Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Scuole paritarie cattoliche e docente laico

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... 8, 9, 10, 11  Seguente
AutoreMessaggio
precary80



Messaggi : 2011
Data d'iscrizione : 26.08.10

MessaggioOggetto: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mer Lug 03, 2013 8:26 am

Promemoria primo messaggio :

Avevo una curiosità: nelle scuole paritarie cattoliche (II grado) i docenti laici sono coinvolti in attività religiose come ad esempio le preghiere?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mar Lug 16, 2013 9:29 am

Rispondo solo a questo: chi ti ha detto che i figli dei non credenti (o dei non cattolici) non possano venire a conoscere le storie relative alla vita di Gesù (e che per questo siano dei poverini culturalmente deprivati che si perdono qualcosa di importantissimo)? Sono argomenti che fanno parte della cultura generale di chiunque, in casa se ne può benissimo parlare, si possono leggere libri in proposito, e si può tranquillamente rispondere alle loro domande.

Almeno, in casa mia si fa così, non ci trovo niente di strano: tu pensavi davvero che i laici facessero di tutto per tenere nascosta ai figli l'esistenza della religione? Certo che hai un'idea ben strana di che cosa siano i laici...

Oltretutto, nel corso della vita scolastica, si troveranno tante di quelle volte davanti a riferimenti storici e culturali di origine religiosa (anche se non seguono l'ora di religione), che sarà assolutamente normale che vengano a conoscere le storie su Gesù, esattamente come quelle relative a molti altri personaggi storici significativi. Dove starebbe la deprivazione?

A proposito, spero che i tuoi figli sono stati debitamente istruiti anche sui notevolissimi messaggi morali e sulle edificanti storie di vita ANCHE di personaggi importanti di altre religioni, mica solo su quelle di Gesù. Altrimenti, con il tuo stesso tono giudicante, qualcuno potrebbe dire che sono dei poverini deprivati anche loro...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mar Lug 16, 2013 9:50 am

Sulla questione dell'annullamento matrimoniale, e poi su questo punto specifico non intervengo più, perché è veramente troppo OT:

quello che dice Ire, ossia che l'annullamento della sacra rota arriva quasi sempre dopo che il divorzio civile è già concluso da anni, e quindi viene richiesto solo per veri motivi di coscienza, perché altrimenti nessuno avrebbe voglia di perderci tempo e soldi... era sicuramente vero in passato.

A parte il dettaglio curioso che quasi nessuno, dopo aver già divorziato civilmente, si dava la pena di chiedere anche l'annullamento religioso finché rimaneva da solo, e che tutte queste esigenze di coscienza venivano fuori quasi esclusivamente quando ci si voleva risposare in chiesa col nuovo compagno (con il risultato che oggi quasi nessuno sa correttamente che cosa sia la dichiarazione di nullità, e la maggior parte della gente, dichiarati cattolici compresi, crede sinceramente che sia solo "un permesso speciale per potersi risposare anche in chiesa anche se sei divorziato", ma lasciamo perdere).

Dicevo, era sicuramente vero fino a qualche anno fa (ed era anche vero che fosse utilizzato soprattutto dai ricchi e dall'aristocrazia, e che la cosa colpiva la fantasia popolare, tanto è vero che stiamo ancora a ricordarci quello della principessa di Monaco che risale a più di 30 anni fa... come se in quella famiglia le separazioni, le convivenze irregolari e le legittimazioni di figli nati fuori dal matrimonio non fossero sempre state all'ordine del giorno fin dai tempi della bisnonna!)

Ma negli ultimi anni, c'è stata un'inversione di tendenza vistosissima, documentata anche da una serie di inchieste giornalistiche fatte piuttosto bene. Ossia, la Chiesa ha deliberatamente scelto di rendere le pratiche più leggere, più veloci, meno costose, e in definitiva molto più "facili" di prima. Il che sicuramente non è un male, per quelli che ne sentono veramente il bisogno per ragioni di coscienza, ma che contemporaneamente ha portato un fenomeno curioso: in molti casi, le pratiche di nullità religiosa diventano addirittura "più facili" rispetto a quelle del divorzio civile (che in Italia è di una complessità e di una lentezza INDEGNE), e va a finire che la gente sceglie direttamente di fare solo quelle, INVECE del divorzio.

Nei casi di persone benestanti, in cui ci sono in ballo interessi economici grossi, ormai sono gli avvocati stessi a consigliare ai loro clienti di fare così, perché conviene di più.

E se questi me li chiamate motivi di coscienza, mi pare sinceramente una presa in giro! : - )

L.
Tornare in alto Andare in basso
laclefdesonges



Messaggi : 952
Data d'iscrizione : 18.05.12

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mar Lug 16, 2013 10:28 am

Ire ha scritto:
laclefdesonges ha scritto:
....
Circa il dibattito sulla Sacra Rota, avevo trovato un link formidabile sugli annullamenti ecclesiastici low-cost. Peccato che questa non è davvero la sede adatta, quindi mettiamoci una croce sopra.

Comunque, il divorzio è sempre una via dolorosa, e non penso che nessun docente, cattolico, laico o buddista, inneggi a tale pratica come a una "cosa buona" di per sé. A meno che non sia un avvocato, oltre che un insegnante.

Un altro dubbio : siamo sicuri la "lezione in silenzio" sia davvero la migliore ? Le teorie didattiche più moderne vanno esattamente in una direzione opposta. Io le ho sperimentate, e davvero i risultati sono sorprendenti !

Per me, infine, la coerenza è sempre una bella cosa, quando è però unita all'apertura mentale e al rispetto degli altri ("tolleranza" non mi piace, mi dà l'idea di qualcosa che mal si sopporta...)
Un saluto a tutti !


D'accordissimo con te sul fatto che questa non sia la sede adatta per discussioni sulla Sacra Rota, fammi solo dire questo: sappiamo perfettamente che quello che viene scritto e detto dai media è mediato quanto meno dalle visioni personali, dalle indicazioni di parte o a volerla metter giù leggera da informazioni non sempre complete. Mi piace il fatto che tu abbia trovato un link come quello di cui parli ma ti chiedo se sei andata a cercare anche un link che dice l'opposto. Hai verificato se esiste qualcosa che dice l'opposto? E ancora, hai verificato se esiste qualcosa che dice una terza verità?
Solo dopo aver fatto questo, confrontato i dati, visto la paternità dei dati reperiti e fatto una bella collazione del tutto con le sfrangiature del caso si può timidamente affermare di saperne qualcosa di più che potrebbe essere una reale fotografia della situazione. Diversamente sono solo informazioni di cui prendere atto e a cui dare  il peso che hanno: molto poco.

Bon, finito discorso :-)

Per quanto riguarda la lezione in silenzio dipende molto da cosa devi fare: sicuramente in una verifica hai bisogno di silenzio, in un momento di ascolto hai bisogno di silenzio altrimenti non senti, mentre se applichi qualche particolare metodologia didattica creativa che chieda un brain storming il silenzio certo non serve. Ma serve il rispetto, il silenzio nell'ascolto di chi parla, e sicuramente non serve che qualcuno si alzi in piedi a minacciare il prof, butti fuori dalla finestra oggetti vari, faccia bum bum e bam bam intanto che il compagno cerca di portare le proprie idee, si alzi in piedi e cammini per la classe spaventando i compagni scoppiando all'improvviso sacchetti di patatine gonfiati d'aria............questo non serve. Nella scuola pubblica succede spesso, non sempre ma spesso, nella privata, anche nelle più schifosissime nelle quali se uno è somaro e ha un papà ricco viene comunque promosso, non succede mai.


Sulla tolleranza: va bene quello che dici, possiamo cambiare la parola con "rispetto" davo lo stesso significato al termine :-)

eheh ma non è affatto vero quello che dici sulla privata : di certo, non in quella dove insegnavo io, fra l'altro molto famosa, che un alunno ha buttato addosso a una collega una bottiglietta che non conteneva certo acqua (non ti dico cosa c'era per decenza).... e non l'hanno nemmeno sospeso ! E i furti, credimi, erano all'ordine del giorno - a danno degli insegnanti ! Nonché la mia collega Marie-France, che insegna in una cattolica di Roma, e se vuoi ti dico pure quale, gli è finita una penna in faccia e il preside l'ha rimproverata perché si è permessa di arrabbiarsi con l'allievo !
Quindi non si può generalizzare così.

Il link se vuoi te lo posto, era divertente, e ne ho trovati vari altri, da ogni punto di vista - pro, contro etc. etc. Dovere di chi legge, informarsi da varie fonti, anche quelle che non condivide :-) !
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mar Lug 16, 2013 11:23 am

ah, ma allora tu mi smonti il mito :-)

Hai ragione, non si può generalizzare. Anche nella "mia" i furti c'erano e pure chi si permetteva di fare cose che non andavano fatte. Ma non succedeva mai una seconda volta alla stessa persona.

Non si può generalizzare non si può dire quelle cattoliche no, la pubblica si, come vado ripetendo di dove in dove, non dipende più dalla categoria ma dalle persone che la compongono.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mar Lug 16, 2013 11:32 am

Paniscus, non è così. Credimi, non è così e faccio fatica a sostenerlo quindi per favore prendi questa pulcetta e mettitela nell'orecchio.

Faccio fatica a sostenerlo perchè non ho voglia di dirti di più di me e da chi sia composta la mia famiglia. Prendi per favore la pulcetta e mettitela nell'orecchio.

Per quanto riguarda gli avvocati che consigliano: molti avvocati consigliano perchè prendono il lavoro per quello che è: cercare di sfruttare lo sfruttabile ed il legale al fine di ottenere vittoria o maggiori benefici. Consigliano ma non obbligano, mai.
Sto affrontando una difficile causa in tribunale (non ecclesiastico :-) ma è la stessa roba) e quando si tratta di presentare le memorie il mio avvocato mi dice: c'è la possibilità di fare questo o di fare quello e io scelgo secondo coscienza quello che mi rappresenta di più.

befeca ha scritto:
Un ultimo pensiero: poveri quei bambini e quei ragazzi che non conosceranno la vita di Gesù.
Comunque la si pensi nessuno potrà negare che sia stato un uomo speciale e che le sue idee di accoglienza, amore, accettazione dell'altro siano state tra le più grandi mai professate.
Tutto quello che è venuto dopo è stato estremamente criticabile e spesso indifendibile.
L'importante è non perdere mai di vista il vero punto di riferimento.
Personalmente a volte ci riesco, a volte no. Sono umana e, nonostante sia cattolica, spesso sbaglio. Ho bisogno di grandi esempi di credibilità intorno a me. Fortunatamente qualcuno c'è ancora, basta saperlo individuare.

Molto bello quello che dici, molto d'accordo con te.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mar Lug 16, 2013 12:45 pm

Ire ha scritto:


Per quanto riguarda la lezione in silenzio dipende molto da cosa devi fare: sicuramente in una verifica hai bisogno di silenzio, in un momento di ascolto hai bisogno di silenzio altrimenti non senti, mentre se applichi qualche particolare metodologia didattica creativa che chieda un brain storming il silenzio certo non serve. Ma serve il rispetto, il silenzio nell'ascolto di chi parla, e sicuramente non serve che qualcuno si alzi in piedi a minacciare il prof, butti fuori dalla finestra oggetti vari, faccia bum bum e bam bam intanto che il compagno cerca di portare le proprie idee, si alzi in piedi e cammini per la classe spaventando i compagni scoppiando all'improvviso sacchetti di patatine gonfiati d'aria............questo non serve. Nella scuola pubblica succede spesso, non sempre ma spesso, nella privata, ....., non succede mai.
Succede spesso....non succede mai.....non puoi dirlo Ire, non puoi dirlo con questa certezza.....perchè non è così!!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mar Lug 16, 2013 1:00 pm

ho esagerato con il mai. Dovevo dire come poi ho già detto, che se succede che un ragazzo faccia così lo fa una volta sola. Dovevo dire che in una buona privata è più difficile che succeda.

Per il pubblico, Giovanna, non arrabbiarti, se vuoi dico che nella classe di Giovanna non so se succeda, credo non molto spesso, ma ho abbastanza esperienza di scuole di ogni ordine e grado come genitore e come altro come lettrice della realtà per poter dire che succede spesso, questo e anche di più.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mar Lug 16, 2013 1:19 pm

Ire ha scritto:
ho esagerato con il mai. Dovevo dire come poi ho già detto, che se succede che un ragazzo faccia così lo fa una volta sola. Dovevo dire che in una buona privata è più difficile che succeda.

Per il pubblico, Giovanna, non arrabbiarti, se vuoi dico che nella classe di Giovanna non so se succeda, credo non molto spesso, ma ho abbastanza esperienza di scuole di ogni ordine e grado come genitore e come altro come lettrice della realtà per poter dire che succede spesso, questo e anche di più.

Dipende dalle capacità dell'insegnante. Si tratta comunque di dinamiche di classe che il genitore non può capire al 100%.
Tornare in alto Andare in basso
befeca



Messaggi : 127
Data d'iscrizione : 23.02.11

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mar Lug 16, 2013 1:37 pm

A proposito, spero che i tuoi figli sono stati debitamente istruiti anche sui notevolissimi messaggi morali e sulle edificanti storie di vita ANCHE di personaggi importanti di altre religioni, mica solo su quelle di Gesù. Altrimenti, con il tuo stesso tono giudicante, qualcuno potrebbe dire che sono dei poverini deprivati anche loro...[/quote]

eh...ma non si può proprio dire nulla che la prendi sul personale. Mica mi riferivo a te....
Comunque tranquilla che anche a casa mia si parla molto.
E da noi si giudica anche poco.
Tornare in alto Andare in basso
serpina



Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 21.02.13

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mar Lug 16, 2013 2:42 pm

befeca ha scritto:
Molte scuole private NON SONO CATTOLICHE e la maggior parte dei DIPLOMIFICI non lo è.
Chi ha il dovere di farlo, CONTROLLI:

le scuole cattoliche sono circa il 70% del totale, in alcune province (come la mia) il 90%. vogliamo far finta che i dati non le riguardino?
quanto ai controlli: befeca, vogliamo ammettere il libero arbitrio o no? se un insegnante o una scuola lavorano male e regalano diplomi la colpa sarà pure loro o solo ed esclusivamente dello stato che non controlla?

befeca ha scritto:
Ma per favore!!!!!! Perchè in tutte le scuole statali si insegna questo?

nelle scuole statali il diverso c'è, quindi non è possibile non confrontarcisi.
nelle private non ci sono stranieri, non ci sono disabili, non ci sono poveri.

befeca ha scritto:
Questa è una tua opinione che io non condivido. Spero mi concedereai questa libertà di pensiero.

anche la mia è un'opinione, come avevo premesso, e l'ho argomentata come ho saputo.
questione livore: certamente mi offende che si faccia strame della scuola pubblica. io ci lavoro, ne ho viste molte, ho conosciuto moltissimi colleghi che lavorano con grande serietà e capacità. non sono cieca e vedo le cose che non vanno ma sono consapevole della differenza enorme che c'è ancora, non so per quanto, tra scuola pubblica e privata. allo stesso modo non condivido un'idea di educazione che prevede che i ragazzi vengano a scuola per sentire le stesse identiche cose che sentono a casa. è una visione, questa mia (e di molti altri), netta ma certo non livorosa, come, spero, la tua.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mar Lug 16, 2013 3:36 pm

cleb ha scritto:


Dipende dalle capacità dell'insegnante. Si tratta comunque di dinamiche di classe che il genitore non può capire al 100%.

Ahia! vorrei qui richiamare alcuni post dell'inverno, dove molti insegnanti si lamentavano della maleducazione dei ragazzi e della loro ingestibilità. Vuoi dire che ............... ? Tutti siamo stati concordi, al tempo, a sostenere il contrario!

Le dinamiche di classe che un genitore non può capire non si instaurano in una classe di scuola privata?

@Serpina

sai come si chiamava il compagno di banco del mio più piccolo, alla scuola privata?

LU

sai come si chiamavano i due compagni dell'altro?

Zaitzev e Macumba

..................

dite a me di non generalizzare ma voi andate giù belli pesi :-D
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
serpina



Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 21.02.13

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mar Lug 16, 2013 4:46 pm

Ire ha scritto:
sai come si chiamava il compagno di banco del mio più piccolo, alla scuola privata? LU sai come si chiamavano i due compagni dell'altro? Zaitzev e Macumba
dite a me di non generalizzare ma voi andate giù belli pesi  :-D

certo che ho generalizzato. come potrei fare diversamente? sto parlando della scuola privata in generale, mica di quella dei tuoi figli!
come ho già detto posso ammettere l'esistenza di qualche eccezione ma questo non cambia la sostanza, e la sostanza è che:
1) nelle private non ci sono stranieri a causa della retta
2) nelle private non ci sono disabili perchè non ce li vogliono (o al massimo fanno pagare alla famiglia l'insegnante di sostegno): consiglio agli increduli la lettura dei siti delle associazioni di disabili (oltre alla cronaca)

con buona pace tua e di lu
Tornare in alto Andare in basso
laclefdesonges



Messaggi : 952
Data d'iscrizione : 18.05.12

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mer Lug 17, 2013 1:32 am

In realtà nelle private i ragazzi stranieri ci sono eccome, la differenza la fanno solo le possibilità economiche - e oramai molti ragazzi sono figli di persone immigrate che hanno una situazione economica buona (figli di negozianti o gestori di ristoranti/pizzerie, ma anche coppie in cui entrambi i coniugi, semplicemente, lavorano stabilmente). Nella mia, ce n'erano davvero parecchi, e senza parlare ovviamente dei casi bizzarri e di studenti adulti (come un gioielliere indiano che sembrava Peter Sellers uscito da Hollywood Party !), non mancavano genitori che facevano semplicemente i colf e lapidavano i risparmi per mandare i figli alla privata perché pensavano di far meglio per loro - e per com'era la mia scuola, va detto che erano proprio soldi sprecati...

Di disabili anche ce n'erano, ma poveretti, lì non erano certo ben seguiti !

Sotto questi aspetti, nella mia personale esperienza dico senza dubbio che è molto meglio la pubblica dove ho lavorato quest'anno, di certo.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mer Lug 17, 2013 7:37 am

Così il discorso mi piace :-)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
serpina



Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 21.02.13

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mer Lug 17, 2013 9:10 am

si tratterà di stranieri a) cattolici b) con possibilità economiche buone o almeno discrete. caratteristiche che non ne fanno dei diversi, o sbaglio? vogliamo confrontare questa situazione con quella della scuola pubblica?
quanto ai disabili, e nuovamente esorto alla ricerca in rete nei siti delle associazioni, vengono rifiutati in 4 istituti privati su 5; nella migliore delle ipotesi l'insegnante di sostegno è a carico della famiglia.
forse questo discorso non piace ma le cose stanno così (fatta sempre salva qualche rara eccezione)
Tornare in alto Andare in basso
Atene



Messaggi : 2436
Data d'iscrizione : 30.12.11

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mer Lug 17, 2013 9:31 am

Ho seguito con interesse il dibattito, anche quando è andato ot. (La Sacra Rota è lontana dalla scuola cattolica quanto il CSM è lontano da quella pubblica...)

Ora vorrei intervenire. Premetto che condivido molte delle posizioni di Ire. Sono un'insegnante precaria della scuola pubblica. Le mie figlie sono iscritte ad una scuola paritaria cattolica, l'una all'infanzia e l'altra alla primaria. Questo per introdurre il mio intervento e non lasciar adito a dubbi. Così chi non fosse eventualmente interessato può andar oltre senza leggere.
Credo che vada fatto un importante distinguo, nell'ambito delle scuole paritarie, tra gli ordini di scuola: infanzia, primaria e secondaria di primo grado da un lato e secondaria di secondo grado dall'altro. Questo perchè nell'ambito della scuola superiore va distinto tra scuole "serie" e diplomifici (che per lo più non sono di stampo cattolico ma laico, oltre ad essere più spesso istituti privati o parificati e solo di rado paritari...)
Il mio discorso interessa gli ordini inferiori di scuola perchè sono quelli che conosco e vivo quotidianamente da genitore. Ovvio che il mio punto di riferimento sia la scuola paritaria delle mie figlie e di quella parlerò. Così gli esempi positivi aumenteranno, questo per la statistica... :-)
Credo che la prima differenza fondamentale sia che nella loro scuola i genitori vengono davvero coinvolti, nella pratica educativa ma anche nella realtà quotidiana. Le risorse interne (e i genitori tali sono!) vengono volentieri utilizzate per progetti, iniziative, bisogni quotidiani. Alcuni esempi: mio marito è un bravo bricoleur, si è offerto di aiutare per piccole manutenzioni nella scuola e ha messo a disposizione della comunità il suo talento. Un nonno in pensione ha tenuto lezioni preliminari di informatica ai bambini della primaria (A tutti! Non a quelli della classe di sua nipote!!). Una nonna ha fatto un laboratorio di pasta fresca per i bambini della materna. Una mamma ha ridipinto tutti gli armadietti della materna. Io che ho un passato da archeologa mi sono offerta per organizzare un ciclo di lezioni a tema e visite guidate ai musei del territorio. L'associazione dei genitori aiuta a gestire la scuola dal punto di vista pratico. Etc...
Nella scuola pubblica ci lamentiamo spesso (io per prima, poichè mi sono ritrovata spesso a svolgere anche funzione di coordinatore) che molti genitori sono assenti e non partecipano della vita scolastica dei loro figli, e questo denota diverse classi, quelle che poi troviamo più "difficili" da gestire! Ecco... nelle scuole paritarie questo non accade. I genitori sono presenti, attenti e partecipi.
Dal punto di vista didattico, poi, devo dire che la programmazione è molto avanti rispetto alle classi parallele della scuola pubblica, almeno qui. Con il valore aggiunto che tutti gli alunni sono messi nelle condizioni di arrivare a risultati soddisfacenti e motivanti, poichè le classi non sono troppo numerose e si può dedicare piena attenzione a tutti.
Quando dovevo scegliere la scuola primaria, ho provato ad applicare un metodo scientifico. Da due amiche mi sono fatta prestare i quaderni di italiano e matematica di prima elementare delle rispettive figlie (una frequentante la scuola statale e l'altra la scuola paritaria, entrambe molto diligenti e ordinate, anzi un po' più ordinata quella della scuola pubblica!) e li ho messi a confronto con oggettività. Poi li ho sottoposti a mio marito, che nella vita fa tutt'altro che insegnare, e gli ho chiesto cosa ne pensasse. Senza alcun dubbio, dopo averli guardati con attenzione, ha scelto i quaderni della bambina della scuola paritaria! Si notava un metodo più coerente, equilibrato, produttivo.
Tornando, poi, all'argomento iniziale del post. Sì, i docenti della scuola paritaria cattolica condividono il progetto educativo che è anche di educazione cattolica (come scritto anche nel modello di iscrizione, è tutto trasparente), dicono le preghiere con i bambini al mattino e a pranzo, li accompagnano a messa, insegnano loro anche religione e compiono questo percorso in parallelo a quello della famiglia. Ma oltre a ciò, insegnano ai bambini con amore e attenzione, con pazienza e dedizione, con entusiasmo e passione, per le stesse ore dei colleghi della scuola pubblica, preparano le lezioni con cura e precisione come i colleghi della scuola pubblica, sono impegnati per incontri e riunioni almeno per le stesse 40+40 ore, e talvolta per ore aggiuntive...
Sono selezionati per i loro curricola e il merito derivato dal lavoro svolto vengono, dopo 3 anni, assunti a tempo indeterminato. Ecco, devo dire che lo vorrei anch'io! Se nella scuola pubblica fosse possibile essere assunti per il proprio curriculum e avere il ruolo dopo 3 anni di tempo determinato... ecco sarei già di ruolo!! (Non si fraintenda e non si vada ulteriormente OT, per favore! Non intendo discutere in questa sede i meccanismi di reclutamento ministeriali!!) Se il loro lavoro dà punteggio pari a quello della scuola pubblica, non trovo ci sia nulla di scandaloso, perchè il loro lavoro è tale e quale, minimo. Per il fatto che il reclutamento avvenga per canali diversi, questa è la stessa differenza che c'è tra un medico di una clinica privata e un medico di un ospedale pubblico... Meccanismi e caratteristiche del lavoro privato, sanciti dalla legge.

Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mer Lug 17, 2013 11:17 am

serpina ha scritto:
si tratterà di stranieri a) cattolici b) con possibilità economiche buone o almeno discrete. caratteristiche che non ne fanno dei diversi, o sbaglio? vogliamo confrontare questa situazione con quella della scuola pubblica?
quanto ai disabili, e nuovamente esorto alla ricerca in rete nei siti delle associazioni, vengono rifiutati in 4 istituti privati su 5; nella migliore delle ipotesi l'insegnante di sostegno è a carico della famiglia.
forse questo discorso non piace ma le cose stanno così (fatta sempre salva qualche rara eccezione)

Lu non è per niente cattolico. (povero Lu, se lo sapesse di essere qui :-) )

Ma il diverso chi è? Secondo me il diverso è chi ha alle spalle una cultura diversa dalla mia non chi ha meno soldi di me.

Un giorno mio figlio arrivò a casa un po' preoccupato perchè il povero LU aveva pianto tutta la mattina a causa del fatto che il padre gli aveva comunicato di aver voglia di un cane......... Voleva comprarselo e ............ mangiarselo!!

Questa è diversità: mio figlio non aveva saputo come rispondere e chiedeva a me come ciò fosse possibile (mangiare un cane, dico). Beh, ha imparato che la nostra alimentazione non è l'unica, che altre culture si cibano di cose diverse dalle nostre.

Questo a parere mio è mettere in contatto i ragazzi con le diversità.


@Atene, almeno siamo in due ad avere una esperienza positiva :-)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
serpina



Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 21.02.13

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mer Lug 17, 2013 12:31 pm

bene, prendo atto delle vostre esperienze.
io ho letto i dati degli organismi sovranazionali di valutazione, ho letto i dossier delle associazioni di disabili, ho letto i dossier delle numerose associazioni che si occupano di stranieri.
evidentemente tutti i genitori che hanno figli alle private in cui mi imbatto vivono in un mondo diverso da quello in cui vivo e di cui leggo io.
naturalmente non conoscendovi non posso né voglio mettere in dubbio le vostre parole, posso solo notare che divergono dalla realtà documentata a cui ho accesso.
mi rallegro per voi che avete trovato queste perle di scuole (e se fossi atene cercherei immediatamente di farmici assumere).
Tornare in alto Andare in basso
Atene



Messaggi : 2436
Data d'iscrizione : 30.12.11

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mer Lug 17, 2013 12:49 pm

serpina ha scritto:
(e se fossi atene cercherei immediatamente di farmici assumere).

non ho titoli per insegnare alla primaria!!!! :-)
Tornare in alto Andare in basso
Atene



Messaggi : 2436
Data d'iscrizione : 30.12.11

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mer Lug 17, 2013 12:50 pm

@ Ire: già!!! Tra l'altro, leggendo tra le righe, penso che sia la stessa "scuola madre", la tua a Bologna e la mia in provincia...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mer Lug 17, 2013 1:41 pm

Con quello che ho detto potevo anche mettere l'indirizzo, sì ci sono diverse sedi :-)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Atene



Messaggi : 2436
Data d'iscrizione : 30.12.11

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mer Lug 17, 2013 2:12 pm

Aggiungo, per sottolineare che si tratta di una buona scuola primaria, che è stata aperta 5 anni fa come scuola paterna con solo 7 bambini, è cresciuta, ha ottenuto la parità ed ora conta 9 classi di elementari, dalla 1a alla 5a, ciascuna di 18-20 bambini!! E non è che qui le scuole primarie pubbliche manchino... Abbiamo 4 comprensivi!
Tornare in alto Andare in basso
Atene



Messaggi : 2436
Data d'iscrizione : 30.12.11

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mer Lug 17, 2013 2:15 pm

Ire ha scritto:
Torniamo da capo?
Voglio che i miei figli abbiano un certo tipo di istruzione che per diversi motivi non trovo alla scuola pubblica. Certo tipo di istruzione che significa: voglio che facciano una verifica al mese sugli apprendimenti, un tema alla settimana come compito di casa, una lezione in silenzio perchè solo così possono applicarsi all'ascolto cose di questo tipo dico.
Li iscrivo alla scuola cattolica che ho individuato come buona e che assicura questo (non li iscrivo al collegio san...... dove so che chi paga è promosso)

quoto in tutto!

Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mer Lug 17, 2013 3:41 pm

Inoltre, ci sto ragionando: sappiamo dei diplomifici, ci sono, manca addirittura poco che alcuni lo scrivano sul sito che c'è "la via breve" però...-

che possiamo dire delle famose sette materie ad aprile che diventano due a fine anno, oppure della cortese richiesta del ds di aumentare tutti un punto perchè non si deve bocciare?

Come sempre e come ovunque: il bene e il male convivono si tratta di scelte di responsabilità personale ed indubbiamente di possibilità offerte dall'ambiente che si frequenta.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Atene



Messaggi : 2436
Data d'iscrizione : 30.12.11

MessaggioOggetto: Re: Scuole paritarie cattoliche e docente laico   Mer Lug 17, 2013 3:47 pm

Ire ha scritto:
Inoltre, ci sto ragionando: sappiamo dei diplomifici, ci sono, manca addirittura poco che alcuni lo scrivano sul sito che c'è "la via breve" però...-

che possiamo dire delle famose sette materie ad aprile che diventano due a fine anno, oppure della cortese richiesta del ds di aumentare tutti un punto perchè non si deve bocciare?

Come sempre e come ovunque: il bene e il male convivono si tratta di scelte di responsabilità personale ed indubbiamente di possibilità offerte dall'ambiente che si frequenta.

Infatti... è inutile generalizzare, per quello io ho premesso che avrei parlato della realtà che vivo e conosco e non di altro...

Tornando poi al problema iniziale del "conformarsi" o meno alle richieste del datore di lavoro, perchè di quello si trattava all'inizio, sai cosa mi è venuto in mente? Che ai dipendenti della Coop veniva chiesto (ignoro se sia ancora così!) di aver la tessera del PCI!!
Tornare in alto Andare in basso
 
Scuole paritarie cattoliche e docente laico
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 9 di 11Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... 8, 9, 10, 11  Seguente
 Argomenti simili
-
» METODI PER INSEGNARE GEOGRAFIA NELLE SCUOLE MEDIE
» Scelta scuole: grandi e centrali o medio/piccole e periferiche???
» codici meccanografici scuole per AP
» Scuole comunali
» Vigilanza alunni uscita scuole medie

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: