Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
marika26



Messaggi : 240
Data d'iscrizione : 22.12.10

MessaggioOggetto: Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?   Lun Gen 17, 2011 6:39 pm

Gentili colleghi vorrei conoscere il vostro parere circa un dubbio che mi è sorto.
Premetto che insegno in una scuola media e che sono una persona molto solare e a cui piace scherzare.
L'anno scorso ho portato questo mio modo di essere nel mio lavoro creando con gli alunni un rapporto molto bello: i ragazzi spesso venivano a confidarsi con me, erano felici quando entravo in classe e tutt'ora, nonostante non insegni più in quella scuola, continuano a scrivermi mail nelle quali mi esprimono il loro affetto.
Tutto ciò, però, aveva anche il risvolto della medaglia perchè, in certi momenti, avevo difficoltà a gestire le classi. Avevo come la sensazione che non mi ascoltassero abbastanza proprio in virtù del rapporto che si era creato e poi, aggiungo anche, che mi è dispiaciuto tanto doverli lasciare.
Alla luce di quell'eperienza quest'anno sin dall'inizio mi sono proposta in maniera più distaccata e professionale.
Il risultato è che non sto avendo particolari problemi dal punto di vista disciplinare, ma non sono riuscita nemmeno a creare un rapporto umano come quello creatosi lo scorso anno.
Mi chiedevo: qual'è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?
Ringrazio anticipatamente tutti coloro che vorranno rispondermi.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?   Lun Gen 17, 2011 9:46 pm

Ciao Marika, mi permetto di risponderti anche io che, non so se lo sai, sono solo una mamma.
Prima di tutto mi complimento per la professionalità che dimostri interrogandoti su come porti nei confronti dei ragazzi e su come instaurare un bel rapporto con i ragazzini pur mantenendo le redini della classe.

Una ideuccia che mi è venuta leggendoti e che nemmeno so se sia applicabile: trovare ogni tanto il modo di parlare con loro di cose extrascolastiche? che so: un film che hai visto, una situazione che hai vissuto, così in modo da incoraggiarli a parlare con te rilassandosi e fidandosi di te? Non tutte le lezioni, ma una volta ogni tanto, random, in modo che possano vedere che bella persona sei, oltre alla bella insegnante che già conoscono.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16440
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?   Lun Gen 17, 2011 10:13 pm

marika26 ha scritto:

Mi chiedevo: qual'è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?
Domanda da un milione di dollari :-)
Intanto le situazioni sono assai diverse se si parla di primaria, media inferiore e superiore.
La mia esperienza è limitata alle superiori e anche lì c'è una bella differenza quando si ha a che fare con i quattordicenni o i diciannovenni.
Non esiste, a mio parere, un atteggiamento standard: ci sono ragazzi con i quali si può essere più amichevoli perché da soli si pongono il limite, altri che tendono spesso a "sforare"; ci sono momenti in cui i ruoli vanno ribaditi, altri in cui si sta insieme in modo più rilassato.
Altro aspetto importante da considerare è il gruppo: tutti abbiamo sperimentato la particolare alchimia di certe classi, quelle che restano nel cuore a distanza di anni, in cui ciascuno assorbe il meglio degli altri e si crea il clima ideale per approfondire i rapporti interpersonali; tutti, per contro, ricordiamo la difficoltà di gestire gruppi che nascono male assortiti e si disgregano sempre più nel corso degli anni.
E noi, poveri disgraziati, ci ritroviamo a domandarci perché con questi non funziona l'approccio che con gli altri andava a meraviglia :-))
E' per questo che fra gli insegnanti la differenza non sta tanto nell'esperienza o nell'età anagrafica, quanto nella capacità di adattarsi a chi si ha di fronte: bisogna esser pronti a rivedere le convinzioni maturate, quando si scopre che esse non funzionano in un contesto diverso.
Tornare in alto Andare in basso
serena



Messaggi : 1746
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?   Lun Gen 17, 2011 10:47 pm

fradacla ha scritto:


E' per questo che fra gli insegnanti la differenza non sta tanto nell'esperienza o nell'età anagrafica, quanto nella capacità di adattarsi a chi si ha di fronte: bisogna esser pronti a rivedere le convinzioni maturate, quando si scopre che esse non funzionano in un contesto diverso.

Grazie, fradacla, per il prezioso consiglio! Sono al mio quarto anno di "precariato" e sto constatando ciò che tu hai cercato di spiegare ...
Tornare in alto Andare in basso
marika26



Messaggi : 240
Data d'iscrizione : 22.12.10

MessaggioOggetto: Re: Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?   Mar Gen 18, 2011 9:30 pm

Ire ha scritto:
Ciao Marika, mi permetto di risponderti anche io che, non so se lo sai, sono solo una mamma.
Prima di tutto mi complimento per la professionalità che dimostri interrogandoti su come porti nei confronti dei ragazzi e su come instaurare un bel rapporto con i ragazzini pur mantenendo le redini della classe.

Una ideuccia che mi è venuta leggendoti e che nemmeno so se sia applicabile: trovare ogni tanto il modo di parlare con loro di cose extrascolastiche? che so: un film che hai visto, una situazione che hai vissuto, così in modo da incoraggiarli a parlare con te rilassandosi e fidandosi di te? Non tutte le lezioni, ma una volta ogni tanto, random, in modo che possano vedere che bella persona sei, oltre alla bella insegnante che già conoscono.
Grazie Ire sia per il complimento che per i consigli!
Tornare in alto Andare in basso
Magnetism



Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?   Gio Gen 20, 2011 12:12 pm

marika26 ha scritto:
Gentili colleghi vorrei conoscere il vostro parere circa un dubbio che mi è sorto.
Premetto che insegno in una scuola media e che sono una persona molto solare e a cui piace scherzare.
L'anno scorso ho portato questo mio modo di essere nel mio lavoro creando con gli alunni un rapporto molto bello: i ragazzi spesso venivano a confidarsi con me, erano felici quando entravo in classe e tutt'ora, nonostante non insegni più in quella scuola, continuano a scrivermi mail nelle quali mi esprimono il loro affetto.
Tutto ciò, però, aveva anche il risvolto della medaglia perchè, in certi momenti, avevo difficoltà a gestire le classi. Avevo come la sensazione che non mi ascoltassero abbastanza proprio in virtù del rapporto che si era creato e poi, aggiungo anche, che mi è dispiaciuto tanto doverli lasciare.
Alla luce di quell'eperienza quest'anno sin dall'inizio mi sono proposta in maniera più distaccata e professionale.
Il risultato è che non sto avendo particolari problemi dal punto di vista disciplinare, ma non sono riuscita nemmeno a creare un rapporto umano come quello creatosi lo scorso anno.
Mi chiedevo: qual'è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?
Ringrazio anticipatamente tutti coloro che vorranno rispondermi.

Vedi, secondo me ti sei risposta da sola.
L'atteggiamento da tenere dipende da cosa è importante per te.
Se per te è piu' importante svolgere il programma e curare la loro istruzione o se è piu' importante essere felice in classe ed essere un punto di riferimento "umano". Dipende anche molto da cosa insegni. Suppongo che gli insegnanti delle materie piu' leggere possano permettersi di inclinarsi di piu' verso la seconda opzione.
Se per te la cosa essenziale è che non escano da scuola ignoranti allora devi essere piu' distaccata.
Devi anche considerare che il distacco è piu' socialmente accettato dell'atteggiamento solare, che i ragazzi piccoli raccontano a casa quello che vedono a scuola, specie se li colpisce, e che il loro rapporto con l'insegnante spesso è filtrato dal giudizio del genitore. Un insegnante che scherza troppo viene subito bollato come poco serio e ho sentito ragazzine di 12 anni permettersi di trinciare giudizi spietati verso professori che secondo loro erano "troppo amici". Ripetendo, evidentemente, quello che avevano sentito dai genitori (i quali, comunque, in classe non ci vengono, quindi corrono molto con la fantasia e fanno presto a catalogare).
Insomma noi non siamo pagati per fare gli intrattenitori e i consulenti, non possiamo buttare al vento ore di lezione preziose che non torneranno, parlando del piu' e del meno, siamo pagati per fare un programma e dargli un'istruzione, un sorriso o una battuta possono capitare, quando mezza classe ha l'influenza si puo' fare una cosa piu' leggera, ma se le cose leggere capitano troppo spesso buttiamo la classe al vento e poi, per quanto possano volerti bene, quanti sono quelli che veramente si ricorderanno di te? Ogni classe è a termine, si', forse dopo una carriera trentennale avrai un bagaglio di ex-alunni ormai adulti con cui scambiare qualche telefonata e fare qualche cena nostalgica, ma non ci si puo' approcciare cosi' con tutti quanti, la cosa piu' frequente è che proprio non ti capiscono. Quando stai da sola davanti a 20, 25 ragazzini piccoli delle medie, devi avere un atteggiamento standard, quasi genitoriale (nel senso di avere autorità) che sia universalmente comprensibile.
Insomma la mia filosofia è "fidarsi è bene, non fidarsi è meglio, girare con le mutande di latta è il massimo!"
Tornare in alto Andare in basso
valjcka



Messaggi : 242
Data d'iscrizione : 03.10.09

MessaggioOggetto: Re: Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?   Gio Gen 20, 2011 7:39 pm

Topic molto interessante.
Marika, ti stimo per aver avuto il coraggio di palesare una domanda che molti docenti tengono nascosta anche a se stessi. Ed è una sacrosanta domanda.

I miei due centesimi sulla questione. Non so darti una risposta precisa, posso solo quotare tutte le risposte che ti sono state date, e cioè che ogni classe è un'esperienza a sè stante, che ciò che funziona con una non necessariamente funziona con l'altra.
E che sì, è vero, anche se gli alunni ti adorano e si illuminano vedendoti, alla fin fine preferiscono la figura autorevole, severa, quella di cui dicono peste e corna, quella che dà loro sicurezza. Poi, come si diceva, c'è la classe in cui puoi lasciarti un po' andare, e c'è quella in cui devi essere molto rigida.

Anche io ho imparato a non abbassare mai la guardia, nemmeno con le classi di cui mi fido di più.
È difficile, soprattutto se hai un carattere che non è portato alla freddezza e alla severità, ma è necessario forzarsi un po'.
Tornare in alto Andare in basso
marika26



Messaggi : 240
Data d'iscrizione : 22.12.10

MessaggioOggetto: Re: Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?   Gio Gen 20, 2011 9:12 pm

Ringrazio veramente tutti per le risposte illuminanti che denotano grande sensibilità!
Mi fa veramente piacere confrontarmi con voi perchè ritengo importante vedere le questioni da più punti di vista!
Ma sapete che proprio a tal proposito ieri ho avuto un colloquio con un genitore che mi ha detto che la classe del figlio ha timore nei miei confronti perchè mi vedono troppo seriosa e rigida? Il genitore in questione ha anche aggiunto che con altri insegnanti, in particolare con quella di Lettere che conoscono da più anni e con la quale trascorrono tantissime ore a settimana, i ragazzi si sentono più a loro agio perchè la vedono più materna.
Come vedete, non si è mai contenti!
Comunque, secondo me, come si diceva in un intervento iniziale, è una questione di alchimia: ci sono quelle classi con le quali c'è uno scambio biunivoco di energia positiva sin dall'inizio e altre con le quali questo meccanismo non si mette mai in atto proprio come con le persone!
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4602
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?   Gio Gen 20, 2011 9:38 pm

fradacla ha scritto:
E' per questo che fra gli insegnanti la differenza non sta tanto nell'esperienza o nell'età anagrafica, quanto nella capacità di adattarsi a chi si ha di fronte: bisogna esser pronti a rivedere le convinzioni maturate, quando si scopre che esse non funzionano in un contesto diverso.
Sacrosante parole. Peccato che ci ho messo tutto il mio primo anno di insegnamento per capirlo... Averti conosciuta prima!!!!! ;-)
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16440
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?   Gio Gen 20, 2011 9:50 pm

Valerie ha scritto:
fradacla ha scritto:
E' per questo che fra gli insegnanti la differenza non sta tanto nell'esperienza o nell'età anagrafica, quanto nella capacità di adattarsi a chi si ha di fronte: bisogna esser pronti a rivedere le convinzioni maturate, quando si scopre che esse non funzionano in un contesto diverso.
Sacrosante parole. Peccato che ci ho messo tutto il mio primo anno di insegnamento per capirlo... Averti conosciuta prima!!!!! ;-)
Un anno solo? Io ne ho alle spalle circa 35 e ancora prendo cappellate! :-))
Tornare in alto Andare in basso
marika26



Messaggi : 240
Data d'iscrizione : 22.12.10

MessaggioOggetto: Re: Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?   Gio Gen 20, 2011 10:08 pm

fradacla ha scritto:
Valerie ha scritto:
fradacla ha scritto:
E' per questo che fra gli insegnanti la differenza non sta tanto nell'esperienza o nell'età anagrafica, quanto nella capacità di adattarsi a chi si ha di fronte: bisogna esser pronti a rivedere le convinzioni maturate, quando si scopre che esse non funzionano in un contesto diverso.
Sacrosante parole. Peccato che ci ho messo tutto il mio primo anno di insegnamento per capirlo... Averti conosciuta prima!!!!! ;-)
Un anno solo? Io ne ho alle spalle circa 35 e ancora prendo cappellate! :-))
Bene...allora ho ancora tempo per imparare!
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4602
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?   Gio Gen 20, 2011 10:19 pm

fradacla ha scritto:
Valerie ha scritto:
fradacla ha scritto:
E' per questo che fra gli insegnanti la differenza non sta tanto nell'esperienza o nell'età anagrafica, quanto nella capacità di adattarsi a chi si ha di fronte: bisogna esser pronti a rivedere le convinzioni maturate, quando si scopre che esse non funzionano in un contesto diverso.
Sacrosante parole. Peccato che ci ho messo tutto il mio primo anno di insegnamento per capirlo... Averti conosciuta prima!!!!! ;-)
Un anno solo? Io ne ho alle spalle circa 35 e ancora prendo cappellate! :-))
Noooo, non mi sono spiegata. Ci ho messo un anno per capire che lo stesso atteggiamento può funzionare in una classe e in un'altra no. Da lì al sapersi adattare alle varie classi e trovare l'atteggiamento giusto per ognuna ce ne passa!!!! E infatti altro che cappellate ho preso: borsettate, scarpate, valigiate, cappottate... ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Magnetism



Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?   Ven Gen 21, 2011 8:33 am

Valerie ha scritto:
fradacla ha scritto:
Valerie ha scritto:
fradacla ha scritto:
E' per questo che fra gli insegnanti la differenza non sta tanto nell'esperienza o nell'età anagrafica, quanto nella capacità di adattarsi a chi si ha di fronte: bisogna esser pronti a rivedere le convinzioni maturate, quando si scopre che esse non funzionano in un contesto diverso.
Sacrosante parole. Peccato che ci ho messo tutto il mio primo anno di insegnamento per capirlo... Averti conosciuta prima!!!!! ;-)
Un anno solo? Io ne ho alle spalle circa 35 e ancora prendo cappellate! :-))
Noooo, non mi sono spiegata. Ci ho messo un anno per capire che lo stesso atteggiamento può funzionare in una classe e in un'altra no. Da lì al sapersi adattare alle varie classi e trovare l'atteggiamento giusto per ognuna ce ne passa!!!! E infatti altro che cappellate ho preso: borsettate, scarpate, valigiate, cappottate... ;-)


Secondo me seguiamo una specie di parabola. Da giovani facciamo piu' facilmente stupidaggini per inesperienza, poi raggiungiamo un livello in cui gli errori si diradano, ma possono capitare per fraintendimenti ecc, rimanendo comunque pochi, poi con l'avvicinarsi dell'epoca pensionabile ci passa la voglia e ricominciamo a fare stupidaggini stavolta non per inesperienza ma per stanchezza e perchè a 60 anni (tranne rari casi di pugnaci vegliardi/e) a stare in mezzo ai ragazzini non ce la fai piu'.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25623
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?   Ven Gen 21, 2011 9:02 am

Magnetism ha scritto:



Secondo me seguiamo una specie di parabola. Da giovani facciamo piu' facilmente stupidaggini per inesperienza, poi raggiungiamo un livello in cui gli errori si diradano, ma possono capitare per fraintendimenti ecc, rimanendo comunque pochi, poi con l'avvicinarsi dell'epoca pensionabile ci passa la voglia e ricominciamo a fare stupidaggini stavolta non per inesperienza ma per stanchezza e perchè a 60 anni (tranne rari casi di pugnaci vegliardi/e) a stare in mezzo ai ragazzini non ce la fai piu'.


Una parabola a U rovesciata in contrasto con quella a U descritti da alcuni psicologi poco tempo fa, ovvero i 40 anni sono visti come quelli più a rischio di depressione e altri problemi psichici. Più che altro io credo che vicino alla pensione ci si sente in qualche modo già liberati dalla scuola e quindi la "pazzia" si può fare senza problemi di sorta.
Tornare in alto Andare in basso
Magnetism



Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?   Ven Gen 21, 2011 11:21 am

gugu ha scritto:
Magnetism ha scritto:



Secondo me seguiamo una specie di parabola. Da giovani facciamo piu' facilmente stupidaggini per inesperienza, poi raggiungiamo un livello in cui gli errori si diradano, ma possono capitare per fraintendimenti ecc, rimanendo comunque pochi, poi con l'avvicinarsi dell'epoca pensionabile ci passa la voglia e ricominciamo a fare stupidaggini stavolta non per inesperienza ma per stanchezza e perchè a 60 anni (tranne rari casi di pugnaci vegliardi/e) a stare in mezzo ai ragazzini non ce la fai piu'.


Una parabola a U rovesciata in contrasto con quella a U descritti da alcuni psicologi poco tempo fa, ovvero i 40 anni sono visti come quelli più a rischio di depressione e altri problemi psichici. Più che altro io credo che vicino alla pensione ci si sente in qualche modo già liberati dalla scuola e quindi la "pazzia" si può fare senza problemi di sorta.


Non è che io voglia essere ottimista a tutti i costi (anzi, considera che sono perennemente in cerca di secondi lavori per tirarmi su il morale dalle delusioni scolastiche e dagli stipendi insufficienti), vedevo la cosa unicamente dal punto di vista del rapporto con gli alunni, se poi vogliamo parlare dell'umore, piu' che una parabola con vertice in basso a me la carriera dell'insegnante sembra una successione di v doppie! wwwwww (viva viva viva o abbasso abbasso a seconda di come uno lo vuole vedere)
praticamente le montagne russe emotive :)))
Tornare in alto Andare in basso
marcusl



Messaggi : 156
Data d'iscrizione : 15.03.11

MessaggioOggetto: Re: Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?   Lun Mar 21, 2011 7:55 pm

SI parla tanto di autorevolezza e non di autorità, però spesso è un concetto un po' astratto e difficile da raggiungere, soprattutto in presenza di alunni poco scolarizzati e spesso, bisogna dirlo, poco educati.
Faccio una domanda e chiedo un consiglio: qualche lettura che possa aiutare, che possa indicare qualche tecnica..
Sappiamo tutti che non ci sono ricette preconfezionate, ma magari qualche buona lettura può aiutare.
Vi prego di evitare cose troppo fumose!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: vi invito a leggere il mio blog :-)   Mer Apr 06, 2011 12:38 am

marcusl ha scritto:
SI parla tanto di autorevolezza e non di autorità, però spesso è un concetto un po' astratto e difficile da raggiungere, soprattutto in presenza di alunni poco scolarizzati e spesso, bisogna dirlo, poco educati.
Faccio una domanda e chiedo un consiglio: qualche lettura che possa aiutare, che possa indicare qualche tecnica..
Sappiamo tutti che non ci sono ricette preconfezionate, ma magari qualche buona lettura può aiutare.
Vi prego di evitare cose troppo fumose!

Leggete e fatemi sapere se vi aiuta:
http://laprofessoressavirisponde.blogspot.com/

buona lettura!
Tornare in alto Andare in basso
IMHO



Messaggi : 987
Data d'iscrizione : 25.08.10
Località : Lombardia

MessaggioOggetto: Re: Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?   Dom Apr 10, 2011 11:42 am

marcusl ha scritto:
SI parla tanto di autorevolezza e non di autorità, però spesso è un concetto un po' astratto e difficile da raggiungere, soprattutto in presenza di alunni poco scolarizzati e spesso, bisogna dirlo, poco educati.
Faccio una domanda e chiedo un consiglio: qualche lettura che possa aiutare, che possa indicare qualche tecnica..
Sappiamo tutti che non ci sono ricette preconfezionate, ma magari qualche buona lettura può aiutare.
Vi prego di evitare cose troppo fumose!

Ad inizio anno in alcune scuole si costituisce un gruppo di docenti che cerca di capire lo stile di apprendimento dei ragazzi... almeno dei ragazzi di prima..cmq ci sono diversi metodi che trovi dappertutto on line..
..poi avrai ragazzi in ogni classe con stili di apprendimento diverso.. quindi posso dirti di utilizzare e sperimentare tecniche diverse, senza proporti come una banderuola, ma dichiarando semplicemente ai ragazzi che darai l'opportunità a tutti di poter dare il meglio ..è già un primo passo..
Siamo a fine anno, ma niente è perduto... se sei alle superiori puoi tranquillamente parlare con i singoli che si pensano nel baratro..e se frequentano ancora magari stanno dando il meglio di sè per distruggere tutto quello che fai, tanto non hanno niente da perdere.. Invece io penso non sia così.. punta sul loro futuro, non credere che tutto sia buttato via..se sei convinta tu , convincerai anche loro nell'utilizzare al meglio le capacità "recondite"
Rimotivare..a fine anno? La motivazione deriva da fattori cognitivi affettivi e relazionali, quindi può essere gestita e potenziata, il tempo non è molto.. ma anche 5 minuti non sono mai buttati via.. è qui che l'insegnante diventa facilitatore dell'apprendimento..
Può darsi che l'alunno disperato tu non lo riveda più , ma può anche darsi che il prox sia ancora nella tua classe.. o che tu lo riveda un domani ...
Una volta,avendo bisogno di un idraulico ho chiamato un numero tel. ricevuto da una amica.. mi si presenta un signore con un ragazzo..quest'ultimo era un ex alunno..era stato uno fra i più disperati in quegli anni a scuola... Quando ci siamo visti e non me lo aspettavo.. gli ho sorriso e sono stata contentissima di sapere che lavorava come aiutante.. e di sentire che era uno dei pochi che aveva trovato la sua strada.. mi ha detto: "Prof. ha visto? Ho trovato lavoro! ".. Ne ero certa, il ragazzo aveva una forza incredibile dentro di sè, che però concentrava in modo sbagliato .. io avevo solo rinforzato un po' per volta quella volontà recondita, di finire la scuola..come diceva lui.."di uscire alla svelta.. "
Letture? ti posso consigliare la lettura di un manuale ke puoi scaricare on line.. http://www.indipendenze.org/sx_canale/dettaglio.asp?sez=Prevenzione&id_sezione=59&id_subSez=197&id_articolo=1662
Credo che ce ne sia qualche copia negli uffici scolastici regionali.
E' abbastanza aggiornato.. non dico sia la soluzione per eccellenza, ma se hai voglia magari durante le vacanze estive, di leggere qualche scheda metodologica... potrà aiutarti ad affrontare meglio qualche situazione.. ovviamente sarai sempre tu a gestire la situazione in classe.. e può darsi che non tutti gli esempi calzino a pennello..
PS: può darsi che ti abbia detto cose che già sapevi.. e ci tengo a dirti che non sono una esperta di gestione della classe, ma ho un po' di esperienza con ragazzi in situazioni disperate.. Quindi prendi con elasticità ....
Non ti ho indicato un manuale o un sito ove sono coinvolta direttamente... l'ho trovato a scuola e ho pensato che poteva essere utile.. ciao.
Tornare in alto Andare in basso
 
Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?
» Il Giusto rapporto con il Sesso. (funny)
» Imam afferma: Giusto picchiare le donne
» magnesio nella preparazione al transfer e nel post transfer qual'è il migliore?
» Qual'è il vostro attore preferito?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: