Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
Disillusa



Messaggi : 7470
Data d'iscrizione : 01.05.11

MessaggioOggetto: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Lun Gen 07, 2013 11:27 am

Promemoria primo messaggio :

in che modo i docenti possono protestare o contestare il decreto che firmerà il ministro (ennesimo atto tragico di quest'uomo)?
l'accorpamento delle cdc di lingue crea più problemi che altro
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Mar Gen 08, 2013 11:16 pm

mari.dani ha scritto:
carla75 ha scritto:
mari.dani ha scritto:
con riferimento all'area unica sos:

Come si fa ad insegnare tutto?!?! (carla75??).... voglio vedere un insegnante dell'area umanistica che deve insegnare ad un alunno con pei semplificato a un quarto o un quinto di un liceo scientifico matematica e fisica che sono materie di indirizzo.... o un insegnante di area scientifica che si ritrova al classico con greco e latino... personalmente la trovo una cosa vergognosa....
faremo solo i badanti, e chi dice di no lo fa solo perchè si nasconde dietro questa cosa, solo per poter lavorare senza pensare seriamente alla didattica e ai veri interessi degli alunni con bisogni educativi speciali!!!

e' quello che mi chiedo pure io. ma poi di fatto nelle scuole dove ho lavorato mi hanno sempre chiesto di fare tutto. allora tanto vale accorpare queste aree. per quanto riguarda i licei e' giusto fare una considerazione: un ragazzo con difficolta' di apprendimento non si orienta mai verso un liceo. e se lo fa, anche se seguito da un docente competente andra' quasi sicuramente incontro ad un fallimeto. qui pero' entriamo in un discorso diverso. meglio rimanere nei binari del topic!


io ho lavorato spesso nei licei anche con ragazzi con difficoltà di apprendimento e ti assicuro che se non fossi stata laureata in matematica non avrei saputo trovare un modo per fargli capire le derivate...
l'area unica è una follia!! se mi trovassi a dover insegnare filosofia o latino non sarei sicuramente all'altezza e andrei incontro a un fallimento.... fallimeto a cui fai riferimento tu...
la prima cosa che insegnano quando ci si specializza sul sostegno è che il fallimento per questi alunni è un fallimento dei docenti e NON il fallimento degli alunni!!!!!
non volevo entrare nel merito di questioni che non riguardano il topic perche' non mi sembra corretto. pero' a questo devo rispondere. quando un alunno fallisce (ma io non mi sento di usare questo termine) e' un momento doloroso in cui l'alunno fa i conti anche con la sua disabilita'. non e' un tuo fallimento, ti hanno detto una falsita'. tu fai il tuo dovere e se lo fai non fallirai mai. supponi che tu facciadel tuo meglio, ma nonostante cio' il tuo allievo non capisce. Ti senti una fallita? lo promuovi per non avvertire sensi di colpa? ti licenzi?
ps. anche le aree cosi' come sono fatte oggi non hanno senso. io laureata in giurisprudenza sono tenuta a fare:informatica, elettrotecnica, elettronica, meccanica, alimentazione, laboratorio di: fisica, chimica.....io queste materie le ho fatte tutte. a fare matematica mi rilasso!
Tornare in alto Andare in basso
mari.dani



Messaggi : 92
Data d'iscrizione : 23.09.10

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Mar Gen 08, 2013 11:23 pm

carla75 ha scritto:
mari.dani ha scritto:
carla75 ha scritto:
mari.dani ha scritto:
con riferimento all'area unica sos:

Come si fa ad insegnare tutto?!?! (carla75??).... voglio vedere un insegnante dell'area umanistica che deve insegnare ad un alunno con pei semplificato a un quarto o un quinto di un liceo scientifico matematica e fisica che sono materie di indirizzo.... o un insegnante di area scientifica che si ritrova al classico con greco e latino... personalmente la trovo una cosa vergognosa....
faremo solo i badanti, e chi dice di no lo fa solo perchè si nasconde dietro questa cosa, solo per poter lavorare senza pensare seriamente alla didattica e ai veri interessi degli alunni con bisogni educativi speciali!!!

e' quello che mi chiedo pure io. ma poi di fatto nelle scuole dove ho lavorato mi hanno sempre chiesto di fare tutto. allora tanto vale accorpare queste aree. per quanto riguarda i licei e' giusto fare una considerazione: un ragazzo con difficolta' di apprendimento non si orienta mai verso un liceo. e se lo fa, anche se seguito da un docente competente andra' quasi sicuramente incontro ad un fallimeto. qui pero' entriamo in un discorso diverso. meglio rimanere nei binari del topic!


io ho lavorato spesso nei licei anche con ragazzi con difficoltà di apprendimento e ti assicuro che se non fossi stata laureata in matematica non avrei saputo trovare un modo per fargli capire le derivate...
l'area unica è una follia!! se mi trovassi a dover insegnare filosofia o latino non sarei sicuramente all'altezza e andrei incontro a un fallimento.... fallimeto a cui fai riferimento tu...
la prima cosa che insegnano quando ci si specializza sul sostegno è che il fallimento per questi alunni è un fallimento dei docenti e NON il fallimento degli alunni!!!!!
non volevo entrare nel merito di questioni che non riguardano il topic perche' non mi sembra corretto. pero' a questo devo rispondere. quando un alunno fallisce (ma io non mi sento di usare questo termine) e' un momento doloroso in cui l'alunno fa i conti anche con la sua disabilita'. non e' un tuo fallimento, ti hanno detto una falsita'. tu fai il tuo dovere e se lo fai non fallirai mai. supponi che tu facciadel tuo meglio, ma nonostante cio' il tuo allievo non capisce. Ti senti una fallita? lo promuovi per non avvertire sensi di colpa? ti licenzi?
ps. anche le aree cosi' come sono fatte oggi non hanno senso. io laureata in giurisprudenza sono tenuta a fare:informatica, elettrotecnica, elettronica, meccanica, alimentazione, laboratorio di: fisica, chimica.....io queste materie le ho fatte tutte. a fare matematica mi rilasso!

mi dispiace, ma non ci credo che si può insegnare tutto e sono convinta cha l'area unica andrebbe bloccata... e lo spero proprio!!!
è vero si può tentare di insegnare tutto ma di certo non si può essere capaci di insegnare tutto bene allo stesso modo della propria materia o meglio ambito disciplinare.
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Mer Gen 09, 2013 1:52 am

Summano ha scritto:
Robert Bruce ha scritto:
Per forza che i fisici ed i matematici sono contrari, perdeno l'esclusiva che avevano nella A049.
Per assurdo, con questa riforma delle classi di concorso, un laureato in economia può fare il TFA di matematica e fisica e, se rientrasse tra gli idonei, otterrebbe l'abilitazione corrispondente. Questo perché il laureato in economia poteva accedere alla A048, sottoclasse corrispondente.




Non conoscevo questi risvolti, ma ciò non fa altro che suffragare la mia idea che la bozza così com'è non può essere accettata.

Si, è un caso estremo, ma fa capire come alcune lauree o abilitazioni possano essere molto favorite, mentre altre svantaggiate.

Attenzione però: ovviamente il laureato in economia dalla A048 non può fare supplenza in matematica e fisica, soltanto può ottenere l'abilitazione tramite TFA oppure il ruolo tramite concorso.
Dal ministero dicono che se vince un concorso, allora è più preparato degli stessi matematici e quindi ha diritto lui al posto. In effetti, difficile che una persona non preparata riesca a vincere; tuttavia qualche dubbio me lo sono posto pure io...
Tornare in alto Andare in basso
paolopaolo



Messaggi : 3104
Data d'iscrizione : 12.10.10

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Mer Gen 09, 2013 6:56 am

mari.dani ha scritto:
carla75 ha scritto:
mari.dani ha scritto:
carla75 ha scritto:
mari.dani ha scritto:
con riferimento all'area unica sos:

Come si fa ad insegnare tutto?!?! (carla75??).... voglio vedere un insegnante dell'area umanistica che deve insegnare ad un alunno con pei semplificato a un quarto o un quinto di un liceo scientifico matematica e fisica che sono materie di indirizzo.... o un insegnante di area scientifica che si ritrova al classico con greco e latino... personalmente la trovo una cosa vergognosa....
faremo solo i badanti, e chi dice di no lo fa solo perchè si nasconde dietro questa cosa, solo per poter lavorare senza pensare seriamente alla didattica e ai veri interessi degli alunni con bisogni educativi speciali!!!

e' quello che mi chiedo pure io. ma poi di fatto nelle scuole dove ho lavorato mi hanno sempre chiesto di fare tutto. allora tanto vale accorpare queste aree. per quanto riguarda i licei e' giusto fare una considerazione: un ragazzo con difficolta' di apprendimento non si orienta mai verso un liceo. e se lo fa, anche se seguito da un docente competente andra' quasi sicuramente incontro ad un fallimeto. qui pero' entriamo in un discorso diverso. meglio rimanere nei binari del topic!


io ho lavorato spesso nei licei anche con ragazzi con difficoltà di apprendimento e ti assicuro che se non fossi stata laureata in matematica non avrei saputo trovare un modo per fargli capire le derivate...
l'area unica è una follia!! se mi trovassi a dover insegnare filosofia o latino non sarei sicuramente all'altezza e andrei incontro a un fallimento.... fallimeto a cui fai riferimento tu...
la prima cosa che insegnano quando ci si specializza sul sostegno è che il fallimento per questi alunni è un fallimento dei docenti e NON il fallimento degli alunni!!!!!
non volevo entrare nel merito di questioni che non riguardano il topic perche' non mi sembra corretto. pero' a questo devo rispondere. quando un alunno fallisce (ma io non mi sento di usare questo termine) e' un momento doloroso in cui l'alunno fa i conti anche con la sua disabilita'. non e' un tuo fallimento, ti hanno detto una falsita'. tu fai il tuo dovere e se lo fai non fallirai mai. supponi che tu facciadel tuo meglio, ma nonostante cio' il tuo allievo non capisce. Ti senti una fallita? lo promuovi per non avvertire sensi di colpa? ti licenzi?
ps. anche le aree cosi' come sono fatte oggi non hanno senso. io laureata in giurisprudenza sono tenuta a fare:informatica, elettrotecnica, elettronica, meccanica, alimentazione, laboratorio di: fisica, chimica.....io queste materie le ho fatte tutte. a fare matematica mi rilasso!

mi dispiace, ma non ci credo che si può insegnare tutto e sono convinta cha l'area unica andrebbe bloccata... e lo spero proprio!!!
è vero si può tentare di insegnare tutto ma di certo non si può essere capaci di insegnare tutto bene allo stesso modo della propria materia o meglio ambito disciplinare.

Una riforma vera dovrebbe essere finalizzata a migliorare il servizio e non ad "eliminare l'ingiustizia" che impedisce ai docenti dell'area tecnica di entrare in ruolo in tempi accettabili.

Cosa direste se il ministro di turno decidesse di aumentare le ore di diritto e diminuire quelle di italiano per far fronte al numero maggiore di precari di diritto?

La scuola è un servizio agli studenti, non certo uno stipendificio.
Tornare in alto Andare in basso
mari.dani



Messaggi : 92
Data d'iscrizione : 23.09.10

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Mer Gen 09, 2013 9:23 am

paolopaolo ha scritto:
mari.dani ha scritto:
carla75 ha scritto:
mari.dani ha scritto:
carla75 ha scritto:
mari.dani ha scritto:
con riferimento all'area unica sos:

Come si fa ad insegnare tutto?!?! (carla75??).... voglio vedere un insegnante dell'area umanistica che deve insegnare ad un alunno con pei semplificato a un quarto o un quinto di un liceo scientifico matematica e fisica che sono materie di indirizzo.... o un insegnante di area scientifica che si ritrova al classico con greco e latino... personalmente la trovo una cosa vergognosa....
faremo solo i badanti, e chi dice di no lo fa solo perchè si nasconde dietro questa cosa, solo per poter lavorare senza pensare seriamente alla didattica e ai veri interessi degli alunni con bisogni educativi speciali!!!

e' quello che mi chiedo pure io. ma poi di fatto nelle scuole dove ho lavorato mi hanno sempre chiesto di fare tutto. allora tanto vale accorpare queste aree. per quanto riguarda i licei e' giusto fare una considerazione: un ragazzo con difficolta' di apprendimento non si orienta mai verso un liceo. e se lo fa, anche se seguito da un docente competente andra' quasi sicuramente incontro ad un fallimeto. qui pero' entriamo in un discorso diverso. meglio rimanere nei binari del topic!


io ho lavorato spesso nei licei anche con ragazzi con difficoltà di apprendimento e ti assicuro che se non fossi stata laureata in matematica non avrei saputo trovare un modo per fargli capire le derivate...
l'area unica è una follia!! se mi trovassi a dover insegnare filosofia o latino non sarei sicuramente all'altezza e andrei incontro a un fallimento.... fallimeto a cui fai riferimento tu...
la prima cosa che insegnano quando ci si specializza sul sostegno è che il fallimento per questi alunni è un fallimento dei docenti e NON il fallimento degli alunni!!!!!
non volevo entrare nel merito di questioni che non riguardano il topic perche' non mi sembra corretto. pero' a questo devo rispondere. quando un alunno fallisce (ma io non mi sento di usare questo termine) e' un momento doloroso in cui l'alunno fa i conti anche con la sua disabilita'. non e' un tuo fallimento, ti hanno detto una falsita'. tu fai il tuo dovere e se lo fai non fallirai mai. supponi che tu facciadel tuo meglio, ma nonostante cio' il tuo allievo non capisce. Ti senti una fallita? lo promuovi per non avvertire sensi di colpa? ti licenzi?
ps. anche le aree cosi' come sono fatte oggi non hanno senso. io laureata in giurisprudenza sono tenuta a fare:informatica, elettrotecnica, elettronica, meccanica, alimentazione, laboratorio di: fisica, chimica.....io queste materie le ho fatte tutte. a fare matematica mi rilasso!

mi dispiace, ma non ci credo che si può insegnare tutto e sono convinta cha l'area unica andrebbe bloccata... e lo spero proprio!!!
è vero si può tentare di insegnare tutto ma di certo non si può essere capaci di insegnare tutto bene allo stesso modo della propria materia o meglio ambito disciplinare.

Una riforma vera dovrebbe essere finalizzata a migliorare il servizio e non ad "eliminare l'ingiustizia" che impedisce ai docenti dell'area tecnica di entrare in ruolo in tempi accettabili.

Cosa direste se il ministro di turno decidesse di aumentare le ore di diritto e diminuire quelle di italiano per far fronte al numero maggiore di precari di diritto?

La scuola è un servizio agli studenti, non certo uno stipendificio.

CONCORDO PIENAMENTE!!!!
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Mer Gen 09, 2013 9:28 am

> Dal ministero dicono che se vince un concorso, allora è più preparato
> degli stessi matematici e quindi ha diritto lui al posto. In effetti,
> difficile che una persona non preparata riesca a vincere

La tua affermazione vale non solo per il Concorso Ordinario ma anche, penso e spero, per il "Concorso" di ammissione alla Ssis e al Tfa, che peraltro - alla procedura concorsuale - agigungono (a differenza del Concorso Ordinario) una prolungata formazione (biennale, nel primo caso; annuale, nel secondo caso), motivi di confronto e di crescita tra colleghi, incontri con esperti, tirocinio e tutoraggio; e sia in campo disciplinare che in campo didattico.

Quindi anche chi è abilitato attraverso "Concorso" Ssis (e successivo percorso biennale) o "Concorso Tfa" (e successivo percorso annuale) in una disciplina è stato valutato "competente" per insegnare quella materia, al pari del Concorso Ordinario. "Cancellare materie" dalle abilitazioni conseguite - attraverso la nuova bozza -, andando a guardare i piani di studio delle lauree è quantomeno singolare.

Mi pare che spesso il Concorso Ordinario goda invece di maggiore considerazione (come riferisci), anche a livello di punteggio (l'abilitazione da C.O. dà punteggio, quella da Ssis non dà punteggio: cosa che si dovrà cambiare, se i sindacati scelgono di smettere di preoccuparsi per eventuali rimescolamenti di colleghi ordinaristi nelle Gae e nelle Graduatorie interne che potrebbero avvenire se anche l'abilitazione Ssis desse punteggio).
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Mer Gen 09, 2013 10:50 am

LucaPS ha scritto:
> Dal ministero dicono che se vince un concorso, allora è più preparato
> degli stessi matematici e quindi ha diritto lui al posto. In effetti,
> difficile che una persona non preparata riesca a vincere

La tua affermazione vale non solo per il Concorso Ordinario ma anche, penso e spero, per il "Concorso" di ammissione alla Ssis e al Tfa, che peraltro - alla procedura concorsuale - agigungono (a differenza del Concorso Ordinario) una prolungata formazione (biennale, nel primo caso; annuale, nel secondo caso), motivi di confronto e di crescita tra colleghi, incontri con esperti, tirocinio e tutoraggio; e sia in campo disciplinare che in campo didattico.

Quindi anche chi è abilitato attraverso "Concorso" Ssis (e successivo percorso biennale) o "Concorso Tfa" (e successivo percorso annuale) in una disciplina è stato valutato "competente" per insegnare quella materia, al pari del Concorso Ordinario. "Cancellare materie" dalle abilitazioni conseguite - attraverso la nuova bozza -, andando a guardare i piani di studio delle lauree è quantomeno singolare.

Mi pare che spesso il Concorso Ordinario goda invece di maggiore considerazione (come riferisci), anche a livello di punteggio (l'abilitazione da C.O. dà punteggio, quella da Ssis non dà punteggio: cosa che si dovrà cambiare, se i sindacati scelgono di smettere di preoccuparsi per eventuali rimescolamenti di colleghi ordinaristi nelle Gae e nelle Graduatorie interne che potrebbero avvenire se anche l'abilitazione Ssis desse punteggio).

Si si, vale anche per i TFA, come avevo scritto nel messaggio precedente a quello quotato.
Comunque dove esattamente vengono tolte competenze? Se accadesse davvero, mi sembra un sopruso evidente.

Nelle CDC di mia competenza invece, se mai c'è il problema contrario, a molti vengono date più opportunità.
In certi casi ritengo che la cosa sia corretta, in quanto vengono eliminati vecchi privilegi, in altri casi l'ampliamento è così eccessivo che mi pongo qualche domanda in merito...
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Mer Gen 09, 2013 11:01 am

paolopaolo ha scritto:
Una riforma vera dovrebbe essere finalizzata a migliorare il servizio e non ad "eliminare l'ingiustizia" che impedisce ai docenti dell'area tecnica di entrare in ruolo in tempi accettabili.

Cosa direste se il ministro di turno decidesse di aumentare le ore di diritto e diminuire quelle di italiano per far fronte al numero maggiore di precari di diritto?

La scuola è un servizio agli studenti, non certo uno stipendificio.

Si, hai perfettamente ragione.
Tuttavia il ministero ha operato in modo contrario e non per negligenza o confusione, ma per una ferma volontà.
Uno degli scopi non confessati di questa riforma è dirottare una parte degli insegnanti da CDC sature o addirittura con sopra-numerari a CDC libere.
Tornare in alto Andare in basso
alchemilla



Messaggi : 116
Data d'iscrizione : 02.01.13

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Mer Gen 09, 2013 1:40 pm

LucaPS ha scritto:

Non mi intendo di altre classi di concorso ma sarebbe interessante sapere se per altre cdc è stato introdotto questo meccanismo che invalida - retroattivamente - le abilitazioni conseguite dal 1999 ad oggi e anche quelle ancora da conseguire con Tfa 2012 e Concorso 2013 per come esse sono state descritte dai diversi decreti e bandi di attivazione dei percorsi abilitanti delle Università e per come sono state scritte nei diplomi di abilitazione, in base alla normativa vigente.

Per la A060:

gli insegnanti di Scienze naturali, come me, sono stati riconosciuti idonei dallo Stato ANCHE all’insegnamento della Chimica, in seguito a concorsi ordinari o corsi abilitanti o SSIS e hanno acquisito sul campo la professionalità per insegnare la disciplina, ad esempio nelle classi liceali dello Scientifico, del Classico e del Linguistico.
Per quali ragioni non dovrebbe essere loro consentito, in base alla riforma delle classi di concorso, di insegnare Chimica nel biennio degli Istituti tecnici e professionali? Tale disciplina è stata infatti assegnata alla A013 (Chimica) e alla A057 (Scienza degli alimenti). Faccio notare che i docenti di S. alimenti sono quasi sempre biologi o naturalisti, come noi della 60.
Se fosse assegnata anche a noi, si eviterebbe una dispersione degli insegnamenti scientifici tra docenti di classi di concorso diverse e molti insegnanti non perderebbero l’attuale posto di titolarità, poiché una cattedra di Scienze integrate- (Scienze della Terra e Biologia), si può formare soltanto con almeno nove classi del biennio. Post-riforma Gelmini, abbiamo due ore settimanali per classe!

Quindi l'ipotesi di LucaPS è confermata, siamo quasi alla teoria scientifica.

Ho scritto queste considerazioni al dott. Bruschi, che mi ha risposto: "mi creda, la soluzione trovata è la più equilibrata. Ho sempre difeso la titolarità della 60/A nei licei. Ma sugli ITP, lascio decidere chi ha disegnato quegli ordinamenti. Le ricordo, inoltre, che i sostenitori della 13/A staqnno chiedendo l’opposto di ciò che chiede lei, rivendicando l’insegnamento della chimica nei licei."

Cioè, non ti lamentare, perchè la situazione potrebbe anche peggiorare!!
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Mer Gen 09, 2013 2:26 pm

mari.dani ha scritto:
paolopaolo ha scritto:
mari.dani ha scritto:
carla75 ha scritto:
mari.dani ha scritto:
carla75 ha scritto:
mari.dani ha scritto:
con riferimento all'area unica sos:

Come si fa ad insegnare tutto?!?! (carla75??).... voglio vedere un insegnante dell'area umanistica che deve insegnare ad un alunno con pei semplificato a un quarto o un quinto di un liceo scientifico matematica e fisica che sono materie di indirizzo.... o un insegnante di area scientifica che si ritrova al classico con greco e latino... personalmente la trovo una cosa vergognosa....
faremo solo i badanti, e chi dice di no lo fa solo perchè si nasconde dietro questa cosa, solo per poter lavorare senza pensare seriamente alla didattica e ai veri interessi degli alunni con bisogni educativi speciali!!!

e' quello che mi chiedo pure io. ma poi di fatto nelle scuole dove ho lavorato mi hanno sempre chiesto di fare tutto. allora tanto vale accorpare queste aree. per quanto riguarda i licei e' giusto fare una considerazione: un ragazzo con difficolta' di apprendimento non si orienta mai verso un liceo. e se lo fa, anche se seguito da un docente competente andra' quasi sicuramente incontro ad un fallimeto. qui pero' entriamo in un discorso diverso. meglio rimanere nei binari del topic!


io ho lavorato spesso nei licei anche con ragazzi con difficoltà di apprendimento e ti assicuro che se non fossi stata laureata in matematica non avrei saputo trovare un modo per fargli capire le derivate...
l'area unica è una follia!! se mi trovassi a dover insegnare filosofia o latino non sarei sicuramente all'altezza e andrei incontro a un fallimento.... fallimeto a cui fai riferimento tu...
la prima cosa che insegnano quando ci si specializza sul sostegno è che il fallimento per questi alunni è un fallimento dei docenti e NON il fallimento degli alunni!!!!!
non volevo entrare nel merito di questioni che non riguardano il topic perche' non mi sembra corretto. pero' a questo devo rispondere. quando un alunno fallisce (ma io non mi sento di usare questo termine) e' un momento doloroso in cui l'alunno fa i conti anche con la sua disabilita'. non e' un tuo fallimento, ti hanno detto una falsita'. tu fai il tuo dovere e se lo fai non fallirai mai. supponi che tu facciadel tuo meglio, ma nonostante cio' il tuo allievo non capisce. Ti senti una fallita? lo promuovi per non avvertire sensi di colpa? ti licenzi?
ps. anche le aree cosi' come sono fatte oggi non hanno senso. io laureata in giurisprudenza sono tenuta a fare:informatica, elettrotecnica, elettronica, meccanica, alimentazione, laboratorio di: fisica, chimica.....io queste materie le ho fatte tutte. a fare matematica mi rilasso!

mi dispiace, ma non ci credo che si può insegnare tutto e sono convinta cha l'area unica andrebbe bloccata... e lo spero proprio!!!
è vero si può tentare di insegnare tutto ma di certo non si può essere capaci di insegnare tutto bene allo stesso modo della propria materia o meglio ambito disciplinare.

Una riforma vera dovrebbe essere finalizzata a migliorare il servizio e non ad "eliminare l'ingiustizia" che impedisce ai docenti dell'area tecnica di entrare in ruolo in tempi accettabili.

Cosa direste se il ministro di turno decidesse di aumentare le ore di diritto e diminuire quelle di italiano per far fronte al numero maggiore di precari di diritto?

La scuola è un servizio agli studenti, non certo uno stipendificio.

CONCORDO PIENAMENTE!!!!
perche' mai nessuno si e' lamentato dello stipendificio che imponeva a me, laureata in giurisprudenza, di fare meccanica?
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Mer Gen 09, 2013 4:29 pm

Alchemilla, grazie di aver raccolto la mia indicazione.

Dunque dici che materie perde A060 nel passaggio dalle vecchie cdc alle nuove cdc;

posso aggiungere che Spagnolo-Superiori (sia vecchie abilitazioni che addirittura nuove abilitazioni da Tfa e da Concorso) non potranno insegnare Spagnolo, se non integrano con tre esami di inglese (quindi in pratica l'abilitazione che stanno acquisendo non sarà più valida);

aggiungo che A036 (Filososofia, Psicologia, Scienze dell'Educazione), perde l'insegnamento di Filosofia - per la quale si è abilitati -, se non si integrano vecchie e nuove abilitazioni (anche da Tfa e Concorso) con tre esami di Storia.

Che altre abilitazioni vengono ridotte anche retroattivamente? Si dovrebbe fare un file in cui ognuno vede la propria classe di concorso confrontando le vecchie cdc (come da D.M. 39/1998) con le nuove cdc.

---

Infatti, per rispondere a Bruce, le classi di concorso che "vanno meglio" sono quelle per cui appunto gli insegnamenti vengono espansi (con lo scopo di far insegnare gli insegnanti di ruolo anche negli spezzoni che prima venivano dati al personale a tempo determinato, in quanto le abilitazioni erano troppo "strette" e non permettevano agli insegnanti di ruolo di insegnare tutto: ed è questo il vero scopo del riordino cdc, una ragione di economie di spesa); ma ad altre abilitazioni si toglie qualche materia per la quale si era abilitati ovvero si condiziona l'insegnamento di quella materia che si toglie all'acquisizione a proprie spese di altri esami singoli e cioè si "restringono" retroattivamente (ma anche per gli abilitandi Tfa 2012 e Concorso 2013) dei diritti acquisiti con le normative vigenti. La motivazione addotta è che quelle normative vigenti non erano adeguate: bene, come motivazione può starci ma allora si deve iniziare a cambiare da oggi e non si può dare alla legge il carattere di retroattività (cosa penseremmo se agli attuali abilitandi tra dieci anni qualcuno al Miur si svegliasse e dicesse che le materie abilitate con Tfa 2012 o Concorso 2013 non vanno più bene e quindi retroattivamente si cambiano le abilitazioni da Tfa 2012 e da Concorso 2013)? Ovviamente, la soluzione a questo è la modalità che il Miur ha scelto sempre e cioè quella di titoli "con validità temporale", ovvero si cambia ma solo da oggi... UN PO' COME AVVIENE PER I POLITICI CHE PROPONGONO DI TOGLIERSI IL VITALIZIO MA SOLO DALLA PROSSIMA LEGISLATURA. Mi sembra corretto, dopotutto: oppure se non ci sembra corretto, non ci possono essere i provilegiati che mantengono i diritti acquisiti (politici) da una parte e dall'altra tutti gli altri a cui si possono cambiare le carte in tavola anche retroattivamente, come gli insegnanti con le nuove cdc o come gli esodati con la riforma delle pensioni, etc. etc.

Se non si introduce la validità temporale delle abilitazioni, penso che la riforma delle cdc - anche se approvata - muoverà verso di sè delle azioni.

---

Alchemilla riporta la frase di Bruschi: "Le ricordo, inoltre, che i sostenitori della 13/A staqnno chiedendo l’opposto di ciò che chiede lei, rivendicando l’insegnamento della chimica nei licei".

La risposta è che il problema non è tanto cosa si farà in futuro (cioè se il legislatore decide qualcosa, avrà le sue ragioni e fino a prova contraria ci si deve adeguare, usando eventualmente gli strumenti democratici per cambiare le leggi (pressioni politiche, ricorsi); la questione invece è la retroattività che vuole introdurre il riordino delle cdc cioè il fatto che le vecchie abilitazioni (da C.O. 1999, da C. riservati, da I-IX cicli Ssis, da Tfa 2013, da Concorso 2014 e fino a quando non verrà approvata la riforma delle cdc) devono poter valere per come sono state prese con le normative vigenti (e anche il Tfa 2013 e il Concorso 2014 sono stati banditi sulle cdc da DM 39/1998) sia per gli abilitandi Tfa 2012 e Concorso 2013, sia per gli abilitati in Gae e di Istituto, sia nella mobilità, sia nelle Graduatorie di Istituto. Il nuovo interverrà per le future abilitazioni, a normativa cdc approvata.

Mi spiegate altrimenti come si farà a bandire il concorso di assunzione per gli abilitati Tieffini, i quali si trovano abilitati sulle vecchie classi ma - quando verrà bandito il concorso - si ritroveranno le nuove cdc (es. Spagnolo-Superiori si ritroverà ad essere abilitato in Spagnolo ma non potrà essere assunto su posti di Spagnolo-Superiori, perchè le nuove cdc obbligano a 3 esami di inglese che il decreto e bandi Tfa non avevano previsto essendo tarati sulle vecchie cdc)?

Se si derogherà per i Tieffini 2012 e i Concorsini 2013, si dovrà derogare per tutte le abilitazioni precedenti.

Il ragionamento mi sembra logico.
Tornare in alto Andare in basso
atrelby75



Messaggi : 173
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Mer Gen 09, 2013 7:00 pm

Mi scuso in anticipo se riduco il thread ad un livello terra terra, ma gradirei una conferma sui risvolti pratici che il decreto potrebbe avere. In caso l'accorpamento venisse approvato cosa avverrebbe a livello di nomine a TD? Io sono abilitato in inglese. Nel giorno delle nomine, che sarebbero effettuate da una graduatoria unica, un insegnante abilitata in francese che ha 3 esami di inglese nel suopiano di studi, e che magari non riesce a prendere l'incarico nella sua materia d'abilitazione, in virtù del punteggio superiore al mio ha diritto alla nomina in inglese anche se non ha l'abilitazione ed io sì. E' questo lo scenario? Se lo scenario è questo è terrificante. Sia per i precari che per gli alunni. L'accorpamento avrebbe solo senso per il sostegno ed è letale per i precari tanto quanto le 24 ore(torneranno alla carica, vedrete...)
Tornare in alto Andare in basso
Summano



Messaggi : 107
Data d'iscrizione : 17.05.12

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Gio Gen 10, 2013 8:04 pm

Leggendo i vari articoli pubblicati in rete mi sembra che il D.M. di riforma delle classi di concorso non venga più firmato dal Ministro per le posizioni del PD, che lo diffida dal farlo, e della Cisl Scuola, che oltre all'obbligo del Ministro di attenersi esclusivamente all'ordinaria amministrazione fa riferimento a un vulnus giuridico del D.M. stesso.
Il PD è il partito del Ministro Profumo e la Cisl sostiene Monti per cui, politicamente, credo che la partita della riforma delle classi di concorso sia chiusa. C'è da ricordare anche il comunicato della FLCGIL che lascia intendere che in caso di firma del D.M. si aprirebbe la porta al contenzioso giuridico.
Tornare in alto Andare in basso
robertacorsini



Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 29.10.09

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Gio Gen 10, 2013 9:41 pm

Summano ha scritto:
Leggendo i vari articoli pubblicati in rete mi sembra che il D.M. di riforma delle classi di concorso non venga più firmato dal Ministro per le posizioni del PD, che lo diffida dal farlo, e della Cisl Scuola, che oltre all'obbligo del Ministro di attenersi esclusivamente all'ordinaria amministrazione fa riferimento a un vulnus giuridico del D.M. stesso.
Il PD è il partito del Ministro Profumo e la Cisl sostiene Monti per cui, politicamente, credo che la partita della riforma delle classi di concorso sia chiusa. C'è da ricordare anche il comunicato della FLCGIL che lascia intendere che in caso di firma del D.M. si aprirebbe la porta al contenzioso giuridico.

Spero che tu abbia ragione , anche se Max Bruschi sul suo blog mi sembra molto sicuro di portare in porto questo decreto .
Sono estremamente contraria che questo ministro porti avanti qualunque azione relativa alla scuola e a noi docenti . Assolutamente non mi sento rappresentata da lui . Non ha fatto altro che umiliarci con tutte le sue azioni : un concorso con numeri da barzelletta e che nemmeno crea una graduatoria di merito. Quindi stiamo facendo sacrifici invano, La sua proposta e' poi di escludere chi non passa da tutti i futuri concorsi , una cosa incredible che non esiste in nessun concorso della Pubblica Amministrazione .
Associa i numeri della preselezione alla nostra preparazione , dandoci degli ignoranti , ci prende in giro chiedendoci di lavorare il 33 % in piu' gratuitamente ( e lo ha chiamato " piccolo atto di generosita' " ). Il solo obiettivo era di tagliare il lavoro di 100.000 precari perche' 6 ore aggiuntive agli insrgnanti di ruolo avrebbero portato a tagli clamorosi del precariato , basta fare 2 conti sull'organico di diritto.
Ed ora, non contento, vuole chiudere in bellezza , firmando un decreto che non ha previsto alcuna discussione fra le parti ( come sua abitudine )
e che in molti casi crea danni clamorosi a classi di concorso , a vantaggio di altre . Il tutto in nome di una migliore organizzazione che , secondo loro, eviterebbe il sovrannumero di docenti di ruolo e permetterebbe di assumere meno supplenti .
Non vedo come , se qualcuno di voi mi facesse un esempio di come la scuola potrebbe risparmiare da questo nuovo riassetto delle cdc gli sarei molto grata
Quello che vedo e' che alcune cdc si vedranno moltiplicare i posti di lavoro a svantaggio di altre , e basta
Comunque l'obiettivo non e' stato mai una migliore qualita' della scuola ma sempre e solo il risparmio sulla pelle dei precari .

Aspettiamoci prossimamente ( gia' serpeggia nell'ambiente ) il taglio dell'ultimo anno della scuola Superiore ( mi colava dal naso quando ho visto che la Gelmini si e' inventata nella sua " Riforma " I biennio , II biennio , 5° anno ; povero quel 5 ° anno cosi' solo soletto... )
Diranno che nel resto dell'europa la scuola superiore e' di soli 4 anni... dimenticando ovviamente che tali paesi fanno un anno in piu' nei percorsi precedenti , tipo elementari o medie ... e quindi finiscono comunque a 19 anni .
Il Sole 24ore ha gia' indetto un sondaggio in merito facendo credere ai poveri genitori di futuri disoccupati che cosi' i figli si diplomeranno prima e saranno piu' competitivi ... ( io direi ancora piu' somari e quindi piu' adeguati
a farsi manipolare ..)
Togliendo il 5° anno risparmieranno il 20% del personale delle Superiori , ecco come rimpiazzare la norma delle 24 h non andata in porto !

Tornando alle nostre care cdc speriamo che qualcuno ci assista e fermi questo ministro prima di altri danni ed umiliazioni !
Tornare in alto Andare in basso
Summano



Messaggi : 107
Data d'iscrizione : 17.05.12

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Gio Gen 10, 2013 10:22 pm

Dalla lettura del blog e del profilo FB di Bruschi noto che le certezze, che lui aveva sulla firma del D.M. da parte del Ministro, sono scemate. Se, come Bruschi dice, il CNPI non ha espresso il parere (pur se consultivo) nei tempi previsti e quindi per silenzio-assenso lo si considera come acquisito, vuol dire che ormai non si hanno altri argomenti, giuridicamente non regge. Bruschi dava per certa la firma del D.M. a giorni sin dai primi di gennaio ed è stato smentito dai fatti, non solo, i sindacati sono stati convocati per il 14 gennaio cosa che lui escludeva. Siamo pragmatici: conta più la posizione rispetto al provvedimento di un dirigente tecnico del ministero o le posizioni del PD, della FLCGIL, della CISL Scuola, della GILDA, della CRUI, penso ai docenti di chimica, e delle critiche provenienti dalla maggioranza del corpo docente?
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Ven Gen 11, 2013 1:12 am

Summano ha scritto:

Dalla lettura del blog e del profilo FB di Bruschi noto che le certezze, che lui aveva sulla firma del D.M. da parte del Ministro, sono scemate. Se, come Bruschi dice, il CNPI non ha espresso il parere (pur se consultivo) nei tempi previsti e quindi per silenzio-assenso lo si considera come acquisito, vuol dire che ormai non si hanno altri argomenti, giuridicamente non regge. Bruschi dava per certa la firma del D.M. a giorni sin dai primi di gennaio ed è stato smentito dai fatti, non solo, i sindacati sono stati convocati per il 14 gennaio cosa che lui escludeva. Siamo pragmatici: conta più la posizione rispetto al provvedimento di un dirigente tecnico del ministero o le posizioni del PD, della FLCGIL, della CISL Scuola, della GILDA, della CRUI, penso ai docenti di chimica, e delle critiche provenienti dalla maggioranza del corpo docente?

Mah, a me Max Bruschi invece sembra mantenere le sue certezze.
Aspettiamo la prossima settimana per capire cosa accadrà...
Tornare in alto Andare in basso
margherita60



Messaggi : 353
Data d'iscrizione : 30.06.11

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Sab Gen 12, 2013 6:15 pm

mari.dani ha scritto:
max bruschi nel suo blog sembra molto convinto che il DM verrà firmato a giorni
Io, invece, sono convinta che non sarà firmato! Innanzi tutto il giorno 14 di gennario ci sarà un incontro con i sindacati, i quali sono contrari a modificare le classi di concorso tramite un decreto;poi ci sono le elezioni: se l'ex ministro Profumo avesse qualche velleità politica, suppongo che non sarebbe il massimo per lui firmare un decreto in fretta e furia e senza capo e né coda. E dei ricorsi ne vogliamo parlare? Già hanno fatto casini con i colleghi nati nel 1952 e che stanno lottando perché il loro diritto di andare in pensione, venga loro riconosciuto. Se cambiassero anche le classi di concorso, in modo asssai confuso e procendo retroattivamente, è chiaro che ci sarebero i ricorsi a cascata! Verrebbero, infatti, lesi i diritti di tutti anche di chi, come me, è già di ruolo da diversi anni. Non si possono andare a toccare vecchi piani di studio come se si trattasse di bruscolini! Io cerco di restare calma, ma se davvero procedessero con il riordino e non potessi più insegnare Filosofia, nonostante i miei 10 esami, solo perché appartendo alla classe di concorso A036, non resterei di certo in silenzio. E come me tante altre persone ricorrerebbero al ricorso...!
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Dom Gen 13, 2013 3:14 pm

> Io cerco di restare calma

Ecco, da brava : )

Ribadisco: abilitazioni con validità temporale (ad esaurimento), per quelle conseguite (C.O. 1999, C. Riservati, Ssis I-IX) e bandite (Tfa 2012 e Concorso 2013) prima dell'entrata in vigore della nuova bozza, in quanto attribuite secondo le normative vigenti.
Tornare in alto Andare in basso
SOEMIA



Messaggi : 624
Data d'iscrizione : 01.09.12

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Dom Gen 13, 2013 3:26 pm

per lucas ps dove hai letto che la abilitazione viene commissariata? è una tua congettura? parli per chi è già in gae o per chi si dovesse abilitare con il tfa?
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Dom Gen 13, 2013 3:47 pm

Soemia, la bozza introduce la retroattività per tutte le abilitazioni, comprese quelle da Tfa 2012 e da Concorso 2013 (oltrechè per quelle da Concorso Ordinario 1990 e 1999, Concorsi riservati, Ssis I-IX cicli, perfino per gli insegnanti di ruolo).

Se ne parla qui
http://www.orizzontescuolaforum.net/t53021-solo-i-tieffini-possono-tentare-di-bloccare-la-bozza-cdc

Si è stati ammessi al Tfa o al Concorso con certi requisiti ma, in uscita, questi requisiti non permettono più di insegnare ciò che la vecchia cdc (con la quale è stato bandito il Tfa e il Concorso) permetteva di insegnare.

I risultati sono due:
1) I Tieffini dovranno conseguire ulteriori esami singoli a proprie spese, se vorranno partecipare al Concorso per il reclutamento (che, qualora venisse approvata la nuova bozza, verterà sulle nuove cdc);
2) I Concorsini 2013 non potranno essere assunti sui posti previsti con le vecchie cdc ma potranno venire assunti sui posti previsti dalle nuove cdc (per alcune cdc sono inferiori, per altre cdc come Spagnolo-Superiori non si sa perchè tutti i posti di Spagnolo prevedono nelle nuove cdc anche tre esami di Inglese, che per l'ammissione al Tfa e al Concorso non erano previsti).

---

Ecco perchè la soluzione sarebbe quella di chiedere la validità temporale delle abilitazioni (ad esaurimento) per tutte le abilitazioni conseguite e bandite prima dell'entrata in vigore della nuova bozza: in altre parole, eliminare dalla bozza la caratteristica della retroattività.
Tornare in alto Andare in basso
SOEMIA



Messaggi : 624
Data d'iscrizione : 01.09.12

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Dom Gen 13, 2013 3:59 pm

scusami queste sono solo congetture......nella bozza non si parla di retroattività...i diritti acquisiti non si toccano.....allora il caos in tutte le classi di concorso chi più chi meno...e quelli di ruolo? ma stiamo scherzando????? le tue gongetture mi terrorizzano!!!!!
Tornare in alto Andare in basso
SOEMIA



Messaggi : 624
Data d'iscrizione : 01.09.12

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Dom Gen 13, 2013 4:07 pm

Graduatorie ad esaurimento

comma 2. "I docenti in possesso di abilitazione o di idoneità per le classi di concorso previgenti già iscritti nelle graduatorie di cui all’articolo 401 del Testo Unico, come trasformate dall’articolo 1 comma 605 di cui alla legge 27 dicembre 2006, n. 296 e successive modificazioni, conservano il diritto a permanervi. All’atto dell’aggiornamento previsto dall’articolo 1, comma 4, del decreto-legge 7 aprile 2004, n. 97, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 giugno 2004, n. 143 e successive modificazioni, le predette graduatorie sono accorpate sulla base degli allegati B e D al presente decreto. I codici di cui al DM 39/1998 sono integralmente sostituiti dai codici e dai sottocodici di cui agli allegati B e D al presente decreto. Con decreto del Ministro, sentito il Cnpi, sono dettate le modalità di accorpamento, rispettando la divisione in fasce prevista dalla normativa vigente, delle graduatorie ad esaurimento e le modalità di compilazione delle graduatorie di cui al comma 10."

Il comma 2 disciplina l’accorpamento, all’atto dell’aggiornamento previsto dall’articolo 1, comma 4, del decreto-legge 7 aprile 2004, n. 97, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 giugno 2004, n. 143 e successive modificazioni, delle graduatorie permanenti. Si sottolinea, sotto tale aspetto, che nulla nella normativa collega le attuali graduatorie con i previgenti codici e che gli interventi normativi che ne hanno disciplinato la configurazione1 ne hanno altresì sancito, fermo restando il loro carattere ad esaurimento, la dinamicità, anche a seguito della sentenza della Corte Costituzionale n. 41 7 febbraio 2011. Se infatti risulta “chiuso” l’accesso alle predette graduatorie, il sistema, per chi vi partecipa, è “mobile”, prevedendo tanto la possibilità di aggiornare i punteggi, quanto di trasferirsi da una provincia a un’altra a scadenze regolari. Il comma in oggetto rinvia la norma di dettaglio ad apposito Decreto Ministeriale, ai sensi della norma istitutiva delle graduatorie “ex permanenti”, limitandosi a ribadire la strutturazione ivi stabilita in fasce delle medesime, anche al fine di tutelare il patrimonio giuridico acquisito dei “contendenti”.

A QUANTO HO capito io non si parla di retroattività o sbaglio?
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Dom Gen 13, 2013 4:32 pm

> le predette graduatorie sono accorpate
> sulla base degli allegati B e D al presente decreto

Non sono congetture, sono proprio le tabelle B e D a introdurre nuovi criteri; non si parla esplicitamente di retroattività ma, di fatto, tale è.

Ti faccio l'esempio di A036: poteva insegnare Filosofia, ora con le nuove cdc non può più insegnarla se non possiede anche tre esami di Storia (materia non compresa nella cdc A036). E gli esami di Storia devono essere posseduti anche per le abilitazioni precedenti, comprese quelle da Tfa 2012 e da Concorso 2013, pur non essendo Storia compresa nell'abilitazione sia in entrata (test di ammissione da Tfa o Concorso) sia in itinere del percorso abilitante.

C'è l'esempio di Spagnolo-Superiori: i Tieffini 2012 e i Concorsini 2013 sono entrati in questi percorsi abilitanti essendo valutati solo su Spagnolo e invece ora scoprono - qualora entrassero in vigore le nuove cdc - che per insegnare Spagnolo devono possedere anche tre esami di Inglese, altrimenti la loro abilitazione non è valida per il reclutamento su Spagnolo-Superiori.

Sarebbe interessante che altre classi di concorso verificassero cosa perdono delle vecchie cdc di quanto avevano con le vecchie cdc, qualora non intendessero integrare con nuovi esami singoli - a proprie spese - che non sono stati compresi nei pacchetti abilitanti (compresi i Tfa 2012 e il Concorso 2013, in quanto banditi in base alle vecchie cdc).

---

Per questo la soluzione sarebbe quella di introdurre le nuove cdc solo per le abilitazioni bandite dal momento in cui viene approvata la nuova bozza, senza interessare - con una retroattività di fatto, che si cela sotto il meccanismo dei piani di studio di laurea - le abilitazioni fin qui bandite e conseguite (compresi i Tfa 2012 e il Concorso 2013, che si trovano nel periodo transitorio)
Tornare in alto Andare in basso
SOEMIA



Messaggi : 624
Data d'iscrizione : 01.09.12

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Dom Gen 13, 2013 4:54 pm

scusami io ad esmpio sono abilitata 52 a cascata 43 ho sempre lavorato nella 43 per quanto riguarda la 43 questa ha cambiato solo codice quindi nen è stata accorpata a nient'altro, quindi non rischierei nulla? riguarda solo quelle accorpate, quindi le superiori? grazie se puoi rispondermi
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?   Dom Gen 13, 2013 5:27 pm

Non sono esperto di cdc di Lettere ma leggo da esperti su questo forum che l'A043 non è toccata da questo riordino.

Le medie non sono state oggetto del contendere (nè in fase di Riordino 2009 nè in fasde di revisione cdc, in quanto il Legislatore non teme che alle medie gli insegnanti "inculchino idee diverse da quelle della famiglia"; è alle Superiori che si formano le menti per entrare consapevolmente nella Società (ovviamente, grazie alle basi educative e d'istruzione dei precedenti gradi di Scuola) e quindi lì si è concentrato l'oggetto del contendendere dei "registi".
Tornare in alto Andare in basso
 
Se Profumo firma il decreto con le nuove cdc cosa possiamo fare?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Due nuove fate
» Nuove faccine
» Nuove fatine
» Corso base-nuove forme-micropittura..ecc
» Ora di religione: cosa propone Profumo?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: