Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Se un'alunna dice di essere incinta

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
AutoreMessaggio
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Se un'alunna dice di essere incinta   Mer Apr 17, 2013 10:10 pm

Promemoria primo messaggio :

Come affrontereste questa situazione?

A parte la necessità di verificare se sia vero o meno, nel momento in cui afferma e si confida con un docente, cosa egli è tenuto a fare?

Mi vorrei confrontare con colleghi che si siano trovati in questa situazione.

Nel mio caso preciso che il sospetto forte sia che si tratti di una finzione (il che apre anche altri scenari: richiesta di aiuto? di affetto? di attenzione?): ha prima affermato, poi ritrattato, poi affermato di nuovo, poi negato... ma comunque ha messo sul tavolo questa eventualità.

Voi come gestireste la cosa?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
giulia boffa
Admin


Messaggi : 36316
Data d'iscrizione : 28.09.09
Età : 52
Località : milano

MessaggioOggetto: Re: Se un'alunna dice di essere incinta   Ven Apr 19, 2013 4:26 pm

http://www.liceocevolani.it/famiglie/rapporti-scuola-famiglia

http://www.liceocevolani.it/albo-d-istituto?download=232:partecipazione-dei-genitori-e-corresponsabilita-educativa

http://www.liceocevolani.it/documenti/category/3-famiglie?download=74:patto-educativo-di-corresponsabilita

La condivisione degli obiettivi, il rispetto dei ruoli, le procedure di decisione e l'assunzione
di responsabilità, nonché la qualità delle relazioni docenti/ genitori, docenti/docenti,
docenti/studenti rappresentano fattori di qualità della scuola.

oltre questo non si va
collaborare nell'ambito del proprio ruolo




i regolamenti di istituto si basano sempre su normativa ministeriale

a scuola non ci inventiamo niente, men che meno a fare mestieri che non ci competono
Tornare in alto Andare in basso
gipsy



Messaggi : 186
Data d'iscrizione : 25.05.12

MessaggioOggetto: Re: Se un'alunna dice di essere incinta   Ven Apr 19, 2013 4:39 pm

Ire ha scritto:

Se non si rivolge ai genitori evidentemente non si fida di loro, ci vuole un bel pelo sullo stomaco a non ascoltare questo messaggio

Scusami Ire, non capisco perchè insisti su questo fatto. La ragazza ha preferito confidarsi con una persona che non è emotivamente coinvolta nella vicenda. Magari ha genitori perfetti, non cerberi che la bastonerebbero, e potrebbe aver paura di dare loro un dispiacere. Una figlia adolescente incinta non è un problema da ridere, neanche per il più "liberal" dei genitori.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Se un'alunna dice di essere incinta   Ven Apr 19, 2013 5:57 pm

Citazione :
Se il problema fosse solo che la ragazzina non si fida perchè mamma poi la sgrida, gli esperti del consultorio la convincerebbero agevolmente e la saprebbero aiutare a recuperare l'auspicato rapporto sereno con la famiglia

ma certo gipsy, come vedi sopra ti ho riportato un passaggio di un mio intervento precedente dove prendevo in considerazione quello che dici tu. Che può essere, che si spera che sia.


Certo che una gravidanza in un'adolescente non è un problema da ridere, lungi da me il sostenere questo, però, ritengo che in una famiglia dove il ragazzo sia cresciuto sapendo che davanti a qualsiasi problema la prima risposta è la ricerca di una soluzione, non la colpevolizzazione, che non serve a nulla; dove un ragazzo sia cresciuto sapendo che pur dovendo sopportare le prevedibili e giuste invettive dei genitori alla notizia, poi riceverà l'aiuto e il sostegno richiesto, non si porrebbe nemmeno il problema di individuare una persona esterna (in questo caso un docente).

Questo mi fa pensare alla mancanza di fiuducia.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Se un'alunna dice di essere incinta   Ven Apr 19, 2013 7:21 pm

giulia boffa ha scritto:
non ho nessun diritto a spedirla ad un consultorio

nessuno mi dà questo permesso

Ma non c'è bisogno di un "permesso" per indirizzare una minorenne a un consultorio, visto che in linea di principio può andarci anche da sola! Il consultorio è fatto apposta per accogliere richieste di aiuto e di informazioni ANCHE di giovani che non hanno chiesto ai genitori il permesso di andarci e che preferiscono non farglielo sapere, fa parte dei suoi scopi istitutivi! Sarebbe inaccettabile, magari, se l'insegnante si mettesse a prendere un appuntamento per conto della ragazza e a comunicare i suoi dati personali, quello sì... ma cosa ci sarebbe di illegale nello spiegare alla ragazza (che magari non lo sapeva) che il consultorio esiste, spiegarle a cosa serve, e spiegarle come fare ad andarci? Queste non sono delicatissime questioni riservate... sono informazioni pubbliche, disponibili anche su volantini diffusi deliberatamente in giro e su pagine di pubblicità-progresso dei giornali!

Ma adesso, veramente, ad andare al consultorio, prendere dal tavolo della portineria un volantino con orari, numeri di telefono e informazioni base, e darlo a una minorenne in difficoltà, si commette qualcosa di illegale?

Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Se un'alunna dice di essere incinta   Ven Apr 19, 2013 7:37 pm

Ire ha scritto:
Io risponderei, Giulia, mi ha autorizzato tua figlia nel momento stesso in cui potendo farlo, cioè avendo più di 14 anni, ha preferito rivolgersi a me piuttosto che a te per avere aiuto e consiglio.

Ma metti il caso che questa ragazzina, che si è rivolta a te e non alla famiglia, tema (e magari pure a ragione) dicendo in casa che è incinta o sospetta di esserlo, di essere presa a botte o rinchiusa o punita selvaggiamente, e metti che tu ignorando completamente la sua richiesta di aiuto la consegnassi proprio nelle mani degli aguzzini, Cosa risponderesti a chi ti chiedesse: perchè l'hai fatto?



questa continua insistenza sui 14 anni della ragazza poi mi pare un po' assurda: quindi se l'alunna avesse 12 o 13 anni, al di sotto della soglia fatidica, sarebbe diverso? chiamereste i genitori? Non siamo mica un tribunale che deve stabilire la soglia di punibilità!
per il secondo punto: di questo tipo di possibilità abbiamo già discusso. cosa sappiamo noi della possibile reazione della famiglia? se si sospettano abusi si denuncia ai servizi sociali, altrimenti dovremmo preoccuparci delle possibili botte anche quando mettiamo un 4 o una nota!
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Se un'alunna dice di essere incinta   Ven Apr 19, 2013 7:50 pm

Valerie ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Quindi chi la pensa in un modo è ragionevole e ha a cuore la ragazza, chi invece sostiene un'altra ipotesi ha soltanto paura di querele! Mi pare un argomento decisamente ultimativo, magari però un tantino manicheo, che dici Valerie?
Hai talmente la coda di paglia che non leggi, interpreti. Libera di farlo, ovviamente, ma togli il mio nome e metti il tuo perché la conclusione a cui sei giunta è appunto un'interpretazione tua e non mia. Grazie.


mi dispiace se ti sei offesa, sinceramente non mi aspettavo una reazione così aggressiva e me ne dispiaccio molto, non mi pareva di essere stata maleducata o aggressiva. Ma leggere è necessariamente interpretare. Puoi spiegare, per chiarezza, cosa volevi dire: "Forse perché anche io, come te, mi faccio guidare più dalla ragionevolezza e dal buon senso che dalla paura di querele o accuse di vario genere da parte di genitori o chi per essi"?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Se un'alunna dice di essere incinta   Ven Apr 19, 2013 7:55 pm

La "soglia fatidica" è un limite di legge, non un rituale simbolico che ci siamo inventati noi. Se io vedessi un alunno di 12 anni guidare un motorino, avvertirei la famiglia, perché sarei SICURA che si tratta di una situazione irregolare che deve essere arginata... mentre se vedo la stessa cosa da parte di un alunno di 15, di cui non posso essere sicura se abbia già preso il patentino o no, non mi verrebbe in mente di farlo, perché effettivamente non spetta a me.

Lisa
Tornare in alto Andare in basso
giulia boffa
Admin


Messaggi : 36316
Data d'iscrizione : 28.09.09
Età : 52
Località : milano

MessaggioOggetto: Re: Se un'alunna dice di essere incinta   Ven Apr 19, 2013 7:56 pm

paniscus ha scritto:
giulia boffa ha scritto:
non ho nessun diritto a spedirla ad un consultorio

nessuno mi dà questo permesso

Ma non c'è bisogno di un "permesso" per indirizzare una minorenne a un consultorio, visto che in linea di principio può andarci anche da sola! Il consultorio è fatto apposta per accogliere richieste di aiuto e di informazioni ANCHE di giovani che non hanno chiesto ai genitori il permesso di andarci e che preferiscono non farglielo sapere, fa parte dei suoi scopi istitutivi! Sarebbe inaccettabile, magari, se l'insegnante si mettesse a prendere un appuntamento per conto della ragazza e a comunicare i suoi dati personali, quello sì... ma cosa ci sarebbe di illegale nello spiegare alla ragazza (che magari non lo sapeva) che il consultorio esiste, spiegarle a cosa serve, e spiegarle come fare ad andarci? Queste non sono delicatissime questioni riservate... sono informazioni pubbliche, disponibili anche su volantini diffusi deliberatamente in giro e su pagine di pubblicità-progresso dei giornali!

Ma adesso, veramente, ad andare al consultorio, prendere dal tavolo della portineria un volantino con orari, numeri di telefono e informazioni base, e darlo a una minorenne in difficoltà, si commette qualcosa di illegale?


bisogna parlarne prima con la famiglia, non è una decisione che puoi prendere tu da sola senza che i genitori sappiano niente
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Se un'alunna dice di essere incinta   Ven Apr 19, 2013 9:04 pm

lucetta10 ha scritto:





per il secondo punto: di questo tipo di possibilità abbiamo già discusso. cosa sappiamo noi della possibile reazione della famiglia? se si sospettano abusi si denuncia ai servizi sociali, altrimenti dovremmo preoccuparci delle possibili botte anche quando mettiamo un 4 o una nota!

non mi sembra lo stesso "livello" di problema e comunque non è che non si siano mai sentiti di suicidi di ragazzini che hanno preso un brutto voto, o che sono stati bocciati.
Certo, non è che dovete sentirvi ricattati da questo ma se in qualche caso si fosse riusci a raccogliere un segnale, forse quei ragazzini sarebbero sempre al mondo.

Il vostro lavoro è molto difficile, indubbiamente, ed una persona di coscienza è sempre in dubbio su come agire per il meglio, ma non credo ci possa essere mai la distinzione tra: se fossi un'amica della ragazzina agirei in un modo visto che sono una insegnante agisco in un altro.

Bisogna agire nel migliore dei modi comunque. pensando soprattutto al bene di chi ci chiede aiuto. Nella legalità certo.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Se un'alunna dice di essere incinta   Ven Apr 19, 2013 9:16 pm

Vi ringrazio per questo dibattito su un argomento complesso. È complesso perché, chiaramente, la nostra società e la Natura sono un po' sfalsati: la società dice "quando sei maggiorenne", la Natura "da sùbito dopo il menarca".

A questo punto, dovendo mettere insieme le due cose, mi sembra che la posizione più "morbida" sia valutare innanzitutto se la ragazza lo sia davvero, lo sospetti solo o menta spudoratamente.

Il passo successivo dipende da questa valutazione: nell'ultimo caso chiamo la famiglia e stop. Una simile messa in scena deve avere delle motivazioni e, con una bambina, vanno ragionate bene (qui siamo nel pieno solco dell'attività educativa), per quanto non farebbe male nella scuola ripristinare la figura dello psicologo scolastico, ma si sa, i soldini son pochi.

Nei primi due casi, che comunque testimoniano che un rapporto c'è stato (anche se qui si aprono delle galassie intere), invece mi rimane il dubbio su cosa fare. Lavorando alle medie, nel 90% dei casi ho a che fare con minorenni molto minorenni, e quindi al consultorio non penserei proprio, ma appunto credo che la famiglia vada informata.

Per chi lavora alle superiori, e spesso e volentieri quindi si trova con ragazze prossime alla maturità (in tutti i sensi si spera), forse l'approccio è più articolato.

Sul fatto che la famiglia possa essere una specie di antro diabolico ovvero un paradiso in terra, forse mi può servire per la scelta dell'approccio, ma non può portarmi a una valutazione "a priori" con decisioni che non mi competono (se sono orchi la porto dal consultorio: se so che sono orchi forse già da un bel pezzo avrei dovuto chiamare i servizi sociali e questa sarebbe solo stata la ciliegina sulla torta...).

Da questa discussione propendo per la convocazione della famiglia, sebbene io capisca che i distinguo possano essere davvero tantissimi.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Se un'alunna dice di essere incinta   Ven Apr 19, 2013 11:15 pm

Ma appunto, quello che mi ha lasciata interdetta, in tutta questa discussione, è l'apparente indifferenza totale verso la diversità delle implicazioni che discenderebbero dai diversi casi suddetti. Ossia, ricordiamo che NON si stava parlando di "una ragazzina che è rimasta incinta": si stava parlando di una ragazzina, che per ragioni al momento ingnote e incomprensibili "afferma di aver paura di essere rimasta incinta".

Come dice giustamente albith, i casi sono almeno tre:

- o la ragazza è incinta davvero;

- oppure non è incinta ma ha avuto veramente (e con ragione) paura di esserlo, perché ha avuto effettivamente rapporti sessuali non protetti, e magari continua ad averne;

- oppure non è nemmeno vero che abbia avuto rapporti sessuali, ma si è inventata tutto per incomprensibili motivi suoi.

In mezzo a questi tre casi generali, si possono avere infinite sfumature minori... tipo quella della ragazzina che non ha affatto avuto rapporti sessuali completi, ma che è talmente ignorante in materia sessuale e riproduttiva da essere davvero andata nel panico perché pensa di poter essere rimasta incinta con un bacio troppo appassionato o con una toccatina manuale (possibile che nessuno si ricordi le famigerate "lettere a Cioè" degli anni ottanta? : - ) )

In definitiva, si ammetterà che in ognuno di questi casi diversi le strategie opportune di intervento possano essere diverse, sì o no? E che prima di decidere quale strategia adottare, potrebbe essere il caso di accertarsi di quale sia veramente il problema?

Ma voglio dire, parafrasando una fonte scientifica che adoro... se uno studente si precipitasse a razzo lungo il corridoio, urlando come un pazzo che "nel bagno dei ragazzi è entrato un cinghiale!!!!!", voi prima di decidere cosa fare, non cerchereste di capire se il cinghiale c'è davvero o no? Se c'è davvero, vuol dire che il ragazzo urla perché è legittimamente spaventato da quella vista, e la prima cosa da fare è quella di chiamare la guardia forestale che porti via l'animale... se invece non c'è, vuol dire che il ragazzo urla perché è impazzito o ha avuto un'allucinazione, e in tal caso la prima cosa da fare è quella di chiamare il pronto soccorso, o magari perché voleva fare uno scherzo, e in tal caso lo si convoca in presidenza e gli si fa una bella ripassata disciplinare.

Poi, magari, in tutti e tre i casi si convocano i genitori lo stesso, ma per motivi diversi e con obiettivi diversi... appunto, PRIMA si stabilisce quale dei problemi è quello vero, e POI si sceglie come intervenire.

Eppure, dalla maggior parte dei pareri raccolti qui, sembra che invece la prima reazione immediata debba essere sempre e solo quella di chiamare i genitori, anche senza aver capito niente di quale sia il vero problema, e senza aver fatto niente per capirlo.

E io continuo a non essere tanto d'accordo.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Se un'alunna dice di essere incinta   Ven Apr 19, 2013 11:40 pm

Ire ha scritto:
lucetta10 ha scritto:





per il secondo punto: di questo tipo di possibilità abbiamo già discusso. cosa sappiamo noi della possibile reazione della famiglia? se si sospettano abusi si denuncia ai servizi sociali, altrimenti dovremmo preoccuparci delle possibili botte anche quando mettiamo un 4 o una nota!

non mi sembra lo stesso "livello" di problema e comunque non è che non si siano mai sentiti di suicidi di ragazzini che hanno preso un brutto voto, o che sono stati bocciati.
Certo, non è che dovete sentirvi ricattati da questo ma se in qualche caso si fosse riusci a raccogliere un segnale, forse quei ragazzini sarebbero sempre al mondo.

Il vostro lavoro è molto difficile, indubbiamente, ed una persona di coscienza è sempre in dubbio su come agire per il meglio, ma non credo ci possa essere mai la distinzione tra: se fossi un'amica della ragazzina agirei in un modo visto che sono una insegnante agisco in un altro.

Bisogna agire nel migliore dei modi comunque. pensando soprattutto al bene di chi ci chiede aiuto. Nella legalità certo.


e invece questo è un aspetto che non possiamo mai trascurare. I nostri obblighi non sono solo morali, ma anche professionali, ed è questo che mette i ragazzi al riparo da molti di noi. Dai per presupposto che, agendo in coscienza, un insegnante agirebbe bene, come se fosse dotato di qualità particolari rispetto agli altri: invece no!
Se i ragazzi ci confidano i loro problemi, è perchè si aspettano che noi li affrontiamo con la professionalità e l'esperienza che deriva dalla nostra posizione, perchè abbiamo conquistato la loro fiducia in classe, cioè sul nostro posto di lavoro. Non ci conoscono in vesti diverse, non ci hanno mai visto con le nostre famiglie o i nostri amici, si aspettano quindi da noi un atteggiamento coerente a quello che teniamo in quanto insegnanti.
Se affidano a noi un loro problema e non all'amica del cuore, è per avere un diverso tipo di aiuto e questo credo lo abbiano ben presente
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Se un'alunna dice di essere incinta   Ven Apr 19, 2013 11:43 pm

paniscus ha scritto:
La "soglia fatidica" è un limite di legge, non un rituale simbolico che ci siamo inventati noi. Se io vedessi un alunno di 12 anni guidare un motorino, avvertirei la famiglia, perché sarei SICURA che si tratta di una situazione irregolare che deve essere arginata... mentre se vedo la stessa cosa da parte di un alunno di 15, di cui non posso essere sicura se abbia già preso il patentino o no, non mi verrebbe in mente di farlo, perché effettivamente non spetta a me.

Lisa


Fuor di metafora quindi, a 12 anni, se ti confidasse che crede di essere incinta, avvertiresti i genitori?
Tornare in alto Andare in basso
giulia boffa
Admin


Messaggi : 36316
Data d'iscrizione : 28.09.09
Età : 52
Località : milano

MessaggioOggetto: Re: Se un'alunna dice di essere incinta   Sab Apr 20, 2013 6:31 am

giulia boffa ha scritto:
se sono aguzzini, devo averne le prove

non posso privare del diritto dei genitori di fare i genitori sostituendomi a loro

se mi accorgo, e ne sono arcisicura, ma proprio arci, allora interverrò con una denuncia presso le autorità competenti: devono esserci lividi, disagi vari di cui ho almeno sentore, testimonianze e via discorrendo

devo essere arcisicura perché non posso mettere nei casini genitori che non c'entrano nulla, metti che la ragazzina si inventi le cose per seri problemi psicologi

nel frattempo io ho il dovere di avvisare, anche come consiglio di classe, che la figlia ha problemi, che vanno risolti in seno alla famiglia e di cui, ripeto, gli insegnanti non devono farsi carico

lasciamo stare il libro "Cuore" per favore; il vero aiuto ad una alunna non è questo, non è facendo i salvatori della patria, ma cercando di aiutare la piccola ad avere un rapporto sereno con la sua famiglia, finché si può, e a responsabilizzare anche i genitori su questioni che competono loro e solo loro



http://tutoreminori.regione.veneto.it/orientamenti_web/orss_box2.asp

http://www.usrpiemonte.it/uspnovara/Documentazione/DISPENSA%20RESP%20PENALE%20E%20MINORI.pdf
Tornare in alto Andare in basso
giulia boffa
Admin


Messaggi : 36316
Data d'iscrizione : 28.09.09
Età : 52
Località : milano

MessaggioOggetto: Re: Se un'alunna dice di essere incinta   Sab Apr 20, 2013 6:38 am

Per quanto riguarda il disagio
occorre sviluppare un impegno degli educatori a
“pensare” il bambino
nella sua viva e irripetibile specificità, nelle sue relazioni sociali e familiari; occorre sviluppare un impegno
degli educatori ad attivare le risorse e la disponibilità della famiglia ad identificarsi con il bambino e ad aiutarlo.


Per quanto riguarda il maltrattamento
occorre ricordare che la protezione e il benessere del bambino
rappresentano una priorità delle normative e delle procedure riguardanti la tutela del minore. Quando i
bambini subiscono un abuso all’interno della famiglia, c’è un
conflitto profondo tra gli interessi dei
bambini e quelli dei genitori
. E’ importante riconoscere, comunque, che nel caso di abuso ai danni di un
bambino, i genitori o quelli che si dovrebbero occupare di lui sono venuti meno alla loro responsabilità di
curare e di educare quel bambino ed è pertanto indispensabile un intervento professionale ed istituzionale,
rispetto a cui insegnanti e dirigenti scolastici non possono restare estranei, per
proteggere il bambino.

Non fornire una efficace risposta può portare a conseguenze distruttive per quel bambino.

http://www.sviluppointelligenzaemotiva.it/Editore/Collane/Opuscoli/DownloadOpuscoli/dichiarazione.pdf



Ripeto: l'insegnante ha delle precise responsabilità verso la sua professione, che comprendono il rispetto dei ruoli e quindi la famiglia e l'interesse degli alunni coinvolti

sta ai singoli casi stabilire come agire per il meglio, non dimenticandosi mai di essere insegnante e pubblico ufficiale e non amica o assistente sociale o psicologa o genitore: non sono ruoli che ci competono e possono creare danni e disagi agli stessi alunni che vogliamo proteggere. A ciascuno il suo mestiere e per farlo bene abbiamo bisogno di conoscere queli doveri abbiamo e quali diritti e i tempi in cui usare gli uni e gli altri.

Non si improvvisa niente, nessun intervento e nessuna parola deve essere detta a caso in questioni così delicate: chiedre sempre l'appoggio di tutto il consiglio di classe se la situazione ci vede inadeguati e poi il DS che ha la responsabilità massima su tutto e il dovere di proteggerci se finiamo nei guai nei rapporti con la famiglia.

Attenzione alle famiglie: mai scavalcarle, non sapete chi potete avere di fronte, fate sempre in modo di capire bene come stanno le cose, ma ogni genitore, bello o brutto, ha diritto di sapere dei suoi figli; solo se sappiamo con certezza che non è un genitore, da cpome si comporta, abbiamo il dovere di denuncia, passando sempre prima dal ds, mai iniziative personali, mai, in nessun caso

ricordate sempre che il nostro è un lavoro d'equipe, non siamo soli e non dobbiamo esserlo
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Se un'alunna dice di essere incinta   Sab Apr 20, 2013 9:48 am

giulia boffa ha scritto:


Ripeto: l'insegnante ha delle precise responsabilità verso la sua professione, che comprendono il rispetto dei ruoli e quindi la famiglia e l'interesse degli alunni coinvolti

sta ai singoli casi stabilire come agire per il meglio, non dimenticandosi mai di essere insegnante e pubblico ufficiale e non amica o assistente sociale o psicologa o genitore: non sono ruoli che ci competono e possono creare danni e disagi agli stessi alunni che vogliamo proteggere. A ciascuno il suo mestiere e per farlo bene abbiamo bisogno di conoscere queli doveri abbiamo e quali diritti e i tempi in cui usare gli uni e gli altri.

Non si improvvisa niente, nessun intervento e nessuna parola deve essere detta a caso in questioni così delicate: chiedre sempre l'appoggio di tutto il consiglio di classe se la situazione ci vede inadeguati e poi il DS che ha la responsabilità massima su tutto e il dovere di proteggerci se finiamo nei guai nei rapporti con la famiglia.

Attenzione alle famiglie: mai scavalcarle, non sapete chi potete avere di fronte, fate sempre in modo di capire bene come stanno le cose, ma ogni genitore, bello o brutto, ha diritto di sapere dei suoi figli; solo se sappiamo con certezza che non è un genitore, da cpome si comporta, abbiamo il dovere di denuncia, passando sempre prima dal ds, mai iniziative personali, mai, in nessun caso

ricordate sempre che il nostro è un lavoro d'equipe, non siamo soli e non dobbiamo esserlo


Grazie Giulia! Perfettamente d'accordo! gli insegnanti-mamme e amici hanno fatto tanti danni e squalificato le nostre capacità professionali: rivendichiamo la nostra professionalità e utilizziamola correttamente e coerentemente in qualunque situazione! Se affrontassimo i problemi degli alunni come farebbe chiunque altro, mi spiegate che senso avrebbe il nostro lavoro?
E una volta per tutte: far riferimento al DS è obbligo professionale e collaborazione corretta all'interno dell'istituzione, non "lavarsi le mani", ma presa in carico del problema! i ragazzi sanno (e devono essere certi di questo perchè se non lo sono vuol dire che abbiamo lanciato messaggi sbagliati) che, se ci sottopongono un problema, noi lo affronteremo come compete al nostro ruolo: basta con queste visioni sdolcinate degli insegnanti da libro Cuore, che fanno il paio con le mamme-amiche!
Ritorniamo al nostro caso: l'alunna (che sia incinta o no) si rivolge alla sua insegnante che apprezza per motivi tutti legati alla sua professionalità (verosimilmente non l'ha mai frequentata fuori dalla scuola), perchè cerca un aiuto qualificato! Non ha chiesto all'amica del cuore né all'istruttrice di danza. Come aiutarla? Confondendola sui ruoli? Dicendole le cose che chiunque potrebbe dirle?
Tornare in alto Andare in basso
 
Se un'alunna dice di essere incinta
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
 Argomenti simili
-
» Per essere membri della chat (non considerare questo post si riferisce alla chat precedente)
» Chi vuol essere Navy Seal contro il fanatismo cattolico?
» Buttiglione: "essere gay è sbagliato"
» nn per essere petulante ma...
» Essere vegetariana in gravidanza

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: