Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
AutoreMessaggio
daniela_buono



Messaggi : 1308
Data d'iscrizione : 02.10.12

MessaggioOggetto: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 5:35 pm

Promemoria primo messaggio :

Letta ha appena ufficializzato i nomi dei ministri.. La Carrozza all'istruzione. Che ne pensate?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
anecoico



Messaggi : 1645
Data d'iscrizione : 13.10.10

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 7:33 pm

lucetta10 ha scritto:
anecoico ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Se nel nuovo contratto nazionale verrà stabilito quanto dice "Gli insegnanti meritano quel prestigio sociale che i governi prevedenti hanno negato, anche attraverso un nuovo contratto nazionale che attribuisca una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni, la formazione, ecc."...siamo messi veramente male!!!!
Io nella mia materia correggo gli elaborati a casa, quasi giornalmente per eliminare subito gli errori . Altri colleghi della stessa materia lo fanno in classe o durante i collegi o consigli infischiandosi della didattica.
Ogni hanno dico chè sarà l'ultimo, poi prevale il piacere di vedere la crescita dei propri studenti. Se si vuole premiare il merito bisogna pagare di più chi vuole lavorare. Chi non aderisce mica viene penalizzato!
Dico di più bisogna separare il contratto del personale docente da quello ata.

anecoico


Assolutamente d'accordo ma bisogna capirci su cosa significa "lavorare". Il nostro deve rimanere un lavoro a prestazione, non si può considerare solo il tempo passato a scuola.
Nella scuola c'è anche tanta gente che vive di progetti a volte ai limiti del folclore, che allestisce laboratori su cose dalla scarsa ricaduta didattica eppure passa i pomeriggi a scuola! Non vorrei che questa questione di passare più tempo a scuola porti gli insegnanti a fare come quegli impiegati che si fanno pagare gli straordinari a scaldare la sedia
Vogliamo parlare dei corsi di recupero che si svolgono con le cassette di quark?
Io non sarei contrario a priori, prima di parlare bisogna conoscere le norme di applicazione che devono escludere il folklore di cui parli.

anecoico
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 7:35 pm

anecoico ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
EtaBeta ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Se nel nuovo contratto nazionale verrà stabilito quanto dice "Gli insegnanti meritano quel prestigio sociale che i governi prevedenti hanno negato, anche attraverso un nuovo contratto nazionale che attribuisca una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni, la formazione, ecc."...siamo messi veramente male!!!!
Non vedo perchè,in azienda io ho lavorato anche 10 ore al giorno pure se l'orario era di 8 ore.
Solo a scuola c'è l'anomalia che si lavora solo la mattina(salvo quando ci sono le riunioni al pomeriggio),il resto degli uffici prevede il rientro pomeridiano.
Personalmente non avrei alcun problema a fare questo.
Fra l'altro all'estero le scuole sono tutte organizzate di pomeriggio.
Certo all'estero, ma tu, come me, Eta Beta, conosci bene la realtà delle nostre scuole e per lavorare al pomeriggio a scuola, per fare poi ciò che NORMALMENTE facciamo a casa, dovremmo disporre TUTTI di un PC e di "aule" adeguatamente attrezzate allo scopo....perchè vengo pagata di più se questo lavoro lo faccio a scuola?? I docenti seri questo lavoro lo hanno sempre fatto, tanto è vero che "ci portiamo il lavoro a casa"!! Perchè sottolineare il diritto alla retribuzione più alta per i docenti disposti a farlo a scuola...è come dire che questo non lo abbiamo mai fatto e che non è mai esistito il "lavoro sommerso"....è come "scoprire l'acqua calda" sostenendo che si tratta della scopeta del futuro!!! Perchè non sottolineare invece che il nostro orario di lavori va ben oltre le 18 ore, proprio per tutte le attività (correzione compiti, preparazione lezioni, programmazione, predisposizione verifiche ecc. ecc.) che ABBIAMO SEMPRE FATTO a casa senza nessun riconoscimento ufficiale sia dal punto di vista del carico orario di lavoro, sia dal punto di vista economico?
Ora si vorrebbe prospettare una maggiorazione della retribuzione per chi, questo lavoro, lo fa a scuola...e chi, invece, continuerà con lo stesso impegno e con la stessa serietà a farlo a casa come ha sempre fatto?????
Non capisco quale sia il tuo problema. L'adesione mi sembra volontaria e senza penalizzazione. Non credo che la correzione dei compiti sia l'unica attività, da quello che capisco si è impegnati anche in attività di tutoraggio, di sportello help e corsi di recupero. Forse è il momento di modificare i vecchi compiti buoni per ogni stagione. I ragazzi hanno le soluzioni delle verifiche di fisica , elettrotrecnica, costruzioni, etc etc che si tramandano da fratello in fratello. In fondo se veniamo pagati allo stesso modo perchè sottrarre il nostro tempo-casa per prepararne altri?

anecoico
Non mi è chiaro ciò che vuoi dire Anecoico. E' vero che l'adesione è volontaria, ma non è vero che è senza penalizzazioni, dal momento che la maggiore retribuzione spetterebbe al docente che rimane a scuola per correggere i compiti o preparare le lezioni, mentre ad un docente che queste attività continuerebbe a svolgerle a casa non spetterebbe niente.
Non credo poi che le attività di sportello, i corsi di recupero o le attività di tutoraggio, essendo retribuite a parte, rientrino nel "calcolo" della maggiorazione retributiva. E' ovvio che si tratta di una mia interpretazione e può anche essere smentita
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 7:41 pm

anecoico ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
anecoico ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Se nel nuovo contratto nazionale verrà stabilito quanto dice "Gli insegnanti meritano quel prestigio sociale che i governi prevedenti hanno negato, anche attraverso un nuovo contratto nazionale che attribuisca una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni, la formazione, ecc."...siamo messi veramente male!!!!
Io nella mia materia correggo gli elaborati a casa, quasi giornalmente per eliminare subito gli errori . Altri colleghi della stessa materia lo fanno in classe o durante i collegi o consigli infischiandosi della didattica.
Ogni hanno dico chè sarà l'ultimo, poi prevale il piacere di vedere la crescita dei propri studenti. Se si vuole premiare il merito bisogna pagare di più chi vuole lavorare. Chi non aderisce mica viene penalizzato!
Dico di più bisogna separare il contratto del personale docente da quello ata.

anecoico


Assolutamente d'accordo ma bisogna capirci su cosa significa "lavorare". Il nostro deve rimanere un lavoro a prestazione, non si può considerare solo il tempo passato a scuola.
Nella scuola c'è anche tanta gente che vive di progetti a volte ai limiti del folclore, che allestisce laboratori su cose dalla scarsa ricaduta didattica eppure passa i pomeriggi a scuola! Non vorrei che questa questione di passare più tempo a scuola porti gli insegnanti a fare come quegli impiegati che si fanno pagare gli straordinari a scaldare la sedia
Vogliamo parlare dei corsi di recupero che si svolgono con le cassette di quark?
Io non sarei contrario a priori, prima di parlare bisogna conoscere le norme di applicazione che devono escludere il folklore di cui parli.

anecoico
Su questo hai ragione, infatti i nostri commenti sono motivati esclusivamente da ciò che è stato scritto e che riprende una proposta fatta da Bersani in campagna elettorale nel suo "programma per la scuola". Una volta che tutto verrà esplicitato con maggior chiarezza, anche i nostri commenti, in positivo o in negativo, saranno certamente più "motivati"
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 7:45 pm

anecoico ha scritto:

Vogliamo parlare dei corsi di recupero che si svolgono con le cassette di quark?

anecoico
O vogliamo parlare anche dei colleghi che non sono mai in classe, che portano avanti "mega-progetti" pomeridiani che sanno solo di "aria fritta" e nonostante questo, dal momento che si trattengono a scuola il pomeriggio avrebbero diritto ad una maggiore retribuzione??
Tornare in alto Andare in basso
anecoico



Messaggi : 1645
Data d'iscrizione : 13.10.10

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 8:23 pm

giovanna onnis ha scritto:
anecoico ha scritto:

Vogliamo parlare dei corsi di recupero che si svolgono con le cassette di quark?

anecoico
O vogliamo parlare anche dei colleghi che non sono mai in classe, che portano avanti "mega-progetti" pomeridiani che sanno solo di "aria fritta" e nonostante questo, dal momento che si trattengono a scuola il pomeriggio avrebbero diritto ad una maggiore retribuzione??
Rispondo una sola volta ai tuoi tre post, come al solito è difficile comunicare con te.

1) E' chiaro che l'aumento di stipendio per tutti non ci sarà mai. Poi chi ti controlla se a casa lavori per la scuola? Ad esempio, so di una collega di lettere che faceva correggere i temi alle amiche!
2) Oggi i corsi di recupero, sportelli, progetti vari (parliamo di ingenti somme) sono gestite male. Con la scuola aperta il pomeriggio finisce lo scempio dei corsi pagati a 50 euro l'ora (che verranno aboliti).
3) Bisogna leggere le norme prima di essere bastian contrario. Non credo che il pomeriggio ti paghino come la mattina e vedrai che non parteciperanno in molti. Parlo di chi si fermava solo per le 50 euro/ora, parlo di chi ha una seconda attività. Parlo di chi dovrà rendicontare la sua attività e non potrà utilizzare il buon Piero Angela.
4) Aprirsi verso questo nuovo tempo scuola è l'unico modo per contrastare gli zombi che sono presenti in tutte le nostre scuole, riconoscibili perchè camminano ciondolando per i corridoi. E perchè no dare ai giovani e volenterosi insegnanti la possibilità di rimpinguare lo stipendio. Ricordo come i neoimmessi (mi ci metto tra questi) hanno avuto abolito, per contratto, il secondo gradone stipendiale (percependo 1340 euro per i primi 9 anni).

ps.: Difendi la specie?

anecoico

Tornare in alto Andare in basso
silviaa



Messaggi : 154
Data d'iscrizione : 03.06.11

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 8:30 pm

anecoico ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
anecoico ha scritto:

Vogliamo parlare dei corsi di recupero che si svolgono con le cassette di quark?

anecoico
O vogliamo parlare anche dei colleghi che non sono mai in classe, che portano avanti "mega-progetti" pomeridiani che sanno solo di "aria fritta" e nonostante questo, dal momento che si trattengono a scuola il pomeriggio avrebbero diritto ad una maggiore retribuzione??
Rispondo una sola volta ai tuoi tre post, come al solito è difficile comunicare con te.

1) E' chiaro che l'aumento di stipendio per tutti non ci sarà mai. Poi chi ti controlla se a casa lavori per la scuola? Ad esempio, so di una collega di lettere che faceva correggere i temi alle amiche!
2) Oggi i corsi di recupero, sportelli, progetti vari (parliamo di ingenti somme) sono gestite male. Con la scuola aperta il pomeriggio finisce lo scempio dei corsi pagati a 50 euro l'ora (che verranno aboliti).
3) Bisogna leggere le norme prima di essere bastian contrario. Non credo che il pomeriggio ti paghino come la mattina e vedrai che non parteciperanno in molti. Parlo di chi si fermava solo per le 50 euro/ora, parlo di chi ha una seconda attività. Parlo di chi dovrà rendicontare la sua attività e non potrà utilizzare il buon Piero Angela.
4) Aprirsi verso questo nuovo tempo scuola è l'unico modo per contrastare gli zombi che sono presenti in tutte le nostre scuole, riconoscibili perchè camminano ciondolando per i corridoi. E perchè no dare ai giovani e volenterosi insegnanti la possibilità di rimpinguare lo stipendio. Ricordo come i neoimmessi (mi ci metto tra questi) hanno avuto abolito, per contratto, il secondo gradone stipendiale (percependo 1340 euro per i primi 9 anni).

ps.: Difendi la specie?

anecoico


Ma chi li ha mai visti 50 euro all'ora???
Io ho fatto dei progetti dove ho sgobbato come una pazza a scuola e a casa, ma per 35 euro lordi, ovvero 22/23 netti.
Queste notizie non fanno altro che alimentare l'opinione diffusa di insegnanti fannullloni!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 8:32 pm

anecoico ha scritto:
Forse è il momento di modificare i vecchi compiti buoni per ogni stagione. I ragazzi hanno le soluzioni delle verifiche di fisica, elettrotrecnica, costruzioni, etc etc che si tramandano da fratello in fratello.

A parte il fatto che non mi risulta così diffusa questa usanza di riciclare così tanto i compiti da un anno all'altro, almeno nelle materie scientifiche (probabilmente per una traccia di tema lo si può fare tranquillamente, tanto lo svolgimento sarà diversissimo da una persona all'altra)... ma soprattutto... QUANDO MAI????? Non se li passano nemmeno da una settimana all'altra!

Io non ritiro MAI il testo originale del compito insieme all'elaborato svolto, lo lascio sempre rigorosamente da portare via (anzi PRETENDO che se lo portino via, perché glielo do regolarmente da rifare come compito per casa, in maniera che quando si ritrovano la correzione davanti sappiano già che cosa hanno sbagliato), e per tutto l'anno ripeto a squarciagola che chi deve essere interrogato per recuperare sarà interrogato soprattutto a partire dagli argomenti che ha sbagliato nei compiti.

Quindi, TUTTI hanno, o almeno dovrebbero avere, una cartella con gli esercizi di tutte le verifiche fatte finora. Ho sempre fatto così fin dai primissimi anni di insegnamento, anche a costo di fare più fatica a inventarmi sempre varianti nuove, perché ritengo che sia molto più trasparente e più costruttivo. Inizialmente mi pareva una fatica enorme, ma poi mi sono resa conto che non è nemmeno vero, perché con un po' di esperienza in più, basta differenziare di pochissimo e non è difficile creare un numero altissimo di varianti completamente "nuove". Anzi, ormai ce l'ho come automatismo, ogni volta che preparo una verifica non ne preparo solo una o due versioni per la classe, ma anche una o due in più per gli eventuali assenti che dovranno rifarlo dopo.

Siccome a tutti quelli che erano stati assenti lo faccio rifare, sempre, come abitudine, in teoria dovrebbero essere avvantaggiati, perché hanno avuto modo di consultare il materiale del compito che è stato dato agli altri, che non sarà identico ma comunque è simile. Bene: le cose non vanno AFFATTO così! I risultati medi di chi fa il compito da solo in un secondo momento sono praticamente identici ai loro risultati abituali di quando lo fanno insieme a tutti gli altri... e quelli che riescono a sbagliarlo nonostante abbiano avuto più giorni per studiare, e anche la possibilità di esercitarsi sul compito degli altri, sono TANTI eccome! Poi glielo chiedo, e viene fuori che no, non gliel'avevano nemmeno chiesto, ai compagni, cosa ci fosse nel compito, proprio non ci avevano pensato... e la stessa cosa succede se ho due classi in parallelo, a cui do due compiti molto simili a distanza di pochi giorni! Non se lo passano nemmeno, semplicemente non gliene frega nulla!

Qualche volta, per disperazione (o anche per esperimento voluto) mi è capitato di dare qualche esercizio completamente IDENTICO a quello fatto in passato: bene, qualcuno è riuscito, non solo a sbagliarlo, ma a non accorgersi minimamente che era identico!

E tu dici che se li passino addirittura da un anno all'altro?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 8:35 pm

giovanna onnis ha scritto:
EtaBeta ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Se nel nuovo contratto nazionale verrà stabilito quanto dice "Gli insegnanti meritano quel prestigio sociale che i governi prevedenti hanno negato, anche attraverso un nuovo contratto nazionale che attribuisca una retribuzione più alta per chi decide di svolgere a scuola nel pomeriggio le attività svolte oggi a casa come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni, la formazione, ecc."...siamo messi veramente male!!!!
Non vedo perchè,in azienda io ho lavorato anche 10 ore al giorno pure se l'orario era di 8 ore.
Solo a scuola c'è l'anomalia che si lavora solo la mattina(salvo quando ci sono le riunioni al pomeriggio),il resto degli uffici prevede il rientro pomeridiano.
Personalmente non avrei alcun problema a fare questo.
Fra l'altro all'estero le scuole sono tutte organizzate di pomeriggio.
Certo all'estero, ma tu, come me, Eta Beta, conosci bene la realtà delle nostre scuole e per lavorare al pomeriggio a scuola, per fare poi ciò che NORMALMENTE facciamo a casa, dovremmo disporre TUTTI di un PC e di "aule" adeguatamente attrezzate allo scopo....perchè vengo pagata di più se questo lavoro lo faccio a scuola?? I docenti seri questo lavoro lo hanno sempre fatto, tanto è vero che "ci portiamo il lavoro a casa"!! Perchè sottolineare il diritto alla retribuzione più alta per i docenti disposti a farlo a scuola...è come dire che questo non lo abbiamo mai fatto e che non è mai esistito il "lavoro sommerso"....è come "scoprire l'acqua calda" sostenendo che si tratta della scopeta del futuro!!! Perchè non sottolineare invece che il nostro orario di lavori va ben oltre le 18 ore, proprio per tutte le attività (correzione compiti, preparazione lezioni, programmazione, predisposizione verifiche ecc. ecc.) che ABBIAMO SEMPRE FATTO a casa senza nessun riconoscimento ufficiale sia dal punto di vista del carico orario di lavoro, sia dal punto di vista economico?
Ora si vorrebbe prospettare una maggiorazione della retribuzione per chi, questo lavoro, lo fa a scuola...e chi, invece, continuerà con lo stesso impegno e con la stessa serietà a farlo a casa come ha sempre fatto?????
Ho fatto qualche supplenza,non di più,ma so com'è.
Piuttosto,non ho capito se con questa ministra si può sperare nel secondo concorso contando che a questo giro mancavano alcune classi di concorso.
Tornare in alto Andare in basso
anecoico



Messaggi : 1645
Data d'iscrizione : 13.10.10

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 8:40 pm

@paniscus
Non so dove vivi, parlo delle materie tecniche/scientifiche, laboratori compresi. In sala insegnanti c'e' gente che fa il taglia e incolla all'ultimo secondo per poi fotocopiare i testi dei compiti (non sanno usare word). Altri non fanno neanche quello, somministrano sempre gli stessi esercizi.
Le programmazioni della materia sono sempre le stesse (copia e incolla), così le relazioni finali. Le eccezioni come la tua vanno premiate senza elargire risorse economiche a pioggia (che non ci saranno mai).

anecoico
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 8:49 pm

anecoico ha scritto:
@paniscus
Non so dove vivi. In sala insegnanti c'e' gente che fa il copia e incolla all'ultimo secondo per fotocopiare i compiti (non sanno usare word). Altri non fanno neanche quello, somministrano sempre gli stessi esercizi.
Le programmazioni della materia sono sempre le stesse (copia e incolla), così le relazioni finali. Le ecceioni come la tua vanno premiate senza elargire risorse economiche a pioggia ( che non ci saranno mai),

anecoico
Sono ing.elettronico e ho lavorato in ambito informatico a volte anche avendo rapporti con qualche scuola,so benissimo qual'è il livello,ma dobbiamo modernizzarci,i requisiti minimi tipo ECDL devono averli tutti e non serve una laurea per questo.
In questo concorso l'informatica non c'era da nessna parte,un'altra disciplina assente stata elettrotecnica mentre elettronica è stata solo in 3 regioni.
Mi auguro si vari un nuovo concorso per queste classi ma non ho capito come la pensa questa,ce lo farà sapere.
Tornare in alto Andare in basso
anecoico



Messaggi : 1645
Data d'iscrizione : 13.10.10

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 8:51 pm

silviaa ha scritto:

Queste notizie non fanno altro che alimentare l'opinione diffusa di insegnanti fannullloni!
I corsi di recupero sono retribuiti 50 euro/h lordi. Sportelli e altre attività 35 euro/h lordi. E' il contratto che lo stabilisce non io. Informati e colma le lacune prima di parlare.

p.s: visto il clima vi saluto, buon proseguimento.

anecoico
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 9:07 pm

anecoico ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
anecoico ha scritto:

Vogliamo parlare dei corsi di recupero che si svolgono con le cassette di quark?

anecoico
O vogliamo parlare anche dei colleghi che non sono mai in classe, che portano avanti "mega-progetti" pomeridiani che sanno solo di "aria fritta" e nonostante questo, dal momento che si trattengono a scuola il pomeriggio avrebbero diritto ad una maggiore retribuzione??
Rispondo una sola volta ai tuoi tre post, come al solito è difficile comunicare con te.

1) E' chiaro che l'aumento di stipendio per tutti non ci sarà mai. Poi chi ti controlla se a casa lavori per la scuola? Ad esempio, so di una collega di lettere che faceva correggere i temi alle amiche!
2) Oggi i corsi di recupero, sportelli, progetti vari (parliamo di ingenti somme) sono gestite male. Con la scuola aperta il pomeriggio finisce lo scempio dei corsi pagati a 50 euro l'ora (che verranno aboliti).
3) Bisogna leggere le norme prima di essere bastian contrario. Non credo che il pomeriggio ti paghino come la mattina e vedrai che non parteciperanno in molti. Parlo di chi si fermava solo per le 50 euro/ora, parlo di chi ha una seconda attività. Parlo di chi dovrà rendicontare la sua attività e non potrà utilizzare il buon Piero Angela.
4) Aprirsi verso questo nuovo tempo scuola è l'unico modo per contrastare gli zombi che sono presenti in tutte le nostre scuole, riconoscibili perchè camminano ciondolando per i corridoi. E perchè no dare ai giovani e volenterosi insegnanti la possibilità di rimpinguare lo stipendio. Ricordo come i neoimmessi (mi ci metto tra questi) hanno avuto abolito, per contratto, il secondo gradone stipendiale (percependo 1340 euro per i primi 9 anni).

ps.: Difendi la specie?

anecoico



Su alcune cose sono assolutamente d'accordo con te.
1. L'aumento di stipendio per tutti non ci sarà: verissimo. E sono d'accordo con te che allora bisognerà incentivare il merito. Non mi convince invece che per trovare il merito ci sia bisogno del controllo su come si correggono i compiti (la storia della collega di lettere, scusa, ma mi pare un caso troppo limite per fare scuola!
) o comunque di trattenere a scuola gli insegnanti! Chi lavora a casa si capisce anche senza sorveglianza, la professionalità non si misura in ore di applicazione tipo crediti universitari!
2. I corsi non sono pagati 50 ore: 35 euro nette vanno alle attività extracurriculari. A parte questo hai ragione che sono spesso fatte male. Il problema è che i fondi si distribuiscono a pioggia, senza un serio controllo sulla qualità del servizio e senza nemmeno valutare le credenziali dei docenti a svolgere l'attività. Siamo al punto che il collega appassionato di ceramica si fa finanziare il corsetto sottraendo risorse al FI. Qui basterebbe però una scrematura da parte del DS, non servono modifiche di chissà che tipo!
4. Sulla necessità di dare opportunità economiche, ma anche di utilizzare al meglio le forze giovani e potenzialmente innovative (non sempre per carità!) della scuola, tra cui i neoimmessi, imprigionati nella paga-base per ben 9 anni, sono assolutamente d'accordo con te, ma non è soltanto una questione di tempo-scuola
Tornare in alto Andare in basso
anecoico



Messaggi : 1645
Data d'iscrizione : 13.10.10

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 9:44 pm

lucetta10 ha scritto:
anecoico ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
anecoico ha scritto:

Vogliamo parlare dei corsi di recupero che si svolgono con le cassette di quark?

anecoico
O vogliamo parlare anche dei colleghi che non sono mai in classe, che portano avanti "mega-progetti" pomeridiani che sanno solo di "aria fritta" e nonostante questo, dal momento che si trattengono a scuola il pomeriggio avrebbero diritto ad una maggiore retribuzione??
Rispondo una sola volta ai tuoi tre post, come al solito è difficile comunicare con te.

1) E' chiaro che l'aumento di stipendio per tutti non ci sarà mai. Poi chi ti controlla se a casa lavori per la scuola? Ad esempio, so di una collega di lettere che faceva correggere i temi alle amiche!
2) Oggi i corsi di recupero, sportelli, progetti vari (parliamo di ingenti somme) sono gestite male. Con la scuola aperta il pomeriggio finisce lo scempio dei corsi pagati a 50 euro l'ora (che verranno aboliti).
3) Bisogna leggere le norme prima di essere bastian contrario. Non credo che il pomeriggio ti paghino come la mattina e vedrai che non parteciperanno in molti. Parlo di chi si fermava solo per le 50 euro/ora, parlo di chi ha una seconda attività. Parlo di chi dovrà rendicontare la sua attività e non potrà utilizzare il buon Piero Angela.
4) Aprirsi verso questo nuovo tempo scuola è l'unico modo per contrastare gli zombi che sono presenti in tutte le nostre scuole, riconoscibili perchè camminano ciondolando per i corridoi. E perchè no dare ai giovani e volenterosi insegnanti la possibilità di rimpinguare lo stipendio. Ricordo come i neoimmessi (mi ci metto tra questi) hanno avuto abolito, per contratto, il secondo gradone stipendiale (percependo 1340 euro per i primi 9 anni).

ps.: Difendi la specie?

anecoico



Su alcune cose sono assolutamente d'accordo con te.
1. L'aumento di stipendio per tutti non ci sarà: verissimo. E sono d'accordo con te che allora bisognerà incentivare il merito. Non mi convince invece che per trovare il merito ci sia bisogno del controllo su come si correggono i compiti (la storia della collega di lettere, scusa, ma mi pare un caso troppo limite per fare scuola!
) o comunque di trattenere a scuola gli insegnanti! Chi lavora a casa si capisce anche senza sorveglianza, la professionalità non si misura in ore di applicazione tipo crediti universitari!
2. I corsi non sono pagati 50 ore: 35 euro nette vanno alle attività extracurriculari. A parte questo hai ragione che sono spesso fatte male. Il problema è che i fondi si distribuiscono a pioggia, senza un serio controllo sulla qualità del servizio e senza nemmeno valutare le credenziali dei docenti a svolgere l'attività. Siamo al punto che il collega appassionato di ceramica si fa finanziare il corsetto sottraendo risorse al FI. Qui basterebbe però una scrematura da parte del DS, non servono modifiche di chissà che tipo!
4. Sulla necessità di dare opportunità economiche, ma anche di utilizzare al meglio le forze giovani e potenzialmente innovative (non sempre per carità!) della scuola, tra cui i neoimmessi, imprigionati nella paga-base per ben 9 anni, sono assolutamente d'accordo con te, ma non è soltanto una questione di tempo-scuola
La collega che si fa correggere i compiti fa il pari con quella che consegna le verifiche dopo tre mesi. Insomma il lavoro a casa è lasciato al proprio volere e dopo un po di anni senza vedere alcun merito si finisce per fare il minimo indispensabile proprio come gli zombi.

Nel contratto scuola i corsi di recupero sono pagati 50 euro/h. Nelle scuole in cui sono stato,secondarie II grado, il compenso è stato quello. So che in alcune scuole i corsi vengono pagati a 35 euro. Altre pagano interni a 50 ed esterni a 35. Insomma i presidi fanno quello che vogliono.

Visto che vengo accusato di dire inesattezze, riporto come fonte OS

fonte: http://www.orizzontescuola.it/guide/corsi-recupero-nella-scuola-secondaria-ii-grado-programmazione-compensi-modalit-verifica

anecoico
Tornare in alto Andare in basso
jazzist



Messaggi : 342
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Sab Apr 27, 2013 11:26 pm

Sulla polemica riguardante il pagamento dei progetti pomeridiani, bastava specificare meglio che ci sono ore pagate a 50 euro per I corsi di recupero esistenti solo nelle scuole secondary di secondo grado e attività aggiuntive di insegnamento e ore per attività aggiuntive di insegnamento pagate 35 euro. Chi lavora alle medie conosce la seconda soluzione.
Per quanto riguardo il lavoro sommerso dei docenti al di fuori delle 18/24 ore settimanali, sono favorevole ad andare anche di pom a scuola, sperando che venga finalmente messa la parola fine all'annosa questione del nostro orario poco "congruo", a seconda dei punti di vista. Si stabilisca il cosa e il come all'interno di un nuovo contratto e si adeguano i salari e le scuole, ma prima di tutto vanno fatti investimenti per consegnare ai docenti, alle famiglie e agli alunni scuole sicure e attrezzate.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Dom Apr 28, 2013 12:22 am

jazzist ha scritto:
Per quanto riguardo il lavoro sommerso dei docenti al di fuori delle 18/24 ore settimanali, sono favorevole ad andare anche di pom a scuola, sperando che venga finalmente messa la parola fine all'annosa questione del nostro orario poco "congruo", a seconda dei punti di vista. Si stabilisca il cosa e il come all'interno di un nuovo contratto e si adeguano i salari e le scuole, ma prima di tutto vanno fatti investimenti per consegnare ai docenti, alle famiglie e agli alunni scuole sicure e attrezzate.

Lo svolgimento a scuola delle attività che finora si svolgevano lo stesso, ma a casa, NON E' PROPONIBILE se prima non vengono garantiti spazi di lavoro adeguati per gli insegnanti, e tutte le attrezzature necessarie. Il fatto che "la gente si lamenti" che gli insegnanti stanno troppe poche ore sul luogo di servizio, non significa niente: in qualsiasi altro lavoro in cui si fa un orario diverso, si hanno anche uffici e postazioni di lavoro apposite, che forse la gente NON SA che noi invece non abbiamo. Quindi, chi se ne frega di accontentare quelli che bofonchiano? Dateci strutture adeguate, e poi se ne parla.
Tornare in alto Andare in basso
flo



Messaggi : 1781
Data d'iscrizione : 17.04.11
Località : Genova

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Dom Apr 28, 2013 1:02 am

paniscus ha scritto:
... in qualsiasi altro lavoro in cui si fa un orario diverso, si hanno anche uffici e postazioni di lavoro apposite, che forse la gente NON SA che noi invece non abbiamo. Quindi, chi se ne frega di accontentare quelli che bofonchiano?
Dateci strutture adeguate, e poi se ne parla.
condivido e sottoscrivo!
Tornare in alto Andare in basso
Nessunpericolo



Messaggi : 273
Data d'iscrizione : 09.11.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Dom Apr 28, 2013 1:34 am

Bello bello, con la scusa di premiare chi lavora di più io prospetto:
A)Fine degli scatti (vedi perchè parlano di rinnovare il contratto) e retribuzione commisurata al tempo passato a scuola (possono ingegnarsi a pensare chissà quali strumenti di controllo ma quello che succede dentro le mura dell'istituto è sempre non totalmente verificabile/controllabile)
B)Distinzione tra materie orale e materie scritte...se chi ha l'orale non deve correggere dei compiti perchè non pagarlo di meno? (questione che si lega a quelli degli scatti).
Io non mi fido più e, come ricordava la collega, i peggio schiaffoni poi te li danno gli amici che non temono la rivolta del sindacato amico.
SPERO di sbagliarmi, lo spero di cuore.
Tornare in alto Andare in basso
Nessunpericolo



Messaggi : 273
Data d'iscrizione : 09.11.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Dom Apr 28, 2013 1:37 am

P.S. Senza contare che il nostro è un mestiere che dovrebbe avere garantito del tempo "lontano" dalla scuola per:
A)Aggiornarsi e studiare in santa pace (sai quanti libri, saggi ecc escono giornalmente per alcune materie?)
B)La nostra è una vera e propria professione di aiuto, con burnout incluso, non siamo dei comuni impiegati che puoi schiaffare 40 ore dentro un ufficio, noi la mattina non c'è pausa caffè, chiaccheratina col collega, battutina con la segretaria ecc...ecc...
Va a finire che per quattro lire (perchè di questo trattasi, se va bene!) ci tolgono pure il tempo per studiare ed aggiornarci e per riprenderci dallo stress tipico di una professione di aiuto.
Chiudo.
Tornare in alto Andare in basso
Miles75



Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 25.04.13

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Dom Apr 28, 2013 8:13 am

Chi si affida al fatto che il nuovo ministro sia del PD ripone male le sue speranze.

In Trentino l'assessore all'istruzione è del PD, ma è odiato dagli insegnanti, ha tagliato 14 milioni di euro al sistema istruzione in 3 anni, reso obbligatorie e non retribuite ai docenti della secondaria 70 ore annuali per attività extra, che fino a 7-8 anni fa erano pagate. Insomma, corsi di recupero gratis e riunione straordinarie dovute.
Tornare in alto Andare in basso
laby



Messaggi : 81
Data d'iscrizione : 01.08.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Dom Apr 28, 2013 8:49 am

carla75 ha scritto:
il rientro pomeridiano comporta:
1. spese luce
2 . spese riscaldamento
3. spese postazione + computer (nella mia scuola siamo 100 insegnanti)
4. spese buoni (se li danno a tutti gli impiegati che fanno i rientri perché a me no?)
5. spesa per correzione (che fino ad ora e' sempre stato gratis)

a me sta bene.
vogliamo vedere che non lo fanno?

ma la strategia potrebbe essere apriamo di pomeriggio per chiudere il sabato, in provincia di Savona lo hanno già proposto proprio per risparmiare sul riscaldamento, tenere i ragazzi in classe 7-8 ore al giorno a fare italiano, latino, matematica ... non voglio neanche immaginare
Tornare in alto Andare in basso
loisel



Messaggi : 706
Data d'iscrizione : 29.08.11

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Dom Apr 28, 2013 9:18 am

Direi che è ora che anche il cd. "corpo docente" di tutta Italia si svegli.....ci riducono a polpetta perchè nn rispondiamo in massa ai "soprusi".......
Tornare in alto Andare in basso
jazzist



Messaggi : 342
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Dom Apr 28, 2013 10:00 am

Mi sembra di aver scritto che vanno fatti investimenti per consegnare ai docenti, alle famiglie e agli alunni scuole sicure e attrezzate. Quindi diciamo la stessa cosa paniscus. La vorare anche di pom è un modo per stanarli ed evitare che si ritorni a parlare di 24 ore o più. Basta trovare una formula giusta tutti insieme.
Tornare in alto Andare in basso
anecoico



Messaggi : 1645
Data d'iscrizione : 13.10.10

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Dom Apr 28, 2013 10:18 am

jazzist ha scritto:
Sulla polemica riguardante il pagamento dei progetti pomeridiani, bastava specificare meglio che ci sono ore pagate a 50 euro per I corsi di recupero esistenti solo nelle scuole secondary di secondo grado e attività aggiuntive di insegnamento e ore per attività aggiuntive di insegnamento pagate 35 euro. Chi lavora alle medie conosce la seconda soluzione.
Dici? Secondo me bisogna uscire dal proprio recinto e pensare che esistono altri ordini di scuola. Magari bisogna anche aggiornarsi e leggere almeno una volta nella vita il contratto della scuola. Ciò ti permette di argomentare in una discussione tecnica come questa dove rischi di prendere lucciole per lanterne. Credo che ora la lacuna sia stata colmata....

N.B.: In un primo momento non avevo specificato l'ordine, perchè il debito a fine anno scolastico viene lasciato solo agli alunni delle scuole superiori e non a quelli delle medie/elementari. I corsi di recupero estivi(obbligatori),pagati a 50 euro/h lordi, sono attività funzionali all'insegnamento per colmare tali debiti in vista dell'esame di settembre.

saluti

anecoico
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Dom Apr 28, 2013 10:32 am

jazzist ha scritto:

Per quanto riguardo il lavoro sommerso dei docenti al di fuori delle 18/24 ore settimanali, sono favorevole ad andare anche di pom a scuola, sperando che venga finalmente messa la parola fine all'annosa questione del nostro orario poco "congruo", a seconda dei punti di vista. Si stabilisca il cosa e il come all'interno di un nuovo contratto e si adeguano i salari e le scuole, ma prima di tutto vanno fatti investimenti per consegnare ai docenti, alle famiglie e agli alunni scuole sicure e attrezzate.



Il lavoro per la preparazione dell'attività didattica non è per nulla sommerso, ma stabilito contrattualmente. Senza questa attività, quella in classe è non solo inefficace ma colpevolmente carente, e basta controllarla un minimo per rendersene conto. Per questi casi ci sono le sanzioni disciplinari e deve garantire il DS! Invece cosa si propone? Visto che alcuni colleghi vengono meno ai loro obblighi e non ci va di sanzionali, meglio mettere tutti al chiodo a correggere in batteria in sala professori, tipo opificio cinese: non vi sembra assurdo? Non capisco cos cambi se correggo a scuola o al parco o sul mio terrazzo, a parte l'aspetto vessatorio e la tristissima soddisfazione di carcerare insieme a me il collega che non fa nulla e che continuerà a non fare nulla. Mi pare una soluzione veramente molto gattopardesca.
Ma perchè nessuno chiede ai magistrati di scrivere le sentenze in tribunale o ai docenti universitari di lavorare solo all'università?


Ultima modifica di lucetta10 il Dom Apr 28, 2013 10:48 am, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione   Dom Apr 28, 2013 10:42 am

anecoico ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
anecoico ha scritto:

Vogliamo parlare dei corsi di recupero che si svolgono con le cassette di quark?

anecoico
O vogliamo parlare anche dei colleghi che non sono mai in classe, che portano avanti "mega-progetti" pomeridiani che sanno solo di "aria fritta" e nonostante questo, dal momento che si trattengono a scuola il pomeriggio avrebbero diritto ad una maggiore retribuzione??
Rispondo una sola volta ai tuoi tre post, come al solito è difficile comunicare con te.
Mi sembrava, invece, che si fosse "aperto uno spiraglio", ma questa tua affermazione mi fa capire che non è proprio così......forse mi dovrò rassegnare...la nostra incomunicabilità è veramente "insuperabile" o non c'è volontà da parte tua?
anecoico ha scritto:

1) E' chiaro che l'aumento di stipendio per tutti non ci sarà mai. Poi chi ti controlla se a casa lavori per la scuola? Ad esempio, so di una collega di lettere che faceva correggere i temi alle amiche!
E' vero, ma si può dire la stessa cosa per i docenti che rimangono a scuola di pomeriggio, chi li controlla?? Quanti cazzeggiano al mattino...figuriamoci di pomeriggio...quanti rimarrebbero a scuola solo per l'incremento retributivo?? Come hai detto tu in un post precedente, bisogna premiare chi lavora seriamente e, aggiungo io, il lavoro serio dipende da come lo si fa non da dove lo si fa!!!
anecoico ha scritto:

2) Oggi i corsi di recupero, sportelli, progetti vari (parliamo di ingenti somme) sono gestite male.

Sono pienamente d'accordo con te
anecoico ha scritto:

Con la scuola aperta il pomeriggio finisce lo scempio dei corsi pagati a 50 euro l'ora (che verranno aboliti).

Questa è una tua interpretazione...dove sta scritto?
anecoico ha scritto:

3) Bisogna leggere le norme prima di essere bastian contrario.

Io non sono bastan contrario a priori e le norme non sono state ancora scritte in modo esplicativo, i nostri commenti ( dico i nostri, quindi anche i tuoi) scaturiscono da interpretazioni personali determinate dal "poco" che a livello normativo è stato scritto. Se sto sbagliando ed esistono norme più dettagliate che non conosco, ma che sono di tua conoscenza, potresti informarci tutti...altrimenti anche tu dovresti aspettare norme più esplicite prima di esprimerti a favore a prescindere!!
anecoico ha scritto:

Non credo che il pomeriggio ti paghino come la mattina e vedrai che non parteciperanno in molti. Parlo di chi si fermava solo per le 50 euro/ora, parlo di chi ha una seconda attività. Parlo di chi dovrà rendicontare la sua attività e non potrà utilizzare il buon Piero Angela.
Ne sei così sicuro?? Forse a fermarsi saranno le stesse persone che citi tu e rendiconteranno la loro attività nello stesso identico modo.....o quale altra forma di controllo, secondo te, verrà attivata?
anecoico ha scritto:

4) Aprirsi verso questo nuovo tempo scuola è l'unico modo per contrastare gli zombi che sono presenti in tutte le nostre scuole, riconoscibili perchè camminano ciondolando per i corridoi.
O forse potrebbe anche essere il modo per fa proliferare questi "zombi"!?!?!?
anecoico ha scritto:

E perchè no dare ai giovani e volenterosi insegnanti la possibilità di rimpinguare lo stipendio. Ricordo come i neoimmessi (mi ci metto tra questi) hanno avuto abolito, per contratto, il secondo gradone stipendiale (percependo 1340 euro per i primi 9 anni).
Perchè solo giovani e volenterosi? Io direi volenterosi e basta, a prescindere dall'età. Gli scatti sono stati bloccati per tutti posticipandoli di due anni per tutte le fasce stipendiali....totalmente ingiusto, ma siamo tutti ad aver subito questa ingiustizia. Il discorso che si fa qui, però, non è legato agli scatti stipendiali, ma alla "retribuzione del merito"
anecoico ha scritto:

ps.: Difendi la specie?

anecoico
Qui emerge la nostra incomprensione reciproca......di quale specie parli?????
Tornare in alto Andare in basso
 
Maria Chiara Carrozza nuovo ministro dell'Istruzione
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 8Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
 Argomenti simili
-
» Fine dell'universo
» la web community dei professionisti dell'estetica
» La legge dell'attrazione...
» Di nuovo pioggia di capelli
» monnalisa e il magico mondo dell'andrologia....

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: