Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Si ha diritto ad una vita privata?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
emilyb.



Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 26.10.12

MessaggioOggetto: Si ha diritto ad una vita privata?   Mer Mag 15, 2013 12:01 am

Promemoria primo messaggio :

Salve a tutti.
Nella scuola in cui attualmente presto servizio come docente, come in ogni scuola in cui ho lavorato, a settembre viene fornito agli insegnanti il calendario degli impegni previsti per l'intero anno scolastico. Tale calendario fissa collegi, interclassi e programmazioni sempre negli stessi giorni della settimana, risultando così uno strumento utile che consente agli insegnanti di gestire le ore libere rimanenti per organizzare le attività e gli impegni legati alla propria vita privata.
Alle volte però accade che a quel calendario vengano aggiunte ore, per progetti o collegi, in giorni diversi da quelli indicati, mettendo in difficoltà chi, reputandosi libero durante i giorni non previsti dallo scadenzario, aveva fissato degli impegni personali. La mia domanda dunque è la seguente: si possono caricare gli insegnanti di impegni improvvisi, dando per scontato che siano liberi da altre incombenze o attività, senza tener conto così delle necessità legate alla loro vita privata? Personalmente seguo un percorso formativo a pagamento, di cui pago anticipatamente gli incontri, e disdire un appuntamento ogni volta per me si traduce in una discreta perdita di denaro. Aggiungo che quando ne faccio parola con le colleghe mi guardano come se fossi un'aliena, in quanto, al di là del lavoro a scuola, non hanno altri impegni o interessi e danno per scontato il dovere di scattare sull'attenti ad ogni colpo di tosse.
Cosa ne pensate? O meglio, esiste una normativa che regola l'organizzazione dei nostri impegni professionali?
Un saluto.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
mac67



Messaggi : 4691
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Si ha diritto ad una vita privata?   Mer Mag 15, 2013 9:50 pm

Laura70 ha scritto:

dunque gli insegnanti potrebbero dover lavorare 6 giorni su 7 mentre chi lavora in ufficio ha diritto a 2 giorni liberi a settimana (sabato e domenica)?

Sì, nulla lo vieta. Il giorno libero da lezioni è una possibilità e una consuetudine, ma non un diritto del docente.
Tornare in alto Andare in basso
emilyb.



Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 26.10.12

MessaggioOggetto: Re: Si ha diritto ad una vita privata?   Mer Mag 15, 2013 10:08 pm

Ire ha scritto:
guarda, sono d'accordo con te su tutto, tranne che sull'ultima frase.

Non è che ci si debba togliere il cappello al vostro cospetto perchè siete insegnanti. L'insegnante è esattamente una persona, come me e come chiunque altro, che si è impegnata per raggiungere l'obbiettivo che aveva, quello di un lavoro che gli consentisse di vivere (in primis, poi i motivi possono essere anche altri)

Il cappello ce lo si toglie davanti a chi merita rispetto, non per la posizione che ha raggiunto ma per la persona che è.
Certo, certo, tanto di cappello a chi se lo merita. Ciò che intendevo però era che in passato l'insegnante veniva rispettato perchè si coglieva l'importanza e il valore del suo ruolo, che è quello di formare, di educare, ma ciò accadeva in un periodo in cui la parola "educazione", intesa in ogni sua sfumatura, valeva davvero qualcosa.
Tornare in alto Andare in basso
emilyb.



Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 26.10.12

MessaggioOggetto: Re: Si ha diritto ad una vita privata?   Mer Mag 15, 2013 10:11 pm

mac67 ha scritto:
Capiamoci: se parliamo di un dirigente che per capriccio sposta date come gli pare, allora certo, è il caso di fargli presente che non siamo pedine. Ma voglio vedere chi è in grado di fare un piano annuale di impegni di lavoro, di qualsiasi lavoro, e rispettarlo in pieno senza essere costretto dagli eventi a fare una sola variazione.

E per impegni importanti, esiste sempre il permesso.
Il permesso però te lo fanno recuperare ma non quando pare a te e allora sono dolori.
Tornare in alto Andare in basso
emilyb.



Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 26.10.12

MessaggioOggetto: Re: Si ha diritto ad una vita privata?   Mer Mag 15, 2013 10:15 pm

russele ha scritto:
... i soliti colleghi pecoroni che corrono quando e come gli viene detto.
Gli stessi pecoroni si lamentano alle spalle del direttore e lungi da loro l'idea di solidarizzare con i colleghi per far valere i propri diritti.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Si ha diritto ad una vita privata?   Mer Mag 15, 2013 10:15 pm

Però quello che avviene di fatto è che... chi ha il sabato libero dalle lezioni ha il diritto garantito all'intero fine settimana libero (quindi, due giorni pieni) senza nessun altro impegno programmato (o programmabile), mentre chi ha libero un giorno feriale qualsiasi, può essere chiamato in qualsiasi momento a partecipare a impegni collegiali di ogni tipo anche di pomeriggio.

Non mi pare che sia proprio uguale...
Tornare in alto Andare in basso
emilyb.



Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 26.10.12

MessaggioOggetto: Re: Si ha diritto ad una vita privata?   Gio Mag 16, 2013 1:05 am

paniscus ha scritto:
Però quello che avviene di fatto è che... chi ha il sabato libero dalle lezioni ha il diritto garantito all'intero fine settimana libero (quindi, due giorni pieni) senza nessun altro impegno programmato (o programmabile), mentre chi ha libero un giorno feriale qualsiasi, può essere chiamato in qualsiasi momento a partecipare a impegni collegiali di ogni tipo anche di pomeriggio.

Non mi pare che sia proprio uguale...
Purtroppo è vero perchè il sabato la scuola rimane chiusa, segreteria compresa.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Si ha diritto ad una vita privata?   Gio Mag 16, 2013 12:08 pm

emilyb. ha scritto:

Certo, certo, tanto di cappello a chi se lo merita. Ciò che intendevo però era che in passato l'insegnante veniva rispettato perchè si coglieva l'importanza e il valore del suo ruolo, che è quello di formare, di educare, ma ciò accadeva in un periodo in cui la parola "educazione", intesa in ogni sua sfumatura, valeva davvero qualcosa.


Sai che pur essendo gradevole quello che dici, non penso fosse così.
In passato si rispettava il prete, il farmacista, il maresciallo e l'insegnante perchè erano persone che avevano studiato, sapevano di più. Niente a che vedere con l'aspetto educativo.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
emilyb.



Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 26.10.12

MessaggioOggetto: Re: Si ha diritto ad una vita privata?   Gio Mag 16, 2013 9:11 pm

Ire ha scritto:
emilyb. ha scritto:

Certo, certo, tanto di cappello a chi se lo merita. Ciò che intendevo però era che in passato l'insegnante veniva rispettato perchè si coglieva l'importanza e il valore del suo ruolo, che è quello di formare, di educare, ma ciò accadeva in un periodo in cui la parola "educazione", intesa in ogni sua sfumatura, valeva davvero qualcosa.


Sai che pur essendo gradevole quello che dici, non penso fosse così.
In passato si rispettava il prete, il farmacista, il maresciallo e l'insegnante perchè erano persone che avevano studiato, sapevano di più. Niente a che vedere con l'aspetto educativo.

Certo, le professioni che hai citato venivano rispettate anche perchè coloro che le svolgevano erano persone istruite ma, guarda caso, ciascuna di esse rappresentava la salvaguardia degli aspetti più importanti della vita umana: l'anima, la salute, la sicurezza, la conoscenza.
Tornare in alto Andare in basso
alceste



Messaggi : 117
Data d'iscrizione : 26.04.11

MessaggioOggetto: Re: Si ha diritto ad una vita privata?   Ven Mag 17, 2013 11:46 am

perchè non cambi lavoro? forse non lo ami abbastanza questo...!
Tornare in alto Andare in basso
tata matilda



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 25.10.11

MessaggioOggetto: Re: Si ha diritto ad una vita privata?   Sab Mag 18, 2013 11:13 am

Ma scusate chiedere una corretta ripartizione degli impegni e il rispetto (almeno a grandi linee) di un calendario prestabilito vuol dire non amare abbastanza il proprio lavoro??
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Si ha diritto ad una vita privata?   Sab Mag 18, 2013 11:19 am

a me sembra di no. Per me significa amare il proprio lavoro ma voler vivere la propria vita come tutti.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
emilyb.



Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 26.10.12

MessaggioOggetto: Re: Si ha diritto ad una vita privata?   Sab Giu 08, 2013 6:00 am

alceste ha scritto:
perchè non cambi lavoro? forse non lo ami abbastanza questo...!
Sulla base di cosa presumi di dovere e potere elargire suggerimenti di tale portata?
Certamente hai intuito che non amo accettare servilmente e supinamente qualunque situazione; un modo di essere il mio che per te è, evidentemente, inconcepibile.
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Si ha diritto ad una vita privata?   Lun Ago 26, 2013 6:33 pm

Ire ha scritto:
E' un modo intelligente di agire, mac.  Tu sapessi però quanto mi fa girare le scatole sta cosa, e quanto non l'accetterei se fossi nelle vostre condizioni..... Io, il mio giorno libero, lo voglio passare come caspita mi pare, tutto il giorno a gironzolare per mercatini o tutto il giorno a poltrire a nanna o tutto il giorno in piscina  e non lo voglio dire nè al preside nè al vicepreside e nemmeno al parroco... ma che caspita!!!
Guarda che però il giorno libero non è un diritto. Lo sappiamo dall'inizio che in quel giorno possono esserci impegni. In fin dei conti è lo scotto di avere un lavoro per cui al di là delle ore di lezione, per il resto possiamo organizzarci gli orari di lavoro a casa come ci fa più comodo. Se preferite avere 8 ore al giorno mattina e pomeriggio sul luogo di lavoro, basta dirlo... (Io sinceramente lo preferirei, se mi dessero gli strumenti per lavorare a scuola). Incazzatevi invece per lo stipendio ridicolo. Se continuiamo a lamentarci per gli orari non ci facciamo bella figura.
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Si ha diritto ad una vita privata?   Lun Ago 26, 2013 6:35 pm

Laura70 ha scritto:
mac67 ha scritto:
Ire ha scritto:
E' un modo intelligente di agire, mac.  Tu sapessi però quanto mi fa girare le scatole sta cosa, e quanto non l'accetterei se fossi nelle vostre condizioni..... Io, il mio giorno libero, lo voglio passare come caspita mi pare, tutto il giorno a gironzolare per mercatini o tutto il giorno a poltrire a nanna o tutto il giorno in piscina  e non lo voglio dire nè al preside nè al vicepreside e nemmeno al parroco... ma che caspita!!!
Così come ci teniamo a ribadire che le 18 ore settimanali non sono di lavoro, ma di lezione in classe, mi pare coerente sottolineare che il giorno libero non è di vacanza, ma di non svolgimento di lezioni in classe. Per il resto, è giorno di lavoro.

Aggiungo che il giorno libero ufficialmente non esiste. Le 18 ore settimanali di lezione devono coprire non meno di 5 giorni, non 5 giorni e basta. Quindi l'orario di una scuola potrebbe anche prevedere 6 giorni di lezione settimanali per tutti i suoi docenti e non si violerebbe alcuna norma.
dunque gli insegnanti potrebbero dover lavorare 6 giorni su 7 mentre chi lavora in ufficio ha diritto a 2 giorni liberi a settimana (sabato e domenica)?
Quando lavoravo in ufficio lavoravo dal lunedì al sabato.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Si ha diritto ad una vita privata?   Lun Ago 26, 2013 7:50 pm

Ho letto solo i primi post del lungo thread.

Dico solo che se rendicontassimo tutte le ore effettivamente lavorate (cioè lezioni + 40+40 + lavoro a casa per compiti e lezioni) - così come qualche Sindacato aveva proposto l'anno scorso ai tempi dello spauracchio 24 ore - si accorgerebbero che le 18 ORE non sono una invenzione dello Spirito Santo; le 18 ore sono le famose 36 ORE perchè si prevede che per ogni ora a Scuola si lavori ALMENO 1 ORA a casa. ALMENO, IO LAVORO PIU' DI UN'ORA. E 18 x 2 = 36.

1300e (stipendio di entrata) : [(18+18 x 4) + 8 (80h/anno/10)] = 8,5e l'ora

---

Ovviamente se si insegna Religione lo stipendio è maggiore e il lavoro scolastico e domestico è minore.
Tornare in alto Andare in basso
ash



Messaggi : 246
Data d'iscrizione : 22.07.12

MessaggioOggetto: Re: Si ha diritto ad una vita privata?   Mar Ago 27, 2013 10:37 am

emilyb. ha scritto:
Tale calendario fissa collegi, interclassi e programmazioni sempre negli stessi giorni della settimana
io insegno in una secondaria e forse le cose funzionano diversamente. I nostri impegni sono spalmati, nell'arco dell'anno, in qualsiasi giorno della settimana. E meno male, altrimenti alcuni avrebbero impegni sempre nel loro giorno libero!

Tasto un po' dolente, per me, che non mi rassegno a considerare come chi ha il sabato se lo gode sempre tutto, al contrario di chi ha gli altri giorni, in cui notoriamente qualcosa può sempre capitare. Ma sono OT. Mi fermo qua.

Da voi come funziona?
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Si ha diritto ad una vita privata?   Mar Ago 27, 2013 4:52 pm

ash ha scritto:
emilyb. ha scritto:
Tale calendario fissa collegi, interclassi e programmazioni sempre negli stessi giorni della settimana
io insegno in una secondaria e forse le cose funzionano diversamente. I nostri impegni sono spalmati, nell'arco dell'anno, in qualsiasi giorno della settimana. E meno male, altrimenti alcuni avrebbero impegni sempre nel loro giorno libero!

Tasto un po' dolente, per me, che non mi rassegno a considerare come chi ha il sabato se lo gode sempre tutto, al contrario di chi ha gli altri giorni, in cui notoriamente qualcosa può sempre capitare. Ma sono OT. Mi fermo qua.

Da voi come funziona?
Beh, il mio dirigente fissa alcune cose anche il sabato pomeriggio (l'esame per i privatisti che vogliono fare la maturità, SEMPRE), scrutini compresi.
Tornare in alto Andare in basso
 
Si ha diritto ad una vita privata?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Boney M. ..un pezzo della vita di molti!
» Salute psichica di mia madre
» Tiziana Cantone
» la vita facile
» La vita non ti chiede mai di cosa hai voglia o no!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: