Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 CAMBIO PEI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
spidbat



Messaggi : 334
Data d'iscrizione : 09.09.10

MessaggioOggetto: CAMBIO PEI   Ven Apr 12, 2013 10:29 am

seguo un alunno di primo anno di scuola superiore con una programmazione con obiettivi minimi, dalla cui diagnosi si evince che ha la sindrome di bordeline oltre che ad essere un dsa lieve.

vorrei sapere se è possibile passare (ad APRILE) da una programmazione ad obiettivi minimi ad una programmazione differenziata, dato che con un PEI ad OM il ragazzo rischia di esser bocciato.

grazie mille!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8329
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: CAMBIO PEI   Ven Apr 12, 2013 11:10 am

scusami, spidbat, non sono sicura di avere capito:

questo ragazzo è un dsa borderline? (la sindrome di borderline non esiste, borderline significa che è al limite tra due situazioni normolettore/dsa oppure dsa/ritardo)

Ed ha un PEI?

Non è invece un pdp?

Ai fini della risposta alla tua domanda non è particolarmente importante questo, ma è comunque bene inquadrare la situazione.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5365
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: CAMBIO PEI   Ven Apr 12, 2013 12:44 pm

Comunque sia, PEI e PDP possono essere aggiornati nel corso dell'anno (è anzi auspicabile che si faccia: il PEI/PDP deve essere verificato in itinere) se ci si accorge di non aver calibrato correttamente l'intervento sull'alunno.
Detto questo... immagino non vi siate resi conto solo ad aprile che la programmazione non andava bene... e intervenire SOLO per evitare la bocciatura non è proprio nello spirito dell'uno e dell'altro...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8329
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: CAMBIO PEI   Ven Apr 12, 2013 1:04 pm

E' determinante in ogni caso, ma passando ad un PEI ancora di più, che ci sia l'accordo scritto della famiglia, che deve essere edotta sul significato importante di questa decisione che influirà sul titolo di studio finale.


Ultima modifica di Ire il Ven Apr 12, 2013 1:36 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5365
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: CAMBIO PEI   Ven Apr 12, 2013 1:16 pm

Certo. Se il PEI è differenziato il titolo di studi ha diverso valore: immagino lo avrete valutato e considerato. Meglio la bocciatura?
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: CAMBIO PEI   Ven Apr 12, 2013 3:05 pm

Ire ha scritto:
scusami, spidbat, non sono sicura di avere capito:

questo ragazzo è un dsa borderline? (la sindrome di borderline non esiste, borderline significa che è al limite tra due situazioni normolettore/dsa oppure dsa/ritardo)

esiste eccome:

La classificazione dell'OMS si basava su 5 categorie di ritardo mentale.
primo caso:

◾Soggetti borderline: con QI compreso fra 70 e 80 con capacità intellettive ai limiti della normalità

da quello che ho capito si tratta di un ragazzo con qi borderline che anche una dislessia.
(quindi non trattandosi di un dislessico puro, non avendo un qi nella norma, non si tratta di un vero e proprio dsa e bisogna fare il Pei) .



Ed ha un PEI? tutti i ragazzi con il sostegno hanno il pei perché c'e la diagnosi funzionale (lo prevede la legge)

Non è invece un pdp?

Ai fini della risposta alla tua domanda non è particolarmente importante questo, ma è comunque bene inquadrare la situazione.

Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: CAMBIO PEI   Ven Apr 12, 2013 3:07 pm

lucetta10 ha scritto:
Certo. Se il PEI è differenziato il titolo di studi ha diverso valore: immagino lo avrete valutato e considerato. Meglio la bocciatura?
secondo me e' possibile ma dovere fare in fretta. meglio se le ultime verifiche sono differenziate, per una questione di valutazione finale. ne abbiamo parlato qualche tempo fa in un altro topic.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8329
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: CAMBIO PEI   Ven Apr 12, 2013 3:25 pm

Citazione :
seguo un alunno di primo anno di scuola superiore con una programmazione con obiettivi minimi, dalla cui diagnosi si evince che ha la sindrome di bordeline oltre che ad essere un dsa lieve.


Sì, certo, esiste la definizione "borderline" ma non è una [b]sindrome di borderline"

non ha senso messa in questo modo.

Esiste la sindrome di Stoccolma
la sindrome influenzale
la sindrome parkinsoniana

ma non di borderline

in quanto "borderline" non è una malattia, significa solo di "di confine tra"


Per quanto riguarda il resto del discorso chiedevo delucidazioni in quanto si può interpretare, almeno io che ,lo sai, sono profana, l'ho interpretato come borderline dsa/normalità

Comunque concordo, quello che pensano di fare si può fare, come ho detto, ottenendo il consenso della famiglia.

Sull'opportunità di questa scelta immagino che il cdc ci abbia pensato bene e ne siano convinti
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Nessunpericolo



Messaggi : 273
Data d'iscrizione : 09.11.12

MessaggioOggetto: Re: CAMBIO PEI   Ven Apr 12, 2013 5:49 pm

Ma zio bo...con un docente di sostegno che scrive "la sindrome di borderline" voi pensate davvero che il problema sia il PEI???
Un mio amico romano direbbe "Annamo bene"!!!
Sostengo quanto ha detto Ire e trovo comico quanto sostenuto da carla75, borderline è un termine che, in campo psicologico, indica una situazione al limite del patologico, ma deve essere riferito a qualcosa (QI, Schizofrenia, Depressione, Gap, ecc...ecc...). La sindrome di borderline, o dire che un soggetto è borderline senza specificare rispetto a cosa non ha senso.
Inoltre non è che devono fare in fretta, devono parlare con la famiglia e illustrargli la situazione (spero che non facciano il pastrocchio, ma se tanto mi da tanto potrebbe pure capitare) di passarlo a differenziato e promuoverlo, senza avere informato la famiglia sul diverso valore della promozione e su cosa significhi programmazione differenziate alle superiori.
Poi, detta per come deve essere detta, fare una differenziata su un soggetto con QI quasi nella norma e con lieve DSA è da denuncia. Fossi nella famiglia vi farei passare un'estate "da brividi". E con ciò chiudo!
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: CAMBIO PEI   Ven Apr 12, 2013 9:24 pm

1. quando ho letto sindrome borderline ho pensato, forse sbagliando, che la collega volesse dire QI borderline. E' stata una mia libera interpretazione, quindi spidbat se volevi dire altro puoi specificare meglio?
2. Puo' anche darsi che tu abbia copiato pari pari la definizione della diagnosi funzionale (e non mi stupirebbe poiche' nelle diagnosi si legge di tutto).
3. noi non sappiamo se il collega ha gia' parlato con la famiglia, ci ha chiesto solo se e' possibile fare un programma differenziato ad aprile: la risposta se condo me e' si. non ho specificato altro perche' Ire aveva gia' spiegato che occorre il consenso della famiglia, che, se da l'assenso scritto, non potra certo fare denuncia (denuncia se stessa?)
4. Nessunpericolo io saro' comica ma tu sei stato maleducato! e con ciò chiudo!
Tornare in alto Andare in basso
Nessunpericolo



Messaggi : 273
Data d'iscrizione : 09.11.12

MessaggioOggetto: Re: CAMBIO PEI   Sab Apr 13, 2013 3:18 pm

carla75 ha scritto:
1. quando ho letto sindrome borderline ho pensato, forse sbagliando, che la collega volesse dire QI borderline. E' stata una mia libera interpretazione, quindi spidbat se volevi dire altro puoi specificare meglio?
2. Puo' anche darsi che tu abbia copiato pari pari la definizione della diagnosi funzionale (e non mi stupirebbe poiche' nelle diagnosi si legge di tutto).
SI MA UN DOCENTE DI SOSTEGNO CHE LEGGE QUESTA STUPIDATA O SI METTE A RIDERE, O QUANTOMENO HA IL BUONSENSO DI CERCARE DELLE INFORMAZIONI, BASTAVANO 3 MINUTI SU GOOGLE (NON SU TESTI UNIVERSITARI) PER CAPIRE L'ERRORE.
3. noi non sappiamo se il collega ha gia' parlato con la famiglia, ci ha chiesto solo se e' possibile fare un programma differenziato ad aprile: la risposta se condo me e' si. non ho specificato altro perche' Ire aveva gia' spiegato che occorre il consenso della famiglia, che, se da l'assenso scritto, non potra certo fare denuncia (denuncia se stessa?)
E INFATTI LA FAMIGLIA NON DEVE FIRMARE, SPERO CHE TROVINO QUESTO POST SUL FORUM, ALMENO CAPISCONO QUALI E DI CHE LIVELLO (BASSO) ERANO LE RISORSE IMPEGNATE SU SUO FIGLIO!
4. Nessunpericolo io saro' comica ma tu sei stato maleducato! e con ciò chiudo!
NO NO, allora che un collega sia tratto anche in inganno da "sindrome di borderline" ci può stare (certo mi fa capire che non ha mai aperto un libro di psicologia o pedagogia speciale) che però non si informi per tempo, si resti nell'ignoranza e si proceda a tentoni (io mi chiedo durante i cdc di cosa parlavano di un ragazzo con "sindrome da borderline"!) impostando un intero anno scolastico su qualcosa di inesistente, e poi alla fine, quando l'intervento didattico fallisce (e ci credo bene che fallisce quando non si conosce nemmeno per bene il disturbo del ragazzo e si crede che abbia la "sindrome da borderline") si cerca di mettere una pezza passando a differenziato, questo mi fa imbufalire, è la vita di una persona, persona che in mano a gente competente avrebbe potuto fare il suo bel percorso di crescita e conseguire un diploma. Qui invece il fallimento, i cui motivi sono chiari, viene scaricato sul ragazzo e si corre il rischio di ROVINARGLI la vita (perchè ti assicuro che una volta passato a differenziato NESSUNO si assume il rischio di riprovare a fare una curricolare). E' UNA VERGOGNA.
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: CAMBIO PEI   Sab Apr 13, 2013 7:36 pm

davanti ad una diagnosi si puo' anche ridere ma essendo atto di Pubblico Ufficiale devi prendere per buono quello che c'e' scritto o querelare il medico per falso.

La famiglia firma il Pei dove e' indicata la programmazione (differenziata o per obiettivi minimi). nella mia scuola si redige in questi casi anche un verbale di consenso. Quindi si, la famiglia firma.

per il resto io non giudico l'operato di un collega che non conosco e che non so come abbia operato.

Tornare in alto Andare in basso
Nessunpericolo



Messaggi : 273
Data d'iscrizione : 09.11.12

MessaggioOggetto: Re: CAMBIO PEI   Sab Apr 13, 2013 7:40 pm

carla75 ha scritto:
davanti ad una diagnosi si puo' anche ridere ma essendo atto di Pubblico Ufficiale devi prendere per buono quello che c'e' scritto o querelare il medico per falso.
RIDICOLO, TI ACCORGI DELL'ERRORE, AL MASSIMO CHIAMI IL NPI E TI FAI SPIEGARE. TU INVECE PROPONI A TESTA BASSA DI CONTINUARE AD OPERARE ANCHE SU UNA SINDROME INESISTENTE!

La famiglia firma il Pei dove e' indicata la programmazione (differenziata o per obiettivi minimi). nella mia scuola si redige in questi casi anche un verbale di consenso. Quindi si, la famiglia firma.
LO SO CHE FIRMA, MA IN QUESTO CASO IO NON FIRMEREI E POI A FINE ANNO FAREI RICORSO.

per il resto io non giudico l'operato di un collega che non conosco e che non so come abbia operato.

Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8329
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: CAMBIO PEI   Sab Apr 13, 2013 8:41 pm

Nessunpericolo ha scritto:

LO SO CHE FIRMA, MA IN QUESTO CASO IO NON FIRMEREI E POI A FINE ANNO FAREI RICORSO.




Non serve a tanto fare così.

Certo che se non si è d'accordo non bisogna firmare, in nessun caso, anche se una sola virgola del piano non ci convince.
Ma proprio perchè il piano proposto non ci convince, non si aspetta la fine dell'anno per fare ricorso, perchè è un anno perso per il ragazzo, un anno di umiliazioni, di sofferenze. Si chiede un cdc straordinario, si convoca lo specialista, il dirigente, il pedagogista, ci si siede tutti attorno ad un tavolo con la foto del ragazzo davanti ad ognuno, e si lavora fino a quando il progetto non sarà condiviso da tutti.
O si denuncia, per omissione di atti d'ufficio.

Ma non a fine anno



Per tutte le altre considerazioni, bisognerebbe aspettare di sapere come stanno le cose.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: CAMBIO PEI   Dom Apr 14, 2013 7:19 pm

Nessunpericolo ha scritto:
carla75 ha scritto:
davanti ad una diagnosi si puo' anche ridere ma essendo atto di Pubblico Ufficiale devi prendere per buono quello che c'e' scritto o querelare il medico per falso.
RIDICOLO, TI ACCORGI DELL'ERRORE, AL MASSIMO CHIAMI IL NPI E TI FAI SPIEGARE. TU INVECE PROPONI A TESTA BASSA DI CONTINUARE AD OPERARE ANCHE SU UNA SINDROME INESISTENTE!

La famiglia firma il Pei dove e' indicata la programmazione (differenziata o per obiettivi minimi). nella mia scuola si redige in questi casi anche un verbale di consenso. Quindi si, la famiglia firma.
LO SO CHE FIRMA, MA IN QUESTO CASO IO NON FIRMEREI E POI A FINE ANNO FAREI RICORSO.

per il resto io non giudico l'operato di un collega che non conosco e che non so come abbia operato.


giusto, chiami il dottore e ti fai spiegare.

bene.

supponiamo che il genitore non firmi, chi l'ha detto che il ragazzo non si puo' bocciare? se il consiglio ha deciso questo molto probabilmente il ragazzo non ha raggiunto gli obiettivi minimi (ovviamente io parto dall'ovvio presupposto che il collega e il consiglio abbiano lavorato sugli obiettivi minimi e il ragazzo non li abbia raggiunti). non c'e' una legge che prevede il ritardo mentale per il differenziato o per la bocciatura. Il consiglio di Classe se attesta il non raggiungimento degli obiettivi deve bocciare.

Vi ricordo che c'e' stata una recente sentenza in cui il giudice ha rigettato il ricorso di un alunno DSA, ritenendo legittima la bocciatura perché il consiglio aveva adottato tutte le misure previste dalla legge e nonostante cio' il ragazzo non aveva raggiunto gli obiettivi.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8329
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: CAMBIO PEI   Dom Apr 14, 2013 7:28 pm

Ma non penso proprio si debba arrivare a matenere in sospeso un pei (pdp) fino a fine anno perchè il genitore non firma.

Se non firma c'è qualcosa che non va o che non ha capito.
Se non va, bisogna cambiarlo, se non ha capito, bisogna spiegarglielo.

E' vero, c'è stata una recente sentenza di conferma della bocciatura di un DSA ma tutto era in regola, compresa la condivisione del progetto con la famiglia.

Se la famiglia non firma, la vedo dura, non impossibile, che il tar confermi la bocciatura.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
CAMBIO PEI
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Cambio dottore cambiato tutto?
» quale prodotto per lavare il culetto al cambio pannolino?
» Consiglio su cambio moneta
» Cambio scuola o no?
» CAMBIO CODICE PERSONALE

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Andare verso: