Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Riflessioni sull'insegnamento della Storia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
ivanhoe



Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 25.08.10

MessaggioOggetto: Riflessioni sull'insegnamento della Storia   Dom Gen 20, 2013 6:45 pm

Mi capita spesso di riflettere sull'insegnamento della Storia, in particolare su come tale disciplina sia poco considerata da politici, studenti e docenti.

CAUSE:
- Esiguo numero di ore di lezione rispetto al programma da svolgere (2 ore settimanali - 300/350 pagine);
- Molti docenti di Lettere non amano la Storia (tanto meno la Geografia) e la considerano una materia "di Serie B";
- Studenti inseriti in una società che presta poca attenzione alla "voce" del passato, del presente e del futuro.

CONSEGUENZE:
- Scelta di libri di testo troppo sintetici e simili a "bigini";
- Programmi non moderni, in formato "lista della spesa" e con poche sfumature di vita vissuta e da vivere;
- Lezioni basate sulla lettura/sottolineatura del libro di testo e/o sull'elaborazione di piccoli schemi alla lavagna;
- Visione di film e documentari storici non accompagnata da dibattito e spesso finalizzata a "passare le ore";
- Popoli extra-europei esclusi dai programmi, con conseguente assenza di confronto fra culture;
- Brevi e sporadici cenni ad aspetti geostorici;
- Assenza di riferimenti a questioni riguardanti Cittadinanza, Costituzione, Attualità;
- Rari collegamenti con altre discipline (Archeologia, Arte, Diritto, Filosofia, Letteratura, Musica, Religione);
- Pochi riferimenti alla vita quotidiana e alla cultura materiale dei vari popoli;
- Verifiche scritte "a crocette";
- Verifiche orali brevi e basate sull'esposizione mnemonica degli argomenti studiati.

PROPOSTE:
- Abbattere il muro della settorialità disciplinare organizzando l'attività didattica in pochi e grandi ambiti disciplinari;
- Scelta di libri di testo scritti da docenti universitari o storici di professione;
- Elaborazione di percorsi storici;
- Lezioni basate sul racconto dei fatti storici, possibilmente accompagnate da letture di fonti e da schemi riepilogativi;
- Visione di film e documentari storici seguita da dibattito con l'intero gruppo-classe;
- Confronto fra culture, con opportuni riferimenti alla storia dei popoli extra-europei;
- Frequenti cenni ad aspetti geostorici;
- Discussione su questioni riguardanti Cittadinanza, Costituzione, Attualità;
- Collegamenti con altre discipline (Archeologia, Arte, Diritto, Filosofia, Letteratura, Musica, Religione);
- Richiami alla vita quotidiana e alla cultura materiale dei vari popoli;
- Lettura integrale domestica di romanzi storici;
- Verifiche scritte con domande aperte e analisi di fonti storiche;
- Verifiche orali sotto forma di dibattito/discussione fra tutti gli studenti della classe;
- Uscite didattiche "storiche" (film, opere teatrali, mostre, luoghi e monumenti significativi dal punto di vista storico).
Tornare in alto Andare in basso
mara.emilia



Messaggi : 312
Data d'iscrizione : 02.10.12

MessaggioOggetto: Re: Riflessioni sull'insegnamento della Storia   Lun Gen 21, 2013 4:39 pm

Bell'argomento e, pur avendo poca esperienza, riconosco che moltissime cose che hai detto succedono realmente. In modo particolare gli ambiti disciplinari sono molto interessanti, anche se forse sarebbe comunque necessario mantenere alcune linee separate (la grammatica italiana alle medie, ad esempio).
Ho qualche perplessità sull'elaborazione di percorsi, però: intendi in aggiunta o in sostituzione al programma usuale che procede all'incirca cronologicamente? Alle superiori avevo studiato la Divina Commedia per percorsi (Firenze, l'amore, ecc.) e, pur essendo molto interessante, è stato anche confusionario e non mi ha permesso di capire l'opera nell'insieme (si sono letti solo alcuni canti)
Tornare in alto Andare in basso
ivanhoe



Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 25.08.10

MessaggioOggetto: Re: Riflessioni sull'insegnamento della Storia   Lun Gen 21, 2013 10:23 pm

Riporto un esempio di Percorso (Classe Terza Superiore):

MEDIOEVO ED ETA' MODERNA:

1. ITALIA
- Il Medioevo: caratteri generali
- Il sistema feudale
- Lo sviluppo demografico, agricolo, mercantile nel Basso Medioevo
- Il movimento comunale
- Vita quotidiana, cultura e società nel Medioevo
- Il Regno di Sicilia tra Svevi, Angioini e Aragonesi
- La crisi del Trecento
- Signorie e Stati regionali in Italia
- Carlo V e la conquista dell’Italia
- L’Umanesimo e il Rinascimento
- Economia e società nel Cinquecento
- La crisi del Seicento e la cultura barocca
- La nascita della scienza moderna

2. EUROPA
- Le monarchie feudali
- Il consolidamento delle monarchie europee nel XIII secolo
- L’invenzione degli Stati nazionali
- Carlo V e il sogno dell’Impero universale
- La Spagna di Filippo II e l’Inghilterra di Elisabetta I
- La Guerra dei Trent’anni (1618-1648)
- Germania, Spagna, Francia, Olanda, Inghilterra nel Seicento

3. POPOLI E CIVILTA' EXTRAEUROPEI
- L'Impero mongolico e la Cina
- Regni, mercati e popoli dell'India
- Popoli e civiltà dell'Africa
- L'America prima di Colombo: Maya, Aztechi, Incas
- La scoperta dell'America

4. STORIA DELLA CHIESA:
- Lo scontro tra Impero e Papato: la lotta per le investiture
- L’Islam, l’Impero bizantino, le Crociate
- Lo Stato della Chiesa: papato, eresie, ordini mendicanti
- La Riforma protestante: Lutero - Zwingli - Calvino
- Riforma cattolica e Controriforma
- Intolleranza e guerre di religione
Tornare in alto Andare in basso
 
Riflessioni sull'insegnamento della Storia
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» I migliori album della storia del rock
» riflessione sull'adozione
» Storie di fratelli famosi
» dubbio sull' insegnamento di certe materie a scuola
» l'acme della storia umana

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: