Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Prima volta su sostegno

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
tilly



Messaggi : 828
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Prima volta su sostegno   Sab Feb 05, 2011 3:19 pm

Salve a tutti
Io ho sempre lavorato sulla mia disciplina alle superiori , non sono mai stata chiamata sul sostegno .
E' successo ora da salvaprecari per la prima volta ,comincio lunedi una supplenza in una scuola media di 9 ore settimanali .
Come comprenderete mi trovo un po' a disagio ,e piuttosto che rispolverare i contenuti teorici del corso svolto qualche anno fa, riterrei piu' opportuno avere qualche vostro prezioso consiglio sulle prime mosse pratiche da fare ,per poter entrare, nel migliore dei modi, in quest'ancor piu' importante ruolo con tutte le responsabilita'del caso .
Grazie a chi vorra' rispondere
Tornare in alto Andare in basso
kiah



Messaggi : 657
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: Prima volta su sostegno   Sab Feb 05, 2011 4:24 pm

eh ma dipende dai casi che seguirai.. la prima cosa che mi viene da consigliarti è di cercare di instaurare una rapporto di fiducia, empatico con chi seguirai. non dare mai l'idea che gli sbagli che fanno siano gravi, premia sempre con un complimento e un incoraggiamento ogni piccolissimo miglioramento. devi essere proonta a scendere a compromessi, e a spiegare perchè decidi di fare una certa cosa, in mod che i tuoi alunni capiranno il perchè decidi di fare certe cose.
Tornare in alto Andare in basso
tilly



Messaggi : 828
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: Prima volta su sostegno   Mar Feb 08, 2011 9:36 am

kiah ha scritto:
eh ma dipende dai casi che seguirai.. la prima cosa che mi viene da consigliarti è di cercare di instaurare una rapporto di fiducia, empatico con chi seguirai. non dare mai l'idea che gli sbagli che fanno siano gravi, premia sempre con un complimento e un incoraggiamento ogni piccolissimo miglioramento. devi essere proonta a scendere a compromessi, e a spiegare perchè decidi di fare una certa cosa, in mod che i tuoi alunni capiranno il perchè decidi di fare certe cose.
Grazie kiah.
Tornare in alto Andare in basso
kiah



Messaggi : 657
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: Prima volta su sostegno   Mar Feb 08, 2011 4:41 pm

se ci puoi dare qualche altro dettaglio, saò lieta di aiutarti.
Tornare in alto Andare in basso
tilly



Messaggi : 828
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: Prima volta su sostegno   Mer Feb 09, 2011 10:04 am

kiah ha scritto:
se ci puoi dare qualche altro dettaglio, saò lieta di aiutarti.

purtroppo ho perso la supplenza ,inutile stare a tediarvi con i motivi di cio' ,e' andata cosi'...ma faro' tesoro di quello che mi hai detto, e la prossima volta approfondiremo.grazie
Tornare in alto Andare in basso
Emytango



Messaggi : 337
Data d'iscrizione : 03.12.10

MessaggioOggetto: Re: Prima volta su sostegno   Mer Feb 09, 2011 3:17 pm

tilly ha scritto:
Salve a tutti
Io ho sempre lavorato sulla mia disciplina alle superiori , non sono mai stata chiamata sul sostegno .
E' successo ora da salvaprecari per la prima volta ,comincio lunedi una supplenza in una scuola media di 9 ore settimanali .
Come comprenderete mi trovo un po' a disagio ,e piuttosto che rispolverare i contenuti teorici del corso svolto qualche anno fa, riterrei piu' opportuno avere qualche vostro prezioso consiglio sulle prime mosse pratiche da fare ,per poter entrare, nel migliore dei modi, in quest'ancor piu' importante ruolo con tutte le responsabilita'del caso .
Grazie a chi vorra' rispondere

Ciao, per esperienza posso dirti che è davvero importante avere un atteggiamento positivo e propositivo ma anche umile:
1) ascolta e fai domande su ogni dubbio, ai colleghi sull'alunno, sull'organizzazione scolastica, orari, ogni cosa ti viene in mente e annota su una agenda: non ti preoccupare, dì pure che è la tua prima esperienza e fai domande, non sembrerai stupida, anzi, una docente che vuole crescere....
2)sorridi, sii disponibile e se hai dubbi sui compiti assegnati a te, se è giusto chiedere a te, chiedi e poi a casa , comunque, documentati con le leggi, perchè disonibili sì, ma consapevoli dei diritti, oltre che dei doveri..anche!!
3) Chiedi in segreteria di vedere la documentazione dell'alunno ( diagnosi funzionale, pdf, pei e progetto annuale per l'anno successivo fatto l'anno scorso( piano integrazione annuale).se non puoi fare fotocopie, che non si può, prendi appunti, più che puoi)
4) Chiedi ai colleghi i quaderni dell'anno scorso per vedere cosa ha fatto l'alunno
5) Annota sulla tua agenda i recapiti telefonici dell'alunno, perchè non si sa mai, un'urgenza , il registro che non si trova, che so......
6) Documentati sul caso, sia a casa ( libri, internet)che tramite libri e materiali vari che sono a a scuola. Più sai, più agisci.
7) Non puoi pretendere di sapere subito come muoverti con l'alunno: osservalo molto, prendi appunti su come parla, come si muove, cosa dice se provocato o interpellato, come si relaziona, etc.....
Auguri a te e a entrambi, ciao!Non aver paura, si cresce affrontando giorno per giorno tutto, e insegnanti di sostegno si impara anche a esserlo, mettici cuore e tanta volontà...
Tornare in alto Andare in basso
Emytango



Messaggi : 337
Data d'iscrizione : 03.12.10

MessaggioOggetto: Re: Prima volta su sostegno   Mer Feb 09, 2011 3:18 pm

tilly ha scritto:
kiah ha scritto:
se ci puoi dare qualche altro dettaglio, saò lieta di aiutarti.

purtroppo ho perso la supplenza ,inutile stare a tediarvi con i motivi di cio' ,e' andata cosi'...ma faro' tesoro di quello che mi hai detto, e la prossima volta approfondiremo.grazie

Peccato, vale per la prossima volta, auguri!
Tornare in alto Andare in basso
tilly



Messaggi : 828
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: Prima volta su sostegno   Gio Feb 10, 2011 9:07 am

Emytango ha scritto:
tilly ha scritto:
Salve a tutti
Io ho sempre lavorato sulla mia disciplina alle superiori , non sono mai stata chiamata sul sostegno .
E' successo ora da salvaprecari per la prima volta ,comincio lunedi una supplenza in una scuola media di 9 ore settimanali .
Come comprenderete mi trovo un po' a disagio ,e piuttosto che rispolverare i contenuti teorici del corso svolto qualche anno fa, riterrei piu' opportuno avere qualche vostro prezioso consiglio sulle prime mosse pratiche da fare ,per poter entrare, nel migliore dei modi, in quest'ancor piu' importante ruolo con tutte le responsabilita'del caso .
Grazie a chi vorra' rispondere

Ciao, per esperienza posso dirti che è davvero importante avere un atteggiamento positivo e propositivo ma anche umile:
1) ascolta e fai domande su ogni dubbio, ai colleghi sull'alunno, sull'organizzazione scolastica, orari, ogni cosa ti viene in mente e annota su una agenda: non ti preoccupare, dì pure che è la tua prima esperienza e fai domande, non sembrerai stupida, anzi, una docente che vuole crescere....
2)sorridi, sii disponibile e se hai dubbi sui compiti assegnati a te, se è giusto chiedere a te, chiedi e poi a casa , comunque, documentati con le leggi, perchè disonibili sì, ma consapevoli dei diritti, oltre che dei doveri..anche!!
3) Chiedi in segreteria di vedere la documentazione dell'alunno ( diagnosi funzionale, pdf, pei e progetto annuale per l'anno successivo fatto l'anno scorso( piano integrazione annuale).se non puoi fare fotocopie, che non si può, prendi appunti, più che puoi)
4) Chiedi ai colleghi i quaderni dell'anno scorso per vedere cosa ha fatto l'alunno
5) Annota sulla tua agenda i recapiti telefonici dell'alunno, perchè non si sa mai, un'urgenza , il registro che non si trova, che so......
6) Documentati sul caso, sia a casa ( libri, internet)che tramite libri e materiali vari che sono a a scuola. Più sai, più agisci.
7) Non puoi pretendere di sapere subito come muoverti con l'alunno: osservalo molto, prendi appunti su come parla, come si muove, cosa dice se provocato o interpellato, come si relaziona, etc.....
Auguri a te e a entrambi, ciao!Non aver paura, si cresce affrontando giorno per giorno tutto, e insegnanti di sostegno si impara anche a esserlo, mettici cuore e tanta volontà...

Ho stampato quello che hai scritto,e sono sicura che a breve mi servira' .Complimenti credo che tu sia un ottima insegnante .grazie
Tornare in alto Andare in basso
Emytango



Messaggi : 337
Data d'iscrizione : 03.12.10

MessaggioOggetto: Re: Prima volta su sostegno   Sab Feb 12, 2011 8:33 am

tilly ha scritto:
Emytango ha scritto:
tilly ha scritto:
Salve a tutti
Io ho sempre lavorato sulla mia disciplina alle superiori , non sono mai stata chiamata sul sostegno .
E' successo ora da salvaprecari per la prima volta ,comincio lunedi una supplenza in una scuola media di 9 ore settimanali .
Come comprenderete mi trovo un po' a disagio ,e piuttosto che rispolverare i contenuti teorici del corso svolto qualche anno fa, riterrei piu' opportuno avere qualche vostro prezioso consiglio sulle prime mosse pratiche da fare ,per poter entrare, nel migliore dei modi, in quest'ancor piu' importante ruolo con tutte le responsabilita'del caso .
Grazie a chi vorra' rispondere

Ciao, per esperienza posso dirti che è davvero importante avere un atteggiamento positivo e propositivo ma anche umile:
1) ascolta e fai domande su ogni dubbio, ai colleghi sull'alunno, sull'organizzazione scolastica, orari, ogni cosa ti viene in mente e annota su una agenda: non ti preoccupare, dì pure che è la tua prima esperienza e fai domande, non sembrerai stupida, anzi, una docente che vuole crescere....
2)sorridi, sii disponibile e se hai dubbi sui compiti assegnati a te, se è giusto chiedere a te, chiedi e poi a casa , comunque, documentati con le leggi, perchè disonibili sì, ma consapevoli dei diritti, oltre che dei doveri..anche!!
3) Chiedi in segreteria di vedere la documentazione dell'alunno ( diagnosi funzionale, pdf, pei e progetto annuale per l'anno successivo fatto l'anno scorso( piano integrazione annuale).se non puoi fare fotocopie, che non si può, prendi appunti, più che puoi)
4) Chiedi ai colleghi i quaderni dell'anno scorso per vedere cosa ha fatto l'alunno
5) Annota sulla tua agenda i recapiti telefonici dell'alunno, perchè non si sa mai, un'urgenza , il registro che non si trova, che so......
6) Documentati sul caso, sia a casa ( libri, internet)che tramite libri e materiali vari che sono a a scuola. Più sai, più agisci.
7) Non puoi pretendere di sapere subito come muoverti con l'alunno: osservalo molto, prendi appunti su come parla, come si muove, cosa dice se provocato o interpellato, come si relaziona, etc.....
Auguri a te e a entrambi, ciao!Non aver paura, si cresce affrontando giorno per giorno tutto, e insegnanti di sostegno si impara anche a esserlo, mettici cuore e tanta volontà...

Ho stampato quello che hai scritto,e sono sicura che a breve mi servira' .Complimenti credo che tu sia un ottima insegnante .grazie


Ci provo, auguri!
Tornare in alto Andare in basso
tilly



Messaggi : 828
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: Prima volta su sostegno   Lun Apr 04, 2011 11:49 am

E' successo , ho cominciato stamane a lavorare sul sostegno in una prima media,ho 9 ore settimanali.Il ragazzo e' molto tenero e tranquillo la sua patologia purtroppo e' piuttosto grave :paralisi cerebrale ,segue la differenziata e,la collega che ha il ragazzo le restanti 9 ore mi ha spiegato che di solito lavora sui libri delle elementari .comunque e' un ragazzino socievole sia con me che con i compagni ,non riesce a scrivere per problemi motori ,e quindi oggi ho provato a fargli comporre delle figure molto semplici con il metodo dei puntini e,devo dire ,che c'e' riuscito con grande soddisfazione mia e sua .
Ho tenuto a mente tutto cio' che mi hai scritto e quindi, con umilta',sono anche riuscita a non apparire troppo a disagio.
Qualcuno di voi ha lavorato su questo tipo di patologia?
Se mi vorrete dare consigli (ad es:idee su cosa proporgli ) sono sempre graditi.
Tornare in alto Andare in basso
Emytango



Messaggi : 337
Data d'iscrizione : 03.12.10

MessaggioOggetto: Indaga bene   Mar Apr 05, 2011 2:14 pm

Ciao, dalle info che hai dato presumo che cammina, sente, parla...Giusto?
Se è così, perchè non provi a coinvolgero con la musica? Il ritmo è molto importante, insegna molto, prepara anche alla scrittura se unito ad esercizi motori di accompagnamento.Il fatto che riesa a fare dei puntini è positivo, quindi un minimo di articolazione motoria , di motricità fine l'ha, no? Impugna bene la matita? E la memoria com'è?
MEMORIA DI FIGURE E COLORI?
IN BOCCA AL LUPO:)
Tornare in alto Andare in basso
tilly



Messaggi : 828
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: Prima volta su sostegno   Mar Apr 05, 2011 5:47 pm

Emytango ha scritto:
Ciao, dalle info che hai dato presumo che cammina, sente, parla...Giusto?
Se è così, perchè non provi a coinvolgero con la musica? Il ritmo è molto importante, insegna molto, prepara anche alla scrittura se unito ad esercizi motori di accompagnamento.Il fatto che riesa a fare dei puntini è positivo, quindi un minimo di articolazione motoria , di motricità fine l'ha, no? Impugna bene la matita? E la memoria com'è?
MEMORIA DI FIGURE E COLORI?
IN BOCCA AL LUPO:)
Ciao emitango,si cammina sente e parla ovviamente a modo suo,per quanto riguarda la matita la tiene male e ha difficolta' motorie, nel senso che fa movimenti troppo larghi e a scatti ,per questo gli ho disegnato dei puntini da congiungere tra loro per formare figure ,insegnando io materie artistiche forse potrei puntare su questo ,anche se mi ha detto che non gli piace disegnare ,l'idea della musica mi piace molto ,ma in che modo posso usarla ? ,facendogli ascoltare canzoni?Da quanto ho capito esce raramente dalla classe ,anche perche' sta bene con i suoi compagni che sono molto carini con lui e lui non infastidisce nessuno .Devo dire che come primo caso sono stata fortunatissima .Solo che secondo me c'e' tanto altro da tirare fuori da questo ragazzino e non so se ci hanno provato sul serio ..oddio non e' che voglio ergermi adesso fresca fresca arrivata a giudice del lavoro altrui ,dico solo che si potrebbe fare molto secondo il mio modestissimo parere ,posso anche sbagliare visto che l'ho osservato per troppo poco tempo
Ma per proporre qualche iniziativa ,qualcosa da fargli fare che magari prevede l'uscita dalla classe con chi devo parlare? con la coordinatrice del sostegno? e anche con la collega che ha le restanti 9 ore?o posso farlo e basta ?
grazie per la tua precedente risposta e crepi il lupo.
Tornare in alto Andare in basso
Emytango



Messaggi : 337
Data d'iscrizione : 03.12.10

MessaggioOggetto: Re: Prima volta su sostegno   Sab Apr 09, 2011 2:03 pm

Ciao, in quanto alla musica posso solo dirti che esistono dei sussidi didattici ad hoc che , se sei fortunata, e almeno in parte, qualcosa, puoi trovare a scuola( esiste una biblioteca per gli alunni con disabilità? E una mediateca?) Poi, puoi cercare su internet, ci sono programmi da scaricare gratis per la didattica per i disabili ( fai ricerca libera con google e trovi!:)
Gli alunni possono uscire dall'aula, certo, purchè ciò sia scritto nel P.E.P ( chiamato da molti P.E.I), COME VOCE CHE SPECIFICA CHE SONO PREVISTE ATTIVITà INDIVIDUALIZZATE fuori dell'aula, perchè a seconda dei casi si può e si deve fare, anche solo 20 minuti ( pensa ad alunni con handicap gravi). Nella tua scuola c'è l'aula attrezzata, anche per la musica, per alunni detti , in gergo breve e da alcune scuole, alunni h?
Tutte le domande che hai , i dubbi, chiedi tutto , all'insegnante referente per l'integrazione degli alunni disabili. Lui è il coordinatore e sa le cose......
In bocca al lupo!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Prima volta su sostegno   Mar Apr 12, 2011 5:55 pm

Posso darti un consiglio? Ho pochi di servizio ma una cosa te la dico seriamente e sinceramente:
Non farti mettere in piedi in testa dai colleghi, e ricordati sempre che vali quanto loro, il tuo voto nel consiglio di classe vale uno come il loro. Troverai colleghi disponibili e intelligenti, vere risorse per i ragazzi con deficit, ma troverai anche colleghi che non comprendono la diversità e sottovalutano il ruolo del sostegno. In questo caso è necessaria una linea dura, una fermezza assoluta...
Tornare in alto Andare in basso
tilly



Messaggi : 828
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: Prima volta su sostegno   Mar Apr 12, 2011 6:35 pm

Dallolio ha scritto:
Posso darti un consiglio? Ho pochi di servizio ma una cosa te la dico seriamente e sinceramente:
Non farti mettere in piedi in testa dai colleghi, e ricordati sempre che vali quanto loro, il tuo voto nel consiglio di classe vale uno come il loro. Troverai colleghi disponibili e intelligenti, vere risorse per i ragazzi con deficit, ma troverai anche colleghi che non comprendono la diversità e sottovalutano il ruolo del sostegno. In questo caso è necessaria una linea dura, una fermezza assoluta...

Hai proprio ragione ! infatti stavo per scriverlo , gia' ho di questi problemi con un insegnante ,la quale mi tratta da "inferiore"sentendosi in dovere di dirmi in cosa sbaglio ( Lei NON ha la specializzazione SOS). Il primo giorno di lavoro ,mi sembrava opportuno fare una semplice conoscenza con l'alunno e la relativa osservazione della sua patologia ,ad un certo punto esordisce dicendo (davanti a tutta la classe ) : "ma che stai facendo? ,guarda che G. vuole seguire la lezione ,scusa sai ma normalmente qualcosina gliela spiegano !". Da premettere che G. segue la differenziata e lei stava spiegando Omero, non un a cosa da niente.Comunque io cerco di spiegarle che sto facendo conoscenza e osservazione e la cosa finisce li' .
Ho ritenuto poi di doverne parlare con la collega di SOS che ha le restanti 9 ore con il ragazzo e che lo segue fin dall'inizio ...ebbene non si e' meravigliata per niente..mi ha detto che la prof soffre di manie di protagonismo e che piu' volte gia' lei stessa si era lamentata con la dirigente ,inoltre il ragazzo non e' proprio in grado di seguire le lezioni ,quando lei ci ha provato cominciava a "smaniare" innervosendosi infatti quando e' l'ora d'italiano tenta di insegnargli a riconoscere qualche letterina ,anche questo senza successo ,infatti G. non sa ne' leggere ne' scrivere ,insomma mi ha consigliato di parlarne subito anch'io con la preside.
Io ho lasciato perdere ,non volevo gia' il primo giorno mettermi in queste situazioni.
Ieri,sempre la stessa prof addirittura pretendeva di sapere da me se il ragazzo dovesse o no andare in gita e considerava scontato che mi dovessi attivare io per avere i relativi soldi dalla madre ,non so ditemi voi ,forse e'normale ,secondo me magari e' giusto che curi io in modo piu' specifico le relazioni genitori - scuola ,ma che sia un mio obbligo interessarmi dei soldi della gita' ..non so.
Grazie per i tuoi consigli ne gradirei tanti altri
Tornare in alto Andare in basso
Emytango



Messaggi : 337
Data d'iscrizione : 03.12.10

MessaggioOggetto: Umili ma fermi su pochi punti chiari.....   Mer Apr 13, 2011 3:39 pm

Cara collega,
capisco la situazione in cui ti stai trovando perchè anch'io mi sono trovata in situazioni simili .
Purtroppo nel mondo della scuola si creano spesso conflitti o cricche di insegnanti molto amici tra loro che prendono in giro altri colleghi: è la realtà ....non sono tutte rose e fiori. Ci sono tante spine ma il nostro punto fermo è che non dobbiamo farci pungere da queste spine nè far pungere gli alunni diversamente abili..Come? Non voglio dilungarmi troppo , anche perchè la questione è complessa.
Tu sei l'insegnante di sostegno e sei contitolare della classe: come la tua collega anche tu partecipi alla progettazione educativo-didattica di tutti gli alunni, non uno di meno, così come alla valutazione. Tu, però, operi più concretamente: tu osservi in modo specifico, tu prendi appunti, tu stai a contatto con il "tuo" alunno maggiormente, tu hai il compito di sostenerlo con attività differenziate.
CONSIGLI DI SOPRAVVIVENZA:
1) STRINGI DA SUBITO UN BUON RAPPORTO CON I GENITORI ( SE VUOI CONSIGLI poi te li scrivo)
2) Se la collega si rivolge a te in questo modo, non subire ma non rispondere davanti alla classe come fa lei: gli alunni devono restare fuori dalle diatribe tra insegnanti ( cosa che spesso , ahimè non avviene....). Non subire: non rispondi , fai ciò che credi sia giusto in quanto tu sei l'insegnante di sostegno, e poi , con molta calma , a solo, le parli e le spieghi che tu accetti ogni consiglio dato non davanti alla classe, che sei libera di valutarlo e decidere se metterlo in atto, la ringrazi se te li vuole dare ( i consigli cortesi si possono ascoltare, le dici sorridendo e ringraziando).
Non aver paura, di nessuno. Vai a testa alta, sii disponibile , come puoi, ad aiutare anche lei, a poco a poco, offri te stessa a riprova di essere un prezioso aiuto, una risorsa per lei e per tutti gli alunni. Sono cose che avvengono con il passare dei giorni...
3) Iscriviti a un buon sindacato per conoscere bene i tuoi diritti e doveri, specie nel rapporto tra colleghi posto comune e sostegno.

In bocca al lupo, e ricorda che per fare un arcobaleno ci vogliono sia il sole che la pioggia....

Tornare in alto Andare in basso
Emytango



Messaggi : 337
Data d'iscrizione : 03.12.10

MessaggioOggetto: soldi gita   Mer Apr 13, 2011 3:48 pm

Sì, Tilly, spetta a noi parlare della gita con i genitori. Inoltre, gli alunni certificati DI SOLITO non pagano il pullman, solo le visite guidate. Informati con l'insegnante coordinatore dei docenti di sostegno, per ogni dubbio, non solo per le gite. Ciao!:)
Tornare in alto Andare in basso
tilly



Messaggi : 828
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: Prima volta su sostegno   Mer Apr 13, 2011 6:08 pm

Grazie emitango ancora una volta mi sei preziosa.Credo di aver reagito ,proprio come dicevi, in modo dignitoso e cortese.
Beh.. oggi un po' di voglia di rivalsa ce l'ho messa ,non ho potuto fare a meno di sottolinearle la mia professionalita' visto che su quella cercava di colpirmi.
Ti spiego,l'alunno H era assente e lei mi ha fatto notare la cosa quasi alludendo che io fossi "libera"...le ho risposto :- bene oggi lavoriamo insieme facendo potenziamento alla classe ,e cosi' e' stato ,ne e' uscita fuori una bellissima lezione di epica e storia dell'arte (la mia materia).
Poi ne ha fatta un altra ,avevamo un altra ora sia io che lei con la classe ,ma bisognava accompagnare i ragazzi e stare con loro per un progetto di musica ....indovina ...ci sono stata da sola ,lei ha detto esco un attimo..e addio.
Stessa cosa con la prof dell'ora dopo ..praticamente per 2 ore son stata da sola a combattere con alcuni elementi terribili che non avevano alcuna voglia di cantare.
Ciao grazie
Tornare in alto Andare in basso
Emytango



Messaggi : 337
Data d'iscrizione : 03.12.10

MessaggioOggetto: Re: Prima volta su sostegno   Mer Apr 13, 2011 7:56 pm

Di nulla, buon lavoro:)
Tornare in alto Andare in basso
 
Prima volta su sostegno
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» La mia prima volta con lo smalto semipermanente :)
» Prima visita dal ginecologo
» ... ho sentito il suo cuore battere,
» Leggi curiose
» OLTRE 44 ANNI QUINDI 45, 46 ECC CI SIETE RIUSCITE A DIVENTARE MAMME CON OVODONAZIONE?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Andare verso: