Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

  Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
AutoreMessaggio
gioiaange



Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 28.08.12

MessaggioOggetto: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Sab Mag 25, 2013 3:44 pm

Promemoria primo messaggio :

Sono sconvolta, amareggiata...
In servizio presso una scuola pubblica dal 4 aprile. Insegno italiano in tre classi (2 prime e una seconda). Mi accorgo sin da subito che i voti della collega che mi ha preceduto (situazione molto più evidente nella seconda) molto si discostano dai miei. Mi ritrovo a dare nella prima verifica scritta voti quali 4 e 5 in presenza di gravissimi errori (es: haveva) nei temi e di un contenuto modestissimo. Nel momento della trascrizione dei voti mi accorgo che gli alunni che io avevo valutato 4 o 5 (per mezzo di un'articolata griglia di valutazione sia per il contenuto che per la forma) hanno al primo quadrimestre 8 o 9 allo scritto. Al primo consiglio di classe faccio presente la situazione generalizzata e la mia difficoltà nella valutazione di questa classe al secondo quadrimestre perchè mi ritrovo al primo quadrimestre voto poco corrispondenti alla realtà attuale delle cose!
Trovo sostegno tra i colleghi che confermano la "bontà" eccessiva della collega della collega e mi invitano a valutare il mio lavoro (3 verifiche scritte: 2 temi e una verifica di analisi logica) come ritengo giusto. Solo la collega di musica (vicepreside della scuola) si trova in disaccordo con me entrando nel merito del mio lavoro e della mia valutazione e mi dice (in sintesi) che io sono una supplente e che non so fare il mio lavoro.
Oggi mi chiede un colloquio e mi intima di alzare i voti, altrimenti non mi farà prorogare il contratto (che scade il 31 maggio). Di fronte al mio netto rifiuto a scendere a patti mi minaccia che sarò denunciata per omessa vigilanza e mandata via prima del 31 maggio. Sostiene che troverà i testimoni (qualche alunno insoddisfatto dei miei voti, immagino) dicendo che durante la ricreazione oggi si è verificata una zuffa mentre io non c'ero (ero a colloquio con lei)!!!!
Le dico che mi rivolgerò al preside facendo presenti le sue minacce e mi sento rispondere che la chiacchierata intimidatoria di oggi è stata concordata col preside (cosa che verificherò quanto prima) e che dal momento che io non scendo a patti prenderanno provvedimenti nei miei confronti.
Come tutelarmi? Ci sono i presupposti per una denuncia per mobbing????


Ultima modifica di gioiaange il Dom Mag 26, 2013 11:15 pm, modificato 4 volte
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Franca334



Messaggi : 128
Data d'iscrizione : 21.03.13

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Mer Mag 29, 2013 8:15 pm

Temo che quella descritta da gioaange sia una di quelle situazione alle quali mi è capitato una volta o due di assistere, di insegnante (mi riferisco in questo caso alla titolare) che di fronte ad alunni dal comportamento tremendo non riesce a fare altro che trovare un compromesso del tipo "se non combinate guai e non date noia durante le mie lezioni, vi garantisco che metto bei voti a tutti".
Triste, ma qualche volta si verifica.
Tornare in alto Andare in basso
gioiaange



Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 28.08.12

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Mer Mag 29, 2013 8:32 pm

stefi2010 ha scritto:
Cara gioiaange temo che la lezione questo tipo di pargoli non siano in grado di apprezzarla, né tantomeno le loro famiglie (la mela non cade mai troppo lontano dall'albero).

Mettiti nei loro panni: vegetavano a scuola, prendendo 9 semplicemente respirando, arrivi tu, per giunta "supplente" e li riporti alla cruda realtà, che difficilmente riusciranno a riconoscere come tale. Tu sarai la perfida, quella che non ha capito niente e che ha rovinato le loro belle medie ad un soffio dal "colpaccio".

Noi sappiamo bene quale è la realtà: oggi conviene super-valutare gli studenti, per essere considerati insegnanti comprensivi, accomodanti ed adeguati alle situazioni contingenti.

Perché i problemi solo con questa classe e non con le altre? Se ho capito bene la titolare è sempre la stessa. Bene, nella mia esperienza mi è capitato di trovare classi in cui veniva inserita la "crème de la crème" della gioventù locale tutti figli di...persone importanti (che hai pensato?!).

Infatti si tratta (cito testualmente) della classe "fiore all'occhiello della scuola".

E' la peggiore situazione, qui i genitori comandano, spesso anche supportati dalle alte sfere all'interno. Ti farai molti nemici e lo sai. Ma comunque ammiro molto la tua tenacia e la tua serietà. Tieni duro!
Tornare in alto Andare in basso
gioiaange



Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 28.08.12

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Mer Mag 29, 2013 8:35 pm

Franca334 ha scritto:
Temo che quella descritta da gioaange sia una di quelle situazione alle quali mi è capitato una volta o due di assistere, di insegnante (mi riferisco in questo caso alla titolare) che di fronte ad alunni dal comportamento tremendo non riesce a fare altro che trovare un compromesso del tipo "se non combinate guai e non date noia durante le mie lezioni, vi garantisco che metto bei voti a tutti".
Triste, ma qualche volta si verifica.

Non è questo il caso. Qui sono tutti alunni mediamente educati, tutti figli di medici, avvocati, insegnanti... Il fior fiore della gioventù locale (che Dio gliela mandi buona).
Tornare in alto Andare in basso
Franca334



Messaggi : 128
Data d'iscrizione : 21.03.13

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Mer Mag 29, 2013 8:37 pm

Ah, comunque hai capito cosa c'è dietro. Non voleva farseli nemici. Altrettanto triste.
Tornare in alto Andare in basso
Ale78



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 02.11.10

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Mer Mag 29, 2013 8:49 pm

Altrettanto triste? Io direi che è molto peggio, perché nel primo caso (alunni ineducati) la debolezza può anche essere umanamente comprensibile (si deve pur sopravvivere), ma se mantieni i voti alti solo perché non vuoi le rogne dai pargoli dei figli di papà allora sei un vile, punto.
Tornare in alto Andare in basso
gioiaange



Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 28.08.12

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Mer Mag 29, 2013 10:38 pm

Ale78 ha scritto:
Altrettanto triste? Io direi che è molto peggio, perché nel primo caso (alunni ineducati) la debolezza può anche essere umanamente comprensibile (si deve pur sopravvivere), ma se mantieni i voti alti solo perché non vuoi le rogne dai pargoli dei figli di papà allora sei un vile, punto.

Anche io in una scuola a rischio mi sono trovata a premiare con un 6 chi ogni tanto portava il quaderno e lavorava a prescindere dal risultato, ma erano ragazzini che (poveretti) il pomeriggio avevano ben altro da fare che i compiti (parliamo di furti, spaccio di droga, ecc.). In quel contesto lo scopo prioritario era tenerli a scuola il maggior tempo possibile.
Tornare in alto Andare in basso
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Mer Mag 29, 2013 10:59 pm

Ale78 ha scritto:
Altrettanto triste? Io direi che è molto peggio, perché nel primo caso (alunni ineducati) la debolezza può anche essere umanamente comprensibile (si deve pur sopravvivere), ma se mantieni i voti alti solo perché non vuoi le rogne dai pargoli dei figli di papà allora sei un vile, punto.

Sono d'accordo in linea di massima... ma a volte i genitori possono essere molto ma molto perfidi e crearti molti più problemi dei figli... quindi anche in quel caso si tratta di sopravvivenza. Però un conto è regalare un 6, un altro conto è dare un 9. E te lo dice una che non ha mai regalato nè 6 nè tantomeno 9... e ha avuto parecchi problemi, proprio per non aver ceduto ai ricatti di studenti, genitori, presidi.
Tornare in alto Andare in basso
Maryangel



Messaggi : 2902
Data d'iscrizione : 16.02.13

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Mer Mag 29, 2013 11:16 pm

Nella classe di mia figlia (di qualche anno fa) le figlie di dottori sono uscite con "ottimo" e mia figlia con "distinto". Mia figlia lo meritava, loro no. Quelle ragazze già dal primo anno hanno avuto problemi: materie da recuperare, anni persi. La mia soddisfazione è che mia figlia ha la media dell'8 ed frutto del suo impegno ...
Tornare in alto Andare in basso
gioiaange



Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 28.08.12

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Mer Mag 29, 2013 11:39 pm

Maryangel ha scritto:
Nella classe di mia figlia (di qualche anno fa) le figlie di dottori sono uscite con "ottimo" e mia figlia con "distinto". Mia figlia lo meritava, loro no. Quelle ragazze già dal primo anno hanno avuto problemi: materie da recuperare, anni persi. La mia soddisfazione è che mia figlia ha la media dell'8 ed frutto del suo impegno ...

I nodi (prima o poi) vengono al pettine!
Tornare in alto Andare in basso
laclefdesonges



Messaggi : 952
Data d'iscrizione : 18.05.12

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Gio Mag 30, 2013 12:14 pm

giovanna onnis ha scritto:
laclefdesonges ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
laclefdesonges ha scritto:

Alla fine quel che scrive la nostra gioangele è vero, ossia che, stando le cose come stanno, è più comodo il compromesso, adeguarsi, alzare i voti e tanti saluti - sembra anche l'unica strada possibile di fronte alla prospettiva di licenziamento prematuro che lei a questo punto teme.

Io ci avevo già pensato ma non te l'avevo scritto, ora però te lo consiglio : secondo me, avrai tempo e modo di poter impostare la tua classe come desiderari, ora forse ti conviene davvero ammorbidirti e adeguarti un poco... magari una via di mezzo, non proprio una resa, ecco, giusto farti vedere un po' più disponibile a rivedere alcune cose.
Per lo meno, fai punteggio e porti a casa un po' di soldi.
Scusate la prosaicità, e un saluto affettuoso !
Non condivido il consiglio...adeguarsi significherebbe sottostare a minacce e ricatti e la cosa non è tollerabile!!!

Tu magari sei di ruolo o meno precaria di noi e l'urgenza di soldi e lavoro per vivere è meno pressante per te.
Forse, la nostra amica come me, si trova in maggiori condizioni di bisogno. E poi ricordiamo che lei è subentrata a un'altra professoressa, e sappiamo tutti che per i ragazzi non è facile adeguarsi a un cambiamento simile. Magari anche lei, non volendolo, nel proporre delle prove cui non erano affatto abituati e preparati, come ha scritto lei stessa, non li ha messi nella condizione ottimale per instaurare un rapporto proficuo e si è creato il problema che si è creato ora.
Dico solo di cercare di mediare, non di "sottostare a minacce e ricatti", come scrivi tu.

Mi spiego però meglio : la colpa, evidentemente, non è dei ragazzi se fanno tutti pena in grammatica, ci sono delle lacune pregresse. E' chiaro che il rapporto con loro è partito con il piede sbagliato, cosa che a noi supplenti capita spesso purtroppo. In questo tempo la nostra collega avrà però avuto modo di spiegargli cose nuove, e di rimediare quanto meno in parte alle lacune. Potrebbe allora proporre un ultimo compito in classe (tanto il tempo c'è) basato non su quelli che oramai sa essere i punti deboli (ripeto, non dovuti a loro né a lei, ma alla professoressa di ruolo) dei ragazzi, ma magari sulle nozioni e sul lavoro che lei stessa ha avuto modo di fare.

Per me la scuola non è solo mettere voti, ma costruire un rapporto di rispetto e per quanto possibile proficuo con i ragazzi, facendo nascere in loro la voglia di studiare e motivandoli il più possibile. In questa storia, la nostra collega alla fine si è inimicata tutti, e al di là del fatto che ciò non sia affatto colpa sua e che le vicende con la vicepreside sono a dir poco deplorevoli, la situazione non è certo piacevole per lei, che ora rischia anche di avere una ricaduta economica-professionale.

Ammorbidirsi un poco e trovare una soluzione per recuperare il rapporto, certo non per regalare i voti, mi sembra una via saggia e da cui anche a lei potrebbe ricavare vantaggio, dal punto di vista economico certo, ma soprattutto umano - perché i ragazzi e i genitori riconoscerebbero certo, se non tutti per lo meno alcuni, la sua apertura, ne sono sicura. E magari potrebbero anche dimostrarle a livello pratico di meritare quel mezzo voto in più che la vicepreside vorrebbe che lei regalasse loro.
Tu forse sei precaria e io sicuramente sono di ruolo, ma questo cosa c'entra????? L'urgenza di soldi e lavoro per vivere (che ho anche io insegnante di ruolo!!!!) lo ha anche Gioiaange, precaria come te, ma non per questo disposta a scendere a compromessi proprio per dignità professionale come si evince dai suoi interventi.
Gioiaange mi sembra che sia una collega che sa il fatto suo e che non si fa mettere i piedi in testa da nessuno, come è giusto che sia. Essere precari…..( anche io lo sono stata, non sono nata come docente di ruolo) non significa mediare a tutti i costi o accettare a tutti i costi i compromessi imposti dal DS o dalla vicaria di turno solo per il “quieto vivere”.
Trovo ottime le reazioni di Gioiaange “il mio netto rifiuto a scendere a patti” – “io tenterò con tutti i mezzi di non farmi intimidire e di fare il mio lavoro come meglio posso e di valutare nel modo più equo possibile.” - “Io porterò in consiglio i voti che i ragazzi meritano, riservandomi con equlibrio e con dignità professionale di discuterne alcuni con il consiglio di classe.” – “agire con equilibrio, ma con dignità professionale.” – “Professionalmente mi sento molto delusa………in quest'ottica il bravo insegnante è colui che è prodigo di voti alti (immeritati), non chi sviluppa in loro delle competenze. Che tristezza!”

Poi scusa Laclefdesonges sostieni che per te "la scuola non è solo mettere voti, ma costruire un rapporto di rispetto e per quanto possibile proficuo con i ragazzi, facendo nascere in loro la voglia di studiare e motivandoli il più possibile.", frase con la quale mi trovi pienamente d'accordo, ma che ritengo sia in contrasto netto con le altre cose che dici e con i consigli che dai a Gioiaange che se ritenesse importanti solo e soltanto i voti, si limiterebbe a quello senza porsi problemi, magari nel "gioco al rialzo" adattandosi alle richieste minacciose della vicaria senza curarsi in questo modo dei reali interessi dei ragazzi.
Ti contesto, scusami ancora, anche la successiva affermazione dove ritieni che, per Gioiaange, "ammorbidirsi" potrebbe essere utile ,come aiuto, per riìcavare vantaggi economici e umani...non sono per niente d'accordo con questo tuo concetto di "morbidezza"!!
Per concludere aggiungo che la serietà professionale di Gioiaange si evidenzia anche da questa sua frase: “Alla fine a per me sarebbe stato più comodo confermare i bei voti... tanto lo stipendio (quando me lo daranno, aspetto ancora marzo), sarebbe stato proprio uguale uguale!” , frase che ritengo molto, molto significativa e decisamente in contrasto con alcune tue affermazioni-consigli!!


scusa mettimi pure un quattro già che ci sei, no ? Tanto vuoi vederla come dici tu, non hai assolutamente letto quello che ho scritto e mi hai presa di punta, proprio come fanno alcuni professori con alcuni alunni...

Allora ti rispondo punto per punto :
1) sei di ruolo, hai di certo meno problemi di noi precari ma, soprattutto, hai la tua classe oramai da inizio anno. Te la gestisci come decidi tu, ovviamente, conosci i tuoi allievi e li hai ABITUATI ovviamente al tuo metodo didattico. Forse non ricorderai, quando eri supplente, che gli alunni si ritrovano confrontati di punto in bianco con un metodo nuovo e che non è colpa loro se non si ritrovano con questo nuovo metodo, o se scontano ignoranze lasciategli in eredità dai loro docenti di ruolo.

Ti cito una legge, la nota n. 8 del marzo 2013 : parla dei BES, e lascia a noi insegnanti il compito di capire quali siano gli alunni BES e di intervenire. Con ogni diritto, un'insegnante può decidere che tutta una classe con svantaggi educativi gravi quali quelli illustrati da gioange siano - per lo meno in stato momentaneo - dei BES, e ideare strategie di recupero adeguate.

2) Ho mai scritto di regalare voti alti ? Se si, dove, indicamelo. Sei tu che stai mettendo in bocca mia tali parole, io non le ho mai scritte. Ho scritto solo di offrire una chance per far sì che questi ragazzi possano recuperare i voti e alzare un po' la loro media e, al contempo, armonizzare di nuovo i rapporti con loro, con i genitori e sedare in parte la diabolica vicepreside. Se me la chiami prostituzione intellettuale, questa....

3) Se tu preferisci la rigidità alla morbidezza, come approccio in generale, è una scelta tua. La scuola "assertiva" però sta lasciando il passo a un nuovo tipo di scuola, "inclusiva" e attenta ai bisogni di tutti e in primis alle relazioni umane. Ma di certo ne saprai abbastanza perché debba spiegartelo io.


Ultima modifica di laclefdesonges il Gio Mag 30, 2013 12:36 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
laclefdesonges



Messaggi : 952
Data d'iscrizione : 18.05.12

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Gio Mag 30, 2013 12:19 pm

gioiaange ha scritto:
Sicuramente per me sarebbe più comodo scendere a patti ed essere certa di mantenere il mio posto di lavoro per altre 2 settimane. I soldini fanno comodo a tutti, il mio conto è in rosso da tempo (cuasa ritardi nei pagamenti) e ho un bambino da crescere (da sola tra l'altro)
"la scuola non è solo mettere voti, ma costruire un rapporto di rispetto e per quanto possibile proficuo con i ragazzi, facendo nascere in loro la voglia di studiare e motivandoli il più possibile." Pienamente d'accordo con laclefdesonges! Ed è anche vero che sicuramente non giova ai ragazzi cambiare insegnante in corsa. Ma della particolarità della mia vicenda forse è sfuggito qualcosa:
- insegno italiano in tre classi (tutte le classi della prof di cui sono la supplente) e solo in una di queste ho riscontrato serie difficoltà nell'adeguarmi alla sua valutazione (quindi "gatta ci cova"). Nelle altre 2 non ci sono casi clamorosi (tranne uno solo) di 8 e 9 in corrispondenza di una grave insufficienza da me riscontrata.
- Delle mie 3 verifiche scritte solo 1 è di grammatica, le altre sono temi (e anche piuttosto semplici) in cui riscontro gravissimi errori (e generossime valutazioni corrispondenti di chi mi ha preceduto, al primo quadrimestre)
- le verifiche della collega ( mi sono permessa di sbirciarle, non per farmi gli affari suoi, ma piuttosto quelli miei; per capire!!) sono piene zeppe di errori (talvolta preferibile chiamarli "orrori") tanto quanto le mie (forse anche di più).
- Con i ragazzi delle altre 2 classi ho un rapporto splendido. Con quelli della classe in questione c'è stato un muro, dovuto alla mia onesta (ho mediato, ho mediato fin troppo, ma con dignità) valutazione in contrasto con i voti ai quali erano abituati. Anche loro hanno capito, e in molti si sono rimboccati le maniche per migliorare.

Dunque: ho mediato e continuerò a farlo, ma con onestà e con professionalità perchè so bene che in questa brutta storia la colpa non è dei ragazzi. Ma se avessi fatto finta di niente, sarei stata complice di un sistema che non mi piace. Spero che ai ragazzi (e alle loro famiglie) arrivi questo messaggio per mezzo della mia presa di posizione: non è importante avere 9, pur sapendo di non meritarlo; preferibile avere un onestoe meritato 6 e saper, saper fare, aver voglia di imparare e di crescere, di migliorarsi...

Esatto, sono contenta per te è questo è quello che volevo dire io, e vedo che tu mi hai compresa appieno (ed è questa la cosa che mi interssa, in fin dei conti). Vedrai che le famiglie ti capiranno, e il fatto che i ragazzi si siano messi di lena per migliorare è la ricompensa giusta per il tuo impegno ! E magari un tuo 7 per loro varrà più di un vecchio 9 dell'altra prof.
Il mobbing è purtroppo diffuso e va combattuto, ovvio, ma "mediare" vuol dire cercare una soluzione accettabile che ricomponga, per quanto possibile, i contrasti - e la tua mi pare proprio che lo sia !
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Gio Mag 30, 2013 5:21 pm

laclefdesonges ha scritto:

scusa mettimi pure un quattro già che ci sei, no ? Tanto vuoi vederla come dici tu, non hai assolutamente letto quello che ho scritto e mi hai presa di punta, proprio come fanno alcuni professori con alcuni alunni...
Ognuno di noi parla in base alle sue esperienze e in base a ciò che pensa, certo che la vedo come dico io e nei miei post esprimo ciò che penso io, non quello che pensano gli altri e se ti ho risposto è proprio perchè ho letto attentamente ciò che hai scritto e non sono d'accordo con te. Non mi sembra che questo sia offensivo,in questo forum ci si confronta anche e soprattutto su posizioni diverse, ma il fatto che siano diverse non significa che una delle due sia condannabile...perchè dovrei metterti quattro?? Ci mancherebbe altro, chi sono io per farlo?? Siamo colleghe alla pari, semplicemente io la penso diversamente da te e per questo non trovo motivi per cui tu ti debba risentire. Non è mia abitudine "prendere di punta" qualcuno, studenti o colleghi, ma è mia abitudine dire sempre ciò che penso...perchè te la prendi tanto??
laclefdesonges ha scritto:

Allora ti rispondo punto per punto :
1) sei di ruolo, hai di certo meno problemi di noi precari ma, soprattutto, hai la tua classe oramai da inizio anno. Te la gestisci come decidi tu, ovviamente, conosci i tuoi allievi e li hai ABITUATI ovviamente al tuo metodo didattico. Forse non ricorderai, quando eri supplente, che gli alunni si ritrovano confrontati di punto in bianco con un metodo nuovo e che non è colpa loro se non si ritrovano con questo nuovo metodo, o se scontano ignoranze lasciategli in eredità dai loro docenti di ruolo.
Mi sconvolgono le tue certezze su di me!!! Non mi conosci, che ne sai di quali possono essere i miei problemi, se sono maggiori o minori rispetto a quelli di altri, pertanto ti pregherei vivamente di esprimere le tue certezze in relazione a ciò che realmente conosci e non in base a tue "ipotesi fantasiose" che come tali sono campate per aria e non possono essere oggetto di argomentazioni serie e motivate!!!
Formuli addirittura ipotesi sui miei ricordi!!! Ti informo che ricordo benissimo il mio precariato, anzi, ti dico di più, ricordo benissimo anche il mio passato di studentessa liceale e sono convintissima che un bravo insegnante DEVE sempre ricordare di essere stato studente, perchè questo lo aiuterà sicuramente, come ha aiutato me, a comprendere meglio le esigenze e le necessità dei ragazzi cercando di evitare gli errori che i nostri insegnanti hanno fatto con noi!!

laclefdesonges ha scritto:

Ti cito una legge, la nota n. 8 del marzo 2013 : parla dei BES, e lascia a noi insegnanti il compito di capire quali siano gli alunni BES e di intervenire. Con ogni diritto, un'insegnante può decidere che tutta una classe con svantaggi educativi gravi quali quelli illustrati da gioange siano - per lo meno in stato momentaneo - dei BES, e ideare strategie di recupero adeguate.
Cosa c'entrano adesso i BES?????
Non mi pare che gli alunni descritti da Gioiaange abbiano gravi svantaggi educativi!! Tu, ragazzini "figli di papà" abituati ad avere 8-9 senza quasi lavorare solo perchè i loro genitori fanno pressioni, li inserisci nei BES???? Nella legge da te citata si parla di Bisogni Educativi Speciali legati a situazioni di svantaggio sotto diversi punti di vista, Gioaange parla di pretese e minacce per una valutazione molto positiva, anche se non meritata solo per la "bella faccia" delle famiglie influenti ...mi pare che siano due situazioni decisamente opposte!!
laclefdesonges ha scritto:

2) Ho mai scritto di regalare voti alti ? Se si, dove, indicamelo. Sei tu che stai mettendo in bocca mia tali parole, io non le ho mai scritte. Ho scritto solo di offrire una chance per far sì che questi ragazzi possano recuperare i voti e alzare un po' la loro media e, al contempo, armonizzare di nuovo i rapporti con loro, con i genitori e sedare in parte la diabolica vicepreside. Se me la chiami prostituzione intellettuale, questa....
Se offrire una chance per te significa "mediare" "ammorbidirsi" e "adeguarsi" (hai usato tu questi termini) siamo proprio su una lunghezza d'onda diversa!!!
laclefdesonges ha scritto:

3) Se tu preferisci la rigidità alla morbidezza, come approccio in generale, è una scelta tua. La scuola "assertiva" però sta lasciando il passo a un nuovo tipo di scuola, "inclusiva" e attenta ai bisogni di tutti e in primis alle relazioni umane. Ma di certo ne saprai abbastanza perché debba spiegartelo io.
Infatti non ho bisogno delle tue spiegazioni, soprattutto, quando parli di scuola inclusiva, senza sapere in realtà di cosa si sta parlando. Ancora una volta interpreti a modo tuo, facendo finta di non capire ciò che volevo dire contestandoti il temine "ammorbidire"...a questo punto è meglio lasciare perdere, però ti informo che non sono assolutamente una persona "rigida" tutt'altro, ma non mi conosci e quindi ti ritieni in diritto di dire "di tutto e di più" senza, però, nessun fondamento reale
Tornare in alto Andare in basso
Online
gioiaange



Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 28.08.12

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Ven Mag 31, 2013 4:32 pm

La buona notizia è che mi rinnoveranno il contratto fino al termine delle attività didattiche! Per gli scrutini ancora non so...
Alla fine, se si portano avanti le proprie ragioni con fermezza, anche le dinamiche più incomprensibili (e scorrette oserei dire...) devono cedere il passo alla correttezza, alla trasparenza.
La diabolica vicepreside mi ha tolto il saluto... Sopravviverò anche a questo!
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Ven Mag 31, 2013 4:36 pm

gioiaange ha scritto:
La buona notizia è che mi rinnoveranno il contratto fino al termine delle attività didattiche! Per gli scrutini ancora non so...
Alla fine, se si portano avanti le proprie ragioni con fermezza, anche le dinamiche più incomprensibili (e scorrette oserei dire...) devono cedere il passo alla correttezza, alla trasparenza.
La diabolica vicepreside mi ha tolto il saluto... Sopravviverò anche a questo!
Brava Gioiaange!!!
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8321
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Ven Mag 31, 2013 4:44 pm

così mi piace!! Complimenti gioiaange
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
maggio61



Messaggi : 552
Data d'iscrizione : 07.06.11

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Ven Mag 31, 2013 4:46 pm

Grande Gioiaange!!!!
Tornare in alto Andare in basso
Maryangel



Messaggi : 2902
Data d'iscrizione : 16.02.13

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Ven Mag 31, 2013 6:48 pm

E vai!! Fai vedere chi sei!!
Tornare in alto Andare in basso
stefi2010



Messaggi : 640
Data d'iscrizione : 02.12.10

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Sab Giu 01, 2013 11:50 am

gioiaange ha scritto:

La diabolica vicepreside mi ha tolto il saluto... Sopravviverò anche a questo!
Sai come schiatta?
Il suo ignorarti ti dovrebbe lusingare.
Ignorala anche tu, mi raccomando, non fare la signora, perché con certa gente è controproducente.
Tornare in alto Andare in basso
emilyb.



Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 26.10.12

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Sab Giu 08, 2013 6:13 am

alceste ha scritto:
(io sono di ruolo..e ho evidentemente più esperienza di te..)
Sei di ruolo da settembre 2012, non mi sembra trascorso così tanto tempo per poter affermare che hai molta più esperienza di chi è ancora precario.
Tornare in alto Andare in basso
maggio61



Messaggi : 552
Data d'iscrizione : 07.06.11

MessaggioOggetto: Re: Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!   Sab Giu 08, 2013 4:07 pm

emilyb. ha scritto:
alceste ha scritto:
(io sono di ruolo..e ho evidentemente più esperienza di te..)
Sei di ruolo da settembre 2012, non mi sembra trascorso così tanto tempo per poter affermare che hai molta più esperienza di chi è ancora precario.

Ahahahahah emlyb, giusta osservazione!!!
Tornare in alto Andare in basso
 
Scuola pubblica - Minacciata di essere denunciata per mancata vigilanza o mandata a casa se non metto i voti che vuole la vicepreside!!
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
 Argomenti simili
-
» La scuola pubblica diventa privata.
» Vigilanza alunni uscita scuole medie
» Dubbi su completamento di orario tra scuola statale e scuola paritaria
» Consiglio per passaggio da scuola privata a statale per immissione in ruolo
» Per essere membri della chat (non considerare questo post si riferisce alla chat precedente)

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: