tutti i compiti, poi, devono essere corretti in classe (esclusi i temi e i testi scritti, che vengono ritirati e corretti a casa da me): assegnare compiti senza dare agli alunni la possibilità di correggere i propri errori in classe sotto la guida dell'insegnante è completamente inutile. Di conseguenza, i compiti non possono essere troppi: se assegnassi, per dire, venti esercizi di analisi logica alla volta, avrei bisogno di utilizzare tutta l'ora successiva per la correzione. Per quanto riguarda le obiezioni dei genitori, Ale78, fai bene a procedere per la tua strada, tanto più che mi pari molto consapevole di ciò che fai.
Laura70: le richieste dell'insegnante mi sembrano eccessive. I compiti a casa, poi, per me, sono un capitolo a parte.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Perchè molti sono contrari ai compiti a casa?   Lun Gen 07, 2013 6:55 pm

Posso dire un'acidata senza farmi troppi scrupoli?

Tanti genitori, tendenzialmente, sono contrari ai compiti a casa NON perché pensino che il pargolo si stanchi troppo, o che non abbia tempo per altre attività, o roba del genere... ma perché capita che il pargolo medesimo non abbia voglia di farli, e allora tocca ai genitori accollarsi la rottura di scatole di "farglieli fare". Se tale rottura potesse accollarsela qualcun altro, allora non avrebbero niente da ridire.

Senza contare il deleterio influsso di un altro fenomeno sociale da brivido, ossia quel genere di mamme che, per principio, si sentono comunque in dovere di "far fare i compiti al figlio" personalmente, ANCHE se questo è perfettamente in grado di farli da solo, e che considerano i compiti un impegno doveroso per i genitori e non per il bambino. Per cui, si lamentano che i compiti sono troppi, perchè lo vedono come un onere che ricade direttamente sulle loro spalle, e non su quelle del figlio. Mandare a scuola il ragazzino con i compiti incompleti o sbagliati è inimmaginabile, perché quel genere di genitore si sente giudicato LUI personalmente dalla valutazione dei compiti del figlio, e la paura del "cosa penserà la maestra DI ME se mando il bambino a scuola coi compiti imperfetti"

Tutte queste preoccupazioni spariscono magicamente come neve al sole non appena i ragazzi arrivano alle superiori. A quel punto, la maggior parte dei genitori si disinteressa totalmente di quanti compiti a casa abbia il figlio, e di accertarsi se li faccia davvero o no...
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Perchè molti sono contrari ai compiti a casa?   Lun Gen 07, 2013 7:11 pm

vi rimando ad un topic già presente sullo stesso argomento

http://www.orizzontescuolaforum.net/t33539-basta-compiti-per-casa-di-la-tua
Tornare in alto Andare in basso
 
Perchè molti sono contrari ai compiti a casa?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Politeismo cattolico?
» I testimoni di geova e il terremoto in Abruzzo
» Nicolas e la sua mamma sono finalmente a casa!
» Sono tutti corrotti perchè i politici sono corrotti e fanno leggi per tutelare i corrotti!
» io però, mo c'ho paura perchè gli embrioni icsi non sono buoni come quelli

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: