Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Consiglio: interrogare fuori orario

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
elieli



Messaggi : 825
Data d'iscrizione : 30.04.12

MessaggioOggetto: Consiglio: interrogare fuori orario   Dom Gen 13, 2013 7:46 pm

Promemoria primo messaggio :

Ho bisogno di un consiglio...
Vorrei chiamare fuori orario per interrogare alcuni alunni che purtroppo sono con un unico voto (non avevo considerato l' influenza!). Siamo alle porte della fine del quadrimestre ed inoltre io ho il problema di lavorare su avente diritto e quindi da un momento all' altro posso dover lasciare quelle classi... credo che sia corretto a questo punto che i ragazzi possano avere una valutazione da me che ho svolto il programma fino a questo momento.
A qualcuno e` capitato di fare questa "procedura"? Certamente chiamero` con qualche compagno per avere anche testimoni (non voglio problemi, visto che sono molto polemici) ma quando inserire i voti sul registro?
Grazie,
Elieli
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Consiglio: interrogare fuori orario   Lun Gen 14, 2013 6:10 pm

paniscus ha scritto:

No, non mi aspetto proprio che vinca il ricorso SE l'interrogazione fuori orario è avvenuta in maniera programmata, in chiaro, scrivendolo sul registro e specificando l'eccezionalità del motivo.

E' molto più facile che vinca il ricorso nel caso contrario, ovvero se rifiuti di interrogarlo, gli mantieni il voto già insufficiente che aveva anche prima, e quello (che magari si era ridotto a pietire l'interrogazione fuori orario l'ultimo giorno perché era stato lui a fare assenze strategiche per tutte le due o tre settimane precedenti) ti fa ricorso accusandoti di "non avergli dato la possibilità di recuperare".

Lisa


Al di fuori delle mie ore di lezione non faccio lezione, mi pare chiaro. Se iniziamo a concedere deroghe non ne usciamo più. Altrimenti può anche venire a suonare il campanello di casa a chiedere di essere interrogato.

Si interroga in classe nelle ore di lezione. Male per loro che non si fanno interrogare. E male pure per quei docenti che si riducono a non avere voti. Mi spiace, ma dopo i primi errori in questo senso, con tutti gli affanni del caso, non mi ritrovo mai senza voti, mi premuro in tempo di averne a sufficienza.
Tornare in alto Andare in basso
elieli



Messaggi : 825
Data d'iscrizione : 30.04.12

MessaggioOggetto: Re: Consiglio: interrogare fuori orario   Lun Gen 14, 2013 6:25 pm

Grazie a tutti per i consigli.
Sono d' accordo che sarei dovuta riuscire ad avere voti per tutti pero` in una classe a causa dell' orario si e` creata una serie di eventi che mi hanno impedito di fare molte lezioni (ho fatto presente il problema anche al consiglio di classe). Inoltre potrei ancora fare lezione una volta in quella classe prima della fine del quadrimestre ma ho paura che qualcuno senza voto si possa ammalare! Infatti all' ultima verifica erano assenti!
Allora se ho ben capito il voto e` consigliabile inserirlo nella data in cua avrei dovuto metterlo oppure aggiungere sul registro che ho fatto l' interrogazione fuori orario anche se quel giorno non ho lezione con loro.
Grazie
Elieli
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Consiglio: interrogare fuori orario   Lun Gen 14, 2013 8:36 pm

mac67 ha scritto:
Si interroga in classe nelle ore di lezione. Male per loro che non si fanno interrogare. E male pure per quei docenti che si riducono a non avere voti. Mi spiace, ma dopo i primi errori in questo senso, con tutti gli affanni del caso, non mi ritrovo mai senza voti, mi premuro in tempo di averne a sufficienza.

Scusa un attimo, ma qua si stava parlando di due problemi completamente diversi: la questione etica di principio (che è giustissima) e la paura dei ricorsi (che è umanamente legittima, ma è tutt'altro).

Io non penso che i casi spinosi si giochino sulla "mancanza di voti" per colpa dell'insegnante che non si è organizzato per interrogare prima. I casi spinosi riguardano soggetti che i voti li hanno già, che sono complessivamente insufficienti, e che potrebbero ipoteticamente rimediare con una prova in più (oppure, che si illudono di poterlo fare anche se poi hanno torto). Se fossero già sufficienti, francamente, dove starebbe il problema? O meglio, il problema etico di principio ci sarebbe comunque, ma quello legale e pratico proprio no. Se uno ha tutti i voti tra il 6 e il 7, e poi fa il furbo e non viene a fare le ultime verifiche, chi se ne frega: gli si dice chiaramente che se vuole il 7 muove le chiappe e torna a farsi interrogare, altrimenti si tiene il 6, nessuno farà ricorso per una cosa del genere.

Il problema si pone quando il tizio ha 5+, ha pensato bene di non venire a fare l'ultimo compito perché temeva di peggiorare la situazione e non aveva nessuna voglia di ripassarsi l'ultima parte del programma, ha accuratamente evitato tutte le successive occasioni di verifica, e ha contato sul fatto che tanto il 5+ diventa automaticamente un 6 d'ufficio. Poi nell'ultima settimana di scuola "scopre" improvvisamente di essere insufficiente in diverse altre materie, e che un 6 piuttosto che un 5 può fare la differenza, e allora le tenta disperatamente tutte per limitare i danni, rincorrendo gli insegnanti per il corridoio e supplicando di essere nuovamente interrogato. Oppure, peggio ancora, quando non ha nemmeno 5+, ma sta fra il 4 e il 5, di interrogazioni ne ha già fatte diverse e tutte più o meno uguali, il "numero congruo" di voti ce l'ha già, ma si convince che un'ultima interrogazione (in sala insegnanti il 7 giugno alle due del pomeriggio) possa salvargli la vita. I casi in cui esiste il rischio concreto di ricorsi perché "lo studente aveva il diritto di dimostrare il recupero essendo sottoposto a verifica fino all'ultimissimo momento utile" sono questi, mica quelli di chi aveva tutti 3 o di chi era già sufficiente!

Ovviamente, di solito l'impresa non riesce, l'interrogazione NON va bene (o almeno, non va abbastanza bene da rimediate tutta la sfilza di votacci precedenti), e e il soggetto si tiene l'insufficienza lo stesso, ma almeno noi le chiappe coperte le abbiamo...

Lisa


Ultima modifica di paniscus il Lun Gen 14, 2013 8:58 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Consiglio: interrogare fuori orario   Lun Gen 14, 2013 8:49 pm

No, mi spiace insistere. L'alunno non ha diritto a essere interrogato al di fuori delle ore di lezione. Il nostro lavoro e le nostre verifiche si fanno durante le nostre ore di lezione. Non è previsto da nessuna parte che un docente debba o possa fare verifiche in ore diverse dalle sue lezioni.
Tornare in alto Andare in basso
giulia boffa
Admin


Messaggi : 36316
Data d'iscrizione : 28.09.09
Età : 52
Località : milano

MessaggioOggetto: Re: Consiglio: interrogare fuori orario   Lun Gen 14, 2013 9:40 pm

mac67 ha scritto:
No, mi spiace insistere. L'alunno non ha diritto a essere interrogato al di fuori delle ore di lezione. Il nostro lavoro e le nostre verifiche si fanno durante le nostre ore di lezione. Non è previsto da nessuna parte che un docente debba o possa fare verifiche in ore diverse dalle sue lezioni.

non è previsto neanche che non è previsto, finché sei in servizio fai servizio, anche interrogare nelle ore buche se ripeto serve a garantire che tu abbia dato possibilità di recupero, specie a chi è stato assente per causa di forza maggiore, questo è ovvio a discrezione del docente
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Consiglio: interrogare fuori orario   Lun Gen 14, 2013 10:37 pm

giulia boffa ha scritto:
mac67 ha scritto:
No, mi spiace insistere. L'alunno non ha diritto a essere interrogato al di fuori delle ore di lezione. Il nostro lavoro e le nostre verifiche si fanno durante le nostre ore di lezione. Non è previsto da nessuna parte che un docente debba o possa fare verifiche in ore diverse dalle sue lezioni.

non è previsto neanche che non è previsto, finché sei in servizio fai servizio, anche interrogare nelle ore buche se ripeto serve a garantire che tu abbia dato possibilità di recupero, specie a chi è stato assente per causa di forza maggiore, questo è ovvio a discrezione del docente

Non voglio passare per polemico, ma mi pare che si stiano sottovalutando diverse cose.

In primo luogo, le verifiche devono avere testimoni. Per esempio, gli esami di stato prevedono che la commissione sia al completo al momento del colloquio. Se non è chiaro quale problema ci sia a interrogare un alunno fuori orario, fuori dalla classe e senza testimoni, posso fare presente che un docente potrebbe farsi corrompere e mettere nel registro voti di verifiche che nessuno ha mai visto?

In secondo luogo le verifiche devono, ripeto, devono avere luogo durante le ore di lezione, perché il nostro lavoro con gli alunni avviene in quelle ore, e ne deve rimanere traccia sul registro di classe. Qualcuno ha mai scritto sul registro di classe le cose che avvengono al di fuori dell'orario delle lezioni?

E pure a volere lasciare stare l'aspetto formale (che già basta e avanza): l'alunno A vuole recuperare e lo interrogo fuori orario; a quel punto l'alunno B, pure lui in difficoltà, pretende uguale trattamento. Stessa cosa l'alunno C, che pure interrogato fuori orario continua a prendere 4 e pretende nuovamente di potere recuperare. Non vi rendete conto a che cosa si arriva? Non ci sarebbe più limite alle richieste degli alunni di riparare, ve li ritrovereste davanti fino a un minuto prima degli scrutini. Poi voglio vedere come spiegate che "ora basta".
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Consiglio: interrogare fuori orario   Mar Gen 15, 2013 5:59 pm

Concordo con una frase detta da Giulia e cioè che può essere fatto a discrezione dell'insegnante, quindi se ritengo opportuno interrogare un alunno fuori dal mio orario di lezione lo posso fare in quanto non c'è nessuna normativa che me lo impedisce, ma se no lo faccio nessuno può farmi ricorso, come sostiene Paniscus, perchè non ho dato all'alunno l'opportunità di recuperare, un docente questa opportunità può decidere di darla solo in classe durante il suo orario e nessuno lo può obbligare ad agire diversamente.
Tornare in alto Andare in basso
 
Consiglio: interrogare fuori orario
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» consiglio su regalino
» consiglio per la mia tesora luna!..
» consiglio su kit di ricostruzione da acquistare
» consiglio gel base
» Quanto "sopravvive" lo sperma fuori dal corpo?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: