Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Ven Ago 16, 2013 10:35 pm

...


Ultima modifica di LM2012 il Dom Ago 25, 2013 10:39 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Sab Ago 17, 2013 7:35 pm

LM2012 ha scritto:
Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]

L’umanità è stata naturalmente casta, anche a prescindere dal condizionamento educativo e religioso, almeno fino alla seconda metà del XIX secolo.
Basta la prima frase per smettere di leggere.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Sab Ago 17, 2013 8:58 pm

se poi prosegui, resti un tantino perplesso. Giusto un pochino
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Sab Ago 17, 2013 10:18 pm

Quando la volpe non arriva all'uva dice che è acerba... anche se poi dimentichiamo che l'uva non è cibo da volpi...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 9:06 am

E una parodia, vero?

Ditemi che è una parodia...
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 11:22 am

paniscus ha scritto:
E una parodia, vero?

Ditemi che è una parodia...
Non sono né uno psicologo né uno psichiatra, ma mi sento di dire che no, non è una parodia...

Comunque lo "spazzolino rotante" a fini masturbatori fa tanto Sex and the City in versione Mazinga :-)
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 11:38 am

Argomento interessante, se letto senza istanze superficial-voyeuristiche. Sicuramente l'web - in tutte le sue forme - fa male allo studio a casa.

Mi permetto di chiedere la censura di Alb : )
L'unico modo che ha di salvarsi dalla censura è quello di trasformarsi in volpe.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 11:47 am

Io, che cerco di esser "cristiano", mi permetto di dire che ci sarebbero molte cose da dire. Mi ha sopratutto colpito soprattutto il discorso della pornografia come "grande fratello" per combattere il nichilismo nei giovani quindicenni (dei giornaletti per quindicenni multicolore, tipo "Cioè") e per produrre bisogni e pensieri indotti: le multinazionali occidentali inducono la pornogtafia per dare un senso alla caduta delle ideologie (anche se la pornografia un senso non ce l'ha, per dirla con Vasco). Abbiamo un grande compito, colleghi, a Scuola: strappare i giovani al mains-streaming cultural-globalizzato che condiziona le coscienze.

Leggere... leggere Pascoli, Leopardi, appassionarli, interessarli di matematica. Ahinoi, lotta impari... a fronte del linguaggio suadente e interattivo dei mass-media. Forza, non molliamo!
Tornare in alto Andare in basso
vanilla77



Messaggi : 953
Data d'iscrizione : 15.07.11
Età : 39
Località : reggio calabria

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 11:52 am

LM2012 ha scritto:
Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]

Alla masturbazione del fanciullo o primo adolescente va dunque dato un taglio netto. Ciò non significa una anacronistica, diseducativa e immorale repressione causa di nevrosi. Significa anche consentire l’onanismo purchè esso si risolva in pochi minuti, senza danni didattici.

...altrimenti si diventa ciechi, e gli unici a trarne profitto sarebbero gli oculisti :))))))
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 11:55 am

LM2012 ha scritto:
La questione è se si vuole dare un senso alla propria vita, che corrisponda ad una verità. E’ chiaro che se vale ciò che disse quel docente della SSIS “la verità non esiste”, allora tutto [come dice Speamann] diventa una questione di “potere”: il docente sarà pago nel vedere gli studenti che ce la fanno, e constaterà, senza aiutarli, che gli altri studenti [secondo quanto dice Darwin] sono stati semplicemente “selezionati”. Ma chi è selezionato “soffre” [chi si suicida soffre prima di uccidersi], e [cristianesimo o non cristianesimo], chi non aiuta chi soffre è complice della sua sofferenza.
Concordo appieno! Io, da insegnante, devo smettere di essere "certificatore" del percorso di alcuni e del non-percorso di altri ma coaching nel percorso o mentore che di si voglia. L'attivismo pedagogico americano ci ha insegnato questo, solo che poi è andato incontro a derive didattiche (es. i progettifici e la non-meritocrazia).

Difficile colleghi, trovare il bandolo della matassa.

---

Bella la frase sul cristianesimo: il buon samaritano... e anche tutto il lavoro interiore che portò madre Teresa di Calcutta a lasciare il Convento di suore e nadare per le strade.

Consiglio al proposito non la pedagogia di don Milani o di don Bosco (anche quelle certo) ma... la pedagogia di un pedagogista minore, san Filippo Neri e gli Oratoriani. Bello il film "Preferisco il Paradiso", peraltro con la bella colonna sonora e le belle parole di Frisina.
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 1:49 pm

Un mio collega, che ha lavorato in alcune scuole molto difficili, ha avuto a che fare con ragazzi "tosti". A uno di questi chiese "ma perché ti comporti così?" e lui "prof, perché questa scuola non è seria!".

Detto altrimenti, qua predicate e contro-predicate ma si razzola peggio delle galline zoppe. Voi (e uso la seconda persona plurale perché non mi associo nemmeno di striscio alle parole che leggo sopra) "cercate di essere", "provate a fare", "sperate di riuscire". I ragazzi invece chiedono che voi siate, facciate e riusciate.

Quindi meno "io speriamo che me la cavo" e più "prendo il toro per le corna"!

Anche perché continuo a leggere solo tanta tristezza, solitudine e anche un buon numero di incornate nella pancia...

Poi se vi piace soffrire così... l'insegnamento è un lavoro, non una missione (infatti veniamo stipendiati, poco e male, ma lo siamo, quindi giusta prospettiva, PER FAVORE, che siate laici o credenti poco importa)!!!!
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 3:23 pm

Albith ha scritto:
ha avuto a che fare con ragazze "tosti"
"Ragazze toste", "ragazzi tosti": accorda bene.

Albith ha scritto:
Detto altrimenti, qua predicate e contro-predicate ma si razzola peggio delle galline zoppe.
Concordo.

Albith ha scritto:
Voi (e uso la seconda persona plurale perché non mi associo nemmeno di striscio alle parole che leggo sopra) "cercate di essere", "provate a fare", "sperate di riuscire". I ragazzi invece chiedono che voi siate, facciate e riusciate
Forse dovremo far capire ai ragazzi che la mentalità "performativa" dell'attivismo e dell'efficientismo e della riuscita a qualunque costo si deve usare con prudenza, se non combattere proprio?

Albith ha scritto:
Quindi meno "io speriamo che me la cavo" e più "prendo il toro per le corna"!
Concordo con Alb che la realtà di quasi tutte le scuole impone di prende il toro per le corna, ma io mi rifiuto - finchè ce la faccio - di trasformarmi in "guerriero delle Crociate" o in "carabiniere" o in torero. Continuo a dare dimostrazione ai ragazzi di testa e non di muscoli; e talvolta anche di credere in altri valori rispetto a quelli di questo mondo, pur essendo in questo mondo.

Albith ha scritto:
Anche perché continuo a leggere solo tanta tristezza, solitudine e anche un buon numero di incornate nella pancia...
Già, io penso non solo "incornate in pancia" ma anche in ****

Albith ha scritto:
quindi giusta prospettiva, PER FAVORE, che siate laici o credenti poco importa)!!!!
Ok, ho recepito l'antifona.


Ultima modifica di LucaPS il Dom Ago 18, 2013 5:00 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 3:32 pm

...


Ultima modifica di LM2012 il Mer Ago 28, 2013 3:02 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 3:46 pm

LM2012 ha scritto:
non sono d'accordo sulla dstinzione tra lavoro e missione
Dal punto di vista cristiano, son d'accordo con LM: per un cristiano (o per ogni homo religiosus) ogni attività/lavoro è "vocazione" o "missione". "Beruf" in tedesco significa "chiamata" ma anche "lavoro".

Da un punto di vista della pedagogia non di orientamento cristiano, i due termini si devono distinguere, anche perché  la missione, la vocazione o chiamata rispondono a criteri “altri” che non rendono necessaria una formazione specifica (i discepoli fanno la missione perché di volta in volta ispirati dallo Spirito nelle loro parole e azioni, senza di certo fare un corso di “comunicazione” o di “pedagogia dell’annuncio” all’Università) e per spiegare il suo Oratorio Filippo Neri va dinnanzi al Papa - critico come lo erano i cardinali, che volevano "incastrare" il santo - dicendo alla fine soltanto... "Preferisco il Paradiso".

L’idea che l'insegnamento sia una missione o una vocazione è una idea della pedagogia idealistica cattolico- gentiliana, che pensa che l'insegnamento sia una "direzione spirituale" e che – platonicamente, vedi la dottrina della reminiscenza - l'apprendimento sia un passaggio "per intuitu personae" dal docente al discente. Questo ha causato il fatto che la nostra Scuola – impostata sulla pedagogia idealistica cattolico-gentiliana, a parte le esperienze della pedagogia “scientifico-positivistica” - si desse molta importanza al carisma dell’insegnante e non alla sua preparazione specifica; l'attivismo americano prima e il disciplinarismo americano poi han contrastato l'idealismo cattolico nelle idee sull'educazione ma in Italia siamo rimasti fermi alla pedagogia idealistico-gentiliana, a causa anche della situazione politico-clericale italiana. Basta vedere le scuole private-paritarie cattoliche, sorte senza la preparazione pedagogica specifica del personale, in quanto bastava solo la preparazione religiosa e poi… tutti sanno fare le maestre.

“Vocazione e missione”, secondo me, da cristiano – restano profondamente diverse dal concetto di “lavoro”, in quanto enormemente più importanti; anche se, soprattutto il pensiero protestante, ha avuto il coraggio di unire i due concetti, per affermare il principio di responsabilità individuale di ciascuno.
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 5:45 pm

LucaPS ha scritto:
Albith ha scritto:
ha avuto a che fare con ragazze "tosti"
"Ragazze toste", "ragazzi tosti": accorda bene.
Un errore di battitura: così dimostri di essere pessimo

LucaPS ha scritto:
Albith ha scritto:
Detto altrimenti, qua predicate e contro-predicate ma si razzola peggio delle galline zoppe.
Concordo.
Buon per te

LucaPS ha scritto:
Albith ha scritto:
Voi (e uso la seconda persona plurale perché non mi associo nemmeno di striscio alle parole che leggo sopra) "cercate di essere", "provate a fare", "sperate di riuscire". I ragazzi invece chiedono che voi siate, facciate e riusciate
Forse dovremo far capire ai ragazzi che la mentalità "performativa" dell'attivismo e dell'efficientismo e della riuscita a qualunque costo si deve usare con prudenza, se non combattere proprio?
Se traduci in umano poi magari commento

LucaPS ha scritto:
Albith ha scritto:
Quindi meno "io speriamo che me la cavo" e più "prendo il toro per le corna"!
Concordo con Alb che la realtà di quasi tutte le scuole impone di prende il toro per le corna, ma io mi rifiuto - finchè ce la faccio - di trasformarmi in "guerriero delle Crociate" o in "carabiniere" o in torero. Continuo a dare dimostrazione ai ragazzi di testa e non di muscoli; e talvolta anche di credere in altri valori rispetto a quelli di questo mondo, pur essendo in questo mondo.
Le metafore non sono il tuo forte...

LucaPS ha scritto:
Albith ha scritto:
Anche perché continuo a leggere solo tanta tristezza, solitudine e anche un buon numero di incornate nella pancia...
Già, io penso non solo "incornate in pancia" ma anche in ****
Oxford (censured)

LucaPS ha scritto:
Albith ha scritto:
quindi giusta prospettiva, PER FAVORE, che siate laici o credenti poco importa)!!!!
Ok, ho recepito l'antifona.
Meglio tardi che mai
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 6:36 pm

LM2012 ha scritto:
non sono d'accordo sulla dstinzione tra lavoro e missione. l'imprenditore ha una missione [si parla di mission azinedale]
Perfetto, segnato anche "mission", sto per completare la cartella del bullshit bingo.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 6:40 pm

O santo cielo, ma state provando a fare una discussione SERIA su uno spunto del genere?

L'umanità che sarebbe stata "casta per natura" per cinquecentomila anni e che avrebbe scoperto le tentazioni sessuali solo da un secolo o due? E allora come ha fatto a sopravvivere fino a quel momento, perché mai non si è estinta molto prima?

Gli adolescenti che fino a pochi decenni fa pensavano solo a studiare e non erano minimamente interessati al sesso, e che hanno scoperto l'esistenza del sesso solo da quando c'è internet (o almeno, qualche giornalino malizioso)? E allora come si spiega che per la stragrande maggioranza della storia delle civiltà umane, fino a un centinaio d'anni fa, erano quasi tutti analfabeti, e ci si sposava a 15 anni? Se a 15 anni si era considerati abbastanza maturi per metter su famiglia e riprodursi (oltre che per lavorare, mantenere famiglie, e andare anche in guerra), vuol dire che a quell'età era considerato normalissimo fare sesso, altro che stare castamente sui libri...
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 6:58 pm

paniscus ha scritto:
O santo cielo, ma state provando a fare una discussione SERIA su uno spunto del genere?

Infatti mi pento di avere risposto per primo, magari se nessuno rompeva il ghiaccio risparmiavamo tempo prezioso, la vita è breve.
Tornare in alto Andare in basso
vinz



Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 8:40 pm

mac67 ha scritto:
paniscus ha scritto:
O santo cielo, ma state provando a fare una discussione SERIA su uno spunto del genere?

Infatti mi pento di avere risposto per primo, magari se nessuno rompeva il ghiaccio risparmiavamo tempo prezioso, la vita è breve.
No, no: il dibattito merita. Tanto che mi permetto di rilanciarlo.
Allora, se ho ben capito, molte pugnette = brutti voti; pugnette quanto basta = buoni voti.

Ma chi non pratica in alcun modo la nobile arte della pugnetta, che media avrà?
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 9:07 pm

Il discorso è molto serio e il relativismo (fosse almeno nichilismo!) dei nostri ragazzi è preoccupante. E alle elementari hanno già i telefonini in cui il main-streaming manda immagini irriferibili. E il tempo perduto su web - anche da noi a scrivere, ma anche da loro - è preoccupante. E i sessuologi parlando anche di anoressia sessuale degli adolescenti per il virtual-sex. Son cose serissime e preoccupanti.

Non c'è più religione a questo mondo, colpa degli ateissimi come Alb e colpa dei bigottoni come LM e dei noiossissimi scassa***** come LucaPS. Fortuna che c'è Enrico che è un bravo maestro delle elementari e Dec che media : ))
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 9:26 pm

Citazione :
Significa anche consentire l’onanismo purchè esso si risolva in pochi minuti, senza danni didattici.
Allora, figlio mio, oggi hai già onanato tre minuti, ora basta.

Allora, figlio, quando senti il bisogno di onanare fallo tre minuti appena, altrimenti mi arrabbio, devi studiare. Ah, se siamo in vacanza, invece, visto che non ci sono compiti puoi dedicartici di più.



Quale delle due regole è da appendere nel decalogo del bravo studente?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 9:27 pm

Amen
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 9:51 pm

...


Ultima modifica di LM2012 il Mer Ago 28, 2013 3:03 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 10:12 pm

Interessante l'analisi storico-sociologica, LM.

Ma per rimanere nel campo psicologico, le cose che dici LM sono suffragate dalla psicoanalisi: per studiare, noi tutti - così come i ragazzi - abbiamo bisogno di tempo ed energia. E per Freud tutta l'energia è libidica.

Freud spiega che la Civiltà nasce dalla sublimazione (desessualizzazione) di energie sessuali, ossia dall’inibizione o dalla rinuncia delle pulsioni libidiche originarie e da un loro incanalamento su mete non sessuali a vantaggio del progresso della Comunità, quali la letteratura, l’arte, la musica, la scienza, la tecnica, la religione, etc.
  Secondo questa lettura, la Società, la Civiltà e il Progresso comporta quindi il sacrificio delle proprie pulsioni: “l’individuo ha barattato il piacere e la felicità per il progresso e la sicurezza”.

Pure Schopenhauer la pensa così. Il pensiero umano nasce da una Mancanza, cioè dalla simbolizzazione, cioè dal bisogno e dal desiderio (che tuttavia è sempre metonimico cioè mai pago). Se Leopardi avesse avuto Silvia a disposizione, pensate che avrebbe scritto il "Canto notturno del pastore errante nell'Asia", che vi invito a leggere prima di andare a letto stasera (invece di fare altre cose, lo dico al sesso maschile, più debole su questo versante)?

Inoltre, ormai tutti sanno che internet - accanto ai suoi lati positivi - ha anche moltissimi aspetti negativi e i bambini ne sono esposti fin da piccoli. E questo, per le nuove generazioni digitali, è molto brutto. Io, LM, Alb, Dec e Enrico siamo le ultime generazioni cresciute senza internet e la pornografia dilagante.

La pornografia dilagante attraverso web ha reso compulsivo l'autoerotismo che, prima di internet, non era compulsivo; ha creato, si può dire, una dipendenza; una delle tante nuove dipendenze della Società di oggi. Senza contare le chat e la prostituzione virtuale, per una ricarica di cellulare : (

La Scuola è tremendamente indietro su questo.

Così come la Scuola è indietro sulla droga: io per primo, in classe, non mi passa neanche per la testa di pensare se i miei alunni fanno uso di stupefacenti. E invece, accade.

LM condivido su (quasi) tutta la linea. Mi spiace, prof. Giovanna : )
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]   Dom Ago 18, 2013 10:25 pm

LM2012 ha scritto:
Le mieianalisi, riconosciute [scrivo copn una pessima tastiera in un bar ...], sono caratterizzate da dilettantismo, ma anche dal fatto di dire coseche non si dicono all'università.
...e chissà perché : - )
Tornare in alto Andare in basso
 
Studio sulla sessualità del mondo giovanile contemporaneo con analisi delle ricadute didattiche e pedagogiche [16 agosto 2013]
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 6Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» La fine del mondo dei Maya "in ritardo" di due mesi.
» Giocattoli dal mondo sito
» venuto al mondo
» un mondo senza religioni
» Padre Amorth: Satana dietro crisi economica, di Alitalia e conflitto a Gaza

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: