Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 rasentiamo l'assurdo!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
tortacaprese



Messaggi : 647
Data d'iscrizione : 08.01.11

MessaggioOggetto: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 9:18 am

Salve a tutti. Questo è un post di sfoghi. In dieci anni di insegnamento suddivisi nelle realtà più disparate, tra scuole dei quartieri di Gomorra e scuola di élite, non mi era mai e dico mai capitato quanto sto per raccontare:
la scuola dove sono titolare è una scuola media di provincia. Ambiente eterogeneo in quanto ad estrazione socio-culturale e molto omogeneo - purtroppo - per quel che concerne l'atteggiamento delle famiglie. In pratica si verifica una puntuale ingerenza dettata dalla "lotta al docente". Ciò da parte di professionisti (ai quali si suppone lo studio dovrebbe aver ampliato gli orizzonti) che da parte di persone socialmente "più umili" ( i quali, ignoranti, dovrebbero capire che per metter becco si devono conoscere le situazioni). Vi racconto, random, qualche episodio:

- mamma cafona che vuole spiegare agli insegnanti che "gli alunni non sono tutti uguali" e che il figlio ha i propri tempi. grazie al piffero, signora, secondo lei se non avessimo sempre considerato i tempi del pargolo non l'avremmo bocciato da quel dì risultando l'alunno assolutamente lontano dalla soglia di accettabilità? Noi ci facciamo in quattro per ficcargli in quella zucca qualche nozione, siamo comprensivi, teniamo conto del suo background e quant'altro e la signora, ignorante capra cretina e zotica, dice a noi cosa dobbiamo fare ?!?!?!?!?!

- Signora griffata convinta che una Louis Vuitton faccia la differenza (infatti la fa, per me è la classica "cafona arricchita") che si presenta ad aprile (dopo un anno di convocazioni a vuoto) per perorare la causa della figlia "traumatizzata dal non poter essere andata al concerto dei One Direction a Milano" (giuroooooooooo) e che , il giorno dopo il colloquio, telefona (si, telefona) a scuola per giustificare la figlia per i compiti. Cioè, ci ha presi per una pizzeria alla quale si fa un colpo di telefono e si ordina il gusto che più si preferisce senza la briga di recarcisi perchè il servizio è offerto)!!!!!!!!!!!!!!

- papà che, in seguito alla sospensione del figlio, si permette di arrivare a scuola chiedendo se la docente abbia preso il provvedimento in seguito ad allucinazione o se abbia visto davvero il figlio ballare sul banco. ( e certo perchè il figlio ha raccontato di essere vittima di un ingiusto provvedimento ed il papà a chi deve credere?);

- genitori di una classe che ai docenti che lamentano la maleducazione dei ragazzi replicano che la gestione in classe è un problema della scuola salvo poi venire a dire a noi come e cosa poter fare se si parla del figliolo!!!!

- madre di un'alunna strafottente e maleducata che arriva a scuola per dire che l'ha mandata in quanto altrimenti sforava con le assenze e sarebbe stata bocciata e quindi, per farfe questo FAVORE, alla scuola non l'ha tenuta a casa, ma implora di giustificarla in quanto non in condizioni di reggere la giornata. Arrivo in classe, mi rendo conto che la ragazza la giornata la reggeva benissimo in quanto stava ridendo e scherzando con i compagni, la riprendo, lei esce telefonaa alla madre e si fa venire a prendere. Racconto alla signora gli eventi e la risposta è che la ragazzetta sarebbe stata traumatizzata da me!

- signora che professa non so quale religione che pretende che non si spieghi in classe La Pietà di michelangelo in quanto la figlia non può ricevere lavaggi di cervello cattolici! (e chi parla, cioè io, è anche atea.... figuratevi);

- papà che chiede che per un mese non si svolgano compiti in classe nè a casa perchè il figlio ha il braccio ingessato e certo non può rimanere indietro!!!!!!!!!!!!!!

- signora che si lamenta perchè è venuta a scuola, voleva entrare in classe ed il bidello l'ha bloccata!!!!!!!!!!!!! La signora preferirebbe il libero accesso alle aule, magari munita di armi?!?!?!?!?!?

- mamma imbestialita perchè il figlio ha avuto una nota in quanto si è presentato a scuola senza lo zaino e la docente, chiedendogli "credi di star entrando in un bar" lo avrebbe sconvolto!

- madre che , avendo ricevuto la comunicazione a casa che il figlio aveva picchiato un compagno, si precipita a scuola non certo per il fatto in sè quanto perchè il figlio, che in quell'ora stava facendo un compito, poteva esser talmente sconvolto dalla notizia da sbaglaire tutto il compito!!!!!!!!!

In tutto ciò il DS accoglie a braccia aperte tutte le richieste, tutte le lamentele, tutto di tutto....

Potrei andare avanti, ma mi fermo. Su tutto una considerazione: abbiamo toccato il fondo, abbiamo anche terminato di scavare a partire dal fondo, dove arriveremo?
Tornare in alto Andare in basso
miranda



Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 30.08.10

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 9:50 am

Come DS ascolto tutti, ma condivido il tuo sfogo. Siamo alla pazzia pura e a famiglie incapaci di educare i figli che pretendono tutto dalla scuola. A quanto racconti aggiungo:
- padre che avendo io sgridato la figlia per uno scherzo di cattivo gusto ad una compagna (senza dare sanzioni) voleva denunciarmi per il grave trauma alla creatura, che è brava e mai, mai era stata sgridata prima.
- madre che va da un avvocato chiedendo di scrivere una denuncia ad una docente dell'infanzia perchè suo figlio (4 anni) le aveva detto che la maestra aveva usato il telefono! Aggiungo che la maestra ha la sezione fuori sede in attesa di ristrutturazione e per qualsiasi comunicazione deve telefonare.
- servizi sociali che minacciano un intero consiglio di classe perchè una ragazza ha "una forma patologica di rifiuto della scuola" e quindi va promossa anche se le assenze hanno superato di gran lunga le ore consentite. La ragazza poi trascorre mattinate nei dintorni della scuola con ragazzi più grandi fumando e divertendosi, forse come cura per questa allergia.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 10:47 am

Mamma mia! e ora che emoticon metto? quella che piange o quella che ride?

L'unica cosa da dire, e la dico non perchè voglio ancora fomentare il "noi" e il voi" è che mi piacerebbe leggeste un analogo post di sfogo da parte delle famiglie nei confronti della scuola.
Ne vengono fuori di altrettanto assurde, statene certi.

Cosa ne deduciamo? che più o meno siamo sulla stessa barca, le persone sono quello che sono sia in veste di genitori che in veste di docenti che in veste di ATA che di ds, l'imbecillità regna ovunque, così come ovunque si trovano le perle. Un po' più di tolleranza, bocce ferme e un bel sorriso e si va avanti credendo in quello che si fa e nel modo in cui lo si vuole fare.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5356
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 10:58 am

Hai come sempre ragione e sai individuare i bisogni con grande lucidità! C'è proprio bisogno di un post delle famiglie contro gli insegnanti: manca effettivamente un ambiente denigratorio della categoria, che scovi le magagne e diluisca tutto nella brodaglia del cerchiobottismo. La famiglia è in crisi? Beh, si, però anche la scuola... Come quando i ragazzi dicono (e chissà da chi lo avranno imparato?): "si è vero ho copiato da Gigetto, però anche Carletta! E che solo io?"
Fermiamo le bocce e tiriamocele addosso.
Meno male che ora arriva Scuola-Zoo!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 11:08 am

No, lucetta, non so se ci sia bisogno o no di post denigratori. Ci sono e basta, ovunque, Così come voi vi sfogate contro le famiglie, le famiglie si sfogano contro di voi, entrambe le parti avendone pienamente ragione.

Da questo invitavo alla tolleranza e al non "vedere la pagliuzza negli occhi dell'altro quando ....."

Tutto qui Lucetta, tutto qui.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5356
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 11:17 am

Alla faccia delle pagliuzze! Di tolleranza ce n'è anche troppa, serve un po' di sano confronto (anche conflittuale), è inutile negare il problema e sviare su altro. Pensare che basti una generica tolleranza è dabbenaggine.
La collega scrive dopo lunga esperienza professionale e constata un peggioramento della situazione che tutti constatiamo. L'unica soluzione che sai dare tu è invece un "volemose bene" che non serve a nulla e non distende gli animi ma insabbia. Come si fa a considerare le due situazioni speculari! A parte su questo forum, dove vedi la denigrazione delle famiglie da parte degli insegnanti? C'è dibattito su questo tema in giro? Leggi sui quotidiani denunce da parte dei docenti sull'incapacità delle famiglie?
Tornare in alto Andare in basso
tortacaprese



Messaggi : 647
Data d'iscrizione : 08.01.11

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 11:33 am

secondo me il punto è uno: remare nella medesima direzione, non l'uno contro l'altro. Le famiglie dovrebbero capire che non siamo "la controparte", ma educatori che abbiamo una professionalità , che non siamo al loro servizio, ma che offriamo un servizio!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 11:38 am

Partire dal presupposto che i confronti debbano essere conflittuali è partire col piede sbagliato. I confronti debbono essere pacifici, valutare tutte le posizioni, ascoltare tutti gli attori ma il conflitto deve essere escluso, Il conflitto non porta a nulla e fa perdere tempo.

A parte su questo forum dove vedo? Ho due s...palle così, cara lucetta, sono 20 anni che tra la classe di un figlio e quella di un altro mi trovo in mezzo tra scuola e famiglie, sono 20 anni che ne sento e ne gestisco di ogni, e tu mi chiedi dove vedo?
Ultimamente, sapendo cercare, non vivendo solo di os ma guardandosi un po' in giro, sia virtualmente che nella realtà ci sono un sacco di insegnanti che si pongono il problema educativo e cercano di avvicinarsi alla controparte instaurando un contraddittorio sereno ed efficace,
Sono le persone degne, quelle di cui parlavo prima, quelle che si trovano sia al di qua che al di la della cattedra.

La mia esperienza di qualche anno fa in questo preciso contesto è stata disastrosa, volevo a tutti i costi promuovere un confronto tra i docenti della scuola e le famiglie, avevo preparato con una mamma collega nel consiglio di istituto un questionario da compilare a cura delle famiglie e dei docenti, per fare in modo che ognuno buttasse fuori quello che aveva da dire, in modo anonimo. Avremmo poi raccolto i dati, li avremmo elaborati e l'intenzione era quella di organizzare alcuni incontri con famiglie e scuola per parlare dei risultati per vedere come risolvere i problemi.
Sai quanti docenti hanno aderito?

1

alla fine i questionari raccolti con le risposte dei docenti sono stati: UNO

e non era un lavoro mio, era un progetto del consiglio di istituto.

Ma dove vogliamo andare? Ma se la maggior parte di voi ci continuan a vedere dall'alto in basso e non vuole "infangarsi" con le famiglie?

L'atteggiamento che hai tu, quando dici; "ma dobbiamo tollerare che questa (riferendoti a me) stia in un forum della scuola?" l'atteggiamento è quello e non si va molto in là. Proprio no.

Tra l'altro, se non ci sono denunce da parte dei docenti, non è colpa mia, sai, sono tra quelle che sostengo la necessità di denunciare, è colpa della vostra ricattabilità, del vostro assoggettarvi ad un sistema pazzesco di minacce, favori e quant'altro.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 11:39 am

tortacaprese ha scritto:
secondo me il punto è uno: remare nella medesima direzione, non l'uno contro l'altro. Le famiglie dovrebbero capire che non siamo "la controparte", ma educatori che abbiamo una professionalità , che non siamo al loro servizio, ma che offriamo un servizio!


Assolutamente sì
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5356
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 12:00 pm

L'esperienza di una madre non basta proprio, mi dispiace, a dichiararsi esperti del dibattito. Siamo tutti genitori di figli in età scolare o che hanno fatto le scuole, abbiamo quindi il tuo stesso bagaglio da questo punto di vista. Proporre il proprio vissuto (quale che sia) come termometro della situazione è metodologicamente scorretto e non porta nessun tipo di contributo.
La scuola è piena di insegnanti che cercano di avvicinare le famiglie, ma molto di più di famiglie che non accettano il dialogo e si pongono con ignoranza e arroganza nei confronti della scuola, perchè mai come ora (e molto più che 20 anni fa) la scuola è sotto attacco, e questo mi pare un dato incontrovertibile. Possiamo poi raccontarci quello che ci pare, ma è il momento di mettere dei paletti, perchè la situazione è quella dell'assedio, in cui non si conflige in campo aperto (come nel sano conflitto), ad armi pari, ma una parte aggredisce continuamente l'altra. Non è vero per niente che i genitori cercano il dialogo, vogliono in gran parte lo scontro, la promozione a tutti i costi, non si vogliono mettere in discussione, specchio di una società volgare e arrogante, che schiuma e impreca.
La verità è che in Italia, la famiglia è un totem e su di essa si vorrebbe sempre plasmare la società, anche quando è evidentemente in crisi, e lo dico avendone come te una!
Ricordo, incidentalmente, che le società, le riforme, i confronti, nascono tutti dal conflitto, dal latino cum=insieme. Evitarlo a tutti i costi potrà sembrare a qualcuno edificante, ma in genere è soltanto inefficace
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 1:11 pm

lucetta10 ha scritto:
L'esperienza di una madre non basta proprio, mi dispiace, a dichiararsi esperti del dibattito. Siamo tutti genitori di figli in età scolare o che hanno fatto le scuole, abbiamo quindi il tuo stesso bagaglio da questo punto di vista.

Sono abbastanza in accordo con il resto di quello che dici, ma con questo no, mi spiace. Mi potrai dire che rappresento una situazione "territoriale", che non conosco a fondo le realtà locali estranee alla mia, ma non mi puoi dire che sono in molti ad avere il mio stesso bagaglio di esperienza, osservazione e lavoro con la scuola.

Il conflitto prevede una battaglia ed un vincitore, e qui non ci deve essere un vincitore, qui si deve perseguire un interesse comune, anche attraverso un contraddittorio acceso ma non conflittuale, non serve.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
serpina



Messaggi : 503
Data d'iscrizione : 21.02.13

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 3:16 pm

lucetta10 ha scritto:
L'esperienza di una madre non basta proprio, mi dispiace, a dichiararsi esperti del dibattito. Siamo tutti genitori di figli in età scolare o che hanno fatto le scuole, abbiamo quindi il tuo stesso bagaglio da questo punto di vista. Proporre il proprio vissuto (quale che sia) come termometro della situazione è metodologicamente scorretto e non porta nessun tipo di contributo.
La scuola è piena di insegnanti che cercano di avvicinare le famiglie, ma molto di più di famiglie che non accettano il dialogo e si pongono con ignoranza e arroganza nei confronti della scuola, perchè mai come ora (e molto più che 20 anni fa) la scuola è sotto attacco, e questo mi pare un dato incontrovertibile. Possiamo poi raccontarci quello che ci pare, ma è il momento di mettere dei paletti, perchè la situazione è quella dell'assedio, in cui non si conflige in campo aperto (come nel sano conflitto), ad armi pari, ma una parte aggredisce continuamente l'altra. Non è vero per niente che i genitori cercano il dialogo, vogliono in gran parte lo scontro, la promozione a tutti i costi, non si vogliono mettere in discussione, specchio di una società volgare e arrogante, che schiuma e impreca.
La verità è che in Italia, la famiglia è un totem e su di essa si vorrebbe sempre plasmare la società, anche quando è evidentemente in crisi, e lo dico avendone come te una!
Ricordo, incidentalmente, che le società, le riforme, i confronti, nascono tutti dal conflitto, dal latino cum=insieme. Evitarlo a tutti i costi potrà sembrare a qualcuno edificante, ma in genere è soltanto inefficace

straquoto. ma proprio con l'anima.
è verissimo che le famiglie (non il 100% delle famiglie ma il 100% delle famiglie con cui da insegnante hai davvero a che fare, perchè quelle che non hanno problemi non le vedi mai) non cercano affatto il dialogo bensì la promozione, e, più in generale, una scuola che non crei problemi e dia a loro, ai loro figli e al loro metodo educativo una sorta di patente di qualità.
la verità è che gli interessi e gli obiettivi di insegnanti e famiglie sono sempre più divergenti, spesso inconciliabili, e che le famiglie non tollerano che la scuola possa avere voce in capitolo riguardo i loro figli, se questa voce dice cose sgradite.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25621
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 3:28 pm

Ire ha scritto:
Mamma mia! e ora che emoticon metto? quella che piange o quella che ride?

L'unica cosa da dire, e la dico non perchè voglio ancora fomentare il "noi" e il voi" è che mi piacerebbe leggeste un analogo post di sfogo da parte delle famiglie nei confronti della scuola.
Ne vengono fuori di altrettanto assurde, statene certi.


Perchè non ci citi un link o una serie di questi sfoghi? Ovviamente con comportamenti assurdi di docenti che siano pari a quelli dei genitori di tortacaprese. :-)
Tornare in alto Andare in basso
russele



Messaggi : 494
Data d'iscrizione : 06.03.12

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 3:33 pm

[/quote]
Ovviamente. I genitori, fateci caso, non difendono tanto i loro figli quanto sè stessi dai propri fallimenti. Accusare il figlio che non viene a scuola, che balla sui tavoli, non fa i compiti o quant'altro è accusare il genitore che non è stato capace di fare il proprio mestiere di padre o madre e quindi non è stato in grado di prendere il proprio figlio a calci in c..o quando non gli andava di venire a scuola, di prenderlo a sberle quando a tavola non ci si siede per mangiare e ha scambiato casa per un osteria, e controllare di tanto in tanto cosa c'è scritto sul diario e magari sentire qualche mamma per chiedersi come mai il figlio non ha mai i compiti.
E vi parlo anche da madre.
Tornare in alto Andare in basso
russele



Messaggi : 494
Data d'iscrizione : 06.03.12

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 3:35 pm

oopsss "se stessi"..
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17791
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 4:28 pm

Ire ha scritto:
Mamma mia! e ora che emoticon metto? quella che piange o quella che ride?
Io metterei questo Ire
Ire ha scritto:

L'unica cosa da dire, e la dico non perchè voglio ancora fomentare il "noi" e il voi" è che mi piacerebbe leggeste un analogo post di sfogo da parte delle famiglie nei confronti della scuola.
Ne vengono fuori di altrettanto assurde, statene certi.

Cosa ne deduciamo? che più o meno siamo sulla stessa barca, le persone sono quello che sono sia in veste di genitori che in veste di docenti che in veste di ATA che di ds, l'imbecillità regna ovunque, così come ovunque si trovano le perle. Un po' più di tolleranza, bocce ferme e un bel sorriso e si va avanti credendo in quello che si fa e nel modo in cui lo si vuole fare.
Non siamo proprio sulla stessa barca, non è questione di essere tolleranti, ma spesso capita che non viene assolutamente rispettato il nostro ruolo e la nostra funzione, poichè l'ingerenza dei genitori è veramente eccessiva, ritenendo di dover e poter sindacare su tutto il nostro operato, difendendo l'indifendibile e screditando la nostra figura agli occhi dei figli. Ognuno ha il suo compito e il suo ruolo, collaborare sicuramente, ma nel rispetto reciproco e gli esempi fatti da Tortacaprese dimostrano il contrario, cioè una totale mancanza di rispetto nei nostri confronti e questo è inaccettabile!!
Come si permette un genitore di venire a scuola (mi è capitato recentemente) con atteggiamento arrogante e dirmi (quasi urlando) "Lei DEVE fare questo, lei NON DEVE fare quest'altro....." come si permette?????
Se noi ci rivolgiamo ad un professionista non sindachiamo con le sue decisioni, seguiamo la cura che ci prescrive il medico, presentiamo la dichiarazione dei redditi che ci prepara il commercialista, presentiamo al catasto il progetto predisposto dal geometra o dall'ingegnere, perchè, invece se i genitori si rivolgono agli insegnanti pretendono di essere loro i professionisti??? Questo, per me Ire, è mancanza totale di rispetto!!!

PS)E' vero che ci sono insegnanti che sono scansafatiche, "lavativi", ma questo è un altro discorso rispetto al tema lanciato da Tortacaprese!!!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 5:14 pm

russele ha scritto:

Ovviamente. I genitori, fateci caso, non difendono tanto i loro figli quanto sè stessi dai propri fallimenti. Accusare il figlio che non viene a scuola, che balla sui tavoli, non fa i compiti o quant'altro è accusare il genitore che non è stato capace di fare il proprio mestiere di padre o madre e quindi non è stato in grado di prendere il proprio figlio a calci in c..o quando non gli andava di venire a scuola, di prenderlo a sberle quando a tavola non ci si siede per mangiare e ha scambiato casa per un osteria, e controllare di tanto in tanto cosa c'è scritto sul diario e magari sentire qualche mamma per chiedersi come mai il figlio non ha mai i compiti.
E vi parlo anche da madre.

Nella stragrande maggioranza dei casi è proprio così.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 5:22 pm

Va bene, Giovanna, non siamo nella stessa barca ma navighiamo nello stesso mare allora, questo può andarti meglio? Navighiamo nel mare della società che abbiamo costruito. Tu sei una insegnante e a te è capitato che venga da te un genitore a dire lei DEVE FARE, ma guarda che non è una ingerenza contro di voi intesa come categoria è l'ingerenza da parte di un arrogante contro di te perchè in quel momento sei tu che "disturbi" i suoi piani.
Ti posso assicurare che io che ho lavorato presso uno studio legale ne ho viste di ogni e anche di oltre di persone che venivano a dirmi Lei deve fare questo, lei non si deve permettere di fare altro, lo dicevano a me che gestivo un particolare settore e lo dicevano all'avvocato che naturalmente più di me era in prima linea. Al geometra quante volte l'hanno detto? e al commercialista? Anche al medico, sai molte persone vanno a dire "mi prescriva questo esame e quest'altro". Si tratta di imbecillità personale Giovanna, dalla quale non è esente nessuna categoria è proprio una caratteristica di alcuni che si esplicita trasversalmente.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5356
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 5:51 pm

Ire ha scritto:
Va bene, Giovanna, non siamo nella stessa barca ma navighiamo nello stesso mare allora, questo può andarti meglio? Navighiamo nel mare della società che abbiamo costruito. Tu sei una insegnante e a te è capitato che venga da te un genitore a dire lei DEVE FARE, ma guarda che non è una ingerenza contro di voi intesa come categoria è l'ingerenza da parte di un arrogante contro di te perchè in quel momento sei tu che "disturbi" i suoi piani.
Ti posso assicurare che io che ho lavorato presso uno studio legale ne ho viste di ogni e anche di oltre di persone che venivano a dirmi Lei deve fare questo, lei non si deve permettere di fare altro, lo dicevano a me che gestivo un particolare settore e lo dicevano all'avvocato che naturalmente più di me era in prima linea. Al geometra quante volte l'hanno detto? e al commercialista? Anche al medico, sai molte persone vanno a dire "mi prescriva questo esame e quest'altro". Si tratta di imbecillità personale Giovanna, dalla quale non è esente nessuna categoria è proprio una caratteristica di alcuni che si esplicita trasversalmente.



Proprio non capisco che contributo possano dare alla conversazione interventi come questi.
Si obietta (da parte di insegnanti con esperienza decennale e genitori loro stessi, ma con vissuti che dai per scontato non possano essere paragonati ai tuoi) che i genitori non sono all'altezza del loro ruolo e non rispettano gli insegnanti? risposta: sì, ma anche gli insegnanti... e con questo?
Si solleva il fatto che la figura del docente è investita dal discredito e tutti gli danno addosso come non si permetterebbero di fare contro altre categorie? risposta: sì, ma io so che lo fanno anche nello studio legale dove ho lavorato!
Non si tratta di imbecillità personale, perchè non stiamo qui a farci le confidenze come nella rubrica del cuore, ma a riscontrare un problema, che, come dimostri tu, tutti negano.
Se il problema secondo te non esiste o va ridimensionato, o accettato con "tolleranza", mentre per noi è il nodo cruciale, la sfida che ci aspetta ogni giorno, non capisco a che pro' intervenire per dire che non esiste.
Tornare in alto Andare in basso
tata matilda



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 25.10.11

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 5:52 pm

Ire ha scritto:
sono 20 anni che tra la classe di un figlio e quella di un altro mi trovo in mezzo tra scuola e famiglie, sono 20 anni che ne sento e ne gestisco di ogni, e tu mi chiedi dove vedo?

Abbi pazienza, non è proprio la stessa cosa che essere un docente e vedere e provare tutto ciò che prova un docente...tu in classe non ci sei, noi si.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 5:57 pm

Lucetta, vedi, non si legge tutto poi si fanno figuracce.


Il senso del mio intervento era quello di rispondere ad una osservazione di Giovanna onnis. Lei ha espresso una sua impressione, io le ho portato la mia.


giovanna onnis ha scritto:


Se noi ci rivolgiamo ad un professionista non sindachiamo con le sue decisioni, seguiamo la cura che ci prescrive il medico, presentiamo la dichiarazione dei redditi che ci prepara il commercialista, presentiamo al catasto il progetto predisposto dal geometra o dall'ingegnere, perchè, invece se i genitori si rivolgono agli insegnanti pretendono di essere loro i professionisti??? Questo, per me Ire, è mancanza totale di rispetto!!!

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 6:05 pm

tata matilda ha scritto:
Ire ha scritto:
sono 20 anni che tra la classe di un figlio e quella di un altro mi trovo in mezzo tra scuola e famiglie, sono 20 anni che ne sento e ne gestisco di ogni, e tu mi chiedi dove vedo?

Abbi pazienza, non è proprio la stessa cosa che essere un docente e vedere e provare tutto ciò che prova un docente...tu in classe non ci sei, noi si.

Giusta osservazione, Tata Matilda, peraltro osservazione che io stessa ho posto tante volte alla base dei miei interventi, e probabilmente ti è sfuggito, ma non è un problema ;-)
E' però un'osservazione che faccio fatica a collocare in questo thread in quanto se non sbaglio qui si parla di rapporti docenti famiglie e io dentro le famiglie ci sono eccome.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17791
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 6:07 pm

tata matilda ha scritto:
Ire ha scritto:
sono 20 anni che tra la classe di un figlio e quella di un altro mi trovo in mezzo tra scuola e famiglie, sono 20 anni che ne sento e ne gestisco di ogni, e tu mi chiedi dove vedo?

Abbi pazienza, non è proprio la stessa cosa che essere un docente e vedere e provare tutto ciò che prova un docente...tu in classe non ci sei, noi si.
Vedi Ire, Tata Matilda ha ragione, so bene che sei genitore sensibile , partecipe e attivo nella scuola come esperta e come genitore, ma lavorare a stretto contatto tutti i giorni con circa 150 studenti distribuiti in 6 classi (questi sono i numeri che mi riguardano) e avere a che fare con numerosissimi genitori che cercano spesso di metterti il "bastone tra le ruote" e pretendono di scaricare su di te la responsabilità della maleducazione dei loro figli, ti permetterebbe di avere una visione più completa e forse di comprendere maggiormente il nostro "risentimento" che arrivato al limite ci impedisce di essere tolleranti.
Tornare in alto Andare in basso
tata matilda



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 25.10.11

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 6:18 pm

Appunto, sei dentro le famiglie, ma non dentro l'insegnamento.
Tutti gli interventi sono ben accetti (ci mancherebbe altro!) e arricchiscono la discussione, ma bisogna tenere presente che vedere le cose dall'esterno, sentirle raccontare non è come stare in classe e viverle sulla propria pelle.
Non mi puoi dire "sono 20 anni che ci sono dentro"... ma sei dentro dove? Dentro le famiglie appunto, ma ti assicuro che essere dentro una classe è tutta un'altra cosa, una cosa che dall'esterno è difficile immaginare. E dire "Ma anche i genitori ne avrebbero da dire..." è una banalità, e la sento dire spesso, e ciò dimostra che non si comprende che le problematiche che deve gestire un docente sono molto più complesse di quanto voi genitori possiate immaginare.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: rasentiamo l'assurdo!   Lun Mag 27, 2013 6:19 pm

Non comprendo? Giovanna, ti prego, comprendo benissimo invece, e se vogliamo lasciare questo topic come sfogo e basta, mi metto dalla vostra parte decisamente.

Non hai idea, amica mia (permettimelo) di quante volte io mi sia dovuta mordere la lingua davanti a certi genitori che arrivavano con discorsi allucinanti a far perdere tempo e pazienza nelle riunioni di classe, non hai idea delle volte in cui ho dovuto far ricorso a tutte le mie conoscenze e studi sulla comunicazione per cercare di arrivare ad un dialogo con alcuni di loro invece che mandarli a spendere e girare le spalle, Davvero, non hai idea.

Lo so benissimo com'è, e il moltiplicare quello che conosco per tre, quattro o cinque, che sono il numero totale di genitori che vi trovate a gestire voi mi fa venire i brividi. Se vogliamo lasciare questo topic come sfogo, e può avere anche un suo perchè, magari te ne racconto qualcuna io di quelle dove hanno dovuto tenermi ferma in due per non farmi inveire contro altri genitori.

Se invece vogliamo analizzare un po' e cercare di superare questa conflittualità estenuante penso sia bene, e mi ripeto, cercare di non guardare solo la pagliuzza nell'occhio degli altri.

Così come tu dici a me che sono un genitore sensibile e che non sono rivolti a quelli come me certi risentimenti, ma che ci sono certi genitori che...dici anche che sai che ci sono insegnanti lavativi che dovrebbero fare un altro mestiere, Lo stesso mare, giovanna, lo stesso mare.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
rasentiamo l'assurdo!
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: