Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
bucaneve



Messaggi : 64
Data d'iscrizione : 17.03.13

MessaggioOggetto: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Dom Apr 07, 2013 4:23 pm

Sono una maestra della scuola primaria. In classe prima c'è un bambno che fin da subito da dimostrato difficoltà di apprendimento, segnalata anche dalle maestre dell'infanzia. E' stata attivata la prcedura di segnalazione e i genitori l'hanno portato a visita presso il centro di neuropsichiatria. I genitori, di origine straniera, hanno subito dichiarato che non avrebbero mai accettato un'insegnante di sostegno. La Asl ha redatto una relazione in cui si parla di ritardo del linguaggio secondario al fatto che si tratta di un bambino straniero e si consiglia una nuova visita in seconda classe.Non riuscendo a seguire la programmazione di classe ho provveduto personalmente, dal momento che sono anni che mancano nel Pof della scuola, gli obiettivi minimi,che poi ho fatto approvare dal consiglio di interclasse, ma il bambino mostra di non farcela. Ho chiesto varie volte consiglio al dirigente, il quale dice che se il bambino non riesce nemmeno con gli obiettivi minimi può essere bocciato. Io ho qualche dubbio. Credo che questo alunno, a cui la Asl non ha dato il sostegno(perchè la famiglia ha detto di essere contraria?)abbia bisogno di un piano personalizzato, molto personalizzato, perchè non riesce a scrivere che due o tre lettere dell'alfabeto e riconosce due numeri su 10 e ha problemi molto seri di comprensione. Non è in grado di svolgere nulla da solo.
Un piano personalizzato vuole il benestare della famiglia, che deve essere reso per iscritto, al fine di tutelarsi da eventuali denunce, a cui, tra l'altro queste persone fanno spesso riferimento, anche per i motivi più banali e pensare che il bimbo non sa nemmeno infilarsi il cappotto, ha bisogno di aiuto, che gli viene puntualmente dato.
C'è anche da dire:se esiste la relazione della Asl in cui si dice che il bambino va rivisto l'anno prossimo, a me non sembra che si possa fargli ripetere l'anno, come dice il dirigente scolastico. Che ne dite?
E ancora: come si fa a promuoverlo con 5. È possibile? Che dice la legge in proposito?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Dom Apr 07, 2013 4:53 pm

Possso chiedere da che Paese provengono?

Comunque è giusto che un bambino con un ritardo del linguaggio conseguente alla provenienza non abbia il sostegno. (giusto nella contingenza attuale, non che non servirebbe, per carità).

Non si otterrebbe nemmeno se la famiglia fosse d'accordo.

No, mi fermo qui, per proseguire davvero questo discorso bisognerebbe sapere qualcosa di più sulla famiglia anche se mi sembra siano determinati a non collaborare.

Comunque un bambino che non riesce con gli obbiettivi minimi, soprattutto in assenza di collaborazione con la famiglia, può essere bocciato, anzi, forse per lui è un bene. Il fatto che la Asl dica che lo vuole rivedere il prossimo anno non significa che lo vuole rivedere in seconda ma che lo vuole rivedere ad una età maggiore, quando dovrebbe aver raggiunto una determinata maturazione.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
bucaneve



Messaggi : 64
Data d'iscrizione : 17.03.13

MessaggioOggetto: risposta   Dom Apr 07, 2013 5:08 pm

I genitori sono albanesi e sono in italia da molti anni. Io penso che la Asl abbia emsso una diagnosi generica, tanto per non scrivere che il bambino ha bisogno del sostegno, considerato pure che i genitori non vogliono. Dal momento che fa fede quello che dice la Asl e non quello che vedono ogni giorno le maestre, i giochi sono fatti. Sulla relazione si parla esattamente di ritardo degli apprendimenti scolastici secondario a difficoltà di acculturazione(ma se ha frequentato anche la scuola dell'infanzia in Italia!).
I genitori sono sul piede di guerre per tutto, nonostante la cura con cui il bambino viene seguito.
Tu dici che si possa bocciare. Bisogna proporlo ai genitori. Davanti al preside, è meglio. Con 5 non si può promuovere...
Tornare in alto Andare in basso
Franca334



Messaggi : 128
Data d'iscrizione : 21.03.13

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Dom Apr 07, 2013 5:36 pm

Scusate se mi intrometto, ma sono insegnate e genitrice di un ragazzo con disabilità.
La diagnosi dell'ASL non dico sia casuale, ma viene sempre concordata con i genitori.
In pratica io, che trasferendomi in varie città ho cambiato più volte residenza, mi sono sempre sentita chiedere "Cosa desidera che scriviamo sulla diagnosi? Secondo lei questo va bene? Desidera una diagnosi per cui le venga dato il sostegno o no?"

Ora, non voglio si pensi che i neuropsichiatri siano corrotti o peggio, semplicemente ogni ragazzo è un caso a sé ed è difficile farlo rientrare in una categoria. Ci sono sempre varie diagnosi che possono essere prese in considerazione e spesso un neuropsichiatra propende per una diagnosi, un altro per un'altra.

Tornando al problema della presenza o meno del sostegno, credo che l'importante sia che i genitori sappiano che il bambino senza insegnante di sostegno rischia la bocciatura. Chiarito questo, la decisione spetta comunque a loro. Può darsi che in effetti preferiscano una bocciatura. Il bambino, tra l'altro, è ancora piccolo e può avere senso aspettare prima di richiedere il sostegno.

Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Dom Apr 07, 2013 5:45 pm

Franca, essendo tu mamma di un ragazzo con disabilità hai esperienza diretta di queste situazioni e non mi permetto di contraddirti, per carità.
Posso immaginare che succeda, che gli operatori ASL in certe condizioni siano propensi ad accordarsi con la famiglia per assecondarne i desideri quando questi non siano ritenuti contrari al bene del ragazzo. Penso però che ciò succeda in situazioni come la tua dove c'è la possibilità del confronto.

Sono certa che l'ASL, proprio per la sua "arroganza" istituzionale non sia disposta a cedere davanti a minacce di querele o suggerimenti immotivati quali quelli che potrebbero provenire dalla famiglia di cui stiamo parlando.
Non mi è mai capitato di sentire che qualcuno di loro (operatore ASL) chini la testa e si faccia spaventare.

@bucaneve, certo che bisogna farlo presente ai genitori, non proporlo, è la scuola che decide, affinchè si rendano conto che senza un piano personalizzato (e qui la nota sui bes ci rientra tutta) questo bambino non è pronto ad affrontare la classe successiva. Tutto davanti al ds, tutto verbalizzato. soprattutto la proposta della predisposizione di un PDP.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17789
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Dom Apr 07, 2013 6:32 pm

L'ASL concorda la diagnosi con la famiglia?????
Ma la diagnosi non è legata ad accertamenti specialistici che appunto gli specialisti fanno? Come è possibile concordare questo con le famiglie? Falsano i risultati e se un ragazzo ha un grave ritardo cognitivo, viene invece "diagnosticato" che è quasi nella norma?
Forse ho capito male, perchè, altrimenti, mi sembra assurdo!!!!
Tornare in alto Andare in basso
Online
lola2011



Messaggi : 1880
Data d'iscrizione : 08.10.11

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Dom Apr 07, 2013 6:43 pm

giovanna onnis ha scritto:
L'ASL concorda la diagnosi con la famiglia?????
Ma la diagnosi non è legata ad accertamenti specialistici che appunto gli specialisti fanno? Come è possibile concordare questo con le famiglie? Falsano i risultati e se un ragazzo ha un grave ritardo cognitivo, viene invece "diagnosticato" che è quasi nella norma?
Forse ho capito male, perchè, altrimenti, mi sembra assurdo!!!!
Anche a me sembra assurdo che la diagnosi venga concordata, anche perché il 90% dei genitori di figli con disabilità non accetta la condizione dei figli, quindi ci sarebbero pochi alunni con il sostegno. Parlo per esperienza, ho avuto a scuola vari bimbi con l'insegnante di sostegno e io stessa ho fatto sostegno e diversi genitori chiedevano come mai il figli avessero una programmazione diversa! Non volevano l'insegnante di sostegno perché faceva sentire "diversi" i figli, ma senza non so cosa avrebbero fatto.
Il Pei viene concordato con i genitori e spesso bisogna indorare la pillola, ma la diagnosi funzionale viene fatta dall'equipe medica!
Tornare in alto Andare in basso
Franca334



Messaggi : 128
Data d'iscrizione : 21.03.13

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Dom Apr 07, 2013 7:50 pm

giovanna onnis ha scritto:
L'ASL concorda la diagnosi con la famiglia?????
Ma la diagnosi non è legata ad accertamenti specialistici che appunto gli specialisti fanno? Come è possibile concordare questo con le famiglie? Falsano i risultati e se un ragazzo ha un grave ritardo cognitivo, viene invece "diagnosticato" che è quasi nella norma?
Forse ho capito male, perchè, altrimenti, mi sembra assurdo!!!!

Mio figlio è stato visto da almeno 5 centri. Ogni centro ha prodotto una diagnosi diversa. All'inizio anch'io non capivo (mi sembrava che la diagnosi dovesse essere una e uguale per tutti). Anche il QI, che gli è stato misurato quasi contemporaneamente in centri diversi ha dato un risultato con scarto di una ventina di punti tra un centro e l'altro.
In realtà, le diagnosi si basano non solo su test oggettivi (la cui interpretazione è in ogni caso soggettiva), ma anche su osservazioni, interviste ai genitori, interviste agli insegnanti .... lì la soggettività la fa da padrona. Figuriamoci che già io e mio marito abbiamo dato risposte diverse ai questionari che abbiamo dovuto compilare sul comportamento del figlio!

Il neuropsichiatra dell'ASL dove risiediamo attualmente ha rifatto tutti i test, oltre a leggere la vecchia documentazione e ha concluso propendendo per una diagnosi ma confessandoci apertamente di non essere affatto certo che la sua sia più corretta di quelle degli altri.

Così mi ha chiesto quale preferivo fosse indicata sulla documentazione per la scuola.

Aggiungo che faccio parte di un'associazione di genitori con figli disabili e la mia esperienza è l'esperienza di tanti. Probabilmente ci sono alcune disabilità più facili da diagnosticare (immagino non sia difficile identificare un grave ritardo, magari il difficile è capire a cosa è dovuto), ma per altre vi garantisco che è un'impresa, ad es. differenze tra autismo ad alto funzionamento, disturbo non verbale, sindrome di Asperger.....
Tornare in alto Andare in basso
bucaneve



Messaggi : 64
Data d'iscrizione : 17.03.13

MessaggioOggetto: quando i genitori non vogliono il sostegno   Lun Apr 08, 2013 7:40 am

Certo la direttiva 27/12/2012. Il piano personalizzato lo farei io, ma rimane il fatto che questo bambino non sa scrivere, a tutt'oggi, nemmeno una sillaba sotto dettatura.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Lun Apr 08, 2013 11:30 am

Certo, ci sono diagnosi che sono molto operatore-dipendenti, e queste creano un po' di problemi anche se i protocolli cui bisonga attenersi per esprimerle riunificano molto. Molto pù ora che in passato, tra l'altro.

Per l'amor del cielo, sgombriamo il campo da qualsiasi dubbio che la diagnosi venga concordata. Non è così, non è questo il discorso che si faceva.

La diagnosi è diagnosi basata su scienza e coscienza dei professionisi abilitati a stilarla, poi ci sono una serie di adattamenti di contorno che possono essere discussi e concordati.

Un piccolo esempio: al momento della diagnosi di mio figlio, visto che lui rifiutava categoricamente il sintetizzatore vocale, ho chiesto di scrivere che per lui era preferibile l'accompagnamento alla lettura da parte di un adulto, già la scuola mi stava stressando con sta storia, mi sono fatta aiutare a indirizzare le strategie per mio figlio verso quelle che erano accettabili per lui, che io conoscevo e la scuola no.

In questo senso si concorda. Assolutamente non in altri.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Lun Apr 08, 2013 2:20 pm

In questo periodo di magra dove lo stato non vuol pagare gli insegnanti di sostegno, le asl sono state invitate a concedere meno diagnosi possibili. Figuriamoci quindi se nemmeno il genitore la vuole! Quel bambino non avrá mai il sostegno, anche se ne avesse bisogno. È triste ma è la realtá nella mia zona.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17789
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Lun Apr 08, 2013 3:21 pm

Ire ha scritto:

Per l'amor del cielo, sgombriamo il campo da qualsiasi dubbio che la diagnosi venga concordata. Non è così, non è questo il discorso che si faceva.
A me, invece Ire, è sembrato che il discorso di Franca fosse proprio questo e la frase del suo ultimo post "Così mi ha chiesto quale preferivo fosse indicata sulla documentazione per la scuola" me lo conferma, considerando che il "quale" si riferisce alle diverse diagnosi stilate da differenti specialisti
Ire ha scritto:

La diagnosi è diagnosi basata su scienza e coscienza dei professionisi abilitati a stilarla, poi ci sono una serie di adattamenti di contorno che possono essere discussi e concordati.

Un piccolo esempio: al momento della diagnosi di mio figlio, visto che lui rifiutava categoricamente il sintetizzatore vocale, ho chiesto di scrivere che per lui era preferibile l'accompagnamento alla lettura da parte di un adulto, già la scuola mi stava stressando con sta storia, mi sono fatta aiutare a indirizzare le strategie per mio figlio verso quelle che erano accettabili per lui, che io conoscevo e la scuola no.

In questo senso si concorda. Assolutamente non in altri.
Posso capire gli adattamenti che vengono concordati, come nel tuo caso che riguardano le misure compensative, ma non certo la diagnosi che rimane quella e quella viene certificata, come ritengo giusto che sia senza pareri dei genitori che non hanno competenze in merito
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Lun Apr 08, 2013 3:26 pm

Per tornare a questo bambino, consideravo la faccenda da un punto di vista diverso: non credo, perchè essendo albanesi il problema non ci dovrebbe essere, ma... non è possibile che i genitori non abbiano capito quello che si sta dicendo loro? Che non capiscano proprio il discorso in italiano?

Per quale motivo, altrimenti, avrebbero comunque portato il bimbo all'Asl? nonostante la procedura di segnalazione, il fatto di sottoporlo o meno a qualsiasi visita o accertamento dipende dalla volontà della famiglia, non è obbligatorio. Se negassero il problema del bimbo, non lo avrebbero portato a visita. O sbaglio?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Lun Apr 08, 2013 3:34 pm

Sì giovanna, quello che dice Franca è molto più pesante di quello che dico io ma ragioniamo insieme sulla faccenda: Franca parla di una diagnosi "per la scuola" cioè di un documento che serve per attivare una serie di interventi mirati per il ragazzo e per garantirgli le tutele della 104. Non è la diagnosi che servirà per il trattamento medico specialistico del problema.

In ultima analisi, che sia autismo ad alto funzionamento, sindrome di asperger o disturbo non verbale, alla scuola non importa tanto, nel senso che quello che può fare lei in casi del genere è piuttosto simile per le tre patologie, con gli adattamenti personali che si metterebbero comunque in campo nei glh sentiti gli specialisti.

Franca dice che l'ultimo npi non era certo della sua diagnosi, rispetto a quelle dei colleghi, potevano essere validissime anche quelle, per quanto lo riguardava. Magari non si è dimostrato professionale al massimo ma considerando la situazione in modo sincero ha chiesto alla famiglia quale fosse la meglio, per favorirli. Non mi sembra male.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17789
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Lun Apr 08, 2013 4:29 pm

Ire ha scritto:
Sì giovanna, quello che dice Franca è molto più pesante di quello che dico io ma ragioniamo insieme sulla faccenda: Franca parla di una diagnosi "per la scuola" cioè di un documento che serve per attivare una serie di interventi mirati per il ragazzo e per garantirgli le tutele della 104. Non è la diagnosi che servirà per il trattamento medico specialistico del problema.

In ultima analisi, che sia autismo ad alto funzionamento, sindrome di asperger o disturbo non verbale, alla scuola non importa tanto, nel senso che quello che può fare lei in casi del genere è piuttosto simile per le tre patologie, con gli adattamenti personali che si metterebbero comunque in campo nei glh sentiti gli specialisti.

Franca dice che l'ultimo npi non era certo della sua diagnosi, rispetto a quelle dei colleghi, potevano essere validissime anche quelle, per quanto lo riguardava. Magari non si è dimostrato professionale al massimo ma considerando la situazione in modo sincero ha chiesto alla famiglia quale fosse la meglio, per favorirli. Non mi sembra male.
Quello che non capisco, Ire, è la "diagnosi per la scuola", la diagnosi è diagnosi a prescindere dall'utilizzo che se ne deve fare. Se servisse per un altro scopo e non "per la scuola" potrebbe allora essere diversa????
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Lun Apr 08, 2013 4:49 pm

Sì. Potrebbe essere diversa. Parliamo di patologie piuttosto gravi, parliamo, piuttosto che di "diagnosi" di certificazioni per la scuola.

Quando come nel caso del figlio di Franca, il confine tra un indirizzo diagnostico e un altro è piuttosto labile, perchè in realtà le patologie sono molto simili (te lo conferma il fatto che i genitori stessi fornivano risposte diverse alle stesse domande fatte in momenti successiv, risposte, che evidentemente, facevano propendere per un tipo di disturbo piuttosto che per un altro) la certificazione per la scuola può essere diversa, può anche essere formulata in modo da cercare di ottenere i massimi aiuti per i ragazzi (cosa che andrebbe fatta per tutti, senzsa bisogno di forzare la mano su un aspetto piuttosto che su un altro)

Non parliamo di attribuire ad un normodotato un disturbo inesistente, parliamo di particolari importantissimi per il soggetto ma piuttosto ininfluenti per gli altri, se non proprio per le attenzioni che si possono concedere a chi ha un certo codice nosografico rispetto a chi non ce l'ha.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17789
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Lun Apr 08, 2013 4:51 pm

Sarà, ma rimango sempre molto perplessa!
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Lun Apr 08, 2013 5:00 pm

Vediamo se posso aiutarti:

fai conto che una persona si presenti al pronto soccorso con febbre alta e grave astenia. Cosa si fa intanto che si prendono in considerazione i vari organi? la si sottopone ad un bombardamento antibiotico generale.

Poi i successivi accertamenti selezioneranno quale tipo di intervento mirato sia adatto per la particolare patologia, ma non si perde tempo, il trattamento va fatto subito.

Il figlio di Franca presenta un quadro un po' oscillante tra vari disturbi della medesima natura, l'npi ha pensato: a scuola qualcosa bisogna comunque fare, cosa volete che scriviamo? E si parte con il Pei. Poi vedrai che per diagnosticare il problema e trattarlo adeguatamente la diagnosi viene fatta in modo più approfondito, con tentativi terapeutici diversi e via dicendo.

La scuola deve fare il PEI e fornire al ragazzo quello che può fornire, il resto è un altro discorso.

Così va meglio?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17789
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Lun Apr 08, 2013 5:14 pm

Si, ma è in base alla diagnosi che va calibrato il PEI...perchè, quindi, la diagnosi deve essere concordata cion la famiglia....cosa c'entra? Non è certo la famiglia a stabilre le necessità del figlio in base alla patologia, infatti al pronto soccorso, nell'esempio che fai tu, la terapia antibiotica viene stabilita dai medici, non dai familiari della persona che sta male
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Lun Apr 08, 2013 5:17 pm

:-)

Non ce la posso fare. :-D

Mi sa che ti tieni le tue perplessità. Ora esco, se mi viene in mente qualcosa di altro per aiutarti a mandare via questa brutta impressione che ti sei fatta, te la scrivo questa sera.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Franca334



Messaggi : 128
Data d'iscrizione : 21.03.13

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Lun Apr 08, 2013 7:37 pm

giovanna onnis ha scritto:
Si, ma è in base alla diagnosi che va calibrato il PEI...perchè, quindi, la diagnosi deve essere concordata cion la famiglia....cosa c'entra? Non è certo la famiglia a stabilre le necessità del figlio in base alla patologia, infatti al pronto soccorso, nell'esempio che fai tu, la terapia antibiotica viene stabilita dai medici, non dai familiari della persona che sta male

Il fatto è che non fai una diagnosi neuropsichiatrica facendo un tampone o analisi del sangue ..... è molto più complesso. Sono poi d'accordo con chi diceva che in alcuni casi alla scuola serve sapere come intervenire più che conoscere esattamente il nome del disturbo, e questo è già molto più semplice, per fortuna.
Tornare in alto Andare in basso
bucaneve



Messaggi : 64
Data d'iscrizione : 17.03.13

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Lun Apr 08, 2013 9:02 pm

Il padre comprende benissimo l'italiano. L'hanno portato a visita per poi inventarsi che il figlio con i dottori parlava due lingue. E volevano denunciare le insegnanti, che aveva consigliato la visita per poter appurare il perchè il bambino presentasse tante problematiche cognitive, dicendo che non erano stati avvertiti che andare a visita poteva significare attribuire al bambino un'insegnante di sostegno.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Lun Apr 08, 2013 9:22 pm

Sì, va beh, ci marciano, hanno voglia di prendersi un po' di soldini per risarcimento danni "quali"?

Mi sa che per questo bambino non potete fare nulla se non agire come dovete. Il bambino non sa nemmeno scrivere una sillaba alla fine della prima, il bambino va bocciato. Avvisate i genitori e verbalizzate che avete avvisato, proponete comunque il pdp e verbalizzate che l'avete proposto e che loro l'hanno rifiutato, anzi fatelo rifiutare per iscritto.

Non si può fare altro.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Lun Apr 08, 2013 10:02 pm

Ire ha scritto:

fai conto che una persona si presenti al pronto soccorso con febbre alta e grave astenia. Cosa si fa intanto che si prendono in considerazione i vari organi? la si sottopone ad un bombardamento antibiotico generale.

Poi i successivi accertamenti selezioneranno quale tipo di intervento mirato sia adatto per la particolare patologia, ma non si perde tempo, il trattamento va fatto subito.

Ok, ma non mi risulta che al pronto soccorso, se il paziente chiede un certificato medico, in caso di diagnosi dubbia gli chiedano: "Ci dica lei che cosa preferisce che ci scriviamo, e noi facciamo come vuole lei!?"
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno   Lun Apr 08, 2013 10:08 pm

va beh, probabilmente per una esperienza personale, questa del pronto soccorso mi sembrava una buona idea per spiegare la situazione. Non è così, per favore, fate finta che non l'abbia scritto, altrimenti non ci capiamo.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
Quando i genitori sono contrari all'insegnante di sostegno
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» insegnante di sostegno: è obbligatorio?
» DIFFERENZA TRA LENTOGEST E PRONTOGEST
» e le persone invadenti??? vogliamo mettere?
» pressione e battito cardiaco
» sono un pò preoccupata; non so se faccio una cosa giusta!!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: