Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Mer Mar 06, 2013 7:50 pm

C'è in seconda un ragazzo "difficile". Lui in quella scuola non ci vuole stare. Vorrebbe andare al liceo, non all'ITI e sta scientificamente mettendo in atto ogni strategia per fare in modo che i genitori, sordi alle sue richieste, lo tolgano dalla scuola. Così brutti voti, note, richiami, cacciate dalla classe, urlate dal preside non solo non sortiscono alcun effetto, addirittura mi sembra lo facciano contento. Spera che richiamiamo i genitori (cosa già fatta) chissà che lo levino da quella scuola in cui non sta bene. In classe non si riesce a lavorare. Continua a chiacchierare, indifferente ai richiami. Fa versi, parla anche da solo, sberleffi, insulta i compagni. Di una professoressa ha detto "morirà pure lei". Molti di noi hanno perso la pazienza. Anche io, ad un certo punto. E ho visto che non ho fatto altro che fomentare ulteriormente i suoi comportamenti. Il libro non lo apre, non fa nulla.
Ho seguito i consigli della mitica prof. Milani.
Lo ho chiamato fuori per parlargli in separata sede. Gli ho detto che io ero lì per aiutarlo, perchè è uno in gamba, e che però se lui non voleva essere aiutato non potevo certo obbligarlo, ma che speravo tanto che lui me lo lasciasse fare. Gli ho anche detto che però non avrei accettato, perchè non era giusto, che lui mancasse di rispetto a me o ai suoi compagni che vogliono ascoltare. Lui ha risposto solo "tanto non cambia niente".
La volta successiva era un po' più tranquillo, ma non troppo. Io non ho accettato provocazioni, ho finto di non sentire qualche commento, ad altri ho risposto con pacatezza. Tipo quando ha detto che sono antipatica, gli ho risposto che mi dispiaceva perchè lui invece a me è simpatico. La lezione è andata via abbastanza liscia, ma quello che era vicino a lui ha cominciato a parlare anche lui. Alla fine della lezione ho avvisato la classe che avevo detto a lui che se non voleva studiare non potevo obbligarlo, ma che chi non vuole ascoltare deve spostarsi con il banco a lato della porta per non disturbare gli altri. Ovviamente (o per fortuna) nessuno ha avuto il coraggio di spostarsi, la lezione è filata liscia e a un certo punto il ragazzo in questione ha ADDIRITTURA cominciato a guardare il libro. Insomma, un po' di tolleranza ha contenuto la cosa.
Il problema ora però è un altro. Questa tolleranza verso di lui ha fatto sì che un altro paio di ragazzi si siano messi a parlare. Ovviamente non posso richiamare loro e l'altro no. Come me la cavo ora? Avete suggerimenti per la prossima mossa?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Mer Mar 06, 2013 9:58 pm

ma perchè i genitori non lo mandano al liceo?
Forse una questione di possibilità economiche?

Mi sembra pazzesco: un ragazzo vuole andare al liceo e i genitori lo negano?
Se il problema è che sanno che non riusciranno a mantenerlo all'università, che gli facciano un bel discorso del tipo:
noi ti possiamo mantenere 5 anni, dopo te la vedrai tu, lavorerai e studierai, farai quello che vorrai, noi purtroppo riusciamo ad arrivare qui.

Ma obbligare un ragazzo ad una scuola che non gli piace è ...... assurdo.

ora penso un attimo a se mi viene qualche idea per gli altri tuoi "problemi"
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
MonicaGuido



Messaggi : 506
Data d'iscrizione : 13.01.11

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 2:08 pm

Perché non provi a sottoporre il problema ai colleghi, al Ds e magari potete decidere di convocare i genitori del ragazzo per riuscire a farli ragionare.
A mio parere però se si comportasse meglio otterrebbe di più. Al liceo questi comportamenti sono ancora meno ammessi.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 3:29 pm

Guarda Tabeta, per me sei giá stata brava, molto brava a gestire questa situazione. Devi andare avanti, sulla stessa linea, nella convinzione che 'giustizia non è dare a tutti la stessa cosa, ma a ognuno ciò di cui ha bisogno'. Hai ragione, è una partita a scacchi: non mollare! ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 4:00 pm

certo che tabeta è stata bravissima. Anche, se, Valerie, non è che lei fosse venuta qui a chiedere la nostra approvazione, ma desiderava un consiglio su come affrontare gli altri. Lei ne è convinta che giustizia è dare ad ognuno il suo ma vorrebbe un aiuto per farlo capire ai restanti. :-)

Che le diciamo?

@MonicaGuido, è vero che se si comportasse meglio otterrebbe di più, ma cosa? che i genitori si metterebbero in testa di averlo domato.

Tra di noi, tanto il ragazzino non legge, io se fossi in lui farei anche peggio.


Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 5:08 pm

MonicaGuido ha scritto:
Perché non provi a sottoporre il problema ai colleghi, al Ds e magari potete decidere di convocare i genitori del ragazzo per riuscire a farli ragionare.
A mio parere però se si comportasse meglio otterrebbe di più. Al liceo questi comportamenti sono ancora meno ammessi.

Già fatto. Già parlato. Hanno detto che se studia quest'anno il prossimo lo trasferiscono, ma lui non ci crede. Credo glielo abbiano promesso anche l'anno scorso. Ripete la seconda. Al liceo forse non li avrebbe, questi comportamenti. E' solo un ragazzino intelligente, fragile e molto arrabbiato.
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 5:09 pm

Valerie ha scritto:
Guarda Tabeta, per me sei giá stata brava, molto brava a gestire questa situazione. Devi andare avanti, sulla stessa linea, nella convinzione che 'giustizia non è dare a tutti la stessa cosa, ma a ognuno ciò di cui ha bisogno'. Hai ragione, è una partita a scacchi: non mollare! ;-)
Grazie, ma che fatica. So di aver raggiunto una piccola vittoria, ma non è una posizione stabile. E' troppo intelligente, fra poco sgama la mia strategia.
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 5:11 pm

Ire ha scritto:
certo che tabeta è stata bravissima. Anche, se, Valerie, non è che lei fosse venuta qui a chiedere la nostra approvazione, ma desiderava un consiglio su come affrontare gli altri. Lei ne è convinta che giustizia è dare ad ognuno il suo ma vorrebbe un aiuto per farlo capire ai restanti. :-)

Che le diciamo?

@MonicaGuido, è vero che se si comportasse meglio otterrebbe di più, ma cosa? che i genitori si metterebbero in testa di averlo domato.

Tra di noi, tanto il ragazzino non legge, io se fossi in lui farei anche peggio.



(Speriamo non legga. Magari frequenta il forum per studiare il "nemico" e capire come far saltare i nervi agli insegnanti...)
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 5:12 pm

Ire ha scritto:
ma perchè i genitori non lo mandano al liceo?
Forse una questione di possibilità economiche?

Mi sembra pazzesco: un ragazzo vuole andare al liceo e i genitori lo negano?
Se il problema è che sanno che non riusciranno a mantenerlo all'università, che gli facciano un bel discorso del tipo:
noi ti possiamo mantenere 5 anni, dopo te la vedrai tu, lavorerai e studierai, farai quello che vorrai, noi purtroppo riusciamo ad arrivare qui.

Ma obbligare un ragazzo ad una scuola che non gli piace è ...... assurdo.

ora penso un attimo a se mi viene qualche idea per gli altri tuoi "problemi"
Liceo musicale. Credono sia un capriccio e in città non c'è.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 5:31 pm

Ah, liceo musicale. Non capivo, perché a mio parere un Tecnico Industriale non ha nulla da invidiare a un Liceo Scientifico in quanto a contenuto tecnico-scientifico, c'è molto da lavorare.

Sarà mica che punta a "Amici"?
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 5:36 pm

Non credo. Non mi sembra il tipo. Tutto sommato mi pare più "spirituale".
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16457
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 6:09 pm

Tabeta ha scritto:
Hanno detto che se studia quest'anno il prossimo lo trasferiscono, ma lui non ci crede. Credo glielo abbiano promesso anche l'anno scorso. Ripete la seconda. Al liceo forse non li avrebbe, questi comportamenti. E' solo un ragazzino intelligente, fragile e molto arrabbiato.

Fare i genitori è sempre difficile, ma questi due, a quel che dici, non ne stanno facendo una giusta.
Ammesso che siano in buona fede quando promettono, gli fanno gettar via tre anni per materie d'indirizzo molto specifiche; come pensano che il ragazzo potrebbe recuperare quelle del liceo musicale?
Al posto loro, rifletterei parecchio sulle possibili conseguenze di questo braccio di ferro, e non parlo di quelle scolastiche.
Non saprei consigliarti altre strategie oltre a quelle che hai già adottato, ma capisco la tua preoccupazione, che ti fa onore. :-)
Tornare in alto Andare in basso
Online
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 6:39 pm

Mah, forse più che alle strategie mi dedicherò alla tattica...
Grazie.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 6:58 pm

fradacla ha scritto:
...come pensano che il ragazzo potrebbe recuperare quelle del liceo musicale?....
Probabilmente non lo pensano proprio e con questo "braccio di ferro" portano avanti solo false promesse ("ti trasferirai l'anno prossimo se quest'anno vieni promosso") sperando nel fattio che il figlio cambi idea e continui, quindi, nella scuola che loro genitori hanno scelto per lui, a prescindere da ciò che lui vorrebbe. In una situazione di questo tipo e considerando che tutti gli insegnanti non sono come Tabeta che ritengo ammirevole, il destino di questo studente è il fallimento per colpa dei genitori!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 8:50 pm

Scusate un attimo, però: fermo restando che i genitori hanno sbagliato a monte, e che avrebbero dovuto dargli un po' più di fiducia molto prima... ma ADESSO, dopo due anni (anzi, tre), un minimo di attenuante gliela darei, se sono critici contro l'idea del cambio di corso.

In altri termini, se veramente il ragazzo dimostra di non fare nulla, di non aprire libro, e va male praticamente in tutte le materie (e non sono in quelle specialistiche), cosa penserebbe di ottenere cambiando scuola?

Potrei caldeggiare appassionatamente il cambio, se questo ragazzo avesse risultati negativi solo in fisica, in chimica, in disegno tecnico e nelle altre materie caratterizzanti di indirizzo, ma se la cavasse bene in quelle di cultura generale.

Ma se non fa nulla nemmeno in italiano, in storia, in inglese, in matematica, in scienze naturali, e si becca sfilze di insufficienze gravi anche in quelle, che cosa si aspetta di ottenere andando in un liceo? O in generale, andando in qualsiasi altra scuola, dove quelle stesse materie se le ritroverebbe tali e quali?

Io e ho avuti tanti, ma veramente tanti, di alunni di prima e di seconda che andavano male in quasi tutte le materie, comprese quelle assolutamente generali (e che andavano male sostanzialmente perché non aprivano libro), che hanno cominciato a dire che "si trovavano male" e che "l'ambiente non gli piaceva", e che quindi hanno cambiato scuola sperando che miracolosamente le sfilze di 3 e di 4 diventassero 6 o 7 per il solo fatto di trovarsi in un ambiente che gradivano di più... ma che poi si sono fatti prontamente bocciare anche nella nuova scuola!

Questi ragazzi devono capire che, anche nella scuola "che ti piace di più", se non fai assolutamente niente, ti bocciano anche lì!

L.

Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 9:26 pm

Non credo sia questione di materie.

Se non gli piace questa scuola e soprattutto se è arrabbiato con i genitori, non fa nessuna materia per protesta.

E, ripeto, fa quello che farei io, o che avrei fatto io alla sua età.

Genitori che gli promettono e poi non mantengono non sono nemmeno da prendere in considerazione.

Alla sua età avrei fatto quello, adesso magari gli suggerirei che visto che comunque c'è, cerchi di fare bene, prenda questo benedetto diploma di cui non gli interessa nulla ma che gli serve ad arrivare alla maggiore età sfruttando bene il tempo.

Dopo....... non potranno mica obbligarlo.
Purtroppo non avrà vita semplice ma se il suo interesse per la musica è molto forte, con il suo diploma in mano potrà studiare quello che vuole e lasciare i genitori con un palmo di naso, visto che guadagnerà.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 9:41 pm

giovanna onnis ha scritto:
fradacla ha scritto:
...come pensano che il ragazzo potrebbe recuperare quelle del liceo musicale?....
Probabilmente non lo pensano proprio e con questo "braccio di ferro" portano avanti solo false promesse ("ti trasferirai l'anno prossimo se quest'anno vieni promosso") sperando nel fattio che il figlio cambi idea e continui, quindi, nella scuola che loro genitori hanno scelto per lui, a prescindere da ciò che lui vorrebbe. In una situazione di questo tipo e considerando che tutti gli insegnanti non sono come Tabeta che ritengo ammirevole, il destino di questo studente è il fallimento per colpa dei genitori!

Però adesso non esagerate. Se mi interrogo sul come fare è anche per la tranquillità del resto della classe e pure mia! Non sono Madre Teresa.
Sulla questione genitori non ho molti elementi per valutare. La cosa certa è che non si può obbligare un ragazzo a fare una scuola che non vuole fare.
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 9:47 pm

paniscus ha scritto:
Scusate un attimo, però: fermo restando che i genitori hanno sbagliato a monte, e che avrebbero dovuto dargli un po' più di fiducia molto prima... ma ADESSO, dopo due anni (anzi, tre), un minimo di attenuante gliela darei, se sono critici contro l'idea del cambio di corso.

In altri termini, se veramente il ragazzo dimostra di non fare nulla, di non aprire libro, e va male praticamente in tutte le materie (e non sono in quelle specialistiche), cosa penserebbe di ottenere cambiando scuola?


Sì, ma lui non va male perché non ci arriva o non ha voglia di impegnarsi. Ho l'impressione che stia deliberatamente sabotando l'anno scolastico. Non disturba come fanno gli altri, chiacchierando. Disturba persino parlando da solo pur di disturbare. In italiano va male, non apre libro, ma la docente ha scoperto che scrive poesie...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 9:51 pm

Quindi, alla fine, parliamo di lui perchè tutte consideriamo in maniera negativa la scelta di questi genitori, ma nessuna è in grado di aiutarti per la tranquillità in classe. :-(

La tolleranza anche con gli altri, è fuori discussione?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 9:56 pm

La tolleranza anche con gli altri è per il momento quello che faccio. Ma avevo fatto una bella fatica a ottenere un minimo di disciplina in quella prima ora diventata seconda. Sembra che abbiano detto a un altra insegnante che stanno buoni solo con me e con la docente di matematica. A me pare strano, sinceramente, non li vedo così compiti. Però i livelli sono accettabili. Non vorrei buttare tutto alle ortiche... Per il momento continuo così, vediamo che succede. Ma se vi viene in mente qualcosa...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 9:57 pm

Appunto, ma vogliamo almeno provare a far passare al ragazzo il messaggio che anche a lui è richiesto un minimo di impegno, o almeno di rispetto per gli altri? E in particolare, che il mettersi a disturbare l'apprendimento degli altri solo perché lui ritiene di essere stato vittima di un'ingiustizia, NON E' ACCETTABILE e lo fa passare automaticamente dalla parte del torto?

Oppure vogliamo arrivare a sostenere che, siccome lui ha subito un torto, allora ha il diritto di sfogarsi sugli altri, ed è giusto che ne facciano le spese decine di compagni che non hanno alcuna colpa della cosa, che in quella scuola si trovano bene, e che vorrebbero semplicemente imparare qualcosa senza essere disturbati?

L.
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 10:00 pm

paniscus ha scritto:
Appunto, ma vogliamo almeno provare a far passare al ragazzo il messaggio che anche a lui è richiesto un minimo di impegno, o almeno di rispetto per gli altri? E in particolare, che il mettersi a disturbare l'apprendimento degli altri solo perché lui ritiene di essere stato vittima di un'ingiustizia, NON E' ACCETTABILE e lo fa passare automaticamente dalla parte del torto?

Oppure vogliamo arrivare a sostenere che, siccome lui ha subito un torto, allora ha il diritto di sfogarsi sugli altri, ed è giusto che ne facciano le spese decine di compagni che non hanno alcuna colpa della cosa, che in quella scuola si trovano bene, e che vorrebbero semplicemente imparare qualcosa senza essere disturbati?

L.
Ma guarda che è quello che gli ho detto... Ed è quella la maggiore preoccupazione.
Se io sono attualmente tollerante è solo perchè mi sto rendendo conto che così lui si limita, si stufa di provocare, per così dire. Quando reagiamo, lui si infiamma come una torcia.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 11:23 pm

In ogni caso, trovo assolutamente diseducativa la prospettiva di "cedere" alle richieste del ragazzo per sfinimento, solo perché ha scelto deliberatamente di sabotare l'intero anno scolastico (non solo per sé, ma anche disturbando e danneggiando gli altri) finché non viene accontentato.

Sarò dura e cinica, ma a me sembra una forma di ricatto, e non credo che debba essere incoraggiata.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Gio Mar 07, 2013 11:40 pm

paniscus ha scritto:
In ogni caso, trovo assolutamente diseducativa la prospettiva di "cedere" alle richieste del ragazzo per sfinimento, solo perché ha scelto deliberatamente di sabotare l'intero anno scolastico (non solo per sé, ma anche disturbando e danneggiando gli altri) finché non viene accontentato.

Sarò dura e cinica, ma a me sembra una forma di ricatto, e non credo che debba essere incoraggiata.

L.

Ma in effetti nessuno ha proposto questa prospettiva... Anzi! Mi pare che tutta la discussione, al contrario, sia su come gestire lui e la classe, neutralizzando le sue intemperanze mirate a farci perdere le staffe, cedere al suoi ricatto e convincere i suoi a ritirarlo. Ti assicuro che sarebbe molto più facile. Cosa proponi?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.   Ven Mar 08, 2013 10:36 am

si può proporre di picchiare i genitori?


No eh?

ritiro!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
Ragazzo difficile, sembra una partita a scacchi.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» A volte, come oggi, mi sembra di vivere un sogno
» Una decisione davvero difficile.....
» pronti per vedere la partita ............fotza italia
» transfert difficile
» mi sembra di vivere la vita di un' altra

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: