Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
MonicaGuido



Messaggi : 506
Data d'iscrizione : 13.01.11

MessaggioOggetto: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Ven Feb 01, 2013 2:24 pm

Promemoria primo messaggio :

Salve a tutti. Nella classe in cui insegno i professori, invece di fare le note, danno voti negativi agli allievi che chiacchierano. Io credo sia profondamente scorretto. Io e pochi altri che non facciamo così invece non riusciamo a tenere la disciplina in classe perché tanto le note non vengono mai considerate.
La preside dice che dobbiamo riuscire a farli stare calmi senza fare note... Cosa faccio? Siccome sono coordinatrice di classe vorrei dire alla preside che alcuni insegnanti usano i voti per penalizzare gli allievi, al posto delle note. Io so che così non si dovrebbe fare, è scritto anche nello statuto dello studente.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Sab Feb 02, 2013 7:31 pm

Roberto_R ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Il voto di condotta esisterà per qualche cosa...profitto e comportamento spesso si condizionano a vicenda. ma le valutazioni sono e devono essere separate
Il voto in condotta ha il difetto di arrivare, a metà anno quello che non conta nulla ed a fine anno quello importante....
Hai ragione Roberto ed è proprio qui che sta il grave errore, dovrebbe contare molto anche al 1° quadrimestre!
Tornare in alto Andare in basso
Roberto_R



Messaggi : 2654
Data d'iscrizione : 15.08.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Sab Feb 02, 2013 7:56 pm

giovanna onnis ha scritto:
, dovrebbe contare molto anche al 1° quadrimestre!
Dovrebbe contare; non troppo.
Farlo contare troppo significherebbe creare a gennaio delle persone (si fa per dire) che non hanno più nulla da perdere.
Se le vuoi gestire devi lasciargli qualche speranza, e se fai la promessa di ricuperarli nel caso se lo meritino, poi la devi mantenere (un insegnante che non mantiene le promesse è il peggio del peggio a livello educativo).
Tornare in alto Andare in basso
mad



Messaggi : 1029
Data d'iscrizione : 27.08.10

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Sab Feb 02, 2013 8:09 pm

Roberto_R ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
, dovrebbe contare molto anche al 1° quadrimestre!
Dovrebbe contare; non troppo.
Farlo contare troppo significherebbe creare a gennaio delle persone (si fa per dire) che non hanno più nulla da perdere.
Se le vuoi gestire devi lasciargli qualche speranza, e se fai la promessa di ricuperarli nel caso se lo meritino, poi la devi mantenere (un insegnante che non mantiene le promesse è il peggio del peggio a livello educativo).

se il voto del primo quadrimestre condizionasse l'esito dell'intero anno scolastico molti docenti, già restii ad attribuire voti bassi alle condizioni attuali, non li darebbero del tutto.

il problema della valutazione del comportamento non è nell'attuale normativa, ma nell'uso che i docenti ne fanno.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Sab Feb 02, 2013 10:56 pm

E invece no, col cavolo, il problema della valutazione del comportamento STA ECCOME nella normativa, nel senso che è stata fatta la scelta, completamente insensata e sciagurata, di includerlo nel calcolo della media, quando invece avrebbe dovuto essere chiarissimo che misurasse cose completamente diverse dal profitto nelle materie, e quindi non paragonabili.

Per cui, la normativa ci impone di far finta (ipocritamente), di considerarlo un voto di una materia come tutte le altre, ma contemporaneamente ci impone anche di usare una scala completamente diversa da quella delle altre, e di attribuire i punteggi con criteri lontanissimi dagli altri.

E per di più, tale scelta la si è fatta sbandierandola come se fosse un punto a vantaggio del rigore e dell'autorevolezza, quando invece era chiaro fin dall'inizio che avrebbe avuto l'effetto esattamente contrario.

Perché nella testa dei legislatori dell'epoca, i ragazzi avrebbero dovuto essere impauriti e messi in soggezione dal fatto che la condotta facesse media, e che "addirittura" si potesse anche bocciare per la condotta. Ma quando mai?

In questi anni, NESSUNO è stato mai bocciato per la condotta:

- in parte perché l'insufficienza è teoricamente prevista, ma di fatto impossibile da attribuire per legge, a meno che uno non abbia commesso un reato di sangue all'interno della scuola, o poco meno;

- e in parte perché comunque, quei pochissimi casi extraterrestri che possano essere riusciti a beccarsi il 5 in condotta contro tutte le leggi della termodinamica, non sono certo stati bocciati per quello, ma sarebbero stati bocciati comunque, perché avevano anche sfilze inossidabili di 2 e di 3 in quasi tutte le materie "normali". Anzi, per un bullo professionista, che da tempo sapeva comunque che sarebbe stato bocciato per altre ragioni, il fatto di essere riuscito nell'impresa rarissima di beccarsi anche il 5 in condotta, potrebbe diventare un vanto, invece che un problema ulteriore!

Per cui, accertato il fatto che il voto di condotta non fa alcuna paura in termini di bocciatura, ancora di meno fa paura in termini di media per i promossi, perchè l'unico effetto possibile è quello di ALZARE la media a tutti, invece di abbassarla.

Siccome la discussione se bocciare o no prescinde completamente dalla condotta ed è fatta su altre basi, se per varie motivazioni complessive si decide di non bocciare, in condotta si deve obbligatoriamente dare almeno 6 ai casi più intollerabili di comportamenti teppistici; per cui, tutti quelli che non sono teppisti, ma sono "solo" gravemente maleducati, prendono 7, e quelli che sono "solo" leggermente maleducati prendono 8.

Siccome si tratta di gente su cui si è discusso se bocciare o no, di sicuro la media alta nelle materie di studio non ce l'avranno, e alla fine, dopo tutti gli eventuali recuperi di settembre, si terranno a galla col 6 preciso preciso. E quindi la condotta, a questi soggetti, non fa altro che ALZARE la media, invece che abbassarla! E per gli altri, sarà una pacchia ancora più spinta: se il maleducato grave prende 7 e il maleducato lieve prende 8, vuol dire che quello semplicemente "nella norma" prende 9, e che quello "particolarmente educato" prende 10.

Ma in quale altra materia si prende 7 se si hanno mancanze gravi e si prende 9 se ci si limita a essere senza infamia e senza lode? Normalmente, nelle materie VERE, se si hanno carenze gravi si becca 4, e se si galleggia senza infamia e senza lode si prende 6... qua invece c'è un salto di scalatura di almeno due punti e spesso anche tre! E se tale salto di scalatura è esplicitamente previsto dalla legge, PERCHE' MAI quel voto deve fare media?????

E questa, mi dispiace, ma è proprio colpa della normativa, non solo della "percezione psicologica distorta che è diffusa nei singoli consigli di classe"!

Lisa
Tornare in alto Andare in basso
mad



Messaggi : 1029
Data d'iscrizione : 27.08.10

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 6:58 am

paniscus ha scritto:
E invece no, col cavolo, il problema della valutazione del comportamento STA ECCOME nella normativa, nel senso che è stata fatta la scelta, completamente insensata e sciagurata, di includerlo nel calcolo della media, quando invece avrebbe dovuto essere chiarissimo che misurasse cose completamente diverse dal profitto nelle materie, e quindi non paragonabili.

certo che è assurdo fare media tra discipline e comportamento, ci mancherebbe!
quello che intendevo dire è che non c'è scritto da nessuna parte che la normalità deve coincidere con il 10 e via calando... capisco che è difficile dare un 5 (ma non impossibile), tuttavia nulla impedisce di far fioccare i 6. e allora perché scarseggiano i voti inferiori a 8, se non addirittura inferiori al 9?
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 10:33 am

Roberto_R ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
, dovrebbe contare molto anche al 1° quadrimestre!
Dovrebbe contare; non troppo.
Farlo contare troppo significherebbe creare a gennaio delle persone (si fa per dire) che non hanno più nulla da perdere.
Se le vuoi gestire devi lasciargli qualche speranza, e se fai la promessa di ricuperarli nel caso se lo meritino, poi la devi mantenere (un insegnante che non mantiene le promesse è il peggio del peggio a livello educativo).
Considerando che si sta parlando del voto di condotta, non sono d'accordo con quanto dici Roberto. dare un segnale "forte" nel 1° quadrimestre ai ragazzi più "indisciplinati", non significa, per me, dire loro che "non hanno più nulla da perdere." e che, quindi, non cambia niente se si comportano diversamente, anzi possono anche fare più casino in classe. E' esattamente il contrario, un voto in condotta vicino alla soglia del rischio-bocciatura, non toglie nessuna speranza a questi studenti, ma dovrebbe trasmettere il messaggio "stai attento se continui a comportarti così, metti a rischio l'anno scolastico....cambia atteggiamento!!"

Non capisco, però, la tua frase "se fai la promessa di ricuperarli nel caso se lo meritino, poi la devi mantenere"....a cosa ti riferisci?
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 10:55 am

paniscus ha scritto:
E invece no, col cavolo, il problema della valutazione del comportamento STA ECCOME nella normativa, nel senso che è stata fatta la scelta, completamente insensata e sciagurata, di includerlo nel calcolo della media, quando invece avrebbe dovuto essere chiarissimo che misurasse cose completamente diverse dal profitto nelle materie, e quindi non paragonabili.

Per cui, la normativa ci impone di far finta (ipocritamente), di considerarlo un voto di una materia come tutte le altre, ma contemporaneamente ci impone anche di usare una scala completamente diversa da quella delle altre, e di attribuire i punteggi con criteri lontanissimi dagli altri.

E per di più, tale scelta la si è fatta sbandierandola come se fosse un punto a vantaggio del rigore e dell'autorevolezza, quando invece era chiaro fin dall'inizio che avrebbe avuto l'effetto esattamente contrario.

Perché nella testa dei legislatori dell'epoca, i ragazzi avrebbero dovuto essere impauriti e messi in soggezione dal fatto che la condotta facesse media, e che "addirittura" si potesse anche bocciare per la condotta. Ma quando mai?

In questi anni, NESSUNO è stato mai bocciato per la condotta:

- in parte perché l'insufficienza è teoricamente prevista, ma di fatto impossibile da attribuire per legge, a meno che uno non abbia commesso un reato di sangue all'interno della scuola, o poco meno;

- e in parte perché comunque, quei pochissimi casi extraterrestri che possano essere riusciti a beccarsi il 5 in condotta contro tutte le leggi della termodinamica, non sono certo stati bocciati per quello, ma sarebbero stati bocciati comunque, perché avevano anche sfilze inossidabili di 2 e di 3 in quasi tutte le materie "normali". Anzi, per un bullo professionista, che da tempo sapeva comunque che sarebbe stato bocciato per altre ragioni, il fatto di essere riuscito nell'impresa rarissima di beccarsi anche il 5 in condotta, potrebbe diventare un vanto, invece che un problema ulteriore!

Per cui, accertato il fatto che il voto di condotta non fa alcuna paura in termini di bocciatura, ancora di meno fa paura in termini di media per i promossi, perchè l'unico effetto possibile è quello di ALZARE la media a tutti, invece di abbassarla.

Siccome la discussione se bocciare o no prescinde completamente dalla condotta ed è fatta su altre basi, se per varie motivazioni complessive si decide di non bocciare, in condotta si deve obbligatoriamente dare almeno 6 ai casi più intollerabili di comportamenti teppistici; per cui, tutti quelli che non sono teppisti, ma sono "solo" gravemente maleducati, prendono 7, e quelli che sono "solo" leggermente maleducati prendono 8.

Siccome si tratta di gente su cui si è discusso se bocciare o no, di sicuro la media alta nelle materie di studio non ce l'avranno, e alla fine, dopo tutti gli eventuali recuperi di settembre, si terranno a galla col 6 preciso preciso. E quindi la condotta, a questi soggetti, non fa altro che ALZARE la media, invece che abbassarla! E per gli altri, sarà una pacchia ancora più spinta: se il maleducato grave prende 7 e il maleducato lieve prende 8, vuol dire che quello semplicemente "nella norma" prende 9, e che quello "particolarmente educato" prende 10.

Ma in quale altra materia si prende 7 se si hanno mancanze gravi e si prende 9 se ci si limita a essere senza infamia e senza lode? Normalmente, nelle materie VERE, se si hanno carenze gravi si becca 4, e se si galleggia senza infamia e senza lode si prende 6... qua invece c'è un salto di scalatura di almeno due punti e spesso anche tre! E se tale salto di scalatura è esplicitamente previsto dalla legge, PERCHE' MAI quel voto deve fare media?????

E questa, mi dispiace, ma è proprio colpa della normativa, non solo della "percezione psicologica distorta che è diffusa nei singoli consigli di classe"!

Lisa
Concordo su quanto dici Paniscus, si tratta di una normativa distorta che mette sullo stesso piano valutazioni (profitto e condotta) per le quali sono previsti criteri completamente diversi e anche io trovo assurdo dover fare la media. Però sul fatto che "il voto di condotta non fa alcuna paura in termini di bocciatura", questo dipende da noi. Perchè non impostiamo una griglia più severa per il voto di condotta? Nessuno ce lo impedisce!! Esplicitiamo tutto nel POF e informiamo per benino gli studenti e le loro famiglie. Sospendiamo quando è il caso di farlo, non una, ma più volte se è necessario...anche questo non è sempre facile perchè molti colleghi non "vogliono perdere tempo" con Cdc straordinari per provvedimenti disciplinari.
Per me, Paniscus, la normativa "non ci lega le mani", noi abbiamo la possibilità di "slegarle", ma il più delle volte non lo si vuole fare ed è per questo che difficilmente si da il 6 e molto raramente il 5.
Come dice Mad "non c'è scritto da nessuna parte che la normalità deve coincidere con il 10 e via calando... capisco che è difficile dare un 5 (ma non impossibile), tuttavia nulla impedisce di far fioccare i 6. e allora perché scarseggiano i voti inferiori a 8, se non addirittura inferiori al 9?"

PS) Mad, ancora una volta mi hai anticipato :-)
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8313
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 11:10 am

e mantenetele, cavolo, quelle belle prese di posizione di pof e patti di corresponsabilità! :-)

Perchè devo sempre dire a mio figlio guarda che quest'anno se vi comportate male (e tanto includo sempre anche lui nel comportamento negativo della classe) fioccano i 5 in condotta, e lo sai che 5 in condotta significa bocciatura.


Poi mi arriva a casa lui e mi dice, ma mamma, quello ha dato dello stronzo al prof,tira in continuazione palline di carta, brucia i cestini, e guarda: ha avuto 7!!

Divento io quella non credibile. Come faccio ad educarlo?

Sì arrivo a spiegargli che ci sono tanti impedimenti alle belle parole, ma passa il discorso che tanto...................!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 11:34 am

Ire hai centrato esattamente il problema!!
Come succede a te in veste di genitore, succede anche a me come insegnante. Gli studenti dopo gli scrutini commentano i voti e le considerazioni sul voto di condotta sono simili a quelle che fa tuo figlio. I ragazzi non riesciono a capire perchè abbiamo "predicato" bene durante il quadrimestre", ma poi "abbiamo razzolato male durante lo scrutinio", trovano la cosa incoerente e conseguentemente ci "valutano". Colgono il messaggio sbagliato che certi atteggiamenti di alcuni compagni non vengono sanzionati, nonostante paroloni e "minacce", e si comportano di conseguenza. A causa di ciò spesso capita che nel 2° quadrimestre i problemi disciplinari anzichè attenuarsi si moltiplicano!
Dipende proprio da noi docenti, Ire, e, come dici tu dobbiamo mantenere ciò che diciamo in classe e scriviamo nel POF!!
Tornare in alto Andare in basso
Roberto_R



Messaggi : 2654
Data d'iscrizione : 15.08.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 12:28 pm

giovanna onnis ha scritto:
Roberto_R ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
, dovrebbe contare molto anche al 1° quadrimestre!
Dovrebbe contare; non troppo.
Farlo contare troppo significherebbe creare a gennaio delle persone (si fa per dire) che non hanno più nulla da perdere.
Se le vuoi gestire devi lasciargli qualche speranza, e se fai la promessa di ricuperarli nel caso se lo meritino, poi la devi mantenere (un insegnante che non mantiene le promesse è il peggio del peggio a livello educativo).
Considerando che si sta parlando del voto di condotta, non sono d'accordo con quanto dici Roberto. dare un segnale "forte" nel 1° quadrimestre ai ragazzi più "indisciplinati", non significa, per me, dire loro che "non hanno più nulla da perdere." e che, quindi, non cambia niente se si comportano diversamente, anzi possono anche fare più casino in classe. E' esattamente il contrario, un voto in condotta vicino alla soglia del rischio-bocciatura, non toglie nessuna speranza a questi studenti, ma dovrebbe trasmettere il messaggio "stai attento se continui a comportarti così, metti a rischio l'anno scolastico....cambia atteggiamento!!"

Non capisco, però, la tua frase "se fai la promessa di ricuperarli nel caso se lo meritino, poi la devi mantenere"....a cosa ti riferisci?
Non parlavo del solo voto in condotta.
Se do 3 al primo quadrimestre, e se il quadrimestre conta tanto da fare media col secondo, il ragazzo sarà costretto a recuperarlo con un 9 (media 6) che ovviamente è fuori dalla sua portata.
Un 3 al primo quadrimestre significherebbe bocciatura certa, quindi il resto dell'anno scolastico, una simile perla di ragazzo la dedicherebbe al cazzeggio puro.
L'ultima frase significa questo: l'educazione si basa, secondo me, su 3 pilastri, premi, punizioni e buon esempio.
Se faccio una promessa e non la mantengo non do il buon esempio e compio un' azione (dis)educativa devastante.
Se assegno un 3 al primo quadrimestre, sicuramente mi si chiederà "lo posso recuperare o sono già bocciato ?"
Se la mia risposta sarà "si è possibile recuperare facendo questo e quest'altro", nel caso in cui il ragazzo lo faccia, io non posso tirarmi indietro accampando scuse tipo, la normativa, la media ecc; queste scuse andavano accampate prima.
Per questo il primo quadrimestre deve contare più di oggi ..... ma non troppo.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 12:45 pm

Roberto non capisco il discorso della media tra 1° e 2° quadrimestre per i voti sul profitto. Se al 1° quadrimestre lo studente è insufficiente nella mia disciplina, avrà il debito che dovrà recuperare nel corso del 2° quadrimestre dopo avere seguito un corso di recupero che tutte le scuole attivano dopo gli scrutini del 1° quadrimestre, o con uno studio autonomo. Una volta che il debito è stato colmato, non esiste il discorso della media dei voti tra 1° e 2° quadrimestre, diverso sarebbe se il debito non viene colmato (si può comunque riproporre un'altra verifica per il recupero)
Tornare in alto Andare in basso
Ale78



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 02.11.10

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 1:12 pm

Gli alunni che fanno confusione vanno stroncati SUBITO, in una frazione di secondo, e se continuano vanno decisamente MASSACRATI, non ovviamente in senso fisico , ma morale!
Non vuoi seguire, ti alzi dal banco, disturbi i compagni, crei disagio ai volenterosi, fai dispetti pesanti o peggio? Benissimo: nota sul registro e sul libretto. Non basta? Interrogazione sulla lezione e su altri argomenti affrontati, con domande ben complicate. Non basta ancora? Salti l'intervallo e fai una verifica a sorpresa appositamente preparata, finchè l'alunno si ricorderà di quella giornata come di un incubo e per tutto l'anno starà buono e zitto.
Poi magari il giorno dopo si loda l'alunno davanti alla classe e si dice:"Vedi che sai comportarti bene, continua così?", bisogna essere astuti, ci vuole il bastone prima e la carota dopo.
Il tutto gestito senza alzare la voce, ma con un tono di voce severo e gelido, sguardo come il ghiaccio, così ogni divertimento di mettere in difficoltà il Prof. va a farsi benedire.
In realtà è così:alcuni alunni mettono alla prova gli insegnanti spesso per vedere se possono approfittarne, studiano ogni punto debole per imbrogliare il Prof., usano i loro stessi problemi per non studiare ed accampare scuse, scambiano la gentilezza per stupidità.
Essere un insegnante "buono" non significa affatto essere un buon insegnante, anzi, i genitori questo vogliono da noi, la severità ed anche la durezza con alcuni elementi per il bene di tutto il gruppo-classe........
Tornare in alto Andare in basso
Roberto_R



Messaggi : 2654
Data d'iscrizione : 15.08.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 2:08 pm

Ire ha scritto:
e mantenetele, cavolo, quelle belle prese di posizione di pof e patti di corresponsabilità! :-)

Perchè devo sempre dire a mio figlio guarda che quest'anno se vi comportate male (e tanto includo sempre anche lui nel comportamento negativo della classe) fioccano i 5 in condotta, e lo sai che 5 in condotta significa bocciatura.


Poi mi arriva a casa lui e mi dice, ma mamma, quello ha dato dello stronzo al prof,tira in continuazione palline di carta, brucia i cestini, e guarda: ha avuto 7!!

Divento io quella non credibile. Come faccio ad educarlo?

Sì arrivo a spiegargli che ci sono tanti impedimenti alle belle parole, ma passa il discorso che tanto...................!
Io scinderei il discorso alunni ed il discorso figli.
E' il gioco delle parti, la nostra parte d'insegnate prevede che si educhino gli alunni secondo un modello, centrato sul mondo che vorremmo; la nostra parte di genitori va oltre da un certo punto di vista, e ha meno vincoli da un altro punto di vista, quindi può (e secondo me deve) essere centrata sul mondo reale.
Ai miei alunni dico che se non sono preparati, nel compito devono venire a prendersi il 4 che meritano; a mio figlio gli firmo la giustifica e pretendo che la settimana dopo torni a casa con un 7; se non lo fa partono gli schiaffoni, che ai miei alunni non darei mai.
PS mio figlio, terza liceo scienze applicate, ha 7.5 di media, e l'ultimo schiaffone credo di averglielo dato 5 anni fa.
Tornare in alto Andare in basso
Roberto_R



Messaggi : 2654
Data d'iscrizione : 15.08.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 2:16 pm

giovanna onnis ha scritto:
Roberto non capisco il discorso della media tra 1° e 2° quadrimestre per i voti sul profitto. Se al 1° quadrimestre lo studente è insufficiente nella mia disciplina, avrà il debito che dovrà recuperare nel corso del 2° quadrimestre dopo avere seguito un corso di recupero che tutte le scuole attivano dopo gli scrutini del 1° quadrimestre, o con uno studio autonomo. Una volta che il debito è stato colmato, non esiste il discorso della media dei voti tra 1° e 2° quadrimestre, diverso sarebbe se il debito non viene colmato (si può comunque riproporre un'altra verifica per il recupero)
Al momento il primo quadrimestre non conta nulla e le pratiche sono quelle che hai indicato.
Qualora volessimo far contare il primo quadrimestre, dovremmo decidere delle nuove pratiche.
Io mi sono espresso, tutto sommato concordemente con te, per un primo quadrimestre che non conti "esattamente" quanto un secondo, e che quindi non faccia media.
Deve però penalizzare il risultato finale, anche nel caso in cui venisse recuperato, non fosse altro che per abituare i ragazzi alla vita reale, dove i tempi di consegna dei propri lavori hanno la loro importanza.
Comunque stiamo parlando di fatine e puffi; non siamo noi che decidiamo come debba essere impostata la scuola.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8313
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 2:38 pm

Non sono d'accordo, Roberto. Almeno non del tutto.
Certo, con i figli sappiamo perchè non sono pronti e ci rendiamo conto che alle volte è giusto per scelta educativa concedere anche la giustifica per una verifica saltata e aspettarsi qualcosa di buono per la verifica successiva ma... l'elasticità e l'intelligenza educative vanno applicate sia che noi siamo insegnanti sia che siamo genitori. Poi certo, nel mio ruolo di donna, quando vedo un ragno mi metto a gridare come una ossessa, nel mio ruolo di mamma tocca pure che prendo la carta e lo elimino ;-)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 6:11 pm

Roberto_R ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Roberto non capisco il discorso della media tra 1° e 2° quadrimestre per i voti sul profitto. Se al 1° quadrimestre lo studente è insufficiente nella mia disciplina, avrà il debito che dovrà recuperare nel corso del 2° quadrimestre dopo avere seguito un corso di recupero che tutte le scuole attivano dopo gli scrutini del 1° quadrimestre, o con uno studio autonomo. Una volta che il debito è stato colmato, non esiste il discorso della media dei voti tra 1° e 2° quadrimestre, diverso sarebbe se il debito non viene colmato (si può comunque riproporre un'altra verifica per il recupero)
Al momento il primo quadrimestre non conta nulla e le pratiche sono quelle che hai indicato.
Qualora volessimo far contare il primo quadrimestre, dovremmo decidere delle nuove pratiche.
Io mi sono espresso, tutto sommato concordemente con te, per un primo quadrimestre che non conti "esattamente" quanto un secondo, e che quindi non faccia media.
Deve però penalizzare il risultato finale, anche nel caso in cui venisse recuperato, non fosse altro che per abituare i ragazzi alla vita reale, dove i tempi di consegna dei propri lavori hanno la loro importanza.
Chiaramente nella valutazione finale devo tenere conto di tutto e gli studenti devono essere consapevoli che l'anno scolastico comprendedue quadrimestri, no solo gli ultimi mesi di scuola. Ma se penalizzare il risultato finale (per uno studente che ha recuperato il debito del 1° quadrimestre) che, per ipotesi, è un 6, significherebbe scendere al di sotto della sufficienza e lasciare il debito finale allo studente, allora non lo penalizzo, ma gratifico con un risultato più alto gli studenti che non avevano debito al 1° e che hanno sempre lavorato nel corso dell'anno.
Roberto_R ha scritto:

Comunque stiamo parlando di fatine e puffi; non siamo noi che decidiamo come debba essere impostata la scuola.
Non è proprio vero che stiamo parlando a livello "fantasioso e fiabesco", il momento della valutazione è nostro, lo gestiamo noi con i criteri che riteniamo più adeguati e che abbiamo esplicitato nella nostra programmazione...qiundi è un momento molto serio, importante e reale. Certo la nostra, in Cdc, sarà solo una proposta di voto e qui, con i vari voti di consiglio e con l'uso del "lievito" sui voti, la serietà della valutazione, va, ancora una volta, a farsi benedire e allora si che si parla di fatine, puffi, ma anche orchi e streghe....la "fantasia "dei colleghi che cercano di giustificare e motivare l'utilizzo del "lievito" che magicamente trasforma un 2 o un 3 in una sufficienza, è impressionante!!!
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 6:58 pm

Ale78 ha scritto:
Essere un insegnante "buono" non significa affatto essere un buon insegnante
Giro la frittata: essere un insegnante "stronzo" non significa affatto essere un buon insegnante!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 8:13 pm

Ire ha scritto:
Poi certo, nel mio ruolo di donna, quando vedo un ragno mi metto a gridare come una ossessa, nel mio ruolo di mamma tocca pure che prendo la carta e lo elimino ;-)

E se non è vero che hai paura dei ragni (perché quando c'è bisogno davvero prendi la carta e ti muovi)... per quale motivo dovresti compiacerti di recitare la sceneggiata dell'urlo da ossessa, solo perchè sei donna?

Lisa
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8313
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 8:25 pm

No no, non mi compiaccio, mi lascio andare a quella che è la mia risposta istintiva a quegli schifosissimi animaletti.

Poi invece quando i miei figli hanno bisogno di me, per evitare che pure loro abbiano quell'assurda reazione, mi faccio forza e agisco. Con una fatica immane e i brividi per tutta la giornata.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 8:34 pm

Ok, ma perché pensi che sia un ruolo specifico da donna?
E' questo che mi inquieta!

Io ho la stessa reazione tua, ad esempio, sulle cavallette... ovvero non mi fanno nessuna paura, ma solo un profondissimo schifo, ma razionalmente lo so benissimo che non fanno nulla di male e che non c'è nessun bisogno di temerle. Per cui, se dipende da me le evito con raccapriccio girando a svariati metri di distanza (ma senza strillare, in realtà)... ma quando mi è capitato di avere a che fare con qualcuno che le temeva davvero, ed era veramente paralizzato dalla fifa, mi sono fatta avanti, ho preso la scopa e le ho buttate fuori io!

Solo che non penso affatto che sia una reazione che fa parte del ruolo naturale di una donna, tutto lì. E' una reazione individuale mia, che potrebbe essere identica anche per un uomo...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8313
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 8:51 pm

ah, certo. Solo che io non posso dire nel mio ruolo di uomo!! ;-)

intendevo che come roberto parlava di "nostro ruolo di genitori e nostro ruolo di insegnanti"

io ho un ruolo di mamma e uno di donna :-D
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Roberto_R



Messaggi : 2654
Data d'iscrizione : 15.08.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 9:02 pm

paniscus ha scritto:
Ok, ma perché pensi che sia un ruolo specifico da donna?
E' questo che mi inquieta!

Io ho la stessa reazione tua, ad esempio, sulle cavallette... ovvero non mi fanno nessuna paura, ma solo un profondissimo schifo, ma razionalmente lo so benissimo che non fanno nulla di male e che non c'è nessun bisogno di temerle. Per cui, se dipende da me le evito con raccapriccio girando a svariati metri di distanza (ma senza strillare, in realtà)... ma quando mi è capitato di avere a che fare con qualcuno che le temeva davvero, ed era veramente paralizzato dalla fifa, mi sono fatta avanti, ho preso la scopa e le ho buttate fuori io!

Solo che non penso affatto che sia una reazione che fa parte del ruolo naturale di una donna, tutto lì. E' una reazione individuale mia, che potrebbe essere identica anche per un uomo...

Lo è; io sono un uomo e con i ragni me la faccio sotto.
Le mamme (ed anche i papà) hanno una marcia in più.
Ricordate la mamma che correva verso lo tsunami per recuperare il figlio mentre tutti correvano in direzione opposta ?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8313
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 9:09 pm

andiamo OT alla grande, ma il tema è di quelli appassionanti: sono solo le mamme e i papà quelli che hanno una marcia in più, o tutti quelli che sono investiti di responsabilità nei confronti di altre persone?

Pensiamo alle maestre in america durante gli attacchi dei killer nelle scuole
pensiamo ai vigili del fuoco
a tutte quelle persone che danno per gli altri senza pensare a se stesse.

Sarà la stessa marcia in più?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Roberto_R



Messaggi : 2654
Data d'iscrizione : 15.08.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Dom Feb 03, 2013 9:23 pm

Ire ha scritto:
andiamo OT alla grande, ma il tema è di quelli appassionanti: sono solo le mamme e i papà quelli che hanno una marcia in più, o tutti quelli che sono investiti di responsabilità nei confronti di altre persone?

Pensiamo alle maestre in america durante gli attacchi dei killer nelle scuole
pensiamo ai vigili del fuoco
a tutte quelle persone che danno per gli altri senza pensare a se stesse.

Sarà la stessa marcia in più?
Per le maestre si, per i vigili del fuoco no; loro sono professionisti del coraggio, tanto di cappello per carità, ma è il loro mestiere, sono addestrati ed equipaggiati.
Non voglio neanche paragonare il coraggio contro i ragni (che fa ridere) con quello delle maestre.
Quelle maestre sono sante laiche, sante e martiri.
Tornare in alto Andare in basso
MonicaGuido



Messaggi : 506
Data d'iscrizione : 13.01.11

MessaggioOggetto: Re: Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari   Mar Feb 05, 2013 2:30 pm

Purtroppo la preside non vuoole sentire parlare di allievi difficili. Secondo lei se i ragazzi sono ingestibili siamo noi insegnanti a dover cambiare lavoro. IO sono per il 6 di condotta in certi casi, ma lei non vuole darli e non vuole neanche note sul registro... Come posso fare?
Tornare in alto Andare in basso
 
Insegnanti che usano il voto negativo per punire mancanze disciplinari
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» istologico negativo
» Il ciclo non arriva ma il test è negativo
» EmbryoGen e EmbryoGlue qualcuna li ha usati?
» stik ovulazione persona sempre negativo
» 10 giorni dopo il transfer il stick NEGATIVO .....

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: