Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
AutoreMessaggio
daniela_buono



Messaggi : 1308
Data d'iscrizione : 02.10.12

MessaggioOggetto: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 5:35 pm

Letta ha appena ufficializzato i nomi dei ministri.. La Carrozza all'istruzione. Che ne pensate?
Tornare in alto Andare in basso
Sasha73



Messaggi : 218
Data d'iscrizione : 27.04.11

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 5:48 pm

Sospirone di sollievo. Uno del PD può andare bene, fino a prova contraria :-)
L'importante è avere evitato un ministro PDL o Scelta Civica. Si può guardare con un briciolo di ottimismo in più al prossimo futuro.
Tornare in alto Andare in basso
Fedup



Messaggi : 580
Data d'iscrizione : 15.09.10

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 5:58 pm

Aspetterei ad esprimere anche granelli di ottimismo.
Le pugnalate migliori arrivano da chi non immagineremmo mai.

Ricordo con tristezza che in Italia la carriera universitaria ai capaci e meritevoli è preclusa.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 6:03 pm

un esponente del PD al MIUR è una buona notizia per i precari della scuola.
Tornare in alto Andare in basso
anecoico



Messaggi : 1645
Data d'iscrizione : 13.10.10

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 6:04 pm

La risposta che segue delle on. PD Puglisi-Carrozza, sintetizza il pensiero del nuovo ministro. Vedremo se avrà la forza per attuarlo.

D)Si stanno svolgendo le prove del concorso voluto dal Ministro Profumo per gli insegnanti delle scuole. Questa decisione è stata fortemente contestata da quanti avrebbero preferito non bandire concorsi fino all'esaurimento delle graduatorie dei precari. Qual è la posizione della candidata/del candidato su questo problema? Si impegnerà ad incalzare il prossimo governo perché ogni anno ci siano altri concorsi? E con quali modalità?


R)Ridare fiducia alla scuola significa garantire un organico funzionale, cioè una dotazione di personale, stabile per almeno un triennio, attraverso un nuovo piano pluriennale di esaurimento delle graduatorie per stabilizzare i precari (lo Stato spende di più a licenziarli ogni anno!). La nostra proposta prevede la selezione attraverso concorso dei migliori laureati per l’accesso alla formazione iniziale per ottenere l'abilitazione, un anno di prova attraverso tirocinio e supplenze brevi e firma del contratto a tempo indeterminato. Gli insegnanti meritano quel prestigio sociale che i governi prevedenti hanno negato, anche attraverso un nuovo contratto nazionale che attribuisca una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni, la formazione, ecc.

fonte: http://www.huffingtonpost.it/2013/02/21/maria-chiara-carrozza-pd-investire-su-ricerca-e-istruzione_n_2733303.html

anecoico
Tornare in alto Andare in basso
jasmine



Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 19.07.11

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 6:07 pm

Ricordiamoci però che un governo del pd (Prodi-Fioroni) varò la legge n. 244 del 2007 (Finanziaria per il 2008) che abrogò la deroga e fissò un contingente massimo sui posti dei docenti di sostegno....in barba ai diritti degli alunni con disabilità...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 6:29 pm

Ci sono speranze per un secondo concorso che riguardi le classi di concorso escluse da questo o questa signora sarà un'altra fabbrica-precari a colpi di SISS e TFA? Non è chiaro.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17789
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 6:34 pm

Se nel nuovo contratto nazionale verrà stabilito quanto dice "Gli insegnanti meritano quel prestigio sociale che i governi prevedenti hanno negato, anche attraverso un nuovo contratto nazionale che attribuisca una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni, la formazione, ecc."...siamo messi veramente male!!!!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 6:37 pm

giovanna onnis ha scritto:
Se nel nuovo contratto nazionale verrà stabilito quanto dice "Gli insegnanti meritano quel prestigio sociale che i governi prevedenti hanno negato, anche attraverso un nuovo contratto nazionale che attribuisca una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni, la formazione, ecc."...siamo messi veramente male!!!!
Non vedo perchè,in azienda io ho lavorato anche 10 ore al giorno pure se l'orario era di 8 ore.
Solo a scuola c'è l'anomalia che si lavora solo la mattina(salvo quando ci sono le riunioni al pomeriggio),il resto degli uffici prevede il rientro pomeridiano.
Personalmente non avrei alcun problema a fare questo.
Fra l'altro all'estero le scuole sono tutte organizzate di pomeriggio.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 6:43 pm

giovanna onnis ha scritto:
Se nel nuovo contratto nazionale verrà stabilito quanto dice "Gli insegnanti meritano quel prestigio sociale che i governi prevedenti hanno negato, anche attraverso un nuovo contratto nazionale che attribuisca una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni, la formazione, ecc."...siamo messi veramente male!!!!



passiamo tante ore pomeridiane a scuola per riunioni inutili e spesso non pagate, che non mi sembrerebbe nemmeno tanto male, se ci dotassero però di uffici, materiale didattico e computer per preparare le lezioni. Non capisco invece perchè pagare di più chi corregge i compiti a scuola piuttosto che a casa sua!
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3221
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 6:47 pm

EtaBeta ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Se nel nuovo contratto nazionale verrà stabilito quanto dice "Gli insegnanti meritano quel prestigio sociale che i governi prevedenti hanno negato, anche attraverso un nuovo contratto nazionale che attribuisca una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni, la formazione, ecc."...siamo messi veramente male!!!!
Non vedo perchè,in azienda io ho lavorato anche 10 ore al giorno pure se l'orario era di 8 ore.
Solo a scuola c'è l'anomalia che si lavora solo la mattina(salvo quando ci sono le riunioni al pomeriggio),il resto degli uffici prevede il rientro pomeridiano.
Personalmente non avrei alcun problema a fare questo.
Fra l'altro all'estero le scuole sono tutte organizzate di pomeriggio.

immagino che in ufficio avessi una tua postazione di lavoro. In alcune scuola la sala prof. è minuscola, con un solo PC e senza stampanti. Dove preparo ad esempio le verifiche se non posso neppure stampare una copia?
Tornare in alto Andare in basso
Posidonia



Messaggi : 1604
Data d'iscrizione : 05.11.09

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 7:00 pm

Laura70 ha scritto:
EtaBeta ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Se nel nuovo contratto nazionale verrà stabilito quanto dice "Gli insegnanti meritano quel prestigio sociale che i governi prevedenti hanno negato, anche attraverso un nuovo contratto nazionale che attribuisca una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni, la formazione, ecc."...siamo messi veramente male!!!!
Non vedo perchè,in azienda io ho lavorato anche 10 ore al giorno pure se l'orario era di 8 ore.
Solo a scuola c'è l'anomalia che si lavora solo la mattina(salvo quando ci sono le riunioni al pomeriggio),il resto degli uffici prevede il rientro pomeridiano.
Personalmente non avrei alcun problema a fare questo.
Fra l'altro all'estero le scuole sono tutte organizzate di pomeriggio.

immagino che in ufficio avessi una tua postazione di lavoro. In alcune scuola la sala prof. è minuscola, con un solo PC e senza stampanti. Dove preparo ad esempio le verifiche se non posso neppure stampare una copia?


in alcune scuole dove ho lavorato, non esiste nemmeno la sala professori!
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 7:02 pm

il rientro pomeridiano comporta:
1. spese luce
2 . spese riscaldamento
3. spese postazione + computer (nella mia scuola siamo 100 insegnanti)
4. spese buoni (se li danno a tutti gli impiegati che fanno i rientri perché a me no?)
5. spesa per correzione (che fino ad ora e' sempre stato gratis)

a me sta bene.
vogliamo vedere che non lo fanno?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 7:03 pm

Laura70 ha scritto:
EtaBeta ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Se nel nuovo contratto nazionale verrà stabilito quanto dice "Gli insegnanti meritano quel prestigio sociale che i governi prevedenti hanno negato, anche attraverso un nuovo contratto nazionale che attribuisca una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni, la formazione, ecc."...siamo messi veramente male!!!!
Non vedo perchè,in azienda io ho lavorato anche 10 ore al giorno pure se l'orario era di 8 ore.
Solo a scuola c'è l'anomalia che si lavora solo la mattina(salvo quando ci sono le riunioni al pomeriggio),il resto degli uffici prevede il rientro pomeridiano.
Personalmente non avrei alcun problema a fare questo.
Fra l'altro all'estero le scuole sono tutte organizzate di pomeriggio.


immagino che in ufficio avessi una tua postazione di lavoro. In alcune scuola la sala prof. è minuscola, con un solo PC e senza stampanti. Dove preparo ad esempio le verifiche se non posso neppure stampare una copia?
Si ma lo stipendio era anche più basso o a volte si era in giro tutto il tempo.
Comunque sugli spazi hai pienamente ragione e anche sull'informatizzazione delle scuole,questo è giustissimo e va fatto.


Ultima modifica di EtaBeta il Sab Apr 27, 2013 7:04 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
anecoico



Messaggi : 1645
Data d'iscrizione : 13.10.10

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 7:04 pm

giovanna onnis ha scritto:
Se nel nuovo contratto nazionale verrà stabilito quanto dice "Gli insegnanti meritano quel prestigio sociale che i governi prevedenti hanno negato, anche attraverso un nuovo contratto nazionale che attribuisca una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni, la formazione, ecc."...siamo messi veramente male!!!!
Io nella mia materia correggo gli elaborati a casa, quasi giornalmente per eliminare subito gli errori . Altri colleghi della stessa materia lo fanno in classe o durante i collegi o consigli infischiandosi della didattica.
Ogni hanno dico chè sarà l'ultimo, poi prevale il piacere di vedere la crescita dei propri studenti. Se si vuole premiare il merito bisogna pagare di più chi vuole lavorare. Chi non aderisce mica viene penalizzato!
Dico di più bisogna separare il contratto del personale docente da quello ata.

anecoico
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 7:05 pm

Posidonia ha scritto:
Laura70 ha scritto:
EtaBeta ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Se nel nuovo contratto nazionale verrà stabilito quanto dice "Gli insegnanti meritano quel prestigio sociale che i governi prevedenti hanno negato, anche attraverso un nuovo contratto nazionale che attribuisca una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni, la formazione, ecc."...siamo messi veramente male!!!!
Non vedo perchè,in azienda io ho lavorato anche 10 ore al giorno pure se l'orario era di 8 ore.
Solo a scuola c'è l'anomalia che si lavora solo la mattina(salvo quando ci sono le riunioni al pomeriggio),il resto degli uffici prevede il rientro pomeridiano.
Personalmente non avrei alcun problema a fare questo.
Fra l'altro all'estero le scuole sono tutte organizzate di pomeriggio.

immagino che in ufficio avessi una tua postazione di lavoro. In alcune scuola la sala prof. è minuscola, con un solo PC e senza stampanti. Dove preparo ad esempio le verifiche se non posso neppure stampare una copia?


in alcune scuole dove ho lavorato, non esiste nemmeno la sala professori!

nella mia scuola hanno comprato i software per la dislessia ma non ci sono i portatili. Mi chiedo: come fa un docente? porta l'alunno nell'aula docenti e lascia la classe scoperta.

nella scuola bisogna entrarci per vedere che cosa significa...
Tornare in alto Andare in basso
anecoico



Messaggi : 1645
Data d'iscrizione : 13.10.10

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 7:10 pm

carla75 ha scritto:
il rientro pomeridiano comporta:
1. spese luce
2 . spese riscaldamento
3. spese postazione + computer (nella mia scuola siamo 100 insegnanti)
4. spese buoni (se li danno a tutti gli impiegati che fanno i rientri perché a me no?)
5. spesa per correzione (che fino ad ora e' sempre stato gratis)

a me sta bene.
vogliamo vedere che non lo fanno?
La mia scuola (così anche le due in cui sono stato, alle superiori) è aperta tutti i giorni fino alle 19:00, tranne venerdi e sabato per corsi di recupero e sportelli help. Lasciando l'adesione volontaria non credo che ci sia un aggravio di spese.

anecoico
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 7:10 pm

"Riportare al centro del processo educativo gli studenti, significa ripensare l’intero modo di vivere e far funzionare la scuola. I ragazzi e le ragazze hanno bisogno di tempi distesi per l'apprendimento, di percorsi individualizzati, di compiere scelte determinanti per la propria vita consapevolmente, offrendo il tempo per farle maturare.

Nel nostro Paese si e' tagliato il tempo scuola, in contro tendenza al resto d'Europa. Il tempo scuola e' il miglior antidoto alla dispersione scolastica. Questo ci dicono i dati. Occorre tenere le scuole aperte il pomeriggio per permettere di studiare a scuola da soli o in compagnia, per favorire il cooperative learning, per trovare a scuola i libri e i computer che a volte a casa non si hanno. Servono insegnanti adeguatamente formati a catturare le teste veloci dei preadolescenti, diventando facilitatori dell'apprendimento.Serve un biennio unitario e un triennio di Indirizzo per permettere agli studenti di compiere scelte mature e consapevoli, con materie comuni tra gli indirizzi e opzioni individuali"

Quelli che definiamo ‘nativi digitali’, frequentano già le nostre scuole, sono iscritti al primo anno delle superiori, e nella loro testa c’è un modello di apprendimento che fa fatica ad adeguarsi alla tradizionale lezione frontale. E il docente si sente demotivato e ben poco supportato da uno Stato che non investe un euro in formazione in servizio, obbliga alle iscrizioni online o all’adozione degli ebooks ma si disinteressa se nella scuola c’è o no la banda larga, se i pc sono primitivi, se le famiglie hanno una connessione internet.

Servono laboratori che sappiano coniugare il sapere al saper fare, la rottura dell'unità della classe e della consequenzialità delle lezioni, una scuola che superi la rigidità dell'orario e degli spazi. Non e' assegnando un premio o una punizione o scatenando competizione tra le scuole che si sollecitano le stesse al miglioramento. Non serve un sistema scolastico che aumenti la competizione tra scuole, ma che favorisca la collaborazione tra docenti e tra reti di scuole. Serve collaborazione per diffondere le buone pratiche didattiche per aiutare le scuole a raggiungere il massimo del proprio potenziale. Un sistema nazionale di valutazione e di ricerca educativa che serva davvero come strumento con cui confrontarsi per verificare se ciò che si fa a scuola ha efficacia con gli studenti.



sempre dalla stessa intervista: un po' di vecchio (l'individualizzazione dei percorsi di apprendimento, apertura pomeridiana - ma con quali mezzi? -), e un po' di nuovo come la rottura dell'unità della classe e il superamento della lezione frontale.
Nell'ultimo punto evidenziato mi pare di leggere una rassicurazione riguardo alla possibilità di legare il finanziamento al rendimento delle singole scuole (per i test Invalsi per esempio)
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17789
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 7:12 pm

EtaBeta ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Se nel nuovo contratto nazionale verrà stabilito quanto dice "Gli insegnanti meritano quel prestigio sociale che i governi prevedenti hanno negato, anche attraverso un nuovo contratto nazionale che attribuisca una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni, la formazione, ecc."...siamo messi veramente male!!!!
Non vedo perchè,in azienda io ho lavorato anche 10 ore al giorno pure se l'orario era di 8 ore.
Solo a scuola c'è l'anomalia che si lavora solo la mattina(salvo quando ci sono le riunioni al pomeriggio),il resto degli uffici prevede il rientro pomeridiano.
Personalmente non avrei alcun problema a fare questo.
Fra l'altro all'estero le scuole sono tutte organizzate di pomeriggio.
Certo all'estero, ma tu, come me, Eta Beta, conosci bene la realtà delle nostre scuole e per lavorare al pomeriggio a scuola, per fare poi ciò che NORMALMENTE facciamo a casa, dovremmo disporre TUTTI di un PC e di "aule" adeguatamente attrezzate allo scopo....perchè vengo pagata di più se questo lavoro lo faccio a scuola?? I docenti seri questo lavoro lo hanno sempre fatto, tanto è vero che "ci portiamo il lavoro a casa"!! Perchè sottolineare il diritto alla retribuzione più alta per i docenti disposti a farlo a scuola...è come dire che questo non lo abbiamo mai fatto e che non è mai esistito il "lavoro sommerso"....è come "scoprire l'acqua calda" sostenendo che si tratta della scopeta del futuro!!! Perchè non sottolineare invece che il nostro orario di lavori va ben oltre le 18 ore, proprio per tutte le attività (correzione compiti, preparazione lezioni, programmazione, predisposizione verifiche ecc. ecc.) che ABBIAMO SEMPRE FATTO a casa senza nessun riconoscimento ufficiale sia dal punto di vista del carico orario di lavoro, sia dal punto di vista economico?
Ora si vorrebbe prospettare una maggiorazione della retribuzione per chi, questo lavoro, lo fa a scuola...e chi, invece, continuerà con lo stesso impegno e con la stessa serietà a farlo a casa come ha sempre fatto?????
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 7:14 pm

Citazione :
Nel nostro Paese si e' tagliato il tempo scuola, in contro tendenza al resto d'Europa. Il tempo scuola e' il miglior antidoto alla dispersione scolastica. Questo ci dicono i dati. Occorre tenere le scuole aperte il pomeriggio per permettere di studiare a scuola da soli o in compagnia, per favorire il cooperative learning, per trovare a scuola i libri e i computer che a volte a casa non si hanno.

Però l'ultimo modello di iphone ce l'hanno, quello sì...
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 7:18 pm

anecoico ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Se nel nuovo contratto nazionale verrà stabilito quanto dice "Gli insegnanti meritano quel prestigio sociale che i governi prevedenti hanno negato, anche attraverso un nuovo contratto nazionale che attribuisca una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni, la formazione, ecc."...siamo messi veramente male!!!!
Io nella mia materia correggo gli elaborati a casa, quasi giornalmente per eliminare subito gli errori . Altri colleghi della stessa materia lo fanno in classe o durante i collegi o consigli infischiandosi della didattica.
Ogni hanno dico chè sarà l'ultimo, poi prevale il piacere di vedere la crescita dei propri studenti. Se si vuole premiare il merito bisogna pagare di più chi vuole lavorare. Chi non aderisce mica viene penalizzato!
Dico di più bisogna separare il contratto del personale docente da quello ata.

anecoico


Assolutamente d'accordo ma bisogna capirci su cosa significa "lavorare". Il nostro deve rimanere un lavoro a prestazione, non si può considerare solo il tempo passato a scuola.
Nella scuola c'è anche tanta gente che vive di progetti a volte ai limiti del folclore, che allestisce laboratori su cose dalla scarsa ricaduta didattica eppure passa i pomeriggi a scuola! Non vorrei che questa questione di passare più tempo a scuola porti gli insegnanti a fare come quegli impiegati che si fanno pagare gli straordinari a scaldare la sedia
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 7:20 pm

paniscus ha scritto:
Citazione :
Nel nostro Paese si e' tagliato il tempo scuola, in contro tendenza al resto d'Europa. Il tempo scuola e' il miglior antidoto alla dispersione scolastica. Questo ci dicono i dati. Occorre tenere le scuole aperte il pomeriggio per permettere di studiare a scuola da soli o in compagnia, per favorire il cooperative learning, per trovare a scuola i libri e i computer che a volte a casa non si hanno.

Però l'ultimo modello di iphone ce l'hanno, quello sì...


ecco! giustissimo! va benissimo mettere a disposizione di chi non li ha mezzi tecnologici, ma siamo sicuri che ai nostri alunni manchi la tecnologia? nelle famiglie non mancano molto di più i cari vecchi libri?
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17789
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 7:26 pm

giovanna onnis ha scritto:
Se nel nuovo contratto nazionale verrà stabilito quanto dice "Gli insegnanti meritano quel prestigio sociale che i governi prevedenti hanno negato, anche attraverso un nuovo contratto nazionale che attribuisca una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni, la formazione, ecc."...siamo messi veramente male!!!!
Ciao Anecoico, mi fa piacere che ultimamente, anche in altri topic, abbiamo raggiunto una certa sintonia e abbiamo smesso di "punzecchiarci" ;-)
anecoico ha scritto:

Io nella mia materia correggo gli elaborati a casa, quasi giornalmente per eliminare subito gli errori . Altri colleghi della stessa materia lo fanno in classe o durante i collegi o consigli infischiandosi della didattica.Ogni hanno dico chè sarà l'ultimo, poi prevale il piacere di vedere la crescita dei propri studenti.
Appunto, diversa serietà e forse chi lo fa a casa da maggiore importanza a tutte le attività che si svolgono a scuola, sia in classe che nelle riunioni collegiali
anecoico ha scritto:

Se si vuole premiare il merito bisogna pagare di più chi vuole lavorare.

Condivido in pieno...ma non sempre la "volontà di lavorare" è facilmente misurabile
anecoico ha scritto:

Chi non aderisce mica viene penalizzato!
Sembrerebbe di si, dal momento che si ipotizza l'attribuzione di "una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa" ed è proprio questo che io sto contestando!!


Ultima modifica di giovanna onnis il Sab Apr 27, 2013 7:26 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
anecoico



Messaggi : 1645
Data d'iscrizione : 13.10.10

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 7:26 pm

giovanna onnis ha scritto:
EtaBeta ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Se nel nuovo contratto nazionale verrà stabilito quanto dice "Gli insegnanti meritano quel prestigio sociale che i governi prevedenti hanno negato, anche attraverso un nuovo contratto nazionale che attribuisca una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni, la formazione, ecc."...siamo messi veramente male!!!!
Non vedo perchè,in azienda io ho lavorato anche 10 ore al giorno pure se l'orario era di 8 ore.
Solo a scuola c'è l'anomalia che si lavora solo la mattina(salvo quando ci sono le riunioni al pomeriggio),il resto degli uffici prevede il rientro pomeridiano.
Personalmente non avrei alcun problema a fare questo.
Fra l'altro all'estero le scuole sono tutte organizzate di pomeriggio.
Certo all'estero, ma tu, come me, Eta Beta, conosci bene la realtà delle nostre scuole e per lavorare al pomeriggio a scuola, per fare poi ciò che NORMALMENTE facciamo a casa, dovremmo disporre TUTTI di un PC e di "aule" adeguatamente attrezzate allo scopo....perchè vengo pagata di più se questo lavoro lo faccio a scuola?? I docenti seri questo lavoro lo hanno sempre fatto, tanto è vero che "ci portiamo il lavoro a casa"!! Perchè sottolineare il diritto alla retribuzione più alta per i docenti disposti a farlo a scuola...è come dire che questo non lo abbiamo mai fatto e che non è mai esistito il "lavoro sommerso"....è come "scoprire l'acqua calda" sostenendo che si tratta della scopeta del futuro!!! Perchè non sottolineare invece che il nostro orario di lavori va ben oltre le 18 ore, proprio per tutte le attività (correzione compiti, preparazione lezioni, programmazione, predisposizione verifiche ecc. ecc.) che ABBIAMO SEMPRE FATTO a casa senza nessun riconoscimento ufficiale sia dal punto di vista del carico orario di lavoro, sia dal punto di vista economico?
Ora si vorrebbe prospettare una maggiorazione della retribuzione per chi, questo lavoro, lo fa a scuola...e chi, invece, continuerà con lo stesso impegno e con la stessa serietà a farlo a casa come ha sempre fatto?????
Non capisco quale sia il tuo problema. L'adesione mi sembra volontaria e senza penalizzazione. Non credo che la correzione dei compiti sia l'unica attività, da quello che capisco si è impegnati anche in attività di tutoraggio, di sportello help e corsi di recupero. Forse è il momento di modificare i vecchi compiti buoni per ogni stagione. I ragazzi hanno le soluzioni delle verifiche di fisica , elettrotrecnica, costruzioni, etc etc che si tramandano da fratello in fratello. In fondo se veniamo pagati allo stesso modo perchè sottrarre il nostro tempo-casa per prepararne altri?

anecoico
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17789
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 7:29 pm

lucetta10 ha scritto:
anecoico ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Se nel nuovo contratto nazionale verrà stabilito quanto dice "Gli insegnanti meritano quel prestigio sociale che i governi prevedenti hanno negato, anche attraverso un nuovo contratto nazionale che attribuisca una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni, la formazione, ecc."...siamo messi veramente male!!!!
Io nella mia materia correggo gli elaborati a casa, quasi giornalmente per eliminare subito gli errori . Altri colleghi della stessa materia lo fanno in classe o durante i collegi o consigli infischiandosi della didattica.
Ogni hanno dico chè sarà l'ultimo, poi prevale il piacere di vedere la crescita dei propri studenti. Se si vuole premiare il merito bisogna pagare di più chi vuole lavorare. Chi non aderisce mica viene penalizzato!
Dico di più bisogna separare il contratto del personale docente da quello ata.

anecoico


Assolutamente d'accordo ma bisogna capirci su cosa significa "lavorare". Il nostro deve rimanere un lavoro a prestazione, non si può considerare solo il tempo passato a scuola.
Nella scuola c'è anche tanta gente che vive di progetti a volte ai limiti del folclore, che allestisce laboratori su cose dalla scarsa ricaduta didattica eppure passa i pomeriggi a scuola! Non vorrei che questa questione di passare più tempo a scuola porti gli insegnanti a fare come quegli impiegati che si fanno pagare gli straordinari a scaldare la sedia
E' proprio quello che temo anche io Lucetta!!
Tornare in alto Andare in basso
 
Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 8Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
 Argomenti simili
-
» Fine dell'universo
» la web community dei professionisti dell'estetica
» La legge dell'attrazione...
» Di nuovo pioggia di capelli
» monnalisa e il magico mondo dell'andrologia....

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: